Staff Benda Bilili – Bouger Le Monde! (Crammed Discs/Materiali Sonori)

CONSIGLIATO BLOGFOOLK!!!

Nati nella megalopoli congolese di Kinshasa alla fine degli anni novanta, e scoperti grazie all’intuito di Demon Albarn, che li scovò in un viaggio per la sua associazione Africa Express, Staff Benda Bilili sono un collettivo di musicisti affetti da gravi handicap motori, nel cui nome, coniato dai fondatori Ricki Libau e Koko Ngambali, è racchiuso tutto il loro piccolo grande miracolo. In Lingala, una delle lingue ufficiali della Repubblica Democratica del Congo, questa espressione significa infatti “guardare oltre le apparenze”, ed evidenzia tutta la forza di volontà con cui hanno affrontato la loro esperienza di vita, combattendo, non solo contro i pregiudizi, ma anche contro la fame e la povertà. Quando ancora nessuno parlava di loro, e la musica serviva ad alleviare le loro sofferenze quotidiane, il cantante e chitarrista del gruppo, Coco Yakala disse:” Un giorno saremo gli handicappati più conosciuti d'Africa”, fu una piccola svolta. Di giorno sbarcavano il lunario arrangiandosi come potevano facendo i mendicanti o i venditori ambulanti fuori dai ristoranti per bianchi, mentre di notte, messi da parte i loro guai fisici ed imbracciati gli strumenti davano seguito con grande forza di volontà al loro sogno di diventare degli artisti. A guidare il gruppo sono le forti personalità del chitarrista ed ex campione di braccio di ferro, Koko Ngambali, e del vocalist con la voce da crooner Ricki Lubau, ma nella line-up non mancano veri talenti come Théo Nsituvuidi, secondo cantante e fan sfegatato di James Brown e Bob Marley, o il giovane Roger Landu, che fu accolto nella band appena adolescente, e divenuto con il suo satongué, uno degli elementi di punta, dopo un infanzia trascorsa nelle polverose vie di Kinshasa. Nel 2009 arriva la grande occasione con Très, Très Fort, il loro disco di debutto, che li proietta verso un pieno successo di pubblico e critica, e in un applauditissimo tour mondiale. A distanza di tre anni, il gruppo congolese torna con un nuovo album, Bouger Le Monde!, che mette in fila undici brani dal sound travolgente dove i ritmi della rumba congolese incontrano il funk, il rock e il reggae. Rispetto al disco di debutto, questo nuovo lavoro evidenzia tutta la loro crescita musicale e in questo senso va lodato il lavoro del produttore, Vincent Kenis, che negli anni è riuscito a trarre davvero il meglio dal lavoro del collettivo di Kinshasa. A dimostrazione di ciò basta citare l’iniziale Osali Mabe, la trascinante Bilanga ma soprattutto Djambula, nei quali apprezzano non solo gli ottimi arrangiamenti ma anche la loro capacità affabulatoria nel raccontarci a cuore aperto i fatti di vita quotidiana della loro terra. Raggiunto ormai il successo a livello planetario, per tutti i componenti di Staff Benda Bilili si è aperto un futuro migliore, in cui ognuno ha una casa, e il lavoro in strada è stato sostituito a quello in studio, ma nessuno di loro ha voluto abbandonare il proprio paese per aiutare quanti hanno ancora un grande bisogno di aiuto. Se il disco di esordio era stato per il gruppo congolese il lasciapassare verso un futuro migliore, Bouger Le Monde! è un invito al mondo occidentale a guardare senza pregiudizio all’Africa e a tendergli una mano. 



Salvatore Esposito