Leonard Cohen - Old Ideas (Columbia)

78 anni, tanti dischi alle spalle, una voce che è un marchio di fabbrica e un futuro capolavoro qui per voi, da comprare, possedere, spulciare, fare vostro negli anni a venire. La Voce, le Parole, la Malinconia, la Paura, il Disgusto, il Coraggio e la Speranza, l’Amore, Dio eccetera eccetera ecco di cosa parla Leonard mentre declama i suoi versi su un accompagnamento mai invasivo e qui, a differenza di altri casi, meno dubbioso nell’esprimere una certa idea, quasi “dylaniana” di blues. C’è l’idea di ironia caustica e bruciante di un songwriter che apre il disco dicendo :"I love to speak with Leonard, he's a sportsman and a shepherd, he's a lazy bastard living in a suit...", che c’è di più geniale che darsi del bastardo pigro che vive in doppiopetto? E’ quasi un atteggiamento partenope in senso nobile, e tutto il disco si mantiente su quel registro, sussurrato, registrato con un effetto proximity per la voce che, soprattutto in cuffia, vi darà l’impressione che Leonard, quel lazy bastard living in a suit stia sussurrandovi le sue liriche direttamente dentro al condotto uditivo. Old Ideas è denso, pieno di angoli da scoprire ascolto dopo ascolto, come tutta la bella musica vera, lo si può ascoltare in decine di modi differenti, a volume da tamarrro così come in sottofondo, mentre vostro figlio spara un cartoon dei Fantagenitori a volumi impossibili nell’altra stanza ( peraltro facendovi supporre un futuro da sordo dietro l’angolo per il frutto dei vostri lombi!), oppure in macchina, mentre vi aggirate per le strade della pianura coperte di neve candida e silenziosa, oppure dentro all’ipod, mentre la barista vi chiede cosa volete e voi leggete le sue labbra e Leonard canta e sussurra con la sua voce da baritono tabagista, così rispondete con voce troppo alta perchè avete le cuffie e tutti gli avventori del bar si voltano... insomma, cosa aspettate, siamo in presenza di un capolavoro, di questi tempi non è affatto poco, se cercate frizzi e lazzi, o giovanilistiche impennate ormonali, siete al disco sbagliato, se invece cercate la durata, prego, accomodatevi. Strano pensare che il disco sia stato prodotto da un certo Patrick Leonard, già in studio con la Madonna di La Isla Bonita ma si sa, la musica viaggia su strade tutte sue...




Antonio "Rigo"Righetti