Festival World e Trad

I principali festival folk, world e trad 



FESTIVAL POPOLARE ITALIANO
1 Marzo - 31 Maggio 2017

In una Roma che chiude e sigilla gli spazi di musica, teatro e cultura, si accendono le luci sulla seconda edizione del Festival Popolare italiano che, con direzione artistica di Stefano Saletti, si svolgerà per tre mesi a 'Na cosetta, al Pigneto a Roma (via E.Giovenale 54). La prima edizione si tenne al Baobab in un centro di accoglienza e arte. Il Baobab non c'è più, è bruciato insieme alle speranze degli eritrei che ci lavoravano, dei migranti che ci vivevano e dei romani che lo amavano. Questa nuova edizione ne riprende lo spirito e ripartire per avere a Roma un luogo dove ascoltare musica popolare, world, folk, etnica. L'ingresso è gratuito, si può bere e cenare. Ecco il programma: si parte il 1 marzo con i Têtes de Bois e si va avanti con altri sei appuntamenti fino al 31 maggio:

PROGRAMMA
1 Marzo - Têtes de Bois: “Extra”
26 Marzo - Vesevo: "Il suono del Vesuvio"
6 Aprile - Lamorivostri: "Rosabella e altre storie"
23 Aprile - Agricantus official
27 Aprile - La Banda della ricetta: "Cibo, amore, musica”
10 Maggio - Giovanni Seneca ed Ecanes: “Corde e canti tra le due sponde”
31 Maggio 2017 – Cafe Loti: Nando Citarella / Stefano Saletti / Pejman Tadayon “Incontri nei caffè del Mediterraneo”
________________________________________________________________________________



Hot Club Festival!
Swing e Gypsy, di terra e di mare!
5-12-19 Maggio
Associazione Art&Lab Lu Mbroia
Via Marcello, Corigliano d’Otranto (LE)

Alegrìa Gitana Duo
Rumba Gitana dalla Camargue
Venerdì 5 maggio, ore 20:30
 
Alegrìa Gitana nasce nel 2015 dall'incontro di musicisti di origini musicali e culturali diverse ma che hanno come radice la musicalità da strada: la "Rumba". Il duo è composto da Tonio Corba, cantante e chitarrista cresciuto dai gitani del Camargue e da Massimo Ciracì, chitarrista solista di estrazione Blues dalla provincia di Brindisi. Il repertorio ha una forte contaminazione Gypsy di rumbe catalane rielaborate ed arrangiate attraverso il percorso musicale di ogni singolo musicista. Tonio Corba: chitarra e voce Massimo Ciracì: chitarra solista. 

Frequenze Retrò
Gypsy Manouche da Palermo!
Venerdì 12 maggio, ore 20:30 

Frequenze Retró nascono nel 2007 a Palermo. Lo stile del gruppo affonda le radici nel jazz manouche ma sin da subito emerge la voglia di ricercare e sperimentare nuove soluzioni. Nel 2009 incidono il loro primo disco di brani editi. Il brano che apre il disco è Honeysuckle Rose di Fats Waller di cui viene realizzato un videoclip per la regia di Alessio Algeri. A partire dal 2010 si esibiscono con successo in numerosi jazz club, teatri, piazze e locali in tutta Italia: Teatro Lelio di Palermo, Forst Festival,  Summer Jazz Festival di Castellammare del Golfo (TP). Nel 2013 si esibiscono con Eugenio Bennato per la Notte Bianca di Spadafora (ME). Nel 2014 il gruppo suona a Bari per il 65˚ anniversario dell’INAS, gruppo CISL. Nel 2015 sono finalisti regionali di Arezzo Wave, fra i 30 semifinalisti nazionali del Premio De André e secondi classificati al Biella Festival per una giuria di 30 tecnici  capeggiata  da Enrico Ruggeri. Nel 2016 si dedicano alla realizzazione del loro primo disco di inediti dal titolo “Nel Cilindro di un Mago”, che presenteranno il 22 gennaio 2017 all’Auditorium Rai di Palermo facendo il tutto esaurito. Valeria Graziani: voce; Salvo Lagate: chitarra; Luca de Lorenzo: contrabbasso

Maurizio Geri Trio
A tutto Swing … Dagli appennini al mare!
Venerdì 19 maggio, ore 20:30

Maurizio Geri, Nicola Vernuccio e Claudia Tellini sono legati da una lunga storia di collaborazione e amicizia. Nicola suona nel progetto "Swingtet" di Maurizio da oltre venti anni, Claudia ha un duo insieme a Nicola dove con voce e contrabbasso esplorano varie "Stazioni sonore". Recente il progetto su Edith Piaf che vede i tre musicisti alle prese con il teatro-canzone. La Tellini, una delle voci più belle del panorama jazz italiano, ha più volte collaborato ai dischi del Geri sia come corista che come solista, bella la sua rilettura del repertorio di Steve Wonder in quintetto elettro-acustico, ultimamente entra a far parte dello storico gruppo degli "Area". Vernuccio è una figura di riferimento del contrabbasso jazz italiano, la sua sensibilità lo porta a spaziare anche in altri generi dove impone con originalità il suo modo di suonare e il suo tocco corposo ed evocativo. Il concerto "Dagli appennini al mare" è di fatto un contenitore dove i tre rileggono i diversi brani che li hanno emozionati durante la loro carriera, se si può parlare di filo conduttore questo va ricercato nella loro personalità e nel loro stile, in ciò che avranno voglia di farci ascoltare. Dalla Piaf agli standard jazz, dal musette francese alla musica popolare toscana, dai brani strumentali alla canzone d'autore, per i musicisti e gli ascoltatori la musica è una sola, lasciamo volentieri ai critici l'ingrato compito di etichettarla.Maurizio Geri: chitarra e voce; Nicola Vernuccio: contrabbasso; Claudia Pellini: voce

