Autori Vari - Javier Arnaiz 011 (Radici Music Records)


Javier Cardenal Arnaiz, è uno dei più famosi stilisti spagnoli attivi nell’ambito della realizzazione di abiti da cerimonia da uomo, e per la collezione 2011, ha deciso insieme all’etichetta italiana Radici Music di realizzare una compilation che raccogliesse una selezione di quei brani che avevano accompagnato la fase creativa e sartoriale dei capi di abbigliamento. Questa compilation è dunque la testimonianza viva di come la creatività musicale possa procedere di pari passo ad altre forme di creatività e in qualche modo arrivarle anche ad ispirare ed influenzare. L’idea di mescolare materiali e professionalità provenienti da campi differenti per dare vita ad un capo esclusivo come quelli dello stilista spagnolo, rispecchia anche la scelta di molti dei musicisti coinvolti nel progetto di ricercare suoni diversi per raggiungere un’armonia unica ed originale. Il disco, che riprende il titolo dal nome della nuova serie di abiti disegnati per il 2011, mette in fila quattordici brani che spaziano dalla musica popolare italiana a quella celtica, passando per la world music e alcuni spaccati sperimentali assolutamente interessanti. Aperto dalla bella rilettura di Imagine di John Lennon ad opera di Jackie Perkins con ospite Gabin Dabirè, il disco regala diversi momenti di grande intensità come nel caso della splendida Pienza Fatta Da Pio II dei Ductia, o Olas dall’ultimo disco di Nico Berardi, o ancora la splendida rivisitazione in chiave world di Breathe In The Air dei Pink Floyd ad opera dei Tantra Tribe. A brillare in modo particolare però due brani ovvero Antother Road di Massimo Giuntini tratta dal suo disco del 2003 Indo-European e l’inedita bonus track Coscienza di Sole, Finale del Claudia Bombardella Ensamble. Se avete voglia di scoprire come la musica riesca ad incontrare l’alta sartoria in una dimensione assolutamente inedita e soprattutto se desiderate conoscere il meglio della produzione di Radici Music, questo è il disco che fa per voi.


Salvatore Esposito

Nessun commento