Eventi

Rassegne, Mostre, Eventi Culturali, Presentazioni, Fiere, Appuntamenti Televisivi e Radiofonici....

TIC online - Teatri in Comune
Teatro Villa Pamphilj 

Da sabato 30 maggio alle ore 15 sui canali social del Teatro Villa Pamphilj
Anarchy in The U Kitchen - Cucina è cultura
di e con Anna Maria Piccoli
ingredienti musicali di Carlo Amato
con l'affettuosa partecipazione di: 
Enrico Biciocchi, Andrea Calabretta, Monica Demuru, Francesco Saverio Galtieri, Veronica Olmi, Paolo Pecorelli, Gioia Salvatori, Andrea Satta, Valeriano Solfiti, Amos Vigna


Un'attrice, un attore, la poesia di un mostro sacro, libri, avanguardie, un basso elettrico, una tromba, una chitarra, un piano, pietre miliari del cinema, ricordi personali e… una frittata cucinata per l’occasione.

Da sabato 30 maggio alle ore 15, sui canali social del Teatro Villa Pamphilj, saranno questi gli ingredienti che Anna Maria Piccoli, rigorosamente in cucina, miscelerà per sei puntate in Anarchy in the U Kitchen accompagnata da un nutrito gruppo di amici musicisti e attori (ovviamente a debita distanza l’uno dall’altro) insieme a uova, pasta, olio, cipolle e parecchia fantasia… Come sottolinea l’autrice del format “La cucina è ormai una forma d'arte riconosciuta, amata in letteratura, corteggiata da grandi artisti di tutte le epoche, scenario di storie incredibili, protagonista di blog, programmi TV condotti da Chef stellati e contest di ogni tipo, ma non è poi così facile cavarsela con pochi soldi e il frigo vuoto, anche se, come dice la cuoca Babette del film "un artista non è mai povero". Ma una frittata, per esempio, si può fare veramente con tutto: avanzi, ingredienti poverissimi, una padella vecchia, una cucina qualunque. E' un piatto molto economico, facile da spartire, nutriente, conviviale. Una frittata differente per ogni puntata, un attore o un’attrice differente, uno o più musicisti: sono questi gli ingredienti di Anarchy in the U Kitchen.” Anarchy in the U Kitchen fa parte della programmazione di #IncursioniArtisticheDiMutualità, le iniziative social del Teatro Villa Pamphilj (Dir. Artistica Veronica Olmi) inserite nel palinsesto digitale TIC ON LINE dei Teatri in Comune – l’articolata rete di spazi per lo spettacolo parte del Sistema di Teatro Pubblico Plurale, coordinato dal Teatro di Roma e promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita Culturale, aderendo alla campagna #iorestoacasa e al programma #laculturaincasa

Sabato 30 maggio. Ore 15
Prima puntata – Frittata di bucatini al profumo di Limoni di Montale su un letto di basso a sei corde
Citazioni e mondi tratti da: Manifesto della cucina Futurista di Filippo Tommaso Marinetti e Filla, Fortunato Depero, Eugenio Montale
Con Anna Maria Piccoli e Carlo Amato
Letture di Valeriano Solfiti

Sabato 6 giugno. Ore 15
Seconda puntata – Frittata di cipolle di Neruda in salsa di basso e aroma di tromba
Citazioni e mondi tratti da: Laura Esquivel, Fedor Dostoevskij, Pablo Neruda
Con Anna Maria Piccoli e Carlo Amato
Letture di Monica Demuru. Con Amos Vigna, tromba

Sabato 13 giugno. Ore 15
Terza puntata – Frittata di patate alla Hikmet con tapas di basso e chitarra flamenca
Citazioni e mondi tratti da: Miguel De Cervantes, Manuel Vasquez Montalban, Nazim Hikmet
Con Anna Maria Piccoli e Carlo Amato
Letture di Andrea Satta. Con Enrico Biciocchi , chitarra classica

