Mario Bonanno, È Sempre Musica. Una Guida Alle Canzoni Di Angelo Branduardi, Edizioni Il Foglio, pp.145, Euro 12.00

Voce tra le più interessanti della critica musicale italiana, Mario Bonanno negli ultimi anni ci ha regalato una serie interessantissima di saggi sulla canzone d’autore, proseguendo la preziosa opera cominciata alla guida della rivista “Musica & Parole”, edita da Bastogi. La sua scrittura appassionata, il suo amore per la vecchia scuola cantautorale italiana, ma soprattutto la profonda conoscenza di quei dischi che hanno fatto la storia della musica nella nostra penisola, rappresentano il tratto peculiare del suo approccio divulgativo. Recentemente alla sua già copiosa produzione saggistica, Mario Bonanno ha aggiunto un ulteriore tassello, ovvero il volume monografico “E’ Sempre Musica. Una Guida Alle Canzoni Di Angelo Branduardi”, degno completamente del prezioso “Futuro Antico. L’Archetipo, Le Canzoni” pubblicato nel 2002 da Bastogi. Questo nuovo libro, è un agile guida attraverso la discografia di Angelo Branduardi, della quale è stato analizzato criticamente ogni album, mescolando il tutto con spezzoni di interviste e materiali di archivio. Un lavoro accurato, dunque, nel quale si spazia dagli esordi fino ai dischi più recenti, senza dimenticare un ampio spazio dedicato al progetto Futuro Antico. Diviso in sei capitoli, il volume si apre con una introduzione dello stesso Bonanno, a cui segue “Confessioni di un malandrino”, una splendida intervista con il menestrello di lombardo, che funge da perfetto apripista per la lunga retrospettiva che copre tutti i dischi in studio, quelli dal vivo, ma soprattutto apre uno spaccato interessante anche sull’attività di Branduardi come autore di colonne sonore. Emerge così in tutta il suo fascino e la sua complessità la personalità artistica di Angelo Branduardi, del quale viene sottolineata la sua passione per lo studio della musica antica e di quella tradizionale, il suo stretto legame con la musica folk-rock inglese, ma soprattutto la portata innovativa nella musica italiana della sua scrittura. Degno completamento dell’opera sono alcuni cenni biografici, la discografia dettaglia, e un ricco apparato fotografico di materiali d’archivio. Insomma onore al merito a Bonanno per aver firmato un'altra preziosa monografia, ma anche ai tipi di Edizioni Il Foglio che hanno accettato la sfida per questa pubblicazione. Ai nostri lettori ne raccomandiamo la lettura attenta, non fosse altro che per cogliere ed ammirare la grande passione con cui Bonanno sa raccontare sapientemente la storia della canzone d’autore in Italia. 

Salvatore Esposito