Per informazioni e prenotazioni: 3381200398/3383651843
Start cena ore 20:30, Start live ore 22:00
Cena e live: 10 Euro - Solo live: 5 Euro
_________________________________________________________________________________

iWORLD Reloaded
iCompany plays in Auditorium
aprile - maggio 2017
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – ROMA


giovedì 6 aprile
Marina Rei
Teatro Studio

giovedì 13 aprile 2017
Maldestro
Sala Petrassi

mercoledì 10 maggio 2017
Mimmo Cavallaro
Teatro Studio

lunedì 22 maggio 2017
Teresa De Sio
Sala Sinopoli

Avevamo annunciato una seconda parte della rassegna targata iCompany, iWORLD 2017, che porta all’Auditorium Parco della Musica di Romail meglio della world music italiana, ed eccoci a presentare iWORLDReloaded!Tra tradizione e innovazione, tra contaminazioni e sperimentazioni, la musica popolare italiana si eleva e invade i palchi del tempio della musica a Roma. 
MARINA REI Si parte il 6 aprile con Marina Rei, una delle artiste più complete della scena musicale italiana, da marzo in tour con il suo Unplugged Tour 2017. Alternandosi tra chitarra, batteria e pianoforte, la cantautrice interpreterà i suoi brani in una veste insolita, accompagnata dal violoncellista Mattia Boschi. Un progetto unico nel suo genere nel quale Marina Rei porrà l’accento sulle sue doti di raffinata cantautrice, nonché di talentuosa musicista. 
MALDESTRO Il 13 aprile toccherà a Maldestro calcare il palco del tempio romano della musica, sul quale è salito solo pochi mesi fa in apertura al Maestro James Senese. Fresco del secondo posto alFestival di Sanremo 2017, nella sezione giovani proposte, del premio della critica Mia Martini, del Premio Lunezia e di quello Assomusica, il cantautore napoletano si appresta a far uscire il suo nuovo lavoro in studio.
MIMMO CAVALLARO Il 10 maggio andrà in scena la grande musica popolare calabrese, con Mimmo Cavallaro, il profeta della tarantella calabrese ed artista più rappresentativo del nuovo cantautorato popolare calabrese che è da poco uscito con “Live in studio”, il suo ultimo lavoro, che raccoglie i migliori brani rielaborandoli con un sound rinnovato.
TERESA DE SIO Si chiude il 22 maggio con Teresa De Sio, cantautrice libera, indipendente, innovatrice e sperimentatrice. In tour con “Teresa canta Pino”, tributo a Pino Daniele, con il quale l’artista napoletana torna dopo cinque anni dall’ultimo “Tutto torna”. Quindici tracce, per quindici capolavori del compianto artista, riarrangiati alla maniera della De Sio, più un inedito, “’O Jammone”.

Mediapartner ufficiale della rassegna è Rockol.it
________________________________________________________________________________



17° International Tango Torino Festival
dal 13 al 17 aprile 2017 

Cinque giorni per indossare i vestiti più eleganti, chiudere gli occhi, abbracciare il partner e lasciarsi conquistare dal tango!

L’ International Tango Torino Festival è sinonimo di grande tango a Torino e in Italia fin dalla sua nascita nel 2000. Arriva quest’anno alla diciassettesima edizione – come sempre durante le vacanze di Pasqua – dal 13 al 17 aprile 2017. La passione degli ideatori, direttori artistici e produttori Marcela Guevara e Stefano Giudice ancora una volta porta a Torino l’amore per questa cultura realizzando un appuntamento di successo internazionale capace di attirare ballerini e ballerine da tutto il mondo. International Tango Torino Festival mette in primo piano la ricerca della qualità della proposta artistica e didattica insieme al rigore organizzativo e all’attenzione e cura dell’ospite. Il festival prevede infatti un programma strutturato intorno a stage e seminari di studio con la partecipazione dei migliori ballerini e musicalizadores sulla scena mondiale e un ricco calendario di feste, milonghe, spettacoli teatrali che fanno da imperdibile corollario al programma principali. Marcela Guevara e Stefano Giudice, ideatori e direttori artistici del Festival, sono ballerini di fama mondiale, ospiti fissi delle più importanti manifestazioni internazionali, ma anche abili nell’organizzare una macchina complessa che attira a Torino i nomi più prestigiosi fra i maestri in circolazione e rende le vacanze di Pasqua a Torino una delle mete più ambite dai tangueri di tutto il mondo. Lo spettacolo La Cumparsita aprirà il programma di quest’edizione: giovedì 13 aprile alle ore 21 il Teatro Nuovo ospita infatti uno spettacolo unico che presenterà le straordinarie coppie di artisti protagonisti del festival in coreografie di assolo e di gruppo per trasportare lo spettatore nel meraviglioso mondo del tango di Buenos Aires grazie alle sonorità ed ai passi dei più famosi ballerini al mondo. Non mancherà un momento celebrativo della più grande compagnia di tango argentino della storia contemporanea, un omaggio ai personaggi della compagnia TANGO X 2, interpretati dagli artisti ospiti del festival che ne vestiranno anche gli abiti originali. Lo spettacolo sarà una occasione unica per vedere tutte le straordinarie coppie di artisti presenti al festival: Miguel Angel Zotto e Daiana Guspero, Sebastian Arce y Mariana Montes, Esteban Moreno y Claudia Codega, Sebastian Achaval y Roxana Suarez, Neri Piliu y Yanina Quinones, Facundo Pinero y Vanessa Villalba e Marcela Guevara y Stefano Giudice. Ma la prima serata di Festival non si esaurisce in teatro, bastano pochi minuti e pochi metri per trasformarsi in ballerini alla Milonga di Apertura al Club Almagro di Via Perugia 20 a Torino. Dalle 22.30 sarà dj Luca Lamberti ad animare la serata. Nei suoi diciassette anni di storia l’International Tango Torino Festival è diventato uno dei più importanti e conosciuti eventi europei dedicati a questa sensuale danza che non conosce mai crisi, perché, come si dice in Argentina, il tango è la maniera migliore di unire corpo e musica in una coreografia irresistibile. Anche per questa edizione, tra gli ospiti, ci saranno i più grandi artisti del panorama internazionale oltre a due orchestre e musicalizador di prestigio internazionale. Anche quest’anno l’ITTF mantiene la sua matrice didattica, e a guidare gli allievi insieme ai padroni di casa Marcela y Stefano, saranno tutte le coppie di ballerini ospiti con le loro specificità: tecnica e armonia nella coppia, fondamenti musicali del ritmo e la melodia, giro con enrosques y contragiri. Imparare i passi accompagnati dai migliori tangueri del mondo è una occasione unica per i ballerini che ogni anno affollano i corsi, molti dei quali registrano il sold out con larghissimo anticipo. Nel 2017 Torino sarà invasa da ballerini provenienti da 24 nazioni! Non mancheranno le classi per i principianti che potranno frequentare lezioni gratuite tutti i giorni dalle 20 alle 21 nelle date indicate per imparare i primi passi e farsi travolgere dalla “pasion tanguera”. Tra i seminari, una grande novità: Las Divinas del Tango, Mariana Montes, Roxana Suarez, Claudia Codega, Yanina Quinones e Vanessa Villalba, tra le più importanti ballerine al mondo, insegneranno solo alle signore la tecnica del movimento, della postura, la qualità degli abbellimenti e la femminilità, segreti e gesti che non possono mancare nelle ballerine del tango. Ma torna anche il Seminario de Tango Salon: un’occasione imperdibile per confrontarsi e seguire il ritmo con Sebastian Arce y Mariana Montes, Esteban Moreno y Claudia Codega, Sebastián Achaval y Roxana Suarez, tre delle migliori coppie di questo genere. Dopo l’inaugurazione con lo spettacolo La Cumparsita giovedì 13 aprile presso il Teatro Nuovo venerdì 14 aprile si taglia il nastro del 17esimo ITTF con la Fiesta de Bienvenida, dalle ore 23 fino alle prime luci del mattino. 8 Gallery al Lingotto, storica sede del Festival si trasforma per cinque giorni e ospita anche quest’anno le grandi feste di musica e danza, con oltre mille coppie in pista nella struttura trasformata da fabbrica a luogo di incontro dal grande architetto Renzo Piano. Esteban Moreno y Claudia Codega, Carlitos Espinoza y Noelia Hurtado, Neri Piliu y Yanina Quinones animeranno la Fiesta de Bienvenida I dj Mauro Berardi accompagneranno per tutta la notte i ballerini del Festival. Sabato 15 aprile i ballerini indosseranno i loro abiti più sensuali per la Milonga Pomeridiana, dalle 17.30 alle 20.30 con il dj Alfredo Petruzzelli nelle strutture del Tech NH Hotel al Lingotto. Alle 23 la serata si sposta di pochi passi: all’8 Gallery si apre il Gran Baile de Gala con Sebastian Arce y Mariana Montes e Sebastian Achaval y Roxana Suarez, Facundo Pinero y Vanessa Villalba. Tra colpi   di tacco e colpi di punta, la musica dal vivo dell’Orchestra Ensemble Hyperion e il dj set del dj Supersabino si vivrà una notte di danza elegante e intensa. Domenica 16 aprile dalle 18 si torna a ballare nella Milonga Pomeridiana con dj Sergio Chiaverini fino alle 21 presso il Tech NH Hotel.Alle 23 invece, inizia la Gran Fiesta de Pasqua con le esibizioni di Miguel Angel Zotto y Daiana Guspero. Sarà l’Orchestra Tango Spleen a suonare per questa serata irriverente e giocosa, accompagnata da dj Supersabino. Lunedì 17 aprile il Festival chiude il sipario sulla diciassettesima edizione: un primo riscaldamento alla Milonga Pomeridiana al Tech NH Hotel dalle 15.30 con la dj Paola di Bari e alle 21 il Club Amagro ospiterà la Fiesta de Despedida, una milonga d’arrivederci per concedersi un ultimo ballo, accompagnati dal dj Paola Pia, aspettando la prossima edizione.
_______________________________________________________________________________

