Luca Turchet, Anima Folk, ilmiolibro 2013, pp.144, Euro 10,00

Giovane musicista e compositore veronese, Luca Turchet, dopo un intenso percorso di formazione in Italia e all’estero, nonché una solida esperienza maturata come direttore artistico del Gruppo Etnico-Musicale dei Panganoti Cimbri, ha deciso di raccogliere le sue esperienze di viaggio e di ricerca in un libro, è nato così “Anima Folk”, un appassionato diario di viaggio nelle musiche e nelle danze del folk europeo tra passato, presente e futuro. Attraverso una scrittura diretta ed essenziale, il musicista veronese, ha ricostruito il suo percorso di formazione, trasmettendo al lettore tutta la sua curiosità di giovane viaggiatore e ricercatore. Durante la lettura lo scopriamo alle prese con incontri, aneddoti, ricordi, ma anche fortuite coincidenze che svelano tutta la bellezza e l’autenticità del mondo del folk in Europa, tra musicisti, danzatori, costruttori di strumenti, festival e tanta allegria. Emerge così quell’anima folk che è alla base dl libro, quell’anima che mette in contatto la gente, senza frontiere, senza pregiudizi e senza limiti, incontri di gente che lotta per la valorizzazione e la riscoperta di un patrimonio millenario al tempo di internet e della globalizzazione. Senza la pretesa di essere un saggio o un manuale, Anima Folk ci offre uno spaccato di un percorso di ricerca che parte dal passato per guardare al futuro. A completare il libro c’è una interessante appendice in cui Tuchet ha voluto dare voce alla coralità del folk, raccogliendo le testimonianze di parte di quella gente incontrata sulla strada alla ricerca dell’Anima Folk. 

Il libro è disponibile in formato cartaceo ed ebook su www.lucaturchet.it e www.saperepopolare.com

Salvatore Esposito