Stages

Corsi, Stage e tutto ciò che riguarda la formazione musicale in ambito folk e world

_______________________________________________________________________________


Dal 23 al 26 Agosto 2018
Busana (RE) - Albergo Il Castagno – Via Nazionale sud 3/b

In questo seminario residenziale saranno proposte danze ebraiche tradizionali e contemporanee (sono previsti due livelli: principianti, intermedi–avanzati), un riscaldamento mattutino, animazioni di danze internazionali nelle serate, un approfondimento sul tema di quest'anno, lezioni di lingua ebraica e lezioni di cultura generale (per chi volesse danzare meno) visione di film e una festa finale, ma soprattutto tanta allegria e momenti conviviali.

Le radici ebraiche delle feste cristiane
Fonti bibliche e della tradizione rabbinica
con
OFER ALFASSI, ILAN SWISSA, CARLA PADOVANI, ELENA LEA BARTOLINI DE ANGELI

Ci ritroveremo per danzare con due coreografi provenienti da Israele, con lo staff di Terra di Danza e con la partecipazione della Dott.ssa Elena Lea Bartolini De Angeli per ascoltare, approfondire e scambiarci opinioni sulla storia del popolo ebraico.
NOVITA’
La novità di quest’anno consta nell‘offrire la possibilità a chi è più interessato alla parte culturale e alla conoscenza della lingua ebraica di poter partecipare a 3 incontri giornalieri (due di cultura e uno di lingua) e 2 incontri di danza per iniziare ad avvicinarsi alla bellezza della danza ebraica. Per tutti gli altri i ritmi rimarranno invariati: lezioni di danza il mattino e una parte di pomeriggio  e una lezione/conferenza rivolta a tutti “Comprendere a fondo il legame, attraverso la conoscenza delle festività (Pesach-Pasqua, Shavuot-Pentecoste ecc.) che lega l’ebraismo al cristianesimo”.

ORARIO GIORNALIERO
ore 9.00/11 Danza; ore 11.15/12.45  Danza o cultura; ore 13.15 Pranzo; ore 15.30/16.30 Cultura; ore 16.45/18.30 Danza; ore 18.30/19.30 Danza o lingua ebraica; ore 20.30 Cena; ore 22.00 Serate ricreative;

SEDE Albergo Il Castagno - Via Nazionale Sud 3/b - Busana (RE); Arrivo: giovedi 23 agosto dalle ore 14; Partenza: domenica 26 agosto ore 15 COSTI Seminario e CD € 170; Pensione completa dalla cena di giovedi al pranzo della domenica A) camera doppia €180; B) camera tripla €165; C) camera quadrupla €150; D) solo pranzo o cena €20; E) una sola giornata solo stage €70; F) una  giornata danze+pran zo o cena €90 Tessera Associazione  2018 €10 Per chi desidera camera singola o doppia con accompagnatore disponibilità di altre strutture alberghiere nelle vicinanze. Chi rinuncia 20 giorni prima dello stage perde l’acconto versato. La rinuncia va fatta tramite email o posta.

MATERIALI Dispense telematiche € 5, DVD € 25

TERRA DI DANZA
Tel. 0522 371698   346 6177462 Info@terradidanza.it www.terradidanza.it
_________________________________________________________________________________

SCUOLA DI MUSICA POPOLARE DI FORLIMPOPOLI
presenta
NYCKELHARPA CAMP
Bertinoro 16-19 August 2018
Teacher: Annette Osann
Level. MEDIUM
Teaching Languages: Italiano, English, Deutsch, Français

Quest’estate i Corsi Estivi di alto perfezionamento di Bertinoro vi propongono un corso di specializzazione nella musica antica con Annette Osann, adatto a studenti di livello medio. Il corso si terrà dal 16 al 29 agosto a Bertinoro e sarà un corso parallelo alla Early Music Master Class di Marco Ambrosini (www.summermasterclasses.eu). Il repertorio sarà definito in accordo con il docente della Masterclass. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a email: info@bertinoromusica.it 

16/19 Agosto 2018 
EARLY MUSIC MASTER CLASSES a Bertinoro
Tornano a Bertinoro le Master classes di Musica Antica sponsorizzate dalla SMP e coordinate da Marco Ambrosini

From 16th to 19th August 2018, placed at the Centro Universitario C.E.U.B. of Bertinoro, for the fifth time several Master Classes for Early Music will be organized in co-operation with three major European University Institutions: the Fondazione Alma Mater of Bologna (Italy), the Trossingen University of Music (Germany) and the Music and Arts University of the City of Vienna (Austria).

Classes
The classes will be held as part of the 26th edition of the Summer Master Classes organized by the Musical Institute “Dante Alighieri” of Bertinoro. Artistic Direction: Marco Ambrosini. The master classes are considered as a great opportunity to meet international musicians interested in the study and improvement of Early Music. The four teachers Marco Ambrosini, Michael Posch, Lorenz Duftschmid, and Maria Luisa Baldassari are active not only as interpreters of international fame, but also as teachers in various European Music Universities. The master classes will begin Thursday, August 16th in the afternoon and end on Sunday, August 19th at noon. On Saturday evening, the 18th of August students and teachers will perform together a concert in the Cathedral of Bertinoro. Attention: The maximum number of participants for each master class is limited. Languages: Italian, German, Spanish, French and English

Early Music for nyckelharpa / Schlüsselfidel / viola d’amore a chiavi
Solo and ensemble practice – Renaissance & Baroque
Teacher: Marco Ambrosini – Languages: Italian, German, French, Spanish and English
Recorder – Flauto Diritto – Flûte à bec
Solo and ensemble practice – From the Middle Ages to Baroque
Teacher: Michael Posch – Languages: English and German
Viola da gamba
Teacher:  Lorenz Duftschmid – Languages: Italian, German, Spanish and English
Clavicembalo and clavichord (baroque and renaissance)
Teacher: Maria Luisa Baldassari – Languages: Italian and English
Correpetition for the entire duration of our master class: Eva-Maria Rusche

Prices Master Class: Regular participants: € 160 / Auditors: € 80
Students regularly enrolled at the Universities of Bologna, Vienna or Trossingen: € 120 / Auditors: € 60
Students regularly enrolled at the normal classes of Marco Ambrosini, Michael Posch, Maria Luisa Baldassari or Lorenz Duftschmid: € 100 / Auditors: € 50
Accomodation: single room + breakfast: € 41/day; double room with breakfast : € 33/day

single room + breakfast + lunch : € 53/day
double room + breakfast + lunch : € 45/day
_________________________________________________________________________________

ESTADANZA
LABORATORIO NAZIONALE DI DANZA TRADIZIONALE ITALIANA

ESTADANZA 2018
35° anno – 69a e 70a edizione

Estadanza è la più antica rassegna residenziale di corsi, studi ed eventi sulla danza popolare in Italia. Ogni anno, senza interruzione, riesce a proporre offerte didattiche che ampliano e approfondiscono la conoscenza del ricco patrimonio folklorico ed etnocoreutico della penisola. La didattica dei balli si basa su 40 anni di intensa ricerca etnografica e storica e segue una metodologia filologica con arricchimenti teorici a carattere antropologico e storico, e col supporto di una vasta documentazione audiovisiva. Ogni anno Estadanza riserva delle novità, poiché abbiamo sempre voglia di conoscere, di sperimentare e metterci alla prova. Il 35° anno annuncia un ritorno nell’Abruzzo meridionale, area molto interessante sul piano etnografico.

