Concerti Canzone d'Autore

I comunicati stampa relativi ai concerti della scena cantautorale italiana...

VINICIO CAPOSSELA
Al via l’1 luglio Altri tasti, lo speciale tour estivo in tutta Italia.

Dopo Con i tasti che ci abbiamo, il live teatrale tratto dall'ultimo lavoro discografico Tredici canzoni urgenti, un viaggio in musica che ha attraversato tutta la Penisola collezionando numerosi sold out e riscuotendo gli entusiasmi di pubblico e critica, Vinicio Capossela dall’1 luglio torna in tour con Altri Tasti, una serie di speciali concerti estivi con formazioni e repertori differenti. Le Prevendite sono attive sui principali circuiti online. Se con il tour autunnale “Con i tasti che ci abbiamo” - che ha portato in teatro le Tredici canzoni urgenti - toccare certi tasti è sembrato necessario per rispondere a certe urgenze che l’attualità imponeva, racconta Capossela - tanto più necessario sarà toccare Altri tasti ora che quelle criticità non si sono diradate e che nuove urgenze sembrano aggiungersi alle vecchie, adombrando anche l'orizzonte estivo. Prosecuzione naturale dei concerti urgenti dei mesi trascorsi, “Altri tasti” vuole perciò continuare a dare risalto pubblico alla parola, e con le parole e la musica comporre un concerto che tessa le schegge di un mondo che sembra andato in pezzi. Si offre così un discorso di critica del presente attraverso il quale riconoscere la possibilità nel limite e immaginare una prospettiva collettiva in cui ragione e sentimento si tengano sotto il sigillo della gratitudine per una vita riscattata dalla sua frammentarietà. In Altri Tasti ci saranno sia concerti “urgenti” che prevedono un arrangiamento orchestrale - il 25 luglio in piazza del Popolo a S. Vito al Tagliamento e il 27 al Teatro Romano di Verona per il Rumors Festival - Estate Teatrale Veronese con l'Accademia d’Archi Arrigoni -  sia concerti con la band che ha accompagnato il cantautore nell’ultimo tour: il 4 luglio ai Giardini della Rocca di Bertinoro per Entroterre Festival, il 20 a Minervino Murge per il Locus Festival e il 28 a Canazei (TN) – Località Ciampac.  In scaletta, oltre alle canzoni urgenti, troveranno spazio brani dal disco Camera a sud nell’anniversario del suo trentennale. A questi si aggiunge il concerto “urgente” del 6 luglio a Monte Sole Il Poggiolo a Marzabotto in cui Capossela sarà affiancato da un quartetto d’archi e dalla fanfara balcanica Fan Fath Al. Altri Tasti include anche alcuni atti unici, come Vecchi tasti, l’esecuzione integrale dell’album Camera a sud, il 1° luglio con un ampio organico al Festival di Villa Arconati a Bollate e in forma leggermente diversa, con band, il 12 luglio a Umbria Jazz all’Arena Santa Giuliana di Perugia per un omaggio-ricordo a Sergio Piazzoli e il 19 luglio al Fossato del Castello di Otranto per Luce Festival dove ai brani dell’album saranno affiancate altre canzoni urgenti.  E ancora, come  Antichi Tasti – De reditu suo. Ritorni, rovine e altri crolli - titolo tratto dall'opera di Rutilio Namaziano, ambientata nel pieno della decadenza dell'Impero romano d'Occidente - il 17 luglio al Teatro Romano di Ostia Antica: partendo dalle più recenti urgenze, in un’alternanza di rovine antiche, rovine personali e rovine contemporanee, il repertorio di questo concerto trae origine dal disco Ovunque proteggi, che Capossela portò dal vivo in un live indimenticabile al teatro romano di Ostia antica nel 2006, a cui si aggiungerà parte di Camera a sud.  Capossela sarà inoltre ospite di Time in Jazz in Piazza del Popolo a Berchidda (SS) l’11 agosto con il live Vecchi tasti - Camera a sud 1994 – 2024 and other personal standards. Tredici canzoni urgenti, uscito ad aprile 2023 e vincitore della Targa Tenco 2023 come Miglior Album in Assoluto, è un disco che nasce dall’urgenza di interpretare e dare voce ai problemi più stringenti del momento storico che stiamo vivendo: la violenza di genere, la cattiva educazione alle emozioni, l’abbandono scolastico, la delega da parte degli adulti all’intrattenimento digitale in cui versa l’infanzia, la cultura usata come mezzo di separazione sociale, il carcere inteso come reclusione senza rieducazione, il parossismo consumistico generato dal capitalismo predatorio. Canzoni che nascono dalla necessità di affrontare e confrontarsi con le problematiche che affollano un mondo ormai supino, sprofondato sul divano di fronte alla continua spettacolarizzazione della realtà. Un mondo in cui ogni cosa, compresa l’emozione, è stata domiciliarizzata e disincarnata sotto un velo che ha nascosto alla coscienza la preparazione della peggiore delle catastrofi: la guerra, con tutto il corollario della violenza, dell’avvelenamento, della semplificazione e della vanificazione di ogni sforzo “culturale” volto a costruire una comunità di uomini liberi e uguali.

Mercoledì 17 luglio
Antichi Tasti – De reditu suo. Ritorni, rovine e altri crolli
Roma - Teatro Romano di Ostia Antica

Venerdì 19 luglio
Vecchi Tasti – Camera a Sud trentennale e altre canzoni urgenti
Luce Festival - Fossato del Castello, Otranto

Sabato 20 luglio
Altri Tasti – Canzoni urgenti con band
Locus Festival - Minervino Murge

Giovedì 25 luglio
Altri Tasti – Canzoni urgenti con orchestra
Piazza del Popolo, San Vito al Tagliamento
con Accademia d’Archi Arrigoni

Sabato 27 luglio
Altri Tasti – Canzoni urgenti con orchestra
Rumors Festival - Estate Teatrale Veronese - Teatro Romano, Verona
con Accademia d’Archi Arrigoni

Domenica 11 agosto
Vecchi Tasti - Camera a sud 1994 – 2024 and other personal standards
Time in Jazz - piazza del Popolo, Berchidda (SS)

_____________________________________________________________________________________
 
 GIOVANI DEL FOLKSTUDIO
Venerdì 26 luglio
“La Rocketta” all'interno del Parco Richard Martin, Via Umberto Terracini - Fiano Romano.
presentano

LUCIO CORSI
(acustic concert)
Siamo così arrivati alla serata clou che preparavamo da lungo tempo: Lucio Corsi si è già fatto conoscere da appassionati dal gusto fine per l’assoluta originalità delle canzoni e per la maestria di chitarrista e di musicista. Come al solito il mainstream ha fatto finta di non accorgersene ma malgrado ciò il suo nome, circolato quasi clandestinamente, ha raggiunto anche noi “Giovani del Folkstudio” che non abbiamo voluto farne a meno. Vogliamo anche ringraziare il suo management che ha creduto in lui e  coloro che hanno realizzato dei video interessanti e di buon gusto, aiutati anche dal look di Lucio: grazie, ci fate sperare in un nuovo e migliore futuro per la canzone italiana, insieme alle altre nuove proposte a cui cerchiamo di dare visibilità. Ma basta con le sviolinate: venite a trovarci ed a scoprire, se non lo conoscete già, un artista di grande talento, Lucio Corsi!

 Info e prenotazioni: 329 1613322
_____________________________________________________________________________________

SALE 
VINCE IL BANDO LAZIOSound TOURING
Ecco le date che il cantautore romano Eugenio Saletti effettuerà con la band grazie al progetto per le eccellenze artistiche under 35

Il cantautore romano SALE (nella vita Eugenio Saletti) ha vinto il bando LAZIOSound Touring grazie al quale effettuerà un tour in Italia con la sua band per presentare i suoi lavori discografici e, in anteprima, il nuovo disco ancora in lavorazione. SALE e la band suoneranno - al di fuori del progetto LAZIOSound - anche in Molise e in Sicilia: il 28 aprile 2024 a Isernia (Rassegna Canzone d’autore), il 4 ottobre a Monreale e il 5 ottobre al Parco delle Madonie (Palermo – Alturestival). Il concerto attinge al repertorio dei suoi primi due dischi “L’innocenza dentro me” (finalista alle Targhe Tenco) e “Un eterno inutile presente” (vincitore di LAZIOSound), ma avranno una parte rilevante anche i brani del suo prossimo progetto musicale “Vittoria – canzoni contro la guerra”, un percorso che parte da brani originali composti ispirandosi ai racconti di Pier Paolo Pasolini, Sami Modiano, Beppe Fenoglio e altri autori, uniti alla reinterpretazione di canzoni simbolo che vanno da Dylan a Tenco, da Calvino/Liberovici a De André e De Gregori, riletti con uno stile e un suono personale. Un progetto che nasce per non dimenticare, di fronte agli orrori delle centinaia di guerre che sconvolgono il mondo, che solamente attraverso il dialogo, il confronto, il rispetto e la cultura si costruisce la pace e un futuro migliore. Musica come speranza, musica come passione. Insieme a SALE ci sono Umberto Scaramozza (con il quale ha condiviso l’esperienza all’Officina Pasolini) alla chitarra e voce e la coppia ritmica formata da Davide Nocera (basso) e Alessandro Stella (batteria e percussioni). SALE in Tour 2024 è una produzione realizzata nell’ambito del progetto LAZIOSound, finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Queste le date:

21 luglio 2024 - Restone, Figline e Incisa Valdarno (FI) - Circolo ARCI - Festival Orientoccidente
22 luglio 2024 - Calcinaia (Pi) - Museo Coccapani - Festival Sete Sóis Sete Luas
23 luglio 2024 - Pontedera (Pi) - Centrum Sete Sóis - Festival Sete Sóis Sete Luas
23 agosto 2024 - Atri (Te) - Festival Periferie sonore

Multistrumentista, 25 anni, SALE (nella vita Eugenio Saletti) suona chitarre, basso, piano, tastiere. Nel 2019 ha pubblicato il suo primo lavoro discografico “L’innocenza dentro me” (Materiali Sonori) grazie alla vittoria del bando SIAE Sillumina. Con questo disco è entrato nella cinquina dei finalisti delle Targhe Tenco 2019 come miglior esordio discografico. Nello stesso anno, SALE è stato anche finalista al Premio Bindi e al Premio De André. Nel 2021 ha pubblicato il suo secondo disco da solista “Un eterno inutile presente” (Materiali sonori – Ikona) dopo aver vinto il bando LAZIOSound recording dedicato alle migliori nuove opere dei cantautori del Lazio. Nel 2022 vince il Premio 7 Sois a Pontedera e partecipa all’Orchestra giovanile del Festival Sete Sois Sete Luas con una residenza artistica e una tournée in Portogallo insieme a musicisti di Grecia, Portogallo, Croazia e Slovenia con la direzione del Maestro Custodio Castelo.  Giovanissimo, prende parte come attore e cantante al film tv per Rai Uno “Un matrimonio” diretto da Pupi Avati (2013), eseguendo diversi brani in scena e nella colonna sonora. Ha cantato anche nella colonna sonora della serie tv “Mister Ignis” andata in onda sempre su Rai Uno nel 2014. Dal 2016 collabora con la Banda Ikona, il gruppo di musica mediterranea diretto da Stefano Saletti, partecipando ai tour di presentazione dei dischi “Soundcity” e “Mediterraneo ostinato”. Ha collaborato con la poetessa Maria Grazia Calandrone componendo le musiche per un suo spettacolo di poesia e musica. Nel 2020, alla fine di un triennio di studi, si è diplomato nella sezione "canzone" dell'Officina Pasolini, il laboratorio di Alta Formazione artistica, diretto da Tosca.
___________________________________________________________________________________

RAIZ 
ANNUNCIA IL TOUR ESTIVO DI "SI LL'AMMORE È 'O CCUNTRARIO D''A MORTE" 

RAIZ annuncia le date estive di presentazione di “Si ll’ammore è ‘o ccuntrario d’’a morte”, il suo omaggio alla musica e alla poetica di Sergio Bruni, uscito a febbraio 2023 e portato con successo nei più importanti teatri italiani. Il 2024 è stato inaugurato da Raiz con la pubblicazione di “Rosa”, un brano inedito dell’artista napoletano scritto per la quarta stagione di "MARE FUORI", la popolare serie televisiva trasmessa con nuovi episodi da febbraio su Rai 2 e Raiplay. In questa occasione Raiz, che sullo schermo impersona l’iconico boss Salvatore Ricci, si esprime attraverso il personaggio stesso, dedicando a sua figlia Rosa versi in cui racconta di un sogno in cui insieme cambiano il loro destino, lasciandosi alle spalle la malavita. Un sogno che dura lo spazio di una notte.  “Rosa” e la rilettura di “Fa Ammore cu’ mme” degli Almamegretta (sempre all’interno dell’ultima stagione di Mare Fuori) arrivano dopo un 2023 di grandi successi: il disco “Si ll’ammore è ‘o ccuntrario d’’a morte”, il tour, la Terza Targa Tenco con gli Almamegretta, con “Senghe” votato come Miglior Album in dialetto, e le apparizioni sul grande schermo, tra cui un cameo nell'ultimo film di Sidney Sibilia, "Mixed By Erry", e in televisione nel ruolo di Don Salvatore Ricci in "Mare Fuori", per cui Raiz, firma anche diversi brani della colonna sonora.  “Si ll’ammore è ‘o ccuntrario d’’a morte” è stato presentato in trasmissioni radio nazionali come Radio 2 Social Club (in diretta anche su Raiplay e replica il giorno dopo in tv su Rai 2), Viva Rai2 (diretta radio e tv su Rai 2), Radio 3 Zazà, Radio 1 La Nota del Giorno, Isoradio, e moltissime produzioni tv tra cui Domenica In, Ciao Maschio, Oggi è un altro Giorno (Rai 1), Splendida Cornice (Rai 3), Bar Stella (Rai 2), Propaganda Live (La7).  Il disco ha avuto un riscontro estremamente positivo da parte della critica; articoli, recensioni e interviste sono apparsi su quotidiani nazionali come La Repubblica, Il Messaggero, Il Mattino, La Stampa, Il Foglio, Il Manifesto, riviste specializzate come Blowup e Rumore. 
RAIZ dal vivo sarà accompagnato dai RADICANTO, presenti anche nell’album: Giuseppe De Trizio e Adolfo La Volpe ai liuti, Francesco De Palma alle percussioni, Giovanni Chiapparino alla fisarmonica e Giorgio Vendola al contrabbasso. 
Dopo oltre 30 anni come voce degli Almamegretta, con la pubblicazione di "Si ll’ammore è ‘occuntrario d’’a morte”, Raiz rende un tributo intimo e rispettoso a Sergio Bruni, uno dei cantanti partenopei più popolari del secolo scorso e che più lo ha influenzato nel corso della sua carriera.  Un lavoro appassionato, tra narrazione e suono, che ripropone dieci brani di Bruni, ricordato spesso come “A voce ‘e Napule” per aver saputo rappresentare con le sue canzoni tutti gli abitanti della città, dai ceti più agiati a quelli più popolari.  Sergio Bruni, nome d’arte di Guglielmo Chianese, partecipò 12 volte al Festival di Napoli ottenendo due successi con i brani “Marechiaro marechiaro” e “Bella” e debuttò nel 1960 al Festival di Sanremo insieme a Joe Sentieri con “È mezzanotte” e a Giorgio Consolini con “Il mare”, classificandosi rispettivamente al 5° e al 6° posto.  Fondamentale fu poi l’incontro con il poeta Salvatore Palomba, dal cui sodalizio nacquero alcune delle canzoni più famose della sua discografia tra cui “Carmela” del 1976 e l’album “Una voce una città” del 1980 in cui Sergio Bruni musicò il testo di Eduardo De Filippo “È asciuto pazzo 'o patrone”. 

20/07 Pomigliano d'Arco (NA) - Parco Pubblico Giovanni Paolo II 
18/08 Metaponto – Castello di Torremare 
28/08 Varazze (SV) – Musica nel borgo 
05/09 Bosco di S. Giovanni a Piro (SA) – Equinozio d’autunno 
06/09 San Gemini (TR) – Piazza San Francesco 
_____________________________________________________________________________________

ENZO GRAGNANIELLO
CONTINUA IL TOUR DI 
“L’AMMORE È NA RIVOLUZIONE” 

Prosegue con nuove date il tour di ENZO GRAGNANIELLO per la presentazione di “L’AMMORE È NA RIVOLUZIONE”, il nuovo album di inediti pubblicato il 19 giugno, a tre anni di distanza dal precedente disco “Rint’ ‘O Posto Sbagliato”. “L’Ammore è na Rivoluzione" è un viaggio profondo nell’animo umano, narrato con la forza e la passione della lingua partenopea. È un omaggio alla speranza, alla pace interiore e al valore delle relazioni autentiche.  In un mondo spesso caotico e doloroso, l'album ci ricorda che la vera ricchezza risiede nell'amore, elemento che unisce tutti noi come onde in un vasto mare. Un lavoro intriso di perseveranza e speranza, colmo di gratitudine, che sottolinea come la bellezza e la felicità siano sufficienti per dare senso alla vita.  Attraverso una serie di brani toccanti, Gragnaniello esplora diverse sfaccettature emotive e sociali, celebrando valori come la ricerca della felicità e il sostegno reciproco, e mettendo a punto un inno ai sentimenti capaci di illuminare l'esistenza e dare un nuovo significato alle cose. Con "L’Ammore è na Rivoluzione" Enzo Gragnaniello trova un'ulteriore strada per tradurre in musica sentimenti profondi e imprescindibili, ennesima testimonianza del suo talento e della sua capacità di raccontare l'anima della sua città e la vita.  L’album si inserisce nella lunghissima carriera del musicista, autore e compositore, che da decenni incarna la voce profonda e appassionata della Napoli più autentica e che nel 2019 ha vinto la sua quarta Targa Tenco per il miglior album in dialetto con “Lo chiamavano Vient’ ‘e terra”. Legato visceralmente alla sua città, anche quest’ultimo lavoro discografico nasce nell’intimità della sua casa nei Quartieri Spagnoli di Napoli.  L’album è stato anticipato il 1° marzo dal singolo omonimo, “L’Ammore è na Rivoluzione”.  Enzo Gragnaniello parla del disco: “In una società sempre più disorientata e priva di emozioni, sommersa dall’odio e dalla sopraffazione non ci resta che urlare l’amore. Un amore puro. Un amore rivoluzionario. Si perché l’amore è l’unica vera rivoluzione che ci rimane da fare, l’amore è la vera rinascita che può risvegliare le coscienze, avvicinarle alla vera realtà e al sentimento perché come dice il testo “Tutto il resto è’ solo un’illusione "Amore Amore mio l’ammore overo è quann’ servi a Dio”  Accanto al tour estivo di presentazione di “L’Ammore è na Rivoluzione", continua quello di “Neapolis Mantra”, l’opera multidisciplinare ideata dal regista e coreografo italo-africano Mvula Sungani che combina la potenza espressiva della physical dance dell’étoile Emanuela Bianchini con la vibrante voce black del maestro Enzo Gragnaniello, sul palco insieme ai solisti della Mvula Sungani Physical Dance, alla propria band e all’attrice Federica Totaro.  

26/07/2024 Foiano di Val Fortore (BN) - Feo Fest NUOVA DATA 
27/07/2024 Baiano (AV) - Piazza Santo Stefano NUOVA DATA 
09/08/2024 Sant'Agata sui Due Golfi (NA) - Piazza Sant'Agata 
15/08/2024 Roccamonfina (CE) - Piazza Nicola Amore 
06/09/2024 Santa Maria del Cedro (CS) - Lungomare Giorgio Perlasca 

NEAPOLIS MANTRA 
13/08 Catona (RC) - Catonateatro  
23/10 Modena - Teatro Comunale di Modena  
16/11 Avezzano (AQ) - Teatro dei Marsi  
07/12 Sulmona (AQ) - Teatro Maria Caniglia  
15/12 Pesaro - Teatro Rossini  
09/05/2025 Napoli - Teatro Bolivar 
____________________________________________________________________________________

JAMES SENESE JNC 
IN TOUR CON “STIAMO CERCANDO IL MONDO” 

Si arricchisce di ulteriori nuove date il tour di James Senese JNC per la presentazione dal vivo del suo ultimo album d’inediti, "Stiamo cercando il mondo".   Figura di riferimento per numerose generazioni di musicisti e protagonista della rivoluzione culturale nota come Neapolitan Power, James Senese ha recentemente festeggiato il 40esimo anniversario del suo omonimo disco di debutto solista. Da oltre cinquant’anni calca instancabilmente i palchi di tutta Italia, con il suo straordinario talento e la sua inconfondibile attitudine.  Oltre ai brani del vasto repertorio, oggi porta dal vivo le nove tracce di "Stiamo cercando il mondo", il suo ventunesimo album, un lavoro sincero e appassionato, in linea con quella visione artistica priva di compromessi che lo ha contraddistinto fin dai tempi degli Showmen con Mario Musella e Napoli Centrale insieme a Franco Del Prete, passando per il profondo legame con Pino Daniele. Senese soffia nel suo sax il dolore e la forza, la lotta, la paura, la guerra; il suo canto affronta i sentimenti in un alternarsi continuo di amore e rabbia di chi combatte una vita quotidiana per la dignità di vivere. Il suo estro creativo e il suo gusto musicale si sviluppano all’interno del disco fra canzoni cantate e brani strumentali in cui il suono del sax, così riconoscibile, diventa il filo conduttore per una narrazione sempre in bilico fra jazz-funk, una spruzzata di latin music e tradizione partenopea. “Stiamo cercando il mondo” è il nuovo capitolo di una lunga carriera mai corrotta dalle mode del momento nel quale l’artista napoletano continua a indicare la strada attraverso la quale trovare la libertà: di esprimersi, di esistere, di amare.  
 
I PROSSIMI CONCERTI 

25/07/2024 Roma - Villa Ada 
27/07/2024 Baiano (AV) - Piazza Santo Stefano NUOVA DATA 
28/07/2024 Mola di Bari (BA) - La Festa Del Mare  
01/08/2024 Montecorvino Pugliano (SA) - Antichi sapori puglianesi NUOVA DATA 
04/08/2024 Moliterno (PZ) - Piazza de Biase NUOVA DATA 
11/08/2024 Napoli - Piazza del Plebiscito NUOVA DATA 
17/08/2024 Zapponeta (FG) - Piazza Aldo Moro 
18/08/2024 Lioni (AV) – Anfiteatro NUOVA DATA 
20/08/2024 Eboli (SA) - Piazza della Repubblica NUOVA DATA 
24/08/2024 Isola Capo Rizzuto (KR) - Le Castella NUOVA DATA 

_____________________________________________________________________________________

EUGENIO BENNATO 
I PRIMI CONCERTI
 
Eugenio Bennato continua il suo intenso tour estivo, che attraverserà tutta l'Italia e arriverà in Finlandia il 5 settembre, al Teatro Savoy di Helsinki.  Grande Maestro della musica popolare italiana, Eugenio Bennato ha dato nuova linfa alle grandi tradizioni musicali del Sud Italia con il movimento Taranta Power, portandole sui grandi palchi internazionali. Giunto a quasi cinquant’anni di carriera, continua ad essere un punto di riferimento per la modernità dei suoni e l’attualità dei testi, che affrontano temi cruciali della contemporaneità come le migrazioni, il rispetto delle diversità, la solidarietà, i pericoli della globalizzazione e del capitalismo estremo.  Dalle sponde meridionali del Mediterraneo, dal pensiero meridiano, dall’incontro con storie e culture diverse, Eugenio Bennato ha tracciato e traccia la sua personale storia di ritmi e parole, fedele a sé stesso e alle sue idee, in un viaggio musicale che non conosce fine.  A sette anni dall’ultimo disco solista, “Da che Sud è Sud”, e a quattro da “Qualcuno sulla terra” con Le Voci del Sud, il 5 luglio 2024 pubblica "Musica del mondo" il nuovo singolo e video, title track e primo estratto del nuovo album che uscirà in autunno: un brano che celebra l’umanità e la sua splendida diversità, mescolando elementi di musica popolare, folk ed etnica, arricchito dalla collaborazione con il Yar Mohammad Group, band proveniente dal Rajasthan, conosciuta nel 2023 durante i concerti realizzati in India per la Festa della Repubblica su invito dell’ambasciata italiana di New Delhi e del consolato generale di Bengaluru.  Con "Musica del mondo", Eugenio Bennato parla del potere della musica come strumento per promuovere un cambiamento globale, capace di contrastare la violenza, l'ingiustizia, l’avidità e la monetizzazione: sottolinea quanto la voce e il sorriso delle minoranze che lottano per la propria terra e per i propri valori siano più potenti delle idee e dell’arroganza di chi perpetua conflitti.   Quella dell'umanità e del pianeta sono melodie inestinguibili, la libertà un diritto inalienabile, inviolabile e universale.  "Negli Anni Settanta, da ragazzo, mi inventai la Nuova Compagnia di Canto Popolare” racconta Eugenio Bennato” “una band musicale che partiva dai modelli degli sconosciuti cantori del sud e cominciò a girare per il mondo. Poi vennero i briganti della storia meridionale, poi vennero i migranti del Mediterraneo, poi venne Taranta Power, che segnò l’ingresso della musica etnica italiana nella World Music. Da sempre una musica delle minoranze, una musica che conta poco nel business della civiltà globale.  “Musica del mondo” è tutto questo. Sono pensieri, idee, ideali, trasformati in parole e musiche senza confini.  Ci ritrovo il mio punto di partenza e il mio approdo, la convinzione di allora che la musica possa contribuire a contrapporre alla logica del profitto la logica della bellezza e del contatto umano.” 
 

21 luglio | Aci Sant'Antonio (CT), Sciaracabballa Fest – Piazza Carducci, Lavinaio 
26 luglio | Petralia Soprana (PA), Batraliah Fest 
27 luglio | Jacurso (CZ), Viale Madonna della Salvazione 
1° agosto | Muro Leccese (LE), Messapia Summer Festival 
3 agosto | Livorno, Effetto Venezia Festival 
10 agosto | Carpino (FG), Piazza del Popolo 
11 agosto | Campomarzio di Monasterace (RC) 
12 agosto | Serra d'Aiello (CS) Belvedere Panoramico 
13 agosto | Vibonati (SA), Piazza Roma 
14 agosto | Fontanarosa (AV) Piazza Cristo Re 
16 agosto | Palmi (RC) Piazza I Maggio 
20 agosto| Caggiano (SA), frazione Calabri 
23 agosto| Apricena (FG) | Suonincava 2024 
30 agosto | Canicattini Bagni (SR), Piazza XX Settembre 
5 settembre | Helsinki, Teatro Savoy 
7 settembre | Milano, Mood Live Milano Idroscalo 
14 settembre | Bologna, SunDonato Festival 

Calendario in aggiornamento
_____________________________________________________________________________________

PER L’ESTATE 2024 SI RITORNA SULL’ASTRONAVE GIRADISCO DI
LUCIO CORSI

Lucio Corsi è inarrestabile. Dopo un tour indoor che ha toccato i principali club italiani, il cantautore toscano torna dal vivo per undici date in numerosi festival del nostro paese. Il primo appuntamento è fissato per il 19 aprile al Teatro Zandonai di Rovereto (TN) nell’ambito di EDUCA, e proseguirà il 16 maggio al DumBO di Bologna nell’ambito di Heroes Festival. Il 26 maggio salirà sul palco del MI AMI Festival al Circolo Magnolia di Segrate (MI), il 22 giugno al DlenDlen Festival di Arsita (TE) e il 28 giugno all’Artico Festival di Bra (CN). Il 12 luglio Lucio si esibirà all’Orto di S. Matteo di Castelfranco di Sotto (PI) nell’ambito di LET’S Festival e il 3 Agosto al Revolution Camp di Sessa Auranica (CE). L’8 agosto sarà al PopCast Festival di Castiglione della Pescaia (GR) e infine il 19 Agosto all’Ex Macello di Putignano per FARM Festival.  Lucio Corsi sarà accompagnato alla batteria da Marco Ronconi, alle tastiere e all’organo elettrico da Giulio Grillo, al basso da Tommaso Cardelli, al pianoforte da Iacopo Nieri e alla chitarra elettrica e slide guitar da Filippo Scandroglio. L’avventura musicale dell’artista che veste i panni di un eroe, iniziata nel 2022 quando ha presentato il suo secondo progetto “La gente che sogna” (Sugar Music), continua a renderci i protagonisti di una grande favola. I suoi live sono un microcosmo di sonorità rock d’autore e folk surreale, in cui realtà e immaginazione, utopia e mistero riecheggiano nell’aria come le onde di una stazione radio spaziale. 
Lucio Corsi è un cantautore toscano classe 1993, proveniente da Val di Campo di Vetulonia. Con una buona dose di cocomeri, dinosauri, farfalle e sigarette per la testa, decide di intraprendere la carriera solista proponendo brani propri in italiano. Apprezzato dal grande pubblico dopo l’esordio nel 2015 con il disco “Altalena Boy / Vetulonia Dakar” e nel 2017 di “Bestiario Musicale”, è nel 2020 con “Cosa faremo da grandi?” – prodotto da Francesco Bianconi e Antonio Cupertino per la Sugar Music – che il cantautore viene consacrato tra le più interessanti personalità musicali della sua generazione e pioniere del genere ‘cantautorato glam’. Il 21 aprile è la data in cui viene rilasciato il suo terzo album “La gente che sogna” (Sugar).

12 Luglio - Castelfranco di Sotto (PI) – Orto di S. Matteo / LET’S Festival
3 Agosto - Sessa Auranica (CE) – Revolution Camp
8 Agosto - Castiglione della Pescaia (GR) – PopCast Festival
19 Agosto - Putignano (BA) – Ex Macello / FARM Festival


 I biglietti saranno disponibili sui principali circuiti di prevendita e su ponderosa.it
_____________________________________________________________________________________

GANG
 TOUR

LUGLIO 2024
27- RODDINO (CN) – (Full Band)
28- MORNICO AL SERIO (BG) (full Band)

AGOSTO 2024
3- VERNANTE (CN) -Full band
30- SUBIACO (RM)
_____________________________________________________________________________________

TOSCA 
in Auditorium
artista residente 2024 
5 appuntamenti esclusivi all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone
 
D’Altro Canto
Tosca, la musica, gli amici
 
giovedì 31 ottobre 2023 21:00
D’Altro canto 
Sala Petrassi

dicembre 2024 21:00
LOVE SONGS BOOK novità assoluta| 
Sala Sinopoli
 
Biglietti in vendita su ticketone.it 
_____________________________________________________________________________________

CCCP - FEDELI ALLA LINEA 
PROSEGUE IL TOUR
“In FEDELTÀ la LINEA c’è”

IN CONCERTO GIOVEDÌ 11 LUGLIO IN PIAZZA ARIOSTEA A FERRARA
nell’ambito del FERRARA SUMMER FESTIVAL
E
VENERDÌ 12 LUGLIO A VILLA CA’ CORNARO DI ROMANO D’EZZELINO (VICENZA)
nell’ambito di AMA FESTIVAL
 
Prosegue il tour “In FEDELTÀ la LINEA c’è” dei CCCP-Fedeli alla linea, domani, giovedì 11 luglio, la band sarà in concerto in Piazza Ariostea a FERRARA, nell’ambito del FERRARA SUMMER FESTIVAL, (aperture cancelli ore 18.00 – inizio concerto ore 22.00). Venerdì 12 luglio i CCCP saranno live a Villa Ca’ Cornaro di Romano D’Ezzelino (Vicenza), nell’ambito di AMA FESTIVAL, (Via Cà Cornaro, 10 – aperture cancelli ore 18.00 – inizio concerto ore 21.45). Con la grande mostra “Felicitazioni! CCCP – Fedeli alla linea 1984-2024” tenutasi nei suggestivi Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia, il “Gran Gala Punkettone di parole e immagini” al Teatro Romolo Valli, le tre date sold out del concerto “CCCP in DDDR” all’Astra Kulturhaus di Berlino e l’uscita dell’album live inedito “Altro Che Nuovo Nuovo”, a 40 anni dal primo EP, “Ortodossia”, Giovanni Lindo Ferretti, Massimo Zamboni, Annarella Giudici e Danilo Fatur, accompagnati dalla band composta da Luca Rossi, Simone Filippi, Ezio Bonicelli, Simone Beneventi e Gabriele Genta, sono pronti a infiammare il palco dei principali festival italiani. Lo straordinario ritorno della band si annuncia come uno degli eventi imperdibili dell’estate 2024, portando in scena un mix esplosivo di storia, musica e ribellione che ha segnato un’epoca e continua a ispirare nuove generazioni. Lontani dall'esser solo un'espressione nostalgica, i CCCP – Fedeli alla linea ritornano su grande richiesta per rivolgere al mondo di oggi il loro messaggio. Liberi da qualsiasi etichetta e confine, si immergono in una serie di performance live che attraversano il sacro e il profano, dove lo slogan “Produci, consuma, crepa” riecheggia con una rinnovata attualità. Il loro successo è il risultato della capacità di rendere ogni azione iconica, lasciando un’impronta indelebile, capace di plasmare l’immaginario collettivo.

Erano gli anni ‘80 in tutto il loro splendore
fuoriusciti da televisori grossolani
incastonati in mobili polifunzionali
appena prima dei mercati globali
- produci consuma crepa -
erano gli anni 80, in Occidente
dove tramonta il giorno
dove le cose vanno a compimento.
RIEPILOGO
la Benemerita Soubrette e l’artista del popolo
la chitarra grattugiata e l’urlato declamante
bestie da palcoscenico in vita vivente
Ciò che fu, ciò che è stato
Che è, ciò che scampato.
In FEDELTÀ la LINEA c’è.
All’erta sto.
 
Il tour, ideato e curato da Luca Zannotti per Musiche Metropolitane, prenderà il via il 21 maggio 2024 da Bologna in Piazza Maggiore.
 
Di seguito le date:
21 luglio a SERVIGLIANO (FERMO), nell’ambito di NoSound Fest
26 luglio al Parco Mediceo di Pratolino di FIRENZE, nell’ambito di Musart Festival
27 luglio all’Arena del mare, Porto Antico di GENOVA, nell’ambito del Balena Festival
3 agosto all’Anfiteatro Ivan Graziani di ALGHERO, nell’ambito del Festival Abbabula
9 agosto a MELPIGNANO (LECCE), nell’ambito di SEI Festival
27 agosto in Piazza Duomo PRATO, nell’ambito di Festival Settembre Prato è Spettacolo NUOVA DATA
29 agosto a MANTOVA, Esedra Palazzo Te
 
I biglietti del tour sono disponibili in prevendita sui circuiti di prevendita abituali.
  
_____________________________________________________________________________________

GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO
PROSEGUE CON NUOVI APPUNTAMENTI IL TOUR DI PRESENTAZIONE DI “PERICOLO GIALLO”
 
Continua l’inarrestabile tour di GIORGIO CANALI & ROSSOFUOCO per la presentazione dal vivo dell’ultimo disco, “Pericolo Giallo”.  Guidato da chitarre elettriche e distorsioni, lo spettacolo di Giorgio Canali è puntuale, autentico e straordinariamente energico: un’esperienza entusiasmante per i suoi potenti passaggi punk rock e la capacità di trascinare l’ascoltatore in riflessioni precise e senza compromessi. Un’esibizione sanguigna e coinvolgente, frutto dell’inconfondibile attitudine rock e della penna che hanno fatto di Canali un punto di riferimento del panorama alternativo italiano.  Nato come il precedente “Venti” (2020) partendo dagli spunti melodici e dalle idee ritmiche che ogni membro ha composto a distanza nelle proprie abitazioni, “Pericolo Giallo”, uscito per La Tempesta Dischi lo scorso 13 ottobre, è un lavoro caustico e dissacrante, un pensiero critico sul ruolo dell’essere umano all’interno di un occidente profondamente segnato dagli eventi recenti, dalla guerra in Ucraina alla crisi economica.  Con oltre 30 anni di attività, prima nei CCCP, CSI e PGR, e poi come produttore degli esordi discografici di numerosi artisti tra cui Verdena e Le luci della centrale elettrica, in questo nuovo album Canali mette a nudo tutte le contraddizioni della società contemporanea e tutti i pensieri di un animo in continuo fermento, incapace di rassegnarsi davanti alle ingiustizie e agli abusi di potere.  Centrale nel disco è l’immagine del sole che riporta metaforicamente ogni essere umano sullo stesso piano, illuminando tutti in ugual misura, e attorno a cui ruotano i ricordi e le storie delle dodici tracce dell’album in cui momenti taglienti e provocatori si alternano ad incursioni intimiste e riflessive.  “Pericolo Giallo” è stato presentato tramite un ampio servizio nel programma “Save the date” in onda su Rai 5 e in altre trasmissioni nazionali come “La nota del giorno” su Rai Radio1, ricevendo un largo apprezzamento da parte della critica specializzata con numerosi articoli e recensioni su testate nazionali e magazine musicali come La Repubblica, Il Manifesto, Il Messaggero, Rolling Stone, Blowup, Raropiù, Rumore, Buscadero, Sentireascoltare, Rockit, Rockol e molti altri. 

31.08 | MUGGIÒ (MB) – Brianza Velenosa  
____________________________________________________________________________________

SETAK
Concerti

Setak presenterà in anteprima Assamanù in un mini tour europeo che partirà da Parigi il 6 aprile, per poi proseguire in tutta Italia dal 3 maggio, queste le prime date confermate:

8 agosto - Basciano (TE)
9 agosto - Spoltore (PE) - Note sotto le stelle
_____________________________________________________________________________________

MARTEDÌ 16 LUGLIO IL NUOVO TOUR 2024 DEI CRIFIU APPRODA IN PIAZZA SALANDRA A NARDÒ (LE) 
PER LA PRIMA DATA NEL SALENTO DEL NUOVO SPETTACOLO LIVE

Continua il nuovo Tour 2024 dei Crifiu che porterà la band salentina in giro per l’Italia con il nuovo spettacolo live. Martedì 16 luglio saranno in concerto a Nardò (LE) (Piazza Salandra - ore 22 - ingresso gratuito) in occasione della Festa Madonna del Carmine con la prima data nel Salento del nuovo Tour. La band salentina composta da Luigi De Pauli (chitarre e synth), Sandro De Pauli (fiati e programmazioni), Antonio Ancora (voce), Marco Afrune (basso) ed Enrico Quirino (batteria), mescola pop, urban, elettronica, world music internazionale, sapori mediterranei e suoni contemporanei. I Crifiu portano in Tour il loro nuovo spettacolo con il nuovo singolo “Nausicaa”, un allestimento live inedito e una scaletta che percorre la discografia della band con brani come “Rock & Raï” (feat. Nandu Popu dei Sud Sound System), “Al di là delle nuvole” (feat. Boomdabash), “Un’estate così”, “Mondo Dentro” (feat. Sud Sound System) e i più recenti singoli “Otranto”, “Dj Dj” e “Chi non ha” entrati subito tra le canzoni più amate e richieste del loro repertorio. In scaletta anche il nuovo singolo radiofonico “Nausicaa”, il brano 2024 che accompagnerà l’estate della band e non solo grazie ad un sound nuovo ed intrigante capace di cantare i valori dell’ospitalità, della fratellanza e dell’inclusione. Qui il link al videoclip ufficiale: https://youtu.be/6E0CdpLMleI Con milioni di visualizzazioni e ascolti in streaming, la band salentina più volte sui palchi del Primo Maggio di Roma, dello Sziget Festival di Budapest e dei maggiori festival nazionali, torna live e come spesso accade nelle canzoni dei Crifiu, il pop, l’attualità sonora e l’immediatezza radiofonica si intrecciano a contenuti musicali e letterari, a rimandi culturali e sociali che invitano ad allargare lo sguardo. I Crifiu sono una delle band più interessanti che la Puglia sta esportando in tutta Italia grazie a un’originale identità e un potente impatto scenico nei concerti dal vivo, in grado di raccogliere un pubblico sempre più numeroso. Nel corso degli anni i Crifiu hanno condiviso il palco e la sala di registrazione con numerosi artisti nazionali e internazionali - Modena City Ramblers, Caparezza, Vinicio Capossela, Gang, Giuliano Palma & Bluebeaters, Fabri Fibra, Max Gazzè, Sud Sound System, Asian Dub Foundation, Massilia Sound System, Lou Dalfin, Mannarino, Il Teatro degli Orrori, Roy Paci & Aretuska, Gastone Pietrucci (La Macina), Cisco, Boomdabash, Sud Sound System solo per fare qualche nome - partecipando a festival e rassegne di prestigio in Italia e all’estero. Dopo gli esordi con “La strada del sogno” (2001), “Di periferia…” (2003), “Tra terra e mare” (2006), arrivano i tre album principali della band firmati Dilinò con il sostegno di Puglia Sounds e con la produzione artistica di Arcangelo Kaba Cavazzuti (già musicista di Vasco Rossi, Biagio Antonacci ed ex musicista-produttore dei Modena City Ramblers). “Cuori & Confini” (2012), “A un passo da Te” (2015) e “Mondo dentro” (2019). A lavoro sulle nuove produzioni, la band sarà protagonista di una serie di concerti dal vivo in attesa del nuovo album discografico. Un appuntamento da non perdere, quindi, con la buona musica dal vivo, capace di far danzare ed emozionare.
 
Info evento: 338 959 4424
____________________________________________________________________________________

VASCO BRONDI
LE DATE DEL TOUR

10 luglio 
GENOVA - Porto Antico @genovasummerlive

11 luglio 
FERRARA - Piazza Ariostea w/ CCCP e Gaznevada

12 luglio 
VERONA - Teatro Romano @festival_della_bellezza

14 luglio 
MONTEBELLUNA  - Mattarosso Music Festival @mattorossofestival

22 luglio
ROMA - Villa Ada @villa.ada.festival

23 luglio
FIRENZE - Anfiteatro delle Cascine

27 luglio 
FRIGENTO (AV)  - People Involvement Festival @peopleinvolvementaps

30 luglio 
FILAGO (BG)- Filagosto Festival @filagostofestival

2 agosto 
TRIESTE - Castello di S.Giusto @hotinthecityfestival

12 agosto 
CESENA - Acieloaperto @acieloapertofestival

14 agosto 
MELPIGNANO - Amelpignano Festival


VASCO BRONDI
LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA
il 2 dicembre all'ALCATRAZ di Milano un concerto/evento unico per festeggiare i dieci anni dell'album
COSTELLAZIONI
  
Costellazioni 2014/2024. Dieci anni di un disco che ha portato un grande cambiamento. Dopo i primi due album in cui avevo trovato una voce e quattro anni di silenzio, ero tornato da un viaggio solitario lungo sei mesi e mi sono rimesso a scrivere. Ne è uscito Costellazioni, un disco provinciale e spaziale. Il 2 dicembre lo risuoniamo all’Alcatraz di Milano, la città dove l’ho scritto in un appartamentino di Lambrate prima di ri-trasferirmi a Bologna e ri-ri-trasferirmi a Ferrara. Era l’inizio della fine della mia gioventù. È stata una grande festa, uno scontro tranquillo. Senza ironico distacco, senza disincanto. Solo immenso smarrimento e immensa libertà.” Il 2024, caratterizzato dall’uscita del nuovo disco di inediti “UN SEGNO DI VITA”, si chiuderà per Vasco Brondi con un grande concerto il 2 dicembre 2024 all’Alcatraz di Milano, per festeggiare i dieci anni di “COSTELLAZIONI”, l’album pubblicato nel marzo del 2014, tra i più amati della sua discografia, che per la prima volta aprì a Vasco Brondi le porte dei grandi spazi live e ampliò notevolmente la sua popolarità anche al di fuori di quell’ambito “indie” in cui il progetto LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA era nato e cresciuto.

  
Il concerto è prodotto e organizzato da IMARTS International Music & Arts con Gibilterra e Cara Catastrofe.
Tutte le informazioni sui concerti e sui biglietti sul sito www.vascobrondi.it.
_____________________________________________________________________________________

Tazenda: in Sardegna e nel Continente
In un viaggio fra il ricordo di Murales e i grandi titoli di ieri e dell’altro ieri

Si alterneranno con entrambi i progetti, quello in trio e quello con la band al completo, i Tazenda nel loro tour di luglio e agosto: alternando quindi la fornula più raccolta in trio per raccontare le più importanti e celebri tappe della loro carriera artistica; con quella più spettacolare con la band al completo dedicata a ricordare Murales: l’album iconico – il loro secondo – che ha visto esplodere il loro successo nel 1991. Una formazione che si muove con uno spettacolare impianto scenografico disegnato proprio per questo tour da Gaetano Garau: come oggi anno regalando al pubblico della propria terra un vestito nuovo, senza lesinare di quella sana spettacolarità propria dei grandi palchi. Sul palco, a fianco ai fondatori Gigi Camedda al piano e Gino Marielli alle chitarre e al nuovo frontman Nicola Nite a voce e chitarre, ci sono Massimo Canu al basso, Massimo Cossu alle chitarre, Paolo Erre alle tastiere e Luca Folino alla batteria. Ricordiamo che il tour è reso possibile grazie al supporto dell’Assessorato alla Cultura della Regione Autonoma della Sardegna, del M.I.B.A.C.T e della Fondazione Sardegna. Ed è organizzato in collaborazione con: F.A.S.I. Federazione delle Associazioni Sarde in Italia.

Le date del tour di luglio e agosto
Si parte quindi il 5 luglio a Pisa in Piazza Antonio Madonna all’interno dell’Eliopoli Summer Fest; il 6 luglio al Teatro del Mare a Montesilvano (PE); il 7 luglio a Serramanna in Viale Sant’Ignazio (SU); il 13 luglio nel Piazzale della Chiesa Santissimo Nome di Gesù ad Ottava (SS); il 20 luglio in Piazza della Torre a Castelvecchio di Rocca Barbena (SV); il 27 luglio a Martis (SS); il 28 luglio a Perdaxius (SU); il 3 agosto in Piazza Indipendenza a Baunei (NU); il 6 agosto a Giungano in provincia di Salerno; il 9 agosto a Domusnovas (SU); il 10 agosto in Parco Piazza Trieste a Mogorella (OR); l’11 agosto a Tergu (SS); il 15 agosto a Golfo Aranci (SS) all’Hotel Baia Caddinas; il 16 agosto in Piazza del Popolo a Guasila (SU); il 17 agosto a Olmedo (SS) in Piazza Giovanni XXIII; il 18 agosto a Guspini (SU); il 24 agosto nell’Anfiteatro Comunale di Siligo (SS); il 26 agosto in Piazza della Resistenza a Furtei (SU); il 28 agosto a Pattada (SS) in Piazza d’Italia e il 31 agosto in Piazza San Basilio a Serri (SU).

Il progetto in Trio
Quella del trio in acustico, che vede sul palco gli storici fondatori del gruppo Gigi Camedda al piano e Gino Marielli alla chitarra assieme al nuovo frontman Nicola Nite alle chitarre ad accompagnare le loro tre voci, è una formula sperimentata negli ultimi mesi del 2023 che i Tazenda hanno deciso di portare avanti anche per il 2024. Uno spettacolo più intimo, una produzione calibrata su una precisa tipologia di luogo: siti archeologici, parchi naturali, piccoli borghi o teatri in cui sarebbe impossibile produrre lo spettacolo rock che normalmente caratterizza questa band. L’occasione per restituire al pubblico dei Tazenda i brani più famosi e popolari del loro repertorio ultratrentennale, rispolverando, in chiave acustica, tutti i brani storici che hanno fatto conoscere e apprezzare i Tazenda fin dal 1990: uno spettacolo dal forte impatto emozionale ed artistico in cui la vicinanza e l’intimità col pubblico diventano il prezioso tratto saliente. "Tre microfoni, due chitarre acustiche e un pianoforte. Questa è la formula che ci avvicina di più alla gente. Quando siamo ispirati, si vola, ci si commuove, si apre il cuore e si canta. È sempre una celebrazione collettiva della sardità, anche per i non sardi." nel corso dello spettacolo Gigi, Gino e Nicola parlano, improvvisano, si raccontano e mostrano quel lato delle loro personalità che pochi conoscono. Scherzano e svelano segreti, raccontano aneddoti e gemme per i fan più curiosi. Come non emozionarsi con la sempre purtroppo attuale Pitzinnos in sa gherra, l’omaggio  dolcissimo e crudele a tutti i bambini costretti a vivere nella e di guerra; o non ballare con Nanneddu meu. Carrasecare fa tornare tutti indietro nel tempo e Mamoiada riaccende la nostalgia nei sardi della diaspora. E poi, immancabile, c’è Spunta la luna da monte, brano iconico, versione in italiano della canzone Disamparados, scritta da Luigi Marielli, componente dei Tazenda, che la affidarono ancora inedita a Pierangelo Bertoli per presentarla al Festival di Sanremo 1991. Non può mancare No Potho reposare, inno d’amore senza tempo, brano della tradizione popolare sarda reso immortale dai Tazenda prima e da una celebre interpretazione al suo ultimo concerto di Andrea Parodi. E poi c’è il tuffo nel mondo della spiritualità con la mistica La ricerca di te. Ancora, l'allegra-amara No la giamedas Maria e l'inno alla natura e alla Sardegna Madre Terra. Poi, il duo Tazenda-Ramazzotti che ha raggiunto il primo posto in classifica con Domo mia e la amatissima Cuore e vento, con gli amici Modà, che presto è diventata un nuovo canto da condividere con il pubblico. E poi c’è l’amicizia personale e musicale condivisa con Fabrizio De André che ritroviamo  in Monti di Mola. Altra illustre e toccante collaborazione, oltre a Bertoli, Maria Carta, Renga, Ramazzotti, Grignani, Modà.

L’omaggio della band al completo a Murales
Il tour 2024 dei Tazenda, nella sua formazione full band è dedicato a ricordare Murales. I fan della band sanno bene che ogni anno il tour è dedicato ad un tema, un modo per rendere omaggio a tutto il vasto repertorio degli oltre 100 brani senza far torto a nessuno: quest’anno i Tazenda hanno deciso di tornare un po’ alle origini ricordando un album che li ha lanciati, dopo il noto Sanremo 1991 al quale parteciparono con Bertoli con Spunta la luna dal monte (versione in italiano della loro Disamparados) ricevendo una vera e propria ovazione dal pubblico con uno degli applausi più lunghi della storia di Sanremo. Fu un anno ricco di riconoscimenti: a partire dalla Targa Tenco per Disamparados, versione originale in sardo della canzone. Senza scordare che Murales ha venduto più di 200.000 copie e con alcune canzoni come Mamoiada, Nanneddu meu (tratta dalla poesia A Nanni Sulis di Peppino Mereu) e la stessa Disamparados ha portato ai Tazenda il Premio Tenco per la Migliore canzone in dialetto e la vittoria al Cantagiro con il Disco d'Oro. Ma è anche l’album che, attraverso il mescolarsi dei  suoni "moderni" di tastiere e chitarra elettrica con quelli tipici della Sardegna (launeddas, tenores, fisarmoniche diatoniche), sa dipingere con passione e tenerezza storie di donne e di uomini, aprendo squarci consapevoli sulla storia presente e passata. Un album dove folk, rock progressivo, canzone cantautoriale, melodia confluiscono a dare vita a un oceano di emozioni immense, che toccano anche chi non mastica il sardo, lingua scelta per la quasi totalità dell'opera. Sullo sfondo il ricordo della forza comunicativa dei muralisti, dei writer della cultura hip hop e degli artisti da zi bao, la protesta che si può celare dietro la poesia dolce o graffiante della musica rock. Perché, come ammettono: “Murales è il nostro manifesto perfetto di quello che volevamo rappresentare e che ancora proviamo a mettere in scena in occasione del suo 33esimo compleanno.” Non a caso il murales da sempre ha un potente ruolo di denuncia sociale che permea da sempre la poesia dei Tazenda, sempre pregna di messaggi forti, sempre calati nella forza di una musica che sa prendere il suo pubblico dalle pance: dai temi dell’ecologia a quelli delle ingiustizie e delle guerre, senza dimenticare le diseguaglianze e la disparità del ruolo uomo- donna.
_____________________________________________________________________________________

FRANCESCO DE GREGORI
DAL 12 LUGLIO IN TUTTA ITALIA
“DE GREGORI DAL VIVO”
 
Questa estate FRANCESCO DE GREGORI tornerà in concerto con la sua band in oltre 30 città, portando la sua musica in tutta la penisola. Il tour estivo “DE GREGORI DAL VIVO” prenderà il via il 12 luglio da Piacenza. Il cantautore romano proporrà al pubblico i brani con cui ha segnato per sempre la storia della musica italiana, accompagnato dalla sua band composta da Guido Guglielminetti (basso e contrabasso), Carlo Gaudiello (tastiere), Primiano Di Biase (hammond), Paolo Giovenchi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino) e Simone Talone (percussioni). Corista: Francesca La Colla. Aprirà i concerti Angela Baraldi, già ospite di alcuni tour del cantautore romano (la prima volta nel 1993). Di seguito le date del tour “DE GREGORI DAL VIVO” (organizzato e prodotto da Friends & Partners):

12 luglio al Palazzo Farnese di PIACENZA nell’ambito di Piacenza Summer Cult
13 e 14 luglio all’anfiteatro del Vittoriale di GARDONE RIVIERA (BS) nell’ambito di Festival Tener-a-mente
16 luglio in Piazza Alfieri ad ASTI nell’ambito di Astimusica
18 luglio al Castello Scaligero di VILLAFRANCA (VR) nell’ambito di Villafranca Festival
19 luglio al Castello di UDINE nell’ambito di Udinestate
21 luglio a Villa Erba di CERNOBBIO (CO) nell’ambito di LeSerre Music&Comedy Festival
22 luglio al Castello Carrarese di ESTE (PD) nell’ambito di Estestate
24 luglio al Parco Ducale di PARMA
26 luglio all’Anfiteatro Romano di POMPEI (NA) nell’ambito di BOP – Beats of Pompei
28 luglio in Piazza Garibaldi a CERVIA (RA) 
30 luglio alla Scalinata di San Bernardino de L’AQUILA
1 agosto a Villa Bellini di CATANIA nell’ambito di Sotto il Vulcano Fest
3 agosto alla Scalinata della Cattedrale di NOTO (SR) nell’ambito di Le Scale della Musica
4 agosto al Teatro di Verdura di PALERMO 
6 agosto al Teatro dei Ruderi di DIAMANTE (CS) nell’ambito di Tirreno Festival
7 agosto al Catonateatro di REGGIO CALABRIA
8 agosto al Mercati Saraceni di CIRÒ MARINA (KR) nell’ambito di Krimi Sound Festival
11 agosto a Punta Ristola di SANTA MARIA DI LEUCA (LE) nell’ambito di Capo Live
12 agosto al Foro Boario di OSTUNI (BR) nell’ambito di Luce Festival
14 agosto all’Arena Beniamino Gigli di PORTO RECANATI (MC)
17 agosto all’Anfiteatro Ivan Graziani di ALGHERO (SS)
18 agosto in Piazza Stagno a CABRAS (OR)
20 agosto al Castello Pasquini di CASTIGLIONCELLO (LI) nell’ambito di Castiglioncello Festival
21 agosto a La Versiliana di MARINA DI PIETRASANTA (LU) nell’ambito di La Versiliana Festival
23 agosto al Teatro delle Rocce di GAVORRANO (GR) 
25 agosto all’Arenile di PESCHICI (FG) – Note di Mare Oversound Music Festival
26 agosto alla Banchina San Domenico di MOLFETTA (BA) – Oversound Music Festival
29 agosto al Barton Park di PERUGIA nell’ambito di Moon In June
31 agosto all’Arena Matese di PIEDIMONTE MATESE (CE)
2 settembre alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di ROMA
4 settembre in Piazza Duomo a PRATO nell’ambito di Prato Estate
6 settembre in Piazza San Nicolò a PIETRA LIGURE (SV)
 
I biglietti per le date del tour “De Gregori dal vivo” sono disponibili su Ticketone e nei circuiti di prevendita abituali.
Per informazioni sui biglietti: www.friendsandpartners.it.


L’ultimo tour di Francesco De Gregori con la sua band è stato nella primavera del 2022 nei club. Dal 18 giugno 2022 (Stadio Olimpico di Roma) fino al 23 dicembre 2023 (Palazzo Dello Sport di Roma) si è esibito condividendo il palco con Antonello Venditti. Dall’unione artistica dei due cantautori è nato l’album live “Il concerto” (Columbia Records /Sony Music).
 
FRANCESCO DE GREGORI
“NEVERGREEN (PERFETTE SCONOSCIUTE)”
dal 29 ottobre al 23 novembre 2024
20 concerti al Teatro Out Off di MILANO
 

Una serie di live intimi per soli 200 spettatori a sera. In scaletta, tra gli altri brani, le “gemme” meno conosciute
 
Dal 29 ottobre al Teatro Out Off di MILANO Francesco De Gregori presenterà “NEVERGREEN (PERFETTE SCONOSCIUTE)”, una serie di live con una capienza limitata a 200 spettatori per serata. La scaletta sarà diversa ogni sera e non mancheranno degli ospiti a sorpresa, colleghi e amici che condivideranno con De Gregori una selezione di sue canzoni affascinanti, raramente proposte dal vivo, permettendo al pubblico di scoprire o riscoprire alcuni capolavori nascosti del repertorio. Con Francesco De Gregori sul palco Guido Guglielminetti (basso e contrabasso), Carlo Gaudiello (tastiere), Primiano Di Biase (hammond), Paolo Giovenchi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino) e Simone Talone (percussioni). Corista: Francesca La Colla. Di seguito le date dell’evento (organizzato e prodotto da Friends & Partners): 29, 30, 31 ottobre, 2, 3, 4, 6, 7, 8, 10, 11, 12, 14, 15, 16, 18, 19, 20, 22 e 23 novembre. 

I biglietti per “Nevergreen (Perfette sconosciute)” sono disponibili su Ticketone e nei circuiti di prevendita abituali. 
I tour sono prodotti da Friends & Partners. Per informazioni sui biglietti: www.friendsandpartners.it.

_____________________________________________________________________________________

PFM 
Premiata Forneria Marconi
Dopo un tour invernale che ha fatto registrare sold out in ogni tappa la prog band più famosa al mondo
è pronta per ripartire con un tour estivo che approderà in tutta Italia
 prima tappa il 28 giugno a Piacenza
 
Dopo un tour invernale che ha fatto registrare sold out nelle 60 date che erano in cartellone, PFM Premiata Forneria Marconi è pronta a ripartire per una lunga serie di date live, più di 30 in tutta Italia e due diversi concerti: “PFM canta De André”, per celebrare il fortunato sodalizio con il grande cantautore genovese, e “PFM live” durante il quale porterà sul palco i più grandi successi del suo vastissimo repertorio. Prima tappa il 28 giugno ai Musei Civici di Palazzo Farnese a Piacenza. I concerti vedranno sul palco una straordinaria formazione: Franz Di Cioccio (voce e batteria), Patrick Djivas (basso), Marco Sfogli (chitarra elettrica), Alessandro Scaglione (tastiere), Eugenio Mori (batteria), Special guest: Luca Zabbini (tastiera e voce), nelle date di “PFM canta De André” sarà sul palco anche Michele Ascolese (chitarra acustica), Queste le date del tour estivo di PFM prodotto da D&D Concerti (date sempre in aggiornamento):
 
28 giugno
PIACENZA, Musei Civici di Palazzo Farnese
PFM Canta De André

3 luglio
TRANI, Piazza della Cattedrale
PFM Canta De André

4 luglio
CASERTA
Belvedere di San Leucio, PFM Canta De André

9 luglio
ARGENTA (Fe), Delizia Estense di Benvignate
PFM Canta De André

20 luglio
AREZZO, Fortezza Medicea
PFM Canta De André

31 luglio
RAGUSA, Cattedrale di San Giovanni Battista
PFM Canta De André

1 agosto
SIRACUSA, Teatro Greco
PFM Canta De André

3 agosto
SIROLO (An), Arena Parco della Repubblica
PFM Live

4 agosto
MELPIGNANO (Le), Palazzo Marchesale
PFM Canta De André

6 agosto
SERAVEZZA (Lu), Palazzo Mediceo Seravezza
PFM Canta De André

8 agosto
ARENZANO (Ge), Villa des Geneys
PFM Canta De André

10 agosto
ROCCELLA JONICA, Roccella Summer Festival - Teatro al Castello
PFM Canta De André

11 agosto
SUBIACO (Rm),  Subiaco Rock & Blues Festival - Piazza della Resistenza
PFM Live

16 agosto
MONTELAPIANO (Ch), Piazza Cerri
PFM Live

17 agosto
CASTIGLIONE DEL LAGO, Rocca Medievale
PFM Live

21 agosto
OSTUNI, Arena Eventi Foro Boario
PFM Canta De André

24 agosto
CASTAGNOLA DELLE LANZE, Piazza S.Bartolomeo - Festival Contro
PFM Canta De André

3 settembre
VICENZA, Villa Comunale
PFM Canta De André

4 settembre
MACERATA, Sferisterio
PFM Canta De André

11 settembre
TORINO, Teatro Alfieri
PFM Canta De André

13 settembre
ROMA, Cavea Parco della musica
PFM Canta De André
 
Per i biglietti e le prevendite info su: www.pfmworld.com
 
PFM – Premiata Forneria Marconi ha uno stile unico e inconfondibile che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante. Nata nel 1970 (discograficamente nel 1972), la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, che mantiene tutt’oggi. Nel 2016 la prestigiosa rivista inglese “Classic Rock” UK ha posizionato PFM – Premiata Forneria Marconi al 50esimo posto tra i 100 artisti più importanti del mondo, mentre “Rolling Stone” UK ha inserito l’album Photos of ghost al 19esimo posto tra i dischi più importanti della musica progressive. Nel 2018 la band ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “International Band of the year” ai Prog Music Awards UK  e nel 2019 la rivista inglese “PROG UK” ha nominato Franz Di Cioccio tra le 100 icone della “musica che hanno cambiato il nostro mondo” (unico musicista del mondo latino).

 _____________________________________________________________________________________

Dopo oltre 40 date nei teatri italiani davanti a più di 60.000 spettatori
ELIO E LE STORIE TESE 
TORNANO IN TOUR QUESTA ESTATE
CON LO SPETTACOLO
"MI RESTA UN SOLO DENTE E CERCO DI RIAVVITARLO" 
AL VIA IL 26 GIUGNO DA ROMA!
 
Dopo il successo del tour nei teatri, con oltre 40 date esaurite, questa estate a grande richiesta ELIO E LE STORIE TESE portano di nuovo sui palchi italiani lo spettacolo "Mi resta un solo dente e cerco di riavvitarlo". Ma prima di rivelare le date, un annuncio importante:
Cari Amici, vi annunciamo una novità incredibile: nella ripresa estiva dello spettacolo “Mi Resta Un Solo Dente E Cerco Di ‘Riavvitarlo’”, il batterista non sarà Christian Meyer!! Interrogato sui motivi della sua defezione, Meyer ha dichiarato: «Elio e Le Storie Tese sono l’esperienza più importante della mia vita, al gruppo mi legano ricordi teneri e affettuosi, darei la vita per ogni singolo membro della band, ma sono impossibilitato a partecipare a questa nuova entusiasmante avventura. La mia nota passione per i pinoli mi ha condotto infatti ad un consumo eccessivo di pinoli non italiani, ormai diffusissimi nel nostro Paese, consumo che può provocare effetti imprevedibili ed indesiderati, come è accaduto a me. Tali effetti mi impediranno di partecipare allo spettacolo estivo di Elio e Le Storie Tese ma sarò pronto a ritornare in sella dopo aver seguito una dieta bilanciata a base di miele, fave di cacao e fichi d’india».
Noialtri degli Elio e le Storie Tese rispetteremo un periodo di silenzio radio, che un po’ caratterizza la nostra carriera visto che le radio non suonano quasi mai le nostre canzoncine, al termine del quale vi comunicheremo la novità ancora più incredibile che non possiamo comunicarvi ora proprio a causa del silenzio radio: chi suonerà al posto di Christian Meyer!! Cordiali saluti I Silenzio Radio
"Mi resta un solo dente e cerco di riavvitarlo" è uno show tra il sacro e il profano, che si apre come una messa laica, in cui vari personaggi di attualità vengono invitati a pregare per i fan degli EelST, e che si chiude con la certificazione che tutto è stato suonato in diretta «Senza basi, senza campionamenti, senza autotune, insomma senza un cazzo, tutto fatto in casa». Elio e le Storie Tese, vestiti di bianco, su una scenografia studiata nel dettaglio, con la preziosa regia di Giorgio Gallione, sanno raccontare il nostro tempo in modo ironico e affascinante. Da “La terra dei cachi” a “Supergiovane”, da “Servi della gleba” a “Valzer transgenico” il repertorio del complessino è sempre attuale, perché in fondo la mentalità italiana non cambia mai, c’è sempre un buon motivo per scandalizzarsi.
Lo spettacolo unisce alla musica i racconti e le immagini originali di una creatività senza limiti, per un viaggio attraverso le contraddizioni del nostro paese condotto con maestria e humour senza pari dagli Elio e le Storie Tese.
 
Queste le date:
26 giugno, Roma, Villa Ada nell’ambito di Villa Ada Festival
29 giugno, Bologna, Sequoie Music Park
30 giugno, Verona, Teatro Romano, nell’ambito di Rumors Festival
6 luglio, Collegno (TO), Parco Della Certosa Reale, nell’ambito di Flowers Festival
8 luglio, Pistoia, Piazza Duomo nell’ambito di Pistoia Blues Festival
12 luglio, Palmanova (UD), Piazza Grande
13 luglio, Montebelluna (TV), Stadio San Vigilio, nell’ambito di Mattorosso Music Festival
20 luglio, Sarzana (SP), Piazza Matteotti, nell’ambito di Moonland Festival
24 luglio, Caserta, Belvedere di San Leucio
26 luglio, Taranto, Villa Peripato nell’ambito di Iod Festival
27 luglio, Melpignano (LE), Palazzo Marchesale
30 luglio, Lanusei (NU), Area Spettacoli Istituto Salesiano, nell’ambito di Rocce Rosse Festival
31 luglio, Alghero (SS), Anfiteatro Ivan Graziani, nell’ambito di Festival Abbabula
 
I biglietti sono disponibili sui circuiti di prevendita abituali. 
 
Il tour è prodotto da Hukapan e Imarts.
Costumi a cura di Paolo Marcati. Realizzazione costumi Sartoria Contemporanea di Luca Rondoni.
 
Un annuncio importante: «Cari Amici, vi annunciamo una novità incredibile: nella ripresa estiva dello spettacolo “Mi Resta Un Solo Dente E Cerco Di ‘Riavvitarlo”, il batterista non sarà Christian Meyer!! Interrogato sui motivi della sua defezione, Meyer ha dichiarato: «Elio e Le Storie Tese sono l’esperienza più importante della mia vita, al gruppo mi legano ricordi teneri e affettuosi, darei la vita per ogni singolo membro della band, ma sono impossibilitato a partecipare a questa nuova entusiasmante avventura. La mia nota passione per i pinoli mi ha condotto infatti ad un consumo eccessivo di pinoli non italiani, ormai diffusissimi nel nostro Paese, consumo che può provocare effetti imprevedibili ed indesiderati, come è accaduto a me. Tali effetti mi impediranno di partecipare allo spettacolo estivo di Elio e Le Storie Tese ma sarò pronto a ritornare in sella dopo aver seguito una dieta bilanciata a base di miele, fave di cacao e fichi d’india». Noialtri degli Elio e le Storie Tese rispetteremo un periodo di silenzio radio, che un po’ caratterizza la nostra carriera visto che le radio non suonano quasi mai le nostre canzoncine, al termine del quale vi comunicheremo la novità ancora più incredibile che non possiamo comunicarvi ora proprio a causa del silenzio radio: chi suonerà al posto di Christian Meyer!!» Cordiali saluti I Silenzio Radio
«”Mi resta un solo dente e cerco di riavvitarlo" è un picaresco viaggio musicale nel repertorio vecchio… (e anche no…!) di Elio e le Storie Tese. Una radiografia folle e ragionata della nostrana Terra dei Cachi 2023 dove gergo, ironia, incursioni surreali e filosofia assurdista disegnano un bel paese italiota grottesco e contemporaneo, popolato di bellimbusti modaioli e adrenalinici o di improbabili ammaestratori di cozze, di onorevoli poco onorati o di coltivatori biologico/transgenici, di bizzarri animali da bestiario fantastico o da hippies ormai imbolsiti e fuori tempo massimo. Canzoni, monologhi, scherzi musicali, performance strumentali virtuosistiche e sciagurate, come è nello stile mitico e identitario del gruppo. Grande capacità musicale e talento compositivo al servizio di un racconto deflagrato e sempre sorprendente, dove metodo e follia, genio e sregolatezza incrociano continuamente strade e ispirazioni. Un concerto teatrale senza un attimo di tregua, dove lo sguardo dissacrante e giocoso di Elio e le Storie Tese genera comicità e paradosso. Uno sberleffo ironico e autoironico, dove il Riso o il Comico non sono mai digestivi, ma piuttosto sovversione del senso comune, strumenti del pensiero divergente, ludica e ragionata aggressione alla noia. Uno sguardo beffardo e esilarante che attraverso la musica e le canzoni crea divertimento, spiazzamento e stupore… perché, dice il poeta, senza lo stupore c’è soltanto l’ovvio» Giorgio Gallione. Si ringrazia lo studio grafico che cura l'immagine di Elio e le Storie Tese, Jekyll e Hyde, www.jeh.it.
 
_____________________________________________________________________________________

DNA concerti 
è orgogliosa di presentare

GLEN HANSARD
Live in Italia nell’estate 2024

Dopo il sold out al Teatro dal Verme di Milano, DNA concerti è lieta di annunciare che Glen Hansard tornerà dal vivo nel nostro paese nell’estate 2024. Il tour partirà il 27 giugno da Bologna (Sequoie) per proseguire il 29 giugno a Bari (Teatro Petruzzelli), il 30 giugno a Roma (Cavea dell’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone), il 2 luglio a Gardone Riviera (BS) (Anfiteatro Del Vittoriale). Le prevendite saranno disponibili dalle ore 11 di mercoledì 13 dicembre al link.  Cantautore, chitarrista, attore, voce e chitarra dei The Frames, fondatore insieme a Marketa Irglova, dei THE SWELL SEASON, vincitore del premio Oscar nel 2008 con ‘Falling Slowly’, miglior canzone originale tratta dal film ‘Once’, Glen Hansard torna in Italia per presentare All That Was East Is West Of Me Now, il nuovo album uscito il 20 ottobre, insieme ai brani più celebri del suo repertorio. Primo disco del cantautore dopo oltre quattro anni, segue un periodo in cui Hansard si è mosso tra collaborazioni con Eddie Vedder e Cat Power e performance dal vivo con The Frames e Markéta Irglová/The Swell Season. Tutte queste esperienze hanno contribuito a dare una direzione a All That Was East Is West Of Me Now, album a tratti rumoroso e meditativo, tentacolare e ipnotico, decisamente il disco più rock di Hansard dai tempi di Burn the Maps dei The Frames. All That Was East Is West Of Me Now è nato da una serie di cinque concerti organizzati da Hansard con il passaparola nel suo piccolo pub locale nel corso del novembre 2022. “Una canzone diventa ciò che è solo attraverso la testimonianza” - ha affermato  -  e in presenza di un pubblico “la canzone trova una strada diversa“. Alla fine della residenza, il disco ha preso forma e sono iniziate le registrazioni con il collaboratore di lunga data David Odlum nel suo studio alla periferia di Dublino. Il titolo, deriva dalla “improvvisa consapevolezza che c’è più dietro che davanti” e  suggerisce un’indagine da una grande altezza, prendendo in considerazione il terreno percorso e tuttavia anche ciò che è ancora da scoprire. Sebbene il passare del tempo possa essere un tema centrale, queste otto tracce si concentrano più sulla promessa per il futuro che su pensieri di rimpianto o nostalgia. Conosciuto per i suoi memorabili concerti-spettacoli, Hansard come tanti ha affrontato la pandemia facendo show pop-up su Instagram che si sono rivelati un modo gratificante e utile per rimanere in contatto con la sua fan base.  Di recente ha pubblicato "Take Heart" con la sua sodale Markéta Irglová, un singolo ispirato dalle parole pronunciate da Patti Smith durante un'esibizione a Brooklyn e scritto dopo aver trascorso del tempo con alcuni rifugiati ucraini in Irlanda. In precedenza si è unito alla band di Eddie Vedder The Earthlings , mentre con lui e Cat Power ha collaborato alla colonna sonora del film di Sean Penn “Flag Day”. Nato a Dublino nel 1970 Hansard si è imposto all’attenzione internazionale grazie alla partecipazione al film di Alan Parker “The Commitments”, in cui interpreta la parte del chitarrista Outspan Foster. Ha successivamente fondato la band di culto Frames nel 1990 divenendo uno dei musicisti irlandesi più apprezzati e acclamati a livello internazionale. In quegli anni le sue ambizioni al rock e folk si sono alternate a momenti di intimità e quiete, durante i quali ha coltivato la sua carriera solista. Il primo progetto realizzato con Marketa Irglova, The Swell Season, risale al 2006 ed è subito un successo: il disco si trasforma in un film, ‘Once’, che diventa un piccolo caso in America, fino ad ottenere ben due nomination ai Grammy per la colonna sonora. Due anni dopo il brano ‘Falling Slowly’, con la collaborazione della Irglova, si aggiudica l’Oscar come miglior canzone originale per ‘Once’. Nel 2009 publica l’ultimo album con The Swell Season. Successivamente si dedica al suo progetto solista, alternando momenti con la storica band The Frames. “Rythm and Repose“ è il primo lavoro di studio da solista (2012), seguito tre anni dopo da due dischi pubblicati a poca distanza l’uno dall’altro. Con ‘Between Two Shores’ (2018), Glen Hansard porta a compimento il personale processo di evoluzione musicale, tra nuove influenze ed eventi personali che plasmano la sua abilità di scrittura. L’ultimo lavoro in studio, “This Wild Willing”, ha riscosso il plauso della critica italiana e internazionale unendo originalità e semplicità ed esprimendo la direzione artistica inedita intrapresa da Hansard, tra innovazione, invenzione e sperimentazione. 

27 June 2024
Bologna Sequoie

29 June 2024
Bari Teatro Petruzzelli

30 June 2024
Rome Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone - Cavea

02 July 2024
Gardone Riviera (BS) Anfiteatro Del Vittoriale

_____________________________________________________________________________________

PONDEROSA MUSIC AND ART 
PRESENTA

A luglio arrivano in Italia i
CALEXICO 
Il duo desert rock di nuovo in Italia per 4 date esclusive a luglio.

Il primo appuntamento è fissato per il 4 luglio alla Fortezza Santa Barbara di Pistoia nell’ambito di Pistoia Blues Festival, il 5 luglio si esibiranno al Palazzo S. Giacomo a Russi (RA) per il Ravenna Festival, il 15 luglio a Milano (TBA), e finirà il loro tour italiano il 17 luglio a Udine in Piazza Castello per Folk Est. Elogiati da NPR per il loro “indie rock tentacolare e cross-culturale”, i Calexico hanno trascorso gran parte degli ultimi trent’anni esplorando polverosi confini musicali del Sud-Ovest dell’America e creando canzoni singolari, cinematografiche, misteriose e grandiose tanto quanto i paesaggi desertici che le hanno ispirate. I Calexico, formati da Joey Burns, John Convertino, sono un gruppo formatosi in Arizona nel 1996 che sprigiona lo spirito del crossover tipico delle popolazioni del sud degli Stati Uniti al confine con il Messico, in sonorità vicine all’alternative country. Negli anni i Calexico hanno pubblicato otto album in studio (tra cui "Years To Burn", in  collaborazione con gli Iron & Wine, nominato ai GRAMMY nel 2019), hanno collaborato con molteplici artisti; da Willie Nelson e Jim James a Nancy Sinatra e Neko Case; hanno prodotto e suonato nell'album numero 1 di Amos Lee "Mission Bell”; hanno partecipato a diversi festival, dal Bonnaroo al Lollapalooza, dal Glastonbury al Roskilde, e hanno suonato con artisti del calibro di Wilco, Pavement, Arcade Fire e Andrew Bird, tanto che il Washington Post ha descritto lo show dal vivo della band come "quasi impeccabile" e il WNYC a stupirsi della capacità del gruppo di "ruggire come i Sonic Youth [e] sussurrare come Elliott Smith" sul palco. L'album uscito nel 2022 dei Calexico, "El Mirador", si pone sia come punto di osservazione che come faro nell'oscurità; un'opportunità per guardarsi dentro, riflettere sul legame tra la Terra e la sua gente. Dopo decenni, la musica dei Calexico rimane sconfinata e romantica, con lo sguardo rivolto verso l’orizzonte in cerca della prossima avventura.

04 LUGLIO - PISTOIA – Fortezza Santa Barbara / Pistoia Blues Festival
05 LUGLIO - RUSSI (RA) – Palazzo S. Giacomo / Ravenna Festival
15 LUGLIO - MILANO – TBA
17 LUGLIO - UDINE – Piazza Castello / Folk est


IL NUOVO VIAGGIO IN SOLO DEL CANTAUTORE CANADESE
RUFUS WAINWRIGHT

Definito da Sir Eltohn John come “il più grande cantautore vivente”, Rufus Wainwright torna in Italia per due speciali appuntamenti: uno spettacolo in solitaria in cui il pubblico potrà lasciarsi trasportare da melodie intrise di tonalità folk e sprazzi della tradizionale canzone americana. Il primo appuntamento è fissato per il 19 luglio a Melpignano in Piazza San Giorgio nell’ambito di SEI Festival, a seguire il 20 luglio il cantautore canadese si esibirà sul palco del Teatro Romano di Fiesole nell’ambito di Estate Fiesolana. Elogiato dal New York Times per la sua "genuina originalità", Rufus Wainwright si distinto nel panorama musicale come uno dei più raffinati vocalist, autori e compositori della sua generazione. Ogni concerto assume le sembianze di un piccolo scrigno sonoro dal quale fuorescono sound che abbracciano sonorità più classiche, fondendosi con scenari della tradizione folk e pop. Un versatile menestrello che si destreggia con passione e onestà tra le sfaccettature del suo animo, mettendo in luce risvolti melodrammatici, ma anche sonorità decise attraverso un’amabile e raffinata fusione di diversi generi musicali. Figlio di artisti folk, il 2023 è stato l’anno in cui Wainwright ha intrapreso un viaggio alla riscoperta delle radici musicali che hanno caratterizzato la sua famiglia, dando vita all’album Folkocracy in cui sono racchiusi anche numerosi duetti folk con artisti del calibro di Chaka Khan, John Legend, Anohni e molti altri.
Nato New York e cresciuto a Montreal, Rufus Wainwright ha pubblicato finora dieci album in studio, tre DVD e tre album dal vivo, tra cui il Rufus Does Judy at Carnegie Hall, nominato ai GRAMMY®. Ha collaborato con artisti del calibro di Elton John, Burt Bacharach, David Byrne, Boy George, Joni Mitchell e molti altri. Ha scritto due opere liriche e numerose canzoni per il cinema e la televisione. Da diversi anni sta lavorando al suo primo musical di Opening Night di John Cassavetes per il West End con Ivo van Hove, che dovrebbe debuttare al Gielgud Theater nel marzo 2024.

 19 Luglio 
Melpignano – Piazza San Giorgio / SEI Festival

 20 Luglio
Fiesole – Teatro Romano / Estate Fiesolana


 I biglietti saranno disponibili sui principali circuiti di prevendita e su ponderosa.it
_____________________________________________________________________________________

CRISTIANO DE ANDRÉ
Questa estate in concerto in tutta Italia con
DE ANDRÉ #DEANDRÉ
BEST OF LIVE TOUR
 
SI AGGIUNGONO NUOVE DATE! 
L'unico vero erede del patrimonio musicale deandreiano racconta il padre attingendo dall'immenso repertorio di Fabrizio

Questa estate CRISTIANO DE ANDRÉ si esibirà in concerto in tutta Italia con “De André #DeAndré – Best Of Live Tour”, un omaggio al padre Fabrizio, a 25 anni dalla sua scomparsa, e alle sue canzoni impresse nella memoria collettiva e ancora estremamente attuali.
 

Queste le date del tour:
13 luglio al Teatro Verde di Termoli (CB)
16 luglio in Piazza Europa a La Spezia 
17 luglio al Sonic Park Stupinigi di Nichelino (TO)
20 luglio alla Cavea Auditorium Parco della Musica di Roma per Rock in Roma
21 luglio alla Scalinata San Bernardino de L’Aquila – NUOVA DATA
24 luglio a Villa Erba di Cernobbio (CO) 
26 luglio al Lazzaretto di Bergamo 
27 luglio all’Anfiteatro Camerini di Piazzola (PD)
1 agosto alla Rocca Maggiore di Assisi (PG)
2 agosto all’Arena Beniamino Gigli di Porto Recanati (MC)
3 agosto al Teatro D’Annunzio di Pescara
5 agosto in Piazza Orsini del Balzo a Mesagne (BR)
6 agosto in Piazza del Castello Aragonese a Reggio Calabria 
8 agosto al Teatro di Verdura di Palermo
11 agosto al Palazzo delle Fiere - Quadrato Compagna di Corigliano Rossano (CS) 
12 agosto al Parco Archeologico Scolacium di Borgia (CZ) per Armonie D’arte Festival
17 agosto all’Arena Dei Pini di Baia Domizia (CE) 
19 agosto al Castello Pasquini di Castiglioncello (LI)
20 agosto a Villa Bertelli di Forte dei Marmi (LU)
6 settembre all’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro (UD) – NUOVA DATA
7 settembre in Piazza della Loggia a Brescia

Il progetto “De André canta De André” si arricchisce così di un nuovo tassello, dopo il successo dei quattro album “De André canta De André – Vol. 1” (2009), “De André canta De André – Vol. 2” (2010) e “De André canta De André – Vol. 3” (2017) e “De André canta De André – Storia di un impiegato” (2023) e dopo vari tour sold out dedicati ognuno a una parte del repertorio di Fabrizio. Con “De André #DeAndré – Best Of Live Tour”, Cristiano De André, unico vero erede del patrimonio musicale deandreiano, porterà sul palco il meglio del repertorio finora affrontato, accompagnato dagli insperabili musicisti Osvaldo di Dio alle chitarre e Davide Pezzin al basso. Alle tastiere torna Luciano Luisi, che arrangiò i primi due volumi, e alla batteria arriva Ivano Zanotti. Cristiano stesso, non solo cantautore ma abile polistrumentista, suonerà la chitarra acustica e classica, il bouzouky, il pianoforte e il violino, accompagnando lo spettatore in un percorso che affronta la grande opera di Fabrizio.
 
I biglietti per il tour sono disponibili in prevendita su TicketOne e Ticketmaster.
Info e biglietti qui: https://bit.ly/deandrélivetour
Il tour è prodotto e organizzato da Trident Music. 

Posta un commento