  
La Musica nelle Aie - Castel Raniero in Festa
11- 12 - 13 - 14 maggio 2017
Castel Raniero - Faenza
  
In collaborazione con: Comune di Faenza, Regione Emilia Romagna, Feste e Sagre, GEV Faenza, MEI, Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli, Voci per la Libertà, Imola in Musica, Blogfoolk, Radio Sonora, Radio Emilia Romagna, Setteserequi, il Ciô, Associazione Primola, Il Lavoro dei Contadini
giovedì 11 maggio
Filippo Gambetta & Carmelo Russo
venerdì 12 maggio
Sleego – La Tresca
sabato 13 maggio
Daran – Gli Orsi – Lou Dalfin
domenica 14 maggio
Duo Trabadel – Extraliscio

Ecco i partecipanti al concorso musicale che si terrà domenica 14 maggio a Castel Raniero – Faenza in occasione de La Musica nelle Aie 2017

Premio Musica nelle Aie – Autori
Aloysia
Folletti
Il Lupo Cattivo
La Luna e Il Falò
Lame da Barba
L’Istrice
Nashville & Backbones
Sebastian de la Estacion
Tizio Bononcini

Premio Musica nelle Aie – Interpreti
Ajde Zora
Arama
Balbrulé
Init Labor
La Banda de’ Grel
Marta Celli & Ozgur Yalcin
Mi Linda Dama
Non ci resta que chorar
Piccola Orchestra Ochtopus
Safar Mazì
The Stragglers
Voxtone

La Musica nelle Aie organizzazione a cura di: APS “Castel Raniero”
_______________________________________________________________________________

LO SPIRITO DEL PIANETA
diciassettesima edizione
DA VENERDI’ 26 MAGGIO A DOMENICA 11 GIUGNO
Polo Fieristico – Chiuduno (BG), Via Martiri della libertà

L’unico festival tribale indigeno in Italia

E' l'unico festival indigeno in Italia è a due passi da Bergamo, appena fuori dall'autostrada MI_VE, per due settimane porta fuori da casa nostra storie, suoni, tradizioni affascinanti da tutto il mondo. E quest’anno il cast avrà al suo interno tutti gruppi che non hanno mai partecipato al festival e che per la prima volta si esibiscono in Italia. Quest’anno il cast avrà al suo interno tutti gruppi che non hanno mai partecipato al festival e che per la prima volta si esibiscono in Italia. Il 2 giugno, per la festa della repubblica, una giornata tutta dedicata alla raccolta di fondi per Castel Sant’Angelo sul Nera (uno dei paesi colpiti dal terremoto) e per i suoi agricoltori, con la presenza degli assessori regionali della Lombardia all’agricoltura e all’ambiente. E una passeggiata da Bergamo a Chiuduno durante la quale si incontreranno i contadini della provincia bergamasca. All’interno del villaggio etnico (nel parco adiacente alla Fiera) laboratori di scultura un  accampamento medioevale – celtico, artigiani indigeni del Borneo Malese, indiani del nord America, laboratori musicali di un Griot del Senegal, Perù, Apache, laboratori di Shiatsu, telai per la realizzazione dei famosi tappeti dei Qashqai dell’Iran e molto altro ancora. Una mostra interattiva in cui, attraverso le foto dei 200 gruppi che hanno partecipato alle edizioni del festival, sarà possibile conoscere usi e costumi dei popoli indigeni (resa possibile grazie alla partecipazione di alcune scuole e licei della provincia di Bergamo con il progetto di alternanza scuola/lavoro). Moltissimi nuovi punti ristoro (messicano, brasiliano, eritreo) e all’interno del ristorante con la cucina tipica bergamasca, gruppi della tradizione locale suoneranno negli orari di pranzo e cena.

