La Piva Dal Carner, Anno III, Serie II, N.8 Gennaio 2015

Giunta al suo terzo anno, la seconda serie dell’opuscolo rudimentale di comunicazione a 361° “La Piva Dal Carner”, si apre con una copertina speciale che raccoglie alcune antiche immagini votive di Sant’Antonio Abate, nella cui ricorrenza del 17 gennaio si è soliti consumare il tradizionale zampetto di suino, la cui macellazione avviene proprio in questo periodo la cultura popolare. Proprio da questa antichissima pratica nasce una breve ma efficace riflessione sul concetto di tradizione, diventato purtroppo oggi un termine nel quale si suole definire cose che non sono affatto radicate nel tempo. A fare da overture alla ricca successione di articoli e contributi sono quattro fotografie degli anni Trenta, provenienti da archivi privati, e raffiguranti alcuni suonatori del medio Appennino Reggiano. Alla copertina si ricollega il prezioso saggio di Stefania Colafranceschi, la quale partendo da una strofa di un canto narrativo abruzzese ricostruisce la vita di Sant’Antonio Abate, connotandola di cenni sulla cultura popolare e rilievi in ambito iconografico. Ritorna la sempre apprezzata rubrica “La Tribuna” con l’intervento di Giovanni Mimmo Boninelli sul canto del “Temporale” nel quale, partendo da una riflessione di Erri De Luca, ricostruisce in modo sintetico quanto efficace la trasmissione orale del canto nei momenti di difficoltà politica e sociale. Ad arricchire il mosaico sull’universo della Piva arriva un altro prezioso saggio di Bruno Grulli con una panoramica di avvistamenti dello strumento di passaggio nella provincia di Reggio Emilia, il tutto corredato da una mappa dettagliata, foto, e una ricchissima bibliografia. Gianpaolo Borghi ci offre poi un profilo di Beatrice di Pian Degli Ontani, pastora dell’Appennino Pistoiese e celebre poetessa improvvisatrice, conosciuta ed apprezzata dai principali esponenti del mondo poetico e letterario della sua epoca come Niccolò Tommaseo, Giambattista Giuliani, Massimo D’Azeglio, Giuseppe Tigri, Giuseppe Giusti e Francesca Alexander. Di grande interesse è anche l’intervista al musicista e liutaio Lino Mognaschi di Colorno(PR) curata da Luca Lodi e Nicholas Marturini, mentre Gianluca Torelli omaggia Giovanna Daffini, partendo dal resoconto della giornata dedicata al centenario dalla nascita della celebre cantante. Completano questo nuovo numero, la seconda parte del lavoro di Giancorrado Barozzi dedicato alle cornamuse dipinte da Hyeronimus Bosch, la rubrica “Non Solo Folk” in cui Franco Piccinini racconta la storia di Ida e Mafalda, due mondine ree di aver cantato “Bandiera Rossa” ed brevi frammenti poetici improvvisati “Foglietti” di Storm.

Scarica il n.8 de La Piva Dal Carner

Salvatore Esposito