Vagabond Moon - Tutte le canzoni di Willie Nile 1980-2010 (libro + cd) di Guidetti Paride (a cura di), Fernandel – Collana Vite dei Santi, 2010 €18


Per celebrare i trent’anni di carriera di Willie Nile, Paride Guidetti in collaborazione con l’attivissima casa editrice Fernandel, ha di recente curato il volume Vagabond Moon, che raccoglie i testi e le traduzioni delle canzoni del cantautore di Buffalo. Aperto da un breve ma appassionante ricordo di Massimo Massimi sulla scoperta agli inizi degli anni ottanta di Willie Nile da parte dei fan italiani, ed impreziosito da un ottimo saggio firmato da Marco Denti e Mauro Zambellini sul particolare rapporto tra il cantautore e la sua città di adozione New York, il libro trova la sua parte fondamentale nelle traduzioni di Valeria Ruggiero. La cura con la quale la brava traduttrice ha approcciato il songwriting di Nile, ci permette di addentrarci fino in fondo nella sua poetica e scoprire così le tante influenze letterarie che lo hanno accompagnato durante la sua carriera, ma anche alcuni tragici eventi come l’11 settembre e la strage della stazione di Madrid, a cui ha dedicato la splendida Cell Phones Ringing In Pocket Of Death contenuta in uno dei suoi dischi più belli, Streets Of New York. Questo libro giunge così particolarmente gradito ai fans italiani, in virtù del particolare rapporto di elezione che Nile ha con il nostro paese, dove ha sempre trovato grande apprezzamento di pubblico e critica, proprio come Dirk Hamilton ed Elliott Murphy. Ad accompagnare e completare il libro c’è poi uno splendido disco dal vivo inedito, che Nile ha concesso in esclusiva alla Fernandel e nel quale interpreta dieci brani che vanno a coprire quasi per intero tutta la sua produzione artistica. Nell’economia generale del libro, questo disco è così determinante, perché permette anche a coloro che non conoscono il talento di Nile di venire in contatto con le sue canzoni, apprezzando a pieno tutta la sua semplicità, fino a percepire le sfumature del suo cantautorato, che sebbene trovi ispirazione in Bob Dylan e tutta la tradizione cantautorale americana, è figlio della new wave e del punk. Questo live è dunque la testimonianza più intensa di come il cantautore di Buffalo meriti un posto di rilievo nella storia del rock, tanto per la poesia delle sue canzoni quanto per la sua semplicità come uomo.



Salvatore Esposito