Fabio Mariani Group – On My Hands (Videoradio, 2014)

Chitarrista e sessionman tra i più apprezzati in Italia, Fabio Mariani è noto soprattutto per la sua attività didattica portata avanti negli anni tanto con stage, seminari e masterclass, quanto anche con la pubblicazione di testi diventi fondamentali per quanti desiderano approcciare la chitarra jazz, ovvero “Trattato di Chitarra Jazz” del 1984 e il più recente “Trattato Di Chitarra Contemporanea”, editi entrambi dalla Carisch. Parallelamente all’insegnamento e all’attività concertistica, Mariani ha coltivato anche una interessante discografia come solista dando alle stampe sei album a partire dal debutto “Digital Connection” del 1987. Il suo lavoro più recente “On My Hands”, pubblicato dalla sempre attivissima Videoradio, raccoglie nove brani, incisi con il suo gruppo composto da Fabio Palese (sax), Mirko Matera (piano), Vincenzo Maurogiovanni (basso) e Gaetano Fasano (batteria). Si tratta di un album che mette in risalto non solo la magistrale tecnica chitarristica di Mariani, ma soprattutto le sue pregevoli composizioni in cui si apprezza il riuscito connubio tra le atmosfere e le sonorità mediterranee con le strutture e le progressioni armoniche tipiche del jazz. Guidati dalla chitarra di Mariani e dai suoi assoli, si compie un vero e proprio viaggio sonoro che prende le mosse dall’elegante tessitura melodica di “Cross Travel” in cui si sviluppa un dialogo intenso tra chitarra e sax. Si prende il largo con il blues notturno della title-track impreziosita da un magistrale assolo di Mariani, a cui segue prima alla fusion della funkeggiante “Easy Fun” e poi l’evocativa “Estasi”. “Emocao” e le sue frizzanti sonorità latin jazz ci portano in Sud America, ma subito dopo irrompe il funk di “So Easy” della quale si apprezza l’intenso interplay tra il pianoforte di Matera, la chitarra di Mariani e il sax di Palese. Se il vertice del disco è la deliziosa “Come Back Home”, brano dall’atmosfera riflessiva in cui la chitarra arpeggiata di Mariani dialoga in modo sublime con il sax di Palese, il brano successivo “Unlocked” è l’esempio lampante di come la scrittura di Mariani possa riservare sorprese continue, infatti oltre ad una sorprendente costruzione melodica, di questo brano piace l’intricata ed originale costruzione ritmica. Chiude il disco lo shuffle “Social Blues”, brano nato su facebook, e che vede il gruppo allargarsi fino a diventare una superband con le chitarre di Luca Rocchi, Sergio Basile, Danilo Violetta e Maurizio Loffredo, che si alternano nelle parti solistiche. Insomma “On My Hands” è un disco di puro godimento, che non mancherà di regalare belle soddisfazioni a quanti vi dedicheranno la loro attenzione. 


Salvatore Esposito