Rispettare l'ambiente
NATURALMENTE, 140 associazioni italiane che lottano per il rispetto e la tutela dell'ambiente, organizzeranno un fitto programma di eventi e conferenze legate all’ambiente . ”Nell'edizione 2016 avendo usato materiale in Mater-bi di mais, con piatti, bicchieri, posate e altro, sono riusciti a riciclare ben il 62% dei rifiuti. E quest’anno, con alcuni materiali riciclati, studenti del liceo artistico di Bergamo, realizzeranno delle sculture. Solidarietà con gli incassi de LO SPIRITO DEL PIANETA dello scorso anno. In questi 16 anni grazie a LO SPIRITO DEL PIANETA sono stati realizzati molti progetti culturali; in Burkina Faso e in Scozia. Hanno adottato bambini in Camerun tra i pigmei e in Messico tra gli Aztechi. Sono stati finanziati progetti umanitari come pozzi per l’acqua, dispensari medici e scuole tra I Maasai del Kenya, Ambulanze e materiali per laboratori di artigianato tra I Tuareg del Niger, e molti altri. Sono stati adottati 12 bambini Pigmei nella foresta del Camerun, che anche quest'anno hanno avuto una casa dove vivere nutrirsi e studiare. E’ stata finanziata la prima scuola di tradizione nella foresta dell'Ecuador, dove gli anziani torneranno ad insegnare le antiche arti alle nuove generazioni, e un punto di incontro per tutti. Nell'ultima edizione del festival sono stati distribuiti oltre €80.000,00 ai gruppi invitati per supportare i loro progetti e a numerose organizzazioni del nostro territorio.

I protagonisti
I popoli e i gruppi invitati saranno

Nuova Compagnia di Canto Popolare
Gruppo Milladoiro Galizia Spagna
Gruppo Dervish Irlanda
Gruppo The Friel Sisters (Irlanda)
Sarawak Malesia
Sharon Shannon (Irlanda)     
Gruppo Tiharea dal Madagascar
Nativi americani; Incas, Aztechi, Apache
Caitlin nic Gabhann
Birkin Tree
Cornamuse Bagad Kiz Avel Strasburgo (Francia)
indiani Tsimshian del Nord America
gruppo Buriazia della Repubblica Russa
Saor Patrol dalla Scozia        
I tamburi del Burundi
Gruppo Qashqai dall’Iran
Coro Bulgaro accompagnato da gaite e danzatori
Gruppo U-SO norat (tamburi della Corea del sud)
Tribù Ainu dal Giappone
Trataburata
Lingaland
Giuseppe Festa

diamo i numeri
250mila le presenze attese; 17 giorni di musica, cultura, cibo e tradizioni;26 gruppi provenienti da tutto il mondo; Oltre 150 espositori di artigianato da tutto il mondo (una fiera dentro il festival).

L’organizzazione
Gestire un flusso di 20mila persone e più al giorno, sia pur in una zona industriale alle porte di un piccolo paese di 5000 persone non è facile. Da anni LO SPIRITO DEL PIANETA si preoccupa in maniera amorevole di questo aspetto. Quindi, bus navetta gratuiti da piazza mercato (Malpensata) Bergamo, davanti alla stazione di Bergamo; e dalla zona industriale di Chiuduno (adiacente all’uscita autostrada A4 Grumello del Monte/Telgate). Ulteriori dettagli sul sito del festival. Il servizio di bus navetta è gratuito da e per Bergamo e da e per i parcheggi attorno al festival. Sarà possibile sostare presso il centro sportivo di Chiuduno (spazio adiacente al festival), con una tenda o un camper. Saranno messi a disposizione dei campeggiatori, Bagni e docce per tutta la durata del festival. Presente struttura al coperto che garantirà la realizzazione degli spettacoli anche in caso di maltempo.

Ingresso libero
Orari di apertura del centro
Sabato: ore 17.00; Domenica: ore 12.00; Tutti i giorni feriali: ore 19.00

INFOLINE ASSOCIAZIONE LO SPIRITO DEL PIANETA cell: 347 5763417 - info@lospiritodelpianeta.it -  www.lospiritodelpianeta.it
 _______________________________________________________________________________


Mediterranea 18 Young Artists Biennale 
TIRANA E DURAZZO, ALBANIA
4-9 MAGGIO 2017

230 artisti da Albania, Austria, Bosnia Erzegovina, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Italia, Libano, Malta, Montenegro, Marocco, San Marino, Palestina, Portogallo, Serbia, Slovenia, Turchia, Tunisia.

