Triace 30 Agosto 2009, Bar Maestrale, Otranto, Molo

Uno degli appuntamenti più interessanti della rassegna "Aperitivi Musicali" organizzati dalla casa discografica salentina Anima Mundi nella splendida cornice del Molo di Otranto, è stato certamente il concerto che ha visto protagoniste le Triace ovvero Emanuela Gabrieli, Alessia Tondo e Carla Petrachi, in una inedita formazione che le ha viste affiancate dai soli Marco Bardoscia al basso e Daniele Leucci alle percussioni. Introdotti dal brillante critico Renato Grilli che ha illustrato il progetto musicale delle Triace e il loro album Sebben Che Siamo Donne, il trio salentino ha dato vita ad un concerto pieno di emozioni e suggestioni dove protagoniste esclusive sono state le loro voci, che inseguendosi, incontrandosi e dialogando hanno regalato momenti di grande musica. Assistere ad un concerto delle Triace, significa fare un viaggio nell'universo femminile alla riscoperta non solo della tradizione popolare del canto contadino delle tabacchine del Salento ma anche della musica delle modine, in una sorta di parallelo continuo, che come sul loro disco di, caratterizza anche le loro performance live. I canti tradizionali di lavoro sono stati riletti attraverso arrangiamenti più scarni ed essenziali dove le voci fungono anche da strumenti, sostenute dalla sola sezione ritmica ed in questo magistrale ci è sembrato il lavoro
fatto da Emanuela Gabrieli e Alessia Tondo. Il trio ha aperto il concerto con il medley che apriva il loro primo disco e che vede incrociarsi Fimmene Fimmene con Sebben Chs Siamo Donne, subito dopo è arrivata la travolgente Nazzu Nazzu, in cui Emanuela Gabrieli ha letteralmente rubato la scena regalando una performance vocale eccellente. Durante il concerto, le Triace hanno presentato in anteprima anche gli arrangiamenti dei brani tradizionali che entreranno a far parte del nuovo disco, ed in particolare splendida è stata la versione della Damme Nu Ricciu, la rilettura jazzy di Santu Paulu e una intensissima Lu Ruciu De Lu Mare, interpretata magnificamente da Emanuela Gabrielli ed Alessia Tondo. Tra i brani migliori della serata va poi segnalata la versione per sole voci e percussioni de La Tabaccara in cui alla voce principale di Alessia Tondo, facevano da sfondo le splendide armonie vocali di Carla Petrachi ed Emanuela Gabrielli. Sul finale sono arrivati poi la tenua e poetica Beddha Ci Stai Luntano, la filastrocca Pinguli Pinguli Givacchinu, il canto di lavoro Cala La Capu, e una lunga pizzica a sorpresa con ospiti vari musicisti locali sul palco a cantare tutti insieme. Le Triace hanno dato prova di essere non solo un trio di talento ma anche di saper coinvolgere il pubblico utilizzando semplicemente le loro voci e le percussioni, proprio come i cantori della tradizione.



Salvatore Esposito

Nessun commento