Stages

Corsi, Stage e tutto ciò che riguarda la formazione musicale in ambito folk e world

17-20 Agosto 2017 
NYCKELHARPA CAMPUS con Annette Osann
Teacher: Annette Osann
Level. MEDIUM
Teaching Languages: Italiano, English, Deutsch, Francais

 

Italiano
Quest’estate la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli vi propone un corso di specializzazione nella musica antica con Annette Osann, adatto a studenti di livello medio. Il corso si terrà dal 17 al 20 agosto a Bertinoro e sarà un corso parallelo alla Early Music Master Class di Marco Ambrosini (www.summermasterclasses.eu). Repertorio: J.S.Bach, Cabezón, Uccellini, Falconieri
diapason la 415 Hz. Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a email: info@bertinoromusica.it
_______________________________________________________________________________

Rom Summer School 
Vacanze estive interculturali
Seconda Edizione
dall’1 all’8 Agosto 2017 a Lanciano (CH)


Vacanze-studio interculturali.  Corsi di 4 ore di Storia e cultura romanì, Lingua romanì, Letteratura romanì, Canti e musiche romanès, Teatro Rom, danze romanès (con insegnante qualificata).  Pranzi e cene presso famiglie Rom italiane. Cene con gastronomia tipica romanès, musiche, canti e danze con l'Alexian Group. Un evento a favore della cultura romani e delle famiglie Rom e per favorire conoscenza e rispetto.  I partecipanti avranno modo, nelle ore libere, di vedere film documentari sul mondo Rom (gratuitamente) e di visitare luoghi interessanti come: il Miracolo Eucaristico di Lanciano, il Centro Storico di Lanciano, il Castello Ducale di Crecchio, il Castello Aragonese di Ortona, la Costa dei Trabocchi, la Casa Natale di Gabriele D'Annunzio e di Ettore Flaiano a Pescara, l'Istituto Tostiano ad Ortona e tantissimi altri luoghi culturali, luna park di famiglie Rom. Un'esperienza unica a un prezzo assolutamente contenuto. I nostri corsi: Corso di lingua romani; Corso di canti e  musiche romanès; Corso di storia e cultura romani; Corso di danze romanès; Corso di letteratura romani;  Corso di teatro Rom, Ogni corso è di 4 ore.  La quota di partecipazione è di € 400,00 comprende: Alloggio in struttura convenzionata (per richieste particolari la quota è da  concordare). Pranzi e cene presso famiglie Rom  con gastronomia romani. Festa finale   con canti, musiche e danze romanès.  Come partecipare:  Per partecipare è necessario prenotare entro e non oltre il 20 luglio 2017 contattando il 340 6278489 o inviando una mail a Spithrom@webzone.it. La quota di partecipazione deve essere versata per intero entro il 25 luglio sul CCP intestato all’Associazione Thèm Romano n° 201665   IBAN: IT46Z0760115500000000201665

L’intera iniziativa verrà realizzata  previo il raggiungimento di un gruppo minimo di 20 persone
 ________________________________________________________________________________

EARLY MUSIC SUMMER MASTER CLASSES
17 – 20 August 2017
Scuola Musicale “Dante Alighieri” Bertinoro
C.E.U.B. – Bertinoro – Italy
in co-operation with:
Fondazione Alma Mater, Music and Arts University of the City of Vienna and the
Musikhochschule Trossingen Music University

From 19th to 20st August 2017, placed at the CEUB Bertinoro, for the fourth time several Master Classes for Early Music will be organized in co-operation with three major European University Institutions: the Fondazione Alma Mater of Bologna (Italy), the Music and Arts University of the City of Vienna (Austria) and the Trossingen University of Music (Germany). The classes will be held as part of the 25th edition of the Summer Master Classes organized by the Musical Institute “Dante Alighieri” of Bertinoro. Artistic Direction: Marco Ambrosini. Languages: Italian, German, Spanish, French and English. The master classes are considered as a great opportunity to meet international musicians interested in the study and improvement of Early Music. The four teachers Marco Ambrosini, Michael Posch, Lorenz Duftschmid, and Maria Luisa Baldassari are active not only as interpreters of international fame, but also as teachers in various European Music High Schools. The master classes will begin Thursday, August 17th in the afternoon and end on Sunday, August 20st at noon. On Saturday evening, the 19th of August students and teachers will perform together a concert in the Cathedral of Bertinoro.