BJCEM e il Ministero della Cultura della Repubblica di Albania presentano Mediterranea 18 Young Artists Biennale, un evento internazionale multidisciplinare che si svolgerà a Tirana e Durazzo, in Albania, dal 4 al 9 maggio 2017. Una grande manifestazione che attraverso la presenza di circa 230 artisti provenienti dall’Europa e dal Mediterraneo porterà al di la dell’Adriatico il senso più profondo e contemporaneo della cultura Mediterranea ed Europea. A partire dal 1985, anno della sua prima edizione, la Biennale si svolge ogni due anni in una città diversa dell'area Mediterranea e si rivolge a giovani artisti e creativi. BJCEM è una rete internazionale con oltre 60 membri e partner in Europa, Medio Oriente e Africa, il cui supporto rende possibile questo evento garantendo la partecipazione di artisti provenienti dai loro territori. Lo scopo di questa rete internazionale è creare opportunità per giovani artisti, promuovendo la mobilità, lo scambio, la comprensione reciproca, il dialogo interculturale, la collaborazione e la formazione. L’Associazione sostiene la loro creatività e li mette a contatto con realtà locali e internazionali al fine di aiutarli a crescere personalmente e professionalmente. BJCEM difende energicamente il ruolo che l'arte e la cultura possono svolgere nella società, permettendo di scoprire e apprendere i valori di culture diverse arricchendo la propria. L'arte è uno strumento che può essere usato per superare i confini e i conflitti e non richiede che si parli la stessa lingua perché il suo è un linguaggio universale. Sono stati selezionati 230 artisti visivi, registi, scrittori, attori, musicisti e grafici dai 18 ai 34 anni (nati a partire dal 1 gennaio 1982) nelle sezioni arti visive, arti applicate, cinema, musica, spettacoli, literary creation. In Italia, in particolare, le sezioni hanno visto il coinvolgimento di diverse realtà locali: per Arti Visive si è incaricato della selezione il Comune di Ferrara; Musica, Cinema e Graphic journalism sono state prese in carico da ARCI nazionale; il Teatro da ARCI Regionale Emilia Romagna; per le Performance il GAI-Giovani Artisti italiani; per Literary Creation ARCI Regionale Puglia. Gli artisti sono stati invitati a ragionare sul tema generale “HOME”, elaborato dal Direttore Artistico Driant Zeneli, che lo ha articolato nelle quattro sotto tematiche Storia+Conflitto+Sogno+Fallimento= Casa. Un tema particolarmente rilevante in un paese come l’Albania caratterizzata da un passato di isolamento e da una transizione estremamente rapida. Un'area geopolitica in cui storia, conflitto, sogno e fallimento attraversano costantemente la vita quotidiana. Gli artisti selezionati saranno ospitati a Tirana e Durazzo dal 4 al 9 maggio 2017 incluso. In quei giorni mostreranno i propri lavori e si esibiranno in appositi spazi all'interno delle due città. Le mostre rimarranno aperte al pubblico fino al 28 maggio 2017. Mediterranea 18 sarà preceduta da un evento pre-Biennale in Italia, il 3 maggio. Sarà infatti Bari ad ospitare gli artisti che, dopo un benvenuto alla presenza del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, della Presidente BJCEM Dora Bei e del Ministro della Cultura della Repubblica di Albania Mirela Kumbaro Furxhi, potranno assistere allo spettacolo Kater I Rades. Il Naufragio di La Biennale di Venezia e Koreja, con musiche di Admir Shkurtaj e libretto di Alessandro Leogrande. Un progetto che vuole ricordare la tragedia del 1997, quando l’affondamento della piccola imbarcazione albanese causò una delle più grandi tragedie del Mediterraneo. Quello degli artisti sarà, dunque, un viaggio al contrario, fortemente voluto dalla Regione Puglia, a sostegno delle politiche culturali e d’integrazione, in sinergia profonda con il Governo Albanese. Sarà una sorta di migrazione di giovani menti creative che andranno ad abitare una terra in piena rinascita sociale e culturale: da Bari in oltre 120 saliranno su un traghetto che li porterà a Durazzo, e a bordo si terrà una conversazione sul tema “Arte e migrazioni” con lo scultore greco Costas Varotsos, gli albanesi Adrian Paci e Roland Seiko e altri ospiti di fama internazionale, che stanno in questi giorni aderendo all’iniziativa. All’evento saranno invitate a partecipare anche le scolaresche di Puglia, selezionate attraverso una Call online, proprio su uno dei temi che caratterizzano Mediterranea 18: le migrazioni. Avranno così l’eccezionale possibilità di salire a bordo anche i ragazzi vincitori, partecipando all’inaugurazione in Albania. Tutte le informazioni e l’elenco degli artisti selezionati sul sito: www.bjcem.org/mediterranea18

BJCEM
Biennale des jeunes créateurs de l'Europe et de la Méditerranée
Via Andreis 18 int.18/c 1 Torino
communication@bjcem.org
+39 01119504733
_______________________________________________________________________________

Fairport Convention's golden anniversary:
folkrock pioneers celebrate fiftieth year in 2017

Fairport Convention, the legendary band who originated British folk-rock, celebrate their golden anniversary this year. When Fairport takes the stage on Saturday 27 May 2017 for their birthday concert at the Union Chapel in Islington it will be fifty years to the day since their first-ever gig. Formed by Ashley Hutchings in 1967’s ‘summer of love’, Fairport Convention is one of the few touring bands with an unbroken history stretching back five decades. They have been performing and recording more or less constantly since their inception. Fairport Convention has been one of the most influential UK bands in popular music and has nurtured the careers of some great names, among them Richard Thompson, Sandy Denny and Dave Swarbrick. The band saw many changes of personnel during its early years but Fairport Convention's current line-up has been together since 1998. Simon Nicol, lead singer and guitarist, is the only founding member still with Fairport; bass player Dave Pegg has been in the band since 1970. To mark its fiftieth anniversary year, Fairport Convention will be releasing a new album. Titled 50:50@50, half the tracks are studio recordings of brand-new songs and half are live performances from Fairport’s core repertoire. The album features guest vocals from Robert Plant and Jacqui McShee. Fairport will hit the road in January on a UK-wide tour which starts at the prestigious Celtic Connections music festival in Glasgow. A second tour in early summer will include the birthday concert on 27 May before the band's year culminates at their own music festival at Cropredy, Oxfordshire, in August. Fairport's headline set will see past members joining the current line-up on stage for a reunion performance. "Fifty years after I first heard them the mighty Fairport Convention still sound as good as ever." Bob Harris, BBC Radio 2

Petula Clark to headline Fairport's Cropredy Convention:
first-ever UK music festival appearance for legendary singing star 
Four acts complete the 2017 line-up

Fairport's Cropredy Convention music festival today (23 January 2017) announces four more acts to complete the roster of nineteen previously announced (see complete list below). Petula Clark will headline on Friday 11 August. With three Grammy Awardsand millions of record sales to her name Petula's stellar career stretches back to 1949 yet Cropredy will be her first-ever UK music festival appearance. Petula Clark's string of Top 40 hits in the UK and around the world includes Downtown, I Know A Place, My Love, and This Is My Song. "We're really proud to be the first British festival that Petula has played," says Fairport bassist and Cropredy co-organiser Dave Pegg. "I saw her show in Birmingham recently and it blew me away – she is a wonderful live performer. I was surprised how many of her hits I knew and her contemporary songs are really great too. Our audience will love her, I'm sure." The Trevor Horn Band plays on Thursday 10 August. Considered to be one of the most influential record producers in popular music, Trevor Horn started his career as a bass guitarist. A co-founder of The Buggles (Video Killed The Radio Star), he has gone on to work with - among many others - Paul McCartney, Tom Jones, Rod Stewart, Seal, Frankie Goes To Hollywood, and Genesis. For Cropredy, Trevor will front a 14-piece all-star band featuring fellow producers Steve Lipson and Lol Creme. The setlist will be packed with songs the trio have produced - between them they've had over 200 hit singles - and there may be guest appearances from some of the musicians they have worked with. Quill take the stage on Friday 11 August. A six-piece fronted by the charismatic Joy Strachan-Brain, the Birmingham-based band embraces many influences in its energetic brand of Celtic-hued rock. Also appearing on Friday, CC Smugglers play good times music inspired by American and world folk. This exciting young six-piece of talented multi-instrumentalists perform with infectious enthusiasm. As well as the four acts announced today, Cropredy announced the first fifteen in December. Between them, the nineteen acts will present more than thirty hours of live music over three days. The complete 2017 line-up in performance order is:

