Colin Linden - Easin' Back To Tennessee (Crosscut/True North Records/I.R.D.)


Lo scorso anno Colin Linden, celebre cantautore, chitarrista e deus ex-machina della musica canadese, si era fatto apprezzare con Southern Jumbo, un disco molto influenzato dai suoni southern e cajun e che alla fine conteneva un anticipazione di questo nuovo album, Easin' Back To Tennessee. Go Back Old Devil, all’epoca lasciava presagire che Linden avrebbe indirizzato le sue ricerche musicali verso la musica che lo aveva formato, ovvero il blues acustico. Ad avviarlo a questa passione, fu l’amicizia con Howlin’ Wolf, conosciuto a undici anni, e che lo introdusse alla musica di Charlie Patton, Son House e Blind Willie McTell. Ora Linden, rievoca i suoi numi tutelari, con magnifiche interpretazioni di classici come Broken Down Engine di Blind Willie McTell, You Can’t Get The Stuff No More di Tampa Red, Dry Spell Blues di Son House inframezzandoli con brani più recenti come There Would Be Hell To Pay di T. Bone Burnett ma soprattutto con sue nuove composizioni come le eccellenti Nowhere To Go o Champ. Easin’ Back To Tennessee, piacerà sicuramente ai grandi amanti del blues delle radici, essendo un lavoro curatissimo in ogni dettaglio.

Salvatore Esposito