Alberto Mesirca - Haitian Suite: The Music Of Frantz Casséus (Basta)

Chitarrista classico di grande talento e dalla rigorosa formazione, Alberto Mesirca, vanta un prestiogioso percorso artistico che lo ha visto partire dal Conservatorio di Castelfranco Veneto dove ha conseguito il diploma con il massimo dei voti e la menzione d'onore, fino a toccare una lunga serie di riconoscimenti culminati con la recentissima nomination ai Grammy Award 2012 nella sezione classica per Haitian Suite, disco dedicato al grande compositore haitiano Frantz Casséus, a cui qualche anno fa aveva già dedicato uno splendido album il grande Marc Ribot. Proprio quest'ultimo, che da giovanissimo era stato allievo del maestro haitiano, ha in un certo senso fatto conoscere al grande pubblico il talento del chitarrista veneto, guidandolo in un lungo percorso di ricerca, che idealmente rappresenta la continuazione di quel piccolo gioiello che era stato Marc Ribot: Plays Solo Guitar Works of Frantz Casséus. Insieme hanno lavorato a lungo nel raccogliere e ricatalogare tutte le composizioni del chitarrista haitiano scomparso nel 1993, ed in particolare il loro lavoro si è soffermato sul Note Book 99, che conteneva alcune composizioni per sola chitarra classica, e proprio grazie al peculiare approccio di studio di Mesirca è nata l'idea di realizzare Haitian Suite disco che raccoglie trentasette brani strumentali nei quali si ha modo di apprezzare tutto il suo talento e la sua tecnica. Questo disco è però anche l'occasione per riscoprire le preziosi composizioni di Casséus che molto prima della fusion e delle contaminazioni, avevano rappresentato una ventata di novità nel panorama musicale americano, mescolando le sonorità tipiche della tradizione haitiana con quelle della musica colta europea e con il jazz. La sua musica era un atto d'amore per la sua Haiti, una nazione che dal 1915 al 1934 aveva subito una dura occupazione militare da parte degli Stati Uniti, e suonare la musica della sua terra in casa degli invasori, non poteva non avere anche un significato politico. Tutto questo è insomma confluito in Haitian Suite, che rappresenta una sorta di biografia musicale del grande chitarrista di Port-Au-Prince, restituendoci integro tutto il fascino delle merengue da ballo così come di alcuni introspettivi soliloqui chitarristici densi di malinconia. Suonato con grande cura e con rigoroso rispetto delle partiture originali, Haitian Suite, ha il pregio di farci conoscere uno dei musicisti italiani più talentuosi degli ultimi anni, e non è un caso che nelle note di copertina anche Marc Ribot abbia sottolineato come con questo disco sia sia in un certo senso chiuso un cerchio, infatti Mesirca è riuscito a far rivivere tutta l'arte e il fascino di Casséus, dando vita a non ad una semplice raccolta di brani di antiquariato, ma piuttosto sia riuscito a dare finalmente la giusta collocazione a quei brani proprio come avrebbe voluto il suo autore. Ad impreziosire il tutto c'è un corposo libretto nel quale ogni brano è accuratamente presentato e commentato. Insomma Haitian Suite è un gioiello di rara bellezza, che piacerà agli amanti della musica classica come ai cultori della chitarra e soprattuto farà balzare dalla sedia anche ai cultori di world music. Insomma cercate di trovare questo disco, non ve ne pentirete. 


Salvatore Esposito