Thursday 10 August 2017

Fairport Convention
Cropredy will open with the customary musical welcome from the host band's semi-acoustic line-up.
Feast of Fiddles
Half-a-dozen of Britain's finest fiddlers backed by a five-piece band present a musical extravaganza of dazzling instrumental virtuosity.
Show of Hands
Featuring Steve Knightley and Phil Beer, Show of Hands is one the finest acoustic roots duos in England.T
revor Horn Band
Three of the most influential record producers in popular music – Trevor Horn, Steve Lipson and Lol Creme – lead an all-star band.
The Divine Comedy
Fronted by Neil Hannon, one of the most original songwriters of his generation, The Divine Comedy's sumptuous orchestral sound is complemented by acerbic and sophisticated lyrics.

Friday 11 August 2015 (noon – midnight)

BBC Radio 2 Young Folk Award Winner
Each year Cropredy proudly presents a set by the winner(s) of the BBC Radio 2 Young Folk Award.
Gerry Colvin
Characterised by energy and enthusiasm on stage, Gerry presents beautifully-crafted imaginative songs.
Quill
Birmingham-based Quill embrace many influences in their energetic brand of Celtic-hued rock.
Gigspanner Big Band
Led by Peter Knight, Gigspanner makes its first appearance at Cropredy.
CC Smugglers
Good time music inspired by world folk from an exciting young six-piece band of multi-instrumentalists.
Pierce Brothers
A very welcome return by sensational multi-instrumentalist twins Jack and Pat Pierce who absolutely stormed their Cropredy debut in 2016.
Richard Thompson
Virtuoso guitarist and renowned songwriter Richard Thompson is a co-founder of Fairport Convention and takes the Cropredy stage as part of the band's fiftieth anniversary celebration.
Petula Clark
Petula Clark is a legendary figure in popular music who has enjoyed a string of Top 40 hits around the world.

Saturday 12 August 2015 (noon – midnight)

Morris On
Fairport Convention founder Ashley Hutchings will lead a spectacular show of music and dance celebrating England's rich Morris heritage.
Judy Dyble and the Band of Perfect Strangers
Fairport's original female vocalist Judy Dyble will appear with her regular musical collaborators.
Plainsong
Fairport's first male lead singer, Iain Matthews will be joined at Cropredy by Andy Roberts and Mark Griffiths.
Cats in Space
A power-pop seven-piece, Cats In Space unashamedly looks back to the golden days of rock.
Marillion
Returning to Cropredy by popular demand, Marillion pioneered the British 'neo-prog' genre.
Dougie MacLean
A Cropredy debut for Dougie MacLean, one of Scotland's best-loved solo performers.
Fairport Convention and guests
The festival will end with a stunning set celebrating Fairport's fiftieth anniversary. The band will be joined by Richard Thompson and other former members.
______________________________________________________________________________


FLOWERS FESTIVAL
Dopo Einsturzende Neubauten, Gogol Bordello, Dubioza Kolectiv, Diamanda Galas, Mannarino e Baustelle La line-up si arricchisce con 
SAMUEL
IL 15 LUGLIO NEL CORTILE DELLA LAVANDERIA A VAPORE NEL PARCO DELLA CERTOSA DI COLLEGNO (TO)

Sabato 15 luglio, alle ore 21, Samuel salirà sul palco del Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certorsa di Collegno (To) e andrà ad arricchire la line-up del Flowers Festival, la rassegna estiva, organizzata e promossa dall’associazione culturale Hiroshima Mon Amour, che ha già annunciato nomi di rilievo come Einsturzende Neubauten, Gogol Bordello, Dubioza Kolectiv, Diamanda Galas, Mannarino e Baustelle. «L’edizione di quest’anno di Flowers Festival – afferma il direttore artistico Fabrizio Gargarone - rappresenta l’occasione migliore per vedere da vicino la nouvelle vague della musica italiana.» Sarà l’occasione per ascoltare dal vivo Il codice della bellezza (Sony Music), il primo progetto solista di Samuel, un album con dodici brani inediti disponibile dal 24 febbraio, scritti tra Torino, Roma e Palermo e prodotto da Michele Canova Iorfida tra New York e Los Angeles. Dopo il grande successo dei singoli La Risposta e Rabbia, Samuel ha presentato Il codice della bellezza al Festival di Sanremo con l’inedito Vedrai, attualmente tra i brani più trasmessi in radio. Info www.flowersfestival.it - info@flowersfestival.it - Tel 011 3176636. Prevendite su www.ticketone.it; www.flowersfestival.it; www.samuelromano.it; www.bpmconcerti.com; FLOWERS FESTIVAL è un festival musicale, giunto alla terza edizione, che si tiene a Collegno (To) nel Parco della Certosa, parco urbano di 400.000 mq, in un'area attrezzata per 5000 spettatori. L'area spettacolo, allestita nello spazio insonorizzato noto come Cortile della Lavanderia, è racchiusa da due delle grandi esperienze di riprogettazione urbana messe in atto dalla Città di Collegno: la Lavanderia a Vapore, eccellenza della danza contemporanea internazionale e il Padiglione 14, centro culturale giovanile. In quello che fu il Cortile della Lavanderia del Manicomio di Collegno, si svolge FLOWERS FESTIVAL, che prosegue la tradizione dei grandi spettacoli di teatro e musica cha a partire dal momento dell’abbattimento delle mura manicomiali fino ai primi duemila, hanno contribuito al rinnovamento di questi luoghi meravigliosi, sull’impulso della amministrazione pubblica.

www.flowersfestival.it; https://www.facebook.com/FLOWERSMUSICFESTIVAL;  https://twitter.com/FLOWERSFEST; _______________________________________________________________________________

L'Italian Bluegrass Meeting torna a Cremona
Appuntamento il 30 settembre 2017 nel contesto di Cremona Musica

Al festival internazionale nove ore di live all'insegna dell'old time music americana

