Mamud Band – Opposite People “The Music Of Fela Kuti” (Felmay)

Nato negl’anni novanta da un idea del percussionista Lorenzo Gasperoni, l’ensamble Mamud Band nei suoi vent’anni di attività ha attraversato diversi generi e stili musicali fino a trovare una propria dimensione abbracciando l’Afro-beat, una travolgente miscela sonora che spazia dal funk al soul passando per la tradizione africana. La Mamud Band nel suo percorso musicale ha già dato alle stampe due dischi ovvero La Vendetta di Grog nel 1996 e Amore Pirata nel 1998 che vanta la collaborazione del leggendario trombettista afroamericano Lester Bowie. La loro principale caratteristica consiste nel grande impatto sonoro, dato dall’intreccio strumentale tra i fiati, la chitarra e il piano, spinti dal travolgente ritmo delle percussioni, che rimandano alle sonorità tradizionali africane. Attualmente il gruppo è composto da nove musicisti ovvero la potente sezione di fiati, composta da Guglielmo Pagnozzi al sax contralto, Marco Motta al sax baritono, nonché dal cubano Gendrickson Mena alla tromba, Alberto N.A. Turra alla chitarra, Giovanni Venosta alle tastiere, e dalla incisiva sezione ritmica, cuore pulsante della band, guidata da Lorenzo Gasperoni e completata da Sergio Quagliarella voce e batteria, Jacopo Pellegrini alle percussioni e William Nicastro al basso. Proprio la sezione ritmica sorprende per la varietà e i colori che riescono a ricreare le percussioni che con i loro tamburi e i loro groove creano un meltin’ pot sonoro che spazia dall’Africa a Cuba fino a toccare le coste del Brasile. Con questa rinnovata formazione Gasperoni e soci hanno inciso il loro terzo disco, Opposite People, un intenso e sentito omaggio a Fela Kuti, musicista, intellettuale e politico nigeriano. Dal suo repertorio sono stati selezionati undici brani, e con la partecipazione speciale di Bunna, front-man e fondatore dello storico gruppo reggae Africa Unite, la Mamud Band li ha riletti attraverso il suo originale stile sonoro. Brillano così brani immortali come No Agreement, Who Are You, Colonial Mentality, ma soprattutto Egbe Mi O e Zombie, entrambe senza dubbio considerabili come i due vertici del disco. Durante l’ascolto sorprende e travolge il grande impatto sonoro della Mamud Band, che riesce in ogni brano a far emergere tutta la sua entusiasmante carica di energia. Dalla prima all’ultima nota, Opposite People, è un disco che coinvolge l’ascoltatore guidandolo in un viaggio musicale nel quale è difficile stare fermi.

Salvatore Esposito