Festival World e Trad

I principali festival folk, world e trad 

ORIENTOCCIDENTE 2020
XIV Edizione


Orientoccidente, il festival delle culture musicali, della memoria e delle tradizioni in movimento, arriva alla sua sedicesima edizione. Un’edizione speciale, nel periodo che segue il confinamento per il COVID-19, nei mesi in cui ancora la circolazione del virus non è cessata completamente e in cui si vuole ritrovare rapporti sociali sostenibili e spazi di cultura e spettacolo come elementi di aggregazione. In una situazione ancora di emergenza, vogliamo continuare a resistere, “salvare il seme” (come ci siamo detti nei momenti più bui della pandemia), e lanciare frammenti di speranza per il futuro. Si svolgerà coinvolgendo i comuni di un territorio importante come quello del Valdarno: San Giovanni Valdarno, Terranuova Bracciolini, Cavriglia e Castelnuovo dei Sabbioni, Loro Ciuffenna, Bucine. Ha il sostegno di Regione Toscana e il patrocinio della Provincia di Arezzo e della Città Metropolitana di Firenze. Orientoccidente vuole continuare a essere un appuntamento di rilevo regionale e nazionale, legato al territorio dove si svolge. E’ un festival prevalentemente musicale, ma con aspetti importanti di contaminazione fra generi e discipline: cinema, teatro, immagini, incontri, libri. La programmazione tende a fondere memorie e nuove produzioni. Inizierà il 4 luglio a Castelnuovo dei Sabbioni con uno speciale progetto di Luca Canonici con Francesco Manetti e il pianista Andrea Severi. Il 10 luglio Diesis Teatrango presenta a Bucine "Orchestra della fantasia", un omaggio a Gianni Rodari con Piero Cherici. Barbara Petrucci. Giampiero Bigazzi, Orio Odori, Stefano Batelli. I Musici di Guccini in "Guccini unplugged" con Vince Tempera. Flaco Biondini. Antonio Marangolo il 23 luglio a San Giovanni Valdarno. Dritto e Rovescio presenta"All’alba nella vigna" con Arlo bigazzi e Chiara Cappelli il 25 luglio a Traiana (alle ore 6), mentre Giuditta Scorcelletti con Stefano Cocco Cantini e Maurizio Geri alle ore 21 a Loro Ciuffenna. Il nuovo monologo di Sandro Luporini dedicato a Gaber con Simone Baldini Tosi il 28 luglio a Terranuova Bracciolini. Il 4 agosto Stefano Massini a San Giovanni Valdarno. Flame Parade il 6 agosto a Loro Ciuffenna. Il Festival, anche per l’emergenza sanitaria (e sociale) si svilupperà successivamente con altri eventi nei mesi di agosto e di settembre. Orientoccidente produce a San Giovanni Valdarno, in collaborazione con il Comune, la VI edizione della rassegna La Nostra Memoria Inquieta: quattro serate quest’anno dedicate al cinema di Quentin Tarantino proiettato rigorosamente in pellicola dal 13 luglio al 3 agosto. La rassegna continuerà portando film in pellicola in Cinema nei Quartieri, ogni settimana fino al 14 settembre: una grande manifestazione cinematografica unica nel suo genere. A Terranuova Bracciolini, sempre nell’abito del festival verrà riproposta la seconda edizione di Terra Yoga – Giornata per la Pace e la Consapevolezza. A San Giovanni Valdarno il 26 agosto una serata speciale: “Toscanacci” con Paolo Hendel, Riccardo Goretti, Andrea Kaemmerle. In sintesi la sedicesima edizione del Festival Orientoccidente, rivolta a un pubblico vasto e trasversale. con proposte comunicative e “popolari” ma allo stesso tempo innovative, proporrà artisti come sempre di grande spessore artistico e di rilievo internazionale, con molte produzioni originali create in collaborazione con il Festival.

#abbiamosalvatoilseme

I flagelli, invero, sono una cosa comune, ma si crede difficilmente ai flagelli quando ti piombano sulla testa. Nel mondo ci sono state, in egual modo, pestilenze e guerre; e tuttavia pestilenze e guerre colgono gli uomini sempre impreparati.
Albert Camus


i Musici di Guccini presentano [GUCCINI UNPLUGGED]
con VINCE TEMPERA. FLACO BIONDINI. ANTONIO MARANGOLO.
giovedì 23 luglio . San Giovanni Valdarno . Piazza Masaccio

DRITTO E ROVESCIO: [ALL’ALBA NELLA VIGNA]
[IO CANTO IL CORPO ELETTRICO]
poesie di Walt Whitman. Dylan Thomas. Robert Walser
ARLO BIGAZZI & CHIARA CAPPELLI
con LORENZO BOSCUCCI (electronics)
sabato 25 luglio . Traiana (Terranuova Bracciolini) . Vigna della Traiana - ore 6
[ produzione Dritto E Rovescio ]

[MIGRANTI: DAGLI APPENNINI AL MARE]
GIUDITTA SCORCELLETTI
con STEFANO COCCO CANTINI & MAURIZIO GERI
sabato 25 luglio . Loro Ciuffenna . Giardino della Pieve di Gropina

[CHIEDO SCUSA SE PARLO DI… GABER]
Un progetto di Sandro Luporini
con SIMONE BALDINI TOSI
LORENZO ROSSI (violino). SERENA BURZI (violino). ERIKA CAPANNI (viola). ELISA PIESCHI (violoncello). FRANCESCO BAGGIANI (chitarra elettrica e acustica, electronics)
giovedì 30 luglio . Terranuova Bracciolini . Piazza Liberazione

STEFANO MASSINI
racconta [DIZIONARIO INESISTENTE]
martedì 4 agosto . San Giovanni Valdarno . Piazza Masaccio

FLAME PARADE
con MARCO ZAMPOLI (voce, chitarra). LETIZIA BONCHI (voce, violino).
MATTIA CALOSCI (basso, chitarra, voce). FRANCESCO AGOZZINO (chitarra, violoncello).
giovedì 6 agosto . Loro Ciuffenna . Giardino della Pieve di Gropina

[TOSCANACCI]
con PAOLO HENDEL. RICCARDO GORETTI. ANDREA KAEMMERLE
mercoledì 26 agosto . San Giovanni Valdarno . Piazza Masaccio

TERRAYOGA - II edizione
YOGA SOTTO LE STELLE - PER LA PACE E LA CONSAPEVOLEZZA
a cura di SIMONE BALDINI TOSI
venerdì 28 agosto . Terranuova Bracciolini . Piazza Liberazione

INGRESSO LIBERO
inizio eventi: 21.30 (dove non è specificato diversamente)
POSTI LIMITATI > PER PRENOTARE: 055.9120363 - 377.4494360 - 370.3625819

Regione Toscana, Comuni di San Giovanni Valdarno, Terranuova Bracciolini, Cavriglia, Loro Ciuffenna, Bucine, UNICOOP Firenze, Banca del Valdarno, Publiacqua, Beta Due, Ulli Ulli, Brahms, Arci Valdarno, D&R, Diesi Teatrango, Blogfoolk, LineaTrada, Radio Emme, Rete dei Festival
__________________________________________________________________________________

35°  MONSANO  FOLK  FESTIVAL
Rassegna internazionale ed itinerante di Musica Popolare originale e di revival
Un Festival al tempo del coronavirus “contro il silenzio”

“Fare un Festival, di questi tempi, ha un valore anche politico. Perché è un modo di combattere, non solo la crisi, ma anche il silenzio”.
Amedeo Figo

Ritorna anche quest’anno, nonostante l’emergenza coronavirus, la trentacinquesima edizione del Monsano Folk Festival (Rassegna internazionale ed itinerante di Musica Popolare originale e di revival), voluta tenacemente dal Comune di Monsano, insieme agli altri cinque “coraggiosi” comuni dell’anconetano: Camerata Picena, Jesi, Morro d’Alba, Serra de’ Conti. Sottolineo “coraggiosi”, perché insieme a Monsano, comune capofila, hanno voluto confermare a tutti i costi e non cancellare questa edizione in attesa di tempi migliori e soprattutto più sicuri, cercando di dare un tangibile segno di continuità e soprattutto di resistenza. Dopo i lunghi, angoscianti, silenziosi e solitari mesi del lockdown, rischiavamo un’estate ancora più solitaria e silenziosa, senza la musica, decisamente l’arte più colpita e danneggiata da questa misteriosa, subdola, feroce pandemia. Invece eccoci qui, anche se ulteriormente ridimensionati a cercare di sconfiggere, con questa edizione “coraggiosa e simbolica”, ancora una volta, la disperazione, il deserto dell’anima e il “silenzio”. Tant’è che quest’anno il tema del Festival sarà appunto: Un Festival al tempo del coronavirus “contro il silenzio”. Il Festival, voluto dal Comune di Monsano (An), con il contributo ed il patrocinio della Provincia di Ancona e della Regione Marche, della Fondazione Pergolesi-Spontini, curato da La Macina e dal Centro Tradizioni Popolari, per la direzione artistica di Gastone Pietrucci, inizierà per la prima volta a Polverigi, sabato 1 agosto, per concludersi a Monsano, domenica 9 agosto. Un Festival che in tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo, difende con tenacia la sua esistenza e la sua identità, quindi ancora di più un Festival “resistente” (unico nel suo genere), un “piccolo-grande” Festival, che ha basato da sempre la sua identità e la sua autorevolezza, nella “testa”, nel “cervello”, nelle “idee”, nel continuamente inventarsi e reinventarsi. Gastone Pietrucci, 7 Luglio 2020


