Festival World e Trad

I comunicati stampa relativi ai principali festival folk, world e trad 

SENTITE BUONA GENTE
24 febbraio – 20 aprile 2024

L'Associazione Culturale Baule dei Suoni di Albese con Cassano ripropone anche per il 2024 la rassegna “Sentite buona gente”, articolata in tre appuntamenti: 24 febbraio, 3 marzo e 20 aprile. Un miniciclo di concerti in cui si intrecciano repertori popolari italiani e del mondo intero, che si aprirà a Villa Bernasconi a Cernobbio e, facendo tappa nel Foyer del Teatro Sociale di Como, si concluderà presso l’Auditorium di Tavernerio. Di notevole levatura i musicisti ospiti, dal clarinettista Simone Mauri ai chitarristi Daniele Dall’Omo e Maurizio Geri, dal fisarmonicista Flaviano Braga ad Antonio Stragapede, autentica star italiana del mandolino. Torna, tra febbraio e aprile 2024, la rassegna “Sentite buona gente: che la musica, il dialogo, l’amicizia possano contribuire ad abbattere le barriere”, ideata dalla direttrice artistica dell’Associazione Baule dei Suoni di Albese con Cassano, la polistrumentista e ricercatrice di repertori popolari Giulia Cavicchioni. Tre concerti ad ingresso gratuito, caratterizzati dall’assenza di barriere tra i generi musicali, in un dialogo fra musica popolare e brani d’autore, fra musica scritta e improvvisazione, che è anche una delle cifre distintive dell’attività didattica e interpretativa del Baule dei Suoni. Il primo appuntamento è per sabato 24 febbraio, nello scrigno liberty di Villa Bernasconi a Cernobbio.
“Improbabile Folk” – questo il titolo della serata – vede insieme Flaviano Braga (fisarmonica) e Simone Mauri (clarinetto basso). Fisarmonica e clarinetto sono da sempre strumenti di confine, voci del jazz come della musica folk, ed è ad entrambi i repertori che Braga e Mauri guardano nelle loro composizioni, dove gli aromi della musica popolare colorano i momenti di improvvisazione e i ritmi del jazz si fondono con le sonorità etniche. Simone Mauri, clarinettista di formazione classica, si dedica da sempre al jazz e alla musica etnica, lavorando anche per il cinema e per il teatro. Con Flaviano Braga, considerato uno dei massimi fisarmonicisti italiani e collaboratore storico del chitarrista flamenco Livio Gianola, ha iniziato a lavorare dieci anni fa. I due eclettici musicisti hanno prodotto, fra l’altro, due cd per la Caligola Records, che hanno ottenuto ottimi risconti di pubblico e di critica, tanto da aggiudicarsi nel 2023 il premio Orpheus Award nella sezione world popular music.
Il Foyer del Teatro Sociale di Como, elegante salotto culturale della città, si apre domenica 3 marzo ad un incontro dal titolo chatwiniano, “Le vie dei canti”, il cui protagonista assoluto è Maurizio Geri, cantante, chitarrista e compositore. Un musicista-viaggiatore che ha mosso i suoi primi passi dal patrimonio dei canti delle montagne pistoiesi, per poi esplorare mondi musicali sempre più vasti, in un mosaico di collaborazioni con artisti pop, jazz e folk. Dal Canada al Giappone, dall’Australia all’Argentina, Geri ha portato nei cinque continenti il suo stile chitarristico unico, un connubio di temi propri del repertorio etnico del bacino del Mediterraneo e di spirito improvvisativo swing-manouche. Il concerto comasco si muove tra i canti antichi dell’Appennino toscano e la canzone italiana d’autore. Dai cantastorie e dai poeti improvvisatori fino alle forme moderne della canzone cantautoriale ed alla world music contemporanea, la tradizione è per Maurizio Geri una trama secolare di avventure.
Il percorso di “Sentite buona gente” ha la sua terza ed ultima tappa presso l’Auditorium di Tavernerio sabato 20 aprile con due presenze d’eccezione, Antonio Stragapede (mandolino) e Daniele Dall’Omo (chitarra). “In viaggio col mandolino” è un programma dedicato ad uno strumento antico quanto misconosciuto, presente fin dal Seicento in tutte le regioni italiane. Partendo dal nostro Paese, il concerto si spinge oltreoceano, esplorando repertori quali il choro brasiliano e il tango argentino, con brani tradizionali e nuove composizioni. Bolognesi entrambi, Stragapede e Dall’Omo hanno dedicato un importante lavoro di ricerca alla loro città, confluito nel progetto discografico “Bologna tra le corde”, vincitore del Premio Imola in Musica. Fra gli innumerevoli nomi noti con cui hanno lavorato, vi sono anche Francesco Guccini e Paolo Conte, oltre all’attore Gioele Dix.
I tre concerti offriranno anche la possibilità ai musicisti dell’orchestra Musica Spiccia dell’Associazione Baule dei Suoni di confrontarsi e collaborare con i maestri ospiti, registrando insieme a loro il video di un brano, che confluirà poi in un più vasto progetto dal titolo “Incontri”. Il gruppo di Albese riunisce strumentisti di diverse età, da bambini in età scolare a giovani pensionati ed è da sempre attento all’inclusione. Vincitrice del Premio Alberto Cesa nell’ambito della manifestazione Folkest, l’orchestra Musica Spiccia ha realizzato numerosi cd e si segnala, in ogni sua performance, per allegria, presenza scenica e per la forte coesione fra gli strumentisti. Fra i suoi molteplici progetti solidali, dal 2007 vi è un gemellaggio permanente con una missione nell’isola di Sao Vicente a Capo Verde, dove bambini e ragazzi vengono avviati allo studio della musica, in un dialogo culturale volto a superare ogni confine in nome di una autentica cultura della pace.



Tutti i concerti della rassegna sono ad ingresso libero ed hanno inizio alle ore 21.
L’iniziativa è realizzata grazie a
Fondazione Provinciale della Comunità Comasca Città di Cernobbio
Comune e Commissione Cultura di Tavernerio Teatro Sociale di Como
INFO E CONTATTI
Associazione Culturale Baule dei Suoni - Giulia Cavicchioni 328471162
____________________________________________________________________________________

MAREAPERTO
FESTIVAL, XV EDIZIONE
20 APRILE > 10 MAGGIO
SPRING EDITION


Parte il 20 aprile la XV edizione di MareAperto, il festival organizzato da Manigold, associazione culturale di Lecce che da anni si occupa della promozione di progetti dedicati alla world music d’autore e contemporanea, tanto da istituire un Premio ad essi dedicato dal 2020, il Premio MareAperto. Quattro live in programma per la Spring Edition 2024 del festival che si terranno, dal 20 Aprile al 10 Maggio presso il Museo Castromediano di Lecce tutti ad ingresso gratuito con inizio alle ore 20.30. Una programmazione ricca di appuntamenti che, come di consueto, puntano a indagare le matrici comuni condivise dalle culture dei paesi nell’area adriatica e mediterranea.

20 Aprile
PERSEPHONE
di Luigi Cinque, Stefano Saletti, Urna Chahar-Tugchi

27 APRILE
LUCA BASILE
Il viaggio

4 MAGGIO
SAMUEL MELE
Il Santo sforzo di capire cosa sia l’amore

10 MAGGIO
CLARA GRAZIANO
Al ritmo della luna
_____________________________________________________________________________________

Prende il via il 16 aprile la prima edizione del
ROMA FOLK FESTIVAL 
Da Davide Van De Sfroos ai Modena City Ramblers, tanti gli artisti per una line-up di grande rilievo
Stazione Birra, Via Placanica 172, Roma 
16-17-18 e 22-23-24 aprile

Il 16 aprile prende il via alla Stazione Birra di Roma la prima edizione del Roma Folk Festival, progetto vincitore di Avviso Pubblico promosso da Roma Capitale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.
L’evento, di cui Radio Rock è media partner, si pone l’obiettivo di creare una rassegna in cui possano trovare spazio le anime del folk, molto spesso relegate a dei contesti più strettamente regionali. Artisti di rilievo si susseguiranno così nelle serate del 16-17-18 e 22-23-24 aprile.
Il 16 aprile, in particolare, aprirà il festival DAVIDE VAN DE SFROOS, impegnato in un tour nei teatri italiani e svizzeri, che porterà sul palco brani storici della sua trentennale carriera e le canzoni del suo ultimo progetto discografico Manoglia.
A seguire, il 17 aprile sarà il turno dei RISERVA MOAC, band nata dal folk ma che ben presto, influenzata da suoni, parole e ritmi del mondo, ha dato origine ad un caratteristico e personale sound che spazia dalla World al Balkan, all’Irish, alla Patchanka. 
Sempre il 17 si esibirà, inoltre, il PARTO DELLE NUVOLE PESANTI, storica band calabro-bolognese, che darà vita ad un concerto dove la tradizione musicale calabrese si fonde con quella mediterranea, con incursioni di brani dell’ultimo album Sottomondi.
Il 18 aprile, ancora, DARIO SANSONE, leader della storica band napoletana Foja, porterà in scena, accompagnato da un “ensemble” eccezionale, un nuovo viaggio musicale in cui le radici partenopee e i suoni del mondo si fondono, tra inediti e vecchie canzoni del suo repertorio. 
La settimana successiva, il 22 aprile, alla Stazione Birra sarà la volta dei GANG, la band folk rock marchigiana dei fratelli Severini, Marino e Sandro, nata agli inizi degli anni ‘80.
Arricchiranno ulteriormente la serata del 22 I LUF, un “branco” di musicisti che arrivano da esperienze diverse e che insieme hanno creato un impatto sonoro forte, con una grande impronta folk-rock, dove si incontrano temi e musiche tradizionali rielaborate con ritmiche travolgenti.
Il 23 aprile a salire sul palco toccherà ai MODENA CITY RAMBLERS, storico gruppo emiliano attivo dal 1991 con una carriera di oltre trent’anni costellata di successi, sia dal punto di vista discografico che di live tour, in Italia e in Europa. Nel 2022 hanno celebrato Appunti Partigiani, disco d’oro del 2005, in un tour che oltre all’Italia, in più di 40 date, ha toccato anche Sudafrica, Spagna, passando per lo Sziget Festival di Budapest. A giugno dello scorso anno è uscito Altomare, il loro ultimo disco arrivato ad oltre sei anni di distanza dal precedente album di inediti. 
L’ultimo giorno del festival, il 24 aprile, alla Stazione Birra arriveranno i FOLKABBESTIA, gruppo dallo stile inconfondibile che trae ispirazione dalla tradizione italiana spaziando dal folk al rock, dalla canzone d’autore a quella popolare, dallo ska al punk.
Infine il 24 completerà la line-up ALBERTO BERTOLI, che porterà in scena Due voci intorno al fuoco, un emozionante dialogo virtuale in musica tra lui e suo padre, Pierangelo Bertoli.


Il costo del biglietto e 13 euro su tutte le serate, le persone possono acquistare online su I TICKET o prenotare sul sito di stazione birra www.stazionebirra.it
info 06 79845959
_____________________________________________________________________________________

INCANTO
Rassegna del canto di tradizione orale e di nuova espressività in Italia

È ancora una nuova primavera, e puntuale ormai da 29 anni, parte il nostro "InCanto - Rassegna del canto di tradizione orale e di nuova espressività in Italia". Ci accompagnerà fino alla fine dell'Estate, passando dalla Festa del 1 Maggio, che promettiamo battagliera come non mai, fino alla Festa finale del 15 Settembre e passando dal solito mix di concerti, presentazioni di libri, incontri, proiezioni. Ecco le anticipazioni

DOMENICA 21 APRILE 2024
Ore 16:00
Presentazione del libro di Maurizio Michelucci “L’amore per l’antico”
Claudia Bartoli, Maria Valeria Della Mea, Giorgio Bonsanti, Paolo Liverani, Luigi Donati, Laura Gorkoff, Bernardo Bencini, La Stazione Rossa.
MAURIZIO MICHELUCCI (1946 - 2022), noto archeologo, attento compagno e socio del de Martino, pubblicava su Facebook post seguitissimi in cui spaziava da splendide pillole di storia dell'arte antica a puntuali commenti politici. Il libro ne è una raccolta.
Sarà allestito un banchino con le produzioni dell'Istituto Ernesto de Martino e con le Tessere 2024
Seguirà un piccolo spuntino


MERCOLEDÌ 1° MAGGIO 2024
Dalle ore 12 sarà aperto l'Istituto e i suoi archivi: possiamo mangiare insieme.
Dalle ore 15 Coro Le Musiquorum, Coro Le Ribelli in Cor con Or'Coro di Vicopisano, Coro Bella Ciao, ospiti a sorpresa che sveleremo il 28 aprile.
Per i più piccoli, nel prato, Michele Neri, il Raccontastorie

SABATO 11 MAGGIO 2024
Ore 17:30
Presentazione del libro “Bella Ciao. Una canzone, uno spettacolo, un disco”. Jacopo Tomatis, Antonio Fanelli.

GIOVEDI 16 MAGGIO 2024
Ore 17:30
Presentazione del libro “Storia del lavoro nell'Italia contemporanea”. Stefano Gallo, Stefano Bartolini.

SABATO 18 MAGGIO 2024
Ore 21:15
Concerto di “ResistenzAcustica” (Savino Pantone, Marco Pulidori, Chiara Becherini, Danilo Scudieri, Franco Carradori) feat Le Musiquorum.

SABATO 15 GIUGNO 2024
Ore 21:15
Presentazione/concerto di “Domani si vive e si muore” inediti di Michele L. Straniero. Michele Gazich, Federico Sirianni e Giovanni Straniero.

SABATO 29 GIUGNO 2024
Ore 21:15
Concerto dei “Gang” (full band)

SABATO 13 LUGLIO 2024
Ore 21,15
Concerto di Marco Rovelli & Paolo Monti con Paola Rovai

DOMENICA 15 SETTEMBRE 2024
Dalle 15 fino al tramonto
Festa finale dell’Istituto Ernesto de Martino. Stazione Rossa, Gualtiero Bertelli
_____________________________________________________________________________________

L'isola de La Réunion accoglie il 21°incontro della città del
Festival Sete Sóis Sete Luas

Si è concluso con successo, lo scorso 6 aprile, il ventunesimo incontro annuale delle città della rete Sete Sóis Sete Luas, che si è tenuto sull'isola de La Réunion nel territorio francese d'oltremare, , nell'oceano Indiano. L'evento ha visto la partecipazione di 35 delegati provenienti da 18 città, rappresentanti 8 paesi diversi (Capo Verde, Croazia, Francia, Italia, Lussemburgo, Mozambico, Portogallo, Spagna). Il comune di Pontedera è stato rappresentato dagli assessori Carla Cocilova e Sonia Luca. L'incontro ha contato anche sull'illustre partecipazione di José Carlos Fonseca, ex presidente della Repubblica di Capo Verde e presidente onorario del Festival Sete Sóis Sete Luas. Durante i giorni di incontro, le istituzioni coinvolte hanno avuto l'opportunità di conoscere e condividere le peculiarità sociali, culturali, geografiche e turistiche delle rispettive città. Si sono evidenziati progetti culturali ed artistici di grande valore, meritevoli di essere diffusi e conosciuti nelle altre città della Rete. Tra i punti all'ordine del giorno, vi è stata la presentazione delle nuove città e istituzioni aderenti alla Rete, oltre alla firma della nuova Carta che determina gli obiettivi della stessa. La novità di quest'anno infatti è stato l'allargamento del Festival alla città di Quelimane in Monzambico. L'incontro ha rappresentato un'importante occasione di scambio e collaborazione tra le diverse realtà coinvolte, promuovendo la valorizzazione e la diffusione della cultura e dell'arte nelle comunità locali e oltre i confini nazionali. I rappresentanti hanno potuto apprendere gli stili musicali dell'isola de La Réunion, il maloya e il sega. La Rete Sete Sóis Sete Luas si conferma quindi come un prezioso punto di riferimento per la promozione della diversità culturale e lo sviluppo di legami solidi tra le città aderenti, contribuendo così alla costruzione di un mondo più inclusivo e interconnesso.
_____________________________________________________________________________________

ALTE MARCHE 2024
capitali #1
dal 25 al 28 aprile
Viaggio musicale, gustoso e curioso
Alla scoperta di Pesaro e Fratte Rosa Capitali della Cultura 2024 sapori, culture, musica e artigianato fra mare, colline e verdi vallate

Programma
Giovedì 25 aprile
Ore 18:30 Serata di Benvenuto a Casa Bucci
Tutti insieme appassionatamente negli affascinanti spazi dell’ex fabbrica del ceramista Franco Bucci; serata di benvenuto dove si racconterà di Pesaro e Fratte Rosa capitali della cultura 2024

Ore 19:00 concerto Alte Marche Altra Musica
Contemporary Qazaks
Aida Zhakhanbek / Valerio Scrignoli (Kazakistan-Italia)
Un duo che unisce età, culture e strumenti lontanissimi. Ma la musica, si sa, è un’arte capace di accorciare le distanze. Nel progetto, che viene presentato in prima assoluta a Casa Bucci, si fondono le sonorità della musica tradizionale kazaka a quelle del jazz, passando per il rock e la musica da cinema. 
Aida Zhakhanbek nasce a Almaty (Kazakistan) nel 1999. Inizia a studiare la musica popolare kazaka e la musica classica all’età di sei anni. Il suo strumento principale è la Dombyra (liuto a due corde). Ha vinto concorsi nazionali e partecipato a festival internazionali in Inghilterra, Grecia e Ungheria. Oltre alla Dombyra suona il pianoforte e altri strumenti popolari kazaki: jetigen, sazsyrnai, shankobyz, kylkobyz e percussioni. Con il fratello Azamat ha un duo folk “Qos arna” con cui ha registrato un album nel 2018. Ha studiato canto lirico ed etnomusicologia in Inghilterra. Ama esplorare e suonare musica popolare di diversi paesi e vari generi musicali e le connessioni tra musica e natura. Seguendo la sua passione per il canto lirico studia al conservatorio di Pesaro Gioachino Rossini dal 2023.
Valerio Scrignoli nasce a Milano nel 1960 città dove vive fino al 2023, anno in cui si trasferisce a Pesaro. Con la sua chitarra esplora il jazz e il rock, collaborando con importanti musicisti italiani; in primis con Giovanni Falzone, con il quale ha un sodalizio decennale. Ha inciso vari album con i suoi gruppi più longevi fra i quali il trio Scrignoli Martino Laviano e realizzato per Musicamorfosi l’album in solo Superstar dedicato al celebre musical Jesus Christ Superstar. Con Enrico Merlin ha inciso Maledetti (Area Music) prodotto da Musicamorfosi nel 2017. Una coraggiosa incursione nella musica del celebre gruppo italiano degli anni ’70: il disco è stato positivamente recensito da importanti critici musicali italiani fra cui Riccardo Bertoncelli.  Negli ultimi anni collabora volentieri con giovani musicisti ai quali si affianca mettendo a disposizione la sua esperienza e la conoscenza profonda della musica jazz e rock.
Aida Zhakhanbek – voce, dombyra, saz syrnai (ocarina), shan qobyz (scacciapensieri); Valerio Scrignoli – chitarre e effetti

Ore 20:30 cena conviviale
fra viaggiatori e amici di Casa Bucci

Venerdì 26 aprile
ore 9:30/13:00 A piedi per la Capitale
Passeggiata culturale (5 km) alla scoperta di Pesaro Capitale della Cultura
Dal centro al mare al porto per vedere le sculture nella città (Arnaldo Pomodoro, Loreno Sguanci, Eliseo Mattiacci) passando per il Villino Liberty e Rocca Costanza. Visita alla mostra al Centro Arti Visive Pescheria “Sculture nella Città 1971/2024. Dall’Arte Pubblica di Arnaldo Pomodoro allo Spazio Urbano di dieci giovani autori”
Pranzo libero

ore 15:30/17:00 Villa Caprile e le sue delizie
(ai piedi del Monte San Bartolo)
Villa Caprile, costruita nel ‘600 dal bergamasco marchese Giovanni Mosca, ospitò Casanova, Stendhal e Napoleone, con i suoi affreschi, il suo giardino formale, le piante da frutto, le grotte e i giochi d’acqua. Oggi la Villa ospita il prestigioso l’Istituto Agrario Cecchi.

ore 20:00 Pesce!
Cena di Pesce in una trattoria del centro (facoltativa su prenotazione)

