Eventi

Rassegne, Mostre, Eventi Culturali, Presentazioni, Fiere, Appuntamenti Televisivi e Radiofonici....

CANTIEREMEMORIA 2022/2023
VII EDIZIONE
La vita davanti a sé 
Inaugurazione e conferenza stampa: 5 dicembre 2022, ore 17:30.
6 dicembre 2022 - 8 gennaio 2023
Casa della Memoria, via Federico Confalonieri 14, Milano.

L'inaugurazione della nuova edizione di Cantierememoria sarà lunedì 5 dicembre 2022, alle 17:30, con un'apertura straordinaria a testimoniare l'impegno per una sede sempre più attiva e capace di coinvolgere un ampio numero di persone grazie alla varietà di temi e linguaggi proposti, con particolare attenzione all'arte come linguaggio universale: immediato, creativo e inclusivo. Per il settimo anno consecutivo Casa della Memoria ospita Cantierememoria, che si propone come un vero proprio “cantiere” sociale e culturale, aperto ai cittadini e articolato in diverse sezioni: una mostra, eventi musicali, spettacoli teatrali e di danza, proiezioni, incontri di approfondimento, laboratori. Il filo conduttore espresso dal titolo La vita davanti a sé collega i diversi eventi della manifestazione. "Twice: a 30 anni dall’assedio di Sarajevo", a cura di Martina Corgnati, propone la serie fotografica di Andrej Đerković, con ritratti di gemelli sopravvissuti all'evento - iniziato nel 1992 e durato quattro anni - di cui quest'anno si ricorda l'anniversario. "Twice: a 30 anni dall’assedio di Sarajevo" ha uno sguardo rivolto alla storia ma anche all'oggi. Il soggetto è d'attualità sia a causa della guerra in Ucraina, sia per quanto riguarda gli effetti causati dal Covid-19: le mascherine da omaggio a cittadini di New York (che ne fecero uso dopo l'11 settembre mentre ricostruivano le loro vite e la loro città) e simbolo di protezione dalla violenza umana diventano elemento quasi profetico. Ritorniamo sull'evento storico ricordando la forza dei sopravvissuti all'assedio e la necessità di ricostruire ponti di solidarietà tra popoli diversi e all'interno delle comunità stesse. Anche la biografia di Đerković si inserisce perfettamente in Casa della Memoria per l'impegno civile profuso nel suo percorso artistico e le sue vicende familiari: il padre, scomparso durante l'assedio di Sarajevo, era stato giovane partigiano in Montenegro durante la Seconda guerra mondiale. Le foto sono affiancate da una presentazione delle tappe fondamentali del conflitto con il supporto di articoli dell’Archivio del Corriere della Sera e de La Repubblica. Il programma di CANTIEREMEMORIA è organizzato da Op.64_Solocanto, prima compagnia di opera contemporanea di Milano diretta da Pilar Bravo e Fred Santambrogio, con una rassegna multiforme di concerti, laboratori, spettacoli, proiezioni di film, mostre, incontri, rivolti ad adulti, ragazzi e bambini. La vita davanti a sé, sottotitolo della rassegna, prende spunto dal titolo dell’omonimo spettacolo di A.T.I.R. con Arianna Scommegna e Giulia Bertasi in programma a chiusura di rassegna, l’8 gennaio. Una riflessione sul fatto che l’unico motore per la risoluzione dei conflitti è il riconoscimento del valore delle differenze. La rassegna si chiude così all’apertura di un nuovo anno con l’augurio che dal teatro e dalla letteratura si possano trarre insegnamenti sull’umanità e prendere ispirazione per la realizzazione di un futuro più inclusivo e libero. All’interno del palinsesto tanti nomi e titoli di rilievo del panorama musicale, teatrale e culturale: Marta Cuscunà, autrice e performer pluripremiata di fama internazionale che porta in scena È bello vivere liberi!, spettacolo in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa, ispirato alla biografia della giovanissima partigiana Ondina Peteani; lo spettacolo Polvere della compagnia Servo Muto/Teatro con Marzia Gallo; lo spettacolo di A.T.I.R. Federico, Vita e mistero di Garcia Lorca di e con Maria Pilar Perez Aspa; lo spettacolo Cassandra di Atelier Teatro; il progetto di Shinobu Kikuchi, che nasce dai canti tradizionali popolari giapponesi; gli incontri con gli autori (tra cui il fotografo Ahmed Bahaddou, premio Pulitzer News International), due spettacoli di danza, il violoncello di Irina Solinas. E ancora l'Orchestra Sinfonica Carisch, i laboratori di teatro, canto e lettura espressiva di Op.64, le dirette di Shareradio (con la presenza di Serena Sinigaglia ed Emergency il 22 dicembre), i laboratori di Michela Costa, Alessandra Cozzi e Atelier Teatro Bambini, i racconti radiofonici Dietrofront di Daniela Morelli con Erika Urban, accompagnata da improvvisazioni musicali e tanti concerti in diverse fasce orarie per venire incontro alle esigenze di ogni tipologia di pubblico. E proprio il pubblico sarà coinvolto fin dall’inaugurazione di lunedì 5 dicembre. Al termine della conferenza stampa si terrà infatti un flashmob a cura del coro di Op.64 e degli allievi di MTS - Musical! The School diretta da Simone Nardini a cui si uniranno tutt* coloro che vorranno partecipare per cantare insieme We are the world e For Iran from sea to sea canzone per la libertà e per la pace. Seguiteci sui social! Un crescendo di eventi all’insegna della libertà di espressione, in cui la musica e la parola diventano protagoniste.


Martedì 20 dicembre 2022

Ore 20:30-21:30 ORCHESTRA CARISCH

Da ormai 10 anni a Milano l'Orchestra Sinfonica Carisch si propone di promuovere e valorizzare la pratica della musica orchestrale amatoriale, attività ancora poco diffusa nel nostro Paese, ma molto estesa nel Nord Europa. Musiche di Beethoven, Puccini, Mascagni, Bisez.

Mercoledì 21 dicembre 2022

ore 19:45-21:00 E’ BELLO VIVERE LIBERI! - di e con Marta Cuscunà in collaborazione con Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa

Lo spettacolo si ispira alla biografia di Ondina Peteani che a soli 17 anni si scopre incapace di restare a guardare l'oppressione del fascismo e sceglie di agire, cosciente e determinata, per cambiare il proprio Paese. È bello vivere liberi! è uno spettacolo per riappropriarci della gioia e delle speranze dei partigiani.

Marta Cuscunà è autrice e performer di teatro visuale, nella sua ricerca unisce l'attivismo alla drammaturgia per figure.

Giovedì 22 dicembre 2022

ore 18:15-19:15 INCONTRO Diretta Shareradio “Promuovere una cultura di  pace: dal campo aperto al palcoscenico” con Paolo Grosso (Emergency) e Serena Sinigaglia, direttrice artistica di A.T.I.R. Paolo Grosso è un anestesista che dal 2001 lavora con EMERGENCY, partecipando a numerosi scenari di guerra lavorando anche con Gino Strada. È stato in missione in Sierra Leone, in Afghanistan, in Libia, in Iraq e nello Yemen, oltre a formare tanti giovani nuovi medici.
ore 19:45-20:45 Diretta Shareradio DIETROFRONT - MEDICI IN TRINCEA di Daniela Morelli con Erika Urban, alle percussioni Roberto Botturi

Un chirurgo svizzero dà il cambio a una dottoressa che sta per chiudere il suo turno di intervento, in una bidonville di Haiti. I caschi blu attaccano, ci sono compromessi da fare. Qual è il limite? “L’etica” suggerisce un maestro: “appare come una sorta di trattativa permanente in cui gli uomini, di stagione in stagione, cercano di stabilire, forse, quanto più si avvicina al bene comune, a un’ombra di giustizia”.

