Festival World e Trad

I principali festival folk, world e trad 

Vo’ on the Folks
la XXIV edizione dello storico festival vicentino si terrà dal 2 febbraio al 16 marzo. Tra gli ospiti, Rachel Newton, Carmen Souza, Trio Dhoore, Mick O'Brien, Birkin Tree...


L’incontro tra la tradizione popolare britannica e i canti in Gaelico con Rachel Newton, tra i ritmi capoverdiani e il jazz con Carmen Souza, tra le sonorità mitteleuropee e la cultura fiamminga con il Trio Dhoore, tra le melodie tradizionali irlandesi e la musica celtica con Mick O’Brien & Birkin Tree. Torna per il ventiquattresimo anno “Vo’ on the Folks”, storica rassegna diretta da Paolo Sgevano, che indaga il rapporto tra le musiche popolari del mondo, in programma dal 2 febbraio al 16 marzo 2019 alla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola (Vicenza). Quattro serate/evento  con artisti provenienti da Scozia, Portogallo, Belgio, Irlanda, Mozambico e Capo Verde, oltre che dall’Italia, in scena nella cittadina vicentina che ha legato dal 1996 il suo nome al folk. Sabato 2 febbraio alle ore 21 l’apertura della XXIV edizione con la cantante e polistrumentista scozzese Rachel Newton. L’artista originaria di Glasgow, vincitrice del BBC Folk Award come musicista tradizionale dell’anno e dello Scottish Trad Award nella medesima categoria, presenta in Veneto (nella sua unica tappa italiana) il suo ultimo album “West”, pubblicato lo scorso settembre per l’etichetta Shadowside Records. Specializzata nel repertorio folk delle isole britanniche e fondatrice del gruppo tutto al femminile The Shee, oltre che membro del collettivo The Furrow Collective e della band scozzese/norvegese The Boreas, Rachel Newton è una raffinata arpista che suona con estrema naturalezza anche il violino e la viola. Quattro i lavori pubblicati da solista: oltre al recente “West”, ha esordito nel 2012 con “The Shadow Side”, seguito da “Changeling” (2014) e “Here's My Heart Come Take It” (2016). Il secondo appuntamento del  Vo’ on the Folks 2019 ospita, sabato 16 febbraio, la travolgente cantante portoghese di origini capoverdiane, Carmen Souza. Considerata una delle voci più interessanti della nuova generazione della world music, la vocalist classe 1981 originaria di Lisbona è un’artista versatile che fonde in uno stile molto personale batuke, morna, jazz, blues e soul. Ad accompagnarla dal vivo nella sua unica esibizione italiana troviamo il bassista portoghese Theo Pascal e il batterista mozambicano Elias Kacomanolis. Alla Sala della Comunità di Brendola porterà in scena i brani tratti dai suoi 8 album, in particolare quelli dell’ultimo lavoro, “Creology”. Sabato 2 marzo, invece, il Trio Dhoore è protagonista del terzo evento di questa edizione. I tre fratelli Dhoore - Ward, Hartwin e Koen - suonano insieme da circa vent’anni: dagli esordi in famiglia passando per i primi concert in Belgio, fino ai tour internazionali in giro per l'Europa e il Canada. Nel corso degli anni sono riusciti a creare un sound ben definito, con uno stile strumentale particolarmente innovativo che trae ispirazione dalla scena musicale delle Fiandre e si sviluppa verso nuovi orizzonti. Fisarmonica diatonica, ghironda, chitarre ed effetti elettronici si completano a vicenda, dando vita a un progetto originale allo stesso tempo contemporaneo e tradizionale.Per la serata conclusiva - 16 marzo - spazio come consuetudine alla musica celtica e all’irish music, con uno spettacolo esclusivo dedicato al suono ancestrale delle uilleann pipes, che vedrà insieme Mick O’Brien, uno dei più famosi piper irlandesi, accompagnato per l’occasione dai Birkin Tree. Tra i principali interpreti della cornamusa irlandese, O' Brien svolge un’intensa attività concertistica in tutto il mondo, esibendosi con la RTÉ Concert Orchestra, con il gruppo norvegese Vamp, con la cantante Hanne Krogh e la band Secret Garden. A Brendola dividerà il palco con i Birkin Tree, ovvero Laura Torterolo (voce), Fabio Rinaudo (uilleann pipes, whistles), Michel Balatti (flauto traverso irlandese) e Claudio De Angeli (chitarra), storico gruppo italiano nato nei primi anni ’90. Organizzato dalla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola e Frame Evolution, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura e la Cassa Rurale e Artigiana di Brendola, il “Vo’ on the Folks” rappresenta uno spazio privilegiato per la riscoperta e la tutela di preziose tradizioni musicali da conservare e tramandare, rilette in chiave contemporanea. Come testimoniano gli ospiti che si sono esibiti in questi anni: Hevia, Enzo Avitabile, Kocani Orkestar, Joana Amendoeira, Antonella Ruggiero, Jim Hurst, Dervishi Rotanti, Riccardo Tesi & Banditaliana, Tannahill Weavers, Djamel Laroussi, Fiamma Fumana, Phamie Gow, Mercedes Peon, Motion Trio, Vincenzo Zitello, Mariel Martinez, Mairtin O'Connor, John McSherry, Pierre Bensusan, Hamid Ajbar, Söndörgő, La Dame Blanche, solo per citarne alcuni. Fin dal 1996, Brendola - la porta dei Berici - ha accolto musiche, colori, storie e culture diverse unite in nome della massima libertà espressiva.

