Stages

Corsi, Stage e tutto ciò che riguarda la formazione musicale in ambito folk e world

_________________________________________________________________________________

PROGRAMMA del ciclo 
"LAVORATORI A VOI DIRETTO È IL CANTO - LABORATORI DI CANTO SOCIALE"

«I CANTI DI PROTESTA, DI DENUNCIA, DI AFFERMAZIONE POLITICA E IDEOLOGICA, DI RESISTENZA, DI CONTRAPPOSIZIONE DAL PERIODODELL'UNITÀ [...] AD OGGI PROPRIO IN FUNZIONE DEGLI INTERESSI DELLE CLASSI LAVORATRICI, VENGONO DEFINITI [...] CANTI SOCIALI » (G.BOSIO)

La Associazione Culturale "Coro Garibaldi d'Assalto" promuove, in collaborazione con l'Istituto Ernesto de Martino, una serie di incontri per approfondire il concetto di canto sociale, riferito in particolare all'area meridionale del nostro paese, con specialisti dell'argomento, tanto nell'ambito della ricerca quanto dell'esecuzione musicale e canora. Il primo di questi incontri si terrà al Circolo ARCI "Le mi'bimbe" di Ardenza - via della Gherardesca, come contributo al rilancio di un quartiere devastato dall'alluvione del 10 settembre. Gli altri incontri, a partire da quello del 2 dicembre, si terranno nella Villa del Presidente della Provincia, in via Marradi 116. Il progetto è rivolto: Alle scuole di ogni ordine; Ai cultori di canto popolare; Alle altre corali di Livorno e della provincia; A cori omologhi di altre città; A chiunque interessi apprendere od anche solo ascoltare. Il calendario (soggetto a variazioni di cui sarà dato tempestivo avviso) è questo:

CARLO PESTELLI
l'intricata storia di "Bella ciao" 
4 novembre dalle 15.30 alle 23.30
Non c' è canzone al mondo capace di scatenare un'euforia collettiva come Bella ciao: nelle manifestazioni di protesta come in molte ricorrenze istituzionali, le note di Bella ciao sono una bandiera di libertà. Ma quando e in quali circostanze nasce questo canto così famoso? E come diviene un riferimento musicale internazionale? Laboratorio di canto: Studio ed esecuzione di "Bella ciao" in curdo, berbero, polacco con intervento di specialisti madrelingua. Presentazione del volume di Carlo Pestelli; concerto

MASSIMO FERRANTE
il canto sociale meridionale. 
2 dicembre dalle 15.30 alle 23.30
Lezione cantata: Unità d'Italia e sistema baronale contro le classi subalterne del Sud nei canti tradizionali e moderni. Laboratorio di canto: Studio e montaggio dei canti "Strina du Judeo", "Melissa" e "Tarantilla Joggesi" concerto

SALVATORE PANU
le diverse forme del canto popolare sardo 
20 gennaio dalle 15.30 alle 23.30
Etnomusicologo polistrumentista, il m° Panu diffonde, con concerti e laboratori, il canto sociale italiano in tutta Europa. Laboratorio di canto: Studio e montaggio del canto rivoluzionario sardo del 1794 "Su patriotu sardu a sos feudatarios" ["Procurade e moderare barones sa tirannia"] Concerto - Festa della fondazione del PCI

L'Aquila ed ANNA BARILE la cantastorie
tra riscossa delle donne e proteste del dopo terremoto 
8-10 marzo 2018
Laboratorio di canto: Studio e montaggio dei canti "La turturella" e "Posti spostati" - concerto.

Lectio Magistralis del prof. MICHELE TOSS 
Il canto sociale francese ed italiano tra il 1830 ed il 1848
Laboratorio di canto: Studio e montaggio di canti delle rivoluzioni del 1830 e 1848 in Francia ed in Italia. 

Concerto di canti della rivoluzione del 1849 livornese 
10-11 maggio 2018
_________________________________________________________________________________

SCUOLA DI MUSICA POPOLARE DI FORLIMPOPOLI
Corsi e Insegnanti 2017/2018

ARPA CELTICA E SALTERIO AD ARCO Antonella Pierucci/Andrea Fiumicelli
BANDONEÒN Giampiero Medri
BODHRAN IRLANDESE, CUCCHIAI Fiorenzo Mengozzi
BOMBARDA BRETONE Walter Rizzo
CHITARRA, TRES, UKULELE Filippo Lucchi
CLARINETTO Giampiero Medri / Andrea Branchetti
CORNAMUSE FRANCESI ED A IMPIANTO CELTICO Walter Rizzo
DIDJERIDOO  Filippo Fiorini
FISARMONICA Bardh Jakova
GHIRONDA Walter Rizzo
FLAUTO DOLCE E OCARINA Emanuela Di Cretico
ORGANETTO DIATONICO Giampiero Medri / Andrea Branchetti
OUD TURCO Marco Nervegna
PERCUSSIONI AFRO E LATINOAMERICANE: DARBOUKA, CONGAS, BONGOS, DJAMBÈ, TIMBALES, BATÁ, BATTERIA LATINA Paolo Marini
PLETTRI: MANDOLINO, MANDOLA, BANJO, BOUZUKI Fabio Briganti
SASSOFONO Giampiero Medri
SEGA MUSICALE Giampiero Medri
SITAR, RAGA DEL NORD INDIA Marco Nervegna
TABLA, TALA (Solfeggio ritmico Indiano) Alessandro Servadio
TAMBURELLI ITALIANI Corso introduttivo Andrea Branchetti
TOMBAK, TAMBURI A CORNICE, DARBOUKA Gian Luca Babini
UILLEANN PIPES Corso di base per cornamuse irlandesi a mantice Matteo Rimini
VIOLINO Gioele Sindona
VIOLINO POPOLARE Fabio Briganti
VIOLONCELLO Sebastiano Severi
ZAMPOGNA A CHIAVE ITALIANA Marco Tadolini
NEY, KAVAL, GAJDA, TAPAN Fabio Resta 

Novità 2017/18
Corsi di Musica d’insieme (per strumentisti e principianti)
FOLKLORE CUBANO E RITMI DELLA SANTERIA (AVANZATO) Paolo Marini
LABORATORIO DI MUSICA PER CONCHIGLIE Antonio Coatti
LABORATORIO MUSICHE DEI BALCANI Bardh Jakova
MUSICHE TRADIZIONALI NORD AMERICANE Fabio Briganti
MUSICHE DEL CENTRO FRANCIA E BRETAGNA Walter Rizzo
MUSICHE DI AREA CELTICA Davide Castiglia
ORCHESTRONA DELLA SMP Davide Castiglia

Corsi Collettivi
IL CANTO CHE CURA Viaggio attraverso i canti e gli archetipi delle culture popolari Catia Akila Gianessi
TEORIA MUSICALE E SOLFEGGIO Gioele Sindona, Giampiero Medri, Andrea Branchetti
LA CANZONE RINASCIMENTALE Jule Bauer
Dedicato all’interpretazione del repertorio vocale rinascimentale e del primo barocco
QUATTRO PASSI NEL FOLK Stile di coppia e di gruppo nelle danze popolari Antonella Giorgini / Nadir Pepoli

Corsi pluriennali
EUROPEAN NYCKELHARPA NETWORK (www.nyckelharpa.eu) (Per viola d’amore a chiavi) Marco Ambrosini, Didier François, Annette Osann, Ditte Andersson, Jule Bauer

Workshop
MASTERCLASS DI ORGANETTO DIATONICO Filippo Gambetta
ARTE DEL PALCO, LABORATORIO DI PRESENZA SCENICA PER MUSICISTI Fabio Ambrosini

Corsi per Bambini
DANZA E CANTA NEL CERCHIO Laboratorio per bambini voce e movimento Catia Akila Gianessi

Da Ottobre 2017 a giugno 2018 corsi individuali, collettivi e stage
Iscrizioni sempre aperte Tel.: +39 338 3473990 + 39 0543 444621
Associazione Scuola di Musica Popolare, Piazza Fratti, 2 47034 Forlimpopoli (FC)
SKYPE: musicapopolare
Facebook: SCUOLA DI MUSICA POPOLARE di Forlimpopoli
per partecipare ai corsi è indispensabile l’adesione all’associazione
_________________________________________________________________________________

ASSOCIAZIONE FERMENTO ETNICO
presenta

LABORATORI PER L’ANNO ASSOCIATIVO 2017/2018

SEZIONE DANZA POPOLARE

LABORATORIO di DANZE POPOLARI INTERNAZIONALI (livello base e 1° livello)
Da Settembre a Dicembre, ogni mercoledì a Rimini.
Modulo autunnale a partire da mercoledì 20 Settembre fino a mercoledì 13 Dicembre: in orario serale dalle 21,00 alle 22,30. Il laboratorio comprenderà un vastissimo repertorio che spazierà dalle danze popolari italiane a quelle europee ed oltre con approfondimenti di esperti esterni che, affiancandosi al titolare del corso, apporteranno elementi di novità ed approfondimenti culturali. La prima lezione di prova è gratuita.
Diretto da Giuseppe SCANDIFFIO (per info scrivere a info@fermentoetnico.org o tel. 3312645324)
Location: Sala Polivalente di Quartiere - Celle (sopra alla Coop) Via 23 Settembre, 124 Rimini

LABORATORIO di TARANTELLE DEL SUD (Pizzica e Tammurriata) (livello base e 1° livello)
Da Settembre a Dicembre, ogni lunedì a Rimini
Modulo autunnale (in orario serale dalle 20,30 alle 22,00) a partire da lunedì 25 Settembre sino a lunedì 4 Dicembre 2017. La prima lezione di prova è gratuita.
Diretto da Sara BERARDI  (per info scrivere a info@fermentoetnico.org o tel. 3312645324)
Location: Centro Sociale “Viserba 2000” Via Baroni, 9 – Rimini

LABORATORIO di DANZE POPOLARI INTERNAZIONALI (livello base e 1° livello)
Da Ottobre a Dicembre, ogni venerdì a Pesaro.
Modulo autunnale a partire da venerdì 6 Ottobre (in orario serale dalle 21,00 alle 23,00): Il laboratorio comprenderà un vastissimo repertorio che spazierà dalle danze popolari italiane a quelle europee ed extra europee. Il modulo sarà dedicato in particolar modo ai neofiti, che avranno modo di imparare subito le danze più facili per cominciare a divertirsi. Ovviamente sarà occasione di ripasso e perfezionamento dei passi per i nostri veterani! La prima lezione di prova è gratuita.
Diretto da Giulia GIOACCHINI (per info scrivere a info@fermentoetnico.org  o tel. 3312645324 oppure giulia.gioacchini@gmail.com  3331235010)
Location: Teatro Parrocchiale “S. Luigi Gonzaga” Via Brandani, 2 Pesaro

SEZIONE CANTO E CREATIVITA’

LABORATORIO di CANTO POPOLARE
Da Ottobre a Maggio, ogni giovedì.
Diretto da Paola SABBATANI (3391135921).
Location: Centro Sociale “Viserba 2000” Via Baroni, 9 – Rimini

SEZIONE STRUMENTI

LABORATORIO di  CONCHIGLIE E OTTONI (tromba, trombone e bassotuba)
Da Ottobre a Maggio, ogni giovedì a Rimini.
La prima lezione di prova è gratuita.
Diretto da Antonio COATTI (3475542085)
Location: Parrocchia “Santa Maria Maddalena” Via Dell’Edera, 2 Zona Celle - Rimini

LABORATORIO di GHIRONDA E MUSETTE FRANCESE
Da Settembre a Maggio ogni mercoledì a Rimini
Diretto da Walter RIZZO (3403926066)
Location: Parrocchia di “S. Martino in Riparotta”  Via S. Martino in Riparotta 33 – Rimini

LABORATORIO di ORGANETTO
Dal 26 Settembre a Maggio, ogni lunedì a Rimini.
La prima lezione di prova è gratuita.
Diretto da Pepe MEDRI (3477630630)
Location: Parrocchia di “S. Martino in Riparotta”  Via S. Martino in Riparotta 33 – Rimini

LABORATORIO di  OCARINE E FLAUTI
Da Ottobre a Maggio, ogni martedì a Rimini.
La prima lezione di prova è gratuita.
Diretto da Manuela DI CRETICO (3407165337)
Location: Parrocchia “Santa Maria Maddalena” Via Dell’Edera, 2 Zona Celle - Rimini

LABORATORIO di MUSICA d’INSIEME
Da Ottobre a Maggio, ogni martedì a .
Diretto da Graziano SANGALLI (3384555279)
Location: DA DEFINIRE

LABORATORIO di FISARMONICA
Da Settembre a Maggio, ogni lunedì a Rimini.
Diretto da Gilberto CASALI (3332046107)
Location: DA DEFINIRE
________________________________________________________________________________


L’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini diventa triennio con un’offerta più ampia che mai
Smeriglio: è online il nuovo bando di ammissione

È online il nuovo bando dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, laboratorio gratuito di alta formazione artistica e hub culturale della Regione Lazio coordinato da Tosca, Massimo Venturiello e Simona Banchi. Dopo l’edizione sperimentale del 2014 e il biennio concluso a giugno 2017, che hanno portato complessivamente a 150 diplomati, la Regione Lazio ha istituito per la nuova edizione un corso triennale completamente gratuito con l’obiettivo di incrementare l’offerta formativa. Il nuovo bando di ammissione, che resterà aperto fino al 30 ottobre, per il triennio 2017-2020 porta alla selezione di 75 ragazzi, 25 per ognuna delle sezioni canzone, teatro e multimediale, ed è rivolto a giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni (estendibile a 35 anni) in possesso di diploma o qualifica professionale. L’Officina Pasolini - dichiara il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio - dal 2014 ad oggi si è imposta nell’ambito della formazione come un’eccellenza pubblica e gratuita. Per questo motivo abbiamo deciso di investire ulteriormente con l’istituzione di un triennio formativo che possa completare il percorso curriculare dei ragazzi. Questi percorsi si sviluppano inoltre negli spazi dell’ex Civis al Foro Italico, recuperati alla città e aperti con una programmazione culturale gratuita di qualità. Un luogo di incontro perfetto tra formazione e fruizione di eventi culturali. Questo ampliamento e consolidamento della struttura non modifica le solide fondamenta su cui si basa il Laboratorio: il pensiero libero di Pier Paolo Pasolini, figura ispiratrice del progetto, unito alla filosofia dell’antica bottega rinascimentale con i suoi tempi e i suoi grandi maestri. Officina Pasolini resta un luogo in cui saperi e passioni si mescolano in un intreccio inscindibile e virtuoso e dove i giovani artisti si formano e imparano a svolgere il mestiere dell’arte lavorando fianco a fianco con i più qualificati maestri di oggi. La crescita di Officina Pasolini passa anche attraverso il suo riconoscimento, a partire da febbraio 2017, come HUB culturale della città di Roma, un polo aggregativo nel cuore della capitale che propone un’offerta culturale ricca e diversificata: spettacoli, concerti, incontri e proiezioni di film aperti gratuitamente al pubblico e in sinergia con il laboratorio creativo residente. Proprio l’intensa attività dell’HUB ha dato la possibilità a Officina Pasolini di accogliere nomi importanti del panorama artistico italiano e internazionale come Carmen Consoli, Niccolò Fabi, Antonio Di Martino, Fabrizio Cammarata, Levante, Paola Turci, Danilo Rea, Ambrogio Sparagna, Riccardo Tesi, Gianfranco Pannone, Fabrizio Gifuni, Max Gazzè, Motta, Giovanni Truppi, Bianco, Cassandra Raffaele, Gianni De Berardinis, Stefano Grossi, Marwan Samer e Graziella Chiarcossi Cerami e Daniele Silvestri. Molti di loro hanno anche tenuto seminari, stage e masterclass che hanno arricchito e completato l’attività formativa dei docenti di Officina Pasolini, tutti insegnanti di altissimo livello e professionisti affermati. Un’altra fondamentale risorsa dell’HUB culturale è rappresentata dagli ex studenti, il cui ruolo ha una duplice valenza: da un lato sono assidui frequentatori e proponenti di iniziative, dall’altro avendo quasi tutti trovato occupazione risultano essere i migliori ambasciatori dell’attività del Laboratorio stesso. Molti di loro sono già delle piccole realtà nel panorama artistico come: per la sezione Canzone Carlo Valente, vincitore del Premio Amnesty International Italia Emergenti e finalista al Premio Tenco per la Migliore Opera Prima Antonio Rossi, che ha autoprodotto il suo primo EP dal titolo Rosso Petrolio (suo nome d’arte); Federica Messa (Mesa), considerata una delle più interessanti giovani promesse femminili della musica indie italiana; Carlo Senna, anche lui uscito sul mercato con il suo primo lavoro in studio Giornata tipo; Marat, vincitrice del concorso Duel, cantautori a confronto; Eliana Tuminelli (Naelia), artista molto apprezzata fra i nuovi talenti emergenti, il cui percorso si interseca da sempre non solo con la musica ma anche con danza. Per la sezione Teatro, tra i diplomati Nico Di Crescenzo ha partecipato a Il borghese gentiluomo diretto da Armando Pugliese con Emilio Solfrizzi; Claudia Portale, Andrea Monno, Sara Scotto Di Luzio sono stati scelti come attori per Profumo di donna, spettacolo diretto da Massimo Venturiello; Giacomo De Cataldo è assistente alla regia di Armando Pugliese e di Elena Sofia Ricci; Giulia Rosa D’Amico è direttore di produzione per Crazy for Football, il film di Volfango De Biasi vincitore di un David di Donatello come miglior documentario; Edoardo Frullini ha recitato in Mar del Plata per la regia di Giuseppe Marini. Nella sezione Multimediale: Lapo Tirelli, Nina Bonizzato, Alberto Calvano hanno collaborato con Sergio Stivaletti per il film Rabbia Furiosa; Leonardo Aquilini ha lavorato sul set del film All the Money in the World di Ridley Scott; Vincenzo D’Onofrio è responsabile dello staff del Lucania Film Fest; Simona Luciani ha lavorato al Giffoni Dream Team Community; Noemi Vitali, Giuliano Parboni e Giada Pistonesi sono autori di diversi spot, per alcuni dei quali hanno vinto diversi premi. Il nuovo Laboratorio triennale conferma dunque la vocazione dell’Officina a “officina dei mestieri”, luogo di sperimentazione che consente ai partecipanti di acquisire un eccellente livello di conoscenza teorica così come un’ampia competenza sul campo, due aspetti resi possibili anche grazie alla trasversalità e interdisciplinarità delle sezioni.

Per tutte le informazioni consultare il sito: www.officinapasolini.it
Per iscriversi al bando consultare: http://www.officinapasolini.it/bandoallievi-2017/

Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Viale del Ministero degli Affari Esteri, 6 – Roma
_________________________________________________________________________________

Sono aperte le iscrizioni ai corsi dell'IDMS

L' Istituto Diocesano di Musica Sacra dell'Arcidiocesi di Firenze, è nato negli anni '70 su iniziativa del M° Mons. Luigi Sessa. Le lezioni inizieranno il giorno 20 settembre 2017. Si può già effettuare la preiscrizione ai corsi tramite il modulo online (l'iscrizione verrà perfezionata di persona, in segreteria, all'inizio delle attività). Per conoscere l'organizzazione dei corsi, i costi, ecc. si può consultare la Guida Accademica 2017-18 oppure intervenire all'open day che si terrà sabato 23/9 dalle ore 10,00 nei locali di B.go San Jacopo 36 per conoscere gli insegnanti, i corsi e, soprattutto, gli strumenti. La scuola attualmente ha sede in Borgo S.Jacopo n.36. Due sono le sfide che l'Istituto ha dinanzi a sé: la diffusione della cultura musicale attraverso la didattica, rivolta tanto agli amatori di tutte le età quanto ai giovani che desiderano prepararsi per una successiva formazione professionistica nelle istituzioni statali, e la formazione nel campo della musica sacra, tanto attraverso la valorizzazione e il recupero del grande patrimonio di musica sacra e liturgica quanto nella cura della formazione, in tutte le sue innumerevoli sfaccettature, degli operatori liturgici (organisti e strumentisti, direttori di coro, cantori, ecc...) che curano gli aspetti musicali delle nostre liturgie. Per far ciò sono attivi diversi insegnamenti che vanno dalle discipline classiche (pianoforte, violino, violoncello, chitarra, flauto, clavicembalo, ecc…) a discipline più specifiche (organo liturgico e organo principale, canto gregoriano, direzione di coro, armonia, discipline del dipartimento di musica antica, ecc…), con una particolare attenzione per i piccoli (musica per l’infanzia) e per i cori amatoriali (educazione alla pratica corale). Oltre alla sede distaccata del Mugello - Parrocchia di S.Silvestro - Corso B. Corsini 99 ­ 50031 Barberino di Mugello (FI) si stanno attivando altre sedi parrocchiali specificamente rivolte a coloro che vivono nel territorio e nei dintorni delle parrocchie stesse.

Direttore dell'IDMS m° don Giovanni Alpigiano
Vicedirettore dell'IDMS m° Umberto Cerini 
Responsabile segreteria e informazione m° Francesco Zanardi

DISCIPLINE
Organo principale, Organo liturgico, Elementi di composizione e composizione per la liturgia, Musica corale e Direzione di coro per la liturgia, Canto gregoriano, Canto, Elementi di canto barocco - vocalità e repertorio, Pianoforte principale, Violino, Violoncello, Chitarra classica, Flauto traverso, Oboe, Improvvisazione organistica e accompagnamento, Lettura della partitura, Teoria e solfeggio, Storia della musica, Musica d'insieme, Esercitazioni corali, Armonia ed analisi musicale, Modalità e canto gregoriano, Propedeutica musicale e musica per l'infanzia, Educazione alla pratica corale,
Dipartimento di Musica Antica (clavicembalo e basso continuo - violino barocco - flauto dolce - viola da gamba - tiorba, liuto e chitarra barocca).
________________________________________________________________________________

Masterclass a Cremona Musica 2017
Un poker d’assi firmato “Accademia Nazionale di Santa Cecilia”

Tchakerian, Lupo, Fabiano e Sollima docenti d’eccezione per la giornata del 29 settembre con masterclass di violino, pianoforte, violoncello e musica da camera. Sul palco gli allievi dell’Accademia per un concerto

Sonig Tchakerian, Benedetto Lupo, Carlo Fabiano e Giovanni Sollima sono i quattro grandi docenti dei corsi strumentali di perfezionamento dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, e il 29 settembre a Cremona Musica 2017 saranno protagonisti di altrettante masterclass realizzate in collaborazione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, una delle più antiche e prestigiose istituzioni musicali del mondo. I corsi di perfezionamento dell’Accademia di Santa Cecilia sono tra i più prestigiosi e selettivi, e i recenti successi internazionali degli allievi (tra cui spicca la giovane pianista Beatrice Rana, già acclamata star internazionale) sono una conferma della loro eccellenza. Nei giorni della grande esposizione di Cremona i visitatori potranno quindi entrare in diretto contatto con un’istituzione che ogni giorno produce musica ai più alti livelli, in un ambito ricco di stimoli artistici e culturali e con un immediato confronto con la dimensione professionale del far musica. In ciascuna delle quattro masterclass, il docente darà un esempio di come si svolgono le lezioni dell’Accademia di Santa Cecilia, con la presenza di un allievo effettivo dell’Accademia. Gli studenti che vorranno assistere potranno quindi conoscere l’approccio didattico dei quattro docenti, e raccogliere nuovi stimoli artistici e tecnici per implementare la propria conoscenza dello strumento e dell’interpretazione musicale. Il programma delle masterclass prevede nella giornata di venerdì 29 settembre:

Masterclass di violino con Sonig Tchakerian Dalle 9,30 alle 11 - Sala Amati
Masterclass di pianoforte con Benedetto Lupo Dalle 11,30 alle 13 - Sala Amati
Masterclass di musica da camera con Carlo Fabiano Dalle 15 alle 16,30 - Sala Amati
Masterclass di violoncello con Giovanni Sollima Dalle 17 alle 18,30 - Sala Amati

Per l’edizione 2017 di Cremona Musica sono in programma oltre 120 eventi tra concerti, seminari, masterclass, tavole rotonde, seminari, workshop, mostre e presentazioni con alcuni dei migliori esponenti del mondo musicale a livello mondiale. Ma non è tutto perché sempre il 29 settembre, nel pomeriggio, alle ore 14,00 si terrà il Concerto degli Allievi dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, sul palco per uno speciale concerto da godere nel pieno di Cremona Musica 2017.

I DOCENTI
Sonig Tchakerian, "violinista che all'esibizione virtuosistica aggiunge l'anima", l'interprete che "possesses an alluring cantabile which works wonders", che con "la cavata imperiosa e misurata" dialoga con Martha Argerich "scolpendo la Sonata di Schumann come un capolavoro romantico sofferto e commovente", che con un “suono vivo...nella doppia veste di solista e direttore, non si risparmia nella ricerca di colpi d'arco particolari”, è un personaggio inconfondibile nel panorama concertistico internazionale. Il suo carattere unisce all'umiltà meticolosa nello studio l'ardimento nell'interpretazione dove non vuole alcuna nota inerte, né una pausa o un fraseggio, vivendo in prima persona il linguaggio e le scelte degli autori. Per questo è stata più volte presentata come tra i protagonisti di quella libertà pur rigorosa che caratterizza un nuovo Bach. Di Bach è uscita per la Decca l'incisione integrale della Sonate e Partite per violino solo: Sonig vi è arrivata per un percorso con i grandi classici, e dalla messa a fuoco di opere fatte di pezzi diversissimi quasi segretamente uniti. Ha creato esperienze intense e coraggiose alle Settimane Musicali al Teatro Olimpico dove è responsabile artistico dei progetti di musica da camera, suonando con artisti famosi o divenuti tali, e insegna violino nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell'Accademia di Santa Cecilia in Roma.
Benedetto Lupo è considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, ha debuttato a tredici anni con il Primo Concerto di Beethoven, imponendosi subito in numerosi concorsi internazionali, tra i quali il "Cortot" ed il "Ciudad de Jaén” in Europa ed il "Robert Casadesus”, "Gina Bachauer" e "Van Cliburn" negli Stati Uniti. Nel 1992, quando la sua intensa attività concertistica lo vedeva già impegnato nelle Americhe, in Giappone ed in Europa, ha vinto a Londra il Premio "Terence Judd". Oltre alle sue registrazioni per numerose radiotelevisioni europee e statunitensi, Lupo ha inciso per TELDEC, BMG, VAI, NUOVA ERA e l’integrale delle composizioni per pianoforte e orchestra di Schumann per la ARTS. Nel 2005 è uscita una nuova incisione del Concerto Soirée di Nino Rota per Harmonia Mundi che ha ottenuto ben cinque premi internazionali, tra i quali il “Diapason d’Or”. Pianista dal vasto repertorio, Benedetto Lupo ha al suo attivo anche un’importante attività cameristica e didattica; tiene master classes presso importanti istituzioni internazionali ed è spesso invitato nelle giurie di prestigiosi concorsi pianistici internazionali. Dall’anno accademico 2013/2014 è titolare della cattedra di pianoforte nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, istituzione della quale, dal dicembre 2015, è accademico effettivo.
Carlo Fabiano ha iniziato a formarsi dopo l’incontro, nel 1975, con il M° Franco Claudio Ferrari, storica spalla dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia negli anni del dopoguerra, che all’epoca rientrava in Italia dopo una lunga e intensa carriera internazionale. Dal Maestro Ferrari, del quale è uno dei pochi allievi italiani, riceve cinque anni di insegnamenti, in seguito ai quali si diploma brillantemente in violino. Successivamente segue a Roma le lezioni e i consigli del Maestro Arrigo Pelliccia e inizia contemporaneamente una intensa attività professionale come violino di spalla e componente di numerosissimi complessi cameristici. Da sempre affascinato dalla musica da camera e attratto dal fare " musica insieme " nel 1981 fonda l'Orchestra da camera di Mantova della quale è da oltre trent'anni Konzertmeister, violino concertatore e direttore artistico. Da quel momento tutta la sua attività violinistica e musicale ruota attorno a questo complesso, con il quale ha suonato nelle sale più prestigiose e nei Festival più importanti in Italia, Austria, Germania, Svizzera, Lussemburgo, Belgio, Olanda, Danimarca, Francia ed anche in Medio Oriente, Asia, Nord, Centro e Sud America. Da sempre interessato ai problemi della didattica, dal 1980 è titolare della cattedra di violino, che fu del suo Maestro, al Conservatorio di Mantova e nel 2010 è stato nominato docente del Corso di Perfezionamento di Musica da Camera presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.
Giovanni Sollima nasce a Palermo da una famiglia di musicisti. Studia violoncello con Giovanni Perriera e Antonio Janigro e composizione con il padre Eliodoro Sollima e Milko Kelemen. Fin da giovanissimo collabora con musicisti quali Franco Ferrara, Claudio Abbado, Giuseppe Sinopoli, Jorg Demus, Martha Argerich, Philip Glass, Riccardo Muti, Yuri Bashmet, Gidon Kremer, Ruggero Raimondi e Patti Smith. La sua attività – in veste di solista con orchestra e con diversi ensemble (tra i quali la Giovanni Sollima Band, da lui fondata a New York nel 1997) - si dispiega fra sedi ufficiali ed ambiti alternativi: Brooklyn Academy of Music, Alice Tully Hall e Carnegie Hall (New York), Wigmore Hall e Queen Elizabeth Hall (Londra), Salle Gaveau (Parigi), Santa Cecilia, RomaEuropaFestival (Roma), Teatro San Carlo (Napoli), Kunstfest (Weimar), Kronberg Cello Festival, Time Zones Festival (Bari), Teatro Massimo, Amici della Musica (Palermo), Teatro alla Scala (Milano), International Music Festival di Istanbul, Cello Biennale (Amsterdam), Summer Festival di Tokyo, Biennale di Venezia, Ravenna Festival, “I Suoni delle Dolomiti”, Ravello Festival. A New York, in tutt’altro contesto, si esibisce anche alla Knitting Factory, tempio dell’underground, quando Justin Davidson (Pulitzer Price for Criticism 2002) lo fa conoscere negli USA come The Jimi Hendrix of the Cello. Parallelamente all’attività violoncellistica la sua curiosità lo spinge ad esplorare nuove frontiere nel campo della composizione attraverso contaminazioni fra generi diversi avvalendosi anche dell'utilizzo di strumenti orientali, elettrici e di sua invenzione. Dal 2010 è Accademico Effettivo e docente del corso di perfezionamento di Violoncello presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.