Stages

Corsi, Stage e tutto ciò che riguarda la formazione musicale in ambito folk e world

FOLKESTRA & FOLKORO 2016/2017

Sono aperte le iscrizioni alla nuova stagione di Folkestra & Folkoro, progetto orchestrale unico nel panorama piemontese. Nato come corso di musica d’insieme da un’idea del Duo Bottasso, ben presto il progetto ha assunto un’innovativa dimensione orchestrale in cui le musiche tradizionali piemontesi e italiane si fondono naturalmente con sonorità world contemporanee. L’orchestra e il coro si riuniscono un weekend al mese da novembre ad aprile per provare il nuovo repertorio da presentare in concerto a fine aprile e durante la stagione estiva. Le musiche della tradizione vengono messe nelle mani di giovani e coraggiosi compositori immersi nella cultura del nostro tempo: il risultato è una musica orchestrale e corale che non ha paura di incontrare linguaggi apparentemente differenti ma ne è anzi una naturale sintesi. Il Folkoro prepara inoltre un programma di musiche a cappella che guarda alle principali tradizioni vocali europee e che presenta indipendentemente in concerto. Ma non è tutto: il percorso formativo si sviluppa anche attraverso laboratori d’improvvisazione, arrangiamento, sound painting, body percussion…  
Per la stagione 2016/2017 il progetto sarà diretto da Nicolò Bottasso, Daniele Bouchard, Filippo Ansaldi e Marta Caldara, sotto la supervisione di Simone Bottasso e Pietro Numico (direttori storici del progetto). Ogni anno un artista ospite si unisce al progetto per condividere la sua esperienza in una produzione originale: quest’anno vedrà la partecipazione di Gigi Biolcati, percussionista e cantante di spicco della scena world italiana (Riccardo Tesi & Banditaliana, Il Nuovo Bella Ciao, Youlook) per lavorare insieme su alcuni brani tratti dal suo ultimo disco Da Spunda.  In pochi anni l’ensemble si è esibito in numerosi festival italiani ed internazionali – tra cui Le Son Continu e Trad’In in Francia,European Network of Folk Orchestras a Vigo (Spagna), Etetrad e Folkest International Folk Festival in Italia – ed ha creato produzioni con artisti legati alla world music come Riccardo Tesi, Mauro Palmas, Elena Ledda e Norbert Pignol. L’orchestra è stata inserita nel documentario TradInnovazione, una musica glocal di Piero Cannizzaro (Rai Trade) in quanto virtuoso esempio di riscoperta delle proprie radici da parte di giovani artisti italiani. In ottobre Folkestra&Folkoro ha collaborato con il Conservatorio G.F.Ghedini di Cuneo per la produzione Giovani, Tradizione e Crossover nella quale gli allievi del conservatorio si sono entusiasticamente uniti ai musicisti e cantanti del progetto. Folkestra&Folkoro è aperto a tutti i musicisti che hanno intenzione di allargare i propri orizzonti e conoscere nuovi linguaggi musicali all’interno di un ambiente stimolante e conviviale.
 Le date degli incontri sono:
_ 19/20 novembre
_ 3/4 dicembre *
_ 14/15 gennaio
_ 11/12 febbraio
_ 11/12 marzo
_ 8 aprile (concerto)
* in dicembre il Folkoro proverà il sabato, la prova della domenica sarà recuperata entro l’incontro successivo.

Gli orari delle prove sono sabato dalle 14.30 alle 18.30 e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.30. Il primo incontro si terrà presso Cascina Marie (strada avaro 4, fraz. Cappella Merli) Bricherasio (TO). C’è la possibilità di pernottamento nella sede delle prove per la sera del sabato e di condividere il viaggio con musicisti provenienti da Torino, Cuneo e Aosta. L’iscrizione alle attività dell’associazione costa 200€ e comprende i costi di gestione, le spese artistiche e il pernottamento durante i weekend di prova. E’ richiesto il tesseramento all’associazione Folkestra&Folkoro (affiliata Arci) al prezzo di 10€. Per entrare nell’orchestra è richiesta una discreta conoscenza del proprio strumento: durante il primo incontro si valuterà la preparazione del musicista e la sua determinazione. Le nuove folkoriste sono convocate solo il 20 novembre per l’inserimento nell’ensemble e per un colloquio attitudinale. La direzione artistica si riserva il diritto di selezionare i musicisti sulla base dello strumento e delle capacità individuali. Per formalizzare l’iscrizione è necessario inviare una mail all’associazione (folkestrabricherasio@gmail. com) entro il 7 novembre, specificando lo strumento suonato ed il proprio percorso musicale. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.folkestra.it.


NICOLO’ BOTTASSO si diploma in violino presso il Conservatorio G.Verdi di Torino. Studia tromba con Fabiano Cudiz e jazz con Giampaolo Casati, Furio di Castri e Pino Russo. Frequenta masterclass con Giovanni Falzone, Michele Rabbia, Michel Godard, Daniele Sepe, Riccardo Zegna, Gavino Murgia. Con Duo Bottasso, Stygiens e TradAdlp si esibisce in Italia, Francia, Perù, Olanda, Belgio, Inghilterra Portogallo, Germania, Spagna, Finlandia. Ha registrato TradAlp con l’ensemble TradAlp, Crescendo con Duo Bottasso e Si scrive Med in Itali con Med In Itali. 

FILIPPO ANSALDI si è laureato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “G.Verdi” di Torino sotto la guida di Pietro Marchetti. Ha collaborato con importanti istituzioni e festival ed è risultato vincitore di numerosi premi in concorsi internazionali. E’ docente presso l'Istituto musicale di Boves (CN) e direttore artistico della Banda "S. Pellico" di Boves. Dal 2014 si dedica allo studio di Composizione per Orchestra di fiati presso il conservatorio G. Verdi" di Torino, sotto la guida di Lorenzo della Fonte. Dal 2015 frequenta il "Master di II livello in Interpretazione della Musica Contemporanea" presso il Conservatorio "Santa Cecilia" di Roma.

MARTA CALDARA diplomata in pianoforte e percussioni, da sempre dedita alla didattica, da oltre vent'anni svolge un’intensa  attività concertistica, in orchestra (tra le quali l’Orchestra  Sinfonica Nazionale della Rai) , in formazioni di musica da camera, nel mondo del teatro, della danza e della rivista, ma anche in ensemble più dediti alla ricerca compositiva, ai suoni e ritmi popolari. I progetti attualmente attivi sono il Collettivo Decanter, (Dodicilune), Estremìa (RoxRecords), Walden, Syndone (FadingRecords). Centinaia i progetti live e  le produzioni discografiche  al suo attivo, tra le quali “Razmataz” di Paolo Conte.

DANIELE BOUCHARD studia pianoforte presso l'istituto A.Corelli di Pinerolo e vocalità con docenti quali Riccardo Bertalmio, Arianna Stornello, Elena Camoletto. Collabora come baritono in diverse formazioni corali tra cui Coro R.Maghini, Turba Concinens, Torino Vocal Ensemble, Ensemble Frau Musika sotto la direzione tra gli altri di Claudio Chiavazza, Ivor Bolton, Juray Valcuha. Attualmente frequenta il corso di direzione di coro e composizione presso il Conservatorio G.F. Ghedini di Cuneo e dirige la Corale Valdese ed il coro Cum Corde di Mondovì.
_______________________________________________________________________

Stage di organetto diatonico 
con FILIPPO GAMBETTA
AMMIRATO CULTURE HOUSE, LECCE 
Sabato 8 Aprile ore 17.00 - 20.00 
Domenica 9 Aprile ore 10.00 - 13.00


Continua la rassegna di stage dedicata alla divulgazione artistica e accademica dell’organetto diatonico, attraverso l’incontro con strumentisti provenienti da diverse aree geografiche e musicali organizzata da Claudio Prima.  Dopo il primo ciclo di incontri con Riccardo Tesi, precursore del movimento di riscoperta dell'organetto in Italia, è la volta di Filippo Gambetta, giovane e affermato organettista genovese che ha di recente pubblicato il suo lavoro discografico Otto baffi, vincitore del premio Città di Loano come miglior disco di musica tradizionale italiana. Il suo stage si terrà nei giorni 8 e 9 Aprile all'Ammirato Culture House in via di Pettorano 3 a Lecce. Nello stage Filippo Gambetta proporrà due brani di propria composizione contenuti nell'album Otto Baffi.
Partendo dalle due melodie, si approfondiranno aspetti come l'accompagnamento della scottish e delle melodie ternarie terzinate. Durante il corso verrà dato spazio all'interpretazione e all'ornamentazione nella musica tradizionale irlandese e, in generale, all'accentazione delle melodie tradizionali. Verranno proposti esercizi sulla dinamica e sulla pulizia nell'esecuzione di repertori caratterizzati da apri e chiudi costanti; si lavorerà inoltre sugli accordi nell'organetto in sol/do e sui loro arpeggi e rivolti. L’accompagnamento ritmico con l'organetto verrà sensibilizzato partendo da pattern ritmici caratterizzati da figurazioni ritmiche differenti tra mano sinistra e mano destra. Per frequentare il corso è necessario essere in possesso di un organetto in SOL/DO a due file e otto bassi (o modelli superiori che mantengano possibilmente invariate le caratteristiche del sopracitato tipo di strumento). Lo stage si inserisce in un programma di appuntamenti di ricerca centrati sull'organetto, che proseguiranno durante l'anno e che hanno come obiettivo la divulgazione e lo sviluppo della conoscenza dello strumento in Puglia.

ISCRIZIONI
Il costo di iscrizione è di 60 Euro. Per informazioni e iscrizioni scrivere a claudioprima@tin.it o telefonare al 347-5468393.
www.claudioprima.it
Possibilità di pernottamento a prezzi convenzionati (20 Euro a notte)
___________________________________________________________________________

BALLI SARDI DI SAMUGHEO (OR)
Sabato 25 e Domenica 26 marzo 2017
FIRENZE, piazza dei Nerli, 2 – rione S. Frediano
presso palestra della scuola media Machiavelli
Seminario tenuto direttamente da insegnanti provenienti dal luogo di origine.

PROGRAMMA
Sabato 25/3/17
h. 15,00: iscrizioni
h. 15,30 presentazione del corso e lezione tecnica
h. 19,00: lezione teorica
h. 20,00: Cena collettiva e conviviale
h. 21,30: Festa da ballo

Domenica 26/3/17
h. 10,00: ripresa del corso e lezione tecnica
h. 13,00 chiusura dei lavori.
h. 13,30: Pranzo

Repertorio dei balli: ballu samughesu, orroxiada, dantza

* * *
La Sardegna è la miniera più ricca di danze tradizionali in Italia. La sua insularità geografica è anche culturale, per cui conserva una percezione condivisa di identità autonoma. Fra i segni più evidenti della sardità ci sono senz’altro la musica e la danza di tradizione. La ricchezza di balli fa sì che non si possa parlare di ballo sardo in senso riduttivo e omologato; esistono tanti balli locali che si differenziano di poco o di tanto a seconda delle aree sub-regionali dell’isola. Vi sono paesi più conservativi e più caratterizzati da balli particolari. Tra questi c’è sicuramente Samugheo, centro montano del Mandrolisai, fiorente per l’artigianato tessile (manifatture di lana e orbace, tappeti, abbigliamento tradizionale e indumenti da corredo). Sul piano etnocoreutico, il ballo più tipico del Mandrolisai è sicuramente sa dantza, ballo a struttura bipartita con parte a sa seria e l’altra a sa lestra o brincada, di estrema vivacità motoria. Ma il ballo più caratteristico di Samugheo è s’arroxiada: una danza a file intrecciate con numero crescente di balladores. Per comprendere bene la varietà e la vitalità dei balli samughesi, bisogna praticarli e calarsi negli stili e negli elementi cinetici per sperimentare ritmiche e tecniche coinvolgenti. Moduli particolari presentano anche su ballu tundu, torrau e tzoppu.

Insegnanti
Luisella Porcu e Graziella Mura.

Costo
Per partecipare al seminario di 7 ore, bisogna versare 35 € (€ 30 soci Taranta, studenti).
Il ricavato servirà a recuperare le spese di viaggio e di ospitalità dei docenti.

INFORMAZIONI, PRENOTAZIONE E ISCRIZIONI
Per prenotarsi telefonare ai nn. 347-6186994 (Tiziana), 349-4312349
(Tamara), 340-5131771 (Sabina). Mail: taranta@taranta.it
_________________________________________________________________________

__________________________________________________________________________


L’ASSOCIAZIONE ETHNICA PRESENTA I NUOVI CORSI DI DANZE POPOLARI

L'associazione Ethnica riprende le proprie attività nel casatese con il tradizionale concerto pomeridiano post epifania e con l'avvio dei nuovi moduli di corsi di danze popolari in collaborazione con il circolo LiberArci di Barzanò.Per avere ulteriori informazioni circa le varie attività di Ethnica, si può scrivere a info@associazioneethnica.com, consultare il sito web www.associazioneethnica.com o la pagina Facebook ASSOCIAZIONE ETHNICA.
_____________________________________________________________________________

la Fabbrica dei Gesti 
presenta
Seminario di danza Sufi a Lecce
di Giovanni Di Cicco
Venerdì 24 Febbraio ore 19.00 - 21.30
Sabato 25 Febbraio ore 10.00 - 12.30


La Fabbrica dei Gesti organizza in collaborazione con Galata Mevlevi Music and Sema Ensemble di Istanbul e Associazione Arbalete il Seminario di Danza Sufi condotto da Giovanni Di Cicco, che si terrà nelle sale di Palazzo Turrisi in via Marco Basseo a Lecce nei giorni Venerdì 24 Febbraio dalle ore 19.00 alle ore 21.30 e Sabato 25 Febbraio dalle ore 10.00 alle pre 12.30. Il costo di iscrizione è di 50 Euro. L'appuntamento è inserito nel Percorso di Studio e Formazione interdisciplinare, della Fabbrica dei Gesti, un programma di attività formative legate alle tecniche e ai linguaggi performativi contemporanei.
INFO E ISCRIZIONI:

Indefinito è il corpo nuovo che appare quando si abbandona la propria autodefinizione, è il cambiamento che nasce da una condizione di ascolto senza memoria.  La danza di Giovanni Di Cicco è una sintesi interiore e in divenire di insegnamenti trasmessi da alcune importanti tradizioni riguardanti l’Uomo ed il movimento vitale. Una ricerca personale partita alle radici della danza contemporanea e del teatro-danza per arrivare a superare il limite dell’interesse che separa e unisce il Corpo all’Essere. Uno stile raffinato e complesso, in cui il corpo del danzatore tende al superamento di ogni preoccupazione legata al personale per farsi canale di principi generali più ampi. Nasce un movimento raramente arbitrario, anzi, dettato da esigenze funzionali e principi dinamici; fortemente estetico e significante; una ricerca che mai dimentica la dimensione spaziale della presenza. Quel che accade nelle classi di Giovanni Di Cicco è che la danza spiega se stessa con la danza, l’apprendimento avviene attraverso l’esperienza e l’osservazione mentre la parola, quando utilizzata, ha una valenza evocativa più che didattica; così il danzatore affina nel tempo una capacità attentiva speciale, una sottile percezione del corpo dal suo interno ed una qualità di concentrazione “aperta”. Senza dimenticarsi di rappresentare un’individualità collocata in uno spazio esterno vivente, in un insieme più ampio di condizioni umane-ambientali- emotive. Una danza dinamica e profonda che attraverso la tensione costante tra abbandono e controllo produce l’effetto di una crescente consapevolezza fisica. Nelle classi c'è una grande attenzione verso il gruppo, guidato come un solo corpo nel lavoro. Di Cicco, responsabilmente, riesce a creare le condizioni ottimali per ciascuno, consapevole che un passo avanti nella comprensione - da parte del singolo - possa essere sostegno e guida per la comprensione di molti. Vi è un interesse prettamente umano dietro il percorso proposto: la danza viene elaborata ed utilizzata come strumento eletto all’esplorazione ed il corpo come canale aperto verso possibilità più grandi e meno finite.

PROSSIMI APPUNTAMENTI:
21-22-23 Marzo con la danzatrice coreografa Antonella Boccadamo
12-13-14 Maggio con il danzatore performer Paolo Cingolani
_____________________________________________________________________________

SCUOLA DI MUSICA POPOLARE DI FORLIMPOPOLI
Corsi e Insegnanti 2016/2017

ARPA CELTICA E SALTERIO AD ARCO – Antonella Pierucci / Andrea Fiumicelli
BANDONEÒN – Giampiero Medri
BODHRAN IRLANDESE, CUCCHIAI – Fiorenzo Mengozzi
BOMBARDA BRETONE – Walter Rizzo
CHITARRA, TRES, UKULELE – Filippo Lucchi
CHITARRA ACUSTICA / ELETTRICA BLUES Gianluca Bartolo
CLARINETTO – Giampiero Medri / Andrea Branchetti
CORNAMUSE FRANCESI ED A IMPIANTO CELTICO – Walter Rizzo
DIDJERIDOO –  Filippo Fiorini
FISARMONICA –  Bardh Jakova
GHIRONDA – Walter Rizzo
OCARINA, FLAUTO DOLCE E IRLANDESI – Emanuela Di Cretico
ORGANETTO DIATONICO – Giampiero Medri / Andrea Branchetti
OUD TURCO  – Marco Nervegna
PERCUSSIONI AFRO E LATINOAMERICANE: DARBOUKA, CONGAS, BONGOS, DJAMBÈ, TIMBALES, BATÁ, BATTERIA LATINA – Paolo Marini
PLETTRI: MANDOLINO, MANDOLA, BANJO, BOUZUKI – Fabio Briganti
SASSOFONO – Giampiero Medri
SEGA MUSICALE – Giampiero Medri
SITAR, RAGA DEL NORD INDIA – Marco Nervegna
TABLA, TALA (Solfeggio ritmico Indiano) – Alessandro Servadio
TAMBURELLI ITALIANI Corso introduttivo – Andrea Branchetti
TOMBAK, TAMBURI A CORNICE, DARBOUKA – Gian Luca Babini (NOVITà 2016/17)
UILLEANN PIPES Corso di base per cornamuse irlandesi a mantice – Matteo Rimini
VIOLINO – Gioele Sindona
VIOLINO POPOLARE – Fabio Briganti
VIOLONCELLO – Sebastiano Severi
ZAMPOGNA A CHIAVE ITALIANA – Marco Tadolini

Corsi di Musica d’insieme (per strumentisti e principianti)
LABORATORIO DI MUSICA D’INSIEME PER PERCUSSIONI (AVANZATO) Paolo Marini 

NOVITA' 2016/17
DAL BLUES TRADIZIONALE AL BLUES CONTEMPORANEO – Gianluca Bartolo
LABORATORIO DI MUSICA PER CONCHIGLIE – Antonio Coatti
LABORATORIO MUSICHE DEI BALCANI – Bardh Jakova
MUSICHE TRADIZIONALI NORD AMERICANE – Fabio Briganti Novità 2016/17
MUSICHE DEL CENTRO FRANCIA E BRETAGNA – Walter Rizzo
MUSICHE DI AREA CELTICA – Davide Castiglia NOVITà 2016/17
ORCHESTRONA DELLA SMP – Davide Castiglia
 TEORIA MUSICALE E SOLFEGGIO – Gioele Sindona, Giampiero Medri, Andrea Branchetti 
LA CANZONE RINASCIMENTALE Dedicato all’interpretazione del repertorio vocale rinascimentale e del primo barocco – Jule Bauer

Corsi Collettivi
IL CANTO CHE CURA Viaggio attraverso i canti e gli archetipi delle culture popolari – Catia Giacessi 

PROGETTO PIRI PIRI
Laboratorio avanzato di canto per quartetto vocale ispirato al lavoro di Giovanna Marini
Paola Sabbatani (da GENNAIO 2017)

QUATTRO PASSI NEL FOLK 4.0
Stile di coppia e di gruppo nelle danze popolari
Docente: Nadir Pepoli
Giornata: MERCOLEDI’ sera Orario: dalle 21.15 alle 23.30
Presso: “Gruppo Danza Forlimpopoli ASD” – p.zza Garibaldi, 26 – Forlimpopoli (palazzo della torre dell’orologio – 2° piano) N. lezioni: 1 (gratuita) + 8
La prima lezione è gratuita e sarà una serata di presentazione, di lezione e di festa dove ci si avvicinerà, danzando, ai vari ritmi musicali che saranno trattati nei successivi moduli del periodo corsuale 2017. Argomenti dei moduli: Ascoltare la musica per riconoscerne il ritmo musicale (tempi di 2/4 – 3/4 – 4/4 – 6/8); Controllo ed equilibrio del corpo durante il movimento; Posizioni, passaggi ed attraversamenti nella danza di coppia ed in cerchio: dove mettere le mani ed a cosa servono, come partire e dove mettere i piedi, avanzamento in linea, laterale ed in rotazione; Apprendimento di coreografie tradizionali e moderne; Interpretazione della musica ed espressività nell’esecuzione della danza. Ritmi musicali trattati: Polka, Scottish (pari ed impari), Mazurka francese, Bourrèe a 2 ed a 3 tempi, Reel, Giga, Danze tradizionali in evidenza: Bal Limousine e Repasseado. Nel riscaldamento iniziale prepareremo la muscolatura alla lezione, praticheremo il controllo ed il coordinamento dei movimenti, ci alleneremo a migliorare il nostro equilibrio. Nello stretching finale concluderemo con l’allungamento muscolare post attività, ci concentreremo sul rilassamento e sul defaticamento della schiena. CONSIGLI AGLI ISCRITTI Abbigliamento leggero e pratico con, eventualmente, un cambio. Acqua a volontà ed un piccolo asciugamano. ATTENZIONE: Per non danneggiare la pavimentazione della sala (ottimizzata per la danza classica) sono richieste scarpe leggere da danza con il fondo in pelle e senza tacco (solo da interno – reperibili al DECATHLON a 10,00 €), oppure scalzi con calzini dal fondo spesso.
PROGRAMMAZIONE
1° LEZIONE (gratuita) – (mercoledì 25 gennaio)
Presentazione del programma del corso ed iscrizioni.
2° LEZIONE – (mercoledì 1 febbraio)
– La POLKA (tempo di 2/4)
3° LEZIONE – (mercoledì 8 febbraio)
– Lo SCOTTISH (tempo di 2/4)
– Lo SCOTTISH impari (tempo di 3/4)
4° LEZIONE – (mercoledì 15 febbraio)
– La MAZURKA francese (tempo di 3/4)
5° LEZIONE – (mercoledì 22 febbraio)
– La BOURREE a 2 tempi (tempo di 2/4)
– La BOURREE a 3 tempi (tempo di 3/4)
6° LEZIONE – (mercoledì 1 marzo)
– Il REEL irlandese (tempo di 4/4)
7° LEZIONE – (mercoledì 15 marzo)
– La GIGA irlandese (tempo di 6/8)
8° LEZIONE – (mercoledì 22 marzo)
– Studio del BAL LIMOUSINE
9° LEZIONE – (mercoledì 29 marzo)
– Studio del REPASSEADO

EUROPEAN NYCKELHARPA NETWORK (www.nyckelharpa.eu)
(Per viola d’amore a chiavi) – Marco Ambrosini, Didier François, Annette Osann, Ditte Andersson, Jule Bauer

Workshop
MASTERCLASS DI ORGANETTO DIATONICO Filippo Gambetta NOVITà 2016/17
MUSICISTI EMOZIONATI, LABORATORIO DI PRESENZA SCENICA E SOUNDPAINTING – Fabio Ambrosini

Corsi per Bambini
DANZA E CANTA NEL CERCHIO Laboratorio per bambini voce e movimento Catia Akila Gianessi NOVITà 2016/17

