Stages

Corsi, Stage e tutto ciò che riguarda la formazione musicale in ambito folk e world


SMP SUMMER CAMP 2021

Dopo un inverno a singhiozzo la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli propone una serie di workshop estivi per permettere a tutti gli appassionati di affinare le proprie conoscenze ed ai curiosi di avvicinarsi all’uso di uno strumento.

24-25 Luglio 
GIRO DEL MONDO DI SONORITÀ E RITMI 
Workshop di Percussioni Collettivo con Paolino Marini
Forlimpopoli – Centro culturale Polivalente
Le varie contaminazioni musicali saranno la base del workshop. Qualsiasi strumento a percussione è ammesso è rivolto a principianti ed esperti Obbligatorio portare il proprio strumento. Argomenti da trattare: Preparazione e Riscaldamento; Tecnica d Indipendenza; Obbligati e Ritmi. A fine Corso verrà rilasciato il Diploma di partecipazione e partitura del Lavoro Svolto. Costo: 50 euro + 5 euro per eventuali non tesserati arci
Contatti per info e iscrizioni:
Paolo Marini: 338 7787582

9-12 Agosto 2021 
NYCKELHARPA CAMP con Annette Osann, Vicki Swan, Marco Ambrosini
_____________________________________________________________________________________

XV ACCADEMIA INTERNAZIONALE ITALIANA DI MANDOLINO E CHITARRA
DAL 15 AL 22 AGOSTO 2021 A GENOVA


Confermate le date della quindicesima edizione dell'Accademia Internazionale Italiana di Mandolino e Chitarra. L'appuntamento annuale di approfondimento sull'arte degli strumenti a pizzico e a plettro che anche quest'anno vedrà la presenza di un team di insegnanti d'eccezione guidati dal mandolinista di fama internazionale Carlo Aonzo. La XV edizione dell'Accademia si svolgerà a Genova nel bellissimo borgo di Nervi e precisamente presso il Collegio Emiliani, affascinante location affacciata sul mare Ligure. Genova ha un passato glorioso per la storia di questi strumenti, infatti Il primo concorso nazionale per strumenti a pizzico si svolse proprio qui nel 1892 e pochi anni dopo, almeno 12 diverse orchestre a plettro coesistevano in questa città che diventa quindi la cornice ideale per i corsi della XV Accademia Internazionale Italiana di Mandolino e Chitarra. La casa per ferie Collegio Emiliani ospiterà per la terza volta tutte le attività di questo campus estivo di perfezionamento musicale, mettendo a disposizione le aule, lo splendido chiostro, la terrazza a strapiombo sul mare, il teatro, la cappella, nonché le camere ed il servizio di ristorazione, creando un ambiente raccolto e funzionale, ottimale per un entusiasmante e coinvolgente corso residenziale improntato sulla musica d’insieme e la pratica orchestrale. Ideatore e animatore dell’iniziativa il mandolinista savonese di fama internazionale Carlo Aonzo, fondatore e direttore artistico dell’Accademia Internazionale Italiana di Mandolino; docente e divulgatore del mandolino classico italiano, strumento a corde entrato di diritto nell’immaginario collettivo a rappresentare l’italianità nel mondo, Aonzo ha collaborato con numerose istituzioni musicali italiane e straniere e con musicisti di grande rilievo e ha vinto premi prestigiosi. Per questa XV Edizione dell’Accademia estiva, il direttore verrà affiancato da insigni docenti concertisti quali la star internazionale delle quattro corde doppie Vincent Beer-Demander, l’inimitabile interprete del mandolino napoletano Michele De Martino, l’esperto didatta di chitarra flamenca Roberto Margaritella e il mago de “La Chitarra Volante” Vito Nicola Paradiso.

Tutte le informazioni e il calendario degli eventi aperti al pubblico sul sito www.accademiamandolino.com
____________________________________________________________________________________


Dal 17 al 26 agosto ritornano i seminari e il festival Nuoro Jazz.
Masterclass internazionale con il batterista Jeff Ballard.
Aperte le iscrizioni.

Rinviati l'anno scorso a causa della pandemia, ritornano questa estate i Seminari Jazz di Nuoro, appuntamento tra i più apprezzati e consolidati nel panorama jazzistico nazionale, ma capace di richiamare tanti allievi anche dall'estero. Ideati e fondati nel 1989 da Paolo Fresu (che li ha diretti fino al 2013) insieme alla compianta Antonietta Chironi, l'allora presidente dell'Ente Musicale di Nuoro che organizza l'iniziativa, i Seminari giungeranno alla loro trentatreesima edizione dal 17 al 26 agosto con diverse novità.  La prima è la sede che ospiterà i corsi: da via Mughina si torna, infatti, in via Tolmino, dove è stata ritrasferita la Scuola Civica di Musica dopo i lavori di ristrutturazione. Confermato il corpo docente delle recenti edizioni, con la direzione artistica affidata dall'anno scorso al contrabbassista Salvatore Maltana, l'altra novità importante riguarda l'articolazione delle attività didattiche: nel rispetto delle norme di sicurezza a seguito dell'emergenza Covid-19, per evitare affollamenti e assembramenti i corsi saranno infatti limitati a dieci allievi al massimo per ciascuna classe e si suddivideranno avvicendandosi in gruppi di quattro giornate ciascuno. Dal 17 al 20 agosto ecco dunque le lezioni di arpa tenute da Marcella Carboni, quelle di canto da Francesca Corrias, e di chitarra con Bebo Ferra come docente. Dal 20 al 23 sarà poi la volta del corso di armonica con Max De Aloe e di sassofono con Emanuele Cisi. Dal 23 al 26, infine, saliranno in cattedra Fulvio Sigurtà (per la classe di tromba), Dado Moroni (pianoforte), Paolino Dalla Porta (basso e contrabbasso) e Stefano Bagnoli (batteria). Ad arricchire di stimoli e contenuti l'offerta formativa contribuiranno le lezioni di altre due presenze abituali di Nuoro Jazz da diverse edizioni a questa parte: la sound engineer Marti Jane Robertson e il compositore, musicista e musicologo Enrico Merlin. Al termine dei Seminari i docenti assegneranno, come d'abitudine, varie borse di studio: c'è quella che offre l'iscrizione gratuita alla prossima edizione di Nuoro Jazz al migliore allievo di ogni classe di strumento; due borse riguardano invece Siena Jazz: una per la frequenza dei seminari che si terranno l'anno prossimo nella città toscana, l'altra - la borsa "Billy Sechi" (in memoria del batterista sardo scomparso sedici anni fa) - per seguire i corsi di batteria; ai docenti spetterà anche il compito di scegliere un allievo da proporre come finalista all'annuale Premio internazionale "Massimo Urbani" di Camerino, il più importante concorso italiano per solisti jazz. Con la ripartenza dei corsi ritorna anche un "must" dei seminari nuoresi, la masterclass internazionale che sempre impreziosisce l'appuntamento di agosto: già annunciato e poi rimandato l'anno scorso per le note ragioni, dal 22 al 24 agosto terrà lezione Jeff Ballard, il batterista statunitense che in oltre trent'anni di carriera artistica ha associato il suo nome a musicisti del calibro di Ray Charles, Brad Mehldau, Joshua Redman, Chick Corea, Pat Metheny e Kurt Rosenwinkel. E Jeff Ballard sarà anche tra i nomi di spicco nel cartellone del Festival che, come nella migliore tradizione di Nuoro Jazz, si snoderà con i suoi concerti in parallelo con le dieci giornate dei seminari, dal 17 al 26 agosto. Attesi dunque, sul palco che sarà allestito nei Giardini della Biblioteca Satta, il sassofonista Elias Lapia, il trombettista Fabrizio Bosso e il contrabbassista Maurizio Congiu alla testa dei rispettivi quartetti; si presenteranno invece ognuno con il proprio trio la pianista Sade Mangiaracina e, smesse per una sera le vesti di docente ai Seminari, il chitarrista Bebo Ferra; dalle cattedre dei corsi saliranno sul palco anche il sassofonista Emanuele Cisi con il suo quartetto e l'armonicista Max De Aloe insieme a un'icona della fisarmonica jazz, Gianni Coscia (novant'anni compiuti a gennaio); un progetto originale che ricorderà i 150 anni dalla nascita di Grazia Deledda, mentre a completare il cartellone è previsto il concerto dei musicisti in residenza a Nuoro nell'ambito delle attività della rete Medinea, il network fondato nel 2014 che sostiene l'inserimento professionale di giovani musicisti dell'area del Mediterraneo. L'iscrizione ai corsi strumentali dei seminari costa 150 euro; stesso prezzo per seguire la sola masterclass di Jeff Ballard, ma è possibile partecipare a entrambe le attività pagando una retta unica di 200 euro. Per iscriversi occorre compilare la scheda informativa che si può scaricare dal sito www.entemusicalenuoro.it, corredarla di una fotografia formato tessera e inviarla via mail all'indirizzo entemusicalenuoro@gmail.com. L'Ente Musicale di Nuoro si impegna a confermare l'iscrizione di ogni allievo entro 24 ore, e il candidato a pagare la quota entro le successive 24/48 ore. Il tutto deve essere confermato con una mail con allegata la ricevuta del pagamento effettuato, pena l'annullamento dell'iscrizione. L'ammissione ai corsi è subordinata alla presentazione di idonea certificazione che attesti l'avvenuta vaccinazione per il COVID-19 o l'esecuzione di un tampone molecolare o antigenico nelle 48 ore precedenti l'inizio del corso. Il primo giorno dei corsi, prima dell'inizio delle lezioni, sarà praticato un tampone antigenico a cura dell'organizzazione, che fornirà all'allievo la certificazione. Per informazioni la segreteria dell'Ente Musicale di Nuoro risponde al numero 078436156 e all'indirizzo di posta elettronica nuorojazz@entemusicalenuoro.it; altre notizie e aggiornamenti sono disponibili nel sito www.entemusicalenuoro.it e alla pagina www.facebook.com/nuorojazz2014
La trentatreesima edizione dei Seminari e del festival Nuoro Jazz è organizzata dall'Ente Musicale di Nuoro con il contributo del MiC • Ministero della Cultura, della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e Assessorato del Turismo) e dell'Amministrazione Comunale di Nuoro, con il supporto della Biblioteca Sebastiano Satta, di Mereu Auto, del CTS (Centro Turistico Sardo) Nuoro.
 __________________________________________________________________________________

Sono aperte le iscrizioni per Jazz for Kids & Teens 2021, i seminari musicali di Celano Jazz Convention dedicati ai ragazzi
I corsi si svolgeranno dal 2 al 5 agosto 2021 a Celano, nell’ambito della quarta edizione dei seminari diretti da Franco Finucci

"Jazz For Kids & Teens", i seminari tenuti dal Maestro Andrea Gargiulo con la collaborazione di Giusi Martino si svolgeranno a Celano dal 2 al 5 agosto 2021, nell'ambito della quarta edizione di Celano Jazz Convention, la rassegna diretta dal chitarrista Franco Finucci.  Un progetto pensato in maniera del tutto inclusiva: Jazz for Kids & Teens è un evento aperto a tutti, un percorso didattico immediato e rivolto a consentire a tutti di suonare uno strumento subito. I corsi vengono sviluppati anche con la collaborazione dei Centri ANFFAS presenti sul territorio e sono aperti anche ai ragazzi diversamente abili. Nella serata di giovedì 5 agosto, si terrà inoltre il concerto finale dei seminari: i ragazzi potranno così portare al pubblico quanto appreso durante le lezioni. Un'iniziativa pensata per tornare a stare insieme e a condividere in tutta sicurezza un momento, allo stesso tempo, di gioia e apprendimento.
Tutte le attività verranno ovviamente svolte nel rispetto delle direttive sanitarie legate all'Emergenza Covid-19.
Jazz for Kids and Teens è il progetto orchestrale rivolto ai ragazzi diretto da Andrea Gargiulo. L’obiettivo del progetto è quello di far dialogare i ragazzi attraverso la musica e di portarli a scoprire la propria personalità e le potenzialità espressive.  La musica come elemento di condivisione e crescita. Il percorso di laboratori di musica d'insieme è costituito da lezioni collettive e da momenti personalizzati, pensati in modo da sviluppare le caratteristiche dei vari strumenti e le capacità dei singoli partecipanti.
Jazz for Kids and Teens è un progetto fortemente voluto dal direttore artistico dei seminari, il chitarrista Franco Finucci, all’interno del programma di Celano Jazz Convention sin dal 2019: un'iniziativa premiata sin da subito con grande successo di partecipazione, sia per la quantità delle iscrizioni che per i risultati e il divertimento dei ragazzi che hanno frequentato i corsi nelle precedenti edizioni.

Il costo dei seminari "Jazz for Kids & Teens" è fissato in €50. Sono inoltre previsti sconti per i nuclei familiari che iscrivono più persone al corso: in tal caso, infatti, l'iscrizione per persona costa 40€ . Le iscrizioni vanno perfezionate entro il 31 luglio 2021.

Nelle prossime settimane verrà svelato il programma dei seminari e dei concerti di Celano Jazz Convention: la rassegna si svolgerà, sempre a Celano, nella seconda parte del mese di agosto 2021.
Informazioni per l’iscrizione

Il costo dei seminari "Jazz for Kids & Teens" è fissato in €50. Sono previsti sconti per i nuclei familiari che iscrivono più persone al corso: in tal caso, infatti, l'iscrizione per persona costa 40€ . Le iscrizioni vanno perfezionate entro il 31 luglio 2020.
La scheda di iscrizione si può scaricare dal seguente link: https://t.co/I23f0TR82V?amp=1

La mail di riferimento per le iscrizioni e per ogni eventuale informazione è associazionebluenote@gmail.com 
__________________________________________________________________________________

Fermento Etnico 
presenta

CORSO DI DANZE INTERNAZIONALI


Fermento Etnico organizza, per l'intero mese di Luglio, 5 incontri (tutti i giovedì a partire dal 1° luglio), durante i quali si apprenderanno alcune danze etniche delle diverse tradizioni italiane, europee ed extra-europee. Il corso sarà tenuto da Giuseppe Scandiffio, che si avvarrà anche di alcuni contributi esterni, ospitando insegnanti che hanno uno speciale legame con Fermento Etnico, il tutto con l'intento di arricchire, non solo la proposta delle danze, ma anche le diverse modalità di interpretazione delle stesse. L'appuntamento è per le 20,45 presso il campetto della Parrocchia di S. Martino in Riparotta (zona nord di Rimini) in Via S. Martino in Riparotta n. 33. Per partecipare è necessario fare la tessera annuale di € 8,00 a cui aggiungere un contributo per la serata di € 5,00.
____________________________________________________________________________________


SIENA JAZZ
SEMINARI INTERNAZIONALI ESTIVI
51ªedizione - Siena, 24 Luglio / 7 Agosto – 2021
 
Sono aperte le iscrizioni alla 51a edizione dei Seminari Internazionali Estivi di Siena Jazz che si svolgeranno a Siena dal 24 Luglio al 7 Agosto 2021. Come da tradizione il nucleo dei docenti che parteciperà ai Seminari di Siena Jazz racchiude alcune delle eccellenze della scena jazz nazionale e internazionale, ed è per questo che i Seminari sono considerati dal MIBACT un’esperienza musicale di altissima formazione che negli anni ha saputo richiamare a Siena, e quindi in Italia, studenti di tutti e cinque i continenti favorendo il loro incontro, il confronto dei personali linguaggi musicali, l’armonizzazione tra culture di paesi diversi, la condivisione della passione e l’amore per questa musica. Ecco il prestigioso elenco dei docenti di questa edizione: Theo Bleckmann, Michael Mayo, Sara Serpa, Diana Torto, Avishai Cohen, Fulvio Sigurtà, Ambrose Akinmusire, Giovanni Falzone, Maurizio Giammarco, Miguel Zenon, Ben Wendel, Achille Succi, Roberto Cecchetto, Nir Felder, Federico Casagrande, Gilad Hekselman, Stefano Battaglia, Shai Maestro, Aaron Parks, Harmen Fraanjie, Paolino Dalla Porta, Matt Penman, Matt Brewer, Furio Di Castri, Roberto Gatto, Nasheet Waits, Ettore Fioravanti, Kendrik Scott, Francesco Martinelli, Enrico Rava. La qualità dell’offerta formativa che pone Siena Jazz ai vertici dell’alta formazione artistica per la musica jazz in Europa, si completa con il seguente programma:


- 56 laboratori musicali - numero chiuso a 90 studenti
- 2 lezioni Magistrali sulle tematiche del Jazz dei nostri giorni
- 2 lezioni giornaliere di tecniche dell’improvvisazione applicate allo strumento
- 2 lezioni giornaliere di musica d’insieme
- 1 lezione giornaliera di Storia ed estetica del Jazz nella prima settimana del corso
-106 esibizioni serali di studenti e docenti dei corsi nei quindici giorni di lezione
e con le seguenti attrezzature e strumentazione a disposizione degli studenti:
- 21 aule didattiche completamente attrezzate
- 21 impianti Hi-Fi
- 18 pianoforti a coda o mezza coda
- 32 pianoforti elettronici
- 25 batterie complete
- 30 amplificatori da basso
- 30 amplificatori da chitarra
- 40 computer Apple iMac
- Connessione internet a banda larga
Si sconsiglia di consultare il Regolamento dei Seminari Internazionali Estivi di Siena Jazz 2021 qui:  
 
Informazioni generali sui corsi
Le iscrizioni sono aperte fino a esaurimento dei posti disponibili. Causa pandemia Covid-19 le classi non potranno ospitare più di sei studenti, pertanto ai corsi saranno ammessi soltanto:
- 12 studenti di canto
- 12 studenti per tromba/trombone
- 12 studenti per pianoforte
- 12 tudenti per chitarra
- 12 studenti per batteria
- 12 studenti per contrabbasso e basso elettrico
- 12 studenti per sax tenore, sax alto e soprano
- 6 studenti per la Special Master class con Enrico Rava


Sicurezza

Siena Jazz ha prodotto un protocollo di sicurezza molto ferreo e articolato, in modo da alzare il più possibile i livelli di sicurezza per i propri studenti, i docenti e il Personale, al fine che tutti si possano dedicare con la massima concentrazione e la dovuta serenità alla musica. Tutte le mattine i locali verranno sanificati, i bagni lo saranno due volte al giorno. Le aule sono corredate con 80 pannelli di policarbonato di 2m di altezza e 1m e 50cm di lunghezza. Sono obbligatorie le mascherine, il distanziamento di oltre 1m., la disinfezione delle mani e degli strumenti musicali, l’areazione dei locali dopo ogni lezione. Personale apposito vigilerà al corretto mantenimento delle norme di sicurezza.
 
Seminari nazionali
“Kind of Blue 2021” - 12ª edizione
Siena, Fortezza Medicea, 24 - 29 agosto 2021

Da Martedì 24 a Domenica 29 agosto si svolgerà a Siena, nei locali della Fortezza Medicea, la 12ª edizione del Seminario nazionale ”Kind of Blue”, il corso di introduzione e perfezionamento dei linguaggi della musica Jazz e delle tecniche d’improvvisazione organizzato da Siena Jazz. Dopo un anno difficile per tutti l’Accademia Siena Jazz, con rinnovata forza, ottimismo ed energia, per l’edizione 2021 ha messo a punto una nuova formula didattica dei seminari “Kind of Blue”, rivolgendosi soprattutto agli studenti dei Licei musicali italiani, con lo scopo di allargare le loro competenze musicali anche al linguaggio del Jazz, oggi ritenuto un settore musicale parallelo a quello classico e comprensivo di molte delle varianti musicali moderne. Siena Jazz mette quindi le sue competenze quarantennali a disposizione dei Licei musicali italiani con l’obiettivo di contribuire a facilitare negli studenti il raggiungimento delle competenze e delle abilità minime necessarie per superare gli esami d’ammissione ai corsi triennali dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, e permettere loro di iniziare il percorso universitario per il conseguimento del Diploma accademico di primo livello anche in questo nuovo linguaggio musicale. Già dalla scelta del titolo del seminario “Kind of Blue”, ispirato al capolavoro di Miles Davis che avvicinò e fuse una nuova attitudine Jazz con sonorità e strutture vicine al Rock, è chiaro l’intento di Siena Jazz di dedicare questo seminario di sei giorni a quei musicisti curiosi e desiderosi di allargare le proprie competenze musicali verso una musica che vive da sempre di contaminazioni con tutte gli altri generi. Quest’anno, tra i nuovi progetti sviluppati per la costruzione di momenti di incontro tra l’ Istituto di Alta Formazione Siena Jazz e i Licei Musicali italiani, “Kind of Blue” vuole ancor più essere di supporto al potenziamento delle competenze dei giovani studenti in ambito musicale, sia nell’arricchimento dell’offerta formativa, che nella promozione della musica jazz e la valorizzazione dei giovani talenti musicali. Ricordiamo come il MUR, Ministero dell’Università e della ricerca, abbia autorizzato Siena Jazz al rilascio di titoli aventi valore legale per i corsi triennali (DM n.193 del 10 novembre 2011) e per i corsi Biennali (DD n.3515 del 13 dicembre 2018). Questi titoli sono equiparati, come quelli dei conservatori, alle lauree universitarie di primo livello (Bachelor) e di secondo livello (Master di specializzazione). L’Accademia Siena Jazz è stata quindi la prima istituzione non statale in Italia ad ottenere queste prestigiose autorizzazioni, alle quali si è affiancato da parte del MIBAC, Ministero dei Beni e delle attività culturali, un nuovo riconoscimento, condiviso con altre nove grandi istituzioni italiane, che classifica Siena Jazz fra le “Scuole d’eccellenza nazionale operanti nell’ambito dell’altissima formazione musicale” (art.1 comma 383 della legge 27 dicembre 2019 n. 160). 
Siena Jazz non è una struttura privata, ma un’istituzione non statale, che si sostiene soprattutto grazie al contributo del Comune, socio fondatore di maggioranza, al contributo della Regione, che sostiene le attività di Siena Jazz dal 1984, al contributo Ministeriale del MIBAC, con una sovvenzione continua dal 1985, oltre che alle entrate dalle proprie attività. Questo è il link di riferimento per gli studenti che volessero approfondire sia la conoscenza del Seminario “Kind of Blue”, che le attività di Siena Jazz: http://www.sienajazz.it/seminari-kind-of-blue-2021/
La Segreteria di Siena Jazz è a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento si rendesse necessario, contattando il numero: 0577-271401.

Una sei giorni di full-immersion musicale
Un’esperienza unica per chiarirsi le idee, per approfondire le conoscenze e gli aspetti creativi del Jazz, per perfezionare la propria tecnica strumentale, un modo per migliorare la propria preparazione musicale globale e fare progressi nello stile e nelle tecniche dell’improvvisazione. Un modo per un giovane musicista, di usare bene il proprio tempo, per non perdere tempo.

Un Seminario organizzato in sicurezza e serenità
Anche per questa edizione 2021 di “Kind of Blue”, per contrastare la pandemia mondiale in atto, Siena Jazz ha prodotto un protocollo di sicurezza molto ferreo e articolato, in modo da alzare il più possibile i livelli di protezione per gli studenti, i docenti e il personale, al fine di poterci tutti dedicare, con la massima concentrazione e la dovuta serenità, alla musica che amiamo. Tutte le mattine i locali verranno sanificati, i bagni lo saranno due volte al giorno. Le aule sono corredate con 80 pannelli di policarbonato di 2mt di altezza e 1mt e 50cm di lunghezza. Sono obbligatorie le mascherine, il distanziamento di oltre 1mt, la disinfezione delle mani e degli strumenti musicali. Personale apposito vigilerà al corretto mantenimento delle norme sanitarie predisposte per il Seminario.

A chi è rivolto
La dodicesima edizione di “Kind of Blue” è rivolta in generale a due livelli di giovani musicisti; il primo livello, non richiede conoscenze specifiche nel settore, introduce lo studente al linguaggio jazzistico curando in particolare anche le tecniche di base dell’improvvisazione musicale; il secondo, basato prevalentemente sul perfezionamento musicale, è rivolto a quei giovani musicisti che già conoscono il Jazz e hanno bisogno di approfondire la loro tecnica strumentale e il linguaggio dell’improvvisazione. Tutto avviene attraverso un intenso lavoro quotidiano che vede i musicisti studiare ogni giorno addirittura in due formazioni musicali. Il corso è aperto quindi ai musicisti di tutti gli strumenti che vogliano conoscere e approfondire il mondo musicale dell’improvvisazione. Ogni giorno gli iscritti saranno impegnati per 7 ore di lezione, in un vero e proprio corso intensivo. L’iscrizione al corso è di € 250,00, ma per gli studenti dei Licei musicali italiani l’iscrizione è ridotta a € 150,00.

Le materie del seminario
Workshop strumentale A (la mattina) 1 ora e mezza
Workshop strumentale B (il pomeriggio) 1 ora e mezza
Musica d’insieme A (la mattina) 1 ora e mezza
Musica d’insieme B / Laboratorio di Orchestra / Ensemble corale (il pomeriggio) 1 ora e mezza
Tecniche d’improvvisazione (il pomeriggio) 1 ora 
Per un totale di 7 ore giornaliere di lezione

I Docenti del corso
Maria Laura Bigliazzi, canto, musica d’insieme, ensemble di Canto corale; 
Danilo Tarso, pianoforte, musica d’insieme;
Roberto Nannetti, chitarra, musica d’insieme, tecniche d’improvvisazione;
Andrea Scognamillo, chitarra, musica d’insieme; 
Mariano Di Nunzio, tromba, musica d’insieme;
Stefano Franceschini, sassofoni e musica d’insieme; 
Mirco Mariottini, clarinetto, laboratorio di orchestra; 
Franco Fabbrini, basso elettrico, musica d’insieme;
Silvia Bolognesi, contrabbasso, musica d’insieme;
Francesco Petreni, batteria e percussioni, musica d’insieme. 

I Saggi finali
Dal pomeriggio dell’ultimo giorno del Seminario si svolgeranno i Saggi finali dei corsi a cui parteciperanno tutti i gruppi di musica d’insieme, il laboratorio d’Orchestra e l’ensemble di canto corale. 

Le Borse di studio
Siena Jazz mette a disposizione dei giovani musicisti iscritti al seminario n. 4 borse di studio per l’iscrizione alla 13ª edizione di “Kind of Blu” e che si terrà dal 23 al 28 agosto 2022. La scelta dei quattro allievi per la borsa di studio sarà assegnata da una Commissione formata dai docenti del seminario e dal Direttore di Siena Jazz. Il giudizio della commissione è insindacabile.

Il cartellone completo dei concerti che affiancheranno la 51a edizione dei
Seminari Internazionali Estivi del Siena Jazz

Siena Jazz è lieta di annunciare il cartellone completo dei concerti che affiancheranno la 51a edizione dei Seminari Internazionali Estivi, che quest’anno si svolgeranno dal 24 luglio al 7 agosto 2021 e che, come di consueto, porteranno a Siena alcune delle eccellenze della scena jazz nazionale e internazionale, insieme a studenti provenienti da tutto il Mondo. Il concerto inaugurale per l’apertura dei corsi si terrà il 24 luglio in Piazza Provenzano a Siena e vedrà protagoniste due formazioni create all’interno dell’Accademia Siena Jazz. Aprirà la serata il progetto Majestic Jinks, formazione che vede alcuni dei giovani talenti formatisi a Siena Jazz suonare a fianco di alcuni docenti, diretti dal chitarrista Francesco Diodati. A seguire il gran finale ad opera della SJU-Orchestra, l’orchestra formata da alcuni dei migliori studenti della Siena Jazz University guidata ancora una volta dal Maestro Roberto Spadoni con la partecipazione speciale del sassofonista portoricano, plurinominato ai Grammy Awards, Miguel Zenon. Molti gli spunti di grande interesse offerti dal programma dei concerti e tra questi ricordiamo il doppio concerto organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, il 26 luglio nel cortile del Rettorato, che riunirà sul palco il Quartetto “Siena Jazz Masters” formato da Theo Bleckmann, Stefano Battaglia, Paolino Dalla Porta e Fabrizio Sferra e l’eccezionale Quintetto “Siena Jazz Masters”, guidato dalla tromba della stella internazionale israeliana, ma newyorkese di adozione, Avishai Cohen, insieme al connazionale Shai Maestro al piano, al già citato Miguel Zenon al sax e alla sezione ritmica formata da Matt Penman e Nasheet Waits. Un altro evento imperdibile sarà quello che si terrà il 2 agosto in Piazza Jacopo della Quercia a Siena, dedicato al doppio concerto che vedrà protagonisti un nuovo Quartetto “Siena Jazz Masters” con la rivelazione americana Philip Dizack alla tromba insieme al già affermato Kevin Hays al piano, Matt Brewer al contrabbasso e a Kendrick Scott alla batteria, a cui seguirà il set del Quintetto “Siena Jazz Masters” che, conservando la sezione ritmica con Matt Brewer e Kendrick Scott, vedrà sul palco Michael Mayo alla voce ed elettronica, Ben Wendel al sax tenore, guidati dalla chitarra di Gilad Hekselmann, altro grande mito contemporaneo della chitarra jazz. Tutti i concerti saranno ad ingresso gratuito, ad eccezione dell’evento speciale del 3 agosto quando verrà presentato il progetto “US IN TIME”, una coproduzione tra l’Accademia Musicale Chigiana e Siena Jazz - Accademia Nazionale del Jazz, in collaborazione con l’ISSM “Rinaldo Franci. Ancora una volta nella splendida cornice di Piazza Jacopo della Quercia docenti ed allievi divideranno il palco per interpretare musiche di REICH, GLASS, COLEMAN, LOUEKE, DE JOHNETTE, ZORN. Tra loro troviamo i docenti di Siena Jazz Roberto Cecchetto, Francesco Diodati, Gaetano Partipilo, e Nasheet Waits, i docenti dell’Accademia Chigiana Giuseppe Ettorre e Tonino Battista insieme a Luciano Tristaino e Francesco Grassi docenti Istituto Rinaldo Franci.

Programma concerti “Siena Jazz 2021”
Attività concertistiche collaterali ai Corsi della 51ªedizione Seminario Internazionale Estivo di Siena Jazz

24 luglio - “Concerto di apertura dei Corsi” - P.zza Provenzano, ore 21.30 
1° set: “Majestic Jinks” - Giovani talenti da Siena  
Francesco Diodati/ direzione, chitarra, effetti; Andrea Silvia Giordano/ voce, flauto, elettronica; 
Evita Polidoro/ voce, batteria, elettronica; Iacopo Teolis/ tromba; Jacopo Fagioli/ tromba, trombone;
Francesco Bigoni/ sax tenore, clarinetto; Francesco Panconesi/ sax tenore; Giulio Ottanelli/ sax alto; Federico Califano/ sax alto; Francesco Tino/ basso; Nicholas Remondino/ batteria, elettronica 

2° set: “SJU-Orchestra” - Orchestra corsi della Siena Jazz University,  
Direzione M° Roberto Spadoni, solista ospite: Miguel Zenon, sax 
Noemi Fiorucci, Elena Romano, voce; Valerio Apuzzo, Francesco Assini, Samuele Lauro, Francesco Pesaturo, tromba; Andrea Glockner, Jacopo Fagioli, Riccardo Tonello, trombone; Francesco Bottardi, Matteo Fagioli, sax alto; Stefano Sanità di Toppi, Isabel Simon Quintanar, sax tenore; Stefano De Sanctis, sax baritono; Igor Ambrosin, Thomas Panerai, pianoforte; Simone Nisi, Lorenzo Pallai, chitarra; Luca Grilli, basso elettrico; Mario Cianca, contrabbasso; Giuseppe Salime, batteria
 
25 luglio - “Siena Jazz Masters” - P.zza Provenzano, ore 21.30  
1° set: Fulvio Sigurtà/ tromba, Federico Casagrande/ chitarra; Matt Penman/ contrabbasso, Fabrizio Sferra/ batteria 
2° set: David Linx/ voce, Maurizio Giammarco/ sassofoni, Roberto Cecchetto/chitarra, Matt Penman/ contrabbasso; Fabrizio Sferra/ batteria 

26 luglio - “Siena Jazz Masters” - Cortile del Rettorato, ore 21.30
In collaborazione con l’Università degli studi di Siena 
1° set: Theo Bleckmann/ voce e elettronica, Stefano Battaglia/ pianoforte; Paolino Dalla Porta/ contrabbasso, Fabrizio Sferra/ batteria
2° set: Avishai Cohen/ tromba, Miguel Zenon/ sax alto, Shai Maestro/piano, Matt Penman / contrabbasso, Nasheet Waits/ batteria 

27 luglio - “Jam session in Contrada”, ore 21.30 
Contrada del Drago - Società Camporegio, Via Camporegio, 1 
Esibizione di studenti e docenti dei Corsi.  

28 luglio - “Jam session in Contrada”, ore 21.30
Nobil Contrada del Bruco - Società l’Alba, Via del Comune, 44
Esibizione di studenti e docenti dei Corsi. 

29 luglio - “Jam session in Contrada”, ore 21.30 
Contrada della Chiocciola - Società San Marco, Via San Marco, 77 
Esibizione di studenti e docenti dei Corsi  

30-31 luglio - Concerti finali 1ª settimana dei corsi, ore 21.00 
Contrada della Lupa - Società Romolo e Remo
Via Pian d’ovile, 88 
Saggi finali degli studenti e docenti dei corsi - 1ªparte  
con la partecipazione di: David Linx, Theo Bleckmann, Avishai Cohen,  Fulvio Sigurtà, Miguel Zenon, Maurizio Giammarco, Federico Casagrande,  Roberto Cecchetto, Shai Maestro, Stefano Battaglia, Matt Penman,   Paolino Dalla Porta, Nasheet Waits, Fabrizio Sferra. 

1 agosto - “Siena Jazz Masters” - Piazza Jacopo della Quercia, ore 21.30 
1° set: Achille Succi/ sax alto e clarinetto basso, Nir Felder/ chitarra
Furio Di Castri/ contrabbasso, Ettore Fioravanti/ batteria
2° set: Sara Serpa/ voce, Giovanni Falzone/ tromba, Harmen Fraanje/ piano
Furio Di Castri// contrabbasso, Ettore Fioravanti/ batteria 

2 agosto - “Siena Jazz Masters” - Piazza Jacopo della Quercia, ore 21.30 
1° set: Philip Dizack/ tromba, Kevin Hays/ piano, 
Matt Brewer / contrabbasso, Kendrick Scott/ batteria 
2° set: Michael Mayo/ voce e elettronica, Ben Wendel/ sax tenore,
Gilad Hekselmann/ chitarra, Matt Brewer/ contrabbasso,
Kendrick Scott/ batteria 

3 agosto - “CHIGIANA MEETS SIENA JAZZ” - P.zza Jacopo della Quercia, ore 21.15  
set unico: Progetto “US IN TIME” 
Roberto Cecchetto, Francesco Diodati, chitarre; Gaetano Partipilo, alto sax; Giuseppe Ettorre, basso elettrico, contrabbasso; Nasheet Waits, batteria; Chigiana Keyboard Ensemble; Pierluigi Di Tella, Danilo Tarso, pianoforte; Chigiana Percussion Ensemble; Davide Fabrizio, Riccardo Terlizzi, percussioni; Tonino Battista, direttore 

Con la partecipazione di:
Luciano Tristaino, flauto; Francesco Grassi, clarinetto 
Allievi Siena Jazz University; Allievi Chigiani 
Una coproduzione Accademia Musicale Chigiana/Siena Jazz-Accademia Nazionale del Jazz 
In collaborazione con l’ISSM “Rinaldo Franci”. Attività del Polo Musicale Senese. 
Musiche di Reich, Glass, Coleman, Loueke, De Johnette, Zorn e altri. 

04 agosto - “Jam session in Contrada”, ore 21.30
Contrada del Valdimontone - Società Castelmontorio
Piazza A. Manzoni, 6 
Esibizione di studenti e docenti dei Corsi. 

05 agosto - “Jam session in Contrada”, ore 21.30
Contrada Sovrana dell’Istrice - Società Il Leone
Via Camollia, 209 
Esibizione di studenti e docenti dei Corsi  

06-07 agosto - Concerti finali degli studenti e docenti dei corsi - 2ªparte, ore 21.00
Contrada della Tartuca - Società M. S. Castelsenio 
Via A. Mattioli, 7 - Orti dei Tolomei  

Saggi finali 2ª settimana dei corsi 
con la partecipazione di: Michael Mayo, Sara Serpa, Philip Dizack, Giovanni Falzone, Ben Wendel, Achille Succi, Gilad Hekselman, Nir Felder, Harmen Fraanje, Kevin Hays, Matt Brewer, Furio Di Castri, Kendrick Scott, Ettore Fioravanti.  

Tutti i concerti sono a ingresso libero con l’esclusione del concerto del 3 agosto: “Chigiana meets Siena Jazz”, gestito dall’Accademia Chigiana. 

Tutte le informazioni aggiornate sul sito ufficiale www.sienajazz.it/

Siena Jazz
Accademia Nazionale del Jazz
Fortezza Medicea, 10
53100 – Siena
_________________________________________________________________________________

Il Conservatorio Frescobaldi fa lezione al Jazz Club | Siglata la convenzione: il Torrione diventa aula per lezioni e workshop

Lo scorso novembre è stata siglata la convenzione tra l’associazione culturale Jazz Club Ferrara e il Conservatorio Frescobaldi, con lo scopo di fare del Torrione San Giovanni la sede delle lezioni del Dipartimento jazz per l’intero anno accademico 2020-2021. Il Torrione, tra i più rinomati jazz club italiani e non solo, è ora tra le sedi dell’istituto di alta formazione musicale ferrarese, e si conferma luogo di sperimentazione e d’innovazione, anche in un periodo fortemente colpito dall’emergenza sanitaria e dalla conseguente chiusura al pubblico dei luoghi della cultura. Si tratta, infatti, della prima esperienza, a livello nazionale, di collaborazione tra un conservatorio e un jazz club nell’uso continuativo degli spazi – originariamente utilizzati per i concerti – come aule di studio. “In accordo con il presidente Maria Luisa Vaccari – spiega il direttore del Conservatorio, Fernando Scafati – sono lieto che la convenzione con il Jazz Club di Ferrara abbia preso avvio. Dal 2018 siamo in attesa di una sede succursale che, ancora, purtroppo, non riusciamo a ottenere”. La necessità di utilizzare altri spazi oltre a quelli già presenti nella sede ‘centrale’ di largo Antonioni è dettata dall’espansione dei corsi del Frescobaldi, a seguito della riforma degli studi accademici di tipo universitario nelle istituzioni AFAM (Alta formazione artistica e musicale). “Il Conservatorio ha l’esigenza di avere spazi a disposizione per ospitare lezioni, masterclass con docenti ospiti, laboratori, ma anche le attività di produzione” prosegue Scafati. “In quest’ottica confidiamo che la collaborazione con il Jazz Club possa offrire un’opportunità per gli studenti, provenienti da ogni parte d’Italia e non solo, di entrare in contatto con le più importanti realtà del panorama jazz che trovano nel Torrione Jazz club una sede d’elezione”. “La convenzione stretta tra Conservatorio e Jazz Club Ferrara rappresenta un’occasione unica per poter contribuire alla crescita formativa e culturale della città. - Aggiunge il presidente del Jazz Club Ferrara, Federico D’Anneo - In condizioni normali, questa collaborazione avrebbe potuto esercitare una ricaduta anche sull’attività concertistica del Jazz Club. In particolare le lezioni di musica d’insieme avrebbero dovuto sfociare in jam session serali aperte al pubblico e i workshop in concerti dei docenti (sia interni che esterni) e degli studenti. Ci auguriamo che tutto ciò in futuro possa accadere, coronando il proposito alla base di questa collaborazione, ovvero quello di fare del Torrione al contempo uno spazio formativo, performativo e di produzione”. Il rapporto di collaborazione riguarda il temporaneo utilizzo degli spazi del Torrione San Giovanni da parte del Conservatorio, per lo svolgimento di attività formative, workshop, seminari e musica d’insieme degli studenti del Dipartimento Jazz. Il Torrione di via Rampari di Belfiore-corso Porta Mare, è di proprietà del Comune di Ferrara (con concessionario il Jazz Club). Gli spazi sono utilizzati dal Frescobaldi per le lezioni dal lunedì al giovedì, dalle 9.30 alle 19.30, fino al 1° luglio 2021. Fino al perdurare delle disposizioni normative in materia di emergenza da Covid-19, l’utilizzo delle sale concesse sarà contingentato e saranno applicati tutti i protocolli di sicurezza attivati dal Jazz Club Ferrara. Il Jazz Club, nelle due ampie aule a disposizione, mette inoltre a disposizione gli strumenti per lo studio: un pianoforte, due batterie, due amplificatori per basso, due amplificatori per chitarra, un contrabbasso, un pianoforte elettrico e due impianti audio. Il Conservatorio ha integrato la dotazione presente al Torrione aggiungendovi un pianoforte a coda, una tastiera e un amplificatore per basso e partecipa alle spese relative alle utenze e alla sicurezza.

Il Covid-19 non ferma la didattica al Jazz Club: al via, domenica 7/2, la III° edizione di The Unreal Book

Domenica 7 febbraio, al via la terza edizione di The Unreal Book ciclo di studi diretto da Piero Bittolo Bon e Alfonso Santimone, dedicato all’approfondimento di strategie improvvisative e repertori poco battuti all'interno dei canali ufficiali dell’insegnamento jazzistico.vData l’impossibilità di aprirli al pubblico a causa dell’emergenza sanitaria, gli appuntamenti didattici saranno riservati ad una rosa di allievi del Dipartimento Jazz del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. L’iniziativa, organizzata da Jazz Club Ferrara e Associazione Bologna in Musica, è cofinanziata dalla L.R 2/18. Gli studenti intraprenderanno un percorso che andrà snodandosi tra la libera improvvisazione ed alcuni elementi desunti sia dalla conduction di Butch Morris, sia dalle tecniche avanzate legate a “Cobra” (uno dei Game Piece di John Zorn), passando per una serie di esercizi di gruppo volti ad affinare l’ascolto reciproco, il gioco di squadra ed il suono dell’ensemble. Sarà dato particolare rilievo alla responsabilità diretta dei musicisti nell'inventare originali modalità di improvvisazione atte a scardinare l'univocità del rapporto tra direzione ed ensemble. Parallelamente, il gruppo affronterà un repertorio composto da brani originali degli insegnanti, nonché da alcune pagine di importanti compositori quali Steve Coleman, Henry Threadgill, Tim Berne, Steve Lehman, George Russell, Bill Frisell ed altri ancora. In quest'ambito avrà ampio spazio anche lo studio delle tecniche di arrangiamento in tempo reale e differito.vGli incontri, che daranno l’opportunità di ottenere crediti formativi ulteriori, si terranno nelle domeniche di febbraio (7, 14, 21 e 28) a conclusione delle quali il gruppo svolgerà un concerto che sarà trasmesso in diretta streaming sui canali social del Conservatorio e del Jazz Club Ferrara.
_____________________________________________________________________________________


“La Fondazione, le Accademie e le iscrizioni all’anno accademico 2020-2021”

La Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro” ha ulteriormente rafforzato la sua organizzazione didattica articolandola in otto Accademie specializzate nella formazione musicale dei diversi strumenti, tanti quanti sono gli indirizzi dei corsi di Laurea attivati,nominandone i rispettivi Direttori:

Accademia Pianistica: Direttore Franco Scala
Accademia del Violino: Direttore Boris Belkin
Accademia del Violoncello: Direttore Enrico Bronzi
Accademia della Viola e Quartetto: Direttore Antonello Farulli
Accademia del Flauto: Direttore Andrea Manco
Accademia della Chitarra: Direttore Giovanni Puddu
Accademia della Musica da Camera: Direttore Marco Zuccarini
Accademia della Composizione: Direttore Marco Di Bari

Ogni Accademia si avvale della docenza di musicisti di grande spessore e professionalità che garantiscono, con continuità, i valori e le linee guida della Fondazione, con l’intento di formare giovani talenti capaci di inserirsi nel mercato del lavoro e di vivere con alta professionalità il proprio mestiere. L’offerta formativa di ciascuna Accademia è oggi così articolata:

CORSI TRADIZIONALI
• Corsi Pre-accademici di durata pluriennale fino al raggiungimento dei 19 anni
• Corsi Triennali dai 19 ai 26 anni
• Corsi Post Diploma e Senior oltre i 26 anni

CORSI UNIVERSITARI
• Corsi di Laurea Triennale e Laurea Magistrale articolati in otto indirizzi, equipollenti alle Lauree Universitarie L3 e LM 45, e ai Diplomi Accademici di Conservatorio ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici (art. 1, co. 102-107, legge di stabilità 2013 L. 228/2012).


All’ elenco si aggiungono, il Corso di Fortepiano tenuto dal docente Stefano Fiuzzi, realizzato in collaborazione con l’Accademia Bartolomeo Cristofori di Firenze, e il Corso di Direzione d’Orchestra tenuto dal docente Marco Boni, realizzato in collaborazione con la Young Orchestra del Teatro Comunale di Bologna. I valori che caratterizzano tutte le Accademie della Fondazione sono quelli che Franco Scala fissò trent’anni fa creando nel 1989 l’Accademia Pianistica di Imola, e che hanno consentito all’istituzione di qualificarsi come scuola d’eccellenza nel panorama musicale nazionale ed internazionale. La Fondazione promuove il nuovo anno accademico 2020.2021 aprendo le procedure di iscrizione dal 1 maggio al 1 settembre. Gli esami di ammissione avverranno a partire dal 15 settembre.

Tutte le info su www.imolamusicacademies.org
info@imolamusicacademies.org +39 054230802 (10-12/15-17)