Festival Canzone D'Autore

I principali festival dedicati alla canzone d'autore e al rock

MUSICA, TEATRO, FIGURE NEL PARCO E CACCIA ALLA FAVOLA, UNA GRANDE ESTATE DI EVENTI NEL PARCO ALLA SCOPERTA DEL PATRIMONIO ARTISTICO E NATURALISTICO DI VILLA MANIN
 
CONCERTI NEL PARCO
VILLA MANIN ESTATE 2020 A CODROIPO (UD)
DAL 27 GIUGNO AL 9 AGOSTO
 

Villa Manin Estate 2020 inizia domani, sabato 27 giugno, e sarà una tra le prime rassegne in Italia a ripartire. Sarà una nuova stagione all’insegna degli spettacoli del vivo nel Parco di Villa Manin a Codroipo (Udine), inserito lo scorso anno tra i dieci parchi più belli d’Italia (in finale al “Parco più bello” patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Ministero dell’Ambiente). Con l’obiettivo di far scoprire e riscoprire il patrimonio storico-architettonico della residenza dogale e il patrimonio naturalistico del Parco di Villa Manin, la rassegna friulana ideata dall’ERPAC (Ente Regionale per il PAtrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia) in collaborazione con una rete di associazioni e professionisti del movimento culturale ha allestito un ricco programma con più di 20 appuntamenti tra musica, teatro e attività per più piccoli (figure nel parco e caccia alla favola), pensati per coinvolgere un pubblico molto eterogeneo, voglioso di ripartire, di emozionarsi e di immaginare un nuovo futuro attraverso la cultura. “Non è stato e non sarà facile – ammettono gli organizzatori – ci sono tante nuove norme di sicurezza che regolamentano gli spettacoli del vivo, però ci siamo adoperati sin da subito per applicarle tutte e grazie alla collaborazione del nostro staff e del nostro pubblico proviamo a vivere una nuova bellissima esperienza collettiva”. Il primo weekend di Villa Manin Estate 2020 sarà all’insegna della musica italiana con i concerti di Raphael Gualazzi, in programma alle ore 18:00 di sabato 27 giugno (posti esauriti), e di Raiz alle ore 18:00 di domenica 28 giugno (ultimi posti disponibili). Domani ricomincerà anche l’attività espositiva con una mostra dedicata ad Angiolino, straordinario pittore autodidatta del ‘900 friulano, un caso speciale e unico a livello nazionale per l’energia creativa e la passione sottese alla realizzazione di queste opere che rappresentano un inno alla pace. Padrone del ritmo, visionario in testi ironici e introspettivi, Gualazzi si presenterà a Villa Manin in solo (piano e voce), confermando ancora una volta la qualità musicale, l’eclettismo, la forza interpretativa e l’eccezionale virtuosismo che lo hanno portato ad oltrepassare i confini italiani, arrivando a conquistare le vaste platee internazionali. Suonerà e canterà alcuni suoi grandi successi, rivisiterà dei brani jazz/blues internazionali a lui molto cari e presenterà live alcuni brani del nuovo album “Ho un piano”, uscito poco prima del lockdown e anticipato dal singolo “Carioca”, in gara al Festival di Sanremo. Quello di Raiz, il cantante storico degli Almamegretta che negli ha collaborato anche con Pino Daniele, i Planet Funk, gli Africa Unite e Daniele Silvestri, sarà un viaggio potente e raffinato al tempo stesso: l’universo sonoro della sua voce si intreccerà alle corde della chitarra di Giuseppe de Trizio dei Radicanto, per scivolare come rivoli di un racconto che sembra non avere mai fine tra cantighe sefardite, canzone napoletana, tango, ritmi nordafricani e mediorientali, lingue e linguaggi che si inseguono, una "democrazia del pentagramma", il mediterraneo come una realtà panregionale, senza frontiere. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito con la prenotazione nominativa obbligatoria: sul sito ufficiale www.villamanin.it sono disponibili tutte le informazioni riguardo le modalità di accesso e le regole comportamentali da seguire. Dalle ore 10:00 di domani, sabato 27 giugno, saranno attive le prenotazioni per i concerti di Niccolò Fabi (11 luglio), dei Fingers (12 luglio), di Vasco Brondi (18 luglio), dei Playa Desnuda (19 luglio), per lo spettacolo di Teatro Incerto e per la “Trilogia Friulana”, le tre letture sceniche per tre scrittori originari del Medio Friuli (Elio Bartolini, Amedeo Giacomini e Franco Marchetta) che hanno raccontato il nostro territorio con sguardo puro, poetico e unico.
 
