Festival Canzone D'Autore

I principali festival dedicati alla canzone d'autore e al rock


“Suoni contro muri”, il concerto di Flo, con Maurizio de Giovanni e Valeria Laureano
Sesto appuntamento del Trianon Viviani con la rassegna in streaming di musica e arte, ideata da Marisa Laurito, in collaborazione col museo Madre
In “31salvitutti” le storie di salvezza ed eroismo dell’affermata cantautrice
Da mercoledì 14 aprile, alle 20, sul sito e la pagina Facebook del teatro della Canzone napoletana

Il recital della cantautrice e attrice Flo, con le sue storie di salvezza e di eroismo, è il sesto appuntamento in streaming della rassegna Suoni contro muri del Trianon Viviani. Ideata da Marisa Laurito, direttore artistico del teatro della Canzone napoletana, in collaborazione col museo Madre, Suoni contro muri vede l’incontro tra la musica e l’arte. Mercoledì 14 aprile, alle 20, la giovane e affermata cantautrice si esibirà in 31salvitutti, con la presentazione di Maurizio de Giovanni e il contrappunto delle immagini della fotografa Valeria Laureano. In questo concerto Flo riprende i brani del suo nuovo album omonimo che racconta storie di salvezza ed eroismo. Il titolo richiama volutamente il grido dei bambini quando giocavano a nascondino nei cortili e per strada, scoprendosi coraggiosi. È il primo grido di vittoria, il primo verso eroico che si esclamava per lanciare la sfida al pericolo poco prima di iniziare a correre. Attraverso quella sfida si poteva salvare se stessi e gli altri giocatori. Non a caso, come ricorda la stessa Flo, «il “31”, in numerologia, rappresenta la lotta, il riscatto e la forza. In più c’è la salvezza, non come concetto, ma come istinto che ci muove e ci accomuna». Tutto questo ritorna e prende vita in questo concerto, nel quale le sue canzoni raccontano storie di salvezza e di eroismo consapevole o casuale che incitano a reagire e a volere il cambiamento. Qui si intrecciano le banlieues francesi, le strade di Napoli, le periferie, le storie di chi si sposta e rincorre la vita. Sul palcoscenico, ad accompagnare Flo, Marcello Giannini, chitarra elettrica, Federico Luongo, chitarra classica e chitarra elettrica, Davide Costagliola, basso elettrico e basso acustico, e Michele Maione, percussioni. «Un artista è uno che pensa, in forme espressive d’arte, che direttamente esprime se stesso in termini artistici. Flo è una grande artista, una straordinaria musicista con una bellissima voce. – afferma Maurizio de Giovanni nella sua presentazione di questo concerto – Ma le sue canzoni lasciano una traccia: sono dei racconti dell’intimo e dell’anima. Lei è innanzitutto un’autrice (il termine “cantautrice” rende troppo poco). Flo è deliziosa, ha un modo di raccontare dolce, un modo di insinuarsi sotto la superficie dell’anima e di restare lì. Il suo lavoro è splendido: racconta di sé, ma racconta tante altre storie, perché il bello è quando si raccontano le storie degli altri. Flo racconta se stessa attraverso le storie degli altri. È una straordinaria cantante e io sono fiero di essere dalla sua parte». In contrappunto al concerto il lavoro della fotografa Valeria Laureano. Dal 2017 collabora stabilmente con lo spazio espositivo Magazzini Fotografici in qualità di coordinatrice e fotografa. Con il suo primo progetto autoriale “Apice”, ha realizzato alcune mostre tra cui una nel 2017 promossa dall’Istituto italiano di Cultura di San Paolo in Brasile e una nel 2018 presso la galleria Lo.ft a Lecce. Nel 2018 viene selezionata tra gli otto partecipanti alla terza edizione del Laboratorio irregolare di Antonio Biasiucci, di cui è attualmente parte. Attualmente vive e lavora a Napoli come freelance e prosegue la sua personale ricerca fotografica. 31salvitutti sarà trasmesso in streaming (gratuito) sul sito, teatrotrianon.org, e la pagina Facebook, facebook.com/teatrotrianon, del Trianon Viviani – il teatro della Canzone napoletana e anche condiviso sui siti di Cultura Campania – ecosistema digitale per la Cultura (cultura.regione.campania.it), InStreaming.eu, nonché i canali social di museo Madre e Scabec. Repliche: venerdì 16 aprile, alle 21, e domenica 18 aprile, alle 18. Intanto, attraverso gli stessi canali, sempre per Suoni contro muri, domenica 11 aprile, alle ore 20, sarà trasmessa l’ultima replica di 3103 live streaming, il concerto di Tommaso Primo. La regia televisiva della rassegna è di Maurizio Palumbo, il coordinamento generale di Giovanni Pinto. Suoni contro muri si avvale del sostegno del Programma operativo complementare della Regione Campania (Poc 2014-2020). Sponsoring di Enel. Patrocinio di Rai Campania. Partner tecnico ProgettoPiano di Alberto Napolitano. Collaborazione di Essenzialmente Laura.
I brani in programma: 31salvitutti (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); Oui oui sauvage (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); Fai di me (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); Aurora boreale (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); L’uomo normale (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Sebastian Martel); Radio Volkan (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); Accussì (Alessio Sollo, Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); Marte27 (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); La gaviota (Alessio Arena – Floriana Cangiano, Michele Maione); Per guardarti meglio (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione); Miracolosa anarchica (Floriana Cangiano – Floriana Cangiano, Michele Maione).


