Lion D - Heartical Soul (Bizzarri Records, 2015)

Modena è la città in cui sono nato, e le cosiddette eccellenze del suo territorio sono il Lambrusco, l’Aceto Balsamico, lo gnocco fritto e i motori con Ferrari, De Tomaso e Maserati. A Modena c’è però anche tanta musica, basti pensare all’indimenticato Luciano Pavarotti, o a Francesco Guccini o spostandosi di qualche chilometro in provincia a Vasco Rossi. Ad arricchire ulteriormente la sempre attivissima scena modenese, è da qualche tempo il giovane produttore Leo Bizzari che con la sua etichetta Bizzarri Records ha lanciato, Lion D, una delle sorprese più interessanti della scena reggae nazionale degli ultimi anni. Lontano dai riflettori dei grandi palcoscenici, Lion D con l’aiuto del produttore modenese, ha imboccato l’unica strada possibile per un animo artistico ribelle dentro come il suo, una resa live ineccepibile, che convince anche i più restii della piacevolezza e della necessità interiore che sottende alla sua musica. Il suo nuovo album “Heartical Soul” ha preso vita in Jamaica, dove Lion D circa un anno fa si è recato per registrarlo insieme ad un altro espatriato di lusso come Alborosie, già da tempo in pianta stabile nell’isola delle Grandi Antille. Anticipato dai due singoli “Heartical Luv” cantata insieme ad Alborosie e “Ruff Inna Town – Bangarang”, il disco vede la partecipazione di due leggende della musica reggae giamaicana come Ken Boothe e Mr.Vegas, nonché il contributo di diversi strumentisti locali. Nel complesso i tredici brani nati da questa fortunata collaborazione con Alborosie fotografano in modo sorprendente la crescita artistica di Lion D, in grado di spaziare agilmente attraverso i vari sentieri della reggae music dalla dancehall al dub, ma con un occhio sempre puntato verso le sonorità roots più pure. Durante l’ascolto a colpire è la versatilità della sua espressione musicale, esaltata anche dalla scelta di cantare i vari brani in patois (si legge path-wah), dialetto nazionale della Jamaica e riconosciuto anche come lingua, la cui straordinaria musicalità si sposa perfettamente con la musica di Lion D. Pensare che un disco come “Heartical Soul” sia il frutto di un produttore come Leo mi rende orgoglioso della mia terra e della capacità che hanno i suoi abitanti. I neofiti del reggae troveranno piacevolissimo oltre che formativo questo viaggio attraverso storie interessanti e modi differenti di intendere la musica made in Jamaica, da sempre caratterizzata da specializzazioni estreme. Grande disco!


Antonio "Rigo" Righetti