Sabato 20 giugno. Ore 15
Quarta puntata – Frittata di pasta con i broccoletti avanzati alla Walcott con rinforzo di doppio basso elettrico
Citazioni e mondi tratti da: Karen Blixen, Ludovico Ariosto, Derek Walcott
Con Anna Maria Piccoli e Carlo Amato
Letture di Gioia Salvatori. Con Paolo Pecorelli , basso elettrico

Sabato 27 giugno. Ore 15
Quinta puntata – Uovo nel buco e caffè della Peppina con fantasie percussiva
Citazioni e mondi tratti dal mondo delle favole e dal pozzo del Piccolo Coro dell’Antoniano
Con Anna Maria Piccoli e Carlo Amato
Con Andrea Calabretta, Veronica Olmi e i burattini del Teatro Verde

Sabato 4 luglio. Ore 15
Sesta puntata – Frittata di piselli alla Belli con contorno di basso e tastiere
Citazioni e mondi psichedelici in fase di definizione
Con Anna Maria Piccoli e Carlo Amato
Letture di Valeriano Solfiti. Con Francesco Saverio Galtieri, tastiere

Anna Maria Piccoli è un personaggio poliedrico, trasgressiva bassista punk e performer nei favolosi anni '80, ha trascorso tutta la sua vita professionale ad organizzare spettacoli e a fiancheggiare artisti di ogni genere e livello, La sua grande passione è fare le frittate, non importa dove e con cosa.  
Carlo Amato bassista, arrangiatore e compositore, è uno dei fondatori e membri storici del gruppo musicale Tetes de Bois.
_________________________________________________________________________________

TE DICU DOI PAROLE: LA MUSICA, LA TERRA
Cantanti, musicisti e danzatori uniti per salvare il grande
racconto della musica tradizionale italiana.

Il sogno della ripartenza della musica e della danza tradizionale italiana sta diventando realtà! Grazie all’idea di Apulia Face, Pizzicarte, Danza che ti passa e del programma radiofonico Just Folk di Radio Kaos Italy, è stata creata una rete di musicisti dal Nord al Sud della Penisola che comprende alcune tra le più importanti realtà del panorama folk italiano. I musicisti coinvolti nel progetto sono individualità di rilievo con all'attivo numerose incisioni discografiche, registrazioni radiofoniche e partecipazioni televisive, concerti e tournée in Italia, in Europa ed in tutto il Mondo; molti di loro sono impegnati da anni anche nella direzione artistica di importanti etnofestival regionali. Questo gruppo di lavoro nato in un momento così difficile per il nostro Paese, è diventato in poche settimane un movimento, per ora attivo online, impegnato anche nel crowdfunding #musicapopolarenutefermare (Produzionidalbasso). Giovedi 4 Giugno prossimo sarà lanciato e diffuso su tutti i canali social TE DICU DOI PAROLE: LA MUSICA LA TERRA un videoclip che meglio di qualsiasi discorso, spiega le ragioni di questa neonata rete ARTISTICA. UNA DIRETTA ONLINE A PARTIRE DALLE 18.45 CON TUTTI GLI ARTISTI SULLA PAGINA DI #MUSICAPOPOLARENUTEFERMARE E DI PIZZICARTE CULTURA E MUSICA DEL SUD, una rete coreutico musicale di approfondimento che abbraccia le radici tradizionali della nostra amata Terra attraverso la voce dei Musicisti. L'obiettivo è di ampio respiro: continuare a collaborare e a lavorare insieme per salvaguardare il grande patrimonio immateriale della musica tradizionale italiana declinato in ogni sua identità culturale. Ci auguriamo che #musicapopolarenutefermare raggiunga il grande pubblico degli appassionati, vero motore del movimento – dichiara Sabrina Sicara, Presidente di Apulia Face – vogliamo continuare a conoscere e a condividere la bellezza, la ricchezza e le emozioni del canto, della musica e della danza tradizionale." Giancarlo Paglialunga, voce inconfondiblile del Sud, del Canzoniere Grecanico Salentino e della Notte della Taranta aggiunge: “Ho aderito a #musicapopolarenutefermare non solo per la bontà dell'idea ma per rinsaldare il legame con il nostro pubblico ma anche per dare vita a un progetto senza precedenti, nel quale tutta la musica tradizionale italiana potrà trovare un nuovo “spazio” di scambio e di crescita comune, un nuovo paradigma espressivo fatto di esperienze, conoscenze e accenti diversi. UNITI SI VINCE".

Il gruppo di artisti di “musicapopolarenutefermare”
Vincent Boniface – Val d'Aosta
Roby Avena e Chiara Cesano – Piemonte
Fabio Rinaudo (Liguriani) Liguria
Carlo Boeddu (Balade Balade Bois)- Sardegna
Michele Piccione (Lassatilabballari)- Sicilia
Barbara Criscimanno (Tavola Tonda) - Sicilia
Francesco Salvadore (Unavantaluna)
Margherita Badala'- Sicilia
Anna Anconitano - Abruzzo
Eduardo Vessella - Molise
Giuliano Gabriele e Lavinia Mancusi - Lazio
Maria Piscopo(Progetto Sanacore) Laura Paolillo. Vincenzo
Romano - Campania
Paolo Napoli (Totarella)
Agata Scopelliti - Calabria
Claudio Mola e Donisa Mazzoccoli (Ragnatela Folk Band)-Lucania
Pietro Balsamo (Jazzabbanna) e Giancarlo Paglialunga-Puglia
Simone Campa La Paranza Del Geco - Piemonte

Per partecipare al dibattito in diretta o programmare interviste agli artisti del progetto, inviare email entro mercoledì 3 giugno ore 15.00 apuliaface@gmail.com
_________________________________________________________________________________

Fondazione Molise Cultura non rinvia la nota rassegna e lancia un ricco programma di dirette social

REGIONE MOLISE e FONDAZIONE MOLISE CULTURA
da un’idea di Tèkne
sono lieti di presentare:

POIETIKA NEXT StART
Incontri sull’Arte che verrà
dal 19 maggio al 30 giugno 2020

Da martedì 19 maggio alle 19.00, con la partecipazione straordinaria dell'ex ministro per i Beni, le attività culturali e il turismo del governo Letta Massimo Bray, fino al 30 giugno, Fondazione Molise Cultura e Regione Molise presentano Poietika Next StArt, un ricco cartellone di appuntamenti social, una nutrita serie di dirette online dagli spazi Facebook, Instagram e YouTube della Fondazione. In questo periodo si sarebbe dovuta svolgere la VI Edizione di Poietika, molto attesa dopo il successo dell'edizione 2019 (ricordiamo partecipanti come Vandana Shiva, Wim Mertens, Raúl Zurita, Nedim Gürsel, Letizia Battaglia), ma per i motivi ben noti legati al Covid-19 e al lockdown la rassegna non potrà tenersi nella storica sede del Teatro Savoia. Fondazione Molise Cultura ha lavorato a un ripensamento degli strumenti e dei canali di comunicazione e diffusione della cultura, auspicando un intervento tempestivo e strutturato a sostegno dell’impresa cultura mai come ora in sofferenza. L'edizione social di Poietika coinvolge con interviste e interventi online autorevoli operatori del mondo della cultura e specialisti di settore, stimolando un loro contributo non solo nei rispettivi segmenti di pertinenza, ma anche alla luce di quanto sta accadendo e della trasformazione epocale che ci coinvolge. Next StArt è un omaggio alla continuità nella programmazione, perché alla cultura non è consentito fermarsi, non lo ha mai fatto e non lo farà neanche oggi. La "piazza virtuale" di Poietika affronta dunque varie aree tematiche, dalla letteratura alla fotografia, dalla musica all'architettura, dal teatro al giornalismo, con conversazioni sulle piattaforme social della Fondazione Molise Cultura e con podcast su Spotify per garantire la massima fruibilità.

