Festival Canzone D'Autore

I principali festival dedicati alla canzone d'autore e al rock



43° EDIZIONE
PREMIO TENCO 2019
17 - 18 - 19 OTTOBRE
TEATRO ARISTON / SANREMO

E’ stato annunciato oggi, nel corso di una conferenza stampa a Milano, il ricco cast della 43° edizione della RASSEGNA DELLA CANZONE D'AUTORE (PREMIO TENCO 2019) in programma il 17, 18 e 19 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo. Nella tre giorni si alterneranno generi e stili musicali differenti sempre sotto il segno autentico della canzone d’autore con i protagonisti intenti, come di consuetudine, nel portare, sul prestigioso palco che ha visto protagonisti negli anni i più autorevoli artisti nazionali e internazionali (da Jacques Brel a Leonard Cohen, da Tom Waits a Nick Cave, da Fabrizio De André a Paolo Conte, da Francesco Guccini a Giorgio Gaber), set unici e pensati esclusivamente per il Tenco 2019. Quest’anno si avvicenderanno: i Premi Tenco 2019, Gianna Nannini e Eric Burdon, le Targhe Tenco Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Manuel Agnelli e Rancore,  quindi Achille Lauro, passando per un inedito omaggio tutto al femminile a un altro Premio Tenco 2019, Pino Donaggio, da parte di Nina Zilli, Levante e Petra Magoni accompagnate dagli Gnu Quartet e poi Ron, Sergio Cammariere, gli Stadio e tantissimi altri per 27 artisti in cartellone e altri attesi negli incontri pomeridiani. Inoltre, così come per l’edizione 2018, la conduzione sarà affidata alla coppia formata dallo storico presentatore Antonio Silva e dall’eclettico musicista e cantautore Marco Castoldi, alias Morgan. Il titolo del Tenco 2019 è Dove vola colomba bianca e si propone come memoria storica della canzone italiana dal 1951 (prima edizione del Festival) fino ai giorni nostri.  Uno sguardo sul panorama della musica leggera nazionale dall’osservatorio della canzone d’autore. Sono state predilette, quindi, scelte artistiche che vanno in questa direzione. «Così come nell’arte e nella letteratura anche nella canzone la colomba viene spesso percepita nella sua versione “viaggiante” che trasferisce costumi e abitudini - ha spiegato in una nota il Responsabile artistico del Club Tenco, Sergio Secondiano Sacchi -. Come Sebastián Iradier che, arrivando dal porto dell’Avana, con la sua Paloma portò l’habanera in Europa ispirando Albéniz, Ravel, Debussy e, soprattutto Georges Bizet, nella sua Carmen. O anche la più celebre colomba nazionale di Nilla Pizzi che fa da messaggero tra innamorati. Ed è per questa metafora costante di percorsi musicali, culturali e politici, che ci è parso giusto intitolarle il tema del Tenco 2019». «In un periodo dove a molti, e in tutti i campi, sembra così importante il ruolo della memoria la nostra Rassegna si propone di tracciare un itinerario della “Memoria storica” della canzone italiana che ha in Sanremo il suo naturale epicentro - ha proseguito Sacchi -. Il percorso di “Dove vola colomba bianca” non può che partire dal Festival intrecciandosi poi, in maniera inevitabile, con quello del Club Tenco. Perché non va dimenticato che le due manifestazioni hanno avuto un unico ideatore, Amilcare Rambaldi. Quindi, l’anamnesi innanzitutto: ecco perché ogni partecipante al Tenco 2019, cantante, musicista, relatore, illustratore, pittore, rappresenta una tessera del mosaico storico della canzone». La Rassegna della canzone d’autore (Premio Tenco) di Sanremo è l’occasione in cui vengono consegnati sia i Premi Tenco che le Targhe Tenco e alla quale vengono invitati i nomi più interessanti della canzone d'autore nazionali ed internazionali. Nel corso degli anni la Rassegna ha acquisito sempre più prestigio per le proposte e contenuti culturali e per la qualità dei nomi presenti con esibizioni esclusive e jam session assolutamente inedite. Sono stati protagonisti, tra gli altri, alla Rassegna della canzone d’autore (Premio Tenco): Fabrizio De André, Giorgio Gaber, Paolo Conte, Gino Paoli, Lucio Dalla, Roberto Vecchioni, Franco Battiato, Ivan Graziani, Roberto Benigni, Renato Carosone, Pierangelo Bertoli, Pino Daniele, Jovanotti. E ancora: da Joni Mitchell a Tom Waits, da Antonio Carlos Jobim a Lluis Llach, da Patti Smith a Caetano Veloso, a Nick Cave hanno reso il palcoscenico della rassegna, nel corso di quarant’anni, una fra le più prestigiose ribalte internazionali. Il Premio Tenco è un riconoscimento assegnato dal comitato direttivo del Club Tenco dal 1974, alla carriera degli artisti che hanno apportato un contributo significativo alla canzone d'autore mondiale. Due le tipologie, quella per cantautori e quella per "operatori culturali". Le Targhe Tenco sono, invece, votate dalla più ampia giuria in Italia composta da giornalisti, esperti e critici musicali.
GIOVEDÌ 17 OTTOBRE. Ad aprire la prestigiosa Rassegna della canzone d’autore con la storica sigla ad omaggiare Luigi Tenco, sarà ACHILLE LAURO. Quindi, la serata sarà dedicata ai vincitori delle Targhe Tenco 2019: VINICIO CAPOSSELA (disco assoluto), DANIELE SILVESTRI, MANUEL AGNELLI e RANCORE (canzone singola), ENZO GRAGNANIELLO (album in dialetto), ALESSIO LEGA (interprete di canzoni), FULMINACCI (opera prima) e un rappresentante di ADORIZA (album collettivo a progetto). Ad arricchire la serata, PEPPE VOLTARELLI & ALESSANDRO D’ALESSANDRO.
