Numero 196 del 25 Marzo 2015

Questa settimana partiamo dal sud. “Psychedelic Trance Tarantella” dei Kalàscima è un disco nel quale si incontrano i ritmi della tradizione salentina con i beat dell’elettronica. Ne abbiamo parlato con il gruppo per farci raccontare la gestazione e le ispirazioni di questo loro secondo lavoro. Risaliamo la penisola per arrivare in Campania dove ci accoglie “Pulecenella Love” di Luca Rossi, disco che coniuga rilettura di brani tradizionali e nuove composizioni, il tutto condito dal ritmo dei tamburi a cornice. Per il mondo world sono di scena le ibridazioni culturali e sonore di “Shiwezwa” della scoto-zambiana Namvula, songstress e cantante da tenere d’occhio, e il rock’n’roll maliano anti-fondamentalista di “Music in Exile” dei Songhoy Blues, quartetto di Timbuctu, a cui va il consigliato Blogfoolk della settimana. Per gli inguaribili nostalgici poi c’è una una dose di folk-rock della ditta Fairport Convention, ritornati in pista con “Myths and Heroes”. Parla di Gran Bretagna, ma anche di Irlanda e di mondi “celtici”, di musica tradizionale, di politica e di folk revival anche la nostra lettura della settimana, si tratta di “Legacies of Ewan McColl. The Last Interview”, curato da Giovanni Vacca e Allan F. Moore, dedicato alla figura del grande ricercatore, uomo di teatro, autore di canzoni divenute ormai classici, di innovativi programmi radiofonici, considerato a ragione l’inventore del folk revival britannico. Approdiamo infine negli Stati Uniti per raccontare “Aquashow Deconstructed”, di Elliott Murphy, il quale ripresenta in versione completamente aggiornata il suo storico primo album. Completano il numero 196 di “Blogfoolk” la rubrica Suoni Jazz, con uno speciale sulle ultime uscite dell’etichetta romana AlfaMusic, e il Taglio Basso, nel quale Rigo propone “Tracker” il nuovo album di Mark Knopfler.

Ciro De Rosa 
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
LETTURE
SUONI JAZZ
TAGLIO BASSO

L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)