Venerdì 23 dicembre 2022

ore 15:30-17:30 PAROLE DI GUERRA Laboratorio di scrittura a cura di Daniela Morelli età 15/99
Sabato 24 dicembre 2022

Ore 15:00-16:15 LA TREGUA DI NATALE con la Giovane Corale di Cassano D’Adda e la compagnia teatrale InDialogo di Pantigliate

Ideazione e direzione musicale: Paolo Camporesi - Testo e regia teatrale: Sara Zanobbio e Lodovico M. Travaglia - arrangiamenti musicali - Simone Cernuschi e Davide Redaelli - Assistenza al progetto: Paola Campaner, Loribel S. Velotto, Nizar Fergag e Giacomo D’Andrea - Musicisti: Simone Cernuschi, Francesco Menin, Pablo Nicoli, Matteo Valtolina
. Il testo apre allo scoppio della prima guerra mondiale, enfatizzando la frenesia patriottica di quella repentina escalation di dichiarazioni di guerra, frenesia che presto si esaurisce nella desolazione e nella tragica routine della trincea, fino a giungere al racconto di quel miracolo che fu la notte di Natale del 1914. Le parole scelte sono tratte dalle lettere che i soldati inviarono ai loro famigliari: emozioni vere, autentiche, meraviglia che si fa carne, sguardi che hanno inciso nelle pupille la gioia per un atto volontario di pace.

Domenica 25 dicembre 2022

ore 18:00–19:15 Proiezione film JCS_Conflitti sociali regia Fred Santambrogio - direzione musicale Pilar Bravo

Un film musicale prodotto da Op.64 con la partecipazione della compagnia young. Un lungometraggio nato durante il lockdown per rispondere al desiderio di confrontarsi e sperimentare senza il pubblico dal vivo. Dieci giorni di riprese e un obiettivo non diverso dall’usuale percorso di OperaLab: unire professionisti e ragazzi per un progetto di formazione nell!ambito della  recitazione e del canto. Si affrontano tematiche sociali e difficoltà di accettazione di sé e degli altri attraverso una partitura musicale straordinaria.

Lunedì 26 dicembre 2022

ore 19:45-20:45 POLVERE Servomuto/Teatro con Marzia Gallo. Con il sostegno produttivo di Residenza Idra. Liberamente tratto da Se è una bambina di Beatrice Masini. Drammaturgia Marzia Gallo, Michele Segreto - Regia Michele Segreto - Scene Diego Ossoli

Ricordi, voci, odori. Tatto, udito, olfatto. Cosa rimane di tangibile di una persona che se ne è andata? Polvere. Soprattutto polvere. Un evento drammatico separa una madre e una bambina. Un evento impossibile da nominare, impossibile da capire, e quindi mascherato, nel ricordo di una bambina che no sa (ancora) accettare la realtà. Bombardamento, guerra. Un dolore talmente universale e intimo che poco importa sapere di quale guerra si tratti; poco importa datarne il periodo, precisarne il luogo, stabilirne i confini. Premio della Arti Sceniche L. A. Petroni, Premio Tagad'Off – Festival di Nuova Drammaturgia Lombarda, Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2016 – Sezione Monologhi, Secondo Miglior Spettacolo Progetto W.A.Y. We Are Young Selezione MaldiPalco Tangram Teatro Torino.

Martedì 27 dicembre 2022

ore 10:30-12:30 I RAGAZZI DELLA VIA PAL (prima lezione) Laboratorio di teatro a cura di Michela Costa - Età 7/11Ciclo di 3 lezioni ispirato al capolavoro di Ferenc Molnár
ore 17:00-18:30 GUERRA E PACE IN ASTROLOGIA a cura di Stefano Vighi astrologo e autore specializzato in astrologia oraria e classica. Declina la tematica della guerra e della pace in chiave astrologica discutendo la concezione di queste energie umane con il conflitto perenne tra Marte e Venere, con gli oracoli di Delfi e la famosa frase della Sibilla "ibis, redibis non morieris in bello" per sottolineare la paura e l'ansia dei nostri antenati circa l'andare in guerra. Ma anche il grande lavoro di astrologi e indovini nel provare ad aiutare madri e figli in partenza per il fronte.
ore 19:45-21:00 FEDERICO, VITA E MISTERO DI GARCÍA LORCA di e con Maria Pilar Perez Aspa - Musiche Antonio Porro - Produzione A.T.I.R.

