Riccardo Sinigaglia – Ambient Music (Soave, 2019)

A pochi mesi di distanza dal nuovo “In Fa”, torniamo a parlarvi di Riccardo Sinigaglia e lo facciamo con “Ambient Music”, l’esordio solista del compositore piemontese appena ristampato in vinile da Soave. Originariamente pubblicato nel 1985 per la storica ADN, etichetta di Milano specializzata in cassette di musica elettronica e industrial, “Ambient Music” resta ancora oggi un bellissimo esempio di sperimentazione che esplora le infinite possibilità del suono. Sia l’eredità accademica di Sinigaglia che le recenti esperienze con Futuro Antico, confluiscono con equilibrio in questo progetto, che in due lunghi brani, ci offre una personale idea di musica ambient in cui i tipici ed eterei soundscape si tingono di misticismo e arcaico mistero... Le due composizioni dell’album ( “Watertube” e “Ringspiel” ), registrate nel dicembre del 1984 presso lo studio personale del musicista, utilizzano estensivamente loop, suoni acustici (pianoforte, pianoforte preparato, percussioni, carillon, strumenti a corda), suoni elettronici e manipolazioni varie con un risultato astratto di notevole suggestione. In “Ambient Music”, il suono inteso come materia pura e primordiale, incontra le tecniche moderne e l’utilizzo di nastri in una sintesi azzeccata, un ideale (e curioso) incontro tra passato e futuro. Grazie a Soave, ben trentaquattro anni dopo questa rarissima cassetta è disponibile per la prima volta in LP (+ download digitale) in un’edizione di quattrocento copie, di cui cento in vinile oro. In alternativa, se siete comunque interessati potete ascoltare il disco in versione integrale sulla pagina Bandcamp dell’etichetta. 


Marco Calloni

Nessun commento