Torna a Cremona l'Italian Bluegrass Meeting, il grande raduno dedicato a tutti gli appassionati del genere musicale americano per antonomasia. L'appuntamento è fissato per sabato 30 settembre 2017 sul palco appositamente allestito nel contesto dell'Acoustic Guitar Village, sezione dedicata al mondo chitarristico all'interno di Cremona Musica, la storica manifestazione che propone un programma di 120 eventi fra concerti, masterclass, workshop e seminari sull'arte delle sette note. Cremona Musica, che quest'anno taglierà il traguardo delle trenta edizioni, si svolgerà negli spazi della Fiera di Cremona dal 29 settembre al 1° ottobre prossimi.
NOVE ORE DI LIVE PER UNA RASSEGNA INTERNAZIONALE. L'Italian Bluegrass Meeting, al suo quinto appuntamento (il secondo consecutivo a Cremona), coordinato e diretto dal banjista Danilo Cartia, non è soltanto la rassegna di riferimento in Italia per chi ama l'old time music a stelle e strisce, ma un festival di respiro internazionale con band di primo piano capaci di richiamare un pubblico trasversale. Lo scorso anno si sono alternate in scena 17 band per nove ore consecutive di musica dal vivo: tra i nomi del bill dell'edizione 2016 figurano acts prestigiosi come i Blue Ways dalla Francia, Lucia Comnes dagli Stati Uniti e Francois Vola & Bernard Minari (anch'essi dalla Francia) accanto ad alcuni dei migliori gruppi italiani tra cui la band dello stesso Danilo Cartia, Oldborn Brothers, The Spaghetti Grass Band e The Quarry Brothers. 
SUGGESTIONI DAL PROFONDO DEGLI STATES. Il meeting si svolge all'interno di uno stage carico di suggestioni dal profondo degli States, con forti richiami a quelle atmosfere tipicamente country che popolano l'immaginario del bluegrass e prevede performance dal vivo e workshop sui vari strumenti musicali. Nato negli anni Quaranta in Kentucky grazie all'estro di Bill Monroe, il bluegrass è il predecessore della moderna country music: affonda le proprie radici nel folk tradizionale e nella musica irlandese, ma presenta anche elementi desunti dal jazz. Mandolino, chitarra acustica e contrabbasso sono gli strumenti che abitualmente intessono la trama sonora, su cui si innestano le inconfondibili melodie affidate al banjo a cinque corde e al violino, suonato nel tipico stile del "fiddle" irlandese. Per i non addetti ai lavori: avete presente la colonna sonora del celebre film Fratello, dove sei? Ecco: riascoltandola potete farvi un'idea precisa delle sonorità e dei ritmi del bluegrass. E, chiudendo gli occhi, non sarà difficile immaginare sconfinate distese pianeggianti – solcate da fiumi e punteggiate da innumerevoli fattorie – dove l'erba è così scura da sembrare blu.
 ______________________________________________________________________________

Cambridge Folk Festival announces huge additions to 2017 line-up
27-30 July 2017 -  Cherry Hinton Hall, Cambridge 
“This three-day folk classic shows no signs of ageing.” - Sunday Times 

The latest names have been announced for Cambridge Folk Festival 2017, including legendary folk singer and respected song collector Shirley Collins, who recently returned to recording and performing after 38 years; a Festival exclusive from multi-platinum selling Indigo Girls, whose celebrated and influential career spans almost four decades and chart-topping, English country twin-sister duo Ward Thomas, all part of a completely female line-up on Main Stages 1 and 2 on the Friday. International superstar and multiple Grammy Award-winner Olivia Newton-John, originally from Cambridge, Grammy nominee Beth Nielsen Chapman and SOCAN Award-winner Amy Sky bring their unique collaboration ‘Liv On’ exclusively to the Festival on Saturday evening. Acclaimed US singer-songwriter Loudon Wainwright III, promises another awe-inspiring Festival performance on the Sunday. A line-up that sees a welcome return for Festival favourites plus innovative debuts will feature Irish accordion virtuoso Sharon Shannon; enchanting chanteuse Cara Dillon; Fay Hield and The Hurricane Party, described by Mojo as "One of folk music's most pre-eminent modern voices"; sonically audacious and lyrically bewitching Admiral Fallow; Coven, featuring three of folk’s most formidable female acts O’Hooley & Tidow, Lady Maisery and Grace Petrie; the Isle of Tiree’s Skerryvore; exhilarating live performers CC Smugglers; folk-jazz pioneer and favourite of Ewan McGregor Blue Rose Code; UK Americana Emerging Artist winners 2017 Wildwood Kin; Jamie Smith’s Mabon, blending world music and Celtic roots; BBC Radio 2 Folk Horizon Award nominees Fara; the aptlynamed Beoga (Gaelic for ‘lively’) and bluesy, indie Americana from William The Conqueror.  Adding to an eclectic bill bringing together the best in folk and roots music are: The Furrow Collective, featuring Rachel Newton, Lucy Farrell, Emily Portman and Alasdair Roberts; singer and harpist Rachel Newton; electronic Celtic fusion from Niteworks; Belshazzar’s Feast merging folk, classical, jazz, pop and music hall; fiddle singers The Rheingans Sisters; hotly tipped Americana band Orphan Colours; Southern gothic singer-songwriter Amythyst Kiah; 2015 BBC Young Folk award winners Talisk; folk noir and gypsy jazz from The Eskies; Brian McNeill, leading the Festival Session; one of Liverpool’s most exciting new groups She Drew The Gun; up and coming folk-country duo Worry Dolls; Mawkin, described as a modern-day Fairport Convention; Roxanne De Bastion, at the forefront of the new singer-songwriter generation; ukulele-playing singer Amelia Coburn, famous for her remarkable cover versions; 12 strong female shanty band She Shanties; The Urban Folk Theory Ceilidh, where superb musicianship meets technology; the only UK performance this year of Chris T.T. Sings A.A. Milne and Anglo-Indian singer-songwriter Alluri. This year’s prestigious Club Tent Showcases, awarded to artists the Festival sees as stars of the future like previous picks Newton Faulkner, Seth Lakeman and The Staves, go to: Liverpudlian singer-songwriter Robert Vincent; contemporary Scottish folk band Tannara; Australian singer-songwriter Juanita Stein and Canadian troubadour Michael Bernard Fitzgerald. These new names join previously announced Jake Bugg, headlining Sunday night with an acoustic set, Oysterband (Sunday), Lau, featuring Kris Drever, Martin Green and Aidan O’Rourke (Saturday) and Hayseed Dixie (Sunday).  Guest Curator Jon Boden will perform over the Festival weekend with The Remnant Kings to preview his autumn 2017 album as well as guest curating elements of the line-up. More to be announced. For further artist information and daily line-ups, please see www.cambridgefolkfestival.co.uk. Tickets are now on sale:  Full Festival ticket: £167 Day tickets: £27.50 (Thu), £59.50 (Fri), £70 (Sun). Saturday Day Tickets Sold Out. Camping at Cherry Hinton Hall and Coldham’s Common is available. Concession tickets (disabled access and carer, Under 21, Cambridge City Resident) are available. Please see the website for more information and full ticket prices: www.cambridgefolkfestival.co.uk. Cambridge Folk Festival is held over four days in the picturesque grounds of Cherry Hinton Hall. Celebrated for its relaxed atmosphere, excellent facilities and diverse programme, the Festival brings together the best of folk in its broadest sense, from international stars to breakthrough new artists and special one-off performances, talks and workshops across several stages. Previous headliners have included: Joan Baez, Nick Cave, Ray Davies, Buddy Guy, Christy Moore, Van Morrison, James Taylor and The Waterboys amongst many others. Cambridge Folk Festival is promoted by Cambridge Live with support from Cambridge City Council. 