VENERDÌ 18 OTTOBRE sarà la volta di SERGIO CAMMARIERE. Oltre ai 4 Premi Tenco (tre alla carriera e uno all’operatore culturale), quest’anno è stato ripristinato il Premio “I suoni della canzone” vinto da GAETANO CURRERI degli STADIO che si esibirà, assieme allo storico gruppo musicale. Inedite anche le esibizioni di NINA ZILLI, LEVANTE e PETRA MAGONI che, accompagnate dagli GNU QUARTET, omaggeranno il maestro PINO DONAGGIO, vincitore del Premio Tenco 2019. Esibizione speciale anche per RON e per PEPPE VOLTARELLI & ALESSANDRO D’ALESSANDRO. Performance anche per FRIDA BOLLANI MAGONI. A chiudere la serata, il Premio Tenco 2019, ERIC BURDON, ex cantante dei The Animals e dei War che ha poi proseguito la sua importante carriera da solista.
SABATO 19 OTTOBRE sul palco salirà il Premio Tenco 2019, GIANNA NANNINI, che ha in serbo un set a sorpresa esclusivo per la Rassegna. Nella stessa sera anche ROBERTO BRIVIO,  attore, cantante, cabarettista e chansonnier, membro dello storico gruppo I Gufi; poi MIMMO LOCASCIULLI, PEPPE VOLTARELLI & ALESSANDRO D’ALESSANDRO, DAVID RIONDINO la cantante e violoncellista SIMONA COLONNA e verrà consegnato il Premio Tenco 2019 Operatore culturale a FRANCO FABBRI.
A firmare la regia del Premio Tenco 2019 sono Arturo Minozzi (già regista per Rai e Sky) e Giuseppe Marco Albano. Direttore della fotografia, Marco Lucarelli.
L’offerta culturale e musicale parte, come sempre, sin dal pomeriggio nelle diverse location di Sanremo: presentazioni, mostre, incontri, concerti - inediti e appositamente realizzati dal Club Tenco - che andranno in scena tra la Pigna, nel cuore della città vecchia, e nella sede del Club Tenco, ex stazione ferroviaria. A partire da mercoledì 16 ottobre all’ Ex Chiesa di Santa Brigida (Pigna) si esibirà ALESSIO LEGA con le canzoni di Franco Fortini, il giorno a seguire protagonista sarà la canzone francese con GIANGILBERTO MONTI. Venerdì 18 ottobre sarà la volta del Folkstudio con il Recital di ERNESTO BASSIGNANO e sabato 19 ottobre CLAUDIA CRABUZZA porterà in scena le canzoni di Violeta Parra. Introduzioni a ogni spettacolo di PEPPE VOLTARELLI & ALESSANDRO D’ALESSANDRO.
MASTERCLASS / A SCUOLA CON DE ANDRÉ - Dopo il successo del convegno CANTAUTORI A SCUOLA, si è proseguito con un ciclo di Masterclass sui cantautori che ha avuto inizio lo scorso anno con un focus su GIORGIO GABER. Quest’anno protagonista sarà FABRIZIO DE ANDRÉ. Una mattinata, quella di mercoledì 16 ottobre, assieme agli studenti delle scuole superiori di Sanremo, per approfondire il significato, il periodo storico, culturale e politico in cui De André ha vissuto e scritto le più straordinarie canzoni. Alla Masterclass prenderanno parte anche artisti e personaggi da sempre affascinati, studiosi o collaboratori del cantautore ligure nonché la compagna di vita DORI GHEZZI quindi, MICHELE SERRA,  MAURO PAGANI, VITTORIO DE SCALZI e MORGAN. 
MOSTRE - Saranno 3 le mostre allestite nel corso della Rassegna della canzone d’autore. Il Forte di Santa Tecla (ex carcere) ospiterà la mostra Io credevo – 44 tele per le canzoni di Gianni Siviero - di Marco Nereo Rotelli con proiezioni notturne sulla facciata realizzate dall’artista in una performance live. Un’appendice sarà visibile presso il Casinò di Sanremo. Nella sede del Club sarà allestita la mostra di Larry Camarda Larry - Tenco Mashup Comics in cui i grandi cantautori italiani sono accostati ai personaggi del fumetto nazionale nella cornice delle loro storiche copertine. Una mostra diffusa sarà, invece, quella realizzata da Sergio Staino con illustrazioni sparse nei negozi della città.
LA COLLANA DEL CLUB TENCO - Prosegue la pubblicazione dei Libri del Club Tenco. Io credevo, Canzoni di Gianni Siviero, edito da Squilibri, è un omaggio di 37 cantanti a una delle colonne del Tenco degli inizi. Il doppio cd-book, con un libretto di oltre 100 pagine, sarà presentato a Milano giovedì 10 ottobre e saranno presenti molti interpreti intervenuti nel disco: cantautori storici come Roberto Vecchioni e Gualtiero Bertelli e artisti dell’area milanese (Priviero, Lega, Brivio, Patrucco, Ghielmetti, Monti, Sulutumana, Sanfilippo, Sestomarelli, Caldarini). Nonché Marco Nereo Rotelli che per l‘iniziativa ha prodotto ben 43 illustrazioni. 
La Rassegna della Canzone d'Autore (Premio Tenco 2019) è organizzata dal Club Tenco con il contributo del Comune di Sanremo, SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, Nuovo IMAIE, Regione Liguria, Camera di Commercio delle Riviere di Liguria, Coop Liguria, Coop Italia, Grandi Auto, Casinò di Sanremo, Confcommercio di Imperia e Royal Hotel, in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 17 al 19 ottobre. 
Sono aperte le prevendite. Con l’abolizione del diritto di prevendita i biglietti hanno lo stesso prezzo sia in prevendita che al botteghino. 

PROGRAMMA COMPLETO
TEATRO ARISTON

Mercoledì 16 ottobre (ore 10.30)
Masterclass su Fabrizio De André
Intervengono: Michele Serra, Dori Ghezzi, Mauro Pagani, Vittorio De Scalzi, Morgan.

Giovedì 17 ottobre (ore 21.00)
Achille Lauro
Peppe Voltarelli
Fulminacci
Daniele Silvestri
Manuel Agnelli
Rancore
Enzo Gragnaniello
Alessio Lega
Vinicio Capossela
PRESENTANO: Antonio Silva e Morgan

Venerdì 18 ottobre (ore 21.00)
Stadio
Sergio Cammariere 
Ron
Peppe Voltarelli
Nina Zilli - Levante - Petra Magoni (accompagnate dagli Gnu Quartet per un omaggio a Pino Donaggio Premio Tenco 2019)
Petra Magoni Frida Bollani (piano)
Eric Burdon Premio Tenco 2019
PRESENTANO: Antonio Silva e Morgan

Sabato 19 ottobre (ore 21.00)
David Riondino
Roberto Brivio
Peppe Voltarelli
Mimmo Locasciulli  
Simona Colonna
Franco Fabbri Premio Tenco operatore culturale 2019
Gianna Nannini Premio Tenco 2019
PRESENTANO: Antonio Silva e Morgan

FORTE DI SANTA TECLA (EX- CARCERE)
Io credevo – 44 tele per le canzoni di Gianni Siviero - Mostra di Marco Nereo Rotelli con proiezioni notturne sulla facciata realizzate dall’artista in una performance live. Inaugurazione mercoledì 16 settembre ore 21.00.

CASINÒ DI SANREMO
Alcune opere della mostra di Marco Nereo Rotelli saranno anche allestite presso il Casinò di Sanremo. Inaugurazione martedì 15 ottobre alle ore 17.00.

EX-SANTA BRIGIDA (PIGNA)
Ore 18.30
introduzioni a ogni spettacolo: Peppe Voltarelli & Alessandro D’Alessandro

Mercoledì 16 ottobre
Le canzoni di Franco Fortini – Alessio Lega

Giovedì 17 ottobre
La canzone francese. Giangilberto Monti

Venerdì 18 ottobre
Il Folkstudio – Recital di Ernesto Bassignano

Sabato 19 ottobre
Le canzoni di Violeta Parra – Claudia Crabuzza

SEDE DEL CLUB TENCO
All’interno della Sede del Club sarà allestita, durante la Rassegna della Canzone d’autore, la mostra di Larry Camarda Larry - Tenco Mashup Comics in cui i grandi cantautori italiani sono accostati ai personaggi del fumetto nazionale nella cornice delle loro storiche copertine. Una galleria di doppi ritratti: un cantautore e un eroe dei fumetti a fianco, uniti per assonanze, emozioni e altre caratteristiche. Inaugurazione martedì 15 ore 18.00.

POMERIGGI IN SEDE
Ore 15.00

MERCOLEDÌ 16 ottobre (libri su De  André)
DANIELA BONANNI e GIPO ANFOSSO - presentano del libro “La mia prima volta con Fabrizio De André. 515 Storie”
PAOLO FINZI, direttore di “A” Rivista Anarchica, presenta il libro “Che non ci sono poteri buoni: il pensiero (anche) anarchico di Fabrizio De Andrè”
Interventi musicali di MASSIMO SCHIAVON

GIOVEDì 17 ottobre
CLAUDIO RICORDI presenta il libro “L' inventore dei cantautori. Nanni Ricordi: una storia orale”
PAOLO TALANCA presenta in anteprima il libro “Fra la via Emilia e il West. Francesco Guccini: le radici, i luoghi, la poetica”
BOBO RONDELLI presenta il libro “Cos'hai da guardare”
SERGIO SACCHI e SERGIO STAINO presentano il Cantautore e il cd su Piero Ciampi
Incontro con PAOLO DEL BON e con TERESA GUCCINI e LORENZO LUPORINI
Interventi musicali di MASSIMO SCHIAVON - BOBO RONDELLI – PEPPE VOLTARELLI & ALESSANDRO D’ALESSANDRO

VENERDÌ 18 ottobre
MICAELA BONAVIA presentazione del libro "Gaber-Brel. Dialogo" di Micaela Bonavia
ALESSIO LEGA presentazione del libro “La Nave dei Folli: la biografia di Ivan Della Mea”
“Vi presento Sergio Bardotti”, chiacchierata con NINI GIACOMELLI
Incontro con JACOPO TOMATIS e FRANCO FABBRI - Popular music e Storia della canzone italiana
Interventi musicali di OLDEN - ALESSIO LEGA - VITTORIO DE SCALZI

SABATO 19 ottobre
MASSIMO POGGINI presenta il libro “Massimo Riva vive! La vita rock dello storico chitarrista di Vasco”
ALESSANDRO PORTELLI presenta il libro “Note americane. Scritti sulla musica negli Stati Uniti”
JULIA DE FLORIO e ALESSIO LEGA avranno come protagonista il padre della canzone d’autore russa Okudžava
SERGIO SACCHI e MARCO NEREO ROTELLI presentano il cd-book “Io credevo, Canzoni di Gianni Siviero”
MIMMO FERRARO e DAVID RIONDINO illustrano il progetto “Archivio della Memoria”
Interventi musicali di OLDEN - ALESSIO LEGA - DAVID RIONDINO

www.clubtenco.it - www.premiotenco.it - www.aristonsanremo.com
www.facebook.com/clubtenco - twitter.com/ClubTenco
_________________________________________________________________________________


CONTO ALLA ROVESCIA PER IL 
PREMIO BIANCA D’APONTE
L’UNICO CONTEST ITALIANO PER CANTAUTRICI
IL 25 E 26 OTTOBRE AL TEATRO CIMAROSA DI AVERSA CON TOSCA, ENZO GRAGNANIELLO, GINEVRA DI MARCO & CRISTINA DONÀ E MOLTI ALTRI OSPITI
NUMEROSI PREMI PER LE FINALISTE DEL CONTEST

