Dario Lombardo & The Blues Gang – War Devil's Blues (Cluster/New Generation, 2019)

Chitarrista e cantante blues tra i più apprezzati della scena musicale italiana, Dario Lombardo vanta un articolato percorso artistico caratterizzato non solo da una intensa attività discografica e concertistica, in Italia ed all’estero, ma anche da numerose collaborazioni internazionali (John Primer, Liz Mandeville, Delores Scott, Randy Johnson, Maurice John Vaughan e Bob Mandarino) e nonché dall’impegno nella didattica con Jazz School Torino e Pistoia Blues Clinics. A partire dalla fine degli anni Ottanta, il musicista piemontese ha dato vita a The Blues Gang, formazione, nata come evoluzione dell’esperienza dei Model T Boogie e con la quale ha messo in fila cinque album tra cui meritano una citazione “Working Together” con il chitarrista americano Phil Guy e i più recenti “Searchin' For Gold” e i due volumi di “The Pop Life Studio Sessions”. A distanza di sei anni da questi ultimi, Dario Lombardo ritorna con “War Devil’s Blues” che lo vede ancora una volta affiancato dalla sua The Blues Gang nella cui line up composta da Andrea Scagliarini (armoniche/voce), Daniele Nesi (basso) e Mario Marmugi (batteria) si è aggiunto recentemente Giacomo Lauria (tastiere). Registrato nella primavera del 2018 a Pistoia al VaLore Recording Studio, il disco raccoglie undici brani tra inediti e riletture di composizioni tratte da dischi precedenti, riarrangiate in versione elettroacustica per l’occasione. L’ascolto è un viaggio attraverso il Blues che prende le mosse dagli echi di Delta del Mississippi che pervadono l’intro che ci schiude le porte prima alla splendida “Searchin' For Gold”, scritta con Ernesto De Pascale e qui riletta in una versione più lenta e raccolta e poi con la nuova versione della country ballad “Bring Back Your Love” da “Pop Life Studio Sessions. Se lo shuffle “Froglicker Blues”, composta a quattro mani con Phil Guy porta il sound di Chicago al centro della scena, la successiva “Bad Times Come” è un pop-soul irresistibile e funge da perfetto apripista per “Ooh Pooh Poh Doo”, classico Rhythm &Blues scritto da Jesse Hill. Si prosegue con la splendida “Come On Please” che arriva dritta dal secondo e ultimo disco dei Model T Boogie e “War Devil's Blues” con il dobro a tracciare la toccante trama melodica che fanno da preludio a “Strange Earrings Woman”, splendida country ballad in tre quarti che rappresenta, senza dubbio, uno dei vertici del disco. L’omaggio al songbook di Phil Guy con “Oh Darling” e l’inedito brano punk “I Was Dreaming” di Gigi Restagno, completano un disco gustoso che si inserisce di diritto tra i lavori più interessanti della scena blues italiana. 


Salvatore Esposito

Nessun commento