Programma

POLVERIGI - SABATO 1 AGOSTO - Ore 22,00
Chiostro di Villa “Nappi”- Concerto Inaugurale
MARCO GIGLI
LORO CHE DECIFRANO PAROLE NEL CAOS *
Composizioni nel silenzio del lockdown
con la partecipazione straordinaria di
Gastone Pietrucci, Adriano Taborro, Marco Tarantelli

CAMERATA PICENA - DOMENICA 2 AGOSTO - Ore 22,00
Corte del Castello del Cassero - Concerto Acustico della Sera
Alla “radiosa presenza” di Gianfranco Costarelli
MARCO POETA - LETIZIA ROSSI
500… E DINTORNI!
Dai songs dell’elisabettiano John Dowland alle villanelle  napoletane del tardo Cinquecento

JESI - MARTEDÌ 4 AGOSTO - Ore 19,00
Cortile del Museo Stupor Mundi - Concerto del Ricordo e della Memoria
Per la Serie Foglie d’Album n. 12
LA MACINA NEL RICORDO DI TRE GRANDI INFORMATORI GIOVANNI CAPOGROSSI, GIANFRANCO FILIPPONI E NAZZARENO SALDARI
LE STORIE-LO SCIOGLILINGUA-IL CANTO *
a cura di Gastone Pietrucci

SERRA DE CONTI - MERCOLEDÌ 5 AGOSTO - Ore 22,00
Chiostro di San Francesco - Concerto Scaramantico della Sera
TRIO MACINA
INNO ALLA VITA *
Concerto scaramantico di scongiuri, maledizioni e… benevolenze

MONSANO - GIOVEDÌ 6 AGOSTO - Ore 19,00
Piazzetta Matteotti - Concerto-Incontro del Tramonto
DARIO TOCCACELI
INIZIO IL CANTO CON LA MENTE QUIETA… DA ACQUAVIVA MARCHE A NEW YORK *
Il salto della “troscia” canti a ritroso nell’attualità con la partecipazione straordinaria di Andrea Vincenzetti

MORRO D’ALBA - VENERDÌ 7 AGOSTO - Ore 22,00
Piazza Barcaroli - Concerto-Incontro della Sera
GLI IMPOPOLARI
ITALIA CARA BELLA MOSTRATI GENTILE…
Canzoni da pensare

MONSANO - SABATO 8 AGOSTO - Ore 19,00
Chiesa SS. Pietro e Paolo – Concerto del Ricordo e della Memoria
Dedicato a Marcello Malatesta e alle vittime del coronavirus
SPERIMENTALE TEATRO A - LA MACINA
TROPPI MORTI NELLE CAVERNE DEL CUORE *
di Allì Caracciolo da un’idea di Gastone Pietrucci

MONSANO - DOMENICA 9 AGOSTO - Ore 19,00
Piazza dei Caduti - Concerto di Chiusura del Festival
LA MACINA
CONCERTO PER UOMINI E PIANTE *
Forme di vita della Presenza

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

Per le recenti disposizioni anticovid 19
Tutti i Concerti sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria
La Macina: 07314263 /3356444547
e-mail: lamacina@libero.it / g.cellinese@alice.it
___________________________________________________________________________________