Info e prenotazioni:
Sala della Comunità – via Carbonara,28  - Brendola (Vicenza) – tel. 0444401132. www.saladellacomunita.com - info@saladellacomunita.com -

Ingresso singolo spettacolo: INTERO 15 euro - RIDOTTO (soci Sala e ragazzi fino a 14 anni) 14 euro.
_________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________

...ASPETTANDO
RENO FOLK FESTIVAL 2019


Rassegna di danze e musica tradizionali e del repertorio BalFolk che per anni ha animato il comune di Casalecchio di Reno, il  Reno Folk Festival, nelle ultime tre edizioni si è spostata a San Lazzaro di Savena (All’Arci San Lazzaro di via Bellaria 7, San Lazzaro di Savena - BO) nel tentativo di coinvolgere e valorizzare tutto il territorio. Il festival ha una tradizione ventennale e prevede quattro giornate di concerti, stage musicali e danzanti, con ospiti e gruppi musicali provenienti da tutta Italia ed Europa. Ad anticipare l'edizione 2019 sono stati organizzati una serie di eventi promozionali, uno al mese a partire da febbraio: 9 febbraio, 24 Marzo, 14 aprile e 18 maggio che si svolgeranno anch’essi all’Arci San Lazzaro di via Bellaria 7. Quest'anno il festival è patrocinato dalla Polisportiva Masi ( http://www.polmasi.it/ ) e organizzato dal Circolo ARCI di San Lazzaro,  La Nottola aps-asd e da volontari  che fanno parte di un gruppo informale di danza popolare e Balfolk: i Giovani Danzatori Bolognesi (GDB). Infine, la Polisportiva Masi indice all’interno del festival la seconda edizione del concorso musicale ‘Mauro Burnelli’ rivolto a singoli musicisti e gruppi musicali che si dedicano al repertorio Balfolk, per dar loro la possibilità di suonare durante il festival e farsi conoscere al pubblico (https://www.renofolkfestival.it/ii-edizione-del-concorso-musicale-mauro-burnelli/ )

Profilo Instagram: Renofolkfestival
Canale YouTube: Renofolkfestival
_________________________________________________________________________________

FANOJA DI S.GIUSEPPE 2019


Si terrà a Vieste il 16 marzo prossimo nel meraviglioso scenario di piazza Marina Piccola la nona edizione della manifestazione in onore di San Giuseppe. Il gruppo folcloristico “Pizzeche e Muzzeche” - in collaborazione con il Comune di Vieste e con il patrocinio della Regione Puglia – organizza il 16 marzo prossimo la “Fanoja di S.Giuseppe” , giunta alla sua nona edizione. Ospiti dell’evento, i gruppi folkloristici del territorio che a partire dalle ore 16:00 sfileranno per il paese tra canti e danze tradizionali per poi ricongiungersi a Marina Piccola, cuore pulsante della cittadina e della manifestazione dove gli stand enogastronomici faranno da cornice al grande falò “la fanoja” appunto, che al tramonto comincerà a bruciare sotto al palco sulla quale quest’anno si esibiranno: i Cantori di Carpino, padri indiscussi della musica popolare del Gargano, i Sud Folk e i No Fang da Monte S.Angelo,la città dei due siti Unesco, La prestigiosa Orchestra di Melpignano, direttamente da “La Notte della Taranta” e l’artista jamaicano Skarra Mucci che chiuderà la kermesse con la sua dancehall music. “L’evento è diventato negli anni un vero e proprio appuntamento per il territorio. Siamo riusciti ad unire sotto la bandiera della musica popolare e di un antica tradizione il nostro Gargano, facendo in modo che la stessa si trasformasse in qualcosa di più attuale, non una semplice rievocazione storica, ma un modo per tenere accesa la fiamma che anima tutti coloro che insieme a noi vengono a Vieste per godersi una giornata d’inverno, tra buona musica e buon cibo, con la fierezza che anima tutti coloro che partono dalle proprie radici per guardare lontano.” afferma Angelantonio Maggiore , presidente dell’associazione. 
per ogni info o comunicazione si potrà contattare l’indirizzo mail: fanojavieste@gmail.com
_________________________________________________________________________________

“Suoni della città”
Da ottobre a marzo sette appuntamenti al Teatro Sannazaro

Si parte con l’omaggio a Carlo D’Angio’ con le Voci del Sud dirette da Eugenio Bennato
mercoledì 31 ottobre ore 21
Teatro Sannazaro - Napoli

Quando la musica made in Naples incontra il teatro, nasce “SUONI DELLA CITTA”, la rassegna giunta alla seconda edizione,  curata dalla Jesce Sole e il Teatro Sannazaro che,  da ottobre ad aprile, proporrà concerti di nomi che sono la storia contemporanea della musica partenopea. Sette appuntamenti con cadenza mensile da non perdere: si spazierà dagli astri nascenti come la cantautrice Flo a pilastri del neapolitan power come  Eugenio Bennato che, per l’ occasione, proporrà un concerto dedicato a Carlo D’ Angio'.  Si parte proprio con questo omaggio, mercoledì 31 ottobre alle ore 21 con un concerto  dal titolo “ La Musica di Carlo D’Angiò”  insieme alle Voci del Sud dirette da Eugenio Bennato. Carlo D’Angio’ lascia un’eredità straordinaria di insegnamenti stilistici e di composizioni poetiche e musicali lungo il suo percorso artistico, dalla fondazione della Nuova Compagnia di canto popolare, all’intuizione di Musicanova e ancora oltre. Il concerto comprende alcune delle melodie diventate dei classici popolari del Sud, da Brigante se more a Canzone per Juzzella a Quanno turnammo a nascere, e presenta anche delle composizioni scritte per il cinema ed il teatro, che risultano praticamente degli inediti per il pubblico dei concerti. Erasmo Petringa, musicista storico della carriera di Carlo, conduce col suo violoncello il sestetto vocale “Le voci del sud”, fondato da Eugenio Bennato per rendere omaggio al talento e all’appartenenza napoletana di questo grandissimo artista. (ingresso 12 euro più prevendita). Si proseguirà con la voce  della signora del  jazz Maria Pia de Vito e ancora con l’eleganza di Nino Buonocore  fino ad approdare al un concerto omaggio per e con  Peppino Gagliardi, passando per i ritmi e i suoni dell’etno/rap-percussionista Ciccio Merolla. La rassegna si chiuderà con Città Mondiale  il meglio del Newpolitan Sound tutto in una sera, ideato da Gianni Simioli che, sul palco del Sannazaro darà vita ad un contenitore musicale tutto da scoprire. Sette appuntamenti che scandiranno i mercoledì della città partenopea in cui protagonista indiscussa sarà la grande musica made in Naples. Appuntamenti da non perdere da gustare uno per uno ( ingresso 12 euro più prevendita) con la possibilità di acquistare l’intero pacchetto ad un costo davvero popolare.  ( 7 concerti 60 euro).  Ma con “Suoni della città” le sorprese non finiscono, infatti  tutti coloro che acquisteranno la formula del pacchetto che prevede  i sette concerti, parteciperanno al concorso “Ascolta i suoni della città e vinci Capri” ovvero alla fine della rassegna sarà sorteggiato un fortunato che vincerà un weekend a Capri per due persone.   Un modo per premiare chi sceglie di ascoltare i talenti made in Naples, curioso anche di scoprire le bellezze paesaggistiche che la magica isola di Capri sa offrire, perchè la musica della città fa viaggiare e non solo con la fantasia.
                                                                                           
 SUONI DELLA CITTÀ
STAGIONE 2018/19
#sempredimercoledì
PROGRAMMA

23 GENNAIO 2019
FLO
“#LaMentirosa”
Continua  "Suoni della città" la rassegna in musica organizzata dalla Jesce Sole in collaborazione con il Teatro Sannazaro: mercoledì  23 gennaio alle ore 21 sarà la volta del concerto di Flo "La Mentirosa", il titolo del nuovo disco e del nuovo tour della cantautrice.(12 euro+ prevendita). Se in cuffia ci sorprende e ci emoziona, chi è stato ad un concerto di Flo, sa che dal vivo ci esalta e ci conquista. Con alle spalle centinaia di concerti in Italia, in Europa, in Sudamerica, in Turchia, in Africa; due tour ("D'amore e di altre cose irreversibili " e "Il mese del rosario") e collaborazioni stellate, Flo ha imparato bene a prendere il pubblico per mano, a farlo perdere, a farlo ballare, a farlo piangere e a farlo ballare. "La Mentirosa è un concerto senza paura, in questo senso è il mio concerto più rock"- afferma Flo. Lo spettacolo inizia con una registrazione di voci fuori campo, a tratti dolci e a tratti inquietanti; parlano della bugia, della mentira, della possibilità di trasformare la realtà, di reagire ad essa con grandi fantasie ed illusioni. Poi arriva la musica: una chitarra western che ci porta in una pellicola di cow-boy e poi arriva Flo. Da lì in poi è un continuo spariglio delle carte in tavola; confondere e sedurre, è lo scambio continuo tra incalzare ritmico e boccate d'aria.Perché Flo canta per se stessa e per gli altri con la stessa intensità e la stessa forza; ha il giusto l'istinto animale per "sentire" il pubblico e la giusta grazia per innamorarlo. Nel concerto c'è il folk, c'è il Sudamerica, la fusion, il ritmo, la parola; tensioni e improvvisazioni che strizzano l'occhio al jazz, ma che subito dopo diventano circo, banda, milonga e molto altro. Un vagabondaggio musicale che a Flo, come a pochi altri, riesce benissimo.  Un concerto che è impossibile catalogare e inscrivere in un genere perché sempre di più l'ecletticità s'impone come tratto peculiare di Flo e sempre di più il suo live diventa un fuori programma, diventa semplicemente il concerto di Flo. Ospite del live sarà Roberto Colella de La Maschera.

27 FEBBRAIO 2019
PEPPINO GAGLIARDI
SERATA OMAGGIO

27 MARZO 2019
CICCIO MEROLLA
“IMPROVVISAZIONI MEDITERRANEE ED ALTRI SUONI”

10 APRILE 2019
CITTA’ MONDIALE
“IL MEGLIO DEL NEWPOLITAN SOUND TUTTO IN UNA SERA"
________________________________________________________________________________

Feufliâzhe
14e Festival de Musiques Des Pays Alpins



www.feufliazhe.com
Facebook
_________________________________________________________________________________

Fairport’s Cropredy Convention
Fortieth anniversary festival announces line-up

Fairport's Cropredy Convention three-day open-air music festival will celebrate its fortieth anniversary this year. A major innovation for 2019 is ‘glamping’ in pre-pitched luxury bell tents. Cropredy announces today (4 Feb 2019) the full line-up of acts appearing at this year’s event. Over three days (8, 9 and 10 August) Cropredy will present more than thirty hours of live music to an audience of up to 20,000 festival-goers. Headline acts for 2019 include The Waterboys (Thursday), Frank Turner (Friday); and host band Fairport Convention (Saturday). Other major acts include Gogol Bordello on Thursday, Seth Lakeman  (Friday) and Richard Thompson (Friday). The line-up encompasses soaring harmonies from female ensembles Wildwood Kin and Daphne’s Flight,  instrumental virtuosity from Will Pound (harmonica), Eddy Jay (accordion) and Martin Simpson (guitar), and classic rock from Martin Barre and prog legends Caravan. Lil Jim, Tors, The 4 of Us, Wilson & Wakeman, Richard Digance, Tide Lines and Zal Cleminson’s /sin'dogs/ complete the line-up.
One-day, two-day and three-day tickets are exclusively available from Fairport's website www.fairportconvention.com/tickets and by phone 0844 581 1396

Fairport’s Cropredy Convention full line-up in running order

Thursday 8 August
Host band Fairport Convention will open the festival with a short acoustic performance then take the stage again on Saturday to play a two-hour closing set. http://www.fairportconvention.com/
Multi-instrumentalist Lil Jim combines guitar, harmonica and accordion with foot percussion and vocals. https://www.facebook.com/LilJimUK/
Devon indie-folk band Tors is fronted by songwriting brothers Matt and Theo Weedon, grandsons of late guitar maestro Bert Weedon. https://en-gb.facebook.com/Torsband/
Gogol Bordello combine elements of music, theatre, chaos and sorcery To say this is a fabulous festival act would be the grossest of understatements. http://www.gogolbordello.com/
A return to Cropredy for Thursday’s headline act The Waterboys whose potent performance makes them one of the UK's most exciting live acts. http://www.mikescottwaterboys.com/

Friday 9 August
Formed in Newry, Northern Ireland, by brothers Declan and Brendan Murphy, The 4 of Us are known for poetic songs, harmony vocals and highly accomplished guitar.http://the4ofus.com/
Will Pound and Eddy Jay are, respectively, among the UK's finest harmonica and accordion players. http://www.poundandjay.co.uk
Award-winning female trio Wildwood Kin play contemporary indie-folk characterised by spellbinding family harmonies. https://www.wildwoodkin.com
Performing as Wilson & Wakeman, Adam Wakeman is best known as the keyboard player with Ozzy Osbourne and Black Sabbath and Damian Wilson is a songwriter and vocalist who has appeared on over seventy albums. http://www.wilsonwakeman.com
Pioneers of Canterbury’s prog rock scene, Caravan will be making their Cropredy debut. Their mix of psychedelia, jazz and classical music has been highly influential. https://officialcaravan.co.uk
Fresh from a world tour with Robert Plant, Seth Lakeman returns to Cropredy after a ten year absence. https://www.sethlakeman.co.uk
Guitar legend and acclaimed songwriter Richard Thompson will appear with erstwhileFairport  bandmates Dave Mattacks, Dave Pegg and Simon Nicol. http://www.richardthompson-music.com
One of the finest live acts out there, Frank Turner will headline on Friday night with his band Sleeping Souls, a first visit to Cropredy by one of the UK’s most successful solo artists of the past decade. https://frank-turner.com/

Saturday 10 August
BAFTA nominee Richard Digance returns to his traditional Cropredy Saturday lunchtime slot. https://www.richarddigance.com
Four-piece Tide Lines are shaped by the culture and music of the Scottish Highlands. http://www.tidelinesband.com
Daphne’s Flight features five female singer-songwriters; Christine Collister, Melanie Harrold, Julie Matthews, Helen Watson and Chris While. https://www.daphnesflight.com
Scottish singer-guitarist Zal Cleminson’s /sin'dogs/ is a new high-octane prog-metal band. https://www.facebook.com/ZalCleminsonsSindogs
Celebrating 50 years of Jethro Tull’s music, Martin Barre’s band includes the original Tull drummer Clive Bunker. http://martinbarre.com
Award-winning Martin Simpson, one of Britain’s greatest acoustic guitarists, makes his first appearance at Cropredy. http://www.martinsimpson.com
Fairport Convention and guests take the stage for their traditional two-hour-plus Saturday headline show.http://www.fairportconvention.com/

Convention's website: www.fairportconvention.com