Corde Oblique – Back Through The Liquid Mirror (Dark Vinyl Records/Audioglobe/Believe, 2018)

Quello di Corde Oblique è un progetto iniziato nel 2005 dopo l’esperienza del chitarrista e fondatore Riccardo Prencipe con i Lupercalia, esperimento nato dall’incontro tra i suoi interessi per arte medievale e musica antica. Corde Oblique è una “bottega di artisti del suono” che dopo tredici anni di appassionata attività e ricerca, hanno scelto di guardarsi alle spalle riappropriandosi di alcuni pezzi del loro repertorio appositamente rivisitati e proposti live in studio. “Back Through The Liquid Mirror” è una frizzante performance acustica registrata e filmata presso gli Splash Studio di Napoli che sottolinea ancor più le radici neo-folk della formazione. Svincolati dalla tipica (e complessa) lavorazione in studio per sovrapposizione di parti “step by step”, gli undici brani dell’album acquistano in questo differente contesto spontaneità e intimità nuove, anche grazie al notevole affiatamento tra i musicisti guidati dalle chitarre di Prencipe. La formazione comprende inoltre: Annalisa Madonna (voce), Umberto Lepore (basso), Alessio Sica (Batteria), Luigi Rubino (Pianoforte) ed Edo Notarloberti (violino). Oltre a brani tratti dai precedenti lavori, “Back Through The Liquid Mirror” include le cover di “Fliyng” degli Anathema e “Kaiowas” dei Sepultura da tempo importanti riferimenti per il gruppo, come ha ricordato personalmente Prencipe: “Anathema e Sepultura hanno avuto picchi di espressione assai interessanti a mio parere, l’idea di rivisitare un loro brano mi stuzzicava da sempre. Ho avuto anche modo di far ascoltare la versione originale ad Andreas Kisser dei Sepultura, il quale si disse subito molto entusiasta. Con Daniel Cavanagh degli Anathema suonammo un paio di brani durante un suo live acustico ed in seguito decidemmo di coverizzare “Flying” dopo aver ascoltato una loro esecuzione favolosa in apertura del concerto dei Porcupine Tree a Roma". “Back To The Liquid Mirror” passa in rassegna il repertorio di “Corde Oblique” offrendoci una nuova prospettiva che privilegia la spontaneità e il vigore tipici della dimensione “live”. Chi acquisterà il cd potrà inoltre ottenere in esclusiva ben due link, uno per accedere all’intera performance filmata dell’album in streaming, e l’altro per seguire un video bootleg del concerto realizzato da fan tedeschi presso il Wave Gotik Treffen di Lipsia. Siete curiosi? Non lasciatevi sfuggire l’occasione... 


Marco Calloni
Posta un commento