InCanto 2020

InCanto ci sarà anche nel 2020. Riparte a luglio la rassegna di canto di tradizione orale e di nuova espressività dell’Istituto Ernesto de Martino che non poteva mancare, nonostante il momento così complicato, proprio nel suo venticinquesimo anno di attività. Nel rispetto delle norme di sicurezza, un nuovo programma si snoderà dal 18 luglio al 19 settembre con quattro concerti dal vivo, tra canzone d’autore, rock e rock-folk, un omaggio a Pier Paolo Pasolini e molto altro.
Sabato 18 luglio alle ore 21:15 gli Yo Yo Mundi suoneranno, canteranno e porteranno il pubblico in viaggio nel loro mondo colorato e nella loro creativa e felice storia artistica, attraverso una scelta di canzoni, narrazioni, aneddoti. Il gruppo storico della canzone d’autore e del rock-folk italiano presenterà anche il nuovo album "La rivoluzione del battito di ciglia", frutto del loro primo crowdfunding. Un album che raccoglie ancora la convinzione che sia necessario credere nelle persone, nei sogni, nel futuro e certamente nella forza rivoluzionaria delle canzoni. Una rivoluzione gentile verso un nuovo spazio e una nuova dignità della musica.
Giovedì 30 luglio alle ore 21:15 InCanto ospiterà “Firenze secondo Novecento. Uno spettacolo ispirato a storie vere dalla Ricostruzione al Miracolo economico”, con la rega di Daniele Lamuraglia. Lo spettacolo, attraverso il testo di Daniele Locchi, rielabora in forma teatrale le storie personali, ambientate dagli anni ’50 agli anni ’70, raccontate nel Laboratorio Raccoglitori per Raccoglitori, tenuto da alcuni anni dalla compagnia Teatro del Legame in collaborazione con la rete delle Biblioteche Comunali di Firenze. Una memoria collettiva che crea un’unica storia nella quale i protagonisti vivono i loro sentimenti, i loro valori, con quella capacità tutta fiorentina di saper ironizzare su tutto, trasformando con una battuta appropriata e illuminante le gioie e i dolori della vita in uno spettacolo dell'esistenza, che ha ancora molto da insegnarci.
Sabato 22 agosto alle ore 21:15, per la prima volta in concerto all’Istituto Ernesto de Martino, il cantante e chitarrista Ricky Gianco e il cantautore e sceneggiatore, Gianfranco Manfredi. Dopo ormai molti anni di collaborazione, il concerto unisce ancora una volta il mondo musicale di uno dei padri della musica rock italiana e una delle voci più autorevoli della canzone d’autore.  Ricky Gianco ha suonato e cantato insieme a Luigi Tenco a Enzo Jannacci, Adriano Celentano e molti altri, scrivendo alcune tra le canzoni più belle e indimenticabili della storia della musica italiana. Con il primo album, nel 1972, Gianfranco Manfredi ha presentato fin dall’inizio uno sguardo ironico e disincantato sui giovani dell’epoca, sul Movimento Studentesco e una riflessione sull'impegno politico che hanno fatto di lui uno dei nomi più importanti del panorama musicale italiano.
Sabato 29 agosto alle ore 21:15, in programma una giornata dedicata a Pier Paolo Pasolini e al suo “Canzoniere italiano. Antologia della poesia popolare” recentemente ristampato. La stessa sera, la produzione originale “Linguamadre”, con il Duo Bottasso, la cantante friulana Elsa Martin e il polistrumentista Davide Ambrogio, seguendo il filo tematico della madre renderà suono e voce alle poesie raccolte da Pasolini e contenute nel Canzoniere Italiano pubblicato nel 1955, un viaggio – fino ad allora mai tentato – attraverso la poesia popolare italiana e le sue molte lingue.
Sabato 19 settembre alle ore 21:15, i Gang, band storica del rock italiano al completo, presenterà in anteprima il nuovo album, “Ritorno al fuoco”. Nata all’inizio degli anni 80, Gang ha più di 10 album all’attivo oltre a live e altri progetti paralleli. Eredi italiani delle sonorità del periodo punk londinese, sono nati dal progetto dei fratelli Severini, Marino e Sandro. Da sempre politicamente e socialmente molto attivi e impegnati, sono una delle più note band militanti nel panorama musicale italiano che unisce il rock alla tradizione popolare.