Inizia il conto alla rovescia per la 15a edizione del Premio Bianca d’Aponte. Il 25 e 26 ottobre (dalle ore 20) infatti si apriranno le porte del Teatro Cimarosa di Aversa per l’appuntamento annuale con la nuova canzone d’autrice. A salire sul palco ci saranno, oltre le finaliste del contest, importanti nomi del panorama musicale italiano, a partire da Enzo Gragnaniello, Ginevra Di Marco & Cristina Donà e la madrina di questa edizione, Tosca, che interpreterà “Anima scalza” di Bianca d'Aponte insieme ad alcuni brani in anteprima del suo prossimo album. Nella serata di venerdì 25 con la coppia formata Di Marco/ Donà si esibiranno Giuseppe Anastasi, Gabriele Avogadro, Tony Canto, Kaballà e Pilar. Nel cast del sabato, oltre a Gragnaniello e Tosca, ci saranno invece il collettivo AdoRiza, Rossana Casale, Elena Ledda, Carlo Marrale, Mariella Nava, Mauro Palmas, Suonno d’Ajere. Ad aprire entrambe le serate sarà la vincitrice dello scorso anno, Francesca Incudine. La conduzione è affidata a Ottavio Nieddu e Carlotta Scarlatto, mentre la direzione artistica è di Ferruccio Spinetti. Il perno di entrambe le serate sarà la finale del concorso, che è l’unico in Italia riservato a cantautrici. In lizza quest’anno Eleonora Betti da Arezzo, Chiara Bruno da Palermo, Chiarablue da Rieti, Rebecca Fornelli da Bari, Jole da Manfredonia (Foggia), Martina Jozwiak da Ancona, Lamine da Trapani, La Tarma da Reggio Emilia, Giulia Ventisette da Firenze, Cristiana Verardo da Lecce. Ad accompagnare alcune delle finaliste sarà come da tradizione l’Orchestra Bianca d'Aponte diretta da Alessandro Crescenzo. Per assistere alle serate è obbligatoria la prenotazione a uno di questi numeri: 335 7665665 – 335 5383937 oppure alla mail info@biancadaponte.it Nel corso delle serate sarà disponibile la compilation della 15a edizione del Premio che il pubblico potrà ricevere in cambio di un’offerta presso il banco di Emergency, cui sarà devoluto l’intero ricavato. Il festival inizierà già giovedì 24 ottobre, con una sorta di anteprima. Dalle 10 alle 17 nella sala conferenze dell’Hotel del Sole ci sarà infatti un workshop a ingresso libero su “La qualità della scrittura (testi e musica)” con autori come Giuseppe Anastasi e Giuseppe Barbera e l’editore musicale Angelo Franchi. Il venerdì dalle 11 sarà invece la volta di un incontro sui “Diritti connessi” con Giorgia Crimi, in programma nell’aula magna del Liceo classico e musicale “Domenico Cirillo”. Sabato è prevista una mattinata fitta di appuntamenti nella sala conferenze dell’Hotel del Sole, tutti a ingresso libero. Si comincerà alle 10 con la presentazione del libro “Fra la via Emilia e il West - Francesco Guccini: le radici, i luoghi, la poetica” (Hoepli editore) di Paolo Talanca. Alle 11 ci sarà un incontro con le dieci finaliste, mentre alle 12 sarà la volta della presentazione del volume “Incanto. Viaggio nella canzone d’autrice” (edizioni l’Erudita) di Fausto Pellegrini. Molti i riconoscimenti in palio per il contest, a partire dal premio assoluto, il Premio Bianca d’Aponte, e dal premio della critica, dedicato a Fausto Mesolella, storico direttore artistico della manifestazione. Alla vincitrice assoluta andrà una borsa di studio di 1000 euro offerta dalla cooperativa Doc Servizi, comprensiva di iscrizione alla cooperativa, di consulenza e tutela. Per il Premio Fausto Mesolella la borsa di studio sarà di 800 euro. Sono inoltre previste menzioni per miglior testo, migliore musica e migliore interpretazione. Anche quest'anno poi il contest darà diritto a un tour di otto concerti realizzato grazie al NuovoImaie (progetto realizzato con i fondi dell’art.7 L. 93/92) e riservato alla vincitrice o, in mancanza dei requisiti richiesti dal NuovoImaie, a una delle altre finaliste. Molti i premi da parte di enti e associazioni esterne all’organizzazione: quello dell’etichetta Suoni dall’Italia di Mariella Nava, con la proposta di una possibile collaborazione artistica; quello di Soundinside Basement Records, con la realizzazione di un video live in studio; quello del Virus Studio, chiamato “Premio ’Na stella” (titolo di una canzone di Mesolella), con l’incisione in studio di un brano con la produzione artistica di Ferruccio Spinetti; quello di XO la factory con la produzione, registrazione e promozione di un singolo; quello dell’Associazione Virginia Vita con una borsa di studio di 500 euro. Faranno parte della giuria per il premio assoluto: Giuseppe Anastasi (cantautore), Giuseppe Barbera (musicista e compositore), Mimì Ciaramella (musicista e compositore), Sergio Delle Cese (booking Antenna Music Factory), Angelo Franchi (AF47 Music), Kaballà (cantautore), Elena Ledda (cantautrice), Carlo Marrale (cantautore), Alberto Menenti (paroliere), Alfredo Rapetti Mogol (paroliere), Mariella Nava (cantautrice), Alberto Quartana (Leave Music), Gianfranco Reverberi (musicista e compositore), Paolo Romani (discografico), Brunella Selo (cantautrice), Corrado Sfogli (musicista e compositore), Tosca (cantautrice), Roberto Trinci (Sony edizioni), Fausta Vetere (cantautrice). Per il Premio “Fausto Mesolella” saranno presenti: Carmine Aymone (Corriere del Mezzogiorno), Roberta Balzotti (RAI), Fabrizio Basso (SkyTg 24), Angiola Codacci Pisanelli (L’Espresso), Valerio Corzani (Rai Radio3), Enrico de Angelis (critico musicale), Mauro De Cillis (Rai Isoradio), Giuliano Delli Paoli (Ondarock), Ciro De Rosa (Blogfoolk), Max De Tomassi (Rai Radio1), Cecilia Donadio (Tgr Campania), Angela Garofalo (Cronache di Caserta e Napoli), Nicola Iuppariello (DiscoDays), Elisabetta Malantrucco (Rai Radio Techete’), Nino Marchesano (Repubblica Napoli), Michele Monina (critico musicale), Francesco Paracchini (L’isola che non c’era), Paolo Pasi (Tg3), Duccio Pasqua (Rai Radio1), Diego Paura (Il Roma), Fausto Pellegrini (Rainews24), Stefano Piccirillo (Radio Kiss Kiss), Timisoara Pinto (Rai Radio1), Alessia Pistolini (critico musicale), Massimo Poggini (spettakolo.it), Ivan Rufo (Festival Botteghe d’Autore), Paolo Talanca (Fatto quotidiano), John Vignola (Rai Radio1). Il Premio Bianca d’Aponte è promosso dall’Associazione Musicale Onlus Bianca d’Aponte, con partner privilegiato il Comune di Aversa e con il patrocinio della Giunta Regionale Campania.Partner sono: Emergency, M.A.U., NuovoImaie, Doclive, Suoni dall'Italia, Premio Andrea Parodi, L'Isola che non c'era, Blogfoolk, Virus Studio, Soundinside Basement Records, XO la factory. Media Partner è Rai Radio Live. Sponsor Tecnico: Backline Rent

Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 - info@biancadaponte.it - www.biancadaponte.it
________________________________________________________________________________

Rassegna "Storica e Nuova Canzone d'Autore"
Ferrara, 1 e 2 Novembre

Venerdì 1 NOVEMBRE – Sala Teatro Estense ore 20,45
MARCO FERRADINI  in Concerto
FLACO BIONDINI & PAOLO CAPODACQUA in Concerto
Opening Act LEONARDO VERONESI

Sabato 2 NOVEMBRE - Sala Teatro Estense ore 20,45
EUGENIO FINARDI in Concerto
ALBERTO CAMERINI in Concerto
 Opening Act MARCO STELLA 



Reduce dallo strepitoso successo conseguito in Estate a  Bordighera con la rassegna ‘d’Autore e d’Amore’, l’associazione ligure “Aspettando Godot”  ritorna a Ferrara per la realizzazione dell’ottava edizione della Rassegna  “Storica e Nuova Canzone d’Autore”. La manifestazione è perfettamente in linea con la  “tutela e diffusione Culturale della Storica Canzone d’Autore Italiana”, finalità apertamente dichiarata nelle statuto dell’associazione organizzatrice. La Rassegna di Ferrara 2019 avrà luogo il 1 e 2 Novembre , come di consueto alla sala Teatro Estense con inizio alle ore  20.45,  ingresso ad offerta. Tra i protagonisti spicca immediatamente il nome di Eugenio Finardi che ha già partecipato a questa Rassegna nel 2017. Di grande valore anche gli altri artisti partecipanti:  Marco Ferradini (eseguirà un estratto del concerto “La mia generazione” in ricordo di Herbert Pagani), l’arlecchino del Rock italiano Alberto Camerini. Si esibiranno finalmente insieme Flaco Juan Carlos Biondini e Paolo Capodacqua (chitarristi storici di Francesco Guccini e Claudio Lolli) con il loro recital “Nelle nostre corde”. Di tutto rispetto anche gli opening act delle due serate, Leonardo Veronesi e Marco Stella. La manifestazione è realizzata con il sostegno del Comune di Ferrara e beneficia del Patrocinio della Regione Emilia Romagna.  Soprattutto questo evento è reso possibile da un oneroso impegno economico in prima persona da parte dell’associazione Culturale Musicale ‘Aspettando Godot’ che da diversi anni “resiste e insiste strenuamente” nella realizzazione della Rassegna ‘Storica e Nuova Canzone d’Autore’  a Ferrara. L’accesso ai concerti a semplice offerta libera la dice davvero lunga sulla passione senza scopo di lucro che anima l’associazione organizzatrice, che non ha le spalle coperte da alcuno sponsor. “Aspettando Godot” si presenta quindi nuovamente a Ferrara con due serate che si preannunciano di grande musica d’Autore.

Info Concerti su www.aspettandogodot.it
_________________________________________________________________________________

17a edizione
Festival Dallo Sciamano allo Showman
Dal 3 agosto al 16 novembre
Valle Camonica – Barcellona – Svizzera 
17 anni di canzoni d’autore


AL VIA DOMANI CON DAVIDE VAN DE SFROOS
Tra i prossimi appuntamenti PIJI, RONDELLI, LAQUIDARA, VOLTARELLI e MOLTI ALTRI
Quattro mesi di concerti, showcase, interviste, incontri nelle scuole, incursioni “shomannate” e un pensiero a De André 

Il festival Dallo Sciamano allo Showman, da quest’anno semplicemente “Lo Shomano”, nel 2019 si appresta a festeggiare il suo diciassettesimo compleanno all’insegna della canzone d’autore. Lo fa senza scaramanzia, ma con la consueta voglia di bellezza e di leggerezza che lo accompagnano da sempre, e con la promessa di preparare per il proprio pubblico incontri umani e musicali che anche questa volta lasceranno il segno. Ecco quindi che in un cartellone di 14 appuntamenti (incluso il concerto del giovane cantautore Alessio Arena, che ha già avuto luogo lo scorso 16 marzo a Barcellona in occasione dello Shomano International, anteprima spagnola del festival), dal 3 agosto al 16 novembre, lo Shomano proporrà grandi nomi dello spettacolo e giovani autori emergenti del panorama nazionale e locale, concerti e presentazioni di libri, un matinée dedicato alle scuole e un evento culturale che avrà luogo in Svizzera. Nel quarantennale dall’inserimento delle incisioni rupestri della Valle Camonica tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO lo Shomano, che nel corso degli anni ha ideato fumetti, cartoon e magliette ad esse dedicati, in questa 17^ edizione ha voluto realizzare un festival che ripercorra tracce importanti: dai ritorni artistici che hanno permesso di costruire un progetto trapuntato di segni, alla targa alla memoria a Fabrizio De André (cantautore che ha decisamente e indelebilmente lasciato il suo segno). Con una novità legata a un’iniziativa del 2018: la nascita degli Shomannati, un gruppo eterogeneo di autori, cantautori, cantanti e folli sognatori che ha deciso di dar vita a un progetto che parli, con musica e parole, dei segni della Valle Camonica, e che vedremo impegnati in alcune serate del festival insieme agli artisti in cartellone. Tra di loro: Laura Lalla Domeneghini, Carlo Kamal Bonomelli, Mirela Isaincu, Simon, Marzia Morandini, Paola Bressanelli, Paola Cominelli e Bibi Bertelli. Anche nel 2019, confermate le collaborazioni con i prestigiosi compagni di viaggio di sempre: il Club Tenco di Sanremo e il Festival catalano Cose di Amilcare.
IL PROGRAMMA– L’edizione 17, si accennava, sarà caratterizzata da alcuni felici ritorni: quello di Davide Van De Sfroos, per iniziare, che sabato 3 agosto aprirà il Festival a Edolo con una data del suo fortunato VanTour 2019 (unico spettacolo a pagamento, biglietti in vendita a 10 € - per informazioni: Comune di Edolo 0364-773029). Verrà poi il momento del cantautore romano Piji, in concerto l’8 agosto a Paspardo, con Canzoni e stelle: Gaber, Django e la Swing Politik e di Bobo Rondelli che il 10 agosto a Pisogne – ospitato nella programmazione della 22^ Mostra Mercato del paese lacustre – presenterà il libro Cos’ hai da guardare (opera autobiografica in cui il cantautore livornese fa i conti, soprattutto con sé stesso) e non mancherà di regalare al pubblico alcuni dei suoi brani più amati. A Borno, in collaborazione come di consueto con il Circolo Culturale La Gazza, lo Shomano porterà un aperitivo letterario in musica e parole con Daniela Bonanni autrice (con Gipo Anfosso) del libro La mia prima volta con Fabrizio De André. 515 storie e con l’accompagnamento musicale del chitarrista Matteo Callegari. Nel 2019 ricorrono 20 anni dalla scomparsa del cantautore genovese, ma nonostante ciò Faber è ancora vivo, amato e presente nell’immaginario collettivo e continua a unire vite e generazioni. Il 18 agosto al musil - Museo dell’Energia Idroelettrica di Cedegolo la cantautrice Patrizia Laquidara insieme alla sua band porterà in Valle Camonica un concerto di presentazione del suo ultimo album – C’è qui qualcosa che ti riguarda – tra canzoni e letture. A Breno un quartetto di tutto riguardo – composto da David Riondino, Alessio Lega,Sergio Staino e dal fisarmonicista Guido Baldoni – nella serata di sabato 14 settembre porterà l’incontro musicale Cantare scrivendo: due generazioni di cantautori a confronto, sulla scrittura delle loro canzoni e delle canzoni che li hanno ispirati. Qualche giorno dopo – il 20 settembre, al Teatro San Filippo di Darfo Boario Terme – l’eclettico Peppe Voltarelli ci porterà in Viaggio nei porti del mondo, un intenso concerto con le più belle canzoni di Leo Ferré, Jacques Brel, Joaquin Sabina, Sergio Endrigo, Charles Aznavour e Domenico Modugno, cantori dei porti di tutto il mondo. Il 21 settembre lo Shomano tornerà a Pisogne, questa volta allo Spazio STORiE, per la presentazione del libro della critica teatrale del Giornale di Brescia Paola Carmignani La passione teatrale, una fiamma inestinguibile e l’indagine sul mistero dell’attore che dura da tutta una vita. La 17^ edizione del festival si concluderà nel mese di novembre: con un matinée riservato agli studenti del ciclo A scuola con lo Shomano al Teatro Giardino di Breno nel corso del quale Daniela Bonanni (già incontrata a Borno nel mese di agosto) e Gipo Anfosso, (entrambi docenti e autori di La mia prima volta con Fabrizio De André. 515 storie), Enzo Gentile (giornalista, conduttore radiofonico, consulente artistico e autore del libro Amico Faber) e Fausto Pellegrini (scrittore, vice caporedattore cultura e spettacolo di RaiNews24 e all’occorrenza musicista) racconteranno ai più giovani quello che forse è stato l’autore italiano più grande e rivoluzionario di sempre. Nel corso di questo incontro verrà consegnata la targa alla memoria SHOMANO 2019 Fabrizio De André a un rappresentante della Famiglia De André. L’ultimissima tappa del cartellone avrà luogo in Svizzera – a Winterthur e Horgen, il 15 e 16 novembre – e vedrà protagoniste, per una volta, le colonne portanti dello Shomano e del Centro Culturale Teatro Camuno: la scrittrice e autrice di canzoni Nini Giacomelli, che racconterà di territori, umanità sociale e solidale, musica e poesia e dell’“arte dell’incontro” e l’attrice Bibi Bertelli che l’accompagnerà con una selezione di letture. Tutti gli appuntamenti della 17a edizione del festival – ad eccezione del concerto di Davide Van De Sfroos – sono a ingresso gratuito. Alla conduzione delle serate Bibi Bertelli e Antonio Silva, mentre la direzione artistica è affidata all'autrice Nini Giacomelli. Le targhe che saranno consegnate sono realizzate dall'artigiano orafo Mauro Felter.

Per informazioni: 
Centro Culturale Teatro Camuno – teatrocamuno@libero.it| + 39 329 2447516
_________________________________________________________________________________


PAROLE AL VENTO
IV edizione
 Dal 4 ottobre al 13 dicembre 2019 
al Cineteatro Astrolabio di Villasanta (MB)
Suoni, racconti, visioni e performance con Stefania Rocca, Raffaele Casarano, Mirko Signorile, Patrizia Laquidara, Daniele Santimone, Stefano Benni, Umberto Petrin, Claudio Sanfilippo e Gino Cervi