In co-operation with:
C.E.U.B. Centro Residenziale Universitario Bertinoro
________________________________________________________________________________

WORKSHOP
I SAMURAI E L’ARTE DELL’ORGANETTO
The Samurai and the art of Accordion
Workshop around European accordion Music
FORLIMPOPOLI (FC) ITALY
24 – 25 – 26 August 2017

Riccardo TESI
l’organetto italiano fra tradizione e innovazione
The Italian accordion between tradition and innovation
  
Markku LEPISTö
L’organetto Finlandese, tradizione e novità
Traditional and new finnish accordion
Level: medium
To learn some best of the traditional finnish accordion tunes and to explore some new playing techniques with contemporary finnish compositions.
  
David MUNNELLY
Musica Irlandese. Irish music.
Learn to play some traditional Irish dance tunes connected with th island of Ireland and also study the ornaments of the music and see how different it is to music in Europe.

Simone BOTTASSO
L’organetto del futuro: groove e minimalismo
The accordion of the future: Groove and minimalism
Livello: medio. Level: medium
Come usare il ritmo e le variazioni melodiche per l’arrangiamento e la composizione di “musica groovosa” per organetto. In pratica quel sound che tutti i compositori, da Stravinsky a Reich, hanno cercato invano per anni, non essendo a conoscenza dell’esistenza dell’organetto

Informations and enrollment: info@bertinoromusica.it info@musicapopolare.net

Regular participants: € 100
Accomodation in a conventioned Hotel in Forlimpopoli
single room + breakfast: € 35/day
• double room with breakfast : € 30/day
• single room + breakfast + Dinner : € 50/day
_________________________________________________________________________________

ESTADANZA
LABORATORIO NAZIONALE DI DANZA TRADIZIONALE ITALIANA
34° anno – 68a edizione
Castrovillari (CS) 
24-31 luglio 2017

TRADIZIONI A CONFRONTO:
danze e musiche di Calabria e Puglia

Prosegue la lunga vita di Estadanza, prima rassegna didattica estiva sulle danze tradizionali in Italia. Per il terzo anno consecutivo siamo ospitati in Calabria dalla Pro Loco del Pollino della bella cittadina di Castrovillari, in contesti culturali calabro-lucani. Confluisce in questa manifestazione la più vasta esperienza di ricerca sul campo dell’Etnodanza italiana. Uno studio meticoloso e penetrato in innumerevoli realtà locali per oltre 40 anni di ricerca ha permesso di estrarre e documentare varie centinaia di esempi di balli contadini, molti dei quali sono andati perduti presso le nuove generazioni. Un archivio dunque preziosissimo per andare oltre le generalizzazioni che oggi si fanno dei balli folk, utile anche agli stessi giovani dei luoghi di origine che possono ritrovare tracce delle proprie radici espressive. Uno scaffale di iniziative. Un’edizione anche quest’anno ricca di iniziative e opportunità di conoscenza: Vari seminari didattici di danza popolari (Calabria e Puglia). Corsi di musica (organetto, tamburello, zampogna, fisarmonica). Lezioni teoriche di Antropologia della danza. Lezioni di Antropologia del tarantismo. Visione guidata di filmati inediti di ricerca e di archivi storici. Convegno sullo stato di conservazione e tutela del patrimonio etnico in Calabria. Incontri e feste con anziani, ballerini e musicisti dei paesi della zona del Pollino. Concerti di ascolto e da ballo del festival Etno-jazz “SUONI”. Visite a centri storici, scavi archeologici e a collezioni particolari. Visite a musei d’arte, di archeologia, arte sacra e di cultura contadina.Visite a laboratori artigianali di zampogna, ciaramella e tamburelli. Gastronomia locale.

CORSI DI DANZA POPOLARE
Corso di balli popolari calabresi
Ore 10 – Insegnanti: Pino Gala, Tiziana Miniati e Tamara Biagi
Il corso farà svolgere ai partecipanti un viaggio culturale nelle varie forme di tarantelle calabresi. Si comincia con i balli dell’area del Pollino, una delle aree più conservative dell’etnografia italiana, dove rimane la presenza delle pastorali, tarantelle arcaiche dalle forme fortemente iterative e perciò terapeutiche. Inoltre il quadro calabro-lucano di questa zona di transizione culturale vede la presenza di tarantelle in cerchio, a quattro e in coppia, oltre alle danze delle comunità arbresh. Il viaggio continuerà attraverso la Sila sino all’area aspromontana. 
Repertorio: tarantelle e pastorali del Pollino, tarantella silana, scotis, tarantella figurata del Reventino, villanella bagnarota.

Corso di balli popolari pugliesi
Ore 7 – Insegnanti: Pino e Sabina Gala
Nell’imperversare di centinaia di corsi di neo-pizzica (o come va di moda ora “taranta”) e di trasformazioni artistiche di modelli originari che quasi nessuno conosce (perché la tradizione coreutica era in gran parte già finita negli anni ’70-’80), riteniamo sia utile continuare a far conoscere i modelli tradizionali originari, in modo da fissare un punto di partenza storicamente e filologicamente definito di ballo contadino.
Repertorio: pizzica pizzica del capo d’Otranto e Cisternino, tarantella di Carpino, tarantella altamurana, scozië di Cisternino.

Mini corso di balli gioco
Ore 3 – Insegnante: Tamara Biagi e Sabina Gala
Poca importanza sinora è stata data ai balli-gioco: si tratta di balli divertenti e di intrattenimento sociale. Attinti in varie zone d’Italia, essi esercitano anche rilevanti funzioni pedagogiche e aggregative.

Mini corso di tarantella di Montemarano
Ore 3 – Insegnanti: Pino Gala e Tiziana Miniati
Approfittando della presenza dei musici di Montemarano al festival dei “Suoni”, un minicorso trasmetterà i caratteri essenziali della tarantella in cerchio e a quattro.

ATTIVITA’ CULTURALI
Antropologia del tarantismo
Ore 4 – prof. Eugenio Imbriani – Univ. del Salento
La coreo-terapia è un fenomeno storico di larga diffusione mediterranea, ma soprattutto presente in Puglia; essa incuriosisce e affascina ancora oggi molte persone. Ripercorrendo le fonti storiche e gli importanti studi
sull’argomento, si cercherà di comprendere con quante lenti nel tempo è stato osservato il fenomeno e come su di esso sono mutate le varie interpretazioni.

Antropologia della danza
Ore 3 – prof. Giuseppe Gala – Ass. Taranta
Numerose questioni da dirimere: dall’importanza della danza nelle tradizioni contadine alla sua dispersione graduale e irrimediabile, dalle fonti storiche allo stato attuale della documentazione scientifica, dalle
contaminazioni odierne alle visioni nostalgiche e spettacolari. Il tutto condito con video recuperati durante la ricerca.

Convegno di studi
Estadanza è quest’anno la sede per un convegno nazionale che faccia il punto sugli studi e sulla tenuta delle tradizioni in Calabria e sulla tutela del patrimonio immateriale delle culture locali. In particolare si metteranno a fuoco anche quelle attività di rivalorizzazione e di rifunzionalizzazione di espressioni della tradizione. Partecipano antropologi, ricercatori e insegnanti di danza calabrese.

CORSI DI MUSICA POPOLARE
Ore 10 - Suonatori della zona insegneranno dopo pranzo vari strumenti secondo stili e repertori locali. Per gli allievi di organetto e fisarmonica è consigliabile venire muniti dello strumento.
Organetto a due bassi: Paolo Martino (villanelle reggitane)
Zampogna, ciaramella, fisarmonica: Luigi Stabile (repertorio nord-calabrese)
Tamburello: Giuseppe Longo (stili calabresi)

OSPITALITÀ
I partecipanti saranno alloggiati gratuitamente dalla Pro Loco del Pollino nell’Istituto Alberghiero di Castrovillari in camere da 2-3 letti. Portarsi le lenzuola. I pasti con cucina calabro-lucana saranno consumati presso il refettorio.

VISITE, INCONTRI e FESTIVAL ETNO-JAZZ
Vi saranno incontri con anziani dei paesi limitrofi e con la cultura arbresh(albanese), escursione nei centri storici della zona e nel parco nazionale del Pollino. Quattro serate del festival Etno-jazz, e feste nei paesi
vicini.

COSTI
• Corso intero di balli calabresi e pugliesi: € 110.
• Corsi di strumenti musicali: € 6 ad ora.
• Alloggio gratuito (nelle condizioni suddette).
• Costo del vitto: 20 € al giorno (colazione, pranzo e cena).
• Obbligatoria la tessera 2017 dell’Ass. Cult. Taranta (€ 15).

ISCRIZIONI & INFORMAZIONI
Chi vuole iscriversi deve telefonare o scrivere in associazione per ottenere la disponibilità dei posti, ricevuto l’assenso, deve compilare un apposito modulo d’iscrizione e versare l’anticipo di € 50 sul c/c postale
sottoscritto (o per bonifico bancario), precisando il tipo di corso cui vuole partecipare e il proprio recapito (con telefono); la rimanente cifra verrà poi saldata all’inizio della manifestazione.

- C/c postale N° 26456509 intestato a Choreola / Taranta - Via Alfani 51 - 50121 FIRENZE
- Coordinate bancarie: Cassa Risparmio Firenze - Via Bufalini, 6 - IBAN IT52 O061 6002 8000 0009 6161C00

INFO
Tel +39-055295178 Mobile: 340-5131771 (Sabina) / 347-5000000 (Pino)/ 347-6186994 (Tiziana)/ 349-4312349 (Tamara)

L’Ass. Cult. “Taranta” non ha fini di lucro. Le entrate dei corsi, detratte le spese di segreteria e degli operatori esterni, sono devolute alla ricerca e alle pubblicazioni. L'organizzazione si riserva i diritti di accettazione delle iscrizioni e di eventuali variazioni del programma. È vietato filmare le manifestazioni della rassegna senza autorizzazione.
____________________________________________________________________________
 _________________________________________________________________________

FRANCO MORONE

16 - concerto ore 21:00 - Parco de Priori - San Giovanni in Venere - Fossacesia - Ch 

Dal 23 al 27 - Seminario di chitarra acustica - Acoustic Guitar Records - Osimo - An
per informazioni ed iscrizioni replica da questa e-mail - info: www.francomorone.com

27 - concerto ore 21.00  Cortile Palazzo Zannini Mastri - Collina di Santa Maria Nuova - An 




7-9 Settembre 2017
Castiglion del Lago

L’idea del Campus – Festival dedicato alla Musica e Danza Popolare, rappresenta uno degli obiettivi fondamentali che l’Associazione Culturale ArtMusique intende perseguire insieme ad altre scuole di musica popolare, realtà associative e artisti che operano in questo settore. Riteniamo urgente la necessità di riscoprire le tradizioni artistiche popolari quali valori ineludibili capaci di  favorire creatività, amicizia, integrazione, accoglienza, tolleranza. Le espressioni dei popoli e delle culture, infatti,  se sapientemente armonizzate con le potenzialità di un territorio, possono contribuire allo sviluppo economico e culturale di una comunità. Da questa consapevolezza, la volontà di sviluppare il progetto creando collaborazioni con quanti, impegnati per lo sviluppo del territorio, si prodigano per offrire ai visitatori la migliore ospitalità in termini di servizi e di opportunità. Il progetto è realizzato a Castigliane del Lago, comune della provincia di Perugia situato su uno sperone calcareo.  Dall’alto della Rocca del Leone, la vista si perde nell’ammirazione del lago Trasimeno e dei territori circostanti. La scelta della location intende indicare al partecipante lo stato d’animo di predisposizione: l’apertura verso nuovi orizzonti, verso “l’altro” inteso come parte integrante ed insostituibile per la realizzazione personale. Ecco perché ogni serata sarà dedicata alla festa-incontro con “l’altro” in amicizia e solidarietà. In quest’ottica il Campus intende proporre corsi di strumento e di danze quali momenti di apprendimento e di socializzazione.

Elenco delle proposte:

Tecniche Chitarra Flamenco | Giulio Cantore
Musica d’Insieme | Davide Castiglia
Violino Popolare Italiano | Gioele Sindona
Fiati Popolari | Goffredo Degli Esposti
Mandolino e Chitarra Battente | Silvio Trotta
Organetto Diatonico | Gianni Donnini
Percussioni a Cornice e Medio Orientali | Francesco Savoretti
Percussioni Latine | Paolo Marini
Percussioni Africane | Stefano Fabbri
Danze Popolari del Sud Italia | Franca Tarantino, Agata Scopelliti,
Maria Del Porto, Cristina Falasca e Alessandro Calabrese
Danze Greche | Andrea Pelliccia
Canto Popolare | Susanna Buffa
Didjiredoo | Paride Russo e Emilio Rossi

_______________________________________________________________________________


PUGLIA SOUNDS
Puglia Sounds Musicarium

All'interno del Polo delle Arti e della Cultura (PAD 115), realizzato dalla Regione Puglia e il Teatro Pubblico Pugliese , punto nevralgico dell’allestimento dell'81esima Fiera del Levante, una serie di attività mette in evidenza l'importanza del lavoro di tutti i soggetti che compongo la filiera dell’arte e della cultura. Un lavoro indispensabile per realizzare prodotti artistici e culturali sempre più qualificati e integrati, in grado di valorizzare e promuovere il patrimonio materiale e immateriale del territorio pugliese; in grado di incidere profondamente sulla crescita professionale di artisti e operatori. Il Polo delle Arti e della Cultura presenta gli aspetti che caratterizzano la strategia culturale della Regione Puglia ( Piiil Cultura Puglia , che vede la luce proprio a settembre): formazione, rete, multidisciplinarietà, innovazione. La formazione è al centro del Puglia Sounds Musicarium. Forte dell’esperienza della Medimex Special Edition dello scorso giugno, Puglia Sounds, dal 9 al 12 settembre (PAD 115) realizza, in una nuova edizione, il Puglia Sounds Musicarium: la scuola della musica di Puglia Sounds. Con il coordinamento del discografico Stefano Senardi e del giornalista Ernesto Assante la scuola è interamente dedicata ai mestieri della musica. In programma 28 lezioni da 120' l'una, dedicate a 14 diverse discipline. Il Musicarium attiva nuovi processi formativi offrendo occasioni di contatto diretto con il mondo della musica per un corretto inserimento e un’adeguata crescita professionale. I migliori docenti, ciascuno nel suo settore, terranno lezioni di Fotografia, Grafica, Web, Video, Produzioni, Management, Music Marketing per artisti, Impresa musicale e Live. Vocal coach, Scrittura testi e musiche, Palchi e luci, Tecnico de l suono. Ma anche comunicazione, con lezioni sul Giornalismo multimediale e Social Media Management in ambito musicale. Ogni classe è aperta a 20 studenti. Le iscrizioni si ricevono esclusivamente tramite il form online entro il 7 settembre sul sito del Medimex, a questo indirizzo:  http://medimex.it/puglia-sounds-musicarium/. Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio per le Arti e la Cultura nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali.
_______________________________________________________________________________

BORSE DI STUDIO: 
CONTRATTI DI EDIZIONE E DISCOGRAFICI, PRODUZIONE DI BRANI INEDITI 
SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER L’ANNO ACCADEMICO 2017/’18

“CMA” - Due corsi a scelta:
SONGWRITER'S e MUSIC PRODUCTION:

Impara a scrivere una canzone o perfeziona la tua scrittura.
Diventa un producer.

Due percorsi di alta formazione professionale dove autori, cantautori, compositori possono incontrarsi, collaborare e migliorare la propria scrittura grazie a lezioni mirate tenute da grandi professionisti del settore: Giuseppe Anastasi,  Giuseppe Barbera, Enrico Kikko Palmosi, Alfredo Rapetti Mogol (in arte Cheope), Antonio Vandoni.
Per saperne di più contatta la Segreteria di una delle due sedi:

LECCE:
DAMUS
Cell. 349 64 28 472 creativemusicarts@libero.it  

MILANO:
Ass. Mirò Music School
Cell. 349 56 98 579  info@miromusicschool.com
________________________________________________________________________________

Masterclass a Cremona Musica 2017
Un poker d’assi firmato “Accademia Nazionale di Santa Cecilia”

Tchakerian, Lupo, Fabiano e Sollima docenti d’eccezione per la giornata del 29 settembre con masterclass di violino, pianoforte, violoncello e musica da camera. Sul palco gli allievi dell’Accademia per un concerto

Sonig Tchakerian, Benedetto Lupo, Carlo Fabiano e Giovanni Sollima sono i quattro grandi docenti dei corsi strumentali di perfezionamento dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, e il 29 settembre a Cremona Musica 2017 saranno protagonisti di altrettante masterclass realizzate in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, una delle più antiche e prestigiose istituzioni musicali del mondo. I corsi di perfezionamento dell’Accademia di Santa Cecilia sono tra i più prestigiosi e selettivi, e i recenti successi internazionali degli allievi (tra cui spicca la giovane pianista Beatrice Rana, già acclamata star internazionale) sono una conferma della loro eccellenza. Nei giorni della grande esposizione di Cremona i visitatori potranno quindi entrare in diretto contatto con un’istituzione che ogni giorno produce musica ai più alti livelli, in un ambito ricco di stimoli artistici e culturali e con un immediato confronto con la dimensione professionale del far musica. In ciascuna delle quattro masterclass, il docente darà un esempio di come si svolgono le lezioni dell’Accademia di Santa Cecilia, con la presenza di un allievo effettivo dell’Accademia. Gli studenti che vorranno assistere potranno quindi conoscere l’approccio didattico dei quattro docenti, e raccogliere nuovi stimoli artistici e tecnici per implementare la propria conoscenza dello strumento e dell’interpretazione musicale. Il programma delle masterclass prevede nella giornata di venerdì 29 settembre:

Masterclass di violino con Sonig Tchakerian Dalle 9,30 alle 11 - Sala Amati
Masterclass di pianoforte con Benedetto Lupo Dalle 11,30 alle 13 - Sala Amati
Masterclass di musica da camera con Carlo Fabiano Dalle 15 alle 16,30 - Sala Amati
Masterclass di violoncello con Giovanni Sollima Dalle 17 alle 18,30 - Sala Amati

Per l’edizione 2017 di Cremona Musica sono in programma oltre 120 eventi tra concerti, seminari, masterclass, tavole rotonde, seminari, workshop, mostre e presentazioni con alcuni dei migliori esponenti del mondo musicale a livello mondiale. Ma non è tutto perché sempre il 29 settembre, nel pomeriggio, alle ore 14,00 si terrà il Concerto degli Allievi dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, sul palco per uno speciale concerto da godere nel pieno di Cremona Musica 2017.

I DOCENTI
Sonig Tchakerian, "violinista che all'esibizione virtuosistica aggiunge l'anima", l'interprete che "possesses an alluring cantabile which works wonders", che con "la cavata imperiosa e misurata" dialoga con Martha Argerich "scolpendo la Sonata di Schumann come un capolavoro romantico sofferto e commovente", che con un “suono vivo...nella doppia veste di solista e direttore, non si risparmia nella ricerca di colpi d'arco particolari”, è un personaggio inconfondibile nel panorama concertistico internazionale. Il suo carattere unisce all'umiltà meticolosa nello studio l'ardimento nell'interpretazione dove non vuole alcuna nota inerte, né una pausa o un fraseggio, vivendo in prima persona il linguaggio e le scelte degli autori. Per questo è stata più volte presentata come tra i protagonisti di quella libertà pur rigorosa che caratterizza un nuovo Bach. Di Bach è uscita per la Decca l'incisione integrale della Sonate e Partite per violino solo: Sonig vi è arrivata per un percorso con i grandi classici, e dalla messa a fuoco di opere fatte di pezzi diversissimi quasi segretamente uniti. Ha creato esperienze intense e coraggiose alle Settimane Musicali al Teatro Olimpico dove è responsabile artistico dei progetti di musica da camera, suonando con artisti famosi o divenuti tali, e insegna violino nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell'Accademia di Santa Cecilia in Roma.
Benedetto Lupo è considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, ha debuttato a tredici anni con il Primo Concerto di Beethoven, imponendosi subito in numerosi concorsi internazionali, tra i quali il "Cortot" ed il "Ciudad de Jaén” in Europa ed il "Robert Casadesus”, "Gina Bachauer" e "Van Cliburn" negli Stati Uniti. Nel 1992, quando la sua intensa attività concertistica lo vedeva già impegnato nelle Americhe, in Giappone ed in Europa, ha vinto a Londra il Premio "Terence Judd". Oltre alle sue registrazioni per numerose radiotelevisioni europee e statunitensi, Lupo ha inciso per TELDEC, BMG, VAI, NUOVA ERA e l’integrale delle composizioni per pianoforte e orchestra di Schumann per la ARTS. Nel 2005 è uscita una nuova incisione del Concerto Soirée di Nino Rota per Harmonia Mundi che ha ottenuto ben cinque premi internazionali, tra i quali il “Diapason d’Or”. Pianista dal vasto repertorio, Benedetto Lupo ha al suo attivo anche un’importante attività cameristica e didattica; tiene master classes presso importanti istituzioni internazionali ed è spesso invitato nelle giurie di prestigiosi concorsi pianistici internazionali. Dall’anno accademico 2013/2014 è titolare della cattedra di pianoforte nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, istituzione della quale, dal dicembre 2015, è accademico effettivo.
Carlo Fabiano ha iniziato a formarsi dopo l’incontro, nel 1975, con il M° Franco Claudio Ferrari, storica spalla dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia negli anni del dopoguerra, che all’epoca rientrava in Italia dopo una lunga e intensa carriera internazionale. Dal Maestro Ferrari, del quale è uno dei pochi allievi italiani, riceve cinque anni di insegnamenti, in seguito ai quali si diploma brillantemente in violino. Successivamente segue a Roma le lezioni e i consigli del Maestro Arrigo Pelliccia e inizia contemporaneamente una intensa attività professionale come violino di spalla e componente di numerosissimi complessi cameristici. Da sempre affascinato dalla musica da camera e attratto dal fare " musica insieme " nel 1981 fonda l'Orchestra da camera di Mantova della quale è da oltre trent'anni Konzertmeister, violino concertatore e direttore artistico. Da quel momento tutta la sua attività violinistica e musicale ruota attorno a questo complesso, con il quale ha suonato nelle sale più prestigiose e nei Festival più importanti in Italia, Austria, Germania, Svizzera, Lussemburgo, Belgio, Olanda, Danimarca, Francia ed anche in Medio Oriente, Asia, Nord, Centro e Sud America. Da sempre interessato ai problemi della didattica, dal 1980 è titolare della cattedra di violino, che fu del suo Maestro, al Conservatorio di Mantova e nel 2010 è stato nominato docente del Corso di Perfezionamento di Musica da Camera presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.
Giovanni Sollima nasce a Palermo da una famiglia di musicisti. Studia violoncello con Giovanni Perriera e Antonio Janigro e composizione con il padre Eliodoro Sollima e Milko Kelemen. Fin da giovanissimo collabora con musicisti quali Franco Ferrara, Claudio Abbado, Giuseppe Sinopoli, Jorg Demus, Martha Argerich, Philip Glass, Riccardo Muti, Yuri Bashmet, Gidon Kremer, Ruggero Raimondi e Patti Smith. La sua attività – in veste di solista con orchestra e con diversi ensemble (tra i quali la Giovanni Sollima Band, da lui fondata a New York nel 1997) - si dispiega fra sedi ufficiali ed ambiti alternativi: Brooklyn Academy of Music, Alice Tully Hall e Carnegie Hall (New York), Wigmore Hall e Queen Elizabeth Hall (Londra), Salle Gaveau (Parigi), Santa Cecilia, RomaEuropaFestival (Roma), Teatro San Carlo (Napoli), Kunstfest (Weimar), Kronberg Cello Festival, Time Zones Festival (Bari), Teatro Massimo, Amici della Musica (Palermo), Teatro alla Scala (Milano), International Music Festival di Istanbul, Cello Biennale (Amsterdam), Summer Festival di Tokyo, Biennale di Venezia, Ravenna Festival, “I Suoni delle Dolomiti”, Ravello Festival. A New York, in tutt’altro contesto, si esibisce anche alla Knitting Factory, tempio dell’underground, quando Justin Davidson (Pulitzer Price for Criticism 2002) lo fa conoscere negli USA come The Jimi Hendrix of the Cello. Parallelamente all’attività violoncellistica la sua curiosità lo spinge ad esplorare nuove frontiere nel campo della composizione attraverso contaminazioni fra generi diversi avvalendosi anche dell'utilizzo di strumenti orientali, elettrici e di sua invenzione. Dal 2010 è Accademico Effettivo e docente del corso di perfezionamento di Violoncello presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.