“Suoni contro muri”, il concerto finale con Maldestro
Ultimo appuntamento del Trianon Viviani con la rassegna in streaming ideata da Marisa Laurito
Il ritorno del cantautore nel teatro di Forcella con il viaggio musicale introspettivo “EgoSistema.
Da mercoledì 21 aprile, alle 20, sul sito e la pagina Facebook del teatro della Canzone napoletana

La rassegna Suoni contro muri del Trianon Viviani si conclude con un concerto speciale, una sorta di “bonus track”, che vede protagonista il cantautore Maldestro in un viaggio musicale introspettivo. Mercoledì 21 aprile prossimo, alle 20, il recital EgoSistema segna il ritorno del cantautore nel teatro della Canzone napoletana, dove si era messo in luce nel 2014, aggiudicandosi il premio Palco libero come miglior musicista emergente. Ripreso anche nel disco omonimo, EgoSistema è un viaggio musicale introspettivo e intimistico, in cui Maldestro si racconta a tutto tondo. La voce graffiante e tormentata dell’artista invita ad assaporare ogni parola, immagine ed emozione suscitata dalle note. Una dichiarazione di libertà e di intenti attraverso cui il cantautore si mostra al pubblico con trasparenza e sincerità, lasciando che la sua identità artistica resti chiara e riconoscibile. Sul palcoscenico, ad accompagnare Maldestro, Luigi Pelosi, basso, Antonio Cece, chitarra, e Lorenzo Varchetta, batteria. EgoSistema sarà trasmesso in streaming (gratuito) sul sito, teatrotrianon.org, e la pagina Facebook, facebook.com/teatrotrianon, del Trianon Viviani – il teatro della Canzone napoletana e anche condiviso sui siti di Cultura Campania – ecosistema digitale per la Cultura (cultura.regione.campania.it), InStreaming.eu, nonché i canali social di museo Madre e Scabec. Repliche: venerdì 23 aprile, alle 21, e domenica 25 aprile, alle 18. Intanto, attraverso gli stessi canali, sempre per Suoni contro muri, domenica 18 aprile, alle ore 18, sarà trasmessa l’ultima replica del concerto di Flo 31salvitutti. La regia televisiva della rassegna è di Maurizio Palumbo, il coordinamento generale di Giovanni Pinto. Ideata da Marisa Laurito, direttore artistico del teatro della Canzone napoletana, in collaborazione col museo Madre, Suoni contro muri ha visto l’incontro tra la musica e l’arte, con concerti di musica napoletana di ieri e di oggi, presentati da noti “testimonials” del campo dell’arte e della cultura, in contrappunto col lavoro di artisti contemporanei. La rassegna si avvale del sostegno del Programma operativo complementare della Regione Campania (Poc 2014-2020). Sponsoring di Enel. Patrocinio di Rai Campania. Partner tecnico ProgettoPiano di Alberto Napolitano. Collaborazione di Essenzialmente Laura.