Sabato 27 Aprile
Ore 9:30/12:30 Museo sarai tu
Visita ai tesori dei Museo Civico: dalla Medusa del Mengaroni, alla Pala d’altare di Giovanni Bellini, alla collezione donata da Rossini alle ceramiche del ‘700 con il decoro “Alla Rosa”. La mattina si conclude alla Sonosfera, teatro per l’ascolto profondo di cui non esistono eguali, con lo spettacolo video e audio “Raffaello in Sonosfera”
Pranzo libero
ore 15.30/23 Gita a Fratte Rosa Capitale 
(con concerto e cena)
“Davvero si può dire Fratte Rosa un paese dolce e rotondo, leggero e maneggiabile come un vaso, uno dei tanti cocci perfetti delle sue botteghe e fornaci…  chi vi arriva per la prima volta – forestiero e ignaro – intuisce immediatamente e scopre con piacevole rilassatezza la verità della bellezza locale e paesana, della perfetta intesa tra l’esistenza del paese, con le sue forme e mura, e le linee continue dei campi nella discesa verso l’azzurro della marina”.  (Paolo Volponi) Nella settimana del 25 aprile Fratte Rosa raccoglie il testimone di Capitale della Cultura che il Comune di Pesaro ha voluto condividere con 50 piccoli comuni della provincia di Pesaro e Urbino, piccolo piccolo borgo nelle colline dell’entroterra pesarese. Un territorio dove i “lubachi”, terreni ricchi di argilla bianca hanno dato origine a due produzioni tipiche: i cocci e la fava, qui particolarmente tenera e saporita, oggi presidio Slow Food: legume che viene trasformato anche in farina con la quale viene preparata una pasta tipica, i “tacconi”. Altra caratteristica della cucina locale è la cottura nei contenitori di coccio, tecnica che ha dato vita a ricette uniche e particolari.

ore 15.30 partenza del pullman per Fratte Rosa
ore 17.00 c.a arrivo, giro del borgo allestito con ceramiche e fotografie delle antiche botteghe, visita al museo delle ceramiche popolari, dimostrazione di tornitura di un maestro ceramista frattese
ore 18.30 concerto Alte Marche Altra Musica con gli esplosivi Rusty Brass Band in giro per il borgo di Fratterosa
ore 20 cena a La Graticola con prodotti dell’enogastronomia locale e presidi Slow Food
ore 22 c.a rientro a Pesaro

Domenica 28 aprile
 ore 9:30 Colazione concerto In Piazzetta saluti e baci
Piccolo concerto con ricca colazione in piazzetta Esedra nel centro storico di Pesaro in collaborazione con Black Marmalade Records

La guida
Viviana Bucci, pesarese DOC, sarà la guida di tutte le visite previste e supporterà i viaggiatori con preziosi suggerimenti.

L'Alloggio
L’Hotel San Marco si trova a 400 metri dalla stazione autobus e dalla stazione ferroviaria ed è a ridosso del centro storico. La sistemazione può essere in camera doppia/matrimoniale o in doppia uso singola e comprende la prima colazione.

Gli spostamenti
Tutti gli spostamenti, laddove i luoghi non siano raggiungibili a piedi, saranno in autobus o in pullman con partenza dall’Hotel e sono compresi nel pacchetto basic. Sono disponibili parcheggi gratuiti a circa 700 mt dall’hotel.

Per prenotazioni e informazioni scrivere a info@altemarche.it o chiamare il numero 3351389271
_____________________________________________________________________________________


Festival MUS'iterranée
­Du 04 au 20 avril

Le Festival MUS'iterranée fera escale en Argentine, en Espagne et à Cuba lors de 3 soirées à la Manufacture d'Aix-en-Provence pour célébrer ensemble les musiques du monde. 

Jeudi 11 avril - 20h30
La Manufacture - Aix-en-Provence
MANDY LEROUGE - La Madrugada
Un voyage à la rencontre des grands auteurs, compositeurs, paysages et rythmes traditionnels argentins.
Nouvel album La Madrugada
22H00: SOIRÉE TANGO
Tarif réduit: 14 €  | Plein tarif : 18 €

Vendredi 12 avril - 20h30
La Manufacture - Aix-en-Provence
LUIS DE LA CARRASCA
Baró Drom
Une invitation sur le Grand Chemin traversé par le peuple Gitan avec La Rosa Negra al baile et Luis de la Carrasca al cante. 
Nouvel album Baró Drom
22H00: SOIRÉE BODEGA
Tarif réduit : 14 €  | Plein tarif : 18 €

Samedi 13 avril 20h30
La Manufacture - Aix-en-Provence
IRINA GONZÁLEZ
Tiempo
Une ode à la nature et à la vie mêlant habilement jazz, bossa et rythmes afro-cubains.
Nouvel album Tiempo
22H00 : DJ CHICHI QUEEN
Irina González + Dj Chichi Queen - Tiempo
Suivi du DJ set de Chichi Queen !
Tarif réduit: 14 €  | Plein tarif : 18 €

Vendredi 19 avril | 20H30
Salle la Pléïade - La Destrousse
CALO'R FLAMENCO
Fiesta Gitana
Essence de la culture andalouse, des artistes réunis autour de la passion du Flamenco, du partage et de la famille.  
Tarif réduit : 8 €  | Plein tarif : 10 €

Programma Completo
_____________________________________________________________________________________







_____________________________________________________________________________________

Alzé la Crèsta! presentazione La Musica nelle Aie 2024
3 serate di musica folk e dintorni, al Piccadilly Dining Pub in via Cavour, 11 a Faenza.

