Concerti Jazz

I concerti della scena jazz...

DANIELE SEPE
TOUR DI PRESENTAZIONE

Lo straordinario musicista e compositore napoletano porterà in giro in Italia e in Europa, sia in quartetto, sia in band con Roberto Gatto, che, infine, nella Napoli Trip di Stefano Bollani, i brani del suo disco numero ventotto appena pubblicato. Il disco è un omaggio al sassofonista Gato Barbieri, realizzato con brani che non fanno parte del repertorio dell’artista argentino ma, per dirla con le parole di Sepe “Nello scegliere cosa suonare non ho avuto dubbi: inutile ripercorrere brani suoi, giusto un paio, dopo tutto se uno vuole sentirli sente le sue versioni. Ma ho voluto scegliere una serie di brani, molti tradizionali, che ho sempre cercato di immaginare come li avesse suonati lui”. Nel disco, come d’uso, decine di musicisti, provenienti dai quattro angoli della Terra. Ospiti dell’album sono il batterista statunitense HAMID DRAKE, già collaboratore di artisti come Herbie Hancock, Archie Shepp, Bill Laswell, Don Cherry, lo straordinario talento di STEFANO BOLLANI e di ROBERTO GATTO, DANIELE SANSONE (voce dei Foja), la cantante LAVINIA MANCUSI.

23/06 Loreto (AN) - Resonanz - The Cat with The Hat
27/06 Roma - Na cosetta estiva - The Cat with The Hat
10/07 Napoli - Canzoniere Illustrato con Emilia Zamuner
28/07 Assisi (PG) - Kronomakia
29/07 Vieste (FG) - Festambiente - The Cat with the Hat
26/08 Civitella - Canzoniere Illustrato con Emilia Zamuner
30/08 Ischia (NA) - Auditorium Leonardo Carriero - Lacco Ameno - Stefano Bollani Napoli Trip
31/08 Città di Castello (PG) - Stefano Bollani Napoli Trip
07/10 Ibiza - Stefano Bollani Napoli Trip
_________________________________________________________________________________

Cinquant’anni di ECM, al Teatro La Fenice un evento speciale
con i tre concerti di Anouar Brahem, Egberto Gismonti, Enrico Rava.
Il 7 luglio, nell’ambito di Venezia Jazz Festival, l’omaggio dei maestri 
alla storia dell’etichetta fondata da Manfred Eicher.

ECM festeggia 50 anni di storia al Teatro La Fenice nell’ambito della XII edizione di Venezia Jazz Festival. Domenica 7 luglio 2019, per “50th Anniversary of ECM”, in scena in un’unica, straordinaria serata, tre artisti rappresentativi della storia dell’etichetta di jazz e musica contemporanea, fondata da Manfred Eicher nel1969. Si tratta del maestro di oud tunisino Anouar Brahem, del poliedrico polistrumentista brasiliano Egberto Gismonti, dell’inossidabile Enrico Rava, artisti e maestri diversissimi fra loro, accomunati da quel suono e quella filosofia che rende ECM riconoscibile nel mondo. Con “The astounding eyes of Rita”, l’album dedicato alla memoria del poeta palestinese Mahmoud Darwish (1941-2008), del quale ricorrono i dieci anni dall’uscita, il virtuoso del liuto della tradizione orientale Anouar Brahem (oud) propone un nuovo ensemble con Klaus Gesing (clarinetto basso), Björn Meyer (basso) e Khaled Yassine (darbouka, bendir). Dal ricco repertorio del jazz (John Surman, Dave Holland, Jan Garbarek e Jack DeJohnette sono alcuni dei solisti caduti sotto i suoi incantesimi melodici) alle diversificate tradizioni mediterranee ed orientali (dalla nativa Tunisia ai confini di India ed Iran), la musica di Anour Brahem rigorosa ma sensibile ridefinisce constantemente un intelligente universo composito di poesia e cultura, che cerca sempre un equilibrio tra discrezione e sensualità, nostalgia e contemplazione. Brahem è un concentrato di paradossi: classicista sovversivo; solista solitario aperto al mondo; "contrabbandiere culturale", sempre incline ad avventurarsi oltre i propri limiti, respingendo le frontiere musicali. In una delle sue rare apparizioni italiane, performance di piano solo per il formidabile pianista (e chitarrista) Egberto Gismonti, uno dei più apprezzati ambasciatori del Brasile e delle sue contaminazioni musicali. Il settantaduenne compositore, figlio di una siciliana e di un libanese, rappresenta un unico tra influenze classiche, lo sconfinato patrimonio musicale brasiliano e le tradizioni indigene della selva amazzonica. Cresciuto studiando musica classica, per poi spostarsi a Parigi dove studierà composizione con Jean Barraqué, Egberto Gismonti suona musica popolare brasiliana come avrebbero potuta pensarla Ravel e Debussy: armonie nitide ed oblique, eppure sempre cantabili, mosse da un respiro ampio, naturale, che fioriscono su strutture ritmiche mobili e dotate del respiro di una suite e di quel quid imprendibile del Brasile profondo. Un compositore raffinato, uno sperimentatore creativo e un abile accompagnatore: ha composto musica per il cinema, il teatro e la televisione e realizzato più di sessanta dischi, registrando anche con illustri nomi della musica internazionale come Charlie Haden, Jan Garbarek, Naná Vasconcelos. Alla soglia degli 80 anni,  Enrico Rava ha voluto pensare ad una Special Edition,  raggruppando  i musicisti che più gli sono stati vicino negli ultimi anni,  per rivisitare i brani più significativi della sua carriera, rivisti in un’ottica odierna, ed interpretare  nuove composizioni scritte per questa occasione.  Sono Gianluca Petrella (trombone), Giovanni Guidi  (pianoforte), Francesco Diodati  (chitarra), Gabriele Evangelista (contrabbasso), Enrico Morello  (batteria). Sono passati ormai più di 50 anni da quando Enrico Rava apparve, dapprima sulla scena italiana e poi  in quella mondiale, collaborando con artisti del calibro di Gato Barbieri e Steve Lacy,  con cui passò una breve stagione a Buenos Aires insieme ai sud-africani  Johnny Dyani e Louis Moholo. Poi venne il lungo soggiorno a New York dove incontrò e collaborò con artisti come Roswell Rudd, Carla Bley, John Abercrombie, Cecil Taylor, tra i tanti. Negli anni ‘70 il rientro in Italia e un inanellarsi di concerti e dischi con i  gruppi a suo nome, l’incontro con l’Opera, da lui rivisitata in due splendidi album e quello con  il pop di Michael Jackson, la sua predisposizione a scoprire giovani talenti: nel corso degli  anni Massimo Urbani, Paolo Fresu, Stefano Bollani, Gianluca Petrella, Giovanni Guidi, Francesco Diodati… E le collaborazioni con tanti artisti: Lee Konitz, Richard Galliano, Pat Metheny, John Scofield, Dave Douglas, Geri Allen, Cecil Taylor, Miroslav Vitous, Philip Caterine, Tomasz Stanko, Michel Petrucciani, John Abercrombie, Joe Lovano. “50th Anniversary of ECM” è un evento firmato da ECM, Teatro La Fenice e Veneto Jazz nell’ambito di Venezia Jazz Festival, realizzato in collaborazione con Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto, Città di Venezia e con il sostegno di Despar e Classic Boats Venice. Special partner: Splendid Venice Hotel. Media partner del festival: Venezia News. La direzione artistica è a cura di Giuseppe Mormile e Sun Chung.

PROGRAMMA
Domenica 7 luglio 2019, ore 20.00
Teatro La Fenice - Venezia
50th Anniversary of ECM

ANOUAR BRAHEM  
"The Astounding Eyes of Rita " 
10th anniversary of the program 
Anouar Brahem: oud; Klaus Gesing: clarinetto basso; Björn Meyer: basso; Khaled Yassine: darbouka, bendir

EGBERTO GISMONTI
Piano solo

ENRICO RAVA SPECIAL EDITION
Enrico Rava 80th Anniversary – World Tour 2019
Enrico RAVA: tromba e flicorno; Gianluca PETRELLA: trombone; Giovanni GUIDI: pianoforte; Francesco DIODATI: chitarra; Gabriele EVANGELISTA: contrabbasso; Enrico MORELLO: batteria

BIGLIETTI:
Platea, palchi centrali parapetto: 55€ + diritto di prevendita
Palchi centrali parapetto e palchi laterali ordine dietro: 45€ + diritto di prevendita
Galleria e loggione centrale: 40€ + diritto di prevendita
Settore visibilità ridotta: 35€ + diritto di prevendita
Settore solo ascolto: 30€ + diritto di prevendita
PREVENDITE:
Ticketone – on line e punti vendita
In tutti i punti vendita Venezia Unica e call center Hellovenezia 041.2424

Maggiori informazioni: www.venetojazz.com 
_________________________________________________________________________________

CHARITY CAFE’
Programmazione Musicale
Charity Café; Via Panisperna 68

MARTEDI’ 25 GIUGNO h 21:00
ANDY'S CORNER
Classic Rock, Blues, Soul, Folk...
Andrea Angelini, in arte Andy’s Corner, presenta il suo progetto solista acustico. Propone una sintesi di vari generi e influenze musicali: un viaggio affascinante nella migliore musica anglo-americana in particolare dei ‘60s e’70s, ma non solo... Andrea Angelini, Voce, Chitarra & Armonica

MERCOLEDI’ 26 GIUGNO h 22:00
BLUES JAM & FRIENDS
COORDINATA DA ANDREA RICCI
Tutti i BluesMan e le BluesWoman sono invitati a salire sul palco del Charity.  Andrea Ricci, Voce; Andrea Di Giuseppe, Chitarra Slide; Stefano Palma, Chitarra; Simone Scifoni, Basso Synth & Batteria

GIOVEDI' 27 GIUGNO h 22:00
BLUES TRIAL
Blues Night
Voci e suoni del Delta del Mississippi alla riscoperta dei grandi Maestri afroamericani. da Blind Willie Johnson, Big Bill Broonzy e Robert Johnson a Reverend Gary Davis, Mississippi John Hurt e Muddy Waters. Line-up: Luca Vaglica, Voce & Armonica; Davide Citrolo, Chitarra; Daniele Murabito, Batteria.

VENERDI' 28 GIUGNO h 22:00
LORENZO PAVIA & THE GOOD FELLAS
Blues Night 
Lorenzo Pavia è un armonicista, chitarrista e cantautore nel solco della tradizione country-blues che trae ispirazione dai grandi bluesman afro-americani. Nel 2016 realizza insieme ai Good Fellas l'album "Pictures". Attualmente all'attivo il suo ultimo album “Way Out”. Stefano Palma è un giovane valente chitarrista che ha trovato nel blues una forma comunicativa sincera e diretta. L'arte di strada occupa una parte fondamentale della sua vita, in totale libertà. È impegnato in diverse collaborazioni sulla scena blues romana. Ha vinto il Premo Herbie Goins 2018. Simone Scifoni, polistrumentista ed autorità nel panorama blues e non solo accompagnerà i due baldi giovani suonando la sezione ritmica. Line-up: Lorenzo Pavia, Voce & Chitarra; Stefano Palma, Chitarra; Simone Scifoni, Piano, Basso, Batteria.

SABATO 29 GIUGNO h 22:00
THE BLACK JACK GROUP & FRIENDS
Blues Night
Siamo uno dei tanti volti della fratellanza romana del blues. Ognuno di noi ha suonato tanto e in tanti progetti. Il circuito delle jam session è stato da sempre il nostro palco preferito. Ci stiamo invecchiando ma non perdiamo il gusto di mescolarci. Menù della serata: Tanto blues con contorno di rock, soul e r&r. Il tutto servito insieme ai nostri soliti amici che si uniranno al banchetto.
Line-up: Loris Corradi, Voce & Chitarra; Andrea Barile, Basso; Claudio Davani, Batteria.

Inizio concerti ore 22:00
Ingresso 8 euro con prima consumazione
_________________________________________________________________________________

Stefano Bollani e Chucho Valdés
Piano a Piano
Da Cuba a Roma
22 luglio 2019
Terme di Caracalla – Roma

Un’attesissima serata all’insegna dell’improvvisazione per una prima Europea unica

I grandi pianisti e compositori Stefano Bollani e Chucho Valdés si incontreranno per suonare insieme in un nuovo progetto unico e senza precedenti. Il 22 luglio, in un contesto d’eccezione come le Terme di Caracalla a Roma, i due artisti daranno inizio ad un tour che proseguirà poi in tutto il mondo. Dopo una prima partecipazione di Valdés come ospite al programma televisivo di Bollani "L'importante è avere un piano" su Rai 1, i due hanno poi eseguito il loro primo concerto al Gran Teatro dell'Avana nel giugno del 2018. La chimica generatasi sul palco fu da subito evidente.  Da qui è scoccata la scintilla che ha portato alla volontà di intraprendere un nuovo progetto basato sull'incontro ed il forte legame musicale che li unisce.  L’estro musicale e la fantasia versatile di Bollani  e l’energia afro-cubana e il ritmo latino di Valdés, mescolati insieme sono destinati a creare uno spettacolo musicale di incredibile impatto per il pubblico.  Un "piano a piano" già definito dalla stampa latina un vero esempio di genialità, destrezza e sincerità nell'affrontare la musica senza nessun tipo di limite e distinzione. Un "piano a piano" già definito dalla stampa latina un esempio di genialità, destrezza, un vero e proprio tuffo nella musica senza nessun tipo di limite e distinzione. Come se suonassero insieme da sempre, i due si divertono a giocare con le proprie composizioni e a improvvisare su grandi classici della musica reinventandoli, il tutto con l'obiettivo di offrire al pubblico ogni sera uno spettacolo inedito e di godersi loro stessi il concerto.
_________________________________________________________________________________

Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello
TANDEM TOUR

21/06  Conversano BA
27/06  Matera
06/07  Padernello (BS)
15/07  Perugia, Umbria Jazz
18/07  Ferentino FR
27/07  Rapallo GE
06/08  Erchie BR
11/08  Vetulonia GR
Dal 27 agosto al 3 settembre
Tour in Brasile
_________________________________________________________________________________

Ass. Art&Lab Lu Mbroia 
Via Macello Corigliano d'Otranto
presenta

Venerdì 28 giugno 2019 – Ore 21:30
Muto Musicale – Rassegna di cinema muto musicato dal vivo
“Malombra” di C. Gallone (1917) musicato dal vivo da Ominostanco
In “Muto Musicale” alcune delle opere fondamentali del cinema muto saranno sonorizzate dal vivo da musicisti del panorama nazionale e internazionale. Una sperimentazione unica, in cui le scene fissate nell’immaginario comune da quasi un secolo ispirano un flusso musicale irripetibile, fatto di contaminazioni, avanguardia e allo stesso tempo valorizzazione del passato cinematografico. Il cinema, dunque, come esperienza totalizzante, collettiva e intima insieme. Questa sera a Lu Mbroia, per musicare il film “Malombra” di C. Gallone (1917), il dj producer Ominostanco. Producer di musica elettronica, pubblica i primi lavori per la Irma Records. Successivamente diviene fondamentale l'incontro con la OXIGEN MUSIC WORKS, etichetta indipendente di New York, che lo convince a realizzare il primo album. In questo periodo, durante un concerto avviene l'incontro con la Virgin Music Italy, che ad un anno di distanza porterà alla firma del contratto per l'uscita dell'album omonimo. L’uscita del primo singolo “5 seconds” tratto da un campione di “55 days at Peking” di Dimitri Tiomkin nell’ esecuzione di Bill Evans, è stato il veicolo radiofonico e televisivo (TMC 2, Mtv) per far conoscere questo progetto. Ottima accoglienza da parte di media, pubblico e critica, l'album ha ricevuto una serie di recensioni veramente lusinghiere (Rumore, Rockerilla, Il mucchio, Musica di Repubblica ecc). 

Start cena ore 20:30, Start live ore 21:30
Contributo associativo: Ingresso 8 Euro per lo spettacolo, 13 Euro per live e cena.

Sabato 29 Giugno 2019 – Ore 21:30
Roberto Esposito Plays Michel Petrucciani
Un pianoforte a coda tra gli ulivi, un accorato omaggio ad un grande del piano jazz come Michel Petrucciani, un pianista salentino contemporaneo che da anni fa parlare di sé: questi gli ingredienti della serata. Roberto Esposito. Nasce a Tricase nel 1984ed  inizia gli studi del pianoforte all'età di 11 anni, laureandosi nel 2011 col massimo dei voti e lode presso il Conservatorio A.Boito di Parma. Qui frequenta contemporanemente il trienno Jazz. Nel 2011 esegue da solista il 4 Concerto per Pianoforte e Orchestra di Rachmaninoff, con l'orchestra "Fondazione Arturo Toscanini" presso l'Auditorium Paganini di Parma. In attività classiche, collabora con Philip Glass, Maki Namekawa, Jenny Lin, Roberto Cappello, Gesualdo Coggi, Katia Ricciarelli. In attività jazzistiche collabora con Fabrizio Bosso, Julian Mazzariello, oltre ad aprire i concerti di Dado Moroni, Alvin Queen, Enrico Rava ed altri. Dal 2014 collabora stabilmente con il noto imprenditore e personaggio televisivo Joe Bastianich, con il quale ha formato una band che lo vede impegnato in numerosi Festival (Umbria Jazz) e collaborazioni.

Start cena ore 20:30, Start live ore 21:30
Contributo associativo: Ingresso 5 Euro per lo spettacolo, 10 Euro per live e cena.
________________________________________________________________________________

ITACA CANADA TOUR

We are thrilled to announce Itaca upcoming Tour in Canada performing at three of the most important Jazz Festivals:


 26, June 2019 / 6:45 pm 
Toronto Jazz Festival, OLG Stage on Hazleton Ave
27, June 2019 / 8 pm 
Ottawa Jazz Festivall, NAC Fourth Stage
29, June 2019 / 6 pm
Vancouver Jazz Festival, Roundhouse - Exhibition Hall

François Houle (clarinet); Nicola Fazzini (alto sax); Alessandro Fedrigo (bass guitar); Nick Fraser (drums). ITACAis a trans-atlantic collaboration between eminent Italian and Canadian musicians in the field of avant-jazz and improvised music. Their music is dynamic, rhythmic and rich with improvisatory possibilities. This project came about after François Houle traveled to Italy to perform at the SILE Jazz Festival in 2016 at the invitation of its artistic director, Alessandro Fedrigo. This first meeting led to François assisting Alessandro and saxophonist Nicola Fazzini to perform in Canada in 2017. The two of them collaborated with drummer Nick Fraser at the Toronto Jazz Festival, and with François Houle at the Vancouver Jazz Festival.

_________________________________________________________________________________

presents

Ivo Perelman/Matthew Shipp
Jun 25 
Bechstein Centrum - Linz (Austria)

James Brandon Lewis Trio
Jul 5 
Théâtre de la Mer - Sète (France)

James Brandon Lewis 
“UnRuly Quintet”
Jul 6 
Klub Stodoła - Warszawa (Poland)
Jul 10 
Sunset-Sunside - Paris (France)
Jul 12 
Yenisei - Rotterdam (The Netherlands)
Aug 24 
Congress Hall - Saalfelden (Austria)

James Brandon Lewis - Chad Taylor
Sep 1
Halle - Willisau (Switzerland)

Egberto Gismonti
Jul 7 
Teatro La Fenice - Venezia (Italy)
Jul 8 
Conservatorio S. Pietro a Majella - Napoli (Italy)

Henry Threadgill Zooid
Jul 14 
Madeira - Rotterdam (The Netherlands)
Jul 16
Teatret Vårt Sittende - Molde (Norway)

Heroes Are Gang Leaders
Aug 2 
Fundação Calouste Gulbenkian - Lisbõa (Portugal)

Art Ensemble of Chicago
Aug 8 
SESC Pompéia - São Paulo (Brazil)
Aug 25
Art Centre - Melbourne (Australia)

Anthony Braxton - Jacqueline Kerrod
Aug 14 
The Broad - Los Angeles (United States of America)

Moor Mother 
Solo
Aug 23 
Art Centre - Melbourne (Australia)

Roscoe Mitchell 
Solo
Aug 24
Art Centre - Melbourne (Australia)

Roscoe Mitchell - Brett Carson - The Broad 
Jul 17
Los Angeles (United States of America)

Louis Moholo-Moholo 4 Blokes
Aug 31
feat. Tobias Delius - TBA - Groningen (The Netherlands)

Louis Moholo-Moholo 5 Blokes
Sep 1
Boiler Room - London (United Kingdom)
Sep 4 
Victoria Nasjonal Jazzscene - Oslo (Norway)
________________________________________________________________________________

Snarky Puppy in tour a luglio in Italia per presentare il loro nuovo album Immigrance
in uscita venerdì 15 marzo 2019 per la GroundUP Music
11 a Grado (Go), 12 ad Avella (AV), 14 a Tortona (AL), 18 a Fordongianus (OR), 19 a Perugia

Arriva in tour in Italia a luglio la band americana Snarky Puppy per presentare il suo nuovo album Immigrance, in uscita venerdì 15 marzo 2019 per l’etichetta GroundUP Music. A distanza di tre anni dal precedente album, tornano con un nuovo progetto da presentare in tour mondiale, esibendosi in cinque Festival italiani. Si parte l’11 luglio a Grado (GO) in occasione dell’Udin&Jazz, il 12 luglio all’Anfiteatro romano di Avella (AV) per il Pomigliano Jazz in Campania, il 14 luglio a Tortona (AL) all’Arena Derthona, il 18 luglio al Dromos Festival di Fordongianus (OR) e, infine, il 19 luglio a Perugia per Umbria Jazz.  La diversità e l’appartenenza a luoghi e culture differenti, sono i concetti a cui si ispira Immigrance, che diventano veri e propri punti di forza per diffondere una verità fondamentale: tutti possono apportare il loro contributo grazie alle proprie esperienze e al proprio bagaglio culturale. Una vera e propria celebrazione della multiculturalità, in un album che spinge l’umanità a cambiare il proprio punto di vista, vedendo le diversità come un beneficio di cui gioire.  “L’idea è che tutto è fluido, che tutto è sempre in movimento e che siamo tutti in uno stato costante di immigrazione”, spiega il produttore, bassista e fondatore del gruppo, Michael League.  Così come l’ultimo lavoro del 2016, Culcha Vulcha, anche Immigrance è un progetto in studio, composto dalla maggior parte dagli stessi musicisti. Il singolo, “Xavi”, è già disponibile, ed è ispirato a una meravigliosa esperienza che gli Snarky Puppy hanno vissuto lo scorso anno al Gnawa Music Festival di Essaouira, in Marocco, durante una settimana di prove ed esibizioni con il maestro Hamid El Kasri e il suo gruppo di musicisti. Gli Snarky Puppy, seguendo una linea tradizionale, si muovono tra jazz, funk e R&b, musica scritta e improvvisazione totale. Con ogni nuovo progetto il gruppo americano è ogni volta sold-out e la loro fama ha superato i continenti, facendo di loro uno dei gruppi più richiesti nella scena internazionale musicale. Inoltre, la band, con circa 25 membri in rotazione, ha guadagnato il suo primo Grammy Award nel 2014 per la Best R&B Performance e ha vinto Grammy nel 2017 nella sezione Best Contemporary Instrumental album con Culcha Vulcha, sezione già vinta nel 2016 con Sylva.

Snarky Puppy Tour          
11/07 - Grado (GO), Udin&Jazz (Parco delle Rose)
12/07 - Avella (AV), Pomigliano Jazz in Campania (Anfiteatro Romano)
14/07 - Tortona (AL), Arena Derthona
18/07 - Fordongianus (OR), Dromos Festival (Antiche Terme Romane)
19/07 – Perugia, Umbria Jazz (Arena Santa Giuliana)
________________________________________________________________________________

VENERDÌ 21 GIUGNO AL JAZZ:RE:FOUND FESTIVAL DI CELLAMONTE (AL) IL PRIMO LIVE ITALIANO DI 
UHURU REPUBLIC

Freschi dall'uscita del primo singolo "Slomo", che anticipa il primo album pubblicato e distribuito da La Tempesta Sur, il collettivo formato da Giulia Passera (voce, Mangaboo, The Sweet Life Society, Istituto Italiano di Cumbia, Sonoristan), FiloQ (elettronica, Istituto Italiano di Cumbia, Magellano) e Raffaele Rebaudengo (viola, Gnu Quartet, ora in tour con Ermal Meta) esordisce dal vivo in Italia Torino - Un viaggio nel profondo delle tradizioni musicali, con l'obiettivo di creare un ponte culturale tra Europa e Africa. Venerdì 21 giugno al Jazz:Re:Found Festival di Cellamonte (AL) comincia il tour italiano di Uhuru Republic, un  caleidoscopio di personalità e competenze formato da una serie di artisti italiani di primo piano attivi tra Genova e Torino, e partiti per la Tanzania con l'obiettivo di fondere le due culture artistiche in un unico linguaggio universale, scrivendo un disco e suonando in una tournée tra Italia e Africa. A formare il team italiano di Uhuru Republic sono Giulia Passera (voce, Mangaboo, The Sweet Life Society, Istituto Italiano di Cumbia, Sonoristan), FiloQ (elettronica, Istituto Italiano di Cumbia, Magellano) e Raffaele Rebaudengo (viola, Gnu Quartet). Il disco di Uhuru Republic, post prodotto in Italia al termine del viaggio in Tanzania, sarà pubblicato e distribuito dall'etichetta La Tempesta Sur (Italia). Uhuru Republic è un progetto sostenuto da Roberto Mengoni e dell'Ambasciata italiana a Dar Es Salaam. «Dopo aver composto una serie di beats – raccontano gli Uhuru Republic – e dopo averli inviati ai musicisti africani coinvolti, siamo partiti per la Tanzania. È stato un mese incredibile: abbiamo conosciuto decine di artisti, portavoce di tradizioni tanto lontane quanto vicine». Il termine “Uhuru”, che dà il nome al progetto, indica la cima del Kilimangiaro ma soprattutto significa, in Swahili (lingua nazionale della Tanzania), libertà e conoscenza. «Da questo ventaglio di culture – proseguono – è nato un collettivo, mentre dai quei quindici beats sono nati quindici brani che saranno raccolti nel primo disco del collettivo, registrato a Dar Es Salaam e a Zanzibar. Il nostro primo singolo "Slomo" è un assaggio dei sound unici raccolti durante il nostro viaggio». In estate gli Uhuru Republic presentano il progetto in Italia (al Jazz:Re:Found Festival il 21 giugno, alla Cantina Urbana di Milano il 18 luglio, al Banano Tsunami il 7 agosto e ai Terreni Creativi di Albenga il 9 agosto), performando insieme al musicista keniano Makadem (voce, nyatiti, kalimbas). «Tra agosto e settembre – concludono – torneremo in Tanzania, dove cercheremo di consolidare e ampliare le collaborazioni già avviate tramite un workshop di digital recording presso la DCMA a Zanzibar e l’organizzazione di una serie di performances tra Tanzania e Kenya, in città come Dar Es Salaam, Nairobi Stone Town o Lamu».

LE DATE DEL TOUR DI UHURU REPUBLIC
21 giugno 2019: Jazz:Re:Found Festival, Cellamonte Monferrato (provincia di Alessandria, Italia)
18 luglio 2019: Cantina Urbana, Milano (Italia)
7 agosto 2019: Banano Tsunami, Genova (Italia)
9 agosto 2019: Terreni Creativi, Albenga (provincia di Savona, Italia)
22 agosto 2019: Nafasi Art Space, Dar Es Salaam (Tanzania)
23/24 agosto 2019: Ongala Music Festival, Bagamoyo (Tanzania)
31 agosto 2019: Nafasi Art Space, Dar Es Salaam (Tanzania)
3/5 settembre 2019: Dcma, Stone Town Zanzibar (Tanzania)
5 settembre 2019: Forodhani Garden, Stone Town Zanzibar (Tanzania)
6 settembre 2019: Distant Relatives, Kilifi (Kenya)
7 settembre 2019: Diamond, Lamu (Kenya)
11 settembre 2019: Alliace Française, Nairobi (Kenya)
13 settembre 2019: Rise, Nairobi (Kenya)
14 settembre 2019: Kendwa Rocks, Kendra Zanzibar (Tanzania)
15 settembre 2019: Upendo, Zanzibar (Tanzania)
16 settembre 2019: Crazy Monday, Jambiani Zanzibar (Tanzania)
17 settembre 2019: Zuri, Zanzibar (Tanzania)
________________________________________________________________________________


SPIRIT DE MILAN
I grandi eventi in programma

Il 10, 11, 12 e 13 ottobre torna allo Spirit per la settima edizione di SWING’N’MILAN (www.swingnmilan.it). Milano diventerà un punto d’incontro fondamentale per la comunità swing, con 4 giorni di musica dal vivo, corsi di ballo, cibo in stile americano e moda vintage. Lo Spirit de Milan, la “cattedrale dello swing” dedicata ai mitici ballerini di lindy hop Norma Miller & Frankie Manning, catapulterà così il pubblico nell’affascinante atmosfera americana dei magici anni ‘30 e ’40 coinvolgendo ballerini e appassionati che, come ogni anno, giungeranno non solo da tutta Europa ma anche d’Oltreoceano.

Lo Spirit De Milan nasce nella gloriosa struttura delle Cristallerie Fratelli Livellara (via Bovisasca, 59, Milano) e conta più di 1500 mq con aree adibite al ballo, alla ristorazione, ai concerti, tutto custodito in una magica atmosfera vintage.  La cucina dello Spirit de Milan “Fabbrica de la Sgagnosa” è aperta dalle 19.30 alle 23.00, prenotazione consigliata utilizzando il form online, dopo aver letto tutte le informazioni relative all’evento previsto dopo cena.  Prenota qui la tua cena. Potete contattarci dal martedì alla domenica, dalle ore 15:00 alle 19:00 al numero 366-7215569, inviando anche un sms. Potete anche eventualmente scriverci a festeggia@spiritdemilan.it. Spirit de Milan è un’associazione di promozione sociale; la tessera annuale non obbligatoria (valida fino al 31 dicembre) prevede un contributo di 15 euro e consente di avere riduzioni sulle serate a pagamento, oltre a dare la possibilità di partecipare ad eventi organizzati ad hoc per i soci. Le porte aprono alle 19.30, i concerti iniziano intorno alle 22.00, se non specificate eccezioni. Tutti i sabati l’ingresso per chi cena è di 5€ per i tesserati e 7€ per gli altri con brindisi di benvenuto; per chi viene dopo cena è di 10€ per i tesserati e 15€ per gli altri con una consumazione compresa. Il progetto SPIRIT DE MILAN è un’idea di KLAXON srl, società nata nel 2000 come studio di progettazione che opera nel campo dell’exhibition design e già ideatrice del festival SWING’N’MILAN. Tra i suoi obiettivi principali c’è quello di creare eventi tematici che coinvolgano i partecipanti a 360°.

Per info e dettagli sugli eventi www.spiritdemilan.it