Concerti World e Trad

I concerti della scena world, e trad ...

INCANTO 2019
Rassegna del canto di tradizione orale e di nuova espressività XXIII edizione

SABATO 29 GIUGNO ore 17,30
Incontro  con  MIMMO FERRARO  per presentare l’attività della Casa 
Editrice Squilibri
SABATO 29 GIUGNO  ore  21,15
Concerto con  PEPPE  VOLTARELLI  
in  “Viaggio nei porti  del  mondo”



Doppio appuntamento in programma il 29 giugno. Dalle ore 21:00, “La musica degli uomini”: Mimmo Ferrano e Vincenzo Santoro raccontano al pubblico le attività della Casa Editrice Squi(libri).
Attiva dal 2003, rappresenta quanto si muove, o deve essere ricordato, nel particolare universo dell’espressività popolare. Si occupa infatti di questi repertori, della loro ibridazione attraverso altri generi musicali e dei materiali sonori frutto delle rilevazioni sul campo dei padri fondatori della moderna etnomusicologia, da Diego Carpitella a Roberto Leydi, da Ernesto De Martino ad Alberto Mario Cirese, grazie alla collaborazione avviata con le principali strutture di settore, dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a AESS-Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia fino all’Archivio “Franco Coggiola” del Circolo Gianni Bosio. Dalle ore 21:30, in concerto Peppe Voltarelli con il suo progetto “Viaggio nei porti del mondo”. Voltarelli è autore, attore, interprete, cantautore e musicista che esporta la sua arte ricercando le radici della propria terra. Lo fa con prolungate tournée nei luoghi segnati dalla nostra emigrazione classica: Germania, Canada, Stati Uniti, Argentina. Ma anche in quelle della più recente emigrazione intellettuale giovanile come Berlino, Barcellona, Praga, città dai dilatati melting pot musicali e culturali in grado di definire nuove identità. Si tratta di operazioni all’impronta del ricordo, mai della nostalgia. Proprio da questa voglia di incontri e di scambi musicali nasce l’idea di uno spettacolo, un viaggio attraverso i porti di tutto il mondo, luoghi del libero scambio, per incontrarvi musiche e tradizioni in grado di raccontare la storia della canzone. Peppe ritorna con questo ricchissimo repertorio attinto per le città portuali riproponendolo nella nostra lingua. Le canzoni di Leo Ferré, Jaques Brel, Joaquin Sabina, Sergio Endrigo, Domenico Modugno, Charles Aznavour, Cacho Castana, Vassilis Tsitsanis e Piero Ciampi sono state interpretate da Gigi Cioffi al pianoforte e lo stesso Voltarelli alla chitarra e alla fisarmonica. Un inventario visuale ed emotivo che dalle grandi città di porto del nord Europa come Rotterdam, Amsterdam e Ostenda arriva al mediterraneo luogo poetico dove le lingue e le culture si incrociano. Lo spettacolo è realizzato con la collaborazione di Sergio Secondiano Sacchi del Club Tenco. Dopo l’anteprima al Teatro Ariston di Sanremo nella 42 edizione del Premio Tenco è stato inserito nella stagione musicale del Teatro Ferdinando Bibiena di Sant’Agata Bolognese. Dopo 14 anni con Il Parto delle Nuvole Pesanti, band con la quale ha registrato 9 album, Peppe Voltarelli inizia la sua carriera da solista: nel 2007 esce il suo primo lavoro discografico, Distratto ma però, con la produzione di Finaz (Bandabardò) e la partecipazione di Roy Paci, Sergio Cammariere, Pau dei Negrita e Giancarlo Cauteruccio. Duisburg Nantes Praga il bootleg live, lavoro di denuncia contro la mafia, viene registrato dal vivo durante il tour europeo del 2008 mentre Ultima notte a Malà Strana vince la Targa Tenco 2010 come miglior album in dialetto, premio conferito per la prima volta ad un lavoro in calabrese. Presentato in anteprima a Parigi, quest’ultimo esce anche in Argentina e sarà distribuito in Canada. Voltarelli firma anche le musiche di film e spettacoli teatrali: dal primo La vera leggenda di Tony Vilar del regista Giuseppe Gagliardi, all’opera teatrale Medea e la luna, tratta da Lunga notte di Medea di Corrado Alvaro, messa in scena da Giancarlo Cauteruccio. Sua anche la colonna sonora di Tatanka, film del 2011 tratto da un racconto di Roberto Saviano con la regia di Gagliardi e la canzone Onda Calabra, scritta per il documentario Doichianda. Solo nel 2012 ha girato con la sua musica Buenos Aires, New York, Portland, Seattle, Los Angeles, Bruxelles, Barcellona, Colonia e Lussemburgo. Lamentarsi come ipotesi è il suo terzo album di inediti in studio uscito nel 2014 (OtrLive – Universal). Voltarelli Canta Profazio è un intreccio fra letteratura e musica che restituisce un posto d’onore a Otello Profazio nella cultura popolare italiana. Il libro e il CD editi da Squilibri Editore rappresentano un ritorno alle proprie origini e la rappresentazione di un meridione eternamente uguale a sé stesso, il canto amaro e ironico di una comunità e delle sue ferite attraverso le perle musicali dell’antesignano del folk revival italiano. Il progetto ha vinto la Targa Tenco 2016 come miglior disco interprete.

VENERDI’ 23 AGOSTO ore 21,15
Concerto con I  VINCANTO e FRANCESCA  BRESCHI 
in “ NOTE DI TOSCANA. 
Viaggio di un moderno viaggiatore antico”
________________________________________________________________________________

TARANTA GITANA
ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA & GIPSY GOLD (ex Gipsy King)
Domenica 30 giugno 2019, ore 21
CAVEA , AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
BALLO!
X edizione
un progetto originale di Ambrogio Sparagna
una produzione Fondazione Musica per Roma

Il 30 giugno alle ore 21:00 per la prima volta la Taranta incontrerà la Rumba gitana flamenca dando vita ad uno straordinario dialogo fra due stili musicali di grande storia e suggestione. Nello straordinario spazio della Cavea dell’auditorium Parco della musica di Roma in scena  Taranta Gitana, la ricca tradizione della Tarantella incontra la Rumba gitana flamenca  dando vita ad una grande festa popolare. L’energia di Ambrogio Sparagna e dell'Orchestra Popolare Italiana, il Coro Popolare diretto da Anna Rita Colaianni, i danzatori del Corpo di Ballo diretti da Francesca Trenta, si fondono con la magia dei ritmi e delle sinuose melodie della Famiglia Reyes (ex Gipsy King). In occasione di questa decima edizione di Ballo!, il tradizionale appuntamento estivo dedicato  alla riscoperta e alla reinterpretazione delle danze popolari che anima l’Auditorium con laboratori teorico-pratici ed eventi spettacolari, due importanti tradizioni musicali popolari si incontrano e dialogano insieme. E dall’unione prende vita uno spettacolo unico, affascinante, sostenuto da una eccezionale e vertiginosa energia ritmica che riesce a generare momenti di coinvolgimento popolare di straordinaria intensità. In Taranta Gitana ognuno dei gruppi protagonisti – l’Orchestra Popolare Italiana e i Gipsy Gold (ex Gypsy King) - propone una serie di brani tipici del proprio repertorio per poi progressivamente fondersi in un unico grande corpo musicale, generando un eccezionale suono meticcio, unico, in uno spettacolo coreografico pirotecnico, di grande originalità. Ad unire questo straordinario “ensemble”, composto da oltre centocinquanta elementi tra cantanti, musicisti e danzatori, è il ruolo determinante della danza popolare proposta nelle sue diverse modalità, sia quella virtuosistica della Rumba flamenca che quella sinuosa e corale della Tarantella, realizzate dai danzatori del Corpo di Ballo. Questo continuo dialogo tra forme espressive coreutiche vertiginose e ipnotiche, in apparenza distanti ma intensamente vicine, genera una straordinaria tensione emotiva che affascina e coinvolge il pubblico, dando vita ad uno spettacolo unico di grande impatto emozionale. Un evento quindi da non perdere e che come avviene in ogni edizione di Ballo! coinvolgerà tutto il pubblico, pizzicato dal ritmo vorticoso della musica, in una vertiginosa danza collettiva  vitale e miracolosa.
_________________________________________________________________________________

Art&Lab Lu Mbroia 
Via Marcello, Corigliano D’Otranto
Presenta


Giovedì 4  Luglio 2019 Ore 21:30
Kulu sé Mama
Necéssaire de Voyage
Kulu sé Mama, in origine legato all'avanguardia ed al panafricanismo post-coltraniano, successivamente muove verso territori non ignari di un certo suono elettrico, protofusion, ma con un linguaggio influenzato dalla modernità. Spacejazz, ritmi dispari, traiettorie improvvise, animo prog. Mantiene in sé qualcosa di trascendente e un carattere di ritualità, un qualcosa di ancestrale. Gruppo nel senso storico del termine, laddove l'unità di intenti corrisponde ad un suono coeso. Formazione: Gabriele Rampino, sassofono soprano e tenore; Maurizio Bizzochetti, chitarre; Maurizio Ripa, pianoforte; Maurizio Manca, basso elettrico; Daniele Bonazzi, batteria

Venerdì 5  Luglio 2019 Ore 21:30
Palmiro Durante 
in concerto
Il cantautore e chitarrista Palmiro Durante, torna a Lu Mbroia con nuovi brani e canzoni che appartengono al suo personale percorso artistico. Durante è un cantautore che utilizza in maniera fine ed elegante il dialetto, sostenuto da una ricerca armonica mai banale, sempre tesa alla riscoperta della parte più nobile dei suoni etnici, dal mediterraneo al Sud America. Con il cantautore salentino questa sera due punte di diamante della musica etnica: il fisarmonicista Rocco Nigro ed il percussionista Vito de Lorenzi. Palmiro Durante: chitarra e voce; Rocco Nigro: fisarmonica; Vito de Lorenzi: percussioni 

Sabato 6 Luglio 2019 Ore 21:30
Redi Hasa e Rocco Nigro
Mediterraneo Contemporaneo
Questa sera a Lu Mbroia è il turno di due musicisti d’eccellenza: il violoncellista albanese Redi Hasa ed il fisarmonicista salentino Rocco Nigro. Entrambi rappresentano l’espressione più autorevole delle nuove forme di musicalità mediterranee. Infatti il loro spettacolo si chiama “Mediterraneo contemporaneo”. Entrambi reduci da tournée mondiali, insieme, per Redi Hasa, tra gli altri con Ludovico Einaudi. Nigro invece porta in giro ormai da anni in tutto il mondo il suo progetto artistico con la cantante Rachele Andrioli, con Antonio Castrignanò, Cesare Dell’Anna, ecc.

Domenica 7  Luglio 2019 Ore 21:30 
Come le onde del mare - Dedicato a GianMaria Testa
Il cantautore Massimo Donno, la cantante Serena Spedicato e il giornalista Pierpaolo Lala proporranno un omaggio all'artista piemontese, morto il 30 marzo 2016. In scaletta "Come le onde del mare", "Preferisco così", "Le traiettorie delle mongolfiere", "Dentro la tasca di un qualunque mattino", "Polvere di gesso", "Seminatori di grano", "Ritals", "Rrock", "La tua voce" e molti altri brani, in un viaggio alla scoperta della storia personale a artistica del cantautore ferroviere. Gianmaria Testa, classe 1958, era italiano, italianissimo, ha vissuto nelle Langhe in Piemonte, eppure c’è voluta la Francia per scoprirlo. Nel corso della sua carriera ha pubblicato nove dischi – Montgolfières (1995), Extra-Muros (1996), Lampo (1999), Il valzer di un giorno (2000), Altre Latitudini (2003), Da questa parte del mare (2006), il live “Solo – dal vivo” (2009), Vitamia (2011), "Men at work" (2013) -, si è esibito in più di 3000 concerti in Francia, Italia, Germania, Austria, Belgio, Canada, Stati Uniti, Portogallo collaborando con numerosi musicisti e lavorando anche a teatro con Giuseppe Battiston, Erri De Luca, Enrico Rava, Banda Osiris, Stefano Bollani e molti altri. Pochi mesi fa è uscito Prezioso, un disco imperfetto e inaspettato. Sono canzoni mai uscite o uscite in altre versioni e in altri contesti, mai, comunque, in questa forma. Nel giorno della morte, la sua pagina Facebook recitava "Gianmaria se n'è andato senza fare rumore. Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico".

Venerdì 12 e sabato 13 Luglio 2019 Ore 21:30 
Homo Faber: Massimo Donno racconta Fabrizio de André
Fabrizio De Andrè è considerato uno dei più grandi cantautori italiani, facente parte a pieno titolo della letteratura italiana del ‘900. In questa trentennale opera, il cantautore Massimo Donno, effettuerà un viaggio. Un viaggio, che inizia nel 1940 e finisce nel 1999, che parte da Genova e finisce a Milano, che esplora tutto ciò che accade tra "Tutto Fabrizio De Andrè" del 1966 ed "Anime Salve" del 1996. Venerdì 12, Massimo, sarà affiancato dalla cantautrice Cristiana Verardo. Sabato 13, ad accompagnare Massimo ci saranno altri ospiti: Roberto Gagliardi al sax, Gianluca Milanese al flauto, Lucio Marti al clarinetto, ecc. Massimo Donno Cantautore, musicista. Si divide da diversi anni tra scrittura e cantautorato, tra progetti inediti e teatro. Realizza il suo primo album solista nel 2013, edito da Ululati/Lupo Editore, dal titolo “Amore e Marchette”, ottenendo ottime recensioni e calcando palchi in tutta Italia. Massimo aprirà, dall’uscita dell’album, numerosi concerti, da Daniele Silvestri a Nada e Fausto Mesolella, Fabio Concato, Musica Nuda (Ferruccio Spinetti e Petra Magoni) ecc. Diverse le collaborazioni tra teatro e musica, da Alberto Bertoli a Luciano Melchionna, da Juan Carlos “Flaco” Biondini a Mirko Menna, da Maurizio Geri a Riccardo Tesi con il quale realizza “Partenze”, album uscito nella primavera del 2015 per Visage Music. A settembre 2015 i giurati del Premio Tenco inseriscono Partenze nella rosa dei migliori 49 album italiani dell’anno. Nel giugno 2017 pubblica un nuovo lavoro, libro e CD, dal titolo “Viva il Re!” (Squilibri Editore-Visage Music). Il cd racchiude nove tracce, di cui due inedite e sette tratte dai primi due album, riscritte e rilette con un ensemble bandistico di venti elementi, diretti da Emanuele Coluccia, con il prezioso contributo di Gabriele Mirabassi e Lucilla Galeazzi. Il disco risulta, per Smemoranda.it, uno dei migliori album indie del 2017 mentre l’autorevole Giornale della Musica lo colloca nelle migliori 20 uscite di world music, sempre del 2017. Il tour di presentazione dei suoi lavori, nei mesi passati, ha toccato numerose città italiane ed europee come Milano, Roma, Torino, Bordeaux, Valencia, Bruxelles, Lussemburgo, ecc.

Domenica 14 Luglio 2019 Ore 21:30
Neorize
Sperimentazione e tradizione per voce, tromba, strumenti a corda, percussioni ed elettronica. Un suono che dalle campagne trae origine e vi si allontana drasticamente, in continuo movimento, ma rispettoso delle linee melodiche tradizionali appartenenti alle nostre radici. Nell’ensemble importanti nomi della scena musicale salentina e non, come Dario Muci, Giorgio Distante, Adolfo La Volpe, ecc.Dario Muci: voce; Giorgio Distante: tromba; Valerio Daniele: chitarra; Adolfo La Volpe: chitarra; Vito De Lorenzi: percussioni

Donne Note Festival
IV Edizione 

Venerdì 19 Luglio 2019 Ore 21:30 
Marta De Giuseppe Feat. Alessandro Casciaro al pianoforte
Inizia stasera la quarta edizione del Donne Note Festival, una piccola rassegna dedicata alle donne, donne come autrici ed artiste, come voci narranti dell’esistenza umana. La cantante Marta de Giuseppe, voce dall’inconfondibile timbro soul e blues ci condurrà nelle difficili esistenze di alcune cantanti che il dolore l’hanno raccontato, vissuto e cantato: da Nina Simone a Mia Martini, fino a Nada ed altre voci che fanno parte della storia della musica, in un approccio trasversale tra generi e latitudini differenti. 

Sabato 20 Luglio 2019 Ore 21:30 
Angela Cosi, all’arpa, presenta Nostos 
Cristiana Verardo, chitarra e voce, presenta La mia voce
Per il secondo appuntamento della quarta edizione di Donne Note Festival, ci saranno due artiste che ci porteranno nelle loro storie e nei loro racconti, con modalità differenti ma in entrambi casi molto poetiche. Si comincia con Angela Cosi. Profumo, natura, colori, storie di uomini, culture:  è questo il concetto di viaggio, Nostos per gli antichi greci, non solo uno spostamento da luogo a luogo ma una rotta tangibile, che ingloba desideri, tensione, ricerca, sensazioni che portano a gusti lontani. Da qui sono nati Calipso, Naufragio, Arap dans e tutti gli altri inediti del lavoro discografico, eseguiti per arpa sola o per ensamble. Questo è un progetto per viaggiare con i sensi e con la fantasia. E a trasportarci in questo viaggio sarà la musicista Angela Cosi con la sua arpa. A seguire, Cristiana Verardo: una chitarra ed una voce, un live essenziale ed intimo che nella sua discrezione riesce ad imbastire un’atmosfera fatta di condivisione e immedesimazione. La cantautrice, già nota nell’universo cantautoriale italiano grazie alla partecipazione a numerosi premi nazionali, ci condurrà per mano nelle storie che ha raccolto nel suo primo album La mia voce  ed in altre storie prese da interpreti ed autori italiani a cui la Verardo è molto legata. 

Domenica 21 Luglio 2019 Ore 21:30
Maria Mazzotta in concerto
Con Bruno Galeone alla fisarmonica
Protagonista dell’ultima serata della quarta edizione di Donne Note Festival sarà Maria Mazzota in duo. Il duo formato da Maria Mazzotta e Bruno Galeone rappresenta uno speciale e suggestivo viaggio nei suoni del Mediterraneo evidenziando la commistione creativa tra la cultura e le tradizioni del Sud Italia, ed il linguaggio musicale ed artistico dell’Europa e dei Paesi del Mediterraneo. La sua particolare versatilità fa di Maria Mazzotta una tra le voci più importanti del panorama pugliese e, più in generale, della world music alla quale si accosta con estremo rispetto e meticolosa ricerca con riguardo alle caratteristiche vocali e non solo che contraddistinguono le varie culture. Spaziando con naturalezza dalle sonorità del Sud Italia alle cadenze balcaniche, la sua sentita interpretazione coinvolge lo spettatore trascinandolo ed immergendolo nella cultura dei brani interpretati. In questo live si racconterà interpretando i brani che meglio rappresentano il suo percorso, accompagnata dal fisarmonicista Bruno Galeone, giovane e talentuoso artista originario del Madagascar che fa dell'eleganza e della raffinatezza di suono la sua migliore e più apprezzata
peculiarità.

Venerdì 26 Luglio 2019 Ore 21:30
Luigi Mariano – Omaggio a Giorgio Gaber
Chiedo scusa se parlo di Giorgio
“Chiedo scusa se parlo di Giorgio” è il sincero e appassionato tributo acustico, di canzoni e di letture di monologhi recitati, che il cantautore Luigi Mariano, vincitore di molti prestigiosi premi nazionali, ha voluto ideare e portare in giro da molti anni (fin dal 2006). Lo spettacolo nasce per ricordare l’immensa figura artistica di GIORGIO GABER, lo straordinario cantante e attore milanese di origini friulane, inventore (almeno stando all’Italia) dell’ormai celebre “teatro-canzone” e definito da Roberto Vecchioni, ma non solo da lui, “il più grande uomo di spettacolo del secolo scorso ”. Luigi Mariano è da solo sul palco, con chitarra, coraggio, estrema passione e quasi senso del dovere, forte sia della notevole stima che fin dal 2008 la stessa “Fondazione Gaber” nutre per lui come cantautore e sia anche delle lusinghiere considerazioni che la stampa nazionale e locale (nonché critici musicali importanti come Stefano Mannucci e Andrea Scanzi de “Il fatto” o showman come Fiorello, Cristicchi o Neri Marcorè, con cui ha varie volte duettato) hanno più volte espresso riguardo al suo approccio artistico, che ha di sicuro avuto in Gaber una delle influenze e ispirazioni maggiori.

Sabato 27 Luglio 2019 Ore 21:30
Franco Chirivì – presenta Nas Cordas
"Nas Cordas” è il nuovo progetto discografico del chitarrista salentino Franco Chirivì, interamente dedicato alla Musica Popolare Brasiliana. “Nas Cordas” è un personale e doveroso omaggio alla musica popolare brasiliana, scaturito da una profonda e pluriennale passione. Il progetto dal vivo è reso possibile grazie all’incontro e alla collaborazione con l’artista fasanese Gianni Rotondo, cultore del patrimonio musicale brasiliano, già presente sul disco nel brano “Carinhoso” in veste di chitarrista e cantante.  Franco Chirivì è chitarrista e compositore di natura eclettica, si cimenta nel corso degli anni in diversi generi musicali e in numerose collaborazioni in diversi ambiti e stili come il Pop, in programmi Rai-Tv con Franco Simone, Renato Zero, Noha, Massimo Ranieri, Gegè Telesforo, il jazz con Guido Pistocchi, la Black Music con Osunlade, il funk con Gabriele Poso, artisti con i quali ha registrato numerosi cd e tenuto concerti in Italia e all’estero (Londra, Berlino, Montecarlo, Amsterdam, Istanbul, Toronto, ecc.).

Domenica 28 Luglio 2019 Ore 21:30
Simone Perrone – Omaggio a Lucio Dalla 
Un concerto dedicato a Lucio Dalla con Simone Perrone (voce) e Matteo Bemolle (piano). I due reinterpretano, in maniera del tutto personale, i brani più famosi del cantautore bolognese, con un occhio di riguardo per il periodo artistico ’77- ‘80, momento cruciale per la carriera di Dalla, che interrompe la collaborazione con Roversi e inizia a scrivere da solo i testi delle sue canzoni. E’ il periodo che lo consacrerà al grande pubblico con pezzi quali Anna e Marco, Come è profondo il mare, Cara, Futura, ecc. Simone Perrone  è un cantante ed autore già noto alle scene, salentine e nazionali, per la sua proficua ed apprezzata partecipazione al programma RAI, The Voice. Nel 2007 vince il Cornetto Free Music Festival, apre i concerti di Zucchero e Elio e Le Storie Tese. Nel 2011 vince l'Heineken Jammin Festival con i "Jack in the Head". Nel 2013 Simone raccoglie i primi successi come autore: firma infatti due dei brani contenuti nell'album d'esordio dell'artista salentino Antonio Maggio, vincitore della 63esima edizione del Festival di Sanremo nella sezione giovani. Nella primavera del 2015 è uscito il suo romanzo “Spremuta d'arancia a mezzogiorno”, nel 2018 In un baule di personalità multiple, album del suo nuovo progetto Blumosso, che sta riscuotendo successi in tutta Italia.

Per informazioni: 3381200398
Start cena ore 20:30, Start live ore 21:30
Contributo associativo: Ingresso 5 Euro per lo spettacolo, cena a buffet 5 euro
Prosecuzione di via Marcello, Corigliano d'Otranto
(Cerca “Art&Lab Lu Mbroia su Google Maps)
________________________________________________________________________________

L’ORAGE
presenta
MEDIOEVO DIGITALE
IL NUOVO DISCO DELLA BAND ROCK FOLK VALDOSTANA ISPIRATO ALLA GENERAZIONE X

La band presenterà dal vivo il suo nuovo album “Medioevo Digitale” (PhD 2019/Artist First), uscito lo scorso 23 aprile e che segna un ulteriore passaggio verso il rock ed affronta tematiche di grande attualità come il cambiamento climatico, l'essere migranti e l'involuzione culturale dell'Italia negli ultimi vent'anni. Dopo tre lunghi anni di silenzio, la band valdostana capitanata da Alberto Visconti e i fratelli Boniface, ritorna con il suo quinto album fortemente ispirato alle dinamiche e ai tormenti vissuti dalla generazione nata tra il ’78 e l’82 del secolo scorso. “Medioevo Digitale” è un disco intenso nel quale gli spettri della musica di Kurt Cobain e degli anni ’90 danzano strettamente abbracciati ai fantasmi del nostro oggi. In questo disco i L’Orage riprendono il filo del discorso interrotto dalla violenta repressione del movimento sceso in piazza a Genova nel 2011 e cercano di ricostruire il ritratto doloroso degli uomini e delle donne che sono diventati oggi gli “ex ragazzi” della Generazione X: “Col cuore per girare il continente ma ti han tolto la patente”. Per portare a termine questo ambizioso obiettivo hanno collaborato con artisti del calibro di Enrico Remmert (co-autore della titletrack, scrittore affermato nonché co-autore di alcuni testi dei Subsonica), Roberto “Robbo” Bovolenta (già chitarrista di Amici di Roland, El Tres e Monaci del Surf), Francesco Giusta, Nicolò Bottasso e Dj Grissino. La stessa copertina, opera dei Bounty Killart (www.thebountykillart.com) e intitolata “Love Me Tinder”, è un’opera tanto provocatoria quanto iconica della condizione che la band valdostana vuole mettere al centro. In particolar modo il rogo di questo “Medioevo digitale” che spesso è online e nel singolo “Canto d’Addio”, che ha anticipato il disco il 29 marzo e che è dedicato a Giordano Bruno, emerge in maniera preponderante con le voci di Frank Zappa (in una sua famosa invettiva contro il mondo discografico costantemente all’inseguimento dei “giovani”) e di Vittorio Gassman nella sua interpretazione del XIV canto dell’Inferno della Divina Commedia di Dante: quello dei violenti contro Dio, la Natura e l’Arte. Ecco le prossime date:

26 luglio – Festival Alta Velocità – Venaus (To); 

Info su www.ph-d.it

A caratterizzare la narrazione de L’Orage - Alberto Visconti (voce, chitarre), Remy Boniface (ghironda, organetto, violino, cori), Vincent Boniface (organetto diatonico, sassofoni, tastiere, cornamuse, cori), Luca Moccia (basso, contrabbasso) e Antonio Gigliotti (batteria) – rimane una visione energica e propositiva, una comunicazione potente, un messaggio anarchico e simbolico verso la libertà di pensare e di immaginare. Nella scrittura dei nuovi brani si avverte una nuova e più matura sensibilità verso i temi di urgenza sociale, senza mai abbandonare però l’atteggiamento festoso e la spinta al divertimento che la loro musica ha sempre veicolato.
L'Orage nasce nel 2009 dalla collaborazione tra il cantautore Alberto Visconti e i fratelli Rémy e Vincent Boniface ed è diventato in breve tempo uno dei gruppi valdostani più amati di sempre. A Musicultura, la più importante in Italia nel genere canzone d'autore, L'Orage si è aggiudicato il primo premio assoluto, la Targa della Critica e il Premio per la Migliore Musica con la canzone "Queste Ferite sono Verdi". Da lì in poi L'Orage si è esibito su palcoscenici importanti come Auditorium Parco della Musica, Sferisterio di Macerata, Sala concerti RAI di via Asiago a Roma, Music Italy Show (Bologna), Folkest, Aosta Classica, Collisioni, Carroponte, Villa Ada incontrando sul palo o aprendo i live di artisti del calibro di Jethro Tull, Goran Bregovic, Carlos Nunez, Lou Dalfin. A febbraio 2013 L'Orage presenta il concerto evento "L'Orage e Francesco De Gregori insieme dal vivo" frutto della collaborazione con il grande artista romano. L'Orage ha presentato la propria personale rilettura di dodici canzoni di De Gregori da lui magistralmente reinterpretate per l'occasione. Francesco De Gregori ha anche regalato a L'Orage la propria indimenticabile interpretazione di un brano firmato da Alberto Visconti e dai fratelli Boniface: "La Teoria del Veggente", pubblicata nel disco "L'Età dell'Oro" (Sony Music, 2013). Il 22 gennaio 2016 è uscito “Macchina del tempo” (SonyMusic/Ph.D.) prodotto da Enrico “Erriquez” Greppi, quarta produzione discografica de L’Orage. Il 2014 vede L’Orage sul palcoscenico del Primo Maggio a Roma in diretta Rai. Nel 2015, a conclusione del tour estivo “Ululare alla Luna”, il 22 settembre, L'Orage ha partecipato al concerto-evento RIMMEL 2015, all'ARENA DI VERONA per i 40 anni dell'album "Rimmel", con Francesco De Gregori e altri (Ligabue, Malika Ayane, Giuliano Sangiorgi, Caparezza, Fedez, Elisa, Ambrogio Sparagna, Checco Zalone, Fausto Leali) interpretando il brano “Le storie di ieri”.
________________________________________________________________________________

Dopo aver realizzato la colonna sonora del film “Tutto Liscio” uscito al cinema da aprile con Maria Grazia Cucinotta e Piero Maggiò
MIRKO CASADEI
TORNA IN RADIO CON UN NUOVO SINGOLO CHE RICORDA LE CALDI NOTTI ESTIVE
IL 28 GIUGNO ESCE “SOLO PER STARE CON TE” scritto a 4 mani insieme a ZIBBA
… CONTINUA IL TOUR ESTIVO IN TUTTA ITALIA

Dopo aver realizzato la colonna sonora del film “Tutto Liscio” uscito al cinema ad aprile di quest’anno con Maria Grazia Cucinotta e Piero Maggiò, MIRKO CASADEI torna in radio con un nuovo singolo che ricorda le caldi notti estive. Dal 28 giugno, infatti, sarà in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Solo per stare con te”. “Solo per stare con te” è un brano scritto a 4 mani insieme al cantautore Zibba. Il testo racconta dei viaggi di ritorno a casa durante le calde notti estive, viaggi di lavoro che portano l’artista lontano da casa e dalla propria terra. «”Solo per stare con te” parla di un viaggio nella monotonia di un estate bollente – racconta Mirko Casadei - un viaggio lungo l’autostrada che mi porta lontano dalla mia terra e dalle persone che amo. In questo viaggio, che è un po’ la metafora della vita, incontro tante persone tanta gente, vedo posti nuovi straordinari, che pero mi sembrano sempre gli stessi. La voglia di ripartire a tutta velocità si fa sentire presto. Conto le ore che mi separano da casa mia, per vedere il mio mare, la mia Romagna, solo per stare con te…il mio grande amore, Noa la mia nipotina di 6 anni. Ho scritto questa canzone insieme a Zibba, un grande ed eccezionale autore e interprete». Continua il tour estivo di MIRKO CASADEI, alla guida della storica Orchestra Casadei. Oltre 30 concerti in tutte le più belle location estive della penisola italiana. Un tour unico che prevede in scaletta brani per la prima il nuovo singolo “Solo per stare con te”, oltre ai brani di repertorio che intrecciano suoni e sapori di generi musicali pop-folk di svariate provenienze (liscio, reggae, ska e taranta). L’esibizione del musicista romagnolo sarà impreziosita dalla fisarmonica mediterranea di Manuel Petti il giovane direttore musicale della band, dalla nuova figura femminile dell’Orchestra Valeria Magnani al violino e voce, poi la voce e la chitarra di Stefano Giugliarelli, il sax e il clarinetto in do di Marco Lazzarini, la simpatia contagiosa del brasiliano Gil Da Silva (tromba, voce e percussioni) e da tutta la carica di Enrico Montanaro (batteria). Di seguito le date del tour di Mirko Casadei in continua aggiornamento:

Venerdì 28 giugno – Milano – La balera dell’Ortica
Venerdì 5 luglio – San Mauro Mare (FC) – La Notte Rosa
Sabato 6 luglio – Riva Ligure (IM) – Festa di Piazza
Sabato 13 luglio – Fiumicello (UD) – Festa Delle Pesche
Venerdi 19 luglio – Fratticciola Selvatica (PG) – Festa di piazza
Sabato 20 luglio – Montese (MO) – Festa di Piazza
Giovedì 25 luglio – Rimini, PiadiNight -la Notte della Piadina
Venerdì 26 luglio – Alviano Scalo (TR)
Sabato 27 luglio – Alba Adriatica (TE) – Festa di Piazza
Venerdì 2 agosto – Fanano (MO) – Festa di Piazza
Sabato 3 agosto – Lido di Savio (RA) -Balamondo World Music Festival
Giovedì 8 agosto – Sanluri (CA) – Festa di Piazza
Sabato 10 agosto – Montescudo (RN) – Sagra della Patata
Domenica 11 agosto – Pegognaga (MN) – La fiera di San Lorenzo
Giovedì 15 agosto – Berchidda (SS) Time in Jazz Festival di Paolo Fresu
Venerdì 16 agosto – Cerro al Volturno (IS) – Festa di Piazza
Domenica 18 agosto – Gambara (BS) – Festa di Piazza
Martedì 20 agosto – Saprisi (SA) – Festival anni ’60
Mercoledì 21 agosto – Reda Faenza (RA) – Sagra del Buon Gustaio
Giovedì 24 agosto – Giovinazzo (BA) – Festa di Piazza
Lunedì 2 settembre – Settimo Torinese (TO) – Festa di Piazza
Sabato 14 settembre – Borgosesia (VC) – Festa di Piazza

MIRKO CASADEI musicista romagnolo, figlio de “Il re del liscio” Raoul Casadei, guida l’Orchestra da tanti anni con il progetto di portare avanti una tradizione fondata nel 1928, che appartiene a tutti gli italiani, con grande attenzione al ricambio generazionale. Con il suo pop-folk, Mirko Casadei ha infatti portato una ventata di novità, proponendo nuovi sound e contaminazioni musicali. Nel 2017 viene pubblicato il documentario, realizzato dal regista Giorgio Verdelli per Rai Due, “UNICI - la dinastia Casadei” (2017), fra gli intervistati spiccano i nomi di Paolo Fresu, Samuele Bersani, Eugenio Bennato. Durante lo stesso anno, Mirko Casadei realizza l’album “Sono Romagnolo”, che contiene 12 canzoni della tradizione Casadei riarrangiate in maniera ritmica e divertente. Dall’album nasce anche il progetto AD CHI SIT E FIOL? (tu di chi sei figlio?) con le scuole materne ed elementari dell’Emilia Romagna, che si pone come obiettivo quello di raccontare ai bambini della Dinastia Casadei parlando dei valori contenuti nelle canzoni di questa storia lunga 90 anni (1928-2018): amore, famiglia, l’importanza delle radici e l’amore per la terra, le tradizioni e il dialetto. Un progetto ambizioso che tutela l’importante patrimonio della musica popolare italiana. L’Orchestra Casadei sta festeggiando 90 anni di storia.

________________________________________________________________________________

AreaLive
presenta

NUOVA COMPAGNIA DI CANTO POPOLARE
In Campania, quando si accendono i fuochi durante una festività o una ricorrenza religiosa, il legno - bruciando - restituisce al cielo (secondo una credenza popolare) l'anima della pianta e protegge da influenze negative. Questi fuochi sono sempre gli stessi da millenni e assolvono al compito di trasportare le preghiere dei devoti nel cielo. Oggi il fascino di questa credenza popolare ha ceduto il passo, qui in Campania, ad una accezione denigratoria, in quanto l’espressione terra dei fuochi è divenuta sinonimo di inferno per i tristi fatti di cronaca che tutti conoscono: a bruciare non è più il legno, bensì i rifiuti. Tuttavia, la nostra regione è anche una terra di suoni, terra che attraverso la sua arte e, soprattutto, la sua musica ha esportato storia e cultura, diventando nei secoli un punto di riferimento imprescindibile. Per tutti questi motivi, il progetto della Nuova Compagnia di Canto Popolare avrà come titolo Anima di Terra Tour, uno spettacolo musicale composto da quei brani della nostra tradizione e della nostra terra, che danno il senso ad un nuova illusione. Così saranno le note, e non più i contemporanei fuochi, a veicolare i nostri sogni o le nostre preghiere, affinché salgano nitidi verso il cielo.

12/08/2019 @ Agerola (NA) - Sui Sentieri degli Dei
21/08/2019 @ Sternatia (LE) - La Notte della Taranta
08/09/2019 @ Macerata Campania (CE) - Suoni Antichi

MIMMO EPIFANI
Mimmo Epifani è considerato dalla critica uno tra i migliori musicisti e conoscitori di musica etnica, a livello internazionale, per le innovazioni tecniche di improvvisazione applicate al suo strumento, il mandolino, nonché per la tecnica della mandola alla “barbiere”, tecnica così chiamata perché veniva insegnata in un salone da barbiere a San Vito dei Normanni (Brindisi). Nel 2018 è uscito Putiferio, prodotto da Finisterre\Pugliasounds con la produzione artistica e gli arrangiamenti di Francesco Santalucia. Mimmo Epifani porta in tour due progetti Mimmo Epifani & The Barbars e Mimmo Epifani & Josè Barros.

10/07/2019 @ Arceto (RE)
16/07/2019 @ Croazia
17/07/2019 @ Croazia
25/07/2019 @ Portogallo
26/07/2019 @ Portogallo
27/07/2019 @ Portogallo
09/08/2019 @ Cursi (LE) - Notte della Taranta
15/08/2019 @ Caulonia (RC) - Kaulonia Tarantella Festival
16/08/2019 @ Caulonia (RC) - Kaulonia Tarantella Festival
23/08/2019 @ Agerola (NA) - Sui Sentieri degli Dei
14/09/2019 @ Portogallo
15/09/2019 Portogallo
20/09/2019 @ Budapest - European Bridges Festival
_________________________________________________________________________________

I Tarantula Garganica ancora protagonisti in Europa, dal 17 al 19 giugno tour in Spagna


Saranno gli “ambasciatori delle Tarantelle del Gargano” in Spagna: dal 17 al 19  giugno 2019, i Tarantula Garganica si esibiranno in due città della Costa Brava nei pressi di Barcellona, Calella e Pineda de Mar. Nati nel 2003 i Tarantula Garganica vantano già molteplici esibizioni fuori dai confini nazionali: dall’Inghilterra alla Spagna, dal Portogallo al Belgio, dalla Germania alla Francia, dagli Stati Uniti al Canada, fino alla più recente tournèe in Svizzera dello scorso inverno. A gennaio 2018 hanno inaugurato l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, esibendosi al Parlamento Europeo di Bruxelles, tra qualche giorno saranno protagonisti del XIII World Music  Festival di Calella, insieme a più di venti gruppi folk provenienti da quattro continenti. Saranno tre le esibizioni dei Tarantula Garganica durante il Festival, nelle quali il ritmo e i suoni delle Tarantelle del Gargano riecheggeranno e si contamineranno con le sonorità delle più diverse culture musicali mondiali. La tournèe “Chi nasce e chi more – u timpe è fatte pe l’ammore” è organizzata da Studio Uno in collaborazione con il Festival Internazionale di Calella, grazie al sostegno di Puglia Sounds, nell’ambito del progetto “Programmazione Puglia Sounds Export 2019”. “Con questa tournèe il gruppo raggiunge 30 concerti internazionali. Siamo sempre onorati di esportare la nostra musica e la tradizione del Gargano e della Puglia all’estero” – commenta il leader dei Tarantula Garganica, Peppe Totaro, e annuncia – “Un momento molto importante per il gruppo che, in vista dei numerosi appuntamenti in tutta Italia dell’imminente tour 2019, si appresta a pubblicare anche un nuovo singolo”. Il gruppo ha all’attivo ben 5 album: “Sope a na muntagne” (2004), “Quelle strette vie del Sud” (2005), “Chi non capisce l’amore abbastanza” (2006), “ ‘Nda nu litte d’amore” (2012) e “Chi nasce e chi more” (2017). Dal 2008, inoltre, inizia la collaborazione con i Cantori di Monte Sant’Angelo con i quali hanno realizzato altri tre lavori discografici: “All’use antiche” nel 2008, “ ‘Nfanne ‘Nfanne “ nel 2009 ed un libro-cd (2010) in ricordo del cantore di Monte Sant’Angelo, Michele Totaro “Ciucquette”. Dal 2011 il gruppo è impegnato nell’organizzazione del Raduno dei Suonatori di Tarantella, manifestazione che si svolge nel primo weekend di agosto a Monte Sant’Angelo e che già da anni è un riferimento per tutti gli appassionati di musica popolare, giunta alla nona edizione. LE TOURNÈE INTERNAZIONALI - Le melodie e le danze del Gargano sono sbarcate già nel 2007 presso il prestigioso Robinson College dell’Università di Cambridge UK e in Spagna nell’ambito del noto Festival di Barcellona. Tre le tappe del 2010: alle Olimpiadi invernali di Vancouver (British Columbia-Canada) esibendosi a Casa Italia, quartier generale degli Azzurri e al Centro Culturale Italiano di Vancouver; alla 6^ Giornata italiana tenutasi a Blegny-Mine in Belgio e al Maia Folk Festival sull’Isola di Santa Maria nell’arcipelago delle Azzorre - Portogallo. Nel 2011 il gruppo ha partecipato alla manifestazione “Le Sud c’est Chic” tenutasi a Bruxelles-Belgio. Nel 2012 hanno svolto una grande tournée in Europa: al Centro Multiculturale di Parigi, al Centro Culturale Italiano di Londra per “Puglia Excellence”, al Museo delle Culture Europee di Berlino e a "Venez vivre le Gargano à Marchin" esibendosi nel centro culturale di Marchin-Liegi in Belgio. Nel 2013 la tournée in Canada, con il supporto di Puglia Sounds Export, nell'ambito della manifestazione "Sapori di Puglia", suonando a New Westminster, Vancouver, Kelowna e Edmonton. Nel 2016 la tournée in Francia con il supporto di Puglia Sounds Export. Tre concerti tra Parigi e Angers. Il 10 gennaio 2018 hanno inaugurato l’anno europeo del patrimonio culturale esibendosi nel Parlamento Europeo di Bruxelles nell’ambito della manifestazione “la musica e le tradizioni popolari del Gargano”. Nel 2018 la tournée in Svizzera con il supporto di Puglia Sounds Export. Due concerti nel Canton di Zurigo.

#PugliaSounds #PugliaSoundsExport #WeAreinPuglia
_________________________________________________________________________________

GIUGNO, MESE DELLA CULTURA A CARMAGNOLA
EDIZIONE 2019


CONCERTO DEL SOLSTIZIO D'ESTATE CON I DANSEUR DËL PILON
VENERDI 21 GIUGNO - ORE 21
POESIA, LETTERATURA, MUSICA E DANZE 
in Piazza Sant’Agostino, Carmagnola (TO)

Serata dedicata alla Cultura del territorio, che si esprimerà attraverso poesie e brevi racconti in Lingua Piemontese letti da Sergio Donna e Danze e Musiche Storiche Tradizionali suonate da Rinaldo Doro, sulle quali il gruppo di ballo di Piemonte Cultura "Ij Danseur dël Pilon" eseguirà alcuni balli del suo repertorio, invitando a danzare anche il pubblico della piazza.

_________________________________________________________________________________

L’ORCHESTRONA DELLA SCUOLA DI MUSICA POPOLARE DI FORLIMPOPOLI
A Passo di Danza Tour 2019

22 giugno 2019 ore 21:30
LA GRANDE NOTTE DEL BALLO POPOLARE
Ravenna Festival a Russi
Russi, Palazzo San Giacomo
Via Carrarone Rasponi – Russi (RA)
L’Orchestrona della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli
Guest: Bevano Est, Paola Sabbatani
ingresso: € 5,00

Torna L’Orchestrona al Ravenna Festival e lo fa su uno dei suoi palchi più suggestivi e prestigiosi, quello di Palazzo San Giacomo a Russi. Un’occasione da non perdere per tutto il mondo dei ballerini popolari per festeggiare a passo di danza il Solstizio d’estate 2019. L’Orchestrona della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli è, al tempo stesso, un corso di musica d’insieme ed il gruppo di rappresentanza della suddetta Associazione che da oltre 30 anni si occupa di Musica popolare. Questo progetto nasce circa 20 anni fa da un’idea di Davide Castiglia, oggi direttore del gruppo, che ha voluto realizzare una formazione assolutamente atipica, una commistione ben riuscita tra una banda ed un’orchestra che non è in realtà nessuna delle due ma, essendo composta esclusivamente da strumenti insegnati nella Scuola, è la più fedele sintesi del progetto musicale che la Associazione sta portando avanti. Una formazione che vede fianco a fianco allievi e musicisti già esperti, capace di coinvolgere ed accompagnare il pubblico, con la sua freschezza interpretativa in un affascinante viaggio alla scoperta di quelli che sono i “classici” o, usando un termine jazzistico, gli “standard” della Scuola di Musica Popolare, brani conosciuti e non che fanno parte del bagaglio culturale di ognuno degli Insegnanti e degli allievi di strumento e che, spaziando fra le melodie popolari di Italia, Francia, Germania, Irlanda, sono capaci di raccontare la eterogenea ricchezza e la trascinante bellezza delle musiche di tradizione. A partire dal 2009 l’Orchestrona, presenta un concerto dedicato alle musiche tradizionali da ballo e non solo, e, a tutt’oggi, può essere considerata un ensemble unico nel suo genere ma soprattutto una straordinaria macchina da ballo folk. Oltre 20 elementi, organetti, fisarmoniche, violini, violoncelli, cornamuse, flauti, chitarre, arpe, contrabbassi e percussioni… tutti insieme appassionatamente per offrire ai ballerini popolari un repertorio di danze per far muovere i piedi ed il cuore! Lo spettacolo di Palazzo San Giacomo sarà speciale: Oltre che proporre il meglio del proprio repertorio da ballo (con qualche novità) L’Orchestrona della SMP dividerà il palco con alcuni ospiti “speciali”: Paola Sabbatani: attrice, cantante, nota nel mondo del folk per la sua potente voce popolare, insegnante di canto è stata, per anni, la voce solista dell’Orchestrona e tornerà, in qualità di ospite, ad interpretare alcuni fra i brani più belli del repertorio cantato. I Bevano Est: il più conosciuto ed eclettico ensemble del mondo folk romagnolo. Nati proprio in seno alla Scuola Forlimpopolese, allievi di Maestri del calibro di Riccardo Tesi e Hector Ulises Passarella, parallelamente allo sviluppo di una originale ricerca compositiva che li ha portati, fra l’altro, a scrivere colonne sonore per maestri del cinema quali Giuseppe Bertolucci ed Ermanno Olmi, per il Teatro in spettacoli del Teatro Valdoca e Masque Teatro, hanno coltivato con passione il repertorio da ballo più antico della tradizione romagnola, quello pre-liscio riproponendolo con gusto raffinato e rivisitato secondo un proprio, personalissimo, stile. La Grande notte del ballo popolare sarà un viaggio nel mondo del ballo si … ma visto dal Cuore della Romagna.

23 Giugno 2019 
Estate in Piazza 2019
San Mauro Pascoli Piazza Giuseppe Mazzini 47030 FC ORE 21:00
_________________________________________________________________________________

Luca Ciarla
Mediterramìa in Libano, Svizzera, Italia e Cipro
  
Dopo la splendido concerto con la Nazionale del Jazz al Village Celimontana di Roma, al fianco di musicisti del calibro di Javier Girotto, Fabrizio Bosso e Lucrezio De Seta, il violinista Luca Ciarla riparte per un nuovo entusiasmante ciclo di concerti. Il tour prende il nome dal suo ultimo progetto, Mediterramìa, e non potrebbe essere altrimenti visto che quasi tutte le date si terranno nelle vicinanze del mare nostrum. Si parte il 21 giugno con due concerti in Libano, in occasione della Festa della Musica, a Beirut e alla Fortezza di Raymond de Saint-Gille di Tripoli. Il 24 sarà la volta della Svizzera, al Conservatorio di Zurigo, unica tappa del tour lontana dal Mediterraneo. Il 27 si torna in Italia, in Sardegna, per i concerti dei seminari "Mare e Miniere" diretti di Elena Ledda e Mauro Palmas mentre il 29 sarà ad Altamura, vicino Bari, per "I Suoni della Murgia" di Luigi Bolognese. Successivamente sono previste tre tappe a Cipro, dal 3 all'11 luglio, per il prestigioso AglanJazz Festival di Nicosia, il Cyprus Wine Museum di Limassol e al Kimonos Art Center di Paphos, dove presenterà la performance Music for your Eyes in collaborazione con l'artista visiva Keziat. Il 28 luglio suonerà al Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia per ArtCity, il cartellone dei Polo Museale del Lazio mentre il 2 agosto sarà a Marina di Pisticci, in Basilicata, per il festival Argojazz. Il tour è prodotto dalla Violipiano Music in collaborazione con gli Istituti di Cultura di Beirut, Zurigo e l'Ambasciata d'Italia a Nicosia. 

_________________________________________________________________________________

FRANCO MORONE
concerti

6 Luglio 2019 ore 21:30
Ferentino Acustica, Ferentino

26 Luglio 2019 ore 21:00
Concerto dei partecipanti del seminario annuale
Centro Civico, Malosco, Trento

27 Luglio 2019 ore 21:00
Centro Civico, Malosco, Tn

3 Agosto 2019 ore 21:00 
Festival Blues, Gavazzana 

10 Agosto 2019 ore 19:30
Kulturscheune, Liebenau - D, special guest Raffaella Luna

11 Agosto 2019 ore 14:30
Kulturscheune, Liebenau - D

2 Novembre 2019  ore 20:00
Private concert • Austria

9 Novembre 2019 ore 19:30
Tor 21 Live, Niederkrüchten - D
info@tor-21.de, tel.02163-9519661

10 Novembre 2019 ore 17:00
Ev. Stadtkirche, Süchteln - D, Hindenburgstraße 5, Viersen-Süchteln
________________________________________________________________________________

Solstizio d'Estate: a Ca' Colmello, sulle colline bolognesi,  si festeggia con fiabe dal mondo e musica d’Africa
Dal pomeriggio fino a notte, un accogliente programma di attività per bambini e adulti.

Un invito a rallentare il ritmo, nel giorno più lungo dell’anno: per festeggiare il solstizio (termine che, forse vale ricordarlo, deriva dal latino solstitium, composto da sol-, "Sole" e -sistere, "fermarsi"), sabato 22 giugno l’associazione culturale Baba Jaga organizza alla Casa Laboratorio Ca’ Colmello di Sassoleone, sulle colline sopra a Bologna, una giornata dedicata a bambini e adulti. Le attività, in programma dalle ore 16 fino a notte inoltrata, sono parte della settima edizione della rassegna di laboratori e spettacoli S.I.A - Sottili Innesti Amorevoli. «Tempo di sole, di storie, verde e merenda sotto gli alberi, di intrecci e musica...» suggerisce la direttrice artistica Chiara Tabaroni «Per grandi e piccoli un tempo di meraviglia e ascolto per accogliere l'estate che giunge. Alle 17.30 è in programma Il giardino delle storie. Fiabe tra gli alberi, parole e passeggiate nel verde in libertà, libri ed albi illustrati per chi ha voglia di leggere all'ombra degli alberi, angolo colori per bimbi e al calar del sole, alle 21.30, nell'anfiteatro in calanco presenteremo il concerto di Jabel Kanuteh Heart of kora - Suoni d'Africa. Nato in Gambia, primogenito di dieci figli, come suo padre e suo nonno Jabel è un griot: poeta e cantore, “colui che ha il dono della parola”. Suona la kora, un’arpa a 21 corde tipica del suo Paese natale». Sabato 22 fatevi un regalo: salite in collina. La Casa Laboratorio Ca’ Colmello si trova in via Gesso 21 a Sassoleone, in provincia di Bologna.

Ingresso € 12.
La prenotazione è obbligatoria.
Info e prenotazioni: 349 2826958, 340 7823086, info@babajaga.it, www.babajaga.it.

La rassegna S.I.A. – Sottili Innesti Amorevoli VII edizione fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica. È realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e con il patrocinio e il contributo del Comune di Casalfiumanese.
________________________________________________________________________________


WORLD YOUTH ORCHESTRA
direttore artistico Damiano Giuranna
“Suoni di fratellanza”

19 giugno 2019
Festival di Fes (Marocco)

Con il sostegno della FCA Fondazione Cultura & Arte

I giovani talenti della World Youth Orchestra in concerto:  la musica come messaggio di fratellanza tra popoli

La World Youth Orchestra dopo i riconoscimenti politici ottenuti da UNICEF, ONU, Commissione Europea e dal Presidente della Repubblica Italiana e i successi artistici riscossi nei maggiori festival internazionali prosegue anche per il 2019 il suo impegno nella diffusione, attraverso la musica, degli ideali di fratellanza nei territori attraversati da conflitti religiosi e con forti difficoltà politiche e sociali. La World Youth Orchestra, fondazione non profit - cofondata da La Sapienza, e con il sostegno di Fondazione Cultura e Arte, ente strumentale della Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale - prosegue il tour musicale del progetto Suoni di fratellanza in Bosnia – Erzegovina il 2 e 3 giugno e si conclude in Marocco il 19 giugno. La WYO vanta 18 anni di attività, 60 paesi rappresentati, 250 università internazionali partner, 3.000 talenti coinvolti, 300 eventi realizzati e oltre 10.000.000 di persone presenti ai concerti in giro per il mondo. Il progetto si pone come obiettivo di dimostrare come la musica, può essere, non solo una necessità culturale di un’elite ma soprattutto un potente strumento di comunicazione di valori e di idee, un’azione di diplomazia culturale capace di stimolare best practices in campo artistico e socio-politico.

Oggi mentre si scontrano in Europa e nel mondo due concetti opposti, da un lato gli ideali cosmopoliti e dall'altra parte le visioni neo patriottiche, l'idea di fratellanza è sempre meno cultura dei popoli e dei governi. Per ricercare le fonti di quella cultura, la World Youth Orchestra usa il viaggio come Ulisse; un viaggio di conoscenza, colmo di suoni che vogliono essere linguaggio universalmente riconoscibile, un viaggio colmo di musica che come scriveva Platone, è una legge morale, dà anima all'universo, ali alla mente, fuga all'immaginazione, fascino e allegria alla vita e a tutto. Così ci auguriamo che alla fine di questo nuovo viaggio, i nostri giovani musicisti della World Youth Orchestra ritrovino il senso di ciò che oggi sembra perduto, il senso più profondo dell’essere umano: la fratellanza, e una volta ritrovata possa diventare nel loro agire, profonda testimonianza. 
M° Damiano Giuranna 
Direttore artistico musicale  

Sono da sempre persuaso che le arti, tra cui la musica, svolgano un ruolo di primo piano nella crescita integrale della persona, nell’affermazione dei valori di condivisione e solidarietà e nella formazione della coscienza collettiva, annullando le differenze e appianando i conflitti, a favore dell’inclusione sociale degli individui e del dialogo costruttivo fra i diversi popoli. In questo senso il progetto World Youth Orchestra rispecchia in pieno lo spirito che anima l’operato della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale e della Fondazione Cultura e Arte: un’orchestra di giovani talenti provenienti dai cinque continenti, che coniuga l’obiettivo della formazione continuativa dei giovani musicisti attraverso lo sviluppo della loro creatività con quello, universale, di portare un messaggio positivo di armonia e speranza in territori caratterizzati da difficoltà di dialogo e convivenza tra diverse culture e religioni.
Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele
Presidente Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale

Il progetto Suoni di fratellanza toccherà i tre paesi del Mediterraneo simbolo della convivenza di diverse culture e religioni. Dopo il grande successo a febbraio al Festival di Al Bustan a Beirut in Libano sarà la volta, il 2 giugno, del Centro Culturale Kosača di Mostar e il 3 giugno al Centro Culturale di Sarajevo, città dove storicamente convivono cristiani, ebrei e mussulmani. Il tour si concluderà il 19 giugno al Festival di Fes, in Marocco, dove la comunità mussulmana ha sempre dimostrato un carattere dialogante con le altre culture. Le tre tappe sono in collaborazione con l'Istituto di Cultura italiana di Beirut, l'Ambasciata Italiana di Sarajevo e l'Istituto Italiano di Cultura di Rabat. Per ogni paese un programma musicale diverso. In Libano sono state eseguite musiche della tradizione popolare mediterranea e della grande tradizione italiana come il quartetto di Giuseppe Verdi nell’orchestrazione di Damiano Giuranna. L'Orchestra ha ospitato un violinista solista Giuseppe Gibboni, un grande talento italiano di soli 18 anni. La tappa libanese è stata un omaggio anche al grande sforzo che l'Italia sta compiendo per la pace in Libano. In Bosnia, a Sarajevo, città simbolo della prima guerra mondiale e delle violente guerre civili degli anni novanta, l’Orchestra suonerà la IX sinfonia di Beethoven, un inno ad una nuova Europa fondata sul valore della fratellanza. In Marocco, a Fes, il focus sarà sulla religiosità nella musica cristiana ed arabo andalusa, un’importante testimonianza di un antico e prolifico dialogo. Tutti i percorsi formativi artistico musicali della WYO si realizzano grazie a un nuovo ed innovativo metodo in direzione di una maggiore partecipazione nell’ esecuzione musicale. Una metodologia specifica della Fondazione che associa alla conoscenza e preparazione in ambito musicale, storico, sociale e filosofico, una maggiore responsabilità e creatività artistica individuale. Attraverso il progetto World Youth Orchestra, i giovani musicisti scoprono una nuova qualità nell’impegno comune. L'esperienza artistica diventa crescita umana e professionale e interesse nella scoperta dell’altro.

________________________________________________________________________________

NILZA COSTA
concerti

21 Giugno
El Trapasser Resturante, Utrecht
23 Giugno
De Harmonie, Edam
________________________________________________________________________________

ANGÉLIQUE KIDJO
Italian Tour

23 Luglio
Festival di Villa Arconati (Castellazzo di Bollate, MI)
Inizio concerto h 21:00
Prevendita su Mailticket

24 Luglio
Roma Summer Fest @ Auditorium Parco della Musica (Roma)
Inizio concerto h 21:00
Prevendita su Ticketone

Venerdì 19 Aprile è uscito “Celia”, nuovo disco dell’artista beninese - ormai star mondiale - Angélique Kidjo. La sua carriera può essere definita, con una sola parola, come “originale”, essendo sicuramente unica nel suo genere: 8 nomination ai Grammy Awards e 3 vittorie, The Guardian la inserisce tra le 100 donne più influenti al mondo mentre il Time la definisce “la prima diva d’Africa”. Dopo aver percorso le strade della diaspora africana - attraverso il Brasile, Cuba e gli Stati Uniti - ora la Kidjo, con questo nuovo disco, rende omaggio a una vera icona delle Americhe, la celebre cantante di salsa Celia Cruz. Con le sue 10 tracce, l’album “Celia” si spoglia del glamour caratteristico della Cruz per mettersi sulle tracce delle radici africane della donna cubana diventata la “regina” della salsa, un genere musicale inventato a New York dagli immigrati caraibici. Non è la prima volta che Angélique Kidjo omaggia grandi artisti e grandi dischi: nel 2018 infatti con la sua versione di “Remain in Light” la cantante aveva celebrato il genio dei Talking Heads, di Brian Eno e di tutti i punti di riferimento che avevano reso l’originale così apprezzato e venerato, condendo il tutto con un cantato euforico, percussioni esplosive, arrangiamenti di fiati e alcune frasi cantante in lingue del suo Paese natale. Il risultato non è un mero album di cover, bensì una personale interpretazione e rivisitazione del classico dei Talking Heads, senza perdere lo spirito innovativo e rivoluzionario con cui era nato. La versione della cantante beninese chiude il cerchio, riportando il capolavoro del 1980 a quelle sonorità dell’Africa Occidentale che lo avevano ispirato. Una curiosità: Angélique Kidjo nel 2006 ha istituito la Fondazione Batonga (https://batongafoundation.org/) il cui obiettivo è quello di dare un’istruzione alle giovani donne più svantaggiate del Benin e poter dar loro l’opportunità di cambiare vita e di essere padrone della propria in maniera indipendente. L’artista ha coniato il termine “Batonga” quando era ancora una bambina: una parola gioiosa e un po’ ribelle da usare come risposta ai compagni di classe e alle critiche di coloro che sostenevano che le ragazze e i ragazzi non erano uguali. Inoltre Angélique gira il mondo sostenendo e difendendo i diritti dei bambini come Ambasciatrice UNICEF e OXFAM.
_________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________

IFRIQIYYA ELECTRIQUE
ON TOUR 
First Part: Europe & Maghreb

28/06 - Estate a San Salvi Festival, Firenze - I
29/06 - Spettro, Brescia - I, tbc
06/07 - Feyzin - F -tba
14/09 - Colmar - F -tba
03/10 - Nancy - F -tba
04/10 - Châlon sur Saône - F -tba
18/10 - Tarbes - F -tba
19/10 - Le Havre - F -tba
26/10 - Vendôme - F -tba
08/11 - Bourges - F -tba
09/11 - Maubec - F -tba
22/11 - Brest - F -tba
23/11 - Billière - F -tba
28/11 - Fontaines - F -tba
01/12 - M4, Brussels, B
…More to be announced…..

TRIO PASO 3
Flamenco puro & contemporary dance

27/07 - Festival Bergolo (CN) - I

TRANS-AEOLIAN TRANSMISSION
Xinjiang, Taklamakan & Karakoram: Shamans & Dolans in the Uyghur County

25/07 - Zarcos, Beja, PT
27/07 - Romaria Cultural, Gouveia, PT
28/07 - Festival Leiria, PT
…More to be announced…..
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________

SETTE CONCERTI A LUGLIO PER IL NUOVO TOUR ITALIANO DI 
LOREENA MCKENNITT 

A circa dieci anni di distanza dalla pubblicazione del suo ultimo album di inediti, Loreena McKennitt è tornata nel maggio dello scorso anno con Lost Souls (Quinlan Road, 2018), ed è pronta a presentarlo in giro per l’Europa, con un totale di 25 concerti attraverso dieci paesi tra cui Spagna, Germania e, appunto, Italia. La cantautrice non sarà da sola sul palco, ma sarà accompagnata dai musicisti Brian Hughes (chitarra, oud e bouzouki celtico), Caroline Lavelle (violoncello), Hugh Marsh (violino), Dudley Philips (contrabasso) e Robert Brian (batteria).

Sabato 20 Luglio 2019
Firenze, MusArt Festival c/o Piazza Santissima Annunziata

Domenica 21 Luglio 2019
Milano, Teatro degli Arcimboldi – Viale dell’Innovazione, 20

Lunedì 22 Luglio 2019
Udine, Folkest Festival c/o Castello di Udine – Piazzale Patria del Friuli, 1


Mercoledì 24 Luglio 2019
Macerata, Sferisterio – Piazza Giuseppe Mazzini, 10

Giovedì 25 Luglio 2019
Ostia Antica (RM), Teatro Romano – Viale dei Romagnoli, 717

Venerdì 26 Luglio 2019
Molfetta (BA), Banchina San Domenico

Domenica 28 Luglio 2019 
Cervere (CN), Anfiteatro dell’Anima – Via Salita Mina
________________________________________________________________________________

Helikonia
presenta

AFRO-CUBAN ALL STARS
"A Toda Cuba Le Gusta"
Martedí 23 Luglio ore 21:00 
Cavea, Auditorium Parco della Music
Roma Summer Fest 2019

In anteprima nazionale per il Roma Summer Fest arriva l' Afro-Cuban All Stars, la super band formata da 14 elementi e diretta dal maestro Juan de Marcos González, produttore e musicista,  figura centrale nella musica cubana nel mondo. Tra le sue storiche fila autentiche star internazionali: da Rubén González  a Ibrahim Ferrer, passando per Guillermo Rubalcaba, Amadito Valdés e Manuel “The Guajiro” Mirabal. Sono famosi in tutto il mondo  grazie ai documentari "Buena Vista Social Club"di Wim Wenders, e "Afro-Cuban All Stars at the Salon of Dreams" di Tony Knox. Il tour celebra i 20 anni di "A Toda Cuba Le Gusta", disco simbolo dell'orchestra del Buena Vista Social Club Afro-Cuban All Stars è un’orchestra unica, che abbraccia diverse generazioni e stili della grande musica cubana: dai classici son e danzón, ai ritmi timba di danza contemporanea. congas: Tany Allende; bongos & cowbell: Tony Moreaux; timbale set: Caleb Michel; trumpets & flugelhorns: Lazaro Numa, Haile Uriarte & Raudel Marzal; clarinets & coro: Laura Lydia González; piano: Oldrich González; vibes, keyboards & coros: Gliceria González; lead singer: Emilio Suárez; bass: Alberto Pantaleon; lead singer, tres cuban guitar & bandleader: Juan de Marcos González; afro-cuban percussion: Gliceria Abreu; sound engineer: Alfonso Peña

SUPERPROMO HELIKONIA: Altri settori €18,50 (anziché € 23,00); Parterre centrale e laterale  € 22,50 (anziché €28,50) IMPORTANTE! La riduzione si ottiene esclusivamente effettuando la prenotazione attraverso: email: helikonia@tiscali.it. whatsapp: 3927937717 (ogni giorno dalle ore 11 alle 18 - il giorno del concerto fino alle ore 16) (specificare sempre nel messaggio un cognome di riferimento e il numero dei partecipanti in lista Helikonia)
________________________________________________________________________________

DEENA ADBELWAHED
concerti

20.07 - Khonnar Live Set - Sonar Barcelona - Barcelona, ES
02.08 - Khonnar Live Set - Dekmantel Festival - Amsterdam, NL
_________________________________________________________________________________

AMIR JOHN HADDAD
THE WORLD OF HANS ZIMMER
SPRING 2019 TOUR
SOLOIST ARTIST - EL AMIR

“The World of Hans Zimmer – A Symphonic Celebration” is presenting the composer’s works arranged for a live symphony orchestra for the very first time. Zimmer spent months working on transforming his soundtracks into opulent concert suites. Under the direction of Gavin Greenaway, Hans Zimmer’s soundtrack conductor – whom, he says, he trusts more than he trusts himself – the large symphony orchestra is delivering an intense and unforgettable concert experience. With stunning visual projections of film sequences and short video recordings of Hans Zimmer and his long-time friends and colleagues - shown intermittently throughout the show to give the audience exciting and amusing looks behind the scenes of his studio work. “The World of Hans Zimmer – A Symphonic Celebration” is a unique opportunity to introduce orchestral music to a new generation, to preserve the orchestral culture and present it in a less elite world. The audience will have the chance to delve into the thrilling “World of Hans Zimmer”  with all its multilayered facets.

AMIR JOHN HADDAD 'EL AMIR'
El Amir is one the featured solo artists of the Hans Zimmer's Tour performing flamenco guitar, electric guitar, Greek buzuki and Ukulele together with a choir and top musicians from Hans Zimmer’s talent factory, such as the flutist Pedro Eustache, solo violinist Rusanda Panfili or the magical and famous voice of Lisa Gerrard (Dead Can Dance) interpreting a very special selection of soundtracks from the most famous films such as Pirates of the Caribbean, Gladiator, Mission Impossible, The Holiday or Madagascar. El Amir is a multi-ethnic musician, multi-instrumentalist, composer, arranger, musical director, producer and maestro. He‘s considered one of the best concert guitarists in today‘s flamenco scene, defined by his personality, maturity, sound and style. El Amir has been playing flamenco guitar and the Arabic oud since he was seven years old, and has been performing on stage for 30 years. In addition to his extensive career, he has learned how to play traditional Mediterranean instruments including the Greek bouzouki and Turkish saz being a virtuoso in all of them. El Amir has collaborated with a long list of artists including Radio Tarifa, Chambao, Marcus Miller and Juno Reactor.

19. 06 Flamenco Guitar Masterclass - Teherán, Iran
20. 06 EL AMIR Flamenco Guitar Recital - Vahdat Hall, Teherán, Iran
06. 07 EL AMIR Flamenco Mediterráneo Ensemble -
Festa do Colete Encarnado, Vila Franca de Xira, Portugal
22 - 26. 07 Flamenco Guitar Camp - Saig, Black Forest, Germany
15 - 18. 08 EL AMIR Flamenco Mediterráneo Ensemble -
Festival AACC World Music Festival, Gwangju, South Korea

_________________________________________________________________________________

InFiné
ON TOUR • SUMMER 2019 

BRUCE BRUBAKER & MAX COOPER - GLASSFORMS
19.07 - Sónar Festival - Barcelona/ES  
14.11 - Théâtre de l'Octogone - Lausanne-Pully/CH 

CARL CRAIG
19.07 - #DETROITLOVE x offsónar - Poble Espanyol - Barcelona/ES

DEENA ABDELWAHED
20.06 - Kolorado Festival - Budapest/HU
21.06 - Tauron Nowa Muzyka - Katowice/PL 
27.06 - Plisskën Festival - Athens/GR
29.06 - Berghain - Berlin/DE
11.07 - Khonnar Live Set - Dour Festival - Dour/BE
20.07 - Khonnar Live Set - Sonar Barcelona - Barcelona/ES
24.07 - Tohu Bohu - Montpellier/FR  
26.07 - Kaiku - Helsinki/FI  
02.08 - Khonnar Live Set - Dekmantel - Amsterdam/NL 
03.08 - Nachtdigital Festival - Leipzig/DE   
14.09 - Horst 2019 - Holsbeek/BE 

LA FRAICHEUR  
28.06 - Fusion Festival - Larz/DE
13.07 - Dour Festival - Dour/BE
20.07 - AMM Festival - Steevoorde/FR
23.07 - Paléo Festival - Nyon/CH
26.07 - Les Escales Festival - St Nazaire/FR
11.08 - Été du Canal - Bobigny/FR
17.08 - About Blank - Berlin/DE
24.08 - Les Courants Alternatifs Festival - Uzes/FR
31.08 - Château de Motteux - Marolles-sur-Seine/FR
20.09 - Ososphère Festival - Strasbourg/FR
& more to be announced!

LEONIE PERNET
20.06 - Festival 36 Heures Saint-Eustache - Paris/FR  
03.07 - Fnac Live - Paris/FR
27.07 - Les Nuits Secrètes - Aulnoye Aymeries/FR   
01.08 - Festival Ensemble - Lunel/FR  
21.08 - PopKultur Festival 2019 - Berlin/DE  

LABELLE
22.06 - Live w/ Orchestre Demos @ Philharmonie Paris - Paris/FR
17.07 - Live @ Cultural Festival - Fort-de-France, Martinique/FR

RONE
26.06 - Plisskën 2019 - Technopolis City of Athens - Athens/GR 
12.07 - Razzmataz / Barcelone/ES 
13.07 - Mad Cool Festival - Madrid/ES
18.07 - Electric Castle - Banffy Castle - Bontida Romania/RO
31.08 - Piknic Electronic - Montréal/CA  

VANESSA WAGNER
18.06 - La Seine Musicale w/ guests - Boulogne Billancourt/FR
23-24.06 - La Sainte Chapelle (Récital et musique de chambre) - Paris/FR
27.06 - Les Pianissimes - duo Marie Vermeulin - Lyon/FR
02.07 - Festival de Chambord (Schubertiade)
06.07 -Festival de Chambord (L’oubli - Chorégraphie de Sylvain Groud & INLAND)
07.07 - Festival de l'Orangerie de Sceaux W/ Augustin Dumay (Concert Belle Saison)
09.07 - Nocturnes de Sainte Victoire W/ Olivia Gay
14.07 - Bordeaux - CACP (Récital)
20-21.07 - Saumur en Auxois - Festival Images Sonores (Récital - Duo Statea & INLAND)
23.07 - Festival Les concerts de Vollore (Récital)
26.07 - Embrun -Cathédrale (Récital)
31.07 - Festival de Kersaint (Récital)
09.08 - Festival de Saint-Ursanne W/ Olivia Gay
15.08 - Festival d'été de Genève (Récital) INLAND
_________________________________________________________________________________


España Circo Este
28/06/2019 22:00
Fiestas Pedro y Pablo 2019, Espacio Atapuerca, Burgos 

Los Stompers
17/06/2019 21:30
Camping La Balena Allegre, Sant Pere Pescador
06/07/2019 22:00
Noches de Verano, Anfiteatro del Parque París de las Rozas, Las Rozas  

Los Stompers + Nuala Irish Dancers
17/07/2019 22:00:00
Corella

Ominira Falciots Ninja + Ominira
15/06/2019
Jambo Street (Andorra), Centre Històric, Andorra la Vella
22/06/2019
Baldellou, Baldellou

Tori Sparks
05/07/2019 22:00
Festa Major de Barberà del Vallès, Plaça Cooperativa, Barberà del Vallès
__________________________________________________________________________________

JOSEBA GOTZON
Concerti

PROXIMA GIRA URUGUAY – ARGENTINA – MÉXICO
Abierta contratación
20 setiembre
Café Museo MAPI. Montevideo
21 setiembre
Centro Cultural Terminal GOES
5 octubre
DEMOS. Santa Fé
6 octubre
Teatro 3 de Febrero. Paraná
Noviembre
León (Guanajuato)
Noviembre
México D.F.