Badesha - Canti Liturgici Dall’Oriente Cristiano, a cura di Domenico Di Virgilio (AELMA/Menabò)

Domenico Di Virgilio, orientalista, studi di Conservatorio e di etnomusicologia alle spalle, è un profondo conoscitore del fare musica in Abruzzo, sua regione d’origine. Questa sua significativa e lodevole produzione offre i risultati di un’indagine antropologica e musicologica condotta a Villa Badessa, Badesha in lingua arbëreshë, frazione del comune di Rosciano nella provincia di Pescara, l'unica comunità albanofona abruzzese. Le origini risalgono al XVIII secolo, quando famiglie provenienti dall’Epiro meridionale s’insediarono su terre ricevute da Carlo III di Borbone. Se è vero che questa piccola comunità conserva solo in parte l'uso della lingua arbëreshë, è soprattutto nel rito greco-bizantino che si manifesta ancora la sua peculiarità culturale. Si tratta di verificare sul campo quelle pratiche culturali, impregnate di senso e valore, che appaiono centrali nel processo di auto-riconoscimento e di costruzione di un’appartenenza locale. Effettuata in case private e nei luoghi del rito – la chiesa di S. Maria Assunta, in cui si svolgono le funzioni liturgiche e sacramentali in lingua greca e dove è conservata una preziosa collezione di icone –, la ricerca raccoglie diciotto canti che accompagnano il calendario liturgico cattolico di rito greco-bizantino della comunità alloglotta dell’entroterra pescarese. Ci troviamo di fronte ad un repertorio canoro di impianto modale, omofonico, realizzato soprattutto per terze parallele. Ad eseguire i canti è un coro di entità numerica variabile, interamente femminile fino a poco tempo fa, con la presenza attualmente di una sola voce maschile. Le prime quattro tracce sono state raccolte negli anni 1988 e 1989, Il resto dei materiali tra il 2011 e il 2012. Il DVD contiene un filmato che presenta i riti della Settimana Santa, una documentazione di immagini di Bruno Imbastaro e tre saggi in formato PDF (contributi di Giancarlo Ranalli, Giovanni Agresti, Mircea Coros e dello stesso Di Virgilio) che delineano il quadro storico-culturale, antropologico-religioso ed etnomusicologico. I supporti audio, video e testuali sono accompagnati da un booklet che raccoglie i testi dei canti. 

Ciro De Rosa