______________________________________________________________________________


WOMEX Calls for Proposals And Announces 7 Samurai

WOMEX has today opened its call for proposals, and about this year’s jury. The deadline is earlier this year, and we are hoping that you can help us spread the word so that all artists, speakers and film-makers of the global music circles worldwide can have their opportunity to apply to be a part of the WOMEX 17 programme. Also note that WOMEX organisers Piranha Arts will celebrate 30 years in 2017, starting with the 30th anniversary of the first concert we ever produced on 27 January 1987. Further memorable dates of our inaugural activities are the first Piranha Records release (April/May 1987) and the birth of the formerly revolutionary, and nowadays much debated term ‘world music’ (June/July 1987). See our little Piranha Arts multimedia story for more, as well as piranha-arts.com if you prefer plain text as medium.

WOMEX Calls for Proposals And Announces 7 Samurai
Berlin/Katowice: WOMEX – the World Music Expo – have opened their annual call for proposals for its 23rd edition, taking place in Katowice, Poland in October. Musicians, speakers and film-makers worldwide are called upon to apply to the jury comprised of seven international experts. WOMEX, global music’s largest and most important meeting and marketplace calls for applications for their Showcases (including DJs), the Conference and Film programme. As WOMEX director Alexander Walter has it in his message to the delegates: “Let's get the ball rolling! Every year the call for proposals marks the first major step of the WOMEX year: it is time to shape the content of the event! And like every year, we are looking forward to receiving a diverse pool of conference, showcase and film proposals from our community.” As booking cycles tend to happen earlier in the industry, the call is due earlier than usual: The deadline to make a proposal is Friday, 17 March 2017! Proposals can exclusively be made through the new online booking system under www.womex-apply.com

The Jury:
The jury is set to select from the many, many proposals expected, forming a programme that reflects the broad range of music across the world, ranging from very traditional to very modern (and all juxtapositions in between), across all continents and across all styles, shapes and sizes in which music manifests itself on the world’s stages today. The seven global music experts comprising the jury are by tradition called the 7 Samurai. Five of them will go through many hundreds of showcase and DJ proposals , and two more will deal with the wide range of conference proposals, amongst them Kaisha S. Johnson, Founding Director of Women of Color in the Arts (WOCA), who is looking forward to the task: “With such a long history of practical, provocative and engaging professional development sessions, WOMEX has always been at the nexus of art and ideas. As a believer that world music, in particular, has  the ability to provoke authentic dialogues around social and political issues, and initiate shifts to the status quo, I’m honoured to be selected to serve as a WOMEX Conference Samurai and have WOCA contribute to a growing global dialogue." Those who have been to WOMEX know about the broad range and high quality of upcoming and sky-rocketing bands and solo artists. WOMEX constantly seeks to push their programme’s boundaries and invites players from jazz, popular and dance music circles as well as political and NGO scenes to engage with their community next October in Katowice. The jury selections will be announced throughout spring and summer together with additional programme.

The 2017 Conference Jury are:
Kaisha Johnson (USA)
Mounir Kabbaj (Morocco/France)
And the 2017 Showcase Jury are:
Sofyann Ben Youssef (Tunisia/Beligum)
David Chavez (USA)
Minna Huuskonen (Finland)
Martyna Markowska (Poland)
Carlos Seixas (Portugal)
_______________________________________________________________________


EXIB Música 2017
The 4th edition of EXIB Música 2017 will return one more year to Portugal

EXIB Música 2017 will return to Portugal in a new edition based in Évora and activities in Arraiolos and Montemor-o-Novo, on June 7th, 8th, 9th and 10th. “If EXIB Música can get musicians like these more gigs in Europe and raise their profile, it will be doing just the right thing”" Simon Broughton - Songlines Magazine - UK; “But there’s as much variety among these musics as there is in Anglophone music, and the EXIB Música showcase anda trade fair exists to bring them, rooted in traditions, from both sides of the  Atlantic to the wider world” Andrew Cronsshaw - FRoots Magazine - UK; One more year, the programme will be based on the premises of the Expo, IMPULSE, COMMITMENT, DIVERSITY, INDUSTRY and IDENTITY. The programme will consist of 18 showcases from all Iberoamerica, 12 concerts OFF representing the music of the Portuguese region. It will have a professional area with stands to disseminat professional information an generate networking. The 4th edition of EXIB Música comes with importan international collaborations a well as reflections on th space of musical management in the Creative Economy. The programme is completed with launches of projects laboratories on music, meetings, masterclasses an documentaries of Ibero-American music.

EXIB Music 2017
Évora, Arraiolos, Montermor-o-Novo
Évora, classified by UNESCO as a World Heritage City occupies a prominent place in the cultural touris itinerary, will host the Expo. Arraiolos, a city famous for its hand-woven tapestries from the 12th century, has served as inspiration for the image of EXIB Música 2017 as seen in the poster attached to this edition. Montemor-o-Novo, welcomes visitors among the remains of the castle of the XIII Century and the remnants of the wall that surround the city, and will combine during EXIB Music 2017 tradition with different contemporary arts.
Organizers

in collaboration with: