Festival World e Trad

I principali festival folk, world e trad 

Irish Music Fest
Dal 12 gennaio al 9 febbraio 2018

Canti, danze e strumenti tradizionali: scatta venerdì 12 gennaio l’Irish Music Fest allo Spazio Teatro 89 di Milano con il concerto dei Ceol


L’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89 ospita la quinta edizione della rassegna dedicata alla musica folk irlandese. Con una novità: gli spettatori potranno iscriversi, prima dei live, agli stage di ballo organizzati dalla Tara Dance Academy e poi danzare in sala durante i concerti.  Il festival si apre venerdì 12 gennaio con l’esibizione dei Ceol. Flauti, cornamuse, mandolini, violini,  percussioni, arpe, tamburi (anzi, bodhran), bouzouki ma non solo: tornano le atmosfere d’Irlanda allo Spazio Teatro 89 di Milano con la quinta edizione dell’Irish Music Fest. Da venerdì 12 gennaio a venerdì 9 febbraio l’auditorium di via Fratelli Zoia 89 ospiterà quattro concerti dedicati ai suoni, agli strumenti e ai balli tipici dell’Isola di smeraldo. Proprio le danze - si tratta di una novità - avranno un ruolo di primo piano nella prossima stagione: prima di ogni concerto (dalle 19.30 alle 20.30), infatti, i docenti della Tara Dance Academy organizzeranno degli stage dedicati ai balli tipici irlandesi. Non solo: i partecipanti ai corsi avranno la possibilità di esibirsi, insieme agli insegnanti, durante i concerti, sulle note degli artisti impegnati sul palco dello Spazio Teatro 89. Il costo d’iscrizione ai workshop è pari a 5 euro e la partecipazione ai corsi dà diritto all’ingresso ridotto al concerto e ad una  consumazione gratuita al bar del teatro (per informazioni e iscrizioni: biagio@taraschool.it). Il primo live della nuova stagione è affidato, venerdì 12 gennaio (ore 21.30; ingresso 10-13 euro), ai Ceol (parola che in gaelico significa semplicemente musica), trio flauto-chitarra-bodhran che farà rivivere le antiche note della musica del mondo delle fate, tra atmosfere dolci e incantate e danze allegre e sfrenate. Da diversi anni i Ceol accompagnano le performance della Tara School of Irish Dancing, dando vita a serate festose, in linea con la più autentica tradizione irlandese. Dopo l’esibizione dei Ceol, l’Irish Music Fest proseguirà con i concerti dell’Inis Fail trio (19 gennaio), dei Lyradanz (26 gennaio) e del gruppo Il Bandarone (9 febbraio).

Venerdì 19 gennaio
Inis Fail trio
Il secondo appuntamento della manifestazione dedicata al folk irlandese è in programma venerdì 19 gennaio: nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89 si esibirà l’Inis Fail trio, formazione che esplora i territori della musica celtica, della classica e del jazz, dando vita a suoni e atmosfere originali

Dopo il concerto inaugurale dei Ceol, proseguirà venerdì 19 gennaio la quinta edizione dell’Irish Music Fest, manifestazione dedicata ai suoni, agli strumenti e ai balli tipici irlandesi, con il live dell’Inis Fail trio (ore 21.30; ingresso 10-13 euro). Questa formazione esplora i territori del jazz, della musica celtica e della classica, dando vita a suoni e atmosfere originali, che si distinguono dal folk tradizionale irlandese. I tre membri del gruppo, musicisti versatili ed esperti, portano in scena un mix unico di canzoni provenienti da entrambe le coste dell’Atlantico. La padronanza vocale e la sensibilità interpretative di Alessia Pasini e i raffinati arrangiamenti ritmici al violino di Colm Murphy sono accompagnati dall’elegante chitarra di Francesco Bettoni. 
Il trio è l’organico ridotto degli Inis Fail (Isola del Benvenuto, in gaelico), una delle più conosciute e apprezzate Irish Music band italiane, sulla scena da oltre vent’anni, con centinaia di concerti in Italia e all’estero e quattro album all’attivo. Dal 2011 è entrato in pianta stabile nel gruppo il violinista irlandese Colm Murphy che, grazie alla tecnica eccellente di cui è dotato, ha arricchito ulteriormente il “carattere irish” degli Inis Fail. Musica, ma non solo: quest’anno, infatti, gli organizzatori della rassegna dedicata al folk irlandese hanno voluto porre l’accento anche sui balli tipici dell’isola di smeraldo: così, prima di ogni concerto (dalle 19.30 alle 20.30), i docenti della Tara Dance Academy organizzeranno degli stage dedicati ai balli tipici irlandesi. Inoltre, i partecipanti ai corsi avranno la possibilità di esibirsi, insieme agli insegnanti, durante i concerti, sulle note degli artisti impegnati sul palco dello Spazio Teatro 89. Il costo d’iscrizione ai workshop è pari a 5 euro e la partecipazione ai corsi dà diritto all’ingresso ridotto al concerto e ad una  consumazione gratuita al bar del teatro (per informazioni e iscrizioni: biagio@taraschool.it).

Venerdì 26 gennaio
Lyradanz
Per il terzo appuntamento della rassegna dedicata al folk irlandese, venerdì 26 gennaio l’auditorium di via Fratelli Zoia 89 ospiterà i LyraDanz: questa formazione presenterà un repertorio Neo-Trad di propria composizione e brani tradizionali con influenze classiche, popolari, etniche e pop, il tutto eseguito con strumenti usati di rado nella musica da ballo 

Un’arpa ritmica, giocosa e dall’anima mediterranea; un salterio ad arco, che sfrutta tutte le sue potenzialità timbriche e virtuosistiche; una chitarra che - dalla rumba al flamenco, dal manouche al jazz - diventa lo strumento trainante nella contaminazione. Dopo i concerti dei Ceol e dell’Inis Fail trio, venerdì 26 gennaio (ore 21.30; ingresso 10-13 euro) allo Spazio Teatro 89 di Milano saranno di scena i LyraDanz per il terzo appuntamento dell’Irish Music Fest, la rassegna dedicata ai suoni e ai balli irlandesi. I LyraDanz presentano un repertorio Neo-Trad di propria composizione e brani tradizionali con influenze classiche, popolari, etniche e pop, il tutto eseguito con strumenti usati raramente nella musica da ballo. Il gruppo è composto da tre musicisti di levatura internazionale, che fanno parte di formazioni di musica folk e celtica note in Italia e in Europa: Adriano Sangineto (arpa celtica in nylon e metallo, clarinetto basso, voce), Caterina Sangineto (voce, salterio ad arco, flauti, bodhran, arpa) e Jacopo Ventura (chitarra acustica, chitarra classica, charango, voce). Grazie alla loro maestria e alla loro presenza scenica, i LyraDanz (che hanno tenuto concerti in Francia, Germania, Belgio, Olanda e Svizzera) riescono a coinvolgere come pochi altri gli spettatori, trascinandoli nelle danze. A proposito di danze: prima del concerto (dalle 19.30 alle 20.30), i docenti della Tara Dance Academy organizzeranno degli stage dedicati ai balli tipici irlandesi. Non solo: i partecipanti ai corsi avranno la possibilità di esibirsi, insieme agli insegnanti, durante l’esibizione dei LyraDanz. Il costo d’iscrizione ai workshop è pari a 5 euro e la partecipazione ai corsi dà diritto all’ingresso ridotto al concerto e ad una  consumazione gratuita al bar del teatro (per informazioni e iscrizioni: biagio@taraschool.it). 
Venerdì 9 febbraio
Il Bandarone

SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, Milano
Biglietti: intero 13 euro; ridotto 10 euro (under 25, over 65, convenzioni)
_________________________________________________________________________________

Musica antica in casa Cozzi
La Via per il Suono

La stagione concertistica Musica antica in casa Cozzi dal titolo La via per il suono. Una geografia della musica antica promossa da Fondazione Benetton Studi Ricerche e almamusica433 e organizzata da Culturae srl è giunta quest’anno alla quinta edizione. Il cartellone di concerti, su direzione artistica del Maestro Stefano Trevisi, ha l’intento di esplorare i territori delle “altre” musiche antiche, oltre i confini del “regno”, cercando di testimoniarne le compenetrazioni dei linguaggi musicali diversi per ogni tradizione. Dalla Turchia all’Armenia, dalla Spagna alla Finlandia fino all’astrazione della Carta dell’Anima, suggestioni proposte da protagonisti emergenti e tra i più affermati nel panorama internazionale. Tutti i concerti si terranno a Treviso nella Chiesa di San Teonisto, in via San Nicolò 31 tra gennaio e giugno 2018, ad eccezione degli eventi organizzati nell’ambito della mostra Rivoluzione Galileo. L’arte incontra la scienza in collaborazione con l’Università degli studi di Padova.
Per informazioni e prevendita biglietti e abbonamenti:
Fondazione Benetton, via Cornarotta 7-9 - Treviso; Lunedì-Venerdì ore 9/13 - 14/18; Sabato e domenica 10/20 oppure online sul sito http://www.liveticket.it/culturae

Nel link sottostante trovate maggiori informazioni




_________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________

Fairport’s Cropredy Convention
Levellers among first acts announced for 2018 festival
‘Early bird’ tickets on sale for Christmas

Fairport's Cropredy Convention music festival has announced the first acts booked for the 2018 event which takes place on Thursday 9, Friday 10 and Saturday 11 August. The line-up is not yet finalised and more acts will be announced in January. Cropredy 2018 will feature two sets by host band Fairport Convention. They will open the festival on Thursday with a short acoustic set then take the stage again on Saturday to close the event with their traditional two-hour headline set. Friday’s headline act will be Levellers who are celebrating their thirtieth anniversary year and making a welcome return to Cropredy. This legendary folkrock powerhouse, winners of the prestigious 'Festival Feel-Good Act' award, will play an exuberant set.  On Saturday, Cropredy will present Scottish singer-songwriter Al Stewart. Accompanying himself on guitar, Al’s stage show is characterized by fine musicianship, beautifully crafted songs and an intimate rapport with his audience. Singer-songwriter Fish is making his second appearance at Cropredy. Well known as former frontman of Marillion, Fish is one of Scotland’s greatest rock voices. Award-winning band Le Vent du Nord performs traditional Québécois music and contemporary material with infectious enthusiasm. Radio 2 Folk Award winner Sam Kelly is a talented singer-songwriter and multi-instrumentalist. After a year off, BAFTA nominee Richard Digance returns to his traditional Saturday slot to get the day off to a flying start. As always Cropredy will present a set by the BBC Radio 2 Young Folk Award winner.  Cropredy tickets are on sale in time for Christmas; the box office opened on Monday 4 December 2017. Three-day festival tickets cost £135. Camping tickets cost £45 for three nights. The first 1,000 orders will receive a Christmas card signed by all five members of Fairport Convention and the first 2,000 will get a souvenir Cropredy car window sticker. All tickets are exclusively available from Fairport Convention's website www.fairportconvention.com