Kate Campbell - 1000 Pound Machine (Large River Music)

A breve distanza dallo splendido live Two Nights in Texas, in cui rileggeva il meglio della sua produzione in chiave acustica, Kate Campbell ritorna con un disco di inediti, 1000 Pound Machine, che si caratterizza per essere stato interamente composto al pianoforte, strumento che aveva caratterizzato i suoi primi passi nel mondo della musica e successivamente abbandonato in favore della chitarra. Prodotto da Will Kimbrough e inciso a Nashville insieme ad alcuni ottimi musicisti come David Hood al basso, Spooner Oldham all'organo e David Henry agli archi, il disco è una bella raccolta di dieci ballate, più due reprise della title track, dai toni soul che rimandano per certi versi a quel gioiellino che era For The Living Of These Days. Rispetto al passato la scrittura, come la voce della Campbell è ancor più profonda e meditativa, come dimostrano brani come Red Clay After Rain in cui si apre a ricordi personali, o Montgomery To Mobile, in cui troviamo Rosa Parks seduta su un autobus accanto al governatore razzista Goerge Wallace, o ancora la preghiera a cuore aperto Walk With Me. Tra i vertici del disco ci sono senza dubbio Alabama Department of Corrections Meditation Blues in cui appare anche Emmylou Harris ai cori, la title track e God Bless You Arthur Blessitt, dedicata ad un predicatore molto noto negli States. Nel complesso questo nuovo album conferma lo stato di grazia di Kate Campbell, che giunta ormai al tredicesimo lavoro discografico, è da considerarsi come una delle più talentuose cantautrici americane di area folk e soul. 



Salvatore Esposito