Notizie

Le principali novità dall'Italia e dal mondo della musica trad e world...

CANZONIERE GRECANICO SALENTINO 
BALLA NINA È IL POTENTE INNO ALLA VITA DI MERIDIANA 
Esce domani il primo singolo che anticipa il nuovo disco in uscita il 21 maggio per Ponderosa con il sostegno di Puglia Sounds. 


Balla Nina è il potente inno alla vita con cui si presenta “Meridiana”, il nuovo album del Canzoniere Grecanico Salentino coprodotto da Mauro Durante e Justin Adams in uscita il 21 maggio per Ponderosa con il sostegno di Puglia Sounds. Primo singolo estratto e prima traccia del disco da domani negli store digitali (https://orcd.co/d3nx74), apre la strada al nuovo progetto con un beat potente e deciso e affronta il tema del tempo - chiave di lettura dell’album - mettendoci subito di fronte all’orologio della vita: quella che finisce e quella che nasce, unite nella stessa danza. L’intreccio è scuro, il suono contemporaneo. Tamburo, daf, castagnette, tamburelli di ogni forma e dimensione si uniscono in un ritmo potente. Un synth bass profondo e il violino psichedelico di Mauro Durante fanno da contraltare al canto graffiante e inarrestabile di Giancarlo Paglialunga che si ferma solo per lasciare spazio alla voce luminosa di Alessia Tondo. Il ritornello acquista colore: entrano organetto, tamburelli e battiti di mani per accompagnare la melodia del canto. Sono le luci e le ombre della vita che convivono in Balla Nina: un dialogo intergenerazionale tra chi è alla fine del percorso, stanco ma felice della sua eredità, e i suoi figli e nipoti, che ricevono il suo insegnamento di vita e d’amore tramandandolo a loro volta. Le voci si intrecciano, le identità di chi parla si confondono, il chi e il quando si disperdono. Chi è Nina? Siamo tutti noi, uniti in un ballo che collega ogni generazione. Balla Nina è un’affermazione e un imperativo. Nina, balla è il simbolico ed eterno inno alla vita. La canzone è composta da Mauro Durante e Alessia Tondo, che scrive la melodia della strofa da lei cantata. il testo è firmato per la prima volta dalla danzatrice Silvia Perrone. Meridiana Arriva 4 anni dopo “Canzoniere”, il disco che per la prima volta ha portato un gruppo italiano sul gradino più alto del podio dei prestigiosi Songlines Music Awards 2018 (Miglior Gruppo di World Music al mondo) e ha fatto volare la band alla Royal Albert Hall di Londra per i BBC Proms nel 2019. Un nuovo progetto musicale che ha l’ambizione di condensare le varie anime del CGS in un sound originale, moderno e inconfondibile. Dodici tracce, come sono 12 le ore segnate dalla Meridiana, in cui passato e presente si sovrappongono. Gli ingranaggi del CGS sono: Mauro Durante, Giulio Bianco, Alessia Tondo, Emanuele Licci, Silvia Perrone, Giancarlo Paglialunga, Massimiliano Morabito e il fonico Francesco Aiello. Per Balla Nina synth e sound design sono a cura di Giacomo Greco, il basso è di Valerio Combass degli Apres La Classe. Il disco “Meridiana” è realizzato con il sostegno di Puglia Sounds “Programmazione Puglia Sounds Record 2020/2021” - “REGIONE PUGLIA – FSC 2014/2020 – Patto per la Puglia - Investiamo nel vostro futuro”.
_____________________________________________________________________________________

LA MAR: DA SABATO 8 MAGGIO SU YOUTUBE IL DOCUMENTARIO - PRODOTTO DA ZERO NOVE NOVE NELLA PROGRAMMAZIONE PUGLIA SOUNDS PRODUCERS - CHE RACCONTA IL NUOVO PROGETTO DISCOGRAFICO DEL TRIO “LA CANTIGA DE LA SERENA”, IN USCITA PER DODICILUNE.


Prodotto da Zero Nove Nove nella Programmazione Puglia Sounds Producers 2020/2021 della Regione Puglia (FSC 2014/2020 Patto per la Puglia - Investiamo nel vostro futuro), sabato 8 maggio alle 17 in anteprima su YouTube sarà disponibile “La Mar”. Il breve documentario, diretto dal videomaker Giuseppe Rutigliano, girato a Lecce, tra il Fondo Verri e alcune vie del centro storico, racconta la genesi del nuovo progetto discografico del trio La Cantiga de la Serena, un ensemble di musicisti e ricercatori pugliesi che da anni si dedica al recupero e alla rielaborazione della musica antica e tradizionale del bacino del Mediterraneo, promuovendo il dialogo culturale tra Occidente e Oriente. Fabrizio Piepoli (voce, chitarra battente, daff), Giorgia Santoro (flauto, flauto basso, bansuri, arpa celtica) e Adolfo La Volpe (oud, chitarra classica, bouzouki irlandese), affiancati da Roberto Chiga (riqq, pandeiro quadrado e tamburello) e dalle coreografie del danzatore Andrea De Siena, raccontano il senso e interpretano alcuni brani del disco “La Mar” che, prodotto dall’etichetta Dodicilune nella collana editoriale Fonosfere, da martedì 1 giugno sarà distribuito in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store on line da Believe Digital. “La Mar” è una raccolta di canti appartenenti a diverse tradizioni musicali che hanno come motivo conduttore il mare, “la mar” in ladino. Questo terzo lavoro discografico forma insieme ai precedenti - “La serena” (Workin’ Label – 2016) e “La Fortuna” (Dodicilune – 2019) - una trilogia del mare e delinea un viaggio immaginario lungo il quale antiche cantighe sefardite (espressione della cultura degli ebrei spagnoli) si intrecciano a canti tradizionali pugliesi (canti narrativi, tarantelle), un syrto greco si fonde con un canto della Grecìa salentina, le sonorità ammalianti di una melodia siriana incrociano il vigore solenne di una villanella napoletana, fino a sciogliersi nel ritmo travolgente di un horo macedone. Un dialogo d’amore sospirato tra il mare e il femminile, il canto della sirena che continua ad ammaliare i viandanti di ogni tempo. La Cantiga de la Serena esegue questo repertorio utilizzando strumenti che appartengono a diverse culture musicali, lasciando ampio spazio alla libera espressione del proprio modo di sentire e filtrare questi antichi canti di amore, preghiera e gioia. In alcuni brani del disco, il trio è affiancato dal violinista Francesco D’Orazio e dal percussionista Roberto Chiga.
_____________________________________________________________________________________

SALE VINCE IL BANDO LAZIO SOUND
Iniziate le registrazioni del disco "Un eterno inutile presente"

SALE, nella vita Eugenio Saletti, ha vinto il bando LAZIOSound Recording e ha iniziato le registrazioni del suo secondo album solista “Un eterno inutile presente” al Four Winds studio. Il disco uscirà a novembre 2021 prodotto da Ikona Concerti e dalla storica etichetta discografica Materiali Sonori che ne curerà anche la distribuzione. Multistrumentista, 23 anni, SALE suona chitarre, basso, piano, tastiere. Compagni in questa nuova avventura sono i musicisti che da anni lo affiancano in studio e nei concerti: la coppia ritmica formata dal basso potente di Martina Bertini (Ermal Meta, Nathalie, Nesli, Alice Paba…) e la batteria di Filippo Schininà (Leo Pari, Giulia Anania, Barbara Eramo, Mimmo Locasciulli, Nidi D’Arac), Seby Burgio a piano e tastiere (già collaboratore di Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Mannarino, Mario Venuti, Roy Paci...). Nel progetto anche la collaborazione con la cantautrice Alice Caronna e con Lorenzo Lepore che con SALE ha condiviso l’esperienza dell'Officina Pasolini la scuola di alta formazione musicale diretta da Tosca. La produzione artistica è del multistrumentista e compositore Stefano Saletti. Il precedente disco di SALE “L’innocenza dentro me” (pubblicato nel 2019 da Materiali Sonori) era entrato nella cinquina dei finalisti delle Targhe Tenco 2019 come miglior esordio discografico. Nello stesso anno, SALE è stato anche finalista al Premio Bindi e al Premio De André. “Un eterno inutile presente” è una produzione realizzata nell’ambito del programma LAZIOSound di GenerAzioni Giovani e finanziata dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la Gioventù”. 
Eugenio Saletti, SALE: Giovanissimo, prende parte come attore e cantante al film tv per Rai Uno “Un matrimonio” diretto da Pupi Avati (2013), eseguendo diversi brani in scena e nella colonna sonora. Canta i brani della colonna sonora della miniserie tv “Mister Ignis. L'operaio che fondò un impero” andata in onda sempre su Rai Uno nel 2014. Dal 2015 partecipa attivamente al progetto internazionale della comunità di San Patrignano WeFree, effettuando dei laboratori di musica d’insieme realizzati nella sede della comunità.  Dal 2015 è chitarrista e cantante della formazione Caracas, gruppo fondato da Valerio Corzani e Stefano Saletti. Nel 2016 ha collaborato con la Banda Ikona, il gruppo di musica mediterranea diretto da Stefano Saletti, partecipando al tour di presentazione del nuovo disco “Soundcity”. Nel 2017 partecipa alla realizzazione del CD “Ghost Tracks” di Caracas (Materiali sonori), nei quali canta due brani, esibendosi in diversi festival nazionali e internazionali. E’ ideatore e conduttore radiofonico del programma “Music On” per la Web Radio - "Radio Rossellini”.
_____________________________________________________________________________________

ANTEPRIMA MONDIALE PER “ZINDA”, IL NUOVO BRANO DI FRANCESCA INCUDINE
Il brano, dedicato a Sabeen Mahmud, attivista dei diritti umani uccisa il 25 aprile del 2015,
sarà trasmesso dal “T2f” di Karachi (Pakistan) nel giorno della sua morte

Sarà presentato in anteprima mondiale da Karachi. ZINDA, il nuovo brano di Francesca Incudine  dedicato a Sabeen Mahmud, attivista dei diritti umani pakistana e fondatrice dell'associazione “The Second Floor”, uccisa con 4 colpi di pistola il 25 aprile del 2015, sarà trasmesso nel corso delle celebrazioni in sua memoria al T2f di Karachi. "Zinda significa VIVA, in urdu - racconta Francesca Incudine, che ha conosciuto la storia di Sabeen quando si trovavava in Pakistan per alcuni concerti - In questa canzone provo a far rivivere Sabeen tra le strade della sua città, “la città delle luci, dove la pioggia che cade fa i bambini felici…”, tra la sua gente che guarda a lei come ad una stella luminosa in un cielo soffocato dalla paura. Provo a raccontarla come fosse “un pensiero…” in cerca di libertà e futuro. Desiderava un futuro per la sua città, Sabeen, che quella città prendesse coscienza della violenza seminata tra le sue strade". “Aveva 40 anni Sabeen – conclude la cantautrice - portava i capelli corti, amava l’arte e la tecnologia, non era sposata, amava guidare la sua moto, amava la musica, la poesia e il cricket, era una donna libera”. La canzone è in italiano e in urdu e vede la partecipazione della giovanissima cantante pakistana Simal Nafees e, al sitar, del maestro Nafees Ahmad, direttore dell’orchestra Napa del conservatorio di Karachi. Il brano uscirà in Italia a maggio e fa parte del progetto VOCI FUORI DAL MURO, che prevede l’uscita di quattro singoli, dove i muri sono protagonisti. Muti e immobili, simbolo di chiusura ed isolamento, sono loro a parlarci ed a raccontarci le loro storie. Anche questa storia nasce da un muro, da quell’immagine di donna che sorride sulle pareti del T2f. 
_____________________________________________________________________________________

CAPONE & BUNGT BANGT
“Il Ballo del PorPonPof Rmx” di Alessandro Chiocca (Bohemien) è il primo singolo estratto di “Mozzarella _N_i_g_g_a_ Remixes”. Mensilmente on line un nuovo remix estratto dall'ultimo album di Capone&BungtBangt. 

L'ultimo album dalla storica band partenopea "rinasce" in chiave techno, house, dance, urban, drum 'n' bass e dub, grazie al contributo di un folto gruppo di DJs/Producers della scena elettronica napoletana. “Mozzarella _N_i_g_g_a_", il sesto capitolo discografico del gruppo capitanato da Maurizio Capone, dal quale è nato anche un docu-film con la regia di Demetrio Salvi, è composto da quindici tracce ricche di concetti ambientalisti e d'impegno civile che il gruppo diffonde da oltre vent'anni. “Mozzarella _N_i_g_g_a_ Remixes” è un progetto mensile in serie con single-remix che verranno pubblicati in rete dalla label Hammer Music. Un nuovo percorso discografico del collettivo Capone & BungtBangt il quale ancora una volta si immerge in un progetto sperimentale che nasce dal desiderio di interagire artisticamente con altri artisti. In questo caso i musicisti appartengono alla vivida scena del prestigioso panorama elettronico partenopeo e così continua la contaminazione, tra diversi stili musicali, e l'ennesima sfida che da sempre caratterizza il ventennale lavoro di Capone. L'approccio è in ambito elettronico dove si fondono magistralmente il sound percussivo, tipico dei C&BB, con le bass line e le ritmiche ossessive elettro-techno-house di scuola Detroit. Musicisti e DJs, due mondi spesso in antitesi, si incontrano e dimostrano che la musica è una e non deve avere barriere.  Il progetto è coordinato dal produttore e musicista Alessandro Tammaro, in arte Dire T,  che con il collettivo di Djs-Producers ha aderito al progetto con entusiasmo e “devozione” condividendo anche i temi ambientalisti e d'impegno civile trattati nelle canzoni. Il primo remix pubblicato oggi è curato da Alessandro Chiocca, conosciuto con il moniker Bohemien, apprezzato deejay che affonda le sue radici nella cultura “street”, con forti influenze funk e disco, con vette di scuola house e techno. Dichiara Chiocca: “Ho accettato volentieri di fare il remix per Capone & BungtBangt musicisti che stimo e rispetto moltissimo. Fare musica con strumenti riciclati lo trovo una cosa geniale, stessa cosa per il loro suono, sempre fresco e ricco di contaminazioni nelle quali mi ci rivedo. Sono stato molto felice di remixare “Il Ballo Del PorPonPof” perché il messaggio della canzone è più che attuale in questo momento storico.” Ascoltando "Il Ballo del Pon Por Pof Rmx" si scoprirà che la “scatulera”, la piccola arpa creata da Capone con una scatola di polistirolo per gelati ed elastici come corde; e la drum machine o i campionatori di Chiocca, possono incontrarsi e creare bellezza attraverso una canzone dai contenuti profondi che parla di amore per la natura e come gli adulti la rovinano lasciando disastri alle nuove generazioni. E' un brano che interpreta i sentimenti di tante persone che desiderano vivere in armonia e rispetto con tutti gli abitanti di madre terra.
 
_____________________________________________________________________________________

PEPPE SERVILLO & SOLIS STRING QUARTET 
NEL 2021 IL NUOVO ALBUM DEDICATO A  RENATO CAROSONE
 
A distanza di cinque anni dall’uscita di “Presentimento” album con il quale, insieme al precedente “Spassiunatamente”, hanno affrontato con dovuto rispetto capolavori della canzone classica napoletana, ecco in arrivo per PEPPE SERVILLO & SOLIS STRING QUARTET un nuovo album, questa volta dedicato ad un solo autore: Renato Carosone! "Si può prendere a prestito l'aria lieve e scanzonata di un autore profondo e romantico come Renato Carosone? È utile forse e necessario ora più che mai, non per incoscienza ma per amore di quella vita colorata, ironica, spassiunata che nel dopoguerra lui seppe cantare ed interpretare. Oltre i titoli famosi proporremo brani meno noti che ci raccontano un Carosone “altro “ sempre vitale anche nella narrazione d'amore. Come al solito nella versione sobria ed elegante dei Solis speriamo di far apprezzare in controluce la voce di un singolare autore italiano." Peppe Servillo
_____________________________________________________________________________________

JAMES SENESE
NEL 2021 IL NUOVO ALBUM E L’USCITA DEL DOCUMENTARIO “JAMES”

James Senese annuncia due importanti novità nell’anno appena iniziato. Nella tarda primavera l’artista napoletano pubblicherà un nuovo album di inediti, oltre all’uscita del documentario “James” di Andrea Della Monica, presentato con successo alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nel settembre 2020. “Speriamo che questo 2021 ci porti pace e salute per tutti noi, ne abbiamo bisogno. In un momento difficile come quello che stiamo attraversando ormai da quasi un anno, è importante continuare a guardare avanti, sperando di poter tornare alla normalità e a suonare dal vivo la prossima estate per presentare i brani del nuovo disco”. JS
________________________________________________________________________________

