Downtown Ramblers - On The Other Side Of The City (Dtr Music Production)

Vincitori nel 2007 del campionato di Bluegrass e nel 2009 del premio come migliore bluegrass band nel corso dell’European World Of Bluegrass Festival, che si tiene annualmente in Olanda, i Downtown Ramblers sono una interessante band svedese composta da cinque musicisti ovvero: Emelie Junsten (voce), Per Ojerut (chitarra e cori), Oskar Reuter (mandolino, mandola e voci), Martin Blomberg (banjo, pedal-steel e voci) e Karl Annerhult (contrabbasso), che si inserisce nella scia della New Acoustic Music. On The Other Side Of The City è il loro secondo disco e conferma tutta il loro talento e la qualità della loro originale proposta musicale volta a dare nuova linfa alla Bluegrass Music. Composto da undici brani originali, il disco parte dall’approccio musicale dei The Duhks per trovare una propria dimensione come dimostrano le ottime I’ll Go, I Never Planned e This Town, con la brava Junsten a guidare ogni brano con la sua eccellente voce. Ciò che però sorprende in modo particolare è la cura con la quale questa band approccia l’interplay tra la chitarra e gli altri strumenti a corda come il banjo e il mandolino, che risulta essere particolarmente accattivante anche quando imbocca sonorità più tenui e poetiche come nel caso di Take Your Eyes Away From Me. Nel complesso il disco ha tutte le potenzialità per confrontarsi alla pari con le principali band di oltreoceano, e questo non solo per l’ottima tecnica strumentale dei musicisti ma anche per gli eccellenti arrangiamenti, e non ci sorprende che per loro si sia scomodato anche Tim O’Brien che appre al violino e alla voce in Be My Baby Still, che a buon diritto può essere considerata come il vertice del disco. 


Salvatore Esposito