Sarà l'occasione per poter raccontare cosa succederà a La Musica nelle Aie 2024 in programma dal 10 al 12 maggio a Castel Raniero - Faenza. venerdì 19, dalle 21.00 suoneranno i Musicanti Improvvisi. Collettivo musicale che si ritrova ogni martedì sera, spesso nella piazza di Faenza. Nessuna amplificazione, nessuna scaletta, chiunque può farne parte se ha voglia di improvvisare e sa stare al gioco. Da sempre i suoi componenti animano i dopo-concerto a La Musica nelle Aie. Sabato 20, dalle 21.00 suoneranno i Fuori Rotta. Gruppo musicale che nasce dall'incontro di cinque musicisti: Sauro, Rodolfo, Davide, Cesare e Cesare, provenienti dalle più variegate esperienze musicali. Il tutto coronato dalla giovane e splendida voce di Isabella.  Domenica 21, dalle 21.00 suonerà Tizio Bononcini. Cantautore e pianista bolognese, a volte anche ukulelista. Definisce le sue canzoni “pop-cabaret”, senza sapere esattamente di cosa si tratti, e le presenta con un concerto-spettacolo, affiancato da un funambolico batterista heavy metal, Filippo MH Maccarelli e dall'altrettanto sorprendente violoncellista Vincenzo de Franco. Nel 2023 Tizio Bononcini ha pubblicato il suo terzo album “Tutto il mondo è un palcOSCENO”, con il featuring dei colleghi cantautori Roberta Giallo, Giacomo Toni, Luca Fol e Giulia Ventisette.
Tra i riconoscimenti più recenti, nel 2022 Tizio vince il festival La Musica nelle Aie; nel 2023 si aggiudica il secondo premio al Festival della Via Emilia. A novembre 2023 Tizio Bononcini ha partecipato al "Tenco Ascolta" invitato dal Club Tenco, con Neri Marcorè come super ospite. Nel corso degli anni Tizio si è esibito sullo stesso palco di importanti artisti quali F. Mesolella, L. Barbarossa, Levante, Fede Poggipollini, Lorenzo Kruger (Nobraino) e altri. In occasione delle 3 serate, oltre al tradizionale menù da pub, sarà disponibile anche un menù speciale con: tagliere di affettati, formaggi e piadina, strozzapreti bacon asparagi formaggio di fossa, pasta al forno, torta ai 3 cioccolati, acqua e caffè compresi, vino e alcolici a parte, costo 18 Euro prenotazioni entro giovedì 18 aprile.
 
info e prenotazioni: Mirko 340.2636629 Aldo 335.429022
 

La Musica nelle Aie 
10 – 11 – 12 maggio
Castel Raniero – Faenza
#musicanelleaie2024
Alzé la crèsta!

La Musica nelle Aie - Castel Raniero Folk Festival 2024
 
Domenica 12 maggio, appuntamento sulle strade di Castel Raniero, località posta sulle prime colline faentine dove da 20 anni si svolge La Musica nelle Aie – Castel Raniero Folk Festival, un concorso musicale dedicato alla musica folk nell'accezione più ampia del termine. 21 i partecipanti che quest'anno suoneranno nelle rispettive postazioni lungo un percorso ad anello di 5 chilometri tra natura, cibo e voglia di vivere. Baldo degli Ubaldi (Lucca), CanTuri di Comacchio (Comacchio FE), Clepto Cantautorao (Bologna), Duo Acefalo (Osimo AN ), Ferro Battuto (Rimini), Gli Orsi (Rimini), I Maggiaioli di San Godenzo (San Godenzo FI), Leandro Pallozzi e i Vecchi Draghi (Castel San Pietro Terme BO), Leggermente a Sud (Alife CE), L'Essenziale (Forlimpopoli FC), OEBU (Budrio BO), Porfirio Rubirosa (Venezia), Sara Romano (Padova), Saro Calandi (Desio MB), Suonabanda (Modena), Tocco di Classica (Firenze), Trio la Rosa (Rimini), Trì (Forlì), Uber Bampa Trevisani (Verona), Verdecane (Brescia), Winegrapes (Prato).
3 i Premi in palio: Premio Musica nelle Aie 2024 (Trofla in ceramica di Faenza e 800 Euro) che sarà assegnato da una giuria qualificata al miglior partecipante, Premio Città di Faenza (Ceramica di Faenza) che sarà assegnato alla proposta più innovativa nel rispetto della tradizione, Premio del Pubblico (Trofla in ceramica di Faenza) che sarà assegnato tramite voto popolare dalla gente che verrà a Castel Raniero.
 
La Musica nelle Aie
organizzazione a cura di Castel Raniero APS
_____________________________________________________________________________________

ESSAOUIRA GNAOUA AND WORLD MUSIC FESTIVAL 
25TH EDITION OF THE GNAOUA AND WORLD MUSIC FESTIVAL, A QUARTER CENTURY OF HIGHLIGHTING MOROCCO'S CULTURAL RICHNESS 


The primary aims of the Gnaoua and World Music Festival, when founded in 1998, were to reclaim an endangered heritage deeply rooted in Africa, to showcase and redeem the forgotten splendourof Essaouira, and to contribute to shining a light on Moroccan culture throughout the world. Today, we can state with confidence that these objectives have been met and indeed have surpassed our initial expectations. From the 27th to 29th of this June, the 25th edition of the Gnaoua and World Music Festival will take on a very special format. With the longevity of a quarter century under its belt, this edition will mark the beginning of a new chapter that looks resolutely to the future and new projects that are both structural and sustainable. For this 25th edition, the Festival will initiate 2 new projects with big ambitions:
- The launch of a training program in partnership with the world’s finest music institution, Berklee College of Music, Boston, Massachusetts. This program will take place in Essaouira, June 24-28;
- The creation of a dedicated chair to Gnaoua culture in partnership with the Center for African Studies at Mohammed VI Polytechnic University (UM6P) in Benguerir. 
he first project continues the work undertaken by the Festival for many years, to place Morocco at the heart of global musical excellence and to encourage musicians from the African continent. The second project will join the series of initiatives designed by the Festival since its creation, to deepen knowledge and ensure the transmission of Gnaoua heritage.
“The ancestral culture of Gnaoua is an inestimable treasure that we have passionately fought to defend for more than 25 years, all the way to inscription with UNESCO. Gnaoua music has forever marked the world’s music scene. This culture and this Festival have served Morocco by delivering the nation’s most emblematic message of peace, coexistence, and openness to the world,” affirms Neila Tazi, producer of the Festival. 
In the current global context, this mission becomes even more essential. Essaouira and the Gnaoua Maâlems will once again welcome musicians, intellectuals, journalists and music lovers from across the entire globe to carry forward, together, the message of brotherhood, tolerance, and peace.