Un viaggio alla scoperta di Federico García Lorca e della sua poesia, attraverso il racconto dell’epoca storica che incorniciò la vita del poeta spagnolo durante la dittatura franchista. Alcuni aneddoti di vite illustri (Luis Buñuel, Salvador Dalì, Pablo Neruda ed altri) e frammenti di opere che ci svelano la forza delle parole e la musicalità della lingua di Lorca. Non solo uno spettacolo teatrale, ma anche una lezione per gli spettatori per apprendere qualcosa di più sulla Spagna e su uno dei suoi più illustri figli.

 Mercoledì 28 dicembre 2022

ore 10:30-12:30 I RAGAZZI DELLA VIA PAL (seconda lezione) Laboratorio di teatro a cura di Michela Costa Età 7/11
ore 18:15- 19:15 INCONTRO Diretta Shareradio L’assedio di Sarajevo con Sanja Lucic ed Emina Gegic
ore 19:45-20:45 Diretta Shareradio DIETROFRONT-IN KOSOVO di Daniela Morelli con Erika Urban, al violoncello Irina Solinas

Al ritorno da una missione in cui delle vite sono state salvate ed altre sacrificate, Cristina, giovane dottoressa, non riesce più ad ambientarsi nella sua città e nella sua famiglia. La terra non ritorna indietro. La terra non ritrova il suo centro, per lei.

Giovedì 29 dicembre 2022

ore 10:30-12:30 I RAGAZZI DELLA VIA PAL (terza lezione) Laboratorio di teatro a cura di Michela Costa Età 7/11
ore 19:45-20:45 CASSANDRA di AtelierTeatro. Regia di Ruggero Caverni con Giulia Salis e Stefano Gerace - Musiche originali dal vivo di Francesco Forges e Stefano Gerace.

Cassandra di fronte alla guerra di Troia - la guerra simbolo di tutte le guerre - incarna il dramma del testimone di ogni guerra passata, presente e futura, il dramma di chi, vedendo e prevedendo le conseguenze delle azioni umane, è chiamato a farsi carico dell’insopportabile peso delle sofferenze, lottando disperatamente per conservare la propria umanità nel resistere alla tentazione di dire di si all’orrore.

Venerdì 30 dicembre 2022
15:30-17:30 LABORATORIO DI CANTO GIAPPONESE Tra passato e presente, tra oriente e occidente con Shinobu Kikuchi.
19:45-21:45 CONCERTO SUONI IN CANTIERE "Uno sguardo al futuro”
Concerto per flauto traverso e chitarra Duo Lorenzo Gavanna e Laura Arcari Musiche di J. S. Bach, M. Giuliani, F. Manenti, F. Carulli, P. de Sarasate. A cura dell’Associazione Culturale Ricercare APS in collaborazione con la Cooperativa Sociale Mikrokosmos

Sabato 31 dicembre 2022

ore 16.00-17.00 CONCERTO PER PIANOFORTE di Lodovico Giuseppe Drago
Musiche di Chopin, Kabalevskij, Grieg, Beethoven, Bach, Bortkievicz, Mendelssohn.

 Domenica 1 gennaio 2023

ore 18:00-18:45 VIDEO-REPORTER DI GUERRA Incontro con Ahmed Bahaddou, finalista premio Pulitzer News International 2012
ore 18:45-20:00 EKOTONOS 2 Città invisibili Proiezione con musiche dal vivo di Irina Solinas
Allo scoccare dei cento anni dalla nascita di Italo Calvino (1923 – 2023), si riapre l'immaginario su “Le Città Invisibili” partendo proprio dalle ultime parole che Marco Polo rivolge al Gran Khan nel famoso dialogo surreale, trait d’union tra le città: “ L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fno al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio." Musica di pace e immagini di guerra. Musica dall'inferno e immagini di speranza. Ecotonos #2 nasce dall'intreccio tra arte sonora e visiva: un violoncello, strumento di pace, immerso in città invivibili e reportage di guerre invisibili. Calvino scrive se vuoi sapere quanto buio hai intorno, devi aguzzare lo sguardo sulle foche luci lontane e questo è il messaggio che Irina Solinas e Ahmed Bahaddou vogliono condividere con la loro arte: invisibili momenti di gioia dentro (tutte) queste guerre invivibili.