Estadanza in Calabria
Castrovillari (CS) 
22 - 29 luglio 2018
69aa edizione

Per la quarta volta consecutiva Estadanza si svolge in Calabria, grazie alla preziosa collaborazione della "Proloco di Castrovillari" e del gruppo folk "Proloco del Pollino". Da tre anni abbiamo istituito la formula "CONCORDANZE: regioni e tradizioni a confronto", confrontiamo cioè i repertori locali della Calabria con quelli di altre regioni del sud. Quest’anno tocca alla Campania: regione ricchissima di balli, tant’è che abbiamo scelto di affrontare solo i balli di zone specifiche della regione: l’area vesuviana, il Sannio e il Matese casertano. Oltre ai corsi didattici, che si tengono nel bel castello aragonese, interessantissime sono le esperienze degli “Alberi della memoria”: incontri con gli anziani dei paesi della zona, con racconti di vita, cucina casalinga, canti, esibizioni e balli. Inoltre il bel festival di musiche etno-jazz “Suoni”, l’analisi di documentari etnografici (testimonianze irripetibili perché anche in questa regione si registrano abbandoni di usanze e trasformazioni radicali), le escursioni naturalistiche nel parco nazionale del Pollino e l’incontro con la cultura arbresh (albanese) rendono anche questa puntata unica e intrigante.

CONCORDANZE: due regioni a confronto: CALABRIA e CAMPANIA
TARANTELLE, PASTORALI E VILLANELLE DELLA CALABRIA BALLI SUL TAMBURO E BALLARELLE DELLA CAMPANIA
Le lezioni dei due repertori diversi si alterneranno durante le intense giornate di Estadanza. Le lezioni teoriche di Etnocoreologia, di Storia della Danza etnica, e di Antropologia della danza allargheranno gli orizzonti culturali dei partecipanti con riflessioni su resistenze e dispersioni di certe espressioni delle comunità locali, sulla dislocazione dei repertori, sulle contaminazioni, le perdite, il consumo folk, sul senso e l’importanza dell’appartenenza culturale.

DISCIPLINE (27 ore di lezioni pratiche e teoriche):
Antropologia della danza e Storia della danza etnica (prof. P. Gala, antropologo): 5 h.
Tecnica dei balli calabresi (T. Biagi, P. Gala, S. Gala e T. Miniati): 11h.
Tecnica dei balli campani (T. Biagi, P. Gala, S. Gala e T. Miniati): 9 h.
Etnomusicologia (M° L. Stabile): 1 h.
Gli alberi della memoria: incontri con i depositari della tradizione: 6 h.

REPERTORI DIDATTICI
Balli calabresi: Tarantelle e pastorali del Pollino, tarantella silana, tarantelle “figurate” del Reventino e delle Serre, villanella d’Aspromonte e reggitana, balli-gioco, scotis, quadriglia Balli campani: balli sul tamburo (vari stili) dell’area vesuviana e domiziana, ballarelle del Matese casertano e balli del Sannio.

CORSI DI MUSICA
Corsi di strumenti e canto della tradizione calabra tenuti da musici calabresi.
organetto reggitano (due bassi): Paolo Martino
tamburello calabrese: Mattia De Luca
canto popolare calabrese: Gerardo Bonifati

OSPITALITÀ
I partecipanti saranno alloggiati gratuitamente dalla Pro Loco del Pollino nell’Istituto Alberghiero di Castrovillari (stanze da 2, 3 e 4 letti con bagno in camera). Portarsi lenzuola e biancheria personale. Vitto: I pasti di cucina tradizionale calabro-lucana saranno consumati a prezzo convenzionato di 20 € al giorno (colazione, pranzo e cena).presso il refettorio dell’Istituto e saranno preparati da cuochi locali.  Servizio ai tavoli a turno da parte dei partecipanti. Altra sistemazione: Castrovillari è la più importante cittadine della Calabria settentrionale, dove è facile trovare altre strutture ricettive (alberghi, B&B, appartamenti privati, ecc), chi vuole servirsi di tale soluzione a proprie spese è invitato a prenotare prima possibile. L'organizzazione di Estadanza fornirà elenchi di punti di accoglienza.

VISITE, INCONTRI e FESTIVAL ETNO-JAZZ
Durante il corso di base vi saranno incontri con tradizioni ed escursioni artistiche e ambientali (parco nazionale del Pollino, Morano Calabro) in zona. Quattro serate di festival Etno-jazz e feste nei paesi vicini.

COME ARRIVARE
Castrovillari è collegata in autobus con le principali città italiane, in ferrovia con Cosenza e in auto si trova lungo la Salerno-Reggio Calabria. Per informazioni sui mezzi pubblici potete chiedere alla segreteria di Estadanza.

Estadanza in Abruzzo
Accademia di Danza Etnica Abruzzese
ORSOGNA (CH)
70aa edizione di Estadanza
6 - 12 agosto 2018

Torniamo dopo molti anni nell’Abruzzo meridionale, e precisamente a Orsogna, terra di un ballo speciale: la cotta, ossia una jota spagnola trapiantata da secoli in questa zona. Grazie alla collaborazione col gruppo folk “La figlia di Jorio” e il comune di Orsogna, nasce una nuova dimensione di Estadanza in un ambiente ospitale e cordiale. Anche qui gli “Alberi della memoria”(incontri con gli anziani), escursioni ecologiche sul massiccio della Majella, visite artistiche nei centri limitrofi e una rassegna di musica popolare abruzzese. Le danze locali saranno insegnate da esperti del paese, mentre i ricercatori dell’Ass. Taranta insegneranno altre danze dell’area frentana. Un convegno di studi su “Abruzzo: tradizioni oggi”, le lezioni teoriche di Antropologia e Storia della danza, tanti video di ricerca per osservare forme e contesti originali dei balli e tante relazioni umane fra partecipanti e abitanti del luogo arricchiranno l’esperienza di una settimana vissuta insieme fra tutti i partecipanti. Festeggeremo così la settantesima edizione di Estadanza.

Orsogna, paese distrutto dalla guerra e terra di partigiani della Majella, conserva gelosamente alcuni balli particolari come la cotta e la scioveta, inoltre ha uno dei gruppi folkloristici più antichi dell’Abruzzo: “La figlia di Jorio”. 

Sono previsti due corsi diversi:

ATTIVITÀ DIDATTICHE (29 ore di lezione)
Antropologia e Storia della danza (prof. Gala, antropologo): 5 h.
Tecnica del ballo (membri del gruppo folk “La figlia di Jorio”, Biagi, Gala P., Gala S., Miniati): 18 h. Gli alberi della memoria: incontri con depositari di tradizione: 3 h.
Convegno di studi: “Abruzzo: tradizioni oggi”: 3 h.

REPERTORI COREUTICI:
Balli abruzzesi: saltarella, cotta, scioveta, danzo, ‘ntriccicapiedi, saltarella di Castelfrentano (in cerchio, a quattro, a tre e in coppia), mazurka scambiata, lu sciottë, lu scagnariello, quadriglia e balli gioco.

SCUOLA DI MUSICA POPOLARE
Corso di organetto (minimo 3 partecipanti): insegnante Stefano Rosica (10 h.)
Corso di tamburello abruzzese (minimo 5 partecipanti): Pino Gala (10 h.)

OSPITALITÀ
Sistemazione gratuita: i partecipanti alloggeranno nella Scuola primaria di Orsogna in aule munite di 4-5 letti (posti limitati). Portarsi lenzuola e biancheria personale. Le lezioni di danza e di teoria si terranno presso il palazzetto dello sport. Lezione teoriche nel teatro della scuola primaria. Altra sistemazione: in strutture locali a pagamento. La segreteria di Estadanza fornirà informazioni. Vitto: mensa presso Scuola primaria con pasti tradizionali abruzzesi preparati da cuoche locali.

VISITE, INCONTRI e CONCERTI
Durante le giornate estadanzine ci saranno escursioni artistiche ed ambientali (città d’arte e Majella), incontri con anziani e artigiani, concerti serali di musica abruzzese. Esibizione del gruppo folk “La figlia di Jorio” di Orsogna.

COME ARRIVARE
Orsogna è a 16 km da Ortona, città collegata con ferrovia, autostrada e autobus lungo la costa adriatica con le principali città italiane. Per informazioni sui mezzi pubblici potete chiedere alla segreteria di Estadanza.

COSTI, ISCRIZIONI E INFORMAZIONI
• Corso di balli calabresi e campani a Castrovillari: € 100
• Corso di balli abruzzesi a Orsogna: € 100.
• Corsi di strumenti musicali: € 6 ad ora.
• Tutti i corsi di ballo in Calabria e Abruzzo: € 150.
• Costo del vitto: 20 € al giorno (colazione, pranzo e cena): il vitto
diventa parte integrante del costo complessivo del corso (eccetto per i
locali).
.  Obbligatoria la tessera 2018 dell’Ass. Cult. Taranta (€ 15).
• Alloggio gratuito (nelle condizioni suddette).

ISCRIZIONI
Chi vuole iscriversi deve telefonare o scrivere in associazione per ottenere la disponibilità dei posti, ricevuto l’assenso, deve compilare un apposito modulo d’iscrizione e versare l’anticipo di € 50 sul c/c postale sottoscritto (o per bonifico bancario), precisando il tipo di corso cui vuole partecipare e il proprio recapito (con telefono); la rimanente cifra verrà poi saldata all’inizio della manifestazione.

MODALITA’ DI PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI:
C/c postale N° 26456509 intestato a Choreola / Taranta - Via Alfani 51 - 50121 FIRENZE 
Coordinate bancarie: Cassa Risparmio Firenze - Via Bufalini, 6 –
IBAN IT52 O061 6002 8000 0009 6161C00 - BIC/swift: CFRIIT3FXXX

INFORMAZIONI
Tel. Mobile:  347-6186994 / 340-5131771 / 347-5000000
Sito: www.taranta.it Mail: taranta@taranta.it
Facebook: Taranta Tradizioni Popolari (pagina e profilo)

AVVISI
L’Ass. Cult. “Taranta” non ha fini di lucro. Le entrate dei corsi, detratte le spese di segreteria e degli operatori esterni, sono devolute alla ricerca e alle pubblicazioni. L'organizzazione si riserva i diritti di accettazione delle iscrizioni e di eventuali variazioni del programma. È vietato filmare le manifestazioni della rassegna senza autorizzazione. I corsi sono gratuiti solo per i collaboratori e i residenti del posto (solo tessera associativa).
_________________________________________________________________________________

I BALLI GIOCO IN ITALIA
Proposta didattica di Giuseppe M. Gala

La Federazione Italiana Tradizioni Popolari, in collaborazione con il Comitato Regionale Lombardo FITP e con partner il Gruppo Folkloristico "I Tencitt" di Cunardo (VA), ha il piacere di comunicare che è stato organizzato uno stage Nazionale di Formazione per i propri iscritti e per gli appassionati di danza popolare.

IMPORTANZA DEL BALLO-GIOCO NELLA STORIA E NELLA FORMAZIONE
Spesso nella didattica scolastica e nelle rappresentazioni dei gruppi folkloristici si trascura una componente importante del vasto repertorio del patrimonio culturale italiano. Per secoli in assenza di strutture istituzionali per l¹istruzione dei ragazzi delle classi meno abbienti, queste hanno provveduto a formare e istruire le nuove generazioni in modo originale, intelligente e accattivante. Un mezzo educativo di grande efficienza è stato il ballo-gioco, che di solito univa arti diverse (canto, musica, danza) a scopo formativo: insegnar divertendo,  apprender giocando. Uno degli elementi più importanti del ballo popolare è infatti la sua efficace funzione ludica. Ballare per divertirsi e giocare col corpo, il canto, la musica, le persone e gli oggetti sono attività antichissime, che la tradizione popolare ha perpetuato sino a noi, ricavandone sia un effetto spettacolare che un¹efficacia pedagogica. Il progetto di Corso di Formazione specialistico propone una riflessione culturale sull¹argomento e l¹apprendimento esecutivo di numerosi balli-gioco direttamente attinti dalla tradizione di varie regioni italiane mediante una ricerca quarantennale sul campo. Il partecipante si troverà di fronte con immensa sorpresa ad una inaspettata ricchezza coreutica, arrivata sino ai giorni nostri grazie al carattere perpetuativo e identificante della tradizione. Balli cantati, balli pantomimici, balli di competizione giocosa, balli allusivi, balli di abilità intuitive e inventive, balli di improvvisazione estemporanea, ecc. hanno educato per secoli sia i piccoli che i grandi, hanno trasmesso competenze ed hanno costituito privilegiati percorsi per una piacevole socializzazione.

PERCORSO DI METODOLOGIA DIDATTICA
Premessa fondamentale: chi partecipa a questo corso deve essere pronto e disponibile a giocare e a farsi prendere dal "piacere del divertimento". Il corso è formativo, vuole dunque trasmettere conoscenze e creare competenze pluridisciplinari in questo settore: il partecipante si muoverà agilmente fra antropologia culturale e pedagogia, fra storia e etnomusicologia, fra etnocoreologia e tecnica dello spettacolo. L¹apprendimento in questo seminario procederà non solo attraverso i soliti canali della lezione frontale, dell¹ascolto guidato di musiche etniche originali, della visione critica di documentari video di etnografia coreutica e di assunzione delle tecniche esecutive degli stessi balli, ma anche mediante interventi di partecipazione attiva nell¹analisi delle finalità didattiche e la compilazione di schede di funzionalità formativa di ciascun esempio appreso. Inoltre l¹apprendimento di notizie storiche sui balli stessi, l¹inquadramento antropologico delle funzioni socio-psicologiche del gioco danzato, l¹acquisizione tecnica delle strutture e dei caratteri cinetici di ciascun modello studiato costituirà un valido bagaglio cognitivo per ogni partecipante. Tale cumulo di competenze potrà essere utilizzato: 1. per trasferire ai gruppi folkloristici tali repertori e arricchire i repertori degli spettacoli, 2. per proporre progetti POF nelle scuole e condurli con adeguata preparazione ed eventuali obiettivi finali (saggi spettacolari, grafici, performances di vario genere) 3. per avviare attività sociali in colonie estive, doposcuola per bambini, centri anziani, attività ricreative per crociere, animazioni in villaggi turistici, intrattenimento sociale in feste e incontri, ecc.

REPERTORIO DEI BALLI
La scelta del repertorio didattico privilegia quei balli-gioco presenti nell¹Italia centro-settentrionale. Essendo un repertorio molto vasto, il numero di esempi insegnati verranno selezionati in base a tipologie tematiche e ai tempi medi di apprendimento dei partecipanti. Si tratta di modelli sia per bambini che, e soprattutto, per adulti: Girotondo / L¹acqua corre alla borrana / Mamma pollaiola / La bella lavanderina / Madama Dorè / Il tempo delle ciliegie / O Maria Giulia / Ho perso la cavallina / Farfallina bella e bianca / Rosa rosella / La lunga tela / Ballo della sorte / Ballo del chiamo o dell¹invito / Ballo imperiale / Ballo dell¹ahimè o del ferì / Ballo della mela / Ballo del sospiro / Ballo del bacio / Ballo della sorca / Ballo della lepre / Ballo della volpe / Galletto / Ballo dell¹uccellaccio / Ballo del merlo / Ballo dell¹orso / Ballo del riccio / Ballo dei gobbi / Ballo di Mantova (Baraben o ballo del morto) / Bal de l¹umbrela / Ballo del barbiere / Ballo della lavandaia / La lavanderina / Forze d¹Ercole / Moulinet / Ballo del scialle / Ballo della scopa / Ballo della spazzola / Ballo della sedia (seggiola o cadrega) / Ballo del fiasco / Ballo dello specchio / Ballo del frustino / Ballo della
candela / Quadriglia o Contraddanza.

STRUTTURA E REQUISITI DEL CORSO DI FORMAZIONE
Ampia sezione pratica in cui si apprendono la corretta esecuzione tecnica dei balli-gioco e le capacità a condurli; € sezione teorica nella quale si ripercorrono storicamente l¹esistenza di alcuni balli e si analizzano le ³funzioni²  educative e socio-culturali di ogni ballo-gioco. A supporto delle lezioni teoriche si visionano alcune sequenze filmateche documentano le modalità reali di esecuzione dei balli nelle tradizioni originarie. - Ore teoriche: 6 - Ore tecniche: 13 Oggetti da portare: fazzoletto, arancia, ampio foulard. Oggetti in dotazione del corso: scopa, spazzola, cintura, fiasco, mele, barattolo di marmellata, spago, cucchiai, carta di giornali, sciarpa o foulard, specchio, varie sedie. Supporti tecnici: amplificazione audio per compact disc, videoproiettore con amplificazione audio, microfono.

DOVE
Lo stage sarà tenuto presso la palestra dell¹ Istituto Comprensivo ³Vaccarossi² in Cunardo (VA), Via Ronchetto. L¹alloggiamento dei partecipanti sarà presso Motel Pegaso, Via Statale, Marchirolo (VA). I pranzi e le cene saranno tenuti presso la sede sociale del Gruppo Folk I Tencitt, in Cunardo (VA), Via Leopardi 1.

DURATA E DOCENTI
Il corso di formazione sarà effettuato con un programma di 20 ore (teoriche e tecniche).
La didattica sarà tenuta dai seguenti docent:
Prof. Giuseppe Gala, antropologo della danza e membro della Consulta scientifica FITP)
Dr. Tiziana Miniati, ricercatrice
Prof.sa Sabina Gala, ricercatrice e antropologa.

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE
Saranno possibili comunque tre differenti modelli di partecipazione : a) solo corso e coffe Breack; b) corso, coffe breack + 2 pranzi (sabato e domenica) c) corso + pensione completa (2 pranzi, 2 cene + pernottamento + coffee breack.

COSTI
I costi saranno per le tipologie di partecipazione sono le seguenti : a) solo corso E. 60,00; b) corso + 2 pranzi E. 90,00; c) - corso + pensione completa in camera singola E. 220,00 - corso + pensione completa in camera doppia E. 180,00 - corso + pensione completa in camera tripla E. 170,00. Si precisa che non si accettano iscrizioni parziali o intermedie e che il costo è unico ed indivisibile, anche per partecipazioni parziali.

INFORMAZIONI & ISCRIZIONI
I trasporti garantiti sono esclusivamente alla mattina dall¹ Hotel alla palestra, ed alla sera dopo la cena per l¹ hotel. La gestione economica della manifestazione sarà gestita dal Comitato Regionale Lombardo FITP. Si precisa che l¹iscrizione verrà perfezionata esclusivamente con il versamento della quota del 30 % di acconto sul totale, a mezzo bonifico sul seguente conto bancario: IBAN: IT 13 W 02008 11108 000101820309 Intestato: F.I.T.P. COMITATO REGIONALE LOMBARDO Copia della ricevuta di versamento è da inviare a mezzo email per conferma prenotazione all¹ indirizzo : fnicola@libero.it Le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento di 40 iscritti oppure il 10 giugno 2018 anche con numero inferiore. La scadenza di prenotazione dell¹alloggio convenzionato è invece il 4 giugno. L¹acconto versato non sarà restituito in caso di assenza. Il programma dettagliato verrà distribuito ai partecipanti all¹ arrivo. Il ritrovo è a Marchirolo presso il Motel Pegaso, il 15 giugno 2018 ore 15.00, per coloro che dovessero prendere possesso della camera, ed alle ore 16.00 presso la palestra per tutti. L¹inizio del corso sarà alle ore 17.00 di venerdì 15 giugno presso la palestra dell¹ istituto scolastico in Cunardo, Via Ronchetto. A chiusura del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione con partenza da Cunardo il giorno 17 giugno 2018 alle ore 17.30.
________________________________________________________________________________

FRANCO MORONE
Workshop di Chitarra Fingerstyle 2018

Seminario di chitarra acustica in un casale della campagna marchigiana. I chitarristi meno esperti apprendono le tecniche fingerstyle di base migliorando tecnica e musicalità. I più esperti perfezionano la loro formazione seguendo un programma graduale e personalizzato. Le iscrizioni hanno un numero limitato di quattro partecipanti. Lezioni: Solfeggio ritmico, ear training, scale, nozioni base di armonia, arrangiamento e composizione, accordature alternative, bottleneck, harp style, percussioni mano destra e argomenti specifici richiesti. Programma: Il programma delle lezioni è organizzato in relazione al livello di esperienza di ogni singolo partecipante (base, medio, avanzato) e dei generi musicali preferiti (blues, jazz, celtico, tradizionale italiano, etnico ed accompagnamento brani cantati).

Da Martedì 24 a Domenica 29 Luglio 2018 
Malosco Trento
Cinque giorni con Franco in un hotel immerso nella quiete del bosco!
Annual Fingerstyle Guitar Workshop
Casa Alpina - Malosco
contact@francomorone.it 

________________________________________________________________________________

Assisi Suono Sacro aperte le iscrizioni alle Masterclass
In cerca del musicista illuminato

Sono aperte le iscrizioni per le Masterclass organizzate da Assisi Suono Sacro 2018, l’appuntamento oramai annuale che sta sempre più diventando elemento centrale del Festival omonimo, ma soprattutto un vero e proprio laboratorio per la costruzione di un musicista ispirato e illuminato. Al centro, infatti, dei corsi come del Festival la vocazione alla ricerca del valore universale della musica e del suo intrinseco rapporto con la profondità di una dimensione spirituale del fare arte. Tutti i corsi si terranno al centro di Assisi, si svolgeranno nel mese di agosto 2018 dal 5 al 25 e coinvolgeranno un corpo docente altamente qualificato,provenienti ad esempio da Conservatori italiani, università americane, Teatro alla Scala ecc., musicisti ed esperti musicali di fama internazionale. Assisi Suono Sacro propone tre tipologie di corsi e masterclass: corsi che preparano gli allievi all’arte della creazione e della composizione musicale, corsi classici di interpretazione musicale ed un ciclo di seminari che spazia dall’improvvisazione alle nuove frontiere della musica. Nello specifico: Per il corso di Composizione e pratica compositiva, il docente sarà Stefano Taglietti, lo stesso che terrà il  Corso di Composizione per ragazzi. Altro Corso di Composizione, sarà tenuto dal maestro  Carlo Forlivesi. Il Corso d’improvvisazione:  Real Time, sarà invece tenuto da  Cork Maul. La Masterclass di interpretazione prevedono il Corso di formazione orchestrale giovanile, diretto da  Francesco Seri;  il Corso di violoncello tenuto da Giacomo Grava; il Corso di violino tenuto da Patrizio Scarponi; il Corso di chitarra, tenuto da  Vincenzo Giura; il  Corso di canto lirico tenuto da Maria Grazia Pittavini; il Corso di Flauto, tenuto da  Valeria Desideri; il Corso di Clarinetto, tenuto da Gianluigi Caldarola; il Corso di Corno, tenuto da  Valerio Maini; il Corso di Arpa, tenuto da Maria Chiara Fiorucci; il Corso di  Pianoforte, tenuto da Michele Fabrizi e infine  il Corso di violino, di Stefano Pagliani. I cinque seminari in programma sono:  Il Tao dell’Improvvisazione, di  Daniele Roccato; Corso sull’uso della voce per cantanti ed attori,  di Alfonso Gianluca Gucciardo; Musica e visual Media, di  Marco Testoni; Flauto, dalle tecniche estese alle nuove musiche ed Il musicista ispirato di Andrea Ceccomori. Accanto ai corsi sono previsti numerosi concerti degli allievi e dei loro insegnanti che animeranno la città di Assisi durante tutto il periodo in spazi tipici,  e particolari appositamente destinati dalla città come chiese, musei, sale comunali, spazi aperti ecc. insieme ad altri concerti di carattere più festivaliero con artisti internazionali da Austria, Giappone e altri paesi ed un particolare concerto dedicato agli animali e le cui date ed eventi saranno resi noti nelle prossime comunicazioni. 

Maggiori informazioni sui corsi e su tutti i docenti sono disponibili sul sito assisisuonosacro.eu. Le iscrizioni scadono il 15 giugno.