MediterrAnima – MediterrAnima (Autoprodotto)

Il progetto MediterrAnima dall’incontro artistico tra Luigi Carbonari e Giuseppe D’amico, il primo attivo in alcuni gruppi di area Funky e Bossa Nova e il secondo cultore della musica popolare del Meridione D’Italia, i quali hanno deciso di dare vita ad un gruppo che in qualche modo sintetizzasse le comuni esperienze musicali partendo dalle sonorità del Mediterraneo, rilette attraverso una chiave che rimanda all’ethno-jazz. Pian piano la loro idea ha preso corpo e attualmente la formazione oltre a Carbonari (fiati) e D’amico (percussioni) è completata da Paola Sampaolo (voce), Carmine Scialla (chitarre), Domenico Venditto (fisarmonica), e Ciro Scognamiglio (basso). Il loro primo vagito discografico è un demo omonimo composto da tre brani, che evidenziano molto bene quali sono le loro potenzialità sebbene non manchino piccole ingenuità a livello di produzione. In generale però l’ascolto risulta assolutamente gradevole lasciandosi apprezzare per alcune belle soluzioni stilistiche come nel caso della bella versione de Lu Rusciu De Lu Mare. Particolarmente riuscita ci sembra poi la riproposizione di A’Rumba De ‘Scugnizzi nella quale si apprezzano tutte le doti vocali di Paola Sampaolo e l’arrangiamento particolarmente originale. Chiude il demo, Din’t A Chist ‘Ammore, brano originale composto da Luigi Carbonari e Alfredo Ramelli che, pur non brillando per originalità, risulta particolarmente coinvolgente e suggestivo. In buona sostanza il progetto MediterrAnima presenta ampi margini di crescita in quanto lascia trasparire a pieno la qualità dei suoi musicisti, starà a loro cercare di capitalizzare quanto fatto sin ora per realizzare un disco che rappresenti degnamente la loro cifra stilistica. 


Salvatore Esposito