Lunedì 2 gennaio 2023

ore 15:00-17:00 LABORATORIO DAL GIOCO AL TEATRO a cura di Atelier Teatro - Età 8/12
ore 19:00-19:30 Danza - ALBATROS Un progetto post-pandemico nato dalla semplice immagine riflessa di due mani posate sulla testa che suggerivano la forma dei palchi delle alci. Questi due elementi hanno introdotto un’indagine sul concetto di natura e "naturale", attraverso una definizione che comprende nella sua molteplicità di significati, l'inclusione degli strumenti tecnologici prodotti dall'immaginazione creativa umana. Drammaturgia Eliana Rotella, coreografia Pablo Ezequiel Rizzo con Pablo Ezequiel Rizzo e Alessandra Cozzi.
19:30-20:00 ALBATROS – incontro con gli autori

 Martedì 3 gennaio 2023

ore 11:30-13:00 LABORATORIO DANZA ESPRESSIVA - Alessandra Cozzi e Pablo Ezequiel Rizzo
ore 15:00-17:00 LABORATORIO DAL GIOCO AL TEATRO a cura di Atelier Teatro - Età 8/12
ore 18:00-19:00 DUO PIANOFORTE E CLARINETTO con Davide Mistrangelo e Luca Frizzele. Musiche di Niels Gade, Schumann, Poulenc.

Mercoledì 4 gennaio 2023

ore 15:00-17:00 LABORATORIO DAL GIOCO AL TEATRO a cura di Atelier Teatro - Età 8/12
ore 19:00-19:40 CASSANDRA O DELLA VERITA’ – con Massimo Monticelli. Coreografia di Massimo Monticelli. Musiche originali dal vivo di Marco Pedrazzi. Con il contributo del Centro di Residenza Emilia-Romagna. Progetto vincitore della seconda edizione di Eretici-le strade dei teatri. Un corpo, solo, si offre come segno di resistenza. In una serrata lotta con l'invisibile, cerca e si cerca, in cammino verso un futuro segnato. Cassandra o della Verità si presenta agli occhi dello spettatore come un momento di confronto e di riscrittura, che osserva l’incessante tentativo di comunicare, la caparbia volontà di dire di no, l’ostinata necessità di immaginare un altro futuro.
19:40- 20:00 CASSANDRA O DELLA VERITA’ Incontro con l’autore

Giovedì 5 gennaio 2023

ore 19:00-20:00 DIETROFRONT AFGHANISTAN: NELLA FOSSA DEI LEONI di Daniela Morelli con Erika Urban, improvvisazione musicale di Shinobu Kikuchi

Venerdì 6 gennaio 2023

ore 16:00- 17:00 LA GUERRA DI TROIA di Atelier Teatro Uno spettacolo interattivo che ripercorre gli episodi più famosi della letteratura antica, in un grande racconto epico che spazia da Omero a Virgilio da Ovidio ai tragici greci. Per bambin* e ragazz*.
Ore 18:00-18:25 proiezione INFINITO RITORNO di Andrea Bersani produzione Kinedimorae Sviluppato con Comune di Milano, Unità Case Museo e Progetti Speciali, Casa della Memoria
Sabato 7 gennaio 2023

Ore 16:30-17:30 CONCERTO SUONI IN CANTIERE a cura dell’Associazione Culturale Ricercare APS in collaborazione con la Cooperativa Sociale Mikrokosmos.
ore 19:00-20:00 CONCERTO L'ANIMA DEI SUONI Voce e San-Shin Shinobu Kikuchi, Violoncello Annamaria Bernadette Cristian.

Otodama significa “l’anima dei suoni”. Il suono vibra, comunica, esprime, raggiunge, richiama, armonizza e realizza i desideri. Da forza, unisce, guarisce. Ha il potere di scacciare i demoni e la malvagità.

L’anima dei suoni è un progetto che nasce dai canti tradizionali popolari giapponesi e che si fonde con la sonorità ed espressione della musica occidentale, più specificamente la musica classica. E’ un progetto che attraverso “l’anima dei suoni” crea tra le “corde che risuonano e i corpi che vibrano” un’armonia che magicamente unisce le diverse culture. I canti parlano degli Dei, delle preghiere, del lavoro dei contadini e dei pescatori, le nenie, le filastrocche dei bambini, i canti d’amore, ma parlano pure della “forza” di rialzarsi anche dopo sanguinose battaglie.

Domenica 8 gennaio 2023

Ore 11:00-12:00 CONCERTO SUONI IN CANTIERE a cura dell’Associazione Culturale Ricercare APS in collaborazione con la Cooperativa Sociale Mikrokosmos.
ore 16:00-17:15 LA VITA DAVANTI A SE’- con Arianna Scommegna, alla fisarmonica Giulia Bertasi. 
Produzione A.T.I.R. Dal romanzo di Romain Gary.
 "Avevano tutti e due bisogno di amore come non si era mai visto alla loro età, e dovevano unire le loro forze" È la storia raccontata in prima persona da un bambino, Momò, nella Belleville miserabile e multietnica del secondo dopoguerra. Momò vive al sesto piano, a casa di Madame Rosa, ex prostituta ebrea scampata ad Auschwitz, che accudisce bambini destinati altrimenti al brefotrofio. Momò è il preferito di Madame Rosa tra loro si crea un rapporto sincero e stretto che li legherà per sempre. È una storia che parla di cura. Del significato della cura come atto di responsabilità. Momò ci mostra come nelle situazioni più tragiche e amare della vita si possa trovare la forza di sorridere.
 La vita davanti a sè è un'iniezione di coraggio, speranza, tenerezza e cura per l'anima. Con questa iniziativa Casa della Memoria, spazio pubblico e sede dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), dell’Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti (ANED), dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri (ex INSMLI), dell’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (AIVITER) e dell’Associazione Piazza Fontana 12 dicembre 1969, si apre alla cittadinanza invitando tutti alla condivisione e alla partecipazione attiva

L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito fino a esaurimento dei posti


Casa della Memoria
, Via Federico Confalonieri 14, Milano M5 Isola - M2 Gioia/Garibaldi
tel. 02 884441 - +39 3458855009 - c.casadellamemoria@comune.milano.it - Ingresso libero e gratuito www.casadellamemoria.it - www.cantierememoria.it
FB @casadellamemoria
Instagram @casadellamemoria
_____________________________________________________________________________________

Istituto Ernesto de Martino
presenta

MARTEDI' 29 NOVEMBRE ORE 21
presso la biblioteca pubblica Ernesto Ragionieri in Piazza della biblioteca, 4 a Sesto Fiorentino (zona Doccia)

Presentazione del graphic novel storico "Guido Picelli. Un antifascista sulle barricate", scritto da Francesco Pelosi e disegnato da Rise
Una lettura cantata con Francesco Pelosi e Simone Baroni
INGRESSO LIBERO

LO SPETTACOLO
Il cantautore e sceneggiatore Francesco Pelosi e l’attore Simone Baroni, interpretano una lettura scenica cantata del graphic novel storico “Guido Picelli. Un antifascista sulle barricate” (Round Robin, 2022), alternando la messa in scena di alcuni capitoli del libro e il racconto dei “fatti di Parma” dell’agosto 1922 a canti popolari e politici dell’epoca e canzoni originali.

LA STORIA
Il 31 luglio 1922, l’Alleanza del Lavoro proclama lo sciopero nazionale come protesta contro le ripetute violenze fasciste. Mussolini da’ l’ultimatum: cessazione immediata o repressione. A Parma, la gente dei borghi, al comando di Guido Picelli e dei suoi Arditi del Popolo, insorge difendendo i quartieri popolari dell’Oltretorrente e del Naviglio con trincee e barricate. Nei cinque giorni di resistenza, poche centinaia di uomini e donne fronteggiano migliaia di fascisti al comando del famigerato ras Italo Balbo, in quella che rimane una testimonianza unica dell’antifascismo della prima ora.

IL GRAPHIC NOVEL
Dalle barricate di Parma al viaggio verso il confino con Antonio Gramsci, fino alla morte tra le fila delle Brigate Internazionali in Spagna, Guido Picelli – Un antifascista sulle barricate, scritto da Francesco Pelosi, disegnato da Rise e pubblicato a luglio 2022 da Round Robin Editrice in collaborazione con Anppia Nazionale, racconta le vicende umane e politiche del sindacalista e combattente parmigiano, in un graphic novel appassionante e storicamente accurato, nel centenario dei fatti che lo resero celebre nell’Italia di allora. 

FRANCESCO PELOSI (Parma, 1984), si è diplomato in sceneggiatura alla Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia. Collabora con il collettivo di autoproduzione Spaghetti Comics, ha pubblicato per il Centro Fumetto “Andrea Pazienza” e scrive di fumetto e immaginario su Quasi, la rivista che non legge nessuno. Parallelamente, è cantautore e interprete di brani del repertorio popolare.
SIMONE BARONI (Parma, 1994). Si diploma al Liceo Musicale di Parma “Arrigo Boito”. Laureato in “Beni artistici e dello spettacolo” con la tesi Bogdan Jerkovic a Parma: “Ubu Roi” per il teatro universitario (1964) e diplomato in recitazione presso la Scuola di Teatro “Iolanda Gazzerro” Emilia-Romagna Teatro fondazione - Teatro Nazionale, oltre all’attività di attore su palcoscenico, svolge corsi di formazione di lettura ad alta voce e recitazione, rivolti a non professionisti.
RISE (Parma, 1994), illustratore e street artist, nel 2018 si Laurea in Antropologia, Religioni e Civiltà Orientali presso l’Università di Bologna e attualmente è iscritto al Master di Illustrazione presso ISIA Urbino. Ha realizzato opere murali in svariate città italiane, preso parte a esposizioni collettive e realizzato illustrazioni per autoproduzioni e stampa serigrafica. Collabora con cooperative e associazioni culturali in laboratori di arte murale per bambini e ragazzi.

MERCOLEDI' 30 NOVEMBRE ALLE ORE 21
presso il Teatro della Limonaia in via Gramsci, 426 a Sesto Fiorentino
presentazione cantata del libro "La Resistenza in 100 canti" a cura di Alessio Lega
Concerto "Qui radio libertà" con ALESSIO LEGA, ROCCO MARCHI e GUIDO BALDONI

INGRESSO GRATUITO
Ad aprile del 2022 è uscito “La resistenza in 100 canti” (Ed. Mimesis) un libro che fa il punto sui canti della resistenza, sui testi più significativi e dibattuti, sulle versioni più diffuse, sull’attualità del canto partigiano. Oltre ad una sezione di foto rare e di spartiti musicali, il libro presenta soprattutto un vasto mosaico di storie della resistenza. Fra i testi delle più note canzoni, troviamo le storie bellissime, emozionanti, tragiche e vitali dei partigiani che le hanno scritte, che per primi le hanno cantate, delle brigate che le adottarono come inni. Dunque - attraverso questo libro - emerge insieme la colonna sonora della liberazione italiana, ed i cento piccoli film dei suoi protagonisti. 

L'AUTORE CURATORE.
Il curatore di questo libro è Alessio Lega, scrittore e cantastorie attivo nelle piazze e nei teatri, con 25 anni di carriera, 10 dischi, centinaia di spettacoli, numerosi premi (due volte targa Tenco: come autore e come interprete). Nelle presentazioni, concerti, spettacoli, laboratori si affiancano all’autore musicisti di varia formazione, specializzati nella produzione discografica come nell’esecuzione dal vivo.

UNA PRESENTAZIONE CANTATA.
Cosa c’è di più noioso che presentare un libro che ancora nessuno ha letto? Alessio Lega trasforma dunque le presentazioni in una sorta di concerto, accompagnandosi a uno o due musicisti, cantando e raccontando le canzoni e le storie che le accompagnano. Sono canzoni belle, sfiorate dalla tragedia, ma pur sempre le canzoni di una gioventù che per la prima volta si sentiva libera. Quando il pubblico esce da questa presentazione/cantata con il libro sottobraccio, dopo aver intonato “Bella ciao”, “Fischia il vento”, “I ribelli della montagna”, avendone scoperto la storia dietro la melodia, è preso da commozione, orgoglio ed allegria per la più bella pagina del novecento italiano.
_____________________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________________

“LUCIO DALLA - Anche se il tempo passa”
dal 22 settembre al Museo dell’Ara Pacis
Fino al 6 gennaio 2023 la mostra-evento dedicata allo straordinario percorso umano e artistico di uno dei più amati artisti italiani e internazionali.

Roma, 1° agosto 2022 - Arriva nella capitale l’affascinante viaggio nel mondo di Lucio Dalla, iconico e innovativo cantautore, immortale, prerogativa solo dei grandissimi artisti. Inevitabile celebrarlo nel decennale della sua scomparsa con la grande mostra-evento “Lucio Dalla - Anche se il tempo passa” dedicata al genio umano e musicale, che sarà realizzata a Roma, dal 22 settembre 2022 al 6 gennaio 2023 al Museo dell’Ara Pacis. Un viaggio che parte dall’infanzia e ripercorre un percorso straordinario di vita e memoria collettiva, al ritmo delle note delle sue straordinarie canzoni. La mostra, promossa e prodotta da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, è organizzata e realizzata da C.O.R. Creare Organizzare Realizzare con il sostegno di Regione Lazio. L’esposizione, a cura di Alessandro Nicosia con la Fondazione Lucio Dalla, è patrocinata da RAI. Special partner Lavoropiù. Supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura. Con la collaborazione tecnica di Universal Music Publishing Group, SIAE Società Italiana degli Autori e degli Editori, BIG|Broker Insurance Group. Catalogo Skira editore. Non è un’impresa facile raccontare in una esposizione cinquant’anni di storia. Tutto nasce da una lunga ricerca di materiali, molti dei quali esposti per la prima volta, che documentano l’intero cammino umano e artistico di uno dei più amati artisti italiani e internazionali. Un cantore di vita e suoni che con graffiante ironia e sguardo poetico ha conquistato il cuore di tutti, non solo musicista ma anche attore, scrittore, regista teatrale, amante dello sport e appassionato di motori, danza, opera lirica, pittura, letteratura, con un numero impressionante di interessi. Così, attraverso documenti, foto, copertine dei dischi, video, oggetti, abiti di scena, locandine dei film a cui ha partecipato, manifesti, la ricca collezione di cappelli e berretti, sarà possibile scoprire l’intimità di Lucio e vivere la forza della sua musica. Scopriremo che ancora il suo ricordo riempie l’anima e fa tremare il cuore. 
Oltre dieci le sezioni in cui è suddivisa l’esposizione: Famiglia-Infanzia-Amicizie-Inizi musicali, Dalla si racconta, Il clarinetto, Il museo Lucio Dalla, la sua musica, il cinema, il teatro, la televisione, Universo Dalla, Dalla e Roversi, Dalla e Roma; quest’ultima sezione, inedita, è dedicata al rapporto tra il cantante e la Capitale, città dove ha vissuto a lungo e che ha amato profondamente. Insieme ai documenti che ci raccontano la sua vita, l’arte e le sue passioni, la mostra offrirà allo spettatore l’opportunità di un incontro unico e speciale con l’artista.
La mostra sarà arricchita anche da un prestigioso catalogo edito da Skira che contiene storia, immagini e anche un lungo elenco di straordinarie testimonianze che aiutano a comprendere nel profondo il suo eclettico carattere.