Concerti World e Trad

I concerti della scena world, e trad ...

Mercoledì 30 dicembre alle 18.30 
il concerto live con 
Eugenio Bennato
 
LA MUSICA SALVA I RAGAZZI DALLA POVERTÀ EDUCATIVA MINORILE
In un territorio dove l’emergenza della povertà educativa minorile si somma alla pandemia e al sisma ancora presente, nasce un segno di speranza: bambini, ragazzi e adulti si uniscono in un’orchestra intergenerazionale.  A farsi portavoce del loro messaggio Eugenio Bennato, insieme in un concerto live.

Trenta bambini, ragazzi, suonatori adulti e musicisti professionisti insieme a Eugenio Bennato uniti in un messaggio unico: quello della musica che può salvare i giovani che vivono in un contesto difficile segnato dalla povertà educativa minorile, acuita dalle conseguenze ancora presenti del terremoto e dall’attuale emergenza sanitaria.
 
Il concerto live con Eugenio Bennato
Debutterà così in streaming sulla pagina Facebook del progetto “RAdiCI” e sul canale YouTube dell’IITM, mercoledì 30 dicembre alle 18.30, l’Orchestra Popolare del Gran Sasso, la compagine musicale intergenerazionale nata in Abruzzo grazie al progetto “RAdiCI”, selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della Povertà educativa minorile. Insieme a Eugenio Bennato nel segno della musica popolare come strumento culturale, formativo, educativo ma anche come ponte per uscire da condizioni di isolamento e svantaggio sociale. L’artista napoletano, da anni in prima linea nella riproposta dei repertori tradizionali, ha scelto di dedicare una tappa, seppur in streaming, del suo “Controcorrente Tour 2020” alla nascente Orchestra abruzzese, in attesa di ulteriori collaborazioni dal vivo quando l’epidemia Covid-19 sarà superata.
 
L’Orchestra Popolare
Composta da bambini e ragazzi dai 7 anni in su, ma anche suonatori adulti, genitori e nonni, alcuni dei quali ultrasessantenni, e musicisti professionisti sotto la direzione artistica dell’etnomusicologo Carlo Di Silvestre, l’Orchestra rappresenta l’approdo di un articolato programma di formazione musicale guidato dai maestri Graziella Guardiani (canto e direzione di coro), Carlo Di Silvestre (chitarra), Guerino Marchegiani (organetto), Francesco Tassoni (organetto), Fabio Di Gabriele (tamburi e cornice) e Francesco Sabatini (zampogna). Il percorso ha dato vita nella frazione di Fano a Corno di Isola del Gran Sasso anche ad una Scuola di musica e liuteria tradizionale intitolata ai “I Suonatori della Valle Siciliana”. In un edificio scolastico prima in disuso concesso in comodato d’uso dal Comune di Isola del Gran Sasso, i bambini e i ragazzi possono ora apprendere le tecniche esecutive che hanno contraddistinto, per lungo tempo, le orchestre spontanee molto diffuse nell’area. Il concerto dell’Orchestra Popolare del Gran Sasso, live mercoledì 30 dicembre alle ore 18.30, è curato dall’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo – Sezione italiana A.P.S., è finanziato anche dalla Direzione Generale Spettacolo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo in virtù dell’accordo con la Regione Abruzzo per la promozione dello spettacolo dal vivo nelle aree colpite dal sisma. Si avvale inoltre del sostegno della Fondazione Tercas e del patrocinio e della collaborazione dei Comuni della Valle Siciliana: Castel Castagna, Castelli, Colledara, Isola del Gran Sasso e Tossicia.

“RAdiCI” è un progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. 

__________________________________________________________________________________

Martedì 29 dicembre in live streaming alle 18.30 su Facebook e YouTube
 
CANTI DELLA BUONA SORTE CON IL PASSAGALLO IN CONCERTO
Negli ultimi giorni che si apprestano a chiudere un 2020 segnato dalla pandemia il gruppo etnico Il Passagallo ripropone in diretta web i canti e racconti utilizzati nella tradizione popolare abruzzese per propiziare la buona sorte. "Canti e racconti della buona sorte" è anche un CD di ricerca etnomusicologica 
 
Canti e musiche tratti dal mondo magico e rituale della cultura contadina in cui il tema della buona sorte è parte integrante dei racconti sull'emigrazione, delle storie dei santi, dei canti d'amore e del solstizio d'inverno. Così dal repertorio della musica popolare abruzzese nasce un concerto per propiziare la buona sorte dopo un 2020 segnato dalla pandemia. L’appuntamento con il gruppo etnico Il Passagallo è martedì 29 dicembre in diretta web alle ore 18.30 sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dell’IITM - Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo. Live: Graziella Guardiani (canto, flauti), Carlo Di Silvestre (chitarre, calascione), Guerino Marchegiani (fisarmonica, organetti), Giovanni Ciaffarini (violino), Fabio Di Gabriele (tamburi a cornice), Tommaso Paolone (contrabbasso). "Canti e racconti della buona sorte" è anche un CD, il terzo della serie La Carovana Dei Suoni, dedicato alla divulgazione di documenti sonori e narrativi inediti provenienti dalle ricerche sul campo condotte in Abruzzo a partire dagli anni Sessanta. Il CD, curato dall'etnomusicologo Carlo Di Silvestre e prodotto dalla sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo, sarà presentato martedì 29 dicembre alle ore 18 in diretta web sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dell’IITM. Ventitrè tracce che ripercorrono canti e racconti rituali con i quali le genti d'Abruzzo cercavano rassicurazioni terrene e auspicavano la buona sorte attraverso il raggiungimento della salvezza dello spirito, della benevolenza della madre terra ai fini del proprio sostentamento, della conservazione della salute e della serenità negli affetti. I documenti sonori pubblicati appartengono all'Archivio Carlo Di Silvestre che comprende il Fondo Di Silvestre e il Fondo Profeta. L’appuntamento si inserisce nel programma di eventi "La carovana dei suoni", iniziativa finanziata dalla Direzione Generale Spettacolo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo in virtù dell’accordo con la Regione Abruzzo per la promozione dello spettacolo dal vivo nelle aree colpite dal sisma. Si avvale inoltre del sostegno della Fondazione Tercas e della collaborazione del Conservatorio "G. Braga" di Teramo.
__________________________________________________________________________________

ENRICO CAPUANO IN CONCERTO CON TAMMURRIATAROCK + GUEST
Una serata per A.I.D.O. - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LA DONAZIONE DI ORGANI, TESSUTI E CELLULE
5 gennaio 2021 ore 21.30
In onda sulla piattaforma DICE (www.dice.fm) con acquisto di un biglietto
 
Una serata all'insegna della celebrazione della vita, una festa per ricordare che non siamo soli ma insieme possiamo fare la differenza. Insieme possiamo vivere la speranza. E il futuro. Tutto nasce da una storia personale, un malore che ha colpito Enrico Capuano nell'agosto 2014, durante un concerto ad Avellino. Poi un’operazione: un trapianto. Dal 2016 ha un cuore di donna che gli ha permesso di vivere ed è tornato sul palco più forte di prima. Martedì 5 gennaio 2021 ore 21.30 sulla piattaforma DICE (www.dice.fm) ENRICO CAPUANO e TAMMURRIATAROCK con alcuni ospiti saranno in concerto sul palco dello Spazio Rossellini per raccogliere fondi per AIDO - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LA DONAZIONE DI ORGANI, TESSUTI E CELLULE. L’evento è organizzato da ATCL Circuito Multidisciplinare del Lazio, sostenuto da Mibact e Regione Lazio. Di facile utilizzo, la piattaforma offre la possibilità di sostenere il concerto con diverse tipologie di biglietto: 10€ Base; 20€ Sostenitore; 50€ Filantropo; 100€ Cuore d'oro. «Abbiamo conosciuto Enrico Capuano tanti anni fa e collaborato con lui in tanti progetti. La sua storia personale e il suo costante impegno in molte cause sociali ci ha spinti a stare al suo fianco per questa serata particolare organizzata insieme ad AIDO - ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LA DONAZIONE DI ORGANI, TESSUTI E CELLULE. In questo momento storico e come buon proposito per l’inizio del nuovo anno, vogliamo pensare all’altro vicino a noi, a tutte quelle persone che hanno bisogno di un aiuto, di un nuovo approccio alla vita. Così il Polo Culturale Multidisciplinare della Regione Lazio, Spazio Rossellini, che ATCL coordina, sarà il luogo dal quale lanciare un messaggio di cooperazione. Possiamo fare molto insieme» dichiara ATCL. «Ringrazio di cuore l'amico Enrico Capuano e ATCL per il grande regalo che fanno ad AIDO con il concerto del 5 gennaio: poter parlare alle persone attraverso il linguaggio più bello, quello universale della musica. Ma AIDO chiede a tutti un altro regalo. A fronte di oltre 50 mila persone trapiantate e tornate alla vita, ce ne sono oltre 8 mila in lista d'attesa. Possiamo donare il ritorno alla vita a queste persone di ogni età, dai bambini ai giovani, sino agli adulti, regalando il nostro "sì" alla donazione attraverso AIDO. Così si fa il regalo più bello di tutti, si regala la vita» dichiara Flavia Petrin, Presidente AIDO Nazionale. Enrico Capuano in concerto ... 40 anni di carriera dal 1980, un nuovo singolo, che sarà presentato per la prima volta in questo concerto dedicato ad Aido e alcuni importanti ospiti tra cui Tony Esposito, con cui spesso si esibisce in tour, per riascoltare Kalimba De Luna e Alessandro Pieravanti (Muro Del Canto) con un breve monologo. «Quello che io chiamo e definisco rock italiano per me è il folk-rock. Fare del rock italiano, secondo me, è mescolare i cliché anglo americani con la musicalità, le atmosfere, i ritmi anche della tradizione italiana popolare. Questo per me è il vero rock italiano» afferma Enrico Capuano. Enrico Capuano insieme a Tammurriatarock, la band composta da Dunia Molina (voce), Roberto Lo Monaco (basso), Giacomo Anselmi (chitarra), Daniele Iacono (batteria) e Caterina Bianco (violino) ripercorrerà alcune tracce tipiche di tarantella rock, ma dedicherà questa specifica performance alla sua vena più cantautorale. Immaginarti Ora, in uscita in questi giorni, è un vero e proprio album di fotografie pensando al tempo che passa, alle tante storie vissute, e al futuro ancora da costruire: un brano esistenzialista e un focus melodico molto presente. Tra i brani in scaletta anche Viva, la canzone che nel 2016 dedicò alla ragazza che gli ha donato il cuore. Nella serata anche un omaggio al suo amico cantautore Claudio Lolli con il brano Io ti faccio del male... dall’album Intermittenze del cuore prodotto da lui e Davide Petrosino nel 1997 con la sua etichetta discografica. Enrico Capuano è considerato il capostipite del nuovo Folk-rock italiano. È stato il primo a proporre in forma moderna questo genere musicale creando una tendenza che negli anni successivi si è molto radicata nella musica italiana. Le sue tarantelle rock negli anni Ottanta furono un elemento di vera novità. Si appassiona sin da bambino alla musica rock: Beatles, Led Zeppelin, Black Sabbath, il rock anni Sessanta e Settanta, oltre alla musica politica dei Dischi del Sole: Ivan Della Mea, Giovanna Marini, Zezi, Antonio Infantino. Soprattutto fin da bambino seguiva come una vera mascotte i concerti della band dei suoi fratelli Michele, Antonio e Caterina, la Cooperativa Lavoro Culturale di folk progressivo, che gravitava negli anni 70 nell'orbita del Nuovo Canzoniere Italiano grazie ad Ivan Della Mea.
Un live energico ed eclettico da non perdere!

_____________________________________________________________________________________

Peppe Voltarelli 
“Non si interrompe un’emozione” 
online i live dei suoi concerti in giro per il mondo 
Il cantore della Sibaritide, diventato un ambasciatore della canzone d’autore nel mondo, mette online i suoi concerti, da Dortumund a New York

Tra i migliori crooner di casa nostra, già due volte Targa Tenco e artista capace di cimentarsi con successo in disparati ambiti espressivi, dal romanzo al cinema, Peppe Voltarelli con i suoi continui viaggi da un continente all’altro è diventato una sorta di ambasciatore della canzone d’autore nel mondo, facendone proprie le espressioni più salienti nelle sue numerose tournée in America Latina, Canada ed Europa centrale. In queste sue esperienze transnazionali è radicato anche il suo prossimo progetto discografico che, a inizio 2021, sarà pubblicato da Squilibri con il titolo emblematico di Planetario, dove la forte espressività della sua voce animerà un affascinante melting pot musicale, inseguendo suggestioni ed emozioni suscitate dalle canzoni di autori come Leo Ferré, Jaques Brel, Joaquin Sabina, Sergio Endrigo e Domenico Modugno e molti altri esponenti di una musica senza confini. Un disco, per tanti versi, nato “on the road”, lungo le mille strade percorse dal cantautore calabrese, un disco, dunque, che risente fortemente dell’empatia con il pubblico che contrassegna i suoi concerti, dalla Germania all’Argentina, dal Cile al Madagascar. Anche per continuare ad alimentare questo rapporto con il pubblico, in attesa che si ritorni finalmente a suonare dal vivo, Peppe Voltarelli ha deciso di mettere online le registrazioni dei suoi live in giro per il mondo. A partire da oggi, ogni cinque giorni un live sul suo canale youtube (www.youtube.com/peppevoltarelli). Si comincia con il concerto del 2009 a Trebotov, nella Repubblica Ceca, dove alcuni brani di Voltarelli sono arrivati anche ai primi posti nelle vendite: https://youtu.be/sxjy2IUrbsk.

Si proseguirà poi in questo ordine:
Live in New York  2014
Live a Milano 2012
Live a Zurigo 2019
Live in Dortmund 2010
Live in Montreal 2016
Live a Buenos Aires 2015
Live in Antananarivo 2019
Live a Montegranaro 2015
Live in Montreal Jazzz Festival 2013
_____________________________________________________________________________________


Irina Solinas & MAME 
presentano 
REFLEX - Un viaggio in quattro incontri lungo la Via della Seta

“Il suono sta alla melodia come la memoria sta alla storia: l'uno riunisce o raccoglie, l'altra si fa strada in avanti “  Tim Ingold. Dall’autunno 2020 la residenza artistica non convenzionale di Irina Solinas e MAME su Patreon diventa laboratorio, con nuove collaborazioni internazionali, inediti ed eventi esclusivi.

REFLEX: COS’È
Quattro incontri tra la scrittrice Francesca Scotti e il fotografo e artista Stefano Cotone, un viaggio attraverso memorie e riflessioni lungo la Via della Seta, in collaborazione con CiaoComo Radio e il Patrocinio del Museo Didattico della Seta di Como. Un viaggio personale e allo stesso tempo carico di significato e condivisione, in cui il contesto geografico sarà svelato a poco a poco, proprio per dare la possibilità all’ascoltatore di lasciar fluire l’immaginazione.

REFLEX: GLI APPUNTAMENTI
A partire dal 9 novembre e per i tre lunedì successivi, sarà caricato, su https://www.patreon.com/irinasolinas, e successivamente trasmesso sulle frequenze di CiaoComo Radio (89.4 FM) il podcast degli incontri, ognuno dei quali toccherà una tappa differente del viaggio, ripercorrendo idealmente la Via della Seta. Ogni incontro sarà impreziosito dai racconti musicali di alcuni talentuosi artisti, legati alla realtà di MAME - Mediterranean Ambassadors Music Experience e profondamente connessi ai luoghi narrati.

REFLEX: COME FUNZIONA
Periodicamente verranno caricati, sulla piattaforma Patreon, contenuti esclusivi a fruizione dei Patrons, cioè coloro che sottoscriveranno un abbonamento a 4 euro al mese (+IVA). Collegandosi al link https://www.patreon.com/irinasolinas si verrà indirizzati alla pagina di Irina Solinas & MAME, sulla quale si svilupperanno i diversi progetti che, di volta in volta, impreziosiranno il laboratorio non convenzionale.
  

Irina Solinas
« MAME è un'esperienza di suoni, timbri, memorie, incontri e culture – ha raccontato la violoncellista Irina Solinas - ecco quello che vorrei rispondere quando mi chiedono "Che musica fate?". Noi lasciamo che la musica avvenga, ecco cosa facciamo. Le melodie, i brani, gli scatti che scaturiscono dagli incontri sulla Via della Seta servono per portare avanti il racconto, confrontarsi sulla contemporaneità, ma non sono il fine ultimo.  Lasciar fluire l'attimo, alzare il vetrino per scattare, questo è il gesto ultimo racchiuso nell'arte dell'improvvisazione, dove il suono come memoria crea sempre occasioni per reincarnarsi, tornare in nuove forme, epoche, volti e "casuali" incontri. La melodia, il brano, il podcast, è "solo" lo scatto che ti porti a casa. Immagina! Grazie a CiaoComo Radio, in questo non convenzionale 2020, riusciremo a riportare in patria anche quest'anno la musica e le parole di MAME. Inoltre, siamo davvero grati e onorati di avere al nostro fianco il Museo didattico della Seta di Como, che ha deciso di sostenere questo progetto e condividerne gli obiettivi».
 
Francesca Scotti
 «Mi piacerebbe che la scintilla dalla quale fare nascere ogni episodio – ha commentato la scrittrice Francesca Scotti - fosse il racconto di un incontro: un incontro che per la sua meraviglia o intensità possa rappresentare quello più grande con il territorio che vogliamo esplorare. Credo che in questo modo potremo percorrere insieme la Via della Seta muovendoci tra il visibile e l’invisibile, componendo una mappa fatta di storie riflesse, emozioni e musica».

REFLEX - Gli ospiti
Ospiti di MAME 2020 saranno i grandi virtuosi del progetto Grammy Awards di Yo-Yo Ma & the Silkroad Ensemble, illustri ambasciatori della Musica dal Mondo, a cui Irina Solinas ha scelto di affidare i racconti musicali: Kayan Kahlor – Asia Centrale (kamancheh), Sandeep Das - India (tabla) e Wu Tong – Cina (sheng). Un piccolo sogno che si realizza grazie a CiaoComo Radio. In esclusiva, per il primo incontro, disponibile dal 9 novembre, il racconto musicale sarà affidato al musicista Raoul Moretti che da anni si interessa artisticamente dell'area mediterranea. 

___________________________________________________________________________________

WÖR
New energy for 18th century tunes from Flanders
Tour Dates

27/01/2021 
CC De Adelberg, Belgium
06/01/2021
 CC De Plomblom, Belgium 
16/01/2021
CC Leopoldsburg, Belgium
22/01/2021 
Philharmonic Hall of Liege, Belgium
06/02/2021
BRESTheater, Netherlands
26/03/2021 
De Woeker, Belgium