_________________________________________________________________________________


RINVIATO IL PREMIO BIANCA D’APONTE 2020

L’Associazione Bianca d’Aponte è costretta a comunicare, con grande dispiacere, il rinvio della 16a edizione del Premio Bianca d’Aponte, che era in programma il 23 e 24 ottobre al Teatro Metropolitan di Aversa. La decisione nasce dall’impossibilità, a causa dell’aggravarsi della situazione sanitaria, di garantire le condizioni organizzative ottimali per la riuscita dell’evento pur nel totale rispetto dei protocolli sicurezza Covid. Una scelta non facile, che è stata più volte presa in considerazione nelle scorse settimane ma che oggi appare inevitabile. La manifestazione verrà riprogrammata non appena le condizioni lo consentiranno. Gaetano d’Aponte, presidente dell’Associazione, dopo essersi consultato, per l’ennesima volta con chi attivamente lo affianca nella realizzazione del Premio, nel comunicare la decisione del rinvio ha detto: “fermarsi in vista del traguardo è davvero triste. Era tutto pronto per l’accogliere i tanti partecipanti e per lo svolgimento delle due serate. Ma l’evoluzione della pandemia e la priorità di salvaguardare la salute delle cantautrici finaliste e degli ospiti che sarebbero arrivati da ogni parte d’Italia avvalendosi dei più svariati mezzi di trasporto pubblico, ci ha indotti ad assumere una decisione che abbiamo cercato in tutti i modi di scongiurare. Sarebbe, peraltro, stata un’edizione snaturata per chi conosce il Premio e sa che a prevalere sono i rapporti umani, la goliardia e la gioia di condividere momenti e spazi. Ma l’edizione resta e, appena le condizioni lo consentiranno, ci ritroveremo”. Ferruccio Spinetti, direttore artistico, ha ricordato a sua volta che: “il Premio Bianca d’Aponte è principalmente una festa della musica, prima che un concorso per cantautrici. La festa, quindi, è solo rimandata. Ringrazio tutti gli ospiti che mi hanno dato già la loro disponibilità a tornare ad Aversa, così come le finaliste. Ed un grazie a Gaetano e a Gennaro Gatto, che lo affianca nell’organizzazione, per la loro passione e dedizione verso questo meraviglioso Premio. Ci vediamo appena saremo usciti da questo delicatissimo momento”. Il sindaco della Città di Aversa, Alfonso Golia, ha dichiarato: ”condivido la scelta di posticipare il Premio. Una scelta difficile, presa sicuramente con sofferenza, ma credo che abbia prevalso il grande senso di responsabilità. Riconosco il grande sforzo dell’associazione e degli organizzatori con i quali avevamo condiviso ogni dettaglio per rispettare i protocolli di sicurezza. Il Premio è un evento per la città e sono certo che si recupererà al più presto”.
Il Premio Bianca d’Aponte è l’unico concorso in Italia riservato a cantautrici. Quest’anno le finaliste sono BamBi da Napoli, Simona Boo da Termoli (Campobasso), Ebbanesis da Napoli, Lamante da Piovene Rocchette (Vicenza), La Zero da Piano di Sorrento (Napoli), Lucrezia da Bologna, Miglio da Brescia, Elena Romano da Firenze, Sara Romano da Monreale (Palermo), Veronica da Aversa (Caserta), Chiara White da Firenze.

Per maggiori info: 335 7665665 – 335 5383937, oppure alla mail info@biancadaponte.it 
___________________________________________________________________________________

PARMA CITTÀ DELLA MUSICA
POSTICIPATA AL 2021 LA SECONDA EDIZIONE DEL FESTIVAL
ECCO I NUOVI APPUNTAMENTI CONFERMATI:

KRAFTWERK 3-D
6 APRILE 2021
con una speciale anteprima al Teatro Regio
(recupero del 23 maggio 2020)

STING 
20 LUGLIO 2021
“My Song Tour” al Parco della Cittadella di Parma
(recupero del 23 luglio 2020)

A causa del perdurare dello stato di emergenza e alla luce delle ultime disposizioni governative, la seconda edizione del festival PARMA CITTÀDELLA MUSICA è stata rinviata al 2021. Sono disponibili le nuove date dei primi eventi confermati. L’appuntamento con i KRAFTWERK, che saranno i protagonisti di una speciale anteprima al Teatro Regio di Parma, inizialmente previsto per il 23 maggio, è stato posticipato al 6 aprile 2021. I pionieri della musica elettronica si esibiranno con il loro incredibile show multimediale, che fonde insieme musica e arte performativa, per una tappa speciale del tour “Kraftwerk 3-D”. A luglio 2021, invece, si entrerà nel vivo del festival con il concerto di una delle più grandi star della musica internazionale: STING. L’artista britannico sarà per la prima volta nella città emiliana il 20 luglio 2021 (posticipo della data del 23 luglio 2020) nella storica cornice del Parco della Cittadella. I biglietti precedentemente acquistati restano validi per le nuove date. Per maggiori informazioni: 0521.993628 – info@puzzlepuzzle.it.
Il Festival PARMA CITTÀDELLA MUSICA è organizzato da Puzzle Concerti ed Intersuoni, in collaborazione con la Fondazione Teatro Regio di Parma, coorganizzato con il Comune di Parma.