When music becomes fusion! 
On the grand map of international musical events, the Essaouira Gnaoua and World Music Festival stands apart through its unique concept of original fusions.  Among the 400 artists who will perform during this 25th edition, the Festival will feature 34 Gnaoua Maâlems (Masters) and a total of 53 concerts, 6 of which will be fusions. Among these, the opening concert promises a rhythm explosion that will blend Gnaoua, Brazilian Batucada, Spanish Flamenco, and Zaouli from the Ivory Coast, highlighting the similarities between these genres. Maâlem Hassan Boussou (Casablanca) and Maâlem My Taieb Dehbi (Marrakech), with La Compagnie Dumanlé (Ivory Coast), Nino de Los Reyes (Spain), and Ilê Aiyê (Brazil) are sure to make this opening a festive celebration!  Another absolutely-not-to-be-missed fusion will reunite Maâlem Hamid El Kasri with Bokanté (USA, Canada), the multi-Grammy nominated group founded by guitarist Michael League (Snarky Puppy) that The New York Times calls “a captivating and unforgettable experience.” 

Future stars and World rhythms 
This pioneering, avant-gardist and committed Festival has always endeavoured to take audiences on a journey through music from around the world, with both established artists and rising stars.  This year the public will have the pleasure of seeing multilingual Palestinian rapper Saint Levant (Marwan Abdelhamid), as well as the Aita mon amour, the powerful duo of Moroccan singer Widad Mjama and Tunisian musician Khalil Epi, who brilliantly revisit the traditional Moroccan popular genre, taking it into the modern era. This year, festivalgoers will also hear one of the most beautiful voices of flamenco, the Spanish singer of Equato-Guinean origin, Buika, hailed by the international press for her unique voice. The concert featuring legendary American jazz trumpetist Randy Brecker, winner of 7 Grammy Awards, will also be one of the highlights of this brand-new season. 

Human Rights Forum - 11th Edition 
In parallel to the concert line-up, the 11th edition of the Human Rights Forum of the Gnaoua and World Music Festival, organised in partnership with the Council of the Moroccan Community Abroad (CCME), will take place around the topical theme of “Morocco, Spain, Portugal: a history that looks to the future.”  With the historic joint organization of the 2030 World Cup just a few years away, we explore the rich complexity of relations uniting Morocco, Spain, and Portugal. Bringing together a diverse group of twenty leading figures, the Forum will spend two morning sessions addressing subjects relating to shared history, the place and role of diasporas, mobility, and the impact of World Cup 2030 upon issues related to neighbouring communities. Over the course of 10 previous editions, the Human Rights Forum has welcomed over 150 prominent thinkers (anthropologists, artists, writers, historians, ministers, politicians, philosophers, researchers, diplomats) from 25 different countries across 4 continents (Africa, America, Asia, and Europe). 

_____________________________________________________________________________________

L’Acoustic Guitar Village a Cremona Musica 2024 presenta il programma delle masterclass di liuteria e tanti altri eventi sempre in aggiornamento!
 

ACOUSTIC GUITAR VILLAGE
27-28-29 settembre 2024
Fiera di Cremona

MASTERCLASS DI LIUTERIA

Venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 settembre all'AGV, Cremona Musica, presentiamo la masterclass di liuteria tenuta dai Maestri Liutai MICHAEL BASHKIN (Usa) e JASON KOSTAL (Usa) -"Realizzazione ed inserimento di filetti di spigolo e filetti interni-Efficienza e creatività di un piccolo laboratorio-Controllo della voce (suono) della chitarra" il programma del maestro liutaio Michael Bashkin -"Artigianato e tecnologia-Marketing, branding e creazione di un'attività di successo-Idee e metodi per realizzare la migliore chitarra possibile" il programma del maestro liutaio Jason Kostal. Per maggiori informazioni, i programmi dettagliati e i moduli di iscrizione consultate il sito web.
iscrizioni: info@armadilloclub.org

MASTERCLASS DI PERFEZIONAMENTO PER MANDOLINO
Domenica 29 settembre all'AGV si terranno le masterclass didattica di perfezionamento per mandolino tenuta dal Maestro Carlo Aonzo! Per maggiori informazioni e programma consultate il nostro sito web.
Per iscrizioni scrivere a giulia.alliri@gmail.com - info@accademiamandolino.com


Il programma dell’AGV si arricchisce giorno dopo giorno; ecco le novità, sempre in aggiornamento e di cui daremo informazioni attraverso le prossime newsletter e sulle varie pagine del sito  Nell’area espositiva AGV continuano le iscrizioni di liutai e aziende costruttrici e importatrici di chitarre acustiche e altri strumenti a plettro e pizzico, nazionali ed internazionali, inoltre si arricchisce di nuovi spazi dedicati all’Ukulele Village e ad altri attori dell’industria musicale come etichette discografiche, editori, istituzioni, associazioni ed organizzazioni del settore. Nuova area dedicfata a vinili-cd-mirabilia da collezione! Invitiamo liutai ed aziende a procedere con le iscrizioni per ottenere le migliori postazioni nell'area Acoustic Guitar Village. Siamo a disposizione per informazioni dettagliate sugli spazi espositivi 
L’annuale mostra di chitarre storiche sarà sempre curata dai maestri liutai Leonardo Petrucci e Martina Gozzini, mentre il maestro liutaio Lorenzo Frignani presenterà il libro in corso d'opera dedicato alla storica liuteria calabrese De Bonis, con una straordinaria esposizione di strumenti realizzati da Nicola e Vincenzo De Bonis. Sempre presente un'area dedicata agli strumenti etnici dal mondo curata dall'esperto collezionista Bruno Brunetti.. 
Il maestro Francesco Taranto curerà come ogni anno il 7° Convegno “La Chitarra in Italia tra Ottocento e Novecento” con numerosi interpreti, relatori ed esperti, mentre il maestro Roberto Fabbri, chitarrista classico d’eccezione, presenterà le sue attività e i corsi dell’Istituto Superiore di Studi Musicali G.Braga di Teramo da lui diretti.
Cremona Mandolini in Mostra, l’evento dedicato al mondo del mandolino prosegue il successo nelle varie edizioni e presenterà anche quest'anno una serie di appuntamenti culturali e di esibizioni live di ensemble mandolinistiche provenienti da varie città d’Italia, sempre con la direzione artistica del maestro Carlo Aonzo e la collaborazione del maestro liutaio Lorenzo Frignani.
Charango Presente! con esibizioni, esposizione di strumenti e workshop didattici del particolare strumento a corde sudamericano, curato dalla charanguista Monique Mizrahi e dall'organizzazione charango.it
Lo straordinario trio THE KRUGER BROTHERS ospite sui vari palchi in fiera e nei concerti serali all'Auditorium del Museo del Violino e nel cortile Federico II! Si esibiranno anche all'interno dell’Italian Bluegrass Meeting, in programma sabato 28 settembre sul Live Stage e giunto alla 11a edizione sempre con il coordinamento di Danilo Cartia (19 bands per circa 70 musicisti la scorsa edizione!). Jam sessions, performance e workshops per tutta la giornata con divertimento assicurato e cena finale di tutti i partecipanti!
Partners dell’evento saranno sempre la Martin Guitars e la Deering Banjo Company.
PRESTON REED ospite dell'AGV! Ritorna in Italia il fantastico chitarrista acustico americano, funambolico inventore e precursore delle tecniche tapping sulla chitarra acustica.
Ugualmente è confermato il programma di domenica 29 settembre sempre sul Live Stage con la nuova edizione di Corde e Voci d’Autore, la rassegna di cantautori-chitarristi. Il programma è in via di definizione e si annuncia come sempre molto ricco.
Rinnoviamo l’invito ad inviare le proposte per le preselezioni del concorso per emergenti New Sounds of Acoustic Music, seguendo le indicazioni presenti con il regolamento al link https://acousticguitarvillage.net/cremona-2024/concorso-new-sounds-of-acoustic-music/
La finale del concorso, con le tre sezioni che comprendono chitarristi solisti, cantautori-chitarristi e bands acustiche, si svolgerà venerdì 27 settembre sul Live Stage. Premi offerti dalla Taylor Guitars, Acus-sound e altre aziende partners.
L’Open Stage, l’altro importante palco live dell’AGV, presenterà una non stop giornaliera di performance per tutti i giorni della manifestazione, con chitarre acustiche, mandolini, ukulele, charangos pronti a dialogare con fisarmoniche, violini, fiati, pianoforti e altri strumenti presenti nei vari saloni di Cremona Musica. 
SPECIAL NIGHT nell'Auditorium del Museo del Violino la sera di venerdì 27 settembre: in concerto in questo luogo magico alcuni degli ospiti internazionali dell'Acoustic Guitar Village. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Cremona Musica Downtown, il concerto di sabato sera 28 settembre nello storico cortile Federico II di fronte alla Piazza del Duomo di Cremona, sarà l’occasione per tutti i visitatori ed espositori di partecipare ad una bellissima serata di musica di alta qualità e alla festa celebrativa dell’edizione 2024 dell’AGV a Cremona Musica in pieno centro storico. Il programma, in via di definizione, vedrà la presenza di alcuni degli artisti già citati e altri che interverranno per l’occasione. L’ingresso è libero.
Anche per la domenica 29 settembre è confermato l’evento Cremona Musica Downtown Giovani, che si svolgerà nella piazzetta Goito e prevederà le esibizioni di vari solisti e bands acustiche giovanili con il coordinamento di Massimo Ottini.
"Dipingi la tua chitarra" è l'evento che si svolge durante le esibizioni musicali con la consegna ai ragazzi delle chitarrine in legno da colorare fornite per l'occasione dall'azienda di legnami sonori Ciresa Val di Fiemme.
Nelle prossime settimane il programma si arricchirà sempre di più, per la soddisfazione di noi organizzatori ma soprattutto per favorire ed offrire ad appassionati visitatori e operatori commerciali del settore, siano essi maestri liutai o aziende, occasioni di incontro, contatti e business, tra spettacoli, divertimento e approfondimenti culturali formativi.