CONCERTI NEL PARCO
Sabato 27 giugno ore 18.00 
RAPHAEL GUALAZZI
Domenica 28 giugno ore 18.00 
RAIZ
Sabato 4 luglio ore 18:00 
MARGHERITA VICARIO
Domenica 5 luglio ore 18:00
DENTE
Sabato 11 luglio ore 18:00
NICCOLÒ FABI
Domenica 12 luglio ore 18:00
40 FINGERS
Sabato 18 luglio ore 18:00
VASCO BRONDI
Domenica 19 luglio ore 18:00
PLAYA DESNUDA
Domenica 9 agosto ore 5:30
concerto all’alba DAVIDE “BOOSTA” DILEO

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: Villa Manin – tel. (+39) 0432 801210 – www.villamanin.it – info@villamanin.it
________________________________________________________________________________

MUSICA, ARTE E DIRITTI UMANI NEL FESTIVAL ‘ARTE PER LA LIBERTÀ’
DA LUGLIO A DICEMBRE IN POLESINE CON IL PREMIO AMNESTY A NICCOLÒ FABI, IL CONTEST PER EMERGENTI, LA MUSICA DI MARINA REI, MARGHERITA VICARIO, MEGANOIDI, LA SATIRA DI LERCIO, LA STREET ART CON ALICE PASQUINI, ALESSIO B, C0110, DANIELE TOZZI E MOLTO ALTRO


Da luglio a dicembre una fitta programmazione caratterizzerà “Arte per la libertà”, il festival della creatività per i diritti umani, che vedrà protagonisti, tra gli altri, Niccolò Fabi, Marina Rei, Margherita Vicario, Lercio, i Meganoidi, Alice Pasquini, Daniele Tozzi, C0110, Carolì, Alessio B, le finali del contest per emergenti e molto altro ancora. Un calendario di appuntamenti, che raggruppa i festival “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” e “Deltarte - il Delta della creatività", come sempre legato ad Amnesty International. Saranno coinvolti ben quindici comuni della provincia di Rovigo sotto il titolo “La barca dei diritti”, con un variegato cartellone artistico che spazia dalla musica all’arte e al teatro, in armonia con il territorio del Polesine, fortemente legato all’acqua e ai suoi fiumi.

VOCI PER LA LIBERTÀ - UNA CANZONE PER AMNESTY
Il fulcro sarà “Voci per la libertà - Una canzone per Amnesty”, storico festival musicale giunto alla 23a edizione, in programma a Rosolina Mare dal 31 luglio al 2 agosto, anticipato da una serata di anteprima ad Adria il 25 luglio con un concerto dei Meganoidi aperto dai The Boylers. Da venerdì 31 luglio l’arena di Piazzale Europa a Rosolina mare ospiterà le semifinali del Premio Amnesty nella sezione emergenti, contest dedicato a brani legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani. La prima sera si affronteranno H.E.R. da Roma, Adriana Iè da Verona, i Nuju da Reggio Emilia e Micaela Tempesta da Napoli, con, in veste di ospite, Margherita Vicario. Il giorno seguente sarà la volta di Mattia Bonetti da Fosdinovo (Massa Carrara), Ennesimo Piano B da Potenza, Assia Fiorillo da Napoli e Agnese Valle da Roma. A chiudere la serata, Marina Rei. Ma venerdì e sabato ci sarà spazio anche per gli interventi di Lercio, il celebre sito satirico italiano. Domenica 2 agosto sul palco di piazzale Europa sarà la volta dell’assegnazione del Premio Amnesty International Italia nella sezione Big a Niccolò Fabi per il brano “Io sono l’altro”, contenuto nell’album “Tradizione e tradimento”. Mentre la prima parte della serata sarà dedicata alla finale della sezione emergenti, con i cinque artisti che avranno superato le semifinali. Nel pomeriggio alle 18 Fabi e il presidente di Amnesty International Italia Emanuele Russo incontreranno pubblico e giornalisti nell’attiguo Centro congressi.A condurre le tre serate saranno gli storici presentatori Savino Zaba e Carmen Formenton, mentre, come già lo scorso anno, lo slogan di Amnesty International Italia sarà “Sui diritti non si torna indietro”, per ribadire la centralità dell'impegno in favore dei diritti di tutte e di tutti. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito.

DELTARTE - IL DELTA DELLA CREATIVITÀ
Arrivato alla sua ottava edizione, il festival itinerante dedicato all’arte contemporanea e a cura di Melania Ruggini, prenderà il via il 4 luglio da Rosolina Mare per toccare via via altre otto tappe. Ad inaugurare Deltarte il 4 luglio ci sarà a Rosolina Mare “La barca dei diritti”, installazione di arte pubblica a opera di Zentequerente, realizzata con bottiglie di plastica, per sensibilizzare il pubblico sul riciclo responsabile e sulla salvaguardia dell’ambiente e dei mari come quello di Rosolina, che anche quest’anno ha ottenuto la Bandiera Blu. L’ospite d’onore del festival dedicato all’arte urbana sarà la street artist più conosciuta e amata d’Italia, e non solo: Alice Pasquini, che realizzerà il suo intervento presso la palestra comunale di Porto Tolle, tramite una residenza d’artista dal 9 al 13 luglio. Si proseguirà con il comune di Loreo dove dal 16 al 18 luglio C0110 farà il suo murales sulla tematica dei diritti dei bambini presso le Scuole Medie. A Villadose l’artista romano Daniele Tozzi crederà un coloratissimo calligramma formato da parole di speranza e rinascita sulla facciata della biblioteca; l’artista soggiornerà in città dal 21 al 25 luglio. A settembre a Taglio di Po Alessio B creerà due opere di street art, presso l’asilo nido comunale e vicino alla biblioteca, all’insegna della rigenerazione urbana, mentre a Gavello nell’azienda agricola la Galassa, ci sarà Banco Ittico che realizzerà un’opera legata alla sana e corretta alimentazione a partire dai bambini. A Lendinara è riconfermata Carolì, che porterà i suoi personaggi onirici sulla facciata della palestra della scuola media. New entry del festival il comune di Ariano Polesine, che omaggerà la storica quercia sotto la quale, secondo la leggenda, il sommo Dante avrebbe sostato. Agosto e settembre saranno dedicati al teatro con il coinvolgimento di quattro comuni: Polesella, San Bellino, San Martino di Venezze e Villanova Marchesana. A ottobre la street art arriverà infine a Rovigo, capoluogo del Polesine, con una partecipazione a sorpresa. Per tutto il periodo del festival i bambini e i ragazzi del territorio saranno coinvolti in prima linea grazie ad “Artisti per un giorno”, i workshop e i laboratori didattici del festival, che toccheranno sia i centri estivi che le scuole. A dicembre poi non mancheranno, come tradizione, eventi in occasione dell’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.

