Antoni O' Breskey - Nomadic Piano, Ready To Sail (Animamundi)

Antonio Breschi meglio noto come Antoni O'Breskey è un compositore, pianista e scrittore toscano, che da tempo ormai si divide tra l'Italia e l'Irlanda, e noto al grande pubblico per il suo originale linguaggio musicale, conosciuto come celtic piano che coniugna musica classica, jazz e world music con la tradizione irlandese. Nel corso della sua lunga carriera ha dato vita ad una sorprendente varietà di melodie per piano, che lentamente hanno preso forma nel grande progetto Nomadic Piano, che vede l'artista toscano confrontarsi con le musiche del mondo ed artisti provenienti da varie estrazioni musicali come Antonio Carmona (Ketama), José Seves (Inti-Illimani), e Ronnie Drew (Dubliners). Le sue musiche classiche per pianoforte, violoncello e oboe, insieme a quelle world, sono diventate così famose come colonne sonore per il cinema, il teatro e la televisione e non è un caso che tra le sue collaborazioni principali ci siano nomi di prestigio come Folco Quilici, Ermanno Olmi, Giorgio Albertazzi ma anche il Balletto di Sicilia. La sua ormai immensa discografia vanta più di trenta album, si è di recente arricchita di un'altro eccellente progetto discografico, Ready To Sail pubblicato dall'etichetta salentina Anima Mundi, che lo vede compiere un viaggio attraverso la musica del mondo che parte dall'amata Irlanda e ad essa ritorna dopo aver attraversato l'Andalusia, l'Italia, la Turchia, l'Australia e gli Stati Uniti. Inciso tra la Toscana e Puglia e prodotto dallo stesso O'Breskey, il disco è un vero e proprio viaggio emozionale attraverso diciotto brani di grande intensità dove protagonista assoluto è il suo piano, che si confronta e dialoga di volta in volta con strumenti diverci come la chitarra flamenca, il fiddle, i banjo e la cornamusa, in un fluire di emozioni e suggestioni di grande intensità. Ad accompagnare O'Breskey in questo viaggio troviamo alcuni eccellenti musicisti tra cui spiccano Davide Viterbo (violoncello), Consuelo Nerea (voce), Biancastella Croce (sikus, charango), e Massimo Giuntini (Uilleann pipe, tin whistle, low whistle). Durante l'ascolto ogni brano tocca le corde dell'anima ma in particolare spiccano brani come il traditional irish The Blacksmith con le voce di Mia Froelicher e Consuelo Nerea in grande evidenza, Bizkaia Maite del basco Benito Lertxundi, lo struggente traditional sefardita Hija Mia e la toccante The Woman Of The Sea nella quale brilla l'apporto di Massimo Giuntini che si destrggia tra uilleann pipes, tin whistle e low whitle. Il vertice del disco arriva però con un'altro traditional irlandese ovver Ramling Irish Man nella quale spicca l'eccellente prova vocale dello stesso O'Breskey. Chiude il disco quel gioiellino che è Far Of Hills in cui O'Breskey duetta al piano con il mandolino di Steve Cooney. Ready To Sail è un progetto di grande spessore artistico che rappresenta in qualche modo la summa di tutto il lungo percorso artistico del musicista toscano, e conferma ancora una volta come Anima Mundi sia una delle poche realtà in Italia ad essere attenta alla vera musica di qualità non solo del Salento ma di tutta la nostra penisola. 



Salvatore Esposito