Da Settembre 2016 a giugno 2017 corsi individuali, collettivi e stage
Iscrizioni sempre aperte, rivolgetevi alla segreteria
Tel.: +39 338 3473990 + 39 0543 444621

Associazione Scuola di Musica Popolare, Piazza Fratti, 2 47034 Forlimpopoli (FC)
www.musicapopolare.net e-mail:musicapopolare@alice.it info@musicapopolare.net
SKYPE: musicapopolare Facebook: SCUOLA DI MUSICA POPOLARE di Forlimpopoli
per partecipare ai corsi è indispensabile l’adesione all’associazione

La Scuola di Musica popolare di Forlimpopoli è convenzionata con: Cinema Teatro “Verdi” Forlimpopoli (Ingresso Ridotto ai soci SMP); Circolo Arci I Bevitori Longevi (Sconto 10% 1° consumazione ai soci SMP); Libreria La Bottega dell’Invisibile (Sconto 15% ai soci SMP

MASTERCLASS di ORGANETTO DIATONICO 
Docente: Filippo Gambetta Novità 2016
Nel ricorrere del suo 30° anniversario la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli è lieta di annunciare l’inizio di una stabile collaborazione con un grande musicista italiano: Filippo Gambetta.
qui di seguito la struttura della masterclass che prenderà il via ad Ottobre 2016

CALENDARIO
9/10 ottobre 2016 - 20/21 novembre 2016 - 11/12 dicembre 2016 - 8/9 gennaio 2017 -19/20 febbraio 2017 - 12/13 marzo 2017

La Masterclass tenuta da Filippo Gambetta si svilupperà nell’arco di sei incontri a cadenza mensile.
Ogni incontro prevederà 3 Ore di lavoro d’insieme (che si terranno alla domenica) durante le quali il Maestro svilupperà una tematica di lavoro di volta in volta diversa. Nelle giornate di domenica e lunedì sono inoltre previste lezioni individuali, ognuna della durata di 45 minuti) nelle quali il maestro svilupperà un lavoro tecnico dedicato alle problematiche ed alle esigenze del singolo allievo/a ed alle quali sarà possibile per gli altri allievi, assistere in qualità di uditori.

Il percorso didattico proposto si articolerà su vari piani, che comprendono: Tecnica (esercizi sulle scale, avviamento alla lettura del pentagramma, training per la velocità etc); Fraseggio ed interpretazione nell’esecuzione di repertori tradizionali specifici (come la musica tradizionale irlandese e la musica tradizionale del Centro Francia); Armonia ed accompagnamento (esercizi sulle triadi, su pattern ritmici di accompagnamento etc); Studio del mantice e della valvola dell’aria, teso ad ottenere un suono pulito attraverso l’uso del soffietto e ad ottimizzare l’utilizzo della valvola dell’aria; Espressione (approccio alle dinamiche espressive possibili e sensibilizzazione alla ricerca di una diversificazione dell’esposizione delle frasi musicali); ABC del repertorio tradizionale da ballo europeo per organetto (brani scelti). Questi i temi proposti nei sei incontri collettivi: Accompagnamento 1. Incontro intorno all’accompagnamento con l’organetto otto bassi / pattern ritmici / accordi / applicazioni su canzoni e melodie; La musica irlandese. Incontro intorno alla musica irlandese / ornamentazione, fraseggio, accentazioni / apprendimento in tecnica lineare di un tema tradizionale scelto; Accompagnamento 2. Approfondimento dell’incontro precedente / lavoro sull’accompagnamento di musica ternaria / accompagnamento terzinato di mazurka e valzer; La musica tradizionale dell’Appennino Ligure. Trascrizioni di temi dell’area delle Quattro Province per organetto / Tre ore a base di monferrine, polke a saltini e gutturnio; L’ensemble di organetti 1. Lavoro incentrato sulla musica di insieme per organetti e costruito su due brani del compositore canadese Oliver Schroer arrangiati per piccolo ensemble di organetti; L’ensemble di organetti 2. Incontro conclusivo del ciclo, riprende i temi del precedente ed a partire da essi propone lo studio delle dinamiche, del tempo e soprattutto dell’ascolto collettivo.
E’ necessaria la pre iscrizione: marcobartolini65@gmail.com – 3383473990
______________________________________________________________________________

Inizia il decimo anno di Khatawat!

Il Centro Khatawat (via Pelacano 12, Forlì) annuncia un nuovo anno carico di iniziative, a partire dall’open week di prove gratuite (dal 12 al 17 settembre) e dalla partecipazione alla Settimana del Buon Vivere (sabato 1 ottobre) presso lo spazio della Barcaccia (Musei San Domenico), e festeggia il decimo anno di attività con il cortometraggio autoprodotto “Dai vita ai tuoi sogni”. Dopo gli appuntamenti estivi al parco urbano che hanno superato in affluenza il migliaio di persone, la stagione del Khatawat riapre con una settimana di prove libere, da lunedì 12 a venerdì 17 settembre: negli orari attivi durante l'anno il centro apre le sue porte a quanti vogliono sperimentare tutti i corsi gratuitamente e senza prenotazione (non occorre essere soci – tutti gli orari sul sito www.khatawat.it). Sono 33 i corsi settimanali in programma per il 2016/2017 – di cui 11 novità – all’insegna della ricerca del benessere psicofisico tra cui un'ampliata offerta di corsi per bimbi e ragazzi (Musicamminiamo, ginnastica Bothmer, Meditazione, Yoga e una nuova fascia di Capoeira), Meditazione (Zen e Vipassana), Acroyoga, ginnastica Bothmer adulti, danza contemporanea, Pizzica e Anima Danza. Sempre nell'ottica di presentazione della corsistica del nuovo anno, sabato 1 ottobre, nel quadro degli eventi della Settimana del Buon Vivere, lo spazio davanti ai Musei San Domenico (Barcaccia) ospita un’intera mattinata dedicata al risveglio di mente, corpo e spirito con prove aperte di Yoga, Tai Chi, Qi Gong, danza egiziana, danza africana e pizzica. Giunto al decimo anno di attività, il Centro Khatawat festeggia con una novità assoluta: il cortometraggio autoprodotto “Dai vita ai tuoi sogni”, diretto da René Ruisi. “Visto il successo del ricco calendario degli appuntamenti estivi al parco, 27 corsi gratuiti da giugno ad agosto 2016 che hanno superato in affluenza il migliaio di persone, e del saggio-spettacolo, una vera e propria parata da Piazza Saffi a via Giorgio Regnoli, l'idea di tornare a una linea più fedele alle origini del nostro centro culturale si è dimostrata vincente” ci racconta Sara Succi, socia fondatrice del centro. “Dopo dieci anni io e Paolo, con cui ho fondato il centro, abbiamo sentito il bisogno di ritornare al contatto diretto con le persone. Il nostro centro è nato dal sogno di promuovere la crescita personale e il benessere psicofisico anche attraverso discipline poco conosciute. Per anni ci siamo battuti per trasmettere questo messaggio”. ”Proprio nella ricera di un mezzo efficace per veicolare il senso del centro tra le persone abbiamo deciso, per il decimo di anno di attività, di provare qualcosa di diverso anche per noi.” continua Paolo Veronica. “Khatawat in arabo significa passi, quelli che abbiamo fatto finora e quelli che facciamo quotidianamente come insegnanti. Abbiamo deciso di buttarci nell'impresa di un cortometraggio autoprodotto, una sfida nella rinnovata gioia di intraprendere sempre strade nuove. Questa volta abbiamo scelto l'immagine in movimento, il linguaggio audiovisivo e cinematografico per veicolare il nostro messaggio e il risultato è “Dai vita ai tuoi sogni”. Diretto da René Ruisi, ma scritto e ideato da quattro persone, non è solo uno spot ma un modo per raccontare noi stessi e tutto ciò che ruota attorno al centro. Il video è per ora visibile solo sul nostro canale Youtube, ma non ci dispiacerebbe in un futuro scommettere su una distribuzione più ampia”.

I nuovi corsi per bimbi e ragazzi – una panoramica
Tra le novità 2016/17 spicca l'ampliamento della corsistica settimanale per bimbi e ragazzi con 5 nuovi corsi. Musicamminiamo, condotto da Emanuele Soldati e Franck Viderot, è un percorso per bambini che sviluppa un approccio intuitivo alla musica, al movimento, all'apprendimento e alla condivisione in gruppo. Partendo dalla musica si intraprende un cammino alla scoperta “del mondo”: un percorso che parte dal senso del ritmo attraverso il proprio corpo e si evolve con la sperimentazione di strumenti e tradizioni musicali di altre culture. La ginnastica Bothmer prende il nome dal suo ideatore, il conte Fritz von Bothmer, che sviluppò questa disciplina e si basa sulla concezione che l’attività fisica faccia appieno parte della crescita intellettuale, culturale e spirituale dell’individuo. Il corso si prefigge di migliorare la consapevolezza del proprio corpo, applicata al movimento. Grazie ai giochi proposti viene coltivata la percezione della propria individualità senza perdere il senso della socialità e del lavoro di gruppo. Il corso di Meditazione (Mindfulness), condotto da Francesca Randoni, è fondato sul “Progetto Gaia” un programma di educazione alla consapevolezza globale e alla salute psicofisica ideato e sviluppato da un'equipe di docenti, professori universitari, educatori, psicologi e medici dell’associazione di promozione sociale “Villaggio Globale” di Bagni di Lucca, che è stato approvato e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e sostenuto dall’UNESCO. Il concetto di Mindfulness, letteralmente “pienezza della consapevolezza” è stato sviluppato per contribuire alla risoluzione dei problemi dei bambini in età scolastica e per rispondere alle necessità educative di una società sempre più globalizzata.  Yoga per bambini, a cura di Enrica Danesi, è una forma di Yoga pensata per i più piccoli, dove le posizioni tradizionali di questa disciplina sono presentate come storie e raccontate in un'atmosfera giocosa. Infine, si aggiunge alla corsistica una nuova fascia di Capoeira che si rivolge ai bambini più piccoli (4-6 anni) condotta da Dyoni de CarvalhoIl. 

Fondato nel 2006, Khatawat è un centro olistico nato per dare spazio a quelle discipline, arti e filosofie che allenano corpo, mente e spirito in un percorso di crescita personale completo. Con uno sguardo curioso e attento alla multiculturalità, la maggior parte dei corsi e degli eventi organizzati avvicinano tradizioni di paesi extra-europei (Estremo Oriente, sub-continente indiano, Medio Oriente e Nord Africa, Africa sub-sahariana, ...) grazie alla passione e alle competenze di insegnanti e maestri altamente qualificati che rendono eccezionalmente accessibile al pubblico locale pratiche e saperi lontani. 

Per consultare l’orario dei corsi:
______________________________________________________________________________

Ass. Cult. Fermento Etnico 
presenta
I laboratori per l’anno associativo 2017

SEZIONE DANZA POPOLARE
LABORATORIO di DANZE IRLANDESI
Da Gennaio ad Aprile, ogni martedì a Rimini
Modulo di n. 12 incontri a partire da martedì 17 Gennaio fino a martedì 4 Aprile: (in orario serale dalle 21,00 alle 23,00). Le lezioni avranno un’alternanza settimanale, ovvero una settimana lezione con gli insegnanti titolari e la successiva ripasso con i collaboratori e così via. La prima lezione di prova è gratuita. Diretto da Cristina ZANINI e Claudio CAVALLINI (con la collaborazione di Ida Pellegrini e Narciso Mazzotti). Location: 105 Stadium Piazzale Renzo Pasolini, 1c – 47924 Rimini (per info scrivere a info@fermentoetnico.org o tel. 3312645324)

LABORATORIO di DANZE POPOLARI INTERNAZIONALI
Da Gennaio ad Aprile, ogni mercoledì a Rimini.
Modulo di n. 12 incontri a partire da mercoledì 18 Gennaio fino a mercoledì 5 Aprile: (in orario serale dalle 21,00 alle 23,00). Il laboratorio comprenderà un vastissimo repertorio che spazierà dalle danze popolari italiane a quelle europee ed oltre con approfondimenti di esperti esterni che, affiancandosi al titolare del corso, apporteranno elementi di novità ed approfondimenti culturali. La prima lezione di prova è gratuita. Diretto da Giuseppe SCANDIFFIO (con la collaborazione di Gilberta Gaviani) Location: Sala polivalente di Quartiere delle Celle (sopra alla Coop) Via 23 Settembre, 124 Rimini. (per info scrivere a info@fermentoetnico.org o tel. 3312645324)

LABORATORIO di TARANTELLE DEL SUD
(Pizzica e Tammurriata)
Da Gennaio ad Aprile, ogni lunedì a Rimini
Modulo di n. 12 incontri a partire da lunedì 30 Gennaio fino a lunedì 24 Aprile: (in orario serale dalle 21,00 alle 23,00). La prima lezione di prova è gratuita. Dicendo tarantella si spalancano le porte di un universo di danze variegate, antiche e affascinanti che attraversano l’Appennino centro-meridionale ricco di celebrazioni di feste patronali, pellegrinaggi e riti devozionali colmi di suoni e strumenti antichissimi. Significa, imparare a conoscere e ad amare quel cerchio “magico” fatto di persone che, facendo incontrare suonatori e ballerini, permette l’attuazione di un rito: quello dei corpi che si parlano danzando. Un rito che gli esseri umani compiono probabilmente fin dalle origini della civiltà. Durante il corso esploreremo principalmente tre famiglie di danze: la pizzica pizzica (Puglia), la tammurriata (Campania) e il sonu a ballu (Calabria sud aspromontana). Durante l’anno verranno proposti approfondimenti e incontri con insegnanti, danzatori e musicisti provenienti dalle varie aree. Diretto da Sara BERARDI  (per info scrivere a info@fermentoetnico.org o tel. 3312645324) Location: Centro Sociale “Viserba 2000” Via Baroni, 9 – Rimini

LABORATORIO di DANZE POPOLARI INTERNAZIONALI
Da Gennaio a Maggio, ogni venerdì a Pesaro.
A partire da venerdì 13 Gennaio (in orario serale dalle 21,00 alle 23,00): Il laboratorio comprenderà un vastissimo repertorio che spazierà dalle danze popolari italiane a quelle europee ed extra europee. Il modulo sarà dedicato in particolar modo ai neofiti, che avranno modo di imparare subito le danze più facili per cominciare a divertirsi. Ovviamente sarà occasione di ripasso e perfezionamento dei passi per i nostri veterani! La prima lezione di prova è gratuita. Diretto da Giulia GIOACCHINI (per info scrivere a info@fermentoetnico.org  o tel. 3312645324 oppure giulia.gioacchini@gmail.com  3331235010). Location: Teatro Parrocchiale “S. Luigi Gonzaga” Via Brandani, 2 Pesaro

Maggiori info su

SEZIONE CANTO E CREATIVITA’

LABORATORIO di CANTO POPOLARE
Da Ottobre a Maggio, ogni giovedì a Viserba di Rimini.
Diretto da Paola SABBATANI (3391135921).
Location: Centro Sociale “Viserba 2000” Via Baroni, 9 – Rimini

SEZIONE STRUMENTI

LABORATORIO di GHIRONDA E MUSETTE FRANCESE
Da Settembre a Maggio ogni mercoledì a Bellaria (RN)
Diretto da Walter RIZZO (3403926066) Location: Parrocchia Santa Margherita Via San Mauro, 40 Bellaria (RN)

LABORATORIO di ORGANETTO
Dal 26 Settembre a Maggio, ogni lunedì a Bellaria (RN)
Diretto da Pepe MEDRI (3477630630) Location: Parrocchia Santa Margherita Via San Mauro, 40 Bellaria (RN)

LABORATORIO di  OCARINE E FLAUTI
Da Ottobre a Maggio, ogni mercoledì a Rimini.
Diretto da Manuela DI CRETICO (3407165337) Location: Saletta di Quartiere delle Celle (sopra alla Coop) Via 23 Settembre, 124 Rimini

LABORATORIO di MUSICA d’INSIEME (gratuito)
Da Ottobre a Maggio, ogni lunedì a Rimini.
Diretto da Giancarlo BATTILANI (3403066033) Location: Centro Sociale “Viserba 2000” Via Baroni, 9 – Rimini

LABORATORIO di FISARMONICA
Da Settembre a Maggio, ogni lunedì a Bellaria (RN)
Diretto da Gilberto CASALI (3332046107) Location: Parrocchia Santa Margherita Via San Mauro, 40 Bellaria (RN)

LABORATORIO di DJEMBE
Da Gennaio a Maggio, ogni lunedì a Gradara (PS)
Diretto da Cristiano TACCONI (3496821795) Location: Centro Giovani Gradara Via Mercato c/o, Centro Civico Gradara

Maggiori info su

Associazione di Promozione Sociale
FERMENTO ETNICO
Via Gramsci, 49 - Misano Adr. (RN)
C. F. 91097940406 - Tel. +39 331 2645324
http://www.fermentoetnico.org - info@fermentoetnico.org
____________________________________________________________________________

Assisi: corsi musicali estivi "in cerca del musicista illuminato"
31 luglio - 6 agosto

direzione artistica Andrea Ceccomori

Assisi Suono Sacro in collaborazione con Keysound e il Comune di Assisi, organizza la seconda edizione dei corsi musicali estivi di composizione (Assisi 31 luglio – 6 agosto), interpretazione e seminari. Tutti momenti di formazione che, grazie ad un accordo con il Conservatorio di Cesena, varranno come crediti formativi. Centrale la ricerca del suono e della musica secondo i principi del suono povero e dell’artista illuminato, di cui si fa portavoce da alcuni anni la filosofia di Assisi Suono Sacro: un artista con una innovata capacità di comunicazione, alla ricerca di quel suono che, liberato dagli orpelli di maniera, sia in grado di entrare in contatto profondo con l’animo umano e, come tale, parlare del linguaggio dello spirito al di là di culture e religioni. Fra i docenti e i corsi coinvolti nomi prestigiosi quali quelli di Markus Stockhausen, che affronterà i magici meandri della musica intuitiva. Sempre nell’ambito della composizione, in programma i corsi di Marco Lombardi e Stefano Taglietti a cui sarà affidato anche un corso di composizione per ragazzi. Per la parte di interpretazione ci saranno strumenti come il violino con Sherban Lupu, il pianoforte con Michele Fabrizi, il contrabbasso di Milton Masciardi, il corno con Valerio Maini, il trombone con Ivo Nilsson e l’Arpa con Maria Chiara Fiorucci. Per la sezione dei seminari avremo il flautista Andrea Ceccomori che dedicherà la sua attenzione a due importanti temi: il primo dedicato espressamente ai flautisti e all’interpretazione della musica contemporanea; il secondo destinato a tutti i musicisti, allievi e professionisti, che desiderino acquisire un metodo di interpretazione in grado di arrivare in profondità all’anima del proprio pubblico. Altro seminario sarà quello di Musica e visual media di Marco Testoni, dedicato alle tecniche e ai nuovi mestieri della musica per immagini. In programma anche il seminario di Yoga del suono con Alessandro Ortona. La direzione artistica ha scelto, quindi, per questo percorso docenti italiani e internazionali di chiara fama che, oltre ad un’importante esperienza didattica, hanno elaborato un metodo capace di mettere in contatto profondo, da una parte con la  interiorità dell’allievo e dell’altra con le profondità della musica, con l’obiettivo di far maturare in ognuno di loro, un interprete o un autore in grado di arrivare con forza al proprio pubblico. Per partecipare ai corsi è necessario iscriversi scaricando e firmando il modulo sul sito www.assisisuonosacro.eu/accademia, compilare il form sul sito www.assisisuonosacro.eu, scaricarlo e firmarlo ed inviare una email a assisisuonosacro@gmail.com allegando la ricevuta del pagamento e il form compilato e firmato. Le iscrizioni dovranno pervenire improrogabilmente entro il 31 maggio 2017.

Per informazioni: assisisuonosacro@gmail.com oppure consultare il sito assisisuonosacro.eu
____________________________________________________________________________

IDMS Firenze
Sono aperte le iscrizioni ai corsi dell'IDMS

L’ Istituto Diocesano di Musica Sacra dell'Arcidiocesi di Firenze, è nato negli anni '70 su iniziativa del M° Mons. Luigi Sessa. La scuola attualmente ha sede in Borgo S.Jacopo n.36. Due sono le sfide che l'Istituto ha dinanzi a sé: la diffusione della cultura musicale attraverso la didattica, rivolta tanto agli amatori di tutte le età quanto ai giovani che desiderano prepararsi per una successiva formazione professionistica nelle istituzioni statali, e la formazione nel campo della musica sacra, tanto attraverso la valorizzazione e il recupero del grande patrimonio di musica sacra e liturgica quanto nella cura della formazione, in tutte le sue innumerevoli sfaccettature, degli operatori liturgici (organisti e strumentisti, direttori di coro, cantori, ecc...) che curano gli aspetti musicali delle nostre liturgie. Per far ciò sono attivi diversi insegnamenti che vanno dalle discipline classiche (pianoforte, violino, violoncello, chitarra, flauto, clavicembalo, ecc…) a discipline più specifiche (organo liturgico e organo principale, canto gregoriano, direzione di coro, armonia, discipline del dipartimento di musica antica, ecc…), con una particolare attenzione per i piccoli (musica per l’infanzia) e per i cori amatoriali (educazione alla pratica corale). Dallo scorso anno, oltre alla sede centrale di Firenze, si aprono due nuove sedi distaccate, dove si posso frequentare gli stessi corsi che si tengono nella sede centrale. Sede distaccata di EMPOLI - Propositura di Empoli (Parrocchia della Collegiata di Sant'Andrea), Piazzetta della Propositura n.3 50053 Empoli (FI). Sede distaccata del Mugello - Parrocchia di S.Silvestro - Corso B. Corsini 99 ­ 50031 Barberino di Mugello (FI). Sono attive dalle scorso anno anche due sedi parrocchiali nelle parrocchie di Sant'Angelo a Legnaia e Santa Maria a Peretola; esse sono specificamente rivolte a coloro che vivono nel territorio e nei dintorni delle parrocchie stesse. Le lezioni inizieranno il giorno 16 settembre 2016. Si può già effettuare la preiscrizione ai corsi tramite il modulo online (l'iscrizione verrà perfezionata di persona, in segreteria, all'inizio delle attività) Per conoscere l'organizzazione dei corsi, i costi, ecc. si può consultare la Guida Accademica 2016-17 

Direttore dell'IDMS m° don Giovanni Alpigiano
Vicedirettore dell'IDMS m° Umberto Cerini 
Responsabile segreteria e informazione m° Francesco Zanardi
Per informazioni: musica@diocesifirenze.it - idms.firenze@gmail.com

ELENCO DISCIPLINE

§ Organo principale
§ Organo liturgico
§ Elementi di composizione e composizione per la liturgia
§ Musica corale e Direzione di coro per la liturgia
§ Canto gregoriano
§ Canto
§ Elementi di canto barocco - vocalità e repertorio
§ Pianoforte principale
§ Violino
§ Violoncello
§ Chitarra classica
§ Flauto traverso
§ Oboe
§ Improvvisazione organistica e accompagnamento
§ Lettura della partitura
§ Teoria e solfeggio
§ Storia della musica
§ Musica d'insieme
§ Esercitazioni corali
§ Armonia ed analisi musicale
§ Modalità e canto gregoriano
§ Propedeutica musicale e musica per l'infanzia
§ Educazione alla pratica corale
§ Dipartimento di Musica Antica (clavicembalo e basso continuo - violino barocco - flauto dolce - viola da gamba - tiorba, liuto e chitarra barocca)