Concerti Jazz & Blues

I concerti della scena jazz & blues...

MARTEDÌ 4 MAGGIO
IN DIRETTA STREAMING, L'ETICHETTA DODICILUNE PRESENTA TEMPORARY LIFE?, NUOVO PROGETTO DISCOGRAFICO DEL CHITARRISTA PUGLIESE RINO ARBORE 
 
Martedì 4 maggio alle 21 in diretta streaming su Facebook e YouTube (@dodicilune) si terrà la presentazione ufficiale di "temporary life?" di Rino Arbore. Dopo “Après la nuit” (2009) e “The roots of unity” (2015), il chitarrista e compositore pugliese, molto attivo in varie formazioni sin dalla fine degli anni ‘70, torna infatti a collaborare con l'etichetta leccese Dodicilune. Proprio dal 4 maggio, infatti, il disco sarà in distribuzione in Italia e all’estero con IRD e nei migliori store on line grazie a Believe Digital. All'incontro parteciperanno oltre ai musicisti coinvolti nelle dieci composizioni originali - Giorgio Distante (tromba), Mike Rubini (sax alto), Giorgio Vendola (contrabbasso) e Pippo D’Ambrosio (batteria) -, anche il sassofonista Roberto Ottaviano, il giornalista Fabrizio Versienti (autore delle note di copertina), Gabriele Rampino e Maurizio Bizzochetti, direttore artistico e label manager della Dodicilune. «Dopo aver esplorato le dimensioni del rito e del dolore con l’album “The Roots of Unity”, in questo disco Rino Arbore affronta una serie di questioni etiche spinose: la capacità di resistere al male, l’indifferenza o l’empatia al dolore altrui, il valore della vita», sottolinea Fabrizio Versienti. «Punto di partenza sono tre foto segnaletiche di una ragazzina polacca internata ad Auschwitz: Czeslawa Koka, morta nel 1943, a 14 anni, dopo solo tre mesi di prigionia, ammazzata forse con un’iniezione di fenolo. L'album è dedicato a lei, e al fotografo del campo Wilhelm Brasse. I titoli dei brani sembrano suggerire una qualche forma di narrazione legata alle loro vicende», continua Versienti. «La musica, potente e tesa, è affidata a un quintetto dalla geometria jazzistica classica, ma solo sulla carta. La struttura della musica è più libera e più complessa, segue un’estetica cameristica che continuamente scompone il gruppo in unità più piccole, fino a vere e proprie cadenze affidate ai singoli musicisti».
____________________________________________________________________________________

AKAMU 
Concerts

May 11 - College – Casper – Matthew Shipp  (United States of America)
June 11 - Castello – Novara – Gabriele Mitelli – Tobias Delius – John Edwards – Cristiano Calcagnile
June 13 - Canonica – Novara – European Galactic Orchestra
June 14 - Palazzo Te – Mantova – Gabriele Mitelli solo
June 15 - Palazzo Te – Mantova – European Galactic Orchestra
June 18 - Mo. Ca – Brescia – European Galactic Orchestra
June 22 - Casa del Jazz – Roma – European Galactic Orchestra
July 18 - Grand Théâtre Romain – Lyon – Stefano Bollani Solo
July 22 - Rocca Sforzesca – Imola – Yamandu Costa – Martin Sued
July 23 - Festival Ljubljana –Yamandu Costa – Martin Sued
July 24 - Emilia Romagna Festival – Faenza – Yamandu Costa Solo
July 25 - Casa del Jazz – Roma – Yamandu Costa – Martin Sued
July 25 - Musica sulle Apuane – Alpi Apuane – Gabriele Mirabassi Trio + Davide Riondino
July 26 - Albinea Jazz – Albinea – Yamandu Costa Solo
July 26 - Albinea Jazz – Albinea – Gabriele Mirabassi – Simone Zanchini
August 20 - Camerino Jazz – Camerino – Yamandu Costa Solo
August 27 - Isola Musicale d’Europa – Isola d’Elba – Gabriele Mirabassi – Simone Zanchini
_____________________________________________________________________________________

OMAR SOSA
UPCOMING CONCERTS 

April 30
Echternach, Luxembourg. Trifolion
GFS Trio
featuring
Trilok Gurtu, percussion; Paolo Fresu, trumpet; Omar Sosa, piano

June 30
Basel, Switzerland, Stadtcasino Basel
AGUAS Trio
featuring
Omar Sosa, piano; Yilian Cañizares, violin & vocals; Gustavo Ovalles, percussion

August 27
Würselen, Germany, Burg Wilhelmstein
Omar Sosa & Marialy Pacheco Duo

August 28
Cologne, Germany, Schoke Flügel & Pianos
Omar Sosa & Marialy Pacheco Duo
 
Omar Sosa and Joaquin Betancourt
September 5
Detroit, Michigan, U.S.A., Detroit Jazz Festival
Detroit-Havana Jazz Project
featuring
Omar Sosa & Joaquin Betancourt, music directors

November 12
Chalon-sur-Saône, France, Espace des Arts
GFS Trio 
featuring
Trilok Gurtu, percussion; Paolo Fresu, trumpet; Omar Sosa, piano

November 13
Nevers, France, D'Jazz Nevers Festival
GFS Trio 
featuring
Trilok Gurtu, percussion; Paolo Fresu, trumpet; Omar Sosa, piano
 
Omar Sosa, Paolo Fresu, Trilok Gurtu aka GFS Trio
November 14
Paris, France, La Seine Musicale
GFS Trio 
featuring
Trilok Gurtu, percussion; Paolo Fresu, trumpet; Omar Sosa, piano

December 5
Ludwigsburg, Germany, Forum am Schlosspark
AGUAS Trio
featuring
Omar Sosa, piano; Yilian Cañizares, violin & vocals; Gustavo Ovalles, percussion

Complete tour schedule: www.melodia.com
_____________________________________________________________________________________
 Museo del Saxofono, via dei Molini snc (angolo via Reggiani), Maccarese, Fiumicino (RM)

Da Sabato 8 maggio 2021 riapre il
MUSEO DEL SAXOFONO
Nuova guida e doppio concerto tra classici del jazz e stupefacenti strumenti per unire storia ed edutainment, narrando l’idea costitutiva del museo e le più avvincenti metamorfosi del saxofono.

Ore 17:30 - Ore 19:30
Jazz Classics Quartet
Attilio Berni - saxofoni; Alessandro Crispolti - pianoforte; Christian Antinozzi - contrabbasso; Alfredo Romeo - batteria
Doppio concerto gratuito su prenotazione obbligatoria info@museodelsaxofono.com

Sabato 8 maggio riapre il Museo del Saxofono, fino a questo momento l’unico, nel panorama internazionale, dedicato a questo strumento. Il Museo ospita una collezione di centinaia di preziosi esemplari per dar forma alla storia, ai sogni e alle passioni da sempre “soffiate” nel più affascinante degli strumenti musicali. "Il nuovo stop, imposto dalla pandemia da novembre 2020, ci ha colpito duramente - così si esprime il direttore Attilio Berni, grande collezionista e direttore del Museo – ma abbiamo comunque svolto un grande lavoro di preparazione. Un’attività che ha ridisegnato in parte il percorso di visita, con la realizzazione di nuove vetrine dedicate a strumenti e rari documenti acquisiti recentemente dal museo, e che ci permette, ancora una volta, di accogliere i visitatori in assoluta sicurezza e tranquillità ed ampliare la nostra offerta culturale”. Un'esposizione di stupefacenti strumenti per districarsi nelle innumerevoli metamorfosi del saxofono ed incontrare i grandi capolavori delle fabbriche Conn, Selmer, King, Buescher, Martin, Buffet, Rampone, Borgani. Questo, e molto altro ancora, in un autentico spazio della cultura musicale “saxy”. Dal piccolissimo soprillo di 32cm al gigantesco contrabasso di 2mt, dal Grafton Plastic agli strumenti dell'inventore Adolphe Sax, dal mitico Conn O-Sax al Selmer CMelody di Rudy Wiedoeft, dal Jazzophone ai grandiosi Conn Artist,  dai sax a coulisse ai saxorusofoni Bottali, dal tenore Selmer appartenuto a Sonny Rollins all’Ophicleide, dal mastodontico sub-contrabasso J'Elle Stainer fino ai sax-giocattoli.  Sabato 8 maggio, in occasione della giornata di riapertura ufficiale, è in programma un concerto del Jazz Classics Quartet, in repertorio un intrigante connubio tra classici del jazz e stupefacenti strumenti per unire storia ed edutainment narrando l’idea costitutiva del museo e le più avvincenti metamorfosi del saxofono. Il concerto, gratuito e con prenotazione obbligatoria. prevede una esecuzione alle ore 17.30 ed una replica alle ore 19.00. E’ possibile la partecipazione di un massimo di 50 persone a turno. Nell'ambito della riapertura, è in programma anche la presentazione della nuova “Guida del Museo”, edita da ALTROVE con il contributo della Maccarese Spa e Highlights. La guida, un booklet a colori in lingua italiana e inglese, contiene storie, schede di presentazione e immagini di grande qualità e rappresenta un eccellente compagno di visita al museo.  Da fine giugno, sempre nel pieno rispetto delle norme a riguardo dell’emergenza Covid-19, riprenderanno poi le attività di masterclass, la 2° edizione della rassegna di concerti “Fai bei suoni” realizzata nei giardini del museo e l’esposizione di nuove importanti acquisizioni tra le quali il sax alto Selmer Artist placcato oro appartenuto a Ralph James, il “saxofono da cavalleria” Mauhe, il tarogato in metallo con meccanica invertita ed il sax contrabbasso J’Elle Stainer dedicato a Charlie Parker.
 
Gli orari di apertura estivi sono: dalle 16:00 alle 19.00, dal martedì al venerdì, sabato e domenica anche in orario antimeridiano dalle 10.00 alle 13.00. Per visitare il Museo è preferibile prenotare la visita sul sito Liveticket.it, contattare i numeri 06 61697862 - 347 5374953 o scrivendo a info@museodelsaxofono.com

Il Museo del Saxofono gode del Patrocinio di Comune di Fiumicino ed Ambasciata del Belgio. Sponsor tecnici sono Selmer Paris (Francia), Borgani (Italia), Eppelsheim (Germania), BCC Roma, International Woodwind (Usa), J'Elle Stainer (Brasile), Lyrical Music Publications, 4DRG e Narnia Festival. Suoi partner sono le Farmacie Comunali Fiumicino, Anipo (Francia), ProLoco Fregene-Maccarese e Complesso L’Oasi. 

Sito web ufficiale:
____________________________________________________________________________________

SPIRIT DE MILAN
via Bovisasca, 59, Milano 

Prosegue la programmazione di
SPIRITOPHONO
la vintage web radio che accorcia le distanze
 
Lo SPIRIT DE MILAN non abbandona il suo pubblico e prosegue con la programmazione di SPIRITOPHONO (www.spiritophono.it), la web radio vintage tutta milanese che accorcia le distanze!  
 
Queste le parole del team dello Spirit de Milan alla luce delle vigenti disposizioni governative: «In questa infinita corsa a ostacoli, dobbiamo stare fermi un altro giro. Visto il nuovo Dpcm, per il momento resteremo chiusi, in attesa di capire cosa poter fare nel prossimo futuro. Aggiorneremo regolarmente il nostro sito web e le nostre pagine Facebook e Instagram con qualsiasi eventuale novità. Se volete, potete aiutarci a sostenere le nostre attività attraverso una donazione per la nostra web radio su www.spiritophono.it. State attenti e facciamo in modo che questo momento difficile per tutti finisca il più velocemente possibile. Noi ce la metteremo tutta per poter esserci ancora quando tutto passerà». La mission di SPIRITOPHONO è quella di mantenere il contatto con la comunità dello SPIRIT DE MILAN: tutti coloro che sono passati attraverso le porte della cattedrale in cui si incontrano la cultura swing e la passione per la bellezza e la tradizione, alla riscoperta del fascino di Milano e della “milanesità”, possono condividere le stesse emozioni, come si è sempre fatto dal vivo. La radio, curata dall’associazione di promozione sociale Spirit de Milan, diventa così il completamento del “manifesto” dello Spirit, degli ideali di aggregazione, appartenenza e cultura da sempre sostenuti, aggiungendo al divertimento tipico del locale, approfondimento e conoscenza degli artisti, delle loro storie e della storia di Milano, con un linguaggio vicino a quello degli ascoltatori e dei frequentatori. Eliminate così tutte le barriere: la Bovisa non è mai stata così vicina!  Sullo Spiritophono troverete 24 ore su 24 di musica e trasmissioni improntate sulla programmazione musicale dello Spirit de Milan, per riscoprire la musica milanese, tenere il ritmo con la musica swing, blues, la disco anni ’70 e il cabaret, oltre a scoprire brani inediti dei gruppi musicali che tutte le settimane normalmente animano il palco del locale. Saranno tantissimi gli speaker che faranno compagnia agli ascoltatori: da Enrico Beruschi con i suoi aneddoti sul vecchio Derby e il mondo del cabaret milanese, ai cinque protagonisti di Ca.Bar.et Boh Visa (Germano Lanzoni, Folco Orselli, Flavio Pirini, Walter Leonardi e Rafael Andres Didoni), che porteranno un po’ della loro comicità e delle loro canzoni, fino alle puntate di Rock Files Live! di LifeGate Radio a cura di Ezio Guaitamacchi. Flavio Pirini, tra l’altro, raddoppia l’appuntamento in radio e la comicità con “Roba di Pirini”. E poi ancora “El dindondero” di e con i Cadregas, alla scoperta della musica della tradizione lombarda tra risate e racconti; “Chi è di scena? storie del Grande teatro di Milano”, per conoscere le voci e gli aneddoti delle attrici e degli attori che negli anni hanno fatto grande il teatro a Milano, da Arlecchino a Galileo, da Rosalina Neri a Giorgio Bongiovanni; una “Mezz’ora da favola” ricca di racconti e poesia con il cantastorie Luca Chieregato, il giro turistico “Milano da vedere” a cura di Danilo Dagradi e il racconto di una Milano inedita tra sport, poesia e musica di Claudio Sanfilippo insieme a Gino Cervi e Davide Ferrari. Immancabili poi le pillole sui proverbi milanesi e le lezioni di milanese con i Duperdu, ovvero Marta Marangoni e Fabio Wolf, e quel “gran milaneson” di Marino Zerbin. A Milano e alla milanesità è dedicato anche il programma di Ottavio Tonti, “Ciao Otto”. Saranno immancabili anche gli anni della musica swing e hot jazz, alla riscoperta del ballo, degli autori e dei brani, con i contributi del maestro Mauro Porro e le monografie del dj Mr Dip. Il beat italiano sarà raccontato da Bob Scotti, il blues da Antonello Abbattista con “Spirit in Blues” e da Amanda Tosoni con “Le Signore cantano il blues” e ci saranno spazi dedicati agli artisti che ormai sono di casa allo Spirit come Veronica Sbergia e Max De Bernardi, che ci presenteranno il loro “Lockdown Old-time music hour”. Per l’angolo vintage, Mariano Rano farà girare i suoi 45 giri originali in vinile nel suo programma “Ditutt’unpòp”, mentre il dj Alex Biasco farà ballare tutti sulle sonorità tipiche della serata “Bandiera gialla”. Non perdetevi poi “Sessanta mi dà tanto”, dedicato alla musica e alla cultura degli anni ‘60 con i Mary and the Quants. Il tutto inframezzato dagli annunci de “La Mariuccia”, mentre la voce di Ilaria Polleschi introdurrà le anteprime con i protagonisti delle varie trasmissioni. Per sostenere gli artisti che compongono il palinsesto, in questo momento reso così complicato dall’emergenza coronavirus per i lavoratori dello spettacolo, sulla pagina web della radio si trova un link per le donazioni (scaricabili anche dalla dichiarazione dei redditi).  Il progetto SPIRIT DE MILAN è un’idea di KLAXON srl, società nata nel 2000 come studio di progettazione che opera nel campo dell’exhibition design e ideatrice del festival SWING’N’MILAN. Tra i suoi obiettivi principali c’è quello di creare eventi tematici che coinvolgano i partecipanti a 360°.
 
L’atmosfera vintage tipica dello SPIRIT DE MILAN è custodita nei suoi 1500 mq: lo Spirit de Milan non è solo musica dal vivo, risate e divertimento, ma anche buona cucina (tutto, ovviamente, nel rispetto delle norme di sicurezza)! La “Fabbrica de la Sgagnosa”, fino a che le disposizioni per l’emergenza Covid-19 non saranno revocate, è aperta 7 giorni su 7 dalle 18:30 alle 01:00. È fortemente consigliata la prenotazione utilizzando il form online o chiamando il numero 3667215569i. Numero attivo tutti i giorni dalle 15:00 alle 19:00, inviando anche un sms, 366 7215569. Informazioni e prenotazioni: festeggia@spiritdemilan.it. Una volta arrivati nella zona ristorante bisognerà aspettare che La Mariuccia o L’Ambroes vengano ad accogliervi e ad accompagnarvi al tavolo prenotato.  Il menù, ovviamente, comprende i piatti della tradizione milanese: cose semplici come quelle della nonna, cucinate con amore e con ingredienti selezionati. Intanto prosegue la programmazione di SPIRITOPHONO (www.spiritophono.it) , la web radio dello Spirit de Milan, in onda tutti i giorni 24 ore su 24 con musica e trasmissioni improntate sulla programmazione musicale dello Spirit de Milan, per riscoprire la musica milanese, tenere il ritmo con la musica swing, blues, la disco anni 70 e il cabaret, oltre a scoprire brani inediti dei gruppi musicali che tutte le settimane normalmente animano il palco del locale. Per sostenere gli artisti che compongono il palinsesto, in questo momento reso così complicato dall’emergenza coronavirus per i lavoratori dello spettacolo, sulla pagina web della radio si trova un link per le donazioni (scaricabili anche dalla dichiarazione dei redditi).  Spirit de Milan è anche un’associazione di promozione sociale; la tessera annuale non obbligatoria (valida fino al 31 dicembre) prevede un contributo di 15 euro e consente di avere riduzioni sulle serate a pagamento, oltre a dare la possibilità di partecipare ad eventi organizzati ad hoc per i soci e a sostenere le attività della radio. Il progetto SPIRIT DE MILAN è un’idea di KLAXON srl, società nata nel 2000 come studio di progettazione che opera nel campo dell’exhibition design e ideatrice del festival SWING’N’MILAN. Tra i suoi obiettivi principali c’è quello di creare eventi tematici che coinvolgano i partecipanti a 360°.