Rosanne Cash - The River And The Thread (Blue Note, 2014)

Figlia di Johnny Cash e della sua prima moglie, non June Carter, bensì la signora Liberto, Rosanne, è sposata con il bravo musicista e produttore John Leventhal, e il suo nuovo disco sul suolo italico venderà forse una cinquantina di copie. A noi, paladini del suono, questo però non importa. Qui c'è la qualità. Il songwriting è al cinquanta per cento con il bravissimo John che produce anche l’album. Sonorità come quelle di questo disco sono quelle che vorremmo sentire nei lavori di Bruce. E’ inutile che ci nascondiamo dietro un dito, è così che vorremmo suonasse il nostro rocker del New Jersey, mentre noi tentiamo di farci andare bene le svolte non sempre comprensibili dovute all'andropausa. Per carità , niente di rivoluzionario, la rivoluzione non può avvenire tutti i giorni. Non sarebbe certo una rivoluzione. Però il vostro rocker bassista sta ascoltando questo disco in uno studio sulle colline aretine, mentre lavora al prossimo disco, e la musica di Rosanne passa da un banco straordinario SSLSL9000 e viene restituita alle orecchie da casse Genelec. Così la mente viaggia. Pensate ai dischi dei nostri cantautori più maturi, fatelo questo gioco, pensate non so a De Gregori, Fossati, Guccini, poi confrontate il "valore" acustico della musica che confezionano. Attendo le vostre riflessioni. Il disco è stato pubblicato dalla grande e splendida etichetta Blue Note, ed è corredato, in una limited edition, da un bellissimo booklet che amplia il discorso relativo al Sud degli States, tema centrale in molte canzoni.


Antonio "Rigo" Righetti