 PROGRAMMA

SABATO 18 LUGLIO alle ore 21:15
Concerto “CANZONI E NARRAZIONI”
YO YO MUNDI presentano il prossimo album “La rivoluzione del battito di ciglia”
Ingresso € 5

GIOVEDì 30 LUGLIO, ore 21:15
InCanto 2020 ospita il Teatro del Legame
Con lo spettacolo teatrale FIRENZE SECONDO NOVECENTO
Uno spettacolo ispirato a storie vere dalla Ricostruzione al Miracolo Economico
Testo di Daniele Locchi, regia di Daniele Lamuraglia
Ingresso € 10

SABATO 22 AGOSTO ore 21:15
Concerto con RICKY GIANCO e GIANFRANCO MANFREDI
Per la prima volta all’Istituto Ernesto de Martino
Ingresso € 5

SABATO 29 AGOSTO ore 21:15
Giornata dedicata a Pier Paolo Pasolini e al suo “Canzoniere italiano. Antologia
della poesia popolare” recentemente ristampato.
Spettacolo “LINGUAMADRE” con il Duo Bottasso, Elsa Martin e Davide Ambrogio
Ingresso € 5

SABATO 19 SETTEMBRE ore 21:15
Concerto con i GANG (band al completo) in “Ritorno al fuoco”
Le canzoni del nuovo album in anteprima
Ingresso € 5

Il programma è provvisorio e suscettibile di modifiche.
_________________________________________________________________________________

La Musica dei Cieli 2020
Voci e musiche nelle religioni del mondo
 
Ecco i primi artisti confermati Corrado Augias, Moni Ovadia, Radiodervish
 
LA NUOVA EDIZIONE SI SVOLGERÀ NEL DICEMBRE 2020 A MILANO E IN LOMBARDIA
 
Ritorna a dicembre 2020 La Musica dei Cieli, la rassegna, realizzata da BeatMi con il contributo del MIBACT, che ogni anno, a dicembre, fa risuonare le voci e le musiche delle religioni del mondo nelle chiese, nei luoghi di culto e nei teatri di Milano e Lombardia. Punta in alto già dal nome e sono alti i nomi degli artisti che La Musica dei Cieli sceglie per l’edizione 2020: da Corrado Augias con il suo “Grande romanzo dei Vangeli” a Moni Ovadia in “Laudato Sì”, una lettura musicale dell’enciclica di Papa Francesco, al viaggio nel misticismo mediterraneo dei Radiodervish. È dal 1996 che La Musica dei Cieli promuove la conoscenza e il dialogo tra le culture attraverso le molte musiche della spiritualità. Da quest’anno è possibile aiutare finanziariamente il festival attraverso Art Bonus, un dispositivo fiscale che favorisce le donazioni a sostegno della cultura. Chiunque può diventare un mecenate de La Musica dei Cieli e godere di un credito d’imposta del 65%, in una chiamata al mecenatismo diffuso tanto più importante ora che l’umanità intera è messa così duramente alla prova. La Musica dei Cieli contribuisce con i suoi concerti a rinsaldare i legami che ci uniscono al di là del distanziamento fisico e sociale.
 
_________________________________________________________________________________

MAMA AFRICA MEETING
SOSPESA L’EDIZIONE 2020 DEL MAM: APPUNTAMENTO AL 2021

Rimandata al 2021 la dodicesima edizione del Mama Africa Meeting, che si sarebbe dovuta svolgere dal 29 luglio al 2 agosto, al Parco Fucoli di Chianciano Terme (SI).

Il festival internazionale dedicato alla musica e alle danze dell’Africa Occidentale, che per undici anni si è svolto in Toscana radunando migliaia di giovani provenienti da tutta Europa e non solo, è sospeso. Ne dà notizia, il presidente dell’Associazione Mama Africa Meeting Incontro e cultura, Maurizio Rossi : "La preparazione della prima edizione a Chianciano Terme del MAM, dopo undici anni in Lunigiana, è stata interrotta. La necessità di garantire la salute fisica del pubblico, degli artisti, dei lavoratori e dei volontari a causa del Coronavirus, ci impone di riformulare la fruizione e lo svolgimento della manifestazione". Se è vero che nelle difficoltà spesso si nascondono delle opportunità, allora non tutto è perduto.  L’organizzazione del MAM ha svolto in questi mesi, un gran lavoro di progettazione e relazioni territoriali. In primis con il Comune di Chianciano Terme,  e con il Consorzio Terme di Chianciano SpA nonché con l’Associazione Culturale  Comitato Chiancianese E20, sono state poste le fondamenta per un rilancio nel 2021. Nel frattempo è in preparazione una serie di appuntamenti on-line che a breve verranno pubblicati e trasmessi dai canali social della manifestazione. Continua il presidente Maurizio Rossi:"La nuova stagione del MAM avrebbe avuto delle novità rispetto alle prime undici edizioni. Ci saremmo dedicati maggiormente alla conoscenza e al confronto interculturale, alla didattica delle tradizioni artistiche e alla comprensione dei mutamenti e delle ibridazioni delle culture che si incontrano. Il programma era ricchissimo con oltre 35 workshop di musica e danza condotti dalla sinergia di oltre 60 artisti provenienti da tutto il mondo. Il nostro è un arrivederci al prossimo anno, ben consapevoli che ci ritroveremo in una società provata economicamente così come nelle relazioni sociali. Davanti a questo scenario, dovremo decidere quale ruolo potrà giocare Mama Africa per continuare nella sua missione e contribuire a costruire un altro mondo possibile senza discriminazioni, rispettoso dell’ambiente e aperto al confronto e allo scambio culturale". Conclude il presidente: "Parafrasando un vecchio proverbio africano  cha accompagna il  MAM sin dalla prima edizione, e che recita: “Se vuoi arrivare primo corri da solo se vuoi arrivare lontano cammina insieme“, chiediamo a tutti coloro che hanno a cuore il progetto Mama Africa di starci vicini seguendoci nei nostri canali social e di partecipare assieme a noi a una riflessione sui contenuti proposti e alla progettazione organizzativa del MAM 2021". 
_________________________________________________________________________________

Fairport’s Cropredy Convention 2020 postponed until 2021
Festival ensures continuity by extending ticket validity, retaining line-up and choosing the same weekend next year

Fairport Convention today announced that their annual music festival, Fairport’s Cropredy Convention, has been postponed until August next year. The move is in response to the continuing Covid-19 outbreak in the UK. The three-day event had been scheduled to take place on 13-15 August this year. It will now be staged over 12, 13 and 14 August 2021 (the equivalent weekend) on its usual farmland site in Oxfordshire. The line-up of acts will be carried forward: artists booked to appear this year have agreed to switch to 2021. Highlights include Trevor Horn Band, Clannad, Steve Hackett – Genesis Revisited, Richard Thompson, Matthews Southern Comfort and host band Fairport Convention. Festival Director Gareth Williams said: “We have no alternative but to postpone Cropredy until 2021. The safety of our festival-goers, performers, suppliers, crew and local residents must come first.” Tickets purchased for Cropredy 2020 remain valid for the rescheduled festival and Fairport Convention hopes festival-goers will hang on to their tickets for Cropredy 2021. However, the organisers are of course offering refunds to those affected by the postponement. “The postponement is a financial blow to Fairport Convention,” says Gareth Williams, “so we urge everyone to keep their tickets and join us for a great weekend of music in 2021.”

Cropredy 2021 line-up

Thursday 12 August 2021
Trevor Horn Band, Clannad, Edward II, The Thumping Tommys, FC Acoustic

Friday 13 August 2021
Steve Hackett – Genesis Revisited, Turin Brakes, The Slambovian Circus of Dreams, Martyn Joseph, Home Service, Emily Barker, Maddie Morris.

Saturday 14 August 2021
Fairport Convention (including the fifty-first anniversary of Full House), Richard Thompson, Matthews Southern Comfort, Rosalie Cunningham, The Bar Steward Sons of Val Doonican, Holy Moly and The Crackers, Richard Digance..
______________________________________________________________________________

Annullamento della 25° edizione dell’Ariano Folkfestival
in programma ad Ariano Irpino dal 19 al 23 agosto 2020


L’Associazione Red Sox comunica di essere giunta, dopo una breve ma sofferta valutazione, alla decisione di annullare il 25° Ariano Folkfestival in programma ad Ariano Irpino dal 19 al 23 agosto 2020, a causa della pandemia da Covid 19 che sta colpendo l’intero globo e che purtroppo è in continua e drammatica evoluzione. In questo particolare momento urge una presa di coscienza e un forte senso di responsabilità che ci impone, prima come persone e poi come organizzatori del festival, di tutelare la salute e la sicurezza di tutti e che chiede a voi la massima comprensione per la dolorosa ma doverosa scelta adottata. Esprimiamo il nostro più sentito cordoglio per le vittime e la nostra solidarietà per coloro che in qualche modo sono colpiti da questo virus, ma siamo certi che supereremo questa emergenza per ritrovarci ancora più forti e uniti sempre ad Ariano Irpino ad agosto 2021.