Numero 439 del 10 gennaio 2020

Il primo disco del mese del nuovo anno è “Calendario Civile”, il progetto ideato dal Circolo Gianni Bosio e dall’editore Donzelli, divenuto ora un doppio album pubblicato da Nota Records, con la curatela di Susanna Buffa, Sara Modigliani, Alessandro Portelli e Laura Zanacchi, che vede protagoniste alcune delle voci più significative della canzone d’autore e della musica popolare italiana. Del progetto abbiamo parlato con lo storico e americanista Alessandro Portelli, con cui abbiamo discusso anche di “We Shall Not Be Moved”, il monumentale lavoro (un libro corredato da 4 CD) prodotto da Squi[Libri], che raccoglie le risultanze della sua cinquantennale ricerca sul campo negli Stati Uniti. Lo spazio world music ci porta in  Marocco per “Oulad lghaba” di Asmâa Hamzaoui & Bnat Timbouktou, già al vertice della Transglobal World Music Chart. Poi, presentiamo il notevole disco eponimo della cantante maliana Mah Damba. Ultima tappa negli States per il roots rock dei Lucero di “Among the ghosts". Torniamo a parlare di chitarra con “Crowing Ignites”, pregevole nuovo album di Bruce Cockburn, per ritornare in Italia per "Luna In Ariete" di Ilaria Pilar Patassini. La rubrica Suoni Jazz propone “Tempo di Chet” e “Norma”, le due nuove opere firmate da Paolo Fresu, mentre per la musica contemporanea recensiamo “Decay Music n.1: Besoch Trauma” del trio Vértice, composto da Maurizio Bianchi, Saverio Evangelista e Juan Manuel Cidrón. Infine, chiude il numero 439 lo scatto  di Valerio Corzani con protagonista il batterista svedese Magnus Öström.

Editor's Note
The first album of the month of the new year is “Calendario Civile”, the project conceived by the Circolo Gianni Bosio and the publisher Donzelli, which has now become a double album edited by Susanna Buffa, Sara Modigliani, Alessandro Portelli and Laura Zanacchi and published by Nota Records, featuring some of the most significant Italian folk singers and songwriters. We have spoken about the project to the historian and Americanist Alessandro Portelli, with whom we have also discussed “We Shall Not Be Moved”, the huge work (a book accompanied by a 4 CD box set), issued by Squi[Libri], which contains the results of Portelli's fifty-year research and field work in the United States. The world music section takes us to Morocco to hear Asmâa Hamzaoui & Bnat Timbouktou’s “Oulad lghaba”, a disc already at the top of the Transglobal World Music Chart. Then, we present the remarkable eponymous album from the Malian singer Mah Damba. Last stop the States for the roots rock of Lucero (“Among the ghosts”). Let's talk about guitar again with “Crowing Ignites”, Bruce Cockburn’s notable new release. Back  to Italy for “Luna In Ariete” by Ilaria Pilar Patassini. The Jazz Sounds regular section proposes “Tempo di Chet” and “Norma”, Paolo Fresu's latest releases, while for contemporary music we review “Decay Music n.1: Besoch Trauma” of the Vértice trio, featuring Maurizio Bianchi, Saverio Evangelista and Juan Manuel Cidrón. Finally, we end this issue 439 with Valerio Corzani’s shot starring the Swedish drummer Magnus Öström.

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


BF-CHOICE
LETTURE
WORLD MUSIC
STRINGS
STORIE DI CANTAUTORI
SUONI JAZZ
CONTEMPORANEA
CORZANI AIRLINES



L'immagine di copertina è un'opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Nessun commento