Puglia Sounds Plus
la nuova linea di intervento per sostenere e rilanciare il comparto musicale
92  progetti musicali finanziati per la terza scadenza  dei nuovi bandi Puglia Sounds: 19 produzioni multimediali, 42 tour in Italia per un totale di 170 concerti, 31 progetti di circuitazione per un totale di  78  concerti in Puglia
 
Sono 92 i progetti che diffondono la cultura musicale pugliese ammessi al terzo finanziamento degli avvisi pubblici Puglia Sounds Producer 2020/21, Puglia Sounds Tour Italia 2020/21, Puglia Sounds Live Puglia 2020/21 e Circuito dei Luoghi Puglia Sounds 2020/21 realizzati nell’ambito di Puglia Sounds Plus, la linea di intervento per sostenere e rilanciare il comparto musicale messa in campo da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese. 92 progetti musicali che si vanno a sommare ai 224 finanziati dalle prime due scadenze per un totale di 316 tra nuove produzioni discografiche, produzioni multimediali in streaming, tour e concerti in Puglia e in Italia che, considerata l’emergenza sanitaria, si potranno realizzare entro il 15 novembre 2021. Prosegue quindi l’azione di Puglia Sounds per sostenere artisti, operatori, etichette discografiche, produttori, agenzie di booking, organizzatori di concerti e festival messi a dura prova dall’emergenza sanitaria.  Nello specifico i quattro avvisi pubblici incentivano e sostengono la produzione artistica e la circuitazione musicale in Puglia e in Italia. Puglia Sounds Producers 2020/21, l’innovativo bando che favorisce la realizzazione di  produzioni e coproduzioni musicali originali multimediali e multidisciplinari  in streaming, ammette a finanziamento per la terza scadenza – per un totale di euro 118.600,00 – 19 progetti di Claver Gold & Murubutu;  Mr.Bogo, King Hammond, The Big Ska Swindle, Like a King!;  Nando Popu;  Kekko Fornarelli, Elisa Barucchieri - ResExtensa, Leandro Summo, Shadow;  Khaossia;  Enza Pagliara, Giorgio Distante, Marco Bardoscia; Crifiu;  Kalàscima; Vera Di Lecce e Alfio Antico; Hoshiko Yamane, Coliguacho, Message To Bears, Benoit Pioulard, Bersarin Quartett, Outer, A/V (Apulian Views) - VR Experience; Underspreche; Gaia Cuatro feat Paolo Fresu; Lucia Minuetello (in arte Donna Lucia); Dado Moroni & Mietta; Claudio Prima & progetto Se.Me; Antonello Boezio&Sandro Haick; Orchestra Popolare di Via Leuca; Phenomena + Claudio Simonetti; Marco Malasomma e Giancarlo Brambilla (Kuthi Jinani) e infine Giardino arcaico. 19 nuove produzioni che si sommano alle 52 finanziate dalle precedenti scadenze per un totale di euro 355.130,00. Puglia Sounds Tour Italia 2020/21, bando che incentiva la circuitazione in Italia di progetti musicali che diffondano la cultura musicale pugliese ,  ammette a finanziamento per la terza scadenza – per un totale di euro 137.000,00 – 42 progetti di tour per 70  concerti di  Gianluca Petrella;  Coro Dilectamusica; Almoraima; Walter Celi; Davide Munaron; Fabio Mancini; Ensemble Dominae; Metano's; Six Memos Ensemble; Roberto Ottaviano; INOKI; Mascarimirì; Crifiu; Pierluigi Camicia e Carmelo Andriani; Orchestra Filarmonica Pugliese; Maria Gabriella Cianci; Kekko Fornarelli; Beatrice Mappa; Ensemble SudEstada; Michele Fazio; Gianni Leccese; Vincenzo Cipriani; No Fang;  Con Alma Trio; Pasta Nera Jazz Project; Giovanni Chirico; Luca di Luzio; Merifiore; Reverendo; Livio Minafra; Se.me; Kalàscima; Radiodervish; La Cantiga de la Serena; Alessia Tondo; Duo pianistico a 4 mani: Liso - Di Battista; Ensemble di Fiati "Delle Cese"; Tecla Argentieri e Matteo Emanuele Notarnicola; Donne Incanto; Plata; Eloi Calame, Eloi Calame e infine Mr. Bricks & the Rubble. 