Festival World e Trad

I principali festival folk, world e trad 

“di Visi e d'Istanti”, la nuova rassegna del Duo Bottasso
Quattro incontri digitali all'insegna di nuove musiche e dell'incontro fra artisti

Come fronteggiare l'attuale situazione dello spettacolo dal vivo, fermo da mesi senza ipotesi di future ripartenze? Per i fratelli Bottasso la soluzione è “Di Visi e d'Istanti”, un nuovo format ideato per ristabilire un contatto con il pubblico, avviare nuove collaborazioni artistiche e provare a guardare in nuova luce due termini tristemente inflazionati nell'ultimo anno. Non potendo fare musica insieme vivendo a Torino e Rotterdam, separati da nuove frontiere e dalla difficoltà a spostarsi fra Stati, Simone e Nicolò Bottasso ospiteranno a Gennaio ad Aprile numerosi artisti all'interno di quattro dirette streaming su YouTube nelle quali, oltre a dialogare con loro di Arte e Musica, verranno presentati nuovi brani, registrati e filmati in alta qualità apposta per l'occasione. Alcuni ospiti hanno già collaborato con i fratelli cuneesi, ma con molti artisti sarà la prima occasione di collaborazione: è il caso della cantante salentina Maria Mazzotta, voce di riferimento della world music in Italia, del duo cileno Sankara e del sassofonista e fondatore della Banda Osiris, Gian Luigi Carlone. “Da Marzo ad oggi abbiamo avuto alcune esperienze digitali di questo tipo: la più divertente è stata lo scorso Novembre ad Evora, in Portogallo, quando il pubblico era radunato di fronte ad un megaschermo e noi abbiamo proiettato un concerto in digitale dalle nostre stanze. In questo momento d'immobilità dello spettacolo dal vivo, anche quello strano contatto col pubblico è stato importante per noi” dice Nicolò, e aggiunge: “Non potendo sostituire il valore dell'incontro fra le persone con gli schermi, tentiamo almeno di esplorare con le tecniche digitali ciò che difficilmente potremmo fare dal vivo come avere due o tre ospiti a sera”.
Si inizia dunque il 24 Gennaio con The Newton Family, ovvero gli esplosivi fratelli cuneesi Tom e Ben Newton, e con il virtuoso contrabbassista italo-danese Luca Curcio.
Il secondo appuntamento, 21 Febbraio, sarà dedicato alla musica ed alle danze, con la partecipazione della raffinata cornamusista belga Birgit Bornauw, del quartetto Stygiens (con cui i fratelli hanno solcato i palchi di tutta Europa) e di Questa casa non è uno studio (Gian Luigi Carlone e Roberta Mengozzi), esperimento di teatro surrealista casalingo nato durante il lockdown.
La diretta del 21 Marzo sarà dedicata all'incontro fra musica ed arti visive, sia dal punto di vista analogico con il piemontese Metamorfosi Project (Gigi Biolcati, voce e percussioni, ed Emanuela Scotti, pennelli e colori) sia con lo sguardo digitale del new media artist Simone Sims Longo (già collaboratore del Duo in Biserta e altre Storie e nello spettacolo audiovisual Il Cielo di Pietra).
La rassegna si chiuderà l'11 Aprile con una diretta dedicata alla bellezza della vocalità popolare ed al modo con cui giovani artisti esplorano la tradizione in modo personale e contemporaneo. Saranno ospiti la cantante Maria Mazzotta, il polistrumentista e cantante Davide Ambrogio (vincitore dell'ultima edizione di “Musica contro le Mafie”) e infine, in collegamento dal Cile, il duo Sankara (Fernanda Mosqueda e Felipe Valdès; charango, chitarra e voce). Tutte le dirette inizieranno alle 21.30.
Per seguire gli eventi, sarà sufficiente richiedere il link delle dirette con un'offerta tramite PayPal (paypal.me/duobottasso). Si tratta di una scelta coraggiosa in un momento in cui gli streaming dilagano e la gratuità sembra condizione essenziale alla loro riuscita, e nasce da una riflessione più profonda sulla necessità di continuare ad attribuire valore alla Cultura e a chi con essa lavora.
_____________________________________________________________________________________


RIMANDATO IL PREMIO ANDREA PARODI 2020
LA MANIFESTAZIONE VERRÀ RIPROGRAMMATA APPENA POSSIBILE

La Fondazione Andrea Parodi deve purtroppo comunicare che la tredicesima edizione del Premio Andrea Parodi, in programma dal 5 al 7 novembre a Cagliari, è rimandata a data da destinarsi. La decisione è stata presa in conseguenza delle misure stabilite dal governo con il Dpcm del 25 ottobre 2020, che sospende “gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto”. Le nuove date saranno annunciate appena possibile. Il Premio Andrea Parodi, che si avvale della direzione artistica di Elena Ledda, è l’unico contest europeo riservato alla World music. I finalisti di questa edizione sono Alessio Arena, Ars Nova Napoli, Eleonora Bordonaro, Elena D`Ascenzo, Kalascima, Abramo Laye Senè & Gaalgui World Music Band, Maria Mazzotta, Danilo Ruggero, Stefania Secci Rosa e Bruno Chaveiro, Still Life. La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d'autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della World music.

Per maggiori informazioni:
fondazione.andreaparodi@gmail.com
___________________________________________________________________________________

MAMA AFRICA MEETING
SOSPESA L’EDIZIONE 2020 DEL MAM: APPUNTAMENTO AL 2021

Rimandata al 2021 la dodicesima edizione del Mama Africa Meeting, che si sarebbe dovuta svolgere dal 29 luglio al 2 agosto, al Parco Fucoli di Chianciano Terme (SI).

Il festival internazionale dedicato alla musica e alle danze dell’Africa Occidentale, che per undici anni si è svolto in Toscana radunando migliaia di giovani provenienti da tutta Europa e non solo, è sospeso. Ne dà notizia, il presidente dell’Associazione Mama Africa Meeting Incontro e cultura, Maurizio Rossi : "La preparazione della prima edizione a Chianciano Terme del MAM, dopo undici anni in Lunigiana, è stata interrotta. La necessità di garantire la salute fisica del pubblico, degli artisti, dei lavoratori e dei volontari a causa del Coronavirus, ci impone di riformulare la fruizione e lo svolgimento della manifestazione". Se è vero che nelle difficoltà spesso si nascondono delle opportunità, allora non tutto è perduto.  L’organizzazione del MAM ha svolto in questi mesi, un gran lavoro di progettazione e relazioni territoriali. In primis con il Comune di Chianciano Terme,  e con il Consorzio Terme di Chianciano SpA nonché con l’Associazione Culturale  Comitato Chiancianese E20, sono state poste le fondamenta per un rilancio nel 2021. Nel frattempo è in preparazione una serie di appuntamenti on-line che a breve verranno pubblicati e trasmessi dai canali social della manifestazione. Continua il presidente Maurizio Rossi:"La nuova stagione del MAM avrebbe avuto delle novità rispetto alle prime undici edizioni. Ci saremmo dedicati maggiormente alla conoscenza e al confronto interculturale, alla didattica delle tradizioni artistiche e alla comprensione dei mutamenti e delle ibridazioni delle culture che si incontrano. Il programma era ricchissimo con oltre 35 workshop di musica e danza condotti dalla sinergia di oltre 60 artisti provenienti da tutto il mondo. Il nostro è un arrivederci al prossimo anno, ben consapevoli che ci ritroveremo in una società provata economicamente così come nelle relazioni sociali. Davanti a questo scenario, dovremo decidere quale ruolo potrà giocare Mama Africa per continuare nella sua missione e contribuire a costruire un altro mondo possibile senza discriminazioni, rispettoso dell’ambiente e aperto al confronto e allo scambio culturale". Conclude il presidente: "Parafrasando un vecchio proverbio africano  cha accompagna il  MAM sin dalla prima edizione, e che recita: “Se vuoi arrivare primo corri da solo se vuoi arrivare lontano cammina insieme“, chiediamo a tutti coloro che hanno a cuore il progetto Mama Africa di starci vicini seguendoci nei nostri canali social e di partecipare assieme a noi a una riflessione sui contenuti proposti e alla progettazione organizzativa del MAM 2021". 
_________________________________________________________________________________

Fairport’s Cropredy Convention 2020 postponed until 2021
Festival ensures continuity by extending ticket validity, retaining line-up and choosing the same weekend next year

Fairport Convention today announced that their annual music festival, Fairport’s Cropredy Convention, has been postponed until August next year. The move is in response to the continuing Covid-19 outbreak in the UK. The three-day event had been scheduled to take place on 13-15 August this year. It will now be staged over 12, 13 and 14 August 2021 (the equivalent weekend) on its usual farmland site in Oxfordshire. The line-up of acts will be carried forward: artists booked to appear this year have agreed to switch to 2021. Highlights include Trevor Horn Band, Clannad, Steve Hackett – Genesis Revisited, Richard Thompson, Matthews Southern Comfort and host band Fairport Convention. Festival Director Gareth Williams said: “We have no alternative but to postpone Cropredy until 2021. The safety of our festival-goers, performers, suppliers, crew and local residents must come first.” Tickets purchased for Cropredy 2020 remain valid for the rescheduled festival and Fairport Convention hopes festival-goers will hang on to their tickets for Cropredy 2021. However, the organisers are of course offering refunds to those affected by the postponement. “The postponement is a financial blow to Fairport Convention,” says Gareth Williams, “so we urge everyone to keep their tickets and join us for a great weekend of music in 2021.”

Cropredy 2021 line-up

Thursday 12 August 2021
Trevor Horn Band, Clannad, Edward II, The Thumping Tommys, FC Acoustic

Friday 13 August 2021
Steve Hackett – Genesis Revisited, Turin Brakes, The Slambovian Circus of Dreams, Martyn Joseph, Home Service, Emily Barker, Maddie Morris.

Saturday 14 August 2021
Fairport Convention (including the fifty-first anniversary of Full House), Richard Thompson, Matthews Southern Comfort, Rosalie Cunningham, The Bar Steward Sons of Val Doonican, Holy Moly and The Crackers, Richard Digance..
______________________________________________________________________________

Annullamento della 25° edizione dell’Ariano Folkfestival
in programma ad Ariano Irpino dal 19 al 23 agosto 2020


L’Associazione Red Sox comunica di essere giunta, dopo una breve ma sofferta valutazione, alla decisione di annullare il 25° Ariano Folkfestival in programma ad Ariano Irpino dal 19 al 23 agosto 2020, a causa della pandemia da Covid 19 che sta colpendo l’intero globo e che purtroppo è in continua e drammatica evoluzione. In questo particolare momento urge una presa di coscienza e un forte senso di responsabilità che ci impone, prima come persone e poi come organizzatori del festival, di tutelare la salute e la sicurezza di tutti e che chiede a voi la massima comprensione per la dolorosa ma doverosa scelta adottata. Esprimiamo il nostro più sentito cordoglio per le vittime e la nostra solidarietà per coloro che in qualche modo sono colpiti da questo virus, ma siamo certi che supereremo questa emergenza per ritrovarci ancora più forti e uniti sempre ad Ariano Irpino ad agosto 2021.