Cultura e territorio, spettacolo e emergenza gli argomenti dei nuovi appuntamenti social della rassegna di Fondazione Molise Cultura: Claudio Bocci e Antonio Taormina ospiti martedì 23 e venerdì 26 giugno
Next StArt: sesta settimana per la piazza virtuale di Poietika!

Martedì 23 giugno 2020 ore 19.00
Il ruolo della cultura per lo sviluppo dei territori 
Mariantonietta Finella dialoga con Claudio Bocci 

Venerdì 26 giugno 2020 ore 19.00
Lo spettacolo italiano dopo l'emergenza 
Sandro Arco dialoga con Antonio Taormina 

Si avvia alla chiusura la programmazione di Next StArt, il ciclo di conversazioni online di Poietika, la rassegna di Fondazione Molise Cultura e Regione Molise che sta utilizzando Facebook, Instagram e YouTube per una serie di dirette su temi culturali e artistici. Dopo il successo dell'edizione 2019 (tra i partecipanti Vandana Shiva, Wim Mertens, Raúl Zurita, Nedim Gürsel, Letizia Battaglia), Fondazione Molise Cultura ha fortemente sostenuto l'idea di una iniziativa social con autorevoli operatori del mondo della cultura, stimolando un loro contributo non solo nei rispettivi segmenti di pertinenza, ma anche alla luce di quanto sta accadendo e della trasformazione epocale che ci sta coinvolgendo dopo la pandemia. La "piazza virtuale" di Poietika giunge alla penultima settimana di incontri che hanno assunto sempre di più la natura di archivio di proposte, riflessioni operative e spunti culturali. Next StArt ha affrontato varie aree tematiche, dalla letteratura alla fotografia, dalla musica all'architettura, dal teatro al giornalismo, con dialoghi sui social della Fondazione e con podcast su Spotify. Gli appuntamenti della sesta settimana affrontano ii tema della cultura, del territorio e dello spettacolo nella contemporaneità: martedì 23 giugno Mariantonietta Finella incontra l'ex presidente di Federculture Claudio Bocci per un dialogo sul rapporto tra cultura e territorio, mai così stringente come in questo periodo; altrettanto attuale l'argomento che si svilupperà venerdì 26 giugno nella conversazione tra Sandro Arco - coordinatore di Fondazione Molise Cultura - Antonio Taormina, docente di Progettazione e gestione delle attività di spettacolo all’Università di Bologna, invitato sul tema dello spettacolo dopo la pandemia.


________________________________________________________________________________

RIAPRE IL MUSEO DELLA CIVILTA' CONTADINA VALLE DELL'ANIENE

Sabato 27 giugno riapre al pubblico il Museo della Civiltà Contadina Valle dell’Aniene . Gli ingressi, per ora, saranno limitati al sabato e alla domenica, negli orari 10-13 e 15-18.  Le visite guidate saranno effettuate su prenotazione con preavviso di almeno tre giorni per le comitive superiori alle 5 unità, che saranno organizzate in piccoli gruppi per garantire il distanziamento sociale nel rispetto delle linee guida vigenti. I visitatori sono obbligati all’uso della mascherina. L’utilizzo di ascensori è riservato a persone con disabilità motoria con accompagnatori. All’interno della struttura i visitatori troveranno ambienti sanificati e potranno usufruire di dispenser per l’igienizzazione delle mani.  Il Museo ha preparato per l’occasione una nuova audioguida di cui gli utenti saranno forniti all’ingresso, previa richiesta, in modo da ricevere tutte le informazioni sulle collezioni e le sale, per una visita individuale.


Per informazioni:
+39 0774 903143 | +39 3208279405 | rovianomuseo@tiscali.it