Eventi

Rassegne, Mostre, Eventi Culturali, Presentazioni, Fiere, Appuntamenti Televisivi e Radiofonici....


_____________________________________________________________________________

21 marzo 2017 in esclusiva sul canale YouTube di iCompany
“50 ANNI SENZA LUIGI TENCO”
Versione integrale

Il docu-film dedicato a Luigi Tenco e registrato al Teatro Ariston di Sanremo, il 22 ottobre 2016 durante la serata finale del Premio Tenco con  Morgan, Noemi, Roy Paci, Ascanio Celestini, Marina Rei, Diego Mancino, Bocephus King, Kento, Gli Scontati (Lorenzo Kruger e Giacomo Toni), Alfina Scorza, Vanessa Tagliabue Yorke 

Orchestra diretta dal M°Mauro Ottolini
Interventi parlati di Massimo Cotto

Oggi, 21 marzo, in occasione del compleanno del mai dimenticato cantautore, iCompany presenta e pubblica la versione integrale del docu-film registrato durante il Premio Tenco 2016 al Teatro Ariston di Sanremo e già trasmesso da RAI 5 in versione Tv lo scorso 5 febbraio 2017. Il documentario omaggia, a 50 anni dalla scomparsa, il cantautore piemontese. Una carrellata dei grandi successi di Tenco reinterpretati da undici artisti accompagnati dall’Orchestra Sinfonica di Sanremo, diretta dal Maestro Mauro Ottolini che, per l’occasione, ha riarrangiato i principali brani del repertorio di Tenco. Gli artisti che hanno interpretato il repertorio del cantautore sono: Morgan, Noemi, Roy Paci, Ascanio Celestini, Marina Rei, Diego Mancino, Bocephus King, Kento, Gli Scontati (Lorenzo Kruger e Giacomo Toni), Alfina Scorza, Vanessa Tagliabue Yorke.  Il docu-film 50 anni senza Luigi Tenco è co-prodotto da iCompany e Club Tenco. 

”50 ANNI SENZA LUIGI TENCO”
dal Teatro Ariston di Sanremo
una produzione iCompany & Club Tenco
in collaborazione con Comune di Sanremo, Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo
direzione artistica Enrico De Angelis per Club Tenco
produzione esecutiva Massimo Bonelli per iCompany
un programma di Giorgio Verdelli; regia: Massimiliano Carboni; Montaggio: Massimiliano Paiella
(P) 2017 - iCompany - www.i-company.it 
__________________________________________________________________________

Presentazioni del libro
"THE ROLLING STONES 1961-2016"
  
4 Aprile - Feltrinelli Genova
ore 18,00 con
Renato Tortarolo e Vittorio De Scalzi

6 Aprile - Baladin Milano
ore 18,30 Con
Mauro Zambellini
interventi musicali degli Stella Vox

10 Aprile - Libreria L'Altroquando Roma
ore 18,00 con
Arturo Stalteri e Alberto Castelli

11 Aprile - Libreria Ubik Irnerio
ore 18,00 con
Pierfrancesco Pacoda e Carlo Babando

IL LIBRO
Partiti dagli scantinati di Londra, i Rolling Stones sono diventati icone mondiali: colonna sonora di intere generazioni che hanno sognato, amato, pianto e riso con i loro indimenticabili riff. In questo volume Massimo Bonanno racconta i Rolling Stones, dagli esordi ai giorni nostri, senza tralasciare nulla: demo, concerