Assurd – Musiche Per Cantata (Suonitineranti/AnimaMundi Distribuzione)


Le Assurd nascono come trio nel 1993 dall’incontro tra la talentuosa cantante ed organettista campana Cristina Vetrone, con altre due eccellenti cantanti come la napoletana Lorella Monti e l’argentina Enza Prestia. L’idea base era quella di riproporre un corpus di canti del Meridione d’Italia partendo dalle ricerche a stretto contatto con i vecchi cantori e dallo studio condotto sui testi e gli archivi più importanti. Sei anni dopo il gruppo diventa un quartetto con l’ingresso di Enza Pagliara, che con la sua antica voce allarga il repertorio del gruppo verso il Salento, e soprattutto completa un quadro sonoro e vocale unico, in cui le quattro voci femminili dense di forza e bellezza, duettano, si confrontano e si intrecciano su strutture musicali scarne eppure dense di fascino e suggestione. Il debutto discografico arriva nel 2001 con Intrasatta che mescola canti della tradizione campana e pugliese con brani originali, seguito da Fate del 2003, realizzato con Aterballetto di Reggio Emilia,  e ‘Stamanera del 2009. Musiche Per Cantata il nuovo album, raccoglie diciotto tra i brani più rappresentativi del repertorio delle Assurd, seguendo ovviamente la formula di mescolare brani originali a quelli della tradizione pugliese e campana. Durante l’ascolto si percepisce chiaramente come i brani della Vetrone poggino su solidi studi etnomusicali, e non è casuale che si abbia spesso la sensazione che siano anch’essi provenienti dal repertorio tradizionale. Brillano le voci, dense di personalità e vibranti di emozioni, della stessa Vetrone che, con il suo tono quasi baritonale sospeso tra violenza e struggente passione, guida il gruppo con grande sicurezza e di Enza Pagliara, che caratterizza ogni brano in modo inconfondibile con la sua peculiare vocalità. Diverse ma non meno belle sono le voci di Enza Prestia e Lorella Monti, la prima suadente e nostalgica la seconda travolgente e forte come nella migliore tradizione partenopea. Ad accompagnare le Assurd troviamo anche alcuni ospiti come Marcello Vitale (chitarra acustica e battente), Edoardo Marraffa (sax tenore), Luigi Lullo Mosso (contrabbasso), Manuel Dallacasa (voce), Redi Hasa (violoncello), la Banda Roncati, Claudio Montuori (voce e marranzano), Antonello Gialdino (organetto) e la Fanfara Populara. In generale, però, la qualità delle registrazioni inficia non poco sulla riuscita finale dei singoli brani, e soprattutto appiattisce molto la potenza espressiva e corporea che le Assurd riescono ad esprimere in modo magistrale sul palco. Nonostante le registrazioni non particolarmente fortunate, la qualità del prodotto artistico del quartetto è fuori discussione, e tra tammurriate, pizziche, tarantelle e canti di lavoro non si può non apprezzare brani come l’iniziale 'E 'ccose 'Mpruvvisate, tratta da una poesia di Raffaele Viviani e qui musicata dalla stessa Vetrone, i tradizionali salentini Fimmene Fimmene e Lu Rusciu De Lu Mare, la ninna nanna Nonna Nonna e la splendida Madonna De La Grazia. Musiche per Cantata è un documento artistico importante perché sintetizza un percorso artistico di grande pregio come quello delle Assurd, il cui significativo successo all’estero non ha corrisposto ad un eguale riscontro nella nostra penisola. E’ probabile che una maggiore cura realizzativa avrebbe contribuito a valorizzare a pieno queste quattro splendide voci femminili, un limite superabile solo avendo la fortuna di andare a vedere uno dei tanti concerti che tengono in giro per il mondo, con la certezza che forse solo il palco possa renderle pienamente giustizia.



Salvatore Esposito