LE DICHIARAZIONI
Emanuele Russo, Presidente di Amnesty International Italia, afferma: “abbiamo vissuto una stagione dolorosa, di diniego del diritto alle cure mediche a migliaia di persone e a centinaia di operatori sanitari. Amnesty International ha sempre detto che da questa crisi si sarebbe usciti solo se nessuno sarebbe stato lasciato indietro, se nessuno sarebbe stato escluso. Abbiamo testimoniato e denunciato che ciò non è successo. Ora che si stanno prendendo decisioni politiche importanti sul futuro, dobbiamo vigilare perché i diritti più a rischio (quello al lavoro, quello alla privacy così come quello di manifestare pacificamente) siano garantiti e protetti. Ancora una volta dobbiamo dire a voce alta e col massimo rumore possibile che sui diritti non si torna indietro.”
La curatrice di DeltArte, Melania Ruggini, dichiara: “La barca dei diritti e della creatività farà tappa in numerosissime località del Delta del Po e del Polesine, trasformandole in porti sicuri e approdi necessari per portare la nostra street art e la nostra creatività tra la gente, quale strumento fondamentale per dare voce ai diritti umani e alle storie degli abitanti di questi luoghi sospesi tra terra e acqua. Grazie a DeltArte, il nostro territorio è diventato un museo a cielo aperto che vanta ogni anno la partecipazione di artisti di fama internazionale”.
Michele Lionello, il direttore artistico di Voci per la Libertà, ricorda che “la grande cassa di risonanza di questo format continuerà ad essere Amnesty International, a sostegno di un festival diffuso sul territorio in grado di far parlare l’arte da un comune e importante megafono. Con Amnesty proponiamo il sostegno a favore di importanti campagne internazionali contro ingiustizie, violenze e discriminazioni, stimolando alla relativa sensibilizzazione”.

PROGRAMMA 
(IN CONTINUA EVOLUZIONE)

• Sabato 4 luglio ore 18.00 a Rosolina Mare - lungomare di Piazzale Europa: inaugurazione installazione "La barca dei diritti" di Zentequerente
• Lunedì 13 luglio a Porto Tolle - Palestra Comunale: inaugurazione dell’opera di street art di Alice Pasquini
• Sabato 18 luglio ore 10 a Loreo, scuole medie: inaugurazione dell’opera di street art di C0110
• Venerdì 24 luglio ore 11 a Villadose- biblioteca comunale: inaugurazione dell’opera di street art di Daniele Tozzi
• Sabato 25 luglio ore 21.30 ad Adria in Piazza Cavour: anteprima di Voci per la Libertà con Meganoidi e The Boylers
• Da venerdì 31 luglio a sabato 2 agosto a Rosolina Mare in Piazzale Europa: la 23a edizione di Voci per la Libertà con Niccolò Fabi, Marina Rei, Margherita Vicario, Lercio e il contest per emergenti.
• Ad agosto-settembre-ottobre: altri appuntamenti in via di definizione con l’arte urbana di Deltarte e il teatro.
• A dicembre poi non mancheranno, come tradizione, gli eventi artistici in occasione dell’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.


Un’iniziativa di: Associazione Voci per la Libertà, Amnesty International Italia, DeltArte, Arte per la Libertà

Con il contributo di: CGIL Rovigo, CISL Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando “Eventi culturali”.
Partner tecnici: ARS audio & light, Idee Grafiche, Press4All, Mei - Meeting degli Indipendenti, OPS Group, Rete dei Festival, Studioartax, Musplan.
Media partner: FunnyVegan, ViaVaiNet, Collettiva, Noise Symphony, Indieffusione.
Radio partner: Radio Popolare, Radio 41, Viva La Radio! Network, Atom Radio, IwebRadio, Oradio.it, Radio Atlanta, Radio Bellissima, Radio Bla Bla network, Radio Città Benevento, Radio Eco Sud, Radio Elettrica, Radio Garda, Radio L'Olgiata, Radio Michelle, Radio Pico, Radio Ragusa, Radio Sanremo, Radio Sardinia, Radio Sette Asiago, Radio stereo 5, Rt Radio Terapia, Studio Emme Network, Studio Tre Radio, Studio Uno Abruzzo, UnicaRadio, Webradio 63.
Comuni coinvolti: Adria, Ariano nel Polesine, Corbola, Gavello, Lendinara, Loreo, Polesella, Porto Tolle, Rosolina, Rovigo, San Bellino, San Martino di Venezze, Taglio di Po, Villadose, Villanova Marchesana.
________________________________________________________________________________

SOUND BOCS
Selezionati i 10 artisti che, affiancati da Produttori, Artisti, Manager, Esperti di marketing e Comunicazione di fama nazionale; frequenteranno la prima Music Farm a sfondo civile mai realizzata in Italia.


