Numero 279 del 4 Novembre 2016

È un ritorno che non potevamo trascurare: “50 anni in buona compagnia”, l’album doppio della Nuova Compagnia di Canto Popolare, è il nostro disco del mese di novembre. Tra nuove composizioni e classici, che mai ci si annoia a riascoltare, la band di Fausta Vetere e Corrado Sfogli incontra gli Osanna, altri alfieri del rock made in Naples dei ‘70, ritrova il produttore dei ‘glory days’, Renato Marengo, le voci di Patrizio Trampetti ed Eugenio Bennato e saluta quella acida e potente di Carlo D’Angiò, scomparso poco dopo aver duettato con i suoi vecchi sodali. Presentiamo il lavoro con una breve retrospettiva, la recensione del disco e l’intervista al chitarrista Corrado Sfogli. Nella rubrica “memoria”, Paolo Mercurio mette a fuoco la figura di Amerigo Vigliermo e la sua lezione culturale sulla tradizione musicale del Canavese. Proseguiamo il nostro viaggio in Italia con il nuovo album dei Viulàn (“Cento ducati”), cantori dell’Appennino Tosco-Emiliano. Musiche senza steccati quelle dei napoletani Corde Oblique, guidati dal compositore Riccardo Prencipe, che ritornano con il raffinato “I maestri del colore”, mentre "Dinosauri" è il progetto che mette uno accanto all’altro Cisco, Alberto Cottica e Giovanni Rubbiani dei Modena City Ramblers. Fresche novità dal Nord Irlanda, con la new Irish traditional music racchiusa in “New Landscapes” dei giovanissimi Cúig; una conferma arriva dalla coppia ateniese di ex-punk, Kristi Stassinopolou & Stathis Kalyviotis, con le loro canzoni post-nea-demotika di “Nyn”, disco che sta sbancando le classifiche di world music (a novembre posizione quattro nella mondiale “Transglobal World Music Chart” e numero due nella World Music Charts Europe) Per la live music, vi offriamo la cronaca dalla XII edizione del Premio Bianca d’Aponte-Città di Aversa – di cui siamo stati media partner –, che ha visto trionfare Sighanda (al secolo Dominique Fidanza) con la canzone “L’aciddruzzu”, e il cui premio della critica è stato assegnato ad Agnese Valle con “Cambia il vento”. In chiusura di questo numero 279, la recensione di un altro album che sfugge alle etichette: si tratta di  “Tower Of Silence” di Roberto Musci. Buona lettura e Buon ascolto! Appuntamento a Perugia sabato 12 novembre con il Festival delle Ciaramelle per Amatrice!

Ciro De Rosa
Direttore Responsabile di www.blogfoolk.com

BF-CHOICE
MEMORIA
VIAGGIO IN ITALIA
WORLD MUSIC
I LUOGHI DELLA MUSICA
CONTEMPORANEA

L'immagine di copertina è un opera di Donatello Pisanello (per gentile concessione)

Posta un commento