Scatterà venerdì 4 ottobre, a Villasanta (MB), la quarta edizione di “Parole al vento”, rassegna nata quasi per gioco con l’obiettivo di realizzare appuntamenti basati sull’interazione di linguaggi diversi, al fine di creare un racconto inaspettato e inconsueto della nostra contemporaneità. L’augurio è, appunto, di riuscire sempre a lanciare “al vento” pensieri nuovi, capaci di volare con curiosità per poi posarsi chissà dove e in chissà chi, facendo germinare qualcosa d’imprevisto.  Di fatto, “Parole al vento” è un laboratorio in continua evoluzione, che promuove esperienze di scambio tra artisti, pubblico e operatori del settore. Gli spettacoli sono selezionati per aderire al motto «cultura è divertimento», un’esortazione a vivere esperienze capaci di stimolare in chiunque curiosità e capacità di resilienza in un mondo complesso. Il programma è un territorio d’incontro tra suoni, visioni, racconti e gestualità, con particolare attenzione a progetti con un alto grado d’innovazione. In questo contesto e mantenendo fede alla missione originaria della manifestazione si sviluppa anche la nuova edizione di “Parole al vento”, in programma fino al 13 dicembre con quattro imperdibili appuntamenti, che scandaglierà il rapporto tra la musica e la scrittura testuale su tematiche diverse, attuali e spesso complesse, trattate in modo innovativo e originale: l’immigrazione come ricerca di dignità personale e riscatto di popoli interi; la condizione umana come luogo d’incontro tra finito e infinito; la musica jazz come territorio di totale libertà espressiva; infine, lo sport come arte del confronto e poesia del gioco.  Si parte, come detto, venerdì 4 ottobre con «Preghiera in mare» (ore 21.30; ingresso 7-12 euro), spettacolo scritto e interpretato dall’attrice Stefania Rocca, volto noto del teatro, del cinema e della televisione, coadiuvata da due astri nascenti del jazz nostrano già apprezzati a livello internazionale come il sassofonista Raffaele Casarano e il pianista Mirko Signorile. Uno spettacolo essenziale, che non è teatro ma è anche teatro, non è un concerto ma è anche un concerto. Condivisione, accoglienza, diversità, solidarietà e la cultura a fare da ponte, con testi (tratti dal libro “Da questa parte del mare” del compianto Gianmaria Testa e “Sulla strada” di Jack Kerouac) e musiche sul tema delle migrazioni e della libertà dell’uomo, con uno sguardo particolare alla condizione femminile.  Si proseguirà venerdì 25 ottobre con una serata/incontro nel corso del quale la cantautrice Patrizia Laquidara, accompagnata dalle chitarre di Daniele Santimone, offrirà al pubblico un saggio delle sue doti narrative presentando alcuni estratti di «Ti ho vista ieri», la sua ultima fatica letteraria, oltre alle canzoni che l’hanno resa nota al grande pubblico e che hanno riscosso il plauso della critica specializzata. Si tratta di storie che raccontano l’irrompere del magico e dell’oltre nella vita quotidiana, storie in cui ci si riconosce e che sono raccontate attraverso lo sguardo di una bambina la cui prospettiva ci fa gustare quel mai sciolto intreccio tra finito e infinito che è la condizione umana. Venerdì 15 novembre sarà la volta di Stefano Benni, uno dei più noti e affermati scrittori italiani, e del pianista Umberto Petrin, che porteranno in scena «Misterioso. Viaggio nel silenzio di Thelonius Monk», spettacolo nato dalla volontà di rendere omaggio ad una delle più straordinarie, originali e rivoluzionarie figure della storia del jazz. Benni ricorderà Monk (di cui Petrin è uno dei massimi interpreti) leggendo brani inediti e passaggi tratti dalla biografia del pianista afroamericano, oltre a testi di Allen Ginsberg e Laurent De Wilde. “Parole al vento” si concluderà venerdì 13 dicembre con «I senza Brera», omaggio al grande Gianni Brera nel centenario della sua nascita, realizzato dal cantautore e scrittore milanese Claudio Sanfilippo e dal giornalista sportivo Gino Cervi. Un viaggio che racconta Milano in tre dimensioni, un percorso che restituisce l’anima della città attraverso le suggestioni musicali, letterarie e visive, setacciando tra le voci più alte che l’hanno raccontata e cantata: Carlo Porta, Franco Loi, Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Cochi e Renato, Dario Fo e altri. 

Un laboratorio in continua evoluzione
“Parole al vento” è una rassegna nata quasi per gioco con l’obiettivo di realizzare appuntamenti basati sull’interazione di linguaggi diversi, al fine di creare un racconto inaspettato e inconsueto della nostra contemporaneità. L’augurio è, appunto, di riuscire sempre a lanciare “al vento” pensieri nuovi, capaci di volare con curiosità per poi posarsi chissà dove e in chissà chi, facendo germinare qualcosa d’imprevisto. Di fatto, “Parole al vento” è un laboratorio in continua evoluzione, che promuove esperienze di scambio tra artisti, pubblico e operatori del settore. Gli spettacoli sono selezionati per aderire al motto «cultura è divertimento», un’esortazione a vivere esperienze capaci di stimolare in chiunque curiosità e capacità di resilienza in un mondo complesso. Il programma è un territorio d’incontro tra suoni, visioni, racconti e gestualità, con particolare attenzione a progetti con un alto grado d’innovazione. In questo contesto e mantenendo fede alla missione originaria della manifestazione si sviluppa anche la nuova edizione di “Parole al vento”, in programma fino al 13 dicembre con quattro imperdibili appuntamenti, che scandaglierà il rapporto tra la musica e la scrittura testuale su tematiche diverse, attuali e spesso complesse, trattate in modo innovativo e originale: l’immigrazione come ricerca di dignità personale e riscatto di popoli interi; la condizione umana come luogo d’incontro tra finito e infinito; la musica jazz come territorio di totale libertà espressiva; infine, lo sport come arte del confronto e poesia del gioco. 

Un po’ di storia
La prima edizione di “Parole al vento” ha visto la partecipazione di quattro cantautori di grande originalità come Mauro Ermanno Giovanardi, Marco Massa, Francesco Tricarico e David Riondino, mentre la seconda stagione ha coinvolto alcune protagoniste che hanno segnato profondamente il mondo della canzone italiana (Nada, Teresa De Sio, Cristina Donà e Patrizia Laquidara). La terza edizione ha, invece, posto l’accento su “matrimoni eccellenti” tra suono e letteratura, tra canzone d’autore e attorialità, ospitando musicisti, attori e autori di grande levatura come il trio formato da Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite, i cantautori Paolo Capodacqua, Beppe Fonte e Marco Massa, il duo composto da Edoardo De Angelis e Neri Marcorè e il large ensemble degli Equ, con la partecipazione straordinaria di Ivano Marescotti. Tutti i progetti portati in scena - alcuni dei quali in prima assoluta o realizzati in esclusiva per la rassegna brianzola - hanno mescolato quotidianità, musica e sentimenti con l’ambizione di mantenere fede a quella che è sempre stata la vera missione di ogni cantautore: raccontare la realtà attraverso gli occhi della poesia. 

Prodotta da AH-UM e CONTROLUCE con la collaborazione del Comune di Villasanta e il sostegno di Fondazione Cariplo, “Parole al vento” è una manifestazione pensata appositamente per il Cineteatro Astrolabio di Villasanta, che nel corso dell’anno propone una fitta programmazione di spettacoli teatrali e musicali, proiezioni cinematografiche e conferenze. AH-UM, dal 2000, opera nell’ambito della progettazione culturale e musicale, producendo esperienze creative e performative innovative, in grado di generare valore e che abbiano una connotazione etica, socialmente responsabile e sostenibile dal punto di vista ambientale, svolgendo un importante ruolo di sviluppatore di sinergie tra artisti, pubblico, operatori del settore e istituzioni. CONTROLUCE è un’organizzazione capace di gestire, su tutto il territorio nazionale, interventi volti alla valorizzazione del tempo libero attraverso l’organizzazione e la gestione di spettacoli cinematografici, teatrali e musicali con interventi diretti di gestione o per conto delle amministrazioni comunali. La direzione artistica di “Parole al vento” è di Antonio Ribatti, che ne è anche l’ideatore. Operatore attivo da oltre trent’anni in ambito culturale con vari ruoli (architetto, trombettista, fotografo, divulgatore, organizzatore, conduttore radiofonico, docente, produttore e dj), Antonio Ribatti collabora con numerose istituzioni e associazioni nazionali di rilievo come MIDJ, l’associazione dei musicisti italiani di jazz, e I-JAZZ, l’associazione nazionale che raccoglie alcuni dei più conosciuti e seguiti festival jazz italiani, ed è tra i fondatori, nel 2000, dell’AH-UM Milano Jazz Festival, evento residente dal 2010 nel quartiere Isola del capoluogo lombardo, secondo la formula del festival territoriale, capace di creare relazioni virtuose tra musicisti, operatori, commercianti e pubblico. 

Parole al vento: racconti e canzoni con Patrizia Laquidara venerdì 25 ottobre all'Astrolabio di Villasanta (MB)

Dopo “Preghiera in mare”, lo spettacolo che ha inaugurato la quarta edizione e che ha visto protagonisti sul palco del Cineteatro Astrolabio l’attrice Stefania Rocca e i jazzisti Mirko Signorile e Raffaele Casarano, entra nel vivo la manifestazione “Parole al vento”: venerdì 25 ottobre, a Villasanta (MB), sarà di scena (ore 21.30; ingresso 7-12 euro) la cantautrice Patrizia Laquidara, tra le voci più originali e interessanti del panorama italiano. Siciliana di nascita e veneta d’adozione, Patrizia Laquidara darà vita alla performance “Ti ho vista ieri”, nel corso della quale metterà in gioco le sue doti narrative, leggendo alcune pagine della sua omonima fatica letteraria, pubblicata di recente da Neri Pozza. A queste letture faranno da colonna sonora le canzoni che l’hanno fatta conoscere al pubblico come cantautrice, ma anche i brani di un repertorio “altro” che in maniera viva e potente contribuiranno a creare un filo conduttore tra lei e il pubblico. Gli spettatori saranno accompagnati in maniera giocosa e fanciullesca, ma anche in modo intimo ed emozionante, dentro le storie da lei scritte e raccontate. Storie che raccontano l’irrompere del magico e dell’oltre nella vita quotidiana, storie nelle quali ci si riconosce, raccontate attraverso lo sguardo di una bambina la cui prospettiva ci fa gustare quel mai sciolto intreccio tra finito e infinito che è la condizione umana. Narratrice, autrice, talvolta attrice, ma soprattutto musicista: il suo primo album è stato “Indirizzo Portoghese” nel quale spiccava il pezzo “Per Causa D’Amor” in cui Patrizia duettava con Mario Venuti: uscito nel 2003, le è valso l’invito al Festival di Sanremo (categoria Nuove Proposte) durante il quale si è aggiudicata il premio Alex Baroni per la migliore interpretazione, oltre al Premio assoluto della critica Mia Martini. Nel 2005 esegue “Noite Luar”, brano portante del film “Manuale d’amore”. Nel 2007 pubblica “Funambola” (prodotto da Arto Lindsay, icona della musica tropicalista, e da Patrick Dillett), indicato dal comitato del Premio Tenco come uno dei cinque dischi più belli della stagione. Nel 2011 dà alle stampe “Il Canto dell’Anguana”, album-indagine sulle tradizioni musicali dell’Alto Vicentino che si aggiudica la Targa Tenco per il “Miglior album dialettale”. Oltre a suonare in tutto il mondo, Patrizia recita in teatro e al cinema (nei film “Ritual - Una Storia Psicomagica” con Alejandro Jodorowsky e “Le Guerre Orrende”), duetta su disco o dal vivo con artisti internazionali (uno tra tutti, Ian Andreson dei Jethro Tull) e pubblica una raccolta di poesie dal titolo “Alphonsomangorey”. Nel 2013 vede la luce “Cara!”, album di cover dedicato alla musica brasiliana, di cui è interprete straordinaria. Nel 2018 arriva “C’è qui qualcosa che ti riguarda”, omaggio al femminile, alla bellezza, alla forza e alla fragilità, un album che unisce mirabilmente pop, canzone d’autore e suoni contemporanei. Lodato dalla critica e dalla stampa specializzata, il disco è tra i cinque finalisti per il “Miglior album in assoluto” del Premio Tenco 2019.

INFORMAZIONI UTILI
Cineteatro Astrolabio, via Goffredo Mameli 8, 20852 Villasanta (MB).
Tel: 0362-325341. 
Orari biglietteria: 9.30-18 da lunedì a venerdì.
Inizio concerti: ore 21.30.
Biglietti: 12 euro intero; 7 euro ridotto (under 14, over 65, residenti di Villasanta e altre convenzioni).
Prenotazioni: astrolabio.controluce@gmail.com