Festival Canzone D'Autore

I principali festival dedicati alla canzone d'autore e al rock

Elisa Ridolfi,  i Têtes de bois, Maria Grazia Calandrone, Paolo Hendel e Teresa Saponangelo a "Effetto Michelangelo", un simposio nazionale sul tema “cultura è salute”, con un omaggio a Ada D'Adamo, Premio Strega 2023

Effetto Michelangelo, il primo evento nazionale della rete “Cultura è Salute”,  porterà a Roma, nel complesso monumentale di Santo Spirito in Sassia, il 19 e 20 gennaio, i  rappresentanti di numerose fondazioni, associazioni, strutture sanitarie, museali e universitarie per confrontarsi sugli aspetti benefici e salutari dell’arte, intesa come strumento privilegiato della cura di sé e degli altri: un incontro-workshop con esperti e luminari che da anni studiano le relazioni tra cultura, scienza e medicina, sperimentando pratiche artistiche e processi culturali di grande giovamento per la salute. 
Accanto a loro, anche artisti di varie discipline, letterati e musicisti, per dare in presa diretta una prova di quanto possa essere benefica una performance artistica o poetica anche per il fisico delle persone. Nel contesto di enorme fascino delle Corsie Sistine (Borgo Santo Spirito 2) si annuncia di particolare interesse l’incontro del 19 gennaio che, con la direzione artistica e la conduzione di Andrea Satta, alle ore 20,30, vedrà interagire i Têtes de bois, al giro di boa dei trent’anni di vita ed arte ricostruiti di recente da Massimo Pasquini nel volume "La strada, il palco, e i pedali" (Squilibri editore); Maria Grazia Calandrone, scrittrice e poetessa con la sua ultima opera letteraria "Dove non mi hai portata" (Einaudi editore); Paolo Hendel, attore e commediografo di grande notorietà che interverrà alla sua maniera sul tema del convegno; e l’attrice Teresa Saponangelo che, già insignita di un Premio Donatello, leggerà alcuni brani del romanzo della compianta Ada D’Adamo, Come d’aria, Premio Strega 2023.
Assieme a loro anche la cantautrice e musicoterapeuta Elisa Ridolfi che con il suo ultimo album ha elevato un vero e proprio inno agli effetti benefici dell’arte sulla vita delle persone, come indicato fin dal titolo dell’album, Curami l’anima, pubblicato da Squilibri. Un titolo tutt’altro che casuale perché nel succedersi dei brani c’è qualcosa che davvero risuona come lenitivo di pene e tormenti, una sorta di unguento sonoro che la cantante deve aver sperimentato su di sé prima di farne dono agli altri. Non a caso, Jorge Fernando, tra i musicisti più autorevoli del fado portoghese, nell’introduzione all'album scrive che la voce di Elisa “è come acqua che scorre e bagna i cuori, anche quelli di pietra”: un effetto salutare che, per Ezio Nannipieri, patron di Musicultura, si può ottenere solo quando si canta “quello che si è”, immettendo in ogni brano vita e coraggio, sangue e respiro, lacrime e fantasia.
Con alle spalle una lunga attività di promozione del fado, avviata per iniziativa di Marco Poeta e con collaborazioni di grande prestigio, da Eugenio Finardi a  Francesco Di Giacomo, Elisa Ridolfi in effetti vanta anche una pluridecennale esperienza come musicoterapeuta, impegnata per anni sul canto come mezzo di formazione per donne e bambini: un’esperienza che continua e di cui si avverte più di un’eco nei brani del disco nei quali un nodo di vita e poesia sembra sciogliersi in una voce di grande fascino e personalità, giunta al culmine delle proprie capacità come timbrica, estensione e varietà di modulazioni. 
A Roma Elisa sarà accompagnata da Tony Canto, direttore artistico di Curami l’anima nonché tra i musicisti che l'hanno realizzato, oltre che autore e coautore di alcuni dei brani. 
Effetto Michelangelo è promosso dalla rete “Cultura è Salute” (110 strutture aderenti), nell’ambito dell’Associazione Club Medici, in collaborazione con la ASL ROMA 1 e il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Sanitaria, con i patrocini di FNOMCeO – Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e di ENPAM - Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri.