Contests e Premi

Concorsi e premi della scena folk, world e cantautorale in Italia...

‘PREMIO ANDREA PARODI’ 2019
TRIONFO DELLA FANFARA STATION, CHE VINCE IL PREMIO ASSOLUTO E IL PREMIO DELLA CRITICA DAL 10 AL 12 OTTOBRE A CAGLIARI IL PRESTIGIOSO CONTEST DI WORLD MUSIC OSPITI MONI OVADIA, SIMONE CRISTICCHI, TOSCA, LA MASCHERA, “LINGUA MADRE, IL CANZONIERE DI PASOLINI”, ADORIZA E MUSICISTI DEL CONSERVATORIO DI CAGLIARI 
È la Fanfara Station (formata da musicisti provenienti da Tunisia, Italia e USA) con il brano “Rahil”, in lingua tunisina, a vincere il 12° Premio Andrea Parodi, l’unico contest in Italia riservato alla world music. Al gruppo va anche il premio della critica e quello per il migliore arrangiamento. In una Cagliari ancora estiva, l’evento, in programma dal 10 al 12 ottobre, è stato ospitato per la prima volta dall’Auditorium del Conservatorio "Giovanni Pierluigi da Palestrina" di Cagliari, gremito in tutte tre sere. Resta il Sardegna il premio per il miglior testo con Federico Marras Perantoni e la sua “Canzona di mari n.2 - Fóggu e fiàra”, in lingua sarda. La miglior musica va invece a Elliott Morris (Regno Unito) con “The End of The World Blues”, in lingua inglese; quello per l’interpretazione a Suonno D'Ajere (Campania) con “Suspiro”, in lingua napoletana, come anche la Menzione della Giuria Internazionale. Il premio per la miglior interpretazione di un brano di Andrea Parodi se lo sono aggiudicati i Setak (Abruzzo) . A Arsene Duevi (Togo) con “Agamà”, in lingua ewè, vanno sia il Premio degli artisti in gara che la Menzione dei Ragazzi, mentre la Fondazione Andrea Parodi ha deciso di assegnare una menzione speciale ai Krzikopa (Polonia) con “Hasiorki”, in lingua silesiana. Il concorso, che quest’anno ha registrato una folta presenza di artisti stranieri, ha visto confrontarsi anche A.T.A. - Acoustic Tarab Alchemy (provenienti da Tunisia e Lazio) con il brano “Fattouma”, in lingua araba; Saly Diarra (Senegal) con “Musow” in lingua bambara; Maribop (Spagna) con “Un munnu dintra un munnu” in lingua siciliana e basca; Il Premio Albo d’oro è andato a Daniela Zedda, fotografa e fotogiornalista di rilievo internazionale. Tutti i premi sono realizzati da Maria Conte, artista orafa sarda apprezzata in tutto il mondo. Nella manifestazione sono saliti sul palco anche ospiti di grande rilievo come Moni Ovadia e AdoRiza (venerdì), Simone Cristicchi, Tosca e La Maschera, gruppo vincitore del concorso dello scorso anno (sabato). Sabato c’è stato anche un estratto dello spettacolo “Lingua Madre, il canzoniere di Pasolini”, con Duo Bottasso, Elsa Martin, Davide Ambrogio. Si tratta di una produzione originale del Premio Città di Loano, del festival Mare e Miniere e del Premio Andrea Parodi, da un’idea di Enrico de Angelis. Inoltre, in tutte tre le serate, si sono esibite alcune formazioni artistiche del Conservatorio di Cagliari. Il tutto con la direzione artistica di Elena Ledda e la conduzione di Gianmaurizio Foderaro e Ottavio Nieddu. La serata finale è stata trasmessa in diretta sulla pagina facebook di Rai Radio Tutta Italiana. Il festival è nato per omaggiare e valorizzare l’arte di un cantante e musicista di spiccato talento come Andrea Parodi, passato dal pop d'autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music. Alle serate di venerdì e sabato, hanno partecipato uditori del festival Crêuza de mä - Musica per cinema, organizzato dall'Associazione Backstage, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e Sardegna Film Commission. I vincitori sono stati decretati da tre diverse giurie. La giuria tecnica, che ha assegnato il premio assoluto e le menzioni, era formata da Gianfranco Cabiddu (regista e musicista), Gigi Camedda (musicista), Lia Careddu (attrice), Gaetano d'Aponte (Partner/Premio Bianca D'Aponte), Gesuino Deiana (musicista e operatore Culturale), Andrea Del Favero (Partner/Folkest), Tiziana Tosca Donati (musicista e attrice), Giovanni Gianluca Floris (Presidente del Conservatorio di Cagliari, musicista), Pippo Rinaldi Kaballà (musicista), Elena Ledda (direttrice artistica, musicista), Silvano Lobina (musicista), Annamaria Loddo (operatore culturale), Gino Marielli (musicista), Nicola Meloni (operatore culturale), Michele Palmas (Produttore S'ard Music), Diego Pani (Memorial University of Newfoundland, Canada, e musicista), Simone Pittau (musicista), Andrea Ruggeri (musicista), Simonetta Soro (musicista e attrice), Stefano Starace (Partner / Mo'l'estate spirit festival), Jacopo Tomatis (Partner / Premio Città di Loano), Gisella Vacca (musicista e attrice), Dario Zigiotto (Partner, Negro Festival). La giuria del Premio della critica comprendeva Claudio Agostoni (Popolare Network), Simone Cavagnino (Unica Radio), Flavia Corda (Rai3 Sardegna), Tore Cubeddu (Eja TV), Enrico De Angelis (giornalista, operatore culturale), Ciro De Rosa (Songlines), Max De Tomassi (Rai Radio 1 Stereonotte), Daniela Deidda (Sardegna Eventi 24), Daniela Esposito (Ufficio Stampa musicale), Salvatore Esposito (Blogfoolk), Enzo Gentile (Il Mattino), Elisabetta Malantrucco (Rai Radio Techetè), Marco Mangiarotti (QN / Il Giorno ), Maria Grazia Maxia (Federazione degli Autori), Luca Mirarchi (Unione Sarda), Claudia Mura (Tiscali.it), Duccio Pasqua (Rai Radio 1, Un giorno da gambero / Centocittà), Andrea Musio (La Nuova Sardegna), Fausto Pellegrini (Rai News 24), Timisoara Pinto (Rai Radio 1, In Viva Voce), Walter Porcedda (Musica Jazz), Andrea Marco Ricci (NUOVOIMAIE), Claudio Scaccianoce (Linkiesta.it ), Paolo Talanca (Il fatto quotidiano), Mario Tasca (Sardegna 1), John Vignola (Radio 1 Music Club). La giuria internazionale era composta da Sergio Albertoni (RSI, Svizzera), Thorsten Bednarz (Deutschlandfunk Kultur Radio, Germania), Edyta Magdalena Łubińska (Università' di Varsavia, Istituto di Etnologia e Antropologia Culturale), Piotr Pucylo (Globaltica Festival, Polonia), Bastiaan Springer (Koncertzender, Radio Netherlands, Olanda). Partner della manifestazione sono Bflat, Il Vecchio Mulino di Sassari, European Jazz Expo, Premio Bianca d'Aponte, Negro Festival, Folkest, Premio Loano per la Musica Tradizionale Italiana, Mare e Miniere, Mo'l'estate Spirit Festival, Fondazione Barùmini, Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla musica dell’Università degli studi di Cagliari, Dipartimento di lettere, lingue e beni culturali), Conservatorio "Giovanni Pierluigi da Palestrina" di Cagliari, Consorzio Cagliari Centro Storico, Boxofficesardegna, Peugeot Mario Seruis Automobili, Media partner sono Rai Radio Tutta Italiana, Radio Sardegna, Tiscali.it, Radio Popolare, Unica Radio, Sardegna Uno, Televisione Ejatv, Sardegnaeventi24.it, Il giornale della musica. Blogfoolk, Folk Bulletin, Mundofonías (Spagna), Petr Dorůžka (Rep. Ceca), Concertzender Nederland (Olanda). Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall'omonima Fondazione grazie a: Regione autonoma della Sardegna (Fondatore), Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e Assessorato del turismo, artigianato e commercio; Fondazione di Sardegna; Comune di Cagliari (patrocinio e contributo); NUOVOIMAIE; SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori; Federazione degli Autori.
________________________________________________________________________________


Aperto il bando per la Quarta edizione di 
Non è mica da questi particolari che si giudica un Cantautore
Torna a 'Na cosetta il Concorso di scrittura su commissione di "Non è mica".
Sette tracce poetiche originali, sette serate per 10 cantautori con ospiti di rilievo del panorama musicale italiano. Tra i "poeti" già confermati Andrew Faber, Moffo Schimmenti e Alberto Menenti.
Iscrizioni aperte fino all'11 ottobre.

Giovedì 5 dicembre appuntamento a ‘Na Cosetta con la 4ª edizione di “Non è mica da questi particolari che si giudica un Cantautore”, il concorso di scrittura di canzoni su commissione. Dopo il successo della terza edizione, “Non è mica” conferma per il terzo anno consecutivo la propria “casa”: le 7 serate del Concorso saranno infatti ospitate da ‘Na Cosetta, bistrot e live club tra i più importanti di Roma. Ideato nel 2016 dal cantautore Carlo Valente e dall’interprete Eleonora Tosto, “Non è mica”, giocando nel nome con un celebre verso di Francesco De Gregori (ndr. “La leva calcistica della classe '68”), vuole riportare la parola al centro della canzone. Attraverso gli “spunti” di sette autorevoli rappresentanti della poesia e della narrativa italiana contemporanea, il Concorso cerca di recuperare l’aspetto più artigianale della scrittura, privilegiando la parola come elemento narrativo ed emotivo. Dopo i grandi nomi della scorsa stagione (Federico Zampaglione, Silvano Agosti, Andrew Faber, Alessio Bonomo, Pino Marino, Franco Arminio e Burbank), uno dei primi “poeti” confermati nella rosa dei 7 di questa quarta edizione è ancora Andrew Faber, ormai affezionato alla formula del Concorso. E ancora, tra gli autori confermati, regaleranno le proprie tracce Alberto Menenti e Moffo Schimmenti. I sette autori proporranno a turno, ogni mese, una “traccia”: un componimento frutto della propria poetica dal quale i 10 cantautori in gara dovranno prendere spunto per scrivere un brano originale da eseguire sul palco di ‘Na Cosetta. A valutare i cantautori sarà una Giuria di qualità diversa per ogni serata e composta da critici, giornalisti e addetti ai lavori. Le sezioni su cui la giuria esprimerà il voto saranno testo, attinenza alla traccia, composizione musicale e interpretazione. La finale è prevista per domenica 14 giugno 2020. Ecco i premi: il primo classificato avrà la possibilità di partecipare all'iniziativa "La vetrina del disco" del Premio Bindi 2020 e potrà inoltre usufruire di un buono sconto dal liutaio Davide Serracini. Il secondo classificato sarà ospite al MEI – Meeting degli Indipendenti 2020; il terzo premio prevede l’apertura di un concerto durante la stagione 2020/2021 di ‘Na cosetta. Altri due riconoscimenti andranno al vincitore del Premio del pubblico – un concerto a 'Na cosetta – e alla Miglior canzone – una sessione di registrazione al Cubo Rosso Recording³.  «Non è mica è un percorso artistico che punta a creare una rete più amicale che competitiva tra gli artisti, favorendo un genere che rappresenta ormai una tradizione della musica italiana, ma che è sovrastato da meccanismi produttivi puramente mercantili», spiega il critico musicale Daniele Sidonio, per il terzo anno consecutivo tra gli organizzatori. Un percorso dalle cui costole sono nati diversi progetti collaterali, come l’etichetta discografica Non è mica Dischi, che il 22 marzo 2019 ha pubblicato il primo disco del cantautore calabrese RUVIO, concorrente della seconda edizione del Concorso, e la rassegna “Non è mica la ribalta - cantautori a teatro”, ospitata fino ad aprile 2019 dal Teatro Mongiovino di Roma (zona Garbatella). «Il nostro è un Concorso insolito» - racconta Carlo Valente - «che ha come obiettivo riportare al centro delle canzoni le parole che "contano", quelle che dovrebbero fare la differenza quando si parla di Cantautori. Parliamo la lingua più bella del mondo ed è la nostra arma migliore per trasmettere emozioni autentiche, filtrate attraverso la musica». Le iscrizioni sono aperte fino alle ore 23.59 di venerdì 11 ottobre. Organizzazione Carlo Valente, Eleonora Tosto, Nico Maraja, Daniele Sidonio, Luca Iacovelli (Noteum)

________________________________________________________________________________

SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL 
PREMIO NAZIONALE MUSICA CONTRO LE MAFIE
E’ ON LINE IL BANDO PER LA 10^ EDIZIONE


Da oggi 2 settembre 2019 è possibile ISCRIVERSI per partecipare gratuitamente al Premio Musica contro le mafie. In palio una borsa di studio, un Tour nei più importanti Festival del circuito KeepOn, esibizione sul palco dell'Uno Maggio Libero&Pensante di Taranto, showcase presso Casa Sanremo. Inoltre premi speciali per le produzioni artistiche e partecipazioni a importanti eventi live nazionali. “La musica è armonia e armonia significa accordo. Armonia è quando da una relazione di parti scaturisce qualcosa di diverso e di comune, qualcosa in cui ogni parte si possa riconoscere senza perdere per questo la sua identità… Questo è il senso profondo di Musica contro le mafie”. [Don Luigi Ciotti, Presidente dell’Associazione LIBERA]. Organizzata dall'Associazione Musica contro le mafie, della rete di LIBERA fondata da Don Luigi Ciotti, ritorna per il decimo anno consecutivo il concorso nazionale “Premio Musica contro le mafie” che sostiene e valorizza la musica socialmente impegnata. Il tema di questa edizione è #Oltreiconfini. Un invito a stimolare un pensiero preciso, verso un mondo senza barriere, senza divisioni di credo e di razza, senza poteri che oscurino cuori e menti. La creatività che stimola il desiderio di cercare l'unione nella diversità e farsi portatrice di un cambiamento profondo "guidato dalla musica" con gli artisti in prima linea. Dal 2 settembre 2019 è possibile ISCRIVERSI GRATIS, in pochissime semplici mosse, dal sito al concorso nazionale per musicisti emergenti Premio Musica contro le mafie. La partecipazione è a titolo gratuito e ha come obiettivo un’accurata selezione di realtà artistiche con una spiccata sensibilità per i temi sociali, anti-mafia e soprattutto per la diffusione di Buone Idee e Buone Prassi attraverso la musica. Il concorso contribuisce, grazie al sostegno di importanti partner alla crescita artistica ed offre premi utili all’accrescimento professionale. I vincitori della scorsa edizione: GERO per la canzone “Svuoto il bicchiere”, dedicata alla vita e alla voglia di vivere del giudice Paolo Borsellino (guarda il video https://youtu.be/Yrbo0wkskYc) vincitore di un importante tour nazionale. Il Trio ABC POSITIVE vincitori del premio speciale per gli Artisti Under 35 con il brano che racconta la storia di un padre di famiglia vittima della mafia (guarda il video https://youtu.be/xuIkzRq2cfk). Il trio romano ha vinto un borsa di produzione da reinvestire per lo sviluppo dell’attività artistica. Entrambi i vincitori principali della 10^ edizione del Premio si esibiranno, insieme ad altri artisti premiati, alla cerimonia di consegna dei Premi a Casa Sanremo a febbraio 2020 durante la settimana del prossimo Festival della Canzone Italiana, grazie alla partnership con Casa Sanremo. Il primo classificato della 10^ Edizione riceverà i seguenti premi: Showcase in alcuni dei più importanti Festival Italiani grazie alla Partnership con Keepon Experience e Doc Servizi. Esibizione sul palco dell'Uno Maggio Libero e Pensante di Taranto 2020. Ospite in più tappe di "Casa Sanremo Tour 2020" e showcase presso Casa Sanremo. Borsa di studio/produzione destinata allo sviluppo della propria attività artistica. Questo è senza dubbio il premio di punta e il più ambito da tutti i concorrenti, perché è molto importante per un artista avere molteplici e diffuse occasioni in cui diffondere la propria musica dal vivo. Un’altro premio che contribuisce concretamente allo sviluppo e alla crescita artistica è il Premio Speciale “La Musica Può – Under 35” (MIBAC-SIAE-Perchicrea) [grazie alla collaborazione con Mk Live], rivolto agli artisti e autori sotto i 35 anni e che consiste nella realizzazione di un prodotto video/documentario della propria esperienza a Sanremo durante la cerimonia di premiazione, una troupe a disposizione i giro per la Città del Festival della canzone Italiana. Tra gli altri Premi Speciali che verranno assegnati dalla giuria si evidenzia la possibilità di partecipare direttamente allefasi finali live del contest 1MNEXT, iniziativa ufficiale che da diritto ad un slot per il palco del Concerto del Primo Maggio di Roma 2020. Inoltre la Menzione Speciale del Club Tenco darà all’artista la possibilità di esibirsi in una delle manifestazioni da loro organizzate. La Targa Giovani Autori sarà assegnata dalla SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori ad uno  degli artisti/autori più giovani in concorso. Il Premio Officine Buone darà la possibilità di fare un tour acustico in una serie di Strutture Ospedaliere ed essere ospiti della Finale Nazionale di Special Stage (lo scorso anno tenutasi allo Zelig di Milano) in giugno 2020. Inoltre verrà assegnata una borsa di produzione o studio grazie ad ACEP e Unemia. Infine un'originale premio speciale assegnato dal magazine "Polizia Moderna". Prestigiosi riconoscimenti per gli artisti in gara verranno messi a disposizione dai vari partner, rendendo così sempre più interessante e davvero utile il “Premio Musica contro le mafie”, il quale mira anche a valorizzare il lavoro del musicista, intervenendo a sostegno delle attività di produzione e promozione musicale. COME FUNZIONA Dal 2 settembre al 31 ottobre 2019 si raccolgono le iscrizioni on line. Dopo una prima fase di giudizio popolare fatto tramite social network (Facebook e Instagram) nel mese di novembre, tre differenti giurie (social, studentesca e tecnica) stabiliscono i dieci finalisti, i quali vanno ad esibirsi dal vivo alle finali nazionali a Cosenza nel mese di dicembre in una kermesse ricca di incontri, ospiti importanti, concerti, seminari, showcase, spettacoli, momenti di riflessione e azione concreta insieme a migliaia di studenti. Ideato e organizzato dall’Associazione “Musica contro le Mafie” sotto l’egida di Libera (Associazioni, nomi e numeri contro le mafie), con il patrocinio di Avviso Pubblico e Legambiente, il Premio è un progetto culturale che si realizza con il supporto di preziosi contributi di SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, Doc Servizi, Acep, Unemia, Omnia Energia, EarOne con il contributo istituzionale di Avviso Cultura PAC Calabria 2017/2019 di Regione Calabria e Comunità Europea e con la partnership di Casa Sanremo, Club Tenco, Uno Maggio Libero e Pensante, Keep On, Primo Maggio Roma, Officine Buone e il Maestro orafo Michele Affidato.


Associazione Musica contro le mafie on line
email: premio10@musicacontrolemafie.it 
_________________________________________________________________________________

VII EDIZIONE di GENOVA per VOI: a MICHELANGELO PAOLINO il premio Universal, a ANTONIO CAPUTO la targa SIAE

Si è conclusa a Varazze la settima Edizione di “Genova per Voi”, talent nazionale per autori di canzoni. A Michelangelo Paolino, nato nel 1991 ai piedi del Monte Vulture, in Basilicata, è andato il Premio di Universal Music Publishing Ricordi, che consiste in un compenso, la scrittura di almeno due brani con autori di successo del Team Universal, la produzione e realizzazione in studio del demo degli stessi brani con la collaborazione di un arrangiatore, mentre la targa SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori è stata assegnata al venticinquenne pugliese Antonio Caputo. Inoltre tutti i finalisti, indipendentemente dall’età, beneficeranno dell’iscrizione gratuita per un anno a SIAE. Grande partecipazione di pubblico per tutti gli eventi che si sono svolti a Varazze: mercoledì 18 settembre Luca Galtieri, inviato di Striscia la Notizia, ha presentato gli otto Autori finalisti selezionati fra più di 300 candidati in tutto il territorio nazionale, mentre giovedì 19 settembre una grande folla ha partecipato all’originale omaggio a Fabrizio De André “All’ombra dell’ultimo sole” ideato dal drammaturgo e cantautore Gian Piero Alloisio, direttore artistico del talent, che ha portato più di cento artisti sulla spiaggia della cittadina rivierasca. Venerdì 20 settembre Federica Abbate, autrice di innumerevoli hit, da anni sempre in vetta alle classifiche, Emanuele Dabbono, autore in esclusiva per Tiziano Ferro, il celebre rapper torinese Willie Peyote - i principali autori scoperti da Genova per Voi - cui si è aggiunto il vincitore di Genova per Voi 2018, Simone Cremonini, sono stati protagonisti di un incontro musicale con il direttore di Rockol.it, Franco Zanetti, con il contributo della giornalista musicale Marinella Venegoni. La Finale, sabato 21 settembre, presentata da Elisabetta Gagliardi, ha visto l’amichevole partecipazione del cantautore Franco Fasano, che ha incantato il giovane e meno giovane pubblico di Varazze con i suoi grandi successi dello Zecchino d’Oro; al torinese di adozione Giovanni Narducci (Il Numero Diciotto) è andato il premio degli studenti della Scuola Secondaria di I Grado “Fabrizio De André” di Varazze. I Finalisti hanno seguito i Laboratori tenuti dai tutor Mario Cianchi (Publishing Manager di Sugarmusic) ed Emanuele Dabbono con la supervisione di Franco Zanetti, direttore organizzativo del talent. Klaus Bonoldi (A&R senior di Universal Music Publishing), Lucrezia Savino (A&R di Universal Music Publishing) e Federica Abbate (autrice Universal Music Publishing) hanno sottoposto i Finalisti ad alcune prove di scrittura e composizione. Inoltre, la commissione artistica del talent, composta da Gian Piero Alloisio, Claudio Buja (Presidente di Universal Music Publishing Ricordi) e Franco Zanetti, ha dedicato un incontro/laboratorio a giovani autori di canzoni del savonese. I Finalisti di Genova per Voi 2019 sono Antonio Caputo di Corato, Bari; Francesca Carboni di Quartu Sant’Elena, Cagliari; Teresa Chironna di Altamura, Bari; Eleonora Massimo di Milano; Giovanni Narducci di Isernia; Alessio Nelli di Civita Castellana, Viterbo; Michelangelo Paolino di Rionero in Vulture, Potenza; Tommaso Pavarini di San Donato Milanese, Milano. Il talent è prodotto da ATID con il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, del Comune di Varazze e con collaborazione di Universal Music Publishing Ricordi.

Per contatti:
ATID Simonetta Cerrini Cell. 3804522189
infoatid@gmail.com www.genovapervoi.net
_________________________________________________________________________________

Premio Nuovo IMAIE: in palio 15.000 euro per una band o un solista emergente all’interno del concorso MArteLive

Anche quest’anno, in collaborazione con il Nuovo IMAIE, 15.000 euro in palio per l’organizzazione di un tour di almeno otto date in Italia e all’estero. Un premio riservato ai partecipanti del concorso multiartistico MArteLive: l’iscrizione per la sezione musica è gratuita e scade il 31 ottobre. Dopo il grande successo della scorsa edizione, con la vittoria della band Subba and the Roots, si rinnova la collaborazione tra MArteLive e Nuovo IMAIE, che da sempre hanno come principio fondamentale la tutela e la valorizzazione degli artisti emergenti. Il Premio Nuovo IMAIE mette in palio 15.000 euro per la realizzazione di un tour di almeno otto date in Italia e all’estero. Per partecipare bisogna essere iscritti al concorso MArteLive, che seleziona centinaia di artisti in 16 categorie diverse. L’iscrizione alla categoria musica è gratuita e, come tutte le altre, scade il 31 ottobre 2019. Sono ammessi band o solisti emergenti, che abbiano almeno un album pubblicato dopo il 1 gennaio 2019 e il cui repertorio sia composto almeno all’80% da inediti. I partecipanti dovranno iscriversi al concorso MArteLive e venire selezionati per la finale nazionale che si terrà a dicembre all’interno della Biennale MArteLive 2019. Solo al termine di questo evento il Nuovo IMAIE annuncerà il vincitore del premio, che avrà la possibilità di realizzare il tour dei propri sogni grazie alla cura nei minimi dettagli di un esperto booking manager. Iscriversi al concorso MArteLive nella sezione musica è facile e gratuito e permette di vincere numerosi altri premi. L’invio del materiale è consentito fino alle ore 24 del 31 ottobre 2019. Tutte le informazioni sul sito del concorso www.concorso.martelive.it. Un’occasione da non perdere per chiunque voglia trasformare la passione per la musica in una vera e propria professione, grazie alla cura e all’esperienza di una realtà ventennale come MArteLive.

Informazioni:
iscrizioni@martelive.it