Provengono da tutta Italia i 10 artisti under 35 che dal 7 al 20 settembre vivranno settimane intense, tra musica e impegno civile, nei Bocs Art dell’esclusivo quartiere in stile mitteleuropeo di Cosenza. “Sound Bocs”, la prima Music Farm a sfondo civile mai realizzata in Italia, sarà in diretta continua sui canali ufficiali di Musica contro le mafie. “La selezione” - dichiara Gennaro de Rosa, presidente dell’Ass. Musica contro le mafie e direttore artistico del Premio - “è stata complessa, ci siamo approcciati all’ascolto e alla valutazione delle 128 proposte analizzandole nella loro globalità; cercando di andare oltre il materiale inviato, facendo ricerche sulle loro attività. Hanno avuto un peso determinante sia il percorso degli artisti e la vicinanza ad attività, eventi, manifestazioni antimafia e di impegno civile, sia la creatività e l’attualità delle proposte”. I 10 artisti residenti:
Cadmio (Troia - FG) Tra i 10 finalisti della 10^ edizione del Premio Musica contro le mafie, è stato selezionato per il suo eclettismo e la voglia inconfondibile di confrontarsi con sfide sempre nuove; https://www.facebook.com/cadmiofficial/ 

Cance (Lavagna – GE) già vincitrice della sezione “Under 35- La Musica Può” 10^ edizione del Premio Musica contro le mafie selezionata per la sua capacità di trattare con  leggerezza temi impegnati; https://www.facebook.com/canceofficial/

CiarZ (Annecy – Francia) scelto per la sua interessante proposta artistica caratterizzata da una percepibile contaminazione multietnica che dona al suo sound un particolare tratto distintivo; https://www.facebook.com/OfficialCiarz/

Gero (Mussomeli - CL) Dopo la vittoria della 9^ edizione del Premio Musica contro le mafie inizia un percorso che lo porta ad essere vicino a manifestazioni ed eventi legati all’impegno antimafia e alla cittadinanza consapevole; https://www.facebook.com/geroriggiofficial/

Giulia Zedda (Carbonia - CI) la più giovane dei residenti, cantautrice 16enne, con un estro e un timbro già maturi ma allo stesso tempo ancora ricettivi e sensibili alle tematiche sociali che potranno essere una costante del suo cammino futuro; https://www.facebook.com/zeddagiuly/

Laura Pizzarelli (Bari) già vincitrice della Targa “Giovane Autrice SIAE” della 8^ edizione del Premio Musica contro le mafie, si distingue per l’originalità del timbro e della composizione; https://www.facebook.com/laurapizzarellimusic/

Le Cose Importanti (Latina) band dal sound e dallo stile attuali che fanno di loro una delle realtà musicali più interessanti fra le nuove proposte, vantano numerose collaborazioni con grandi  artisti del panorama nazionale; https://www.facebook.com/LeCoseImportanti/

MassimoNero (Catania) cantastorie in bilico tra modernità e tradizione, scelto per la sua scrittura non convenzionale; https://www.facebook.com/MassimoNero-1058953674254484/

MISGA (Andria - BT) cantautore pop-indie, selezionato anche per il suo linguaggio diretto e sapiente che sa coniugare creatività e aspirazione a una società più inclusiva e plurale; https://www.facebook.com/MISGAmusic/

Poesia Potente e Chitarra Tonante (Bergamo) una proposta singolare, scelta per la felice combinazione tra il mondo del Poetry Slam e lo stile unplugged British “che suona come un concerto, parla come un reading e agisce come l’asse terrestre, in costante rivoluzione”; https://davidepassoni.bandcamp.com/releases

I 10 Residenti saranno completamente concentrati sulla creazione tra momenti di registrazione nel Recording Bocs con il technical coach Vladimir Costabile e il producer coach Stefano Amato, lezioni con la vocal coach Cecilia Cesario, momenti di ispirazione per i contenuti con il content coach Gennaro de Rosa, jam session, momenti di condivisione e scrittura e incontri con gli ospiti per stimoli e supporto alla realizzazione delle opere inedite. 13 i nomi degli ospiti - già annunciati - (gli artisti Roy Paci, Maurizio Capone, Kiave, Annalisa Insardà; il saggista Marcello Ravveduto e Pino Gagliardi di TIMMUSIC; i manager ed esperti in marketing Massimo Bonelli, Daniela Serra, Vincenzo Russolillo, Nicolò Zaganelli e  Stefania Giuffrè; Demetrio Chiappa di Doc Servizi e la giornalista e conduttrice televisiva Roberta Rei) più uno: Luisa Impastato, presidente di “Casa Memoria Peppino e Felicia Impastato”, che attualizza il messaggio di cittadinanza attiva, libertà e lotta alla mafia di quell’ “Onda pazza” che partì da Cinisi per contaminare il mondo. In questo periodo non facile, tra incertezze e prospettive di cambiamento epocale, anche per il mondo della musica, Roy Paci ci ricorderà “L’importanza della Musica, protagonista indiscussa nella diffusione di Buone Idee e Buone Prassi” e ancora la manager Stefania Giuffrè con il suo esempio concreto “La Musica Che Gira”, il primo coordinamento di artisti, imprenditori, tecnici, professionisti dello spettacolo, sottolineerà quanto sia “necessario contrastare gli effetti della crisi economica e culturale dovuta alla pandemia e contribuire a una profonda riforma del settore musicale unendo le forze”. Massimo Bonelli, già direttore artistico del Primo Maggio Roma, mostrerà ai Residenti il volto “della musica attuale, e di come la carriera cambia forma nell’era digitale.” Concorde anche il direttore artistico Gennaro de Rosa che conclude: “In Sound Bocs sperimenteremo quello che abbiamo imparato in questo periodo: virtuale e reale convivranno e si confonderanno. Dobbiamo fare tesoro di questo cambiamento epocale che muterà radicalmente il nostro modo di costruire, lavorare e diffondere buone pratiche attraverso la musica ed i musicisti. Fondamentale sarà avere sempre come obiettivo: la condivisione, il confronto, l’unione delle diversità in vista di un traguardo collettivo superiore a quello individuale.”

Un progetto supportato da “Perchicrea” di MIBACT E SIAE.

Associazione Musica contro le mafie on line
_________________________________________________________________________________

PARMA CITTÀ DELLA MUSICA
POSTICIPATA AL 2021 LA SECONDA EDIZIONE DEL FESTIVAL
ECCO I NUOVI APPUNTAMENTI CONFERMATI:

KRAFTWERK 3-D
6 APRILE 2021
con una speciale anteprima al Teatro Regio
(recupero del 23 maggio 2020)

STING 
20 LUGLIO 2021
“My Song Tour” al Parco della Cittadella di Parma
(recupero del 23 luglio 2020)

A causa del perdurare dello stato di emergenza e alla luce delle ultime disposizioni governative, la seconda edizione del festival PARMA CITTÀDELLA MUSICA è stata rinviata al 2021. Sono disponibili le nuove date dei primi eventi confermati. L’appuntamento con i KRAFTWERK, che saranno i protagonisti di una speciale anteprima al Teatro Regio di Parma, inizialmente previsto per il 23 maggio, è stato posticipato al 6 aprile 2021. I pionieri della musica elettronica si esibiranno con il loro incredibile show multimediale, che fonde insieme musica e arte performativa, per una tappa speciale del tour “Kraftwerk 3-D”. A luglio 2021, invece, si entrerà nel vivo del festival con il concerto di una delle più grandi star della musica internazionale: STING. L’artista britannico sarà per la prima volta nella città emiliana il 20 luglio 2021 (posticipo della data del 23 luglio 2020) nella storica cornice del Parco della Cittadella. I biglietti precedentemente acquistati restano validi per le nuove date. Per maggiori informazioni: 0521.993628 – info@puzzlepuzzle.it.
Il Festival PARMA CITTÀDELLA MUSICA è organizzato da Puzzle Concerti ed Intersuoni, in collaborazione con la Fondazione Teatro Regio di Parma, coorganizzato con il Comune di Parma.