Phase Duo – S/T (Aut Records, 2019)

In questa nuova puntata di “Contemporanea”, torniamo a parlarvi di Aut Records e lo facciamo con “S/T” l’esordio discografico di Phase Duo, un’interessante collaborazione tra la compositrice, violinista e improvvisatrice Eloisa Manera e il produttore, dj e sound designer Stefano Greco. Qui, il background classico e gli interessi jazz della Manera, si fondono con l’elettronica e la passione per la poliritmia africana di Greco in una sintesi peculiare. Seguendo lo spirito esplorativo dell’etichetta berlinese e un comune desiderio di ricerca e sperimentazione, le nove tracce del disco spaziano in libertà tra scrittura, improvvisazione, suoni acustici, elettronici, digitali e analogici. Terry Riley, Steve Reich, il Minimalismo in generale, così come i raga indiani, sono sicuramente riferimenti importanti ma il risultato complessivo rimane molto personale e per nulla derivativo. Questo primo progetto del duo, nato dopo l’esperienza condivisa con Musicamorfosi, può essere effettivamente considerato un “live remix di minimal music”, come lo hanno definito gli stessi autori. I brani infatti, presentano sicuramente alcune caratteristiche della musica minimalista come lo sviluppo graduale dei motivi ritmico/melodici per esempio, ma soprattutto, conservano l’energia e l’affiatamento tipici della performance live, anche se registrati in studio. A conferma di questa particolare attenzione per la dimensione concertistico/performativa dell’album, le nuove esibizioni del duo sono accompagnate dai visuals in tempo reale dell’artista Cristina Crippi. In definitiva, “S/T” è un lavoro che non si ferma al semplice album ma continua oltre coinvolgendo linguaggi e discipline differenti. Da ascoltare. 


Marco Calloni

Nessun commento