Numero 491 del 28 febbraio 2021

Numero ricchissimo di fine gennaio, aperto dalla storia di copertina in cui parliamo di “Urca. Cantautrici e Cantautori”, progetto tutto napoletano del quale ci dicono due degli animatori, Massimo Mollo e Ugo Gangheri. Per Cantieri Sonori il notevole musicista e costruttore di strumenti musicali Pietro Cernuto parla di friscaletti, zampogne e insegnamenti ricevuti dai maestri suonatori. Dalla Sicilia ci spostiamo in Toscana per “Il pane e la sassata (L'amore... è come l’ellera?)” de La Serpe d’Oro. Quindi, ci occupiamo di “Cosmic Rambler” di Francesco ‘Fry’ Moneti, della musica settecentesca per carillon dei Paesi Bassi che rivive nella contemporaneità grazie ai fiamminghi WÖR  e al loro nuovo album “About Towers”. Il disco consigliato della settimana è l’eponimo album della band multiculturale Ayom, ma altrettanto affascinante è “Udondolo” dei sudafricani Urban Village. Dal nostro scaffale abbiamo scelto il volume “Non avrai altro Dio all’infuori di me spesso mi ha fatto pensare. La buona novella di Fabrizio De Andrè, 50 anni dopo” di Mario Bonanno, mentre per la consueta pagina jazz c’è la recensione di “Time of silence” del pianista Dino Rubino. Infine lo scatto di Valerio Corzani offre il compositore finnico Magnus Lindberg.

Editor's Note
An end of January very rich issue. Our upfront story deals with the all-Neapolitan project “Urca. Cantautrici e Cantautori”. We hear from two of the minds behind it, Massimo Mollo and Ugo Gangheri. Cantieri Sonori column features the skilled musician and instrument maker Pietro Cernuto. He tells us about friscaletti, zampogne and the teachings he got from late master players. From Sicily we move on to Tuscany for La Serpe D’Oro’s “Il pane e la sassata (L'amore... è come l'ellera?)”. We turn to Francesco ‘Fry’ Moneti’s “Cosmic Rambler” and to XVIII century music of the Low Countries carillons reviving in a contemporary flair thanks to the Flemish quintet WÖR, who have release their new release “About Towers”. The recommended album of the week is the eponymous record from the multicultural band Ayom, but equally fascinating is South African Urban Village’s latest record, which is entitled “Udondolo”. From our bookshelf we have chosen Mario Bonanno’s book, “Non avrai altro Dio all’infuori di me spesso mi ha fatto pensare. La buona novella di Fabrizio De Andrè, 50 anni dopo”, whilst for the jazz regular page we review pianist Dino Rubino’s “Time of silence”. Finally, you find Valerio Corzani’s picture offering the Finnish composer Magnus Lindberg.
 
Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di Blogfoolk



COVER STORY
CANTIERI SONORI
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
LETTURE
SUONI JAZZ
CORZANI AIRLINES


L'immagine di copertina è un'opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Nessun commento