Stages

Corsi, Stage e tutto ciò che riguarda la formazione musicale in ambito folk e world

Il Canto Sociale
Storia Geografia e Generi del Canto Sociale
Laboratorio pratico per voci libere o strumenti musicali
Condotto da Salvatore Panu (fisarmonica e voce)
Primo incontro mercoledì 15 maggio 2019 ore 18
Piazza dell'Unità 4/B - Bologna (Ospiti della Fondazione Duemila)
Il laboratorio proseguirà a cadenza tendenzialmente settimanale fino al 15 settembre
(con una pausa da definire nei mesi di luglio e agosto e con possibile proseguimento fino a dicembre 2019).

Il canto sociale è un concetto molto ampio, utile proprio in tal senso perché ci permette di comprendere la storia e l’attualità dei canti di protesta, di lotta, di lavoro e più in generale tutte le pratiche musicali delle culture popolari di tradizione orale. Nel recente passato, questa storia cantata, si riattiva in Italia a partire fin dagli anni Cinquanta con l’esperienza del Cantacronache e in maniera più diffusa a partire dai primi anni Sessanta con la nascita del Nuovo Canzoniere Italiano e quindi di tutti i Canzonieri diffusi in Italia (fra cui il Canzoniere delle Lame di Bologna) e soprattutto con la presa di coscienza da parte dei soggetti popolari stessi, dell’importanza e della bellezza della propria cultura popolare di tradizione orale, non più segno di inferiorità sociale ma tratto distintivo di riscatto delle differenze. Questa storia si arricchisce infatti anche con la diffusione delle ricerche antropologiche, sociali ed etnomusicologiche e l’intreccio continuo con i movimenti politici e culturali, con tutti quegli intellettuali rovesciati che hanno contribuito a questa presa di coscienza, incrociandosi in gran parte attorno all’esperienza dell’Istituto Ernesto De Martino. Il canto sociale rischia continuamente di farsi genere musicale ma sfugge sempre, grazie alla sua estensione, alle etichette di mercato, grazie alle ineluttabili nuove generazioni che hanno praticato successivamente la presa di parola critica sul mondo. Dagli anni '80 la canzone politica diminuisce la sua vena creativa ed emergono altri fenomeni più rilevanti dal punto di vista etno-sociologico musicale: le sottoculture punk degli anni '80, il rap e l'hip hop negli anni '90 e le culture dei migranti che sbarcano in Europa nel nuovo millennio. La dimensione europea della storia del canto sociale ha sicuramente due momenti di enorme importanza: il repertorio dei canti della Comune di Parigi (1871) e quelli della Guerra civile e della Resistenza spagnola (1936-39). Molta vivacità ha espresso soprattutto a partire dagli anni Sessanta anche la cultura latino americana. Infine, per capire a fondo la complessità delle culture popolari di tradizione orale, è importante approfondire lo studio delle singole culture popolari, per esempio quella tuttora viva e non in conserva della Sardegna, come di tante altre singole regioni italiane o di altre parti del mondo. Il laboratorio è un'iniziativa a partecipazione gratuita e rientra nelle iniziative di valorizzazione dell'Archivio Storico del Canzoniere delle Lame di Bologna. L'iniziativa "Il Canto Sociale" fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica. Per ulteriori informazioni visita il sito www.bolognaestate.it

________________________________________________________________________________

Pierre Bensusan per la prima volta in Italia per una masterclass, mostre storiche e tanta musica dal vivo con Jeff Pevar, Paul Stowe, Trevor Morris e molti altri ospiti italiani e internazionali. L’anteprima del programma del salone di Cremona Musica dedicato alla chitarra

Per tre giorni Cremona diventerà non solo la “Città del violino”, ma anche terra di chitarre, grazie alla quarta edizione dell’Acoustic Guitar Village. Jeff Pevar, Pierre Bensusan, Paul Stowe e Trevor Morris sono solo alcuni dei nomi che animeranno l’edizione 2019 del salone di Cremona Musica dedicato alle chitarre, coordinato da Alessio Ambrosi. Cremona Musica (27-29 settembre 2019) è un evento unico al mondo che affianca al lato business tipico della fiera il lato artistico tipico dei grandi festival internazionali, per un appuntamento che richiama nella “Città del violino” tutti gli amanti della musica, dagli amatori ai professionisti, dai musicisti ai produttori di strumenti. L'evento porterà nella “music valley” non solo i migliori costruttori di strumenti musicali d’alta qualità da tutto il mondo, ma anche tanti artisti e giornalisti internazionali, per un evento straordinario. Cremona è la capitale mondiale della musica, e con Cremona Musica diventa un punto di incontro e di scambio dove si vive la passione, ci si incontra, nascono nuove idee e opportunità di business e si vive la musica a 360 gradi. Sono già aperte le iscrizioni alle masterclass dell’Acoustic Guitar Village 2019, sia sulla didattica che sulla liuteria, appuntamenti classici e immancabili per approfondire le tematiche più attuali nel mondo della chitarra.

MASTERCLASS DI TECNICA CHITARRISTICA
Fra i protagonisti di quest’anno il chitarrista franco-algerino Pierre Bensusan, per la prima volta in Italia per una masterclass. Pluripremiato e stimato concertista world music, Bensusan terrà tre giorni di masterclass incentrate sull’accordatura DADGAD, di cui è il maggiore interprete mondiale. A completare il programma della masterclass didattiche ci sarà Michelangelo “Micki” Piperno, docente e concertista di fama internazionale, le cui lezioni saranno incentrate sul completamento stilistico.

MASTERCLASS DI LIUTERIA CHITARRISTICA
Per le masterclass di liuteria sono stati chiamati tre grandi maestri di oltreoceano. Lo statunitense Ken Parker terrà un ciclo di lezioni dal titolo “La tradizione si evolve”, il connazionale Dana Bourgeois spiegherà come “Dare voce ad una chitarra tradizionale in corde d’acciaio”, mentre il canadese Michael Greenfield parlerà sia di questioni che riguardano la costruzione dello strumento, sia della gestione del laboratorio e del lavoro. Tutte le masterclass sono pensate per allievi di ogni livello, dagli esperti agli amatori, e sono tradotte in italiano. Le iscrizioni sono aperte fino a settembre sul sito 

TUTTI GLI EVENTI DEDICATI ALLA CHITARRA
A Cremona Musica si festeggeranno i 50 anni dal Festival di Woodstock con un evento live che avrà come culmine l’esibizione di Jeff Pevar, il chitarrista di David Crosby. Arricchiscono il programma di musica dal vivo il contest “New sounds of acoustic music”, il 7° Italian Bluegrass Meeting, con gruppi da tutta Italia e gli special guest Paul Stowe e Trevor Morris, il Bob Brozman Memorial Slide Contest, e la rassegna Corde & Voci d’Autore per chitarristi cantautori. Ci saranno anche tre eventi speciali: uno sulla chitarra classica, il 2° Convegno “La Chitarra in Italia tra Ottocento e Novecento”, e il seminario sulla chitarra slide “Slide a go-go”. Completano il programma dell’Acoustic Guitar Village le tre mostre storiche "La slide guitar, scivolare sulle corde", “Le chitarre nei secoli”, e “Music is our life”, dedicata agli strumenti etnici da tutto il mondo. Nell’edizione 2018 Cremona Musica ha ospitato 320 espositori, di cui oltre la metà dall’estero, e oltre 160 eventi, per un programma a tutto tondo capace di richiamare nella “Città del violino” oltre 18.000 visitatori. Cremona Musica si articola in cinque aree tematiche, Mondomusica (archi) e che accoglie anche le Edizioni Musicali, Piano Experience (pianoforte), Acoustic Guitar Village (chitarre), Cremona Winds (fiati), Accordion Show (fisarmoniche).
_______________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________

Stage di organetto diatonico con Filippo Gambetta a Lecce
 Sabato 16 e Domenica 17 Novembre 2019
LECCE, Fondo Verri


Continua la rassegna di stage, organizzata da Claudio Prima - dedicata alla divulgazione artistica e accademica dell’organetto diatonico attraverso l’incontro con strumentisti provenienti da diverse aree geografiche e musicali. Dopo lo stage di organetto brasiliano tenuto da Renato Muller è la volta di Filippo Gambetta. Filippo Gambetta proporrà durante lo stage alcuni brani di composizione per organetto a 2 file / 8 bassi, scritti e registrati nel disco “Otto Baffi” pubblicato nel 2015. Le melodie proposte sono perlopiù brani da danza (scottish, polca, valzer, bourrée) e sono nate sull’organetto a 2 file e 8 bassi. Lo stage rappresenta l’occasione per guardare all’organetto con una prospettiva aperta; durante le due giornate verranno anche proposti semplici arrangiamenti a più voci, per stimolare la pratica d’insieme. Verrà anche proposta una alessandrina tradizionale dell’Appennino Ligure, del repertorio tradizionale delle “Quattro Province”, trascritta dal docente. Agli iscritti al corso verranno fornite in anticipo le partiture dellle musiche che verranno insegnate nelle due giornate. Per partecipare al corso è necessario un organetto in sol/do a due o più file. Lo stage si inserisce nella Rassegna MareAperto ed è organizzato dall’Associazione Culturale Manigold di Lecce. Fa parte di un programma di appuntamenti di studio centrati sull’organetto, che proseguiranno durante l’anno e che hanno come obiettivo la divulgazione e lo sviluppo della conoscenza dello strumento in Puglia. Il prossimo stage sarà condotto da Claudio Prima il 13 e 14 Aprile.
Filippo Gambetta si dedica alla composizione di musica originale per l’organetto diatonico oltre a studiare e a proporre repertori specifici come la musica tradizionale irlandese e nord italiana; collabora inoltre con artisti e gruppi le cui visioni musicali vanno oltre l’universo propriamente folk. Oltre all’organetto diatonico, Filippo suona il mandolino brasiliano, strumento con cui si dedica principalmente al genere musicale choro, la musica popolare strumentale carioca. Con il trio che comprende Claudio de Angeli alla chitarra acustica e Riccardo Barbera al contrabbasso, Filippo Gambetta propone da oltre dieci anni la musica di propria composizione. Con questa formazione ha realizzato due cd per l’etichetta Felmay – Pria Goaea (2002) e Andirivieni (2009). L’album di esordio di Filippo Gambetta, intitolato Stria, è stato realizzato con l’omonima formazione nel 2000, sempre per Felmay. Nello stesso anno Filippo Gambetta vince il primo premio del Greenage Festival (Collegno) ed il secondo premio del Kaustinen Folk Music Festival Competition (Finlandia). Nel 2015 esce Otto Baffi, un lavoro incentrato sull’organetto a due file / otto bassi, contenente 12 tracce di composizione, 22 musicisti ospiti ed autoprodotto. L’album vince il Premio Nazionale Città di Loano come miglior album di musica tradizionale italiana, il più importante riconoscimento nazionale nell’ambito della World Music. Viene inoltre presentato dalle più importanti emittenti radiofoniche europee. In duo con Emilyn Stam e con Carmelo Russo, Gambetta ha presentato Otto Baffi in importanti rassegne italiane ed europee“

Lo stage si terrà a Lecce. Il costo di partecipazione è di 50 Euro.
Per informazioni e iscrizioni scrivere a info@manigold.it 
www.filippogambetta.com
________________________________________________________________________________

SIMONE BOTTASSO
LEZIONI DI MUSICA INDIVIDUALI SU SKYPE !
prenota il tuo Decaffeinato (lezione gratuita di prova) su www.simonebottasso.com/teacher


#organetto #improvvisazione #composizione #arrangiamento
#nuovetecnologie #teoriamusicale #armonia #trascrizionespartiti
_________________________________________________________________________________


FRANCO MORONE

Corso Chitarra Fingerstyle dal 7 al 10 Giugno 
posti disponibili
Poggio agli Ulivi, Osimo (An) 

Corso di chitarra fingerstyle in un casale della campagna marchigiana. Il programma di studi è fissato in relazione al livello di esperienza del singolo partecipante: base, intermedio o avanzato. Gli indirizzi musicali di formazione sono: blues, jazz, tradizionale italiano, celtico, etnico inclusi brani di autori contemporanei. Teoria: lettura ritmica, ear training, melodia, armonia, arrangiamento e composizione. Strumento: basso alternato, ostinato, walking, harp style, bass melody, percussioni, bottleneck, open & alternate tunings, tapping ed altre tecniche avanzate. Costi: L’iscrizione si attiva con un acconto di 60.00 incluso nella quota di partecipazione che è di 400.00 euro. La quota include il corso di chitarra e la pensione completa in stanza singola dalla cena del Venerdì fino alla colazione di Lunedì. Il corso inizia alle 16.00. Il costo pensione completa per accompagnatori è di 250.00 euro con prenotazione in stanza doppia.  
Per iscriversi: versare l'acconto di 60.00 euro con al link PayPal, quindi inviare una e-mail a Franco Morone con la scheda di partecipazione compilata.

Seminario Annuale 2019 dal 23 al 28 Luglio
In collaborazione con il Comune e la Proloco di Malosco

Seminario di chitarra fingerstyle in un hotel immerso nella quiete del bosco! Il programma di studi è concordato con l'insegnante in relazione al livello individuale dei partecipanti: base, intermedio ed avanzato. Il repertorio organizzato in relazione ai seguenti generi: blues, jazz, celtico, tradizionale italiano, etnico, songs e brani originali. Lezioni sullo strumento: impostazione, basso alternato/ostinato/walking, accordature alternative, bottleneck, harp style, percussioni, tapping ed altre tecniche del fingerstyle. Lezioni di teoria: lettura ritmica, ear training, melodia, armonia, arrangiamento e composizione. 
Programma: Al mattino sono organizzate le lezione di gruppo, al pomeriggio quelle individuali. A seguito dell'iscrizione ogni partecipante riceve via e-mail 4 brani in formato pdf, in pentagramma e tabs, da preparare per il workshop. I partecipanti sono invitati a partecipare al concerto di Venerdì con brani in solo, in duo e in orchestra con altri partecipanti. L'esibizione non è obbligatoria ma costituisce una esperienza formativa consigliata. Franco si esibirà in concerto Sabato sera.
Costi: L’iscrizione si attiva con un acconto di 60.00 euro incluso nella quota di partecipazione che è di 450.00 euro. La quota include il corso di chitarra + pensione completa in stanza doppia dalla cena del Martedì fino alla colazione della Domenica. La richiesta della stanza singola comporta un costo aggiuntivo di 50.00 euro. Il costo della pensione completa per gli accompagnatori è di 300.00 euro con pensione completa e prenotazione in stanza doppia. L’appuntamento è Martedì 24 alle ore 17.00  c/o la Casa Alpina, v.le Alpino 11, Malosco. Contattare Franco via e-mail per ulteriori chiarimenti e richieste specifiche.
Per iscriversi: versare l'acconto di 60.00 euro usando il link PayPal quindi inviare la e-mail con la scheda compilata. E' preferibile inviare una e-mail prima di procedere al pagamento dell'acconto.

Seminario Gavazzana Blues
Domenica 4 Agosto ore 15:00 
Cantine del Blues Festival, Gavazzana 

Incontro didattico per apprendere e migliorare le tecniche fingerstyle blues. Oltre ad apprendere tecniche di blues tradizionale e contemporaneo i partecipanti avranno opportunità di ripercorrere, attraverso esempi pratici, diversi argomenti base: migliorare il proprio suono, velocizzare la lettura e perfezionare la propria esecuzione. Si consiglia di portare il proprio strumento e preparare un paio di brani per dare a Franco l’opportunità di ascoltare i singoli partecipanti e suggerire percorsi individuali.  Inviare una e-mail per ulteriori  informazioni contact@francomorone.it. Quota di partecipazione 40.00 euro.

Per info 
_________________________________________________________________________________

FARA MUSIC FESTIVAL 2019
LE SUMMER SCHOOL 2019 DAL 22 AL 28 LUGLIO

Giunte alla XIII edizione, le Clinics del Fara Music rinnovano il corpo docente, confermandosi come uno degli eventi didattici più attesi del nostro Paese. 7 Giorni di seminari full time che prenderanno piede all'interno del Comune di Fara in Sabina dal 22 al 28 luglio 2019. Concerti, jam session per una esperienza irripetibile in uno dei borghi storici più belli del centro Italia a soli 35 minuti da Roma. Un corpo insegnanti davvero unico, con alcuni tra gli artisti più quotati a livello internazionale e nazionale che vede la partecipazione di JONATHAN KREISBERG/FABIO ZEPPETELLA al dipartimento di chitarra, MATT CLOHESY/DARIO DEIDDA al dipartimento di basso e contrabbasso, MARTIN BEJERANO/ANDREA POZZA al Dipartimento di piano e COLIN STRANAHAN/ROBERTO GATTO al Dipartimento di Batteria. Per quanto riguarda il Laboratorio di Canto è affidato ancora una volta a CINZIA SPATA.

SEMINARI DI STRUMENTO
Il corpo docente internazionale nuovo di zecca con alcuni tra i musicisti più quotati della nuova scena jazzistica. Il percorso rivolto ad innalzare qualitativamente la proposta didattica attraverso la creazione di piccoli gruppi di studio suddivisi in tre livelli (High-Medium-Propedeutico). Il numero di allievi è stato ridotto a 70 musicisti, proprio per essere seguiti in maniera più meticolosa e per dare più spazio al singolo musicista sia durante le lezioni sia durante la musica d’insieme. L’approfondimento delle finalità pratiche rappresenta il percorso ormai consolidato delle Clinic del Fara Music. Lo studio dello Strumento, l’Ensemble, il Laboratorio di musica d’insieme sono i tre elementi fondanti del Fara Music Summer School 2019. Le classi di Strumento saranno organizzate in piccoli gruppi.  Gli studenti saranno guidati dal docente del proprio corso. L’Ensemble, ovvero, classi di musica d’insieme caratterizzate da musicisti con le stesse competenze musicali e guidate dai diversi docenti dei seminari.

VOCAL JAZZ LAB – CINZIA SPATA
Il corso è indirizzato ad allievi di canto a indirizzo Jazz. Durante il laboratorio saranno affrontati argomenti legati alla “Performance nel Jazz”. Si spazierà dall’adeguata sonorità da utilizzare nel canto jazz, al rispetto e alla conoscenza delle più importanti strutture armoniche all’ interpretazione dello standard, sia esso ballad, swing, bossa e alla gestione del trio di base (piano, basso, batteria). Il Jazz lab trio nasce dall’esigenza di simulare ciò che spesso accade ai gruppi di Jazz prima di una gig o una jam session, situazione su cui spesso gli studenti di canto non riescono ad esercitarsi. Esso tende ad evidenziare la necessità della conoscenza di un linguaggio comune e delle strutture armoniche.

CORPO DOCENTI

Dipartimento di chitarra: JONATHAN KREISBERG/FABIO ZEPPETELLA
Dipartimento di basso e contrabbasso: MATT CLOHESY/DARIO DEIDDA
Dipartimento di piano: MARTIN BEJERANO/ANDREA POZZA
Dipartimento di batteria: COLIN STRANAHAN/ROBERTO GATTO
Dipartimento di canto: CINZIA SPATA

SEMINARI DI STRUMENTO – 200,00 €; LABORATORIO DI CANTO – € 250,00

IL PROGRAMMA DIDATTICO:

LUNEDi’ 22 LUGLIO:
ore 15.00/19.00, AUDIZIONI

da MARTEDì 23 a GIOVEDI’ 25 LUGLIO
Corpo Docente costituito da: KREISBERG/CLOHESY/STRANAHAN/BEJERANO
ore 10.00/13.00: Classi di Strumento
ore 15.00/18.00: Ensemble

da VENERDI’ 26 a DOMENICA’ 28 LUGLIO
Corpo Docente costituito da: ZEPPETELLA/GATTO/POZZA/DEIDDA
ore 10.00/13.00: Classi di Strumento
ore 15.00/18.00: Ensemble

DOMENICA 28 LUGLIO:
ore 18.00: Saggio finale sul Main Stage del Fara Music Festival

Per info e costi
328 7664585
info@faramusic.it
_________________________________________________________________________________

Masterclass e corsi estivi di Assisi Suono Sacro 2019
Alla scoperta della musica ispirata e della gestione delle emozioni nella comunicazione musicale

Sono aperte le iscrizioni per le Masterclass organizzate da Assisi Suono Sacro 2019, l’appuntamento oramai annuale che sta sempre più diventando elemento centrale del Festival omonimo, ma soprattutto un vero e proprio laboratorio per la costruzione di un musicista ispirato e illuminato. Al centro, infatti, dei corsi come del Festival la vocazione alla ricerca del valore universale della musica e del suo intrinseco rapporto con la profondità di una dimensione spirituale del fare arte. Tutti i corsi estivi  si terranno al centro di Assisi, si svolgeranno nel mese di agosto 2019 dal 3 al 18 e coinvolgeranno un corpo docente altamente qualificato, provenienti ad esempio da Conservatori italiani, università americane, Teatro alla Scala ecc., musicisti ed esperti musicali di fama internazionale. Assisi Suono Sacro propone tre tipologie di corsi e masterclass: corsi che preparano gli allievi all’arte della creazione e della composizione musicale, corsi classici di interpretazione musicale ed un ciclo di seminari che spazia dall’improvvisazione alle nuove frontiere della musica.
Nello specifico: Per il corso di Composizione e pratica compositiva il docente sarà Stefano Taglietti. Altro corso di Composizione, sarà tenuto dal maestro  Carlo Forlivesi. Per il corso di songwriter il docente sarà Cork Maul. La Masterclass di interpretazione prevedono il corso di violino tenuto da Patrizio Scarponi; il Corso di Clarinetto tenuto da Gianluigi Caldarola; il Corso di Corno tenuto da  Valerio Maini; il Corso di Arpa tenuto da Maria Chiara Fiorucci; i Corsi di Pianoforte tenuti da Michele Fabrizi, Elmar Slama e Sebastiano Brusco; il corso di Viola tenuto da Gualtiero Tambè; il corso di violoncello tenuto da Vito Vallini; il corso di Contrabbasso tenuto dal docente Milton Masciadri; il corso di Percussioni tenuto da Ivan Mancinelli; il corso di flauto tenuto da Andrea Ceccomori; infine il corso di canto tenuto dalla soprana Elisa Bovi. I quattro seminari in programma sono:  il corso di improvvisazione “Get inspired” di Andrea Ceccomori; il corso di improvvisazione e composizione del maestro Fabrizio De Rossi Re; Musica e visual Media di  Marco Testoni; infine il corso di organo tenuto da Carlo Forlivesi. Maggiori informazioni sui corsi e su tutti i docenti sono disponibili sul sito assisisuonosacro.eu. Le iscrizioni scadono il 31 maggio. Accanto ai corsi sono previsti numerosi concerti degli allievi e dei loro insegnanti che animeranno la città di Assisi durante tutto il periodo in spazi tipici e particolari, appositamente destinati dalla città come chiese, musei, sale comunali, spazi aperti ecc. insieme ad altri concerti di carattere più festivaliero con artisti internazionali da Austria, Giappone e altri paesi ed un particolare concerto dedicato agli animali e le cui date ed eventi saranno resi noti nelle prossime comunicazioni.