Numero 402 del 4 Aprile 2019

“The Cat with the hat” è il disco del mese di aprile. Messe da parte le scorrerie della ciurma di Capitan Capitone, Daniele Sepe celebra il sassofonista argentino Gato Barbieri elaborando un omaggio appassionato ed appassionante alla sua arte musicale. Il funambolico sassofonista e compositore napoletano ha messo in fila undici brani, che ha immaginato Gato avrebbe potuto interpretare con il suo stile inconfondibile, facendo emergere il legame tra jazz e musica popolare. Nell’intervista, Sepe racconta le motivazioni di un lavoro dedicato all’artista che è stato un modello di suono e motivazioni. Il viaggio in Italia prosegue prima con “Opus Minus/La Macina pietra”, album antologico, che ripercorre i cinquant’anni di carriera di Gastone Pietrucci e La Macina, poi con “Emilia D’Hercole”, nuova opera del Collettivo Decanter. Le pagine dedicate alla world music ci portano, anzitutto, alla scoperta di “Le Cri du Cyclope” del percussionista Wassim Halal. Da non perdere due recenti lavori pubblicati dall’etichetta turca Kalan: “Öz”/Essence” del Coşkun Karademir Quartet e il disco eponimo del quartetto Tarab (Kudsi Erguner, Derya Türkan, Murat Aydemir e Zohar Fresco). Da ultimo, tocca a “Displays”, firmato dal collettivo Desert Session, nato tra il Capo di Leuca e i campi profughi di Tindouf. Dal nostro scaffale, presentiamo “Gaber-Brel. Dialogo” di Micaela Bonavia, recentemente pubblicato da Arcana. Proponiamo, poi, il contributo di Paolo Mercurio, intitolato: “Milano, musica ‘glocale’ e l’esperienza internazionale degli Amici della Scala”. Segue la recensione di “In Fa” di Riccardo Sinigaglia e Trio Cavalazzi. In chiusura di “Blogfoolk” #402 c’è lo scatto di Valerio Corzani con protagonista il maestro dello zarb Bijan Chemirani.

 Editor's Note
“The Cat with the hat” is Blogfoolk’s April top album. Set aside the raids of the Captain Capitone's crew, Daniele Sepe celebrates the Argentine saxophonist Gato Barbieri producing an exciting and passionate tribute to his musical art. The Neapolitan saxophonist and composer has chosen eleven tracks, which he imagined Gato could have interpreted with his unmistakable style by bringing out the link between jazz and traditional music. In the interview, Sepe tells the reasons behind a work dedicated to an artist he considers a model of sound and motivation. The journey to Italy continues first with “Opus Minus / La Macina pietra”, an anthological album which traces the fifty years of the career of Gastone Pietrucci and La Macina, then with “Emilia D’Hercole”, a new CD by the Decanter Collective. The world music columns lead us, first of all, to the discovery of “Le Cri du Cyclope” by the percussionist Wassim Halal. Not to be missed two recent releases published by the Turkish label Kalan: “Öz/ Essence” by the Coşkun Karademir Quartet and the eponymous album by the Tarab quartet (Kudsi Erguner, Derya Türkan, Murat Aydemir and Zohar Fresco). Finally, it’s up to “Displays” released by the Desert Session collective, born between Capo di Leuca and the Tindouf refugee camps. From our shelf, we present “Gaber-Brel. Dialogue” by Micaela Bonavia, recently published by Arcana. We then propose the contribution of Paolo Mercurio, entitled: “Milano, musica ‘glocale’ and the international experience of the Amici della Scala”. Following is the review of “In Fa” by Riccardo Sinigaglia and Trio Cavalazzi. Closing “Blogfoolk” # 402 is the shot by Valerio Corzani starring the master of zarb Bijan Chemirani.

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com


BF-CHOICE
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
LETTURE
MEMORIA
CONTEMPORANEA
CORZANI AIRLINES

L'immagine di copertina è un'opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Nessun commento