42 tour che si sommano ai 61 finanziati dalle precedenti scadenze per un totale di 103 con un budget complessivo di euro 321.030,00. Puglia Sounds live Puglia 2020/21, avviso pubblicato per favore la programmazione musicale sul territorio che supporta operatori, organizzatori di concerti e festival nello sviluppo dell’offerta culturale in Puglia, ammette a finanziamento per la terza  scadenza - per un totale di euro 155.800,00 - 31 progetti per 78 concerti di Quartetto Mitja; Trio Gloria Campaner, Fabiola Tedesco, Ludovica Rana; Giulia Rimonda - Valentina Kaufman; Duo Arlia Chiacchiaretta; Leonardo Sbaffi & Cristina Campi; Giovannangelo De Gennaro & Furano sax Quartet; Duo - Roberta Gottardi e Anna D'errico; Apulia Brass Trio special guest Daniele Morandini; Stefano Miceli; Duo De Bernart / Delisi; Duo Argentieri / Mappa; Orchestra Filarmonica Pugliese;  Apulian Soundscapes; The Manouchow; Rione Junno; Dominae Ensemble; Paolo Benvegnù; Cristiano Godano; Roberto Angelini; C'mon Tigre; Francesco Bianconi; Canzoniere Grecanico Salentino; Dubin; Istituto Italiano di Cumbia; Orchestra Filarmonica Pugliese; Ayso Wind Club; Radicanto; Ayso String Club; Next Generation artists - Nahaze, Boss Doms, Elenoir; Achille Lauro, Piero Romano, Orchestra Magna Grecia;  Gloria Campaner – pianoforte, Ludovica Rana – violoncello, Laura Marzadori – violino, Michele Nitti – direttore Orchestra della Magna Grecia; Orchestra Magna Grecia, Belinda Davids, Roberto Molinelli; Vittorio Ferlan Dellorco e Il Quartetto D’archi Felix; Armoniensemble Piano Trio; Trio Amadeus;  Gianfranco Butinar & Stefano Scartocci; Gaetano Riccobono & Massimo Faraò 4tet; Salvatore Russo trio Gypsy Jazz; Fulvio Palese "Double Drums" Quartet; Lino Patruno; Collegium Pro Musica ; Ensemble Labirinto Armonico; Bandadriatica; Manuel Agnelli; Tatsuru  Arai; The Sleeping Tree; Caterina Palazzi/Kanaka Project; Vinicio Capossela; Mutubutu e Claver Gold; Calibro35;  Giorgio Canali; Modena City Ramblers; Windmills Trio; Solisti dell’ensemble Orchestra Ico Magna Grecia; , Trio “Gioconda De Vito” (Silvia Grasso, Liubov Gromoglasova, Gaetano Simone); Lidia Fridman, Pasquale Greco, Vincenzo Rana, Valeria Zaurino; Duo Rana-Gromoglasova; Duo Pritchin-Libetta;  Varvara Nepomnyashchaya;  Raffaella Ronchi; Li Ucci Orkestra; Quartetto Abreu; Alkemia Quartet; Quartetto Talos. 31 tour in Puglia che si sommano ai 38 finanziati dalle precedenti scadenze per un totale di 38 con un budget complessivo di euro 315.500,00. Infine il Teatro Fava di Modugno è ammesso alla terza scadenza dell’avviso pubblico Circuito dei luoghi Puglia Sounds 2020/21 aggiungendosi ad Auditorium Laboratorio Urbano Giovani Open Space di Barletta, Cantieri Teatrali Koreja di Lecce, Officine Cantelmo di Lecce, Nuovo Cinema Elio di Calimera, Castello Volante di Corigliano, Officina degli Esordi di Bari, Politeama Italia di Bisceglie, Club 1799 di Acquaviva delle Fonti e AncheCinema di Bari,  spazi ammessi dalle precedenti scadenze. Il bando intende realizzare una ricognizione dei luoghi (teatri, club, cinema, laboratori urbani, luoghi di cultura, librerie, club, pub, bar, musei, biblioteche, gallerie d’arte, orti botanici, riserve naturali, etc) al fine di creare un circuito regionale della musica dal vivo. Puglia Sounds è il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali.