Danny & Dusty - Cast Iron Soul (Blue Rose/ I.R.D.)


Nessuno si sarebbe mai aspettato che Steve Wynn (leader dei The Dream Syndicate) e Dan Stuart (leader dei Green On Red), tornassero insieme per rispolverare la sigla Danny & Dusty, ed invece i due banditi del rock’n’roll sono tornati ad incrociare le chitarre per un nuovo album. Un po’ come The Lost Weekend, il loro primo disco insieme, uscito a metà degl’anni ottanta, anche il recente Cast Iron Soul è nato per puro e semplice divertimento in un weekend pieno di canzoni, country rock ed allegre sbevazzate. All’epoca del primo album si era nel periodo migliore del Paisely Underground e sembrò chiaro anche l’intento commerciale dell’operazione, oggi invece siamo in una situazione completamente diversa, il loro genere è diventato di culto e mai come ora un operazione del genere ha solo il gusto del sano divertimento. Sia Steve Wynn sia Dan Stuart non sono dei sopravvissuti ma semplicemente sono riusciti a ritagliarsi i loro spazi, il primo con una carriera come solista piena di soddisfazioni artistiche, il secondo riformando i Green On Red. Il disco, inciso a Richmond (Virginia) vede la partecipazione di JD Foster alla produzione e l’innesto in formazione di nuovi musicisti come Bob Rupe (The Silos, Cracker) e Johnny Hott (House of Freaks) nonché la presenza di Chris Cacavas e Stephen MCCarthy, già nella prima formazione della band. L’ascolto svela un dodici brani di puro godimento che passano dal R&B di The Good Old Days con tanto di fiati in grande evidenza, al country di That's What Brought Me Here passando per alcuni momenti di sana autoironia come la title track e Thanksgiving Day. Se Steve Wynn mette lo zampino nella maggior parte dei brani più rock (su tutte Raise The Roof e Hold Your Mud), i vertici del disco appartengono a Stuart, che firma le splendide Warren Oats, Let’s Hide Away e JD’s Blues nelle quali si comprende come il leader dei Green On Red sia tornato quello dei tempi migliori. Cast Iron Soul è dunque un disco che non può mancar a tutti gli appassionati seguaci della roots music made in U.S.A, non fosse altro per lo spirito dell’operazione. Il divertimento sembra aver abbandonato da tempo la musica rock, e questo disco è un eccezione. Nota di colore finale, Cast Iron Soul, è disponibile sia in formato classico sia in quello deluxe con allegato un DVD bonus contenente la performance di Danny & Dusty al Music Machine di Los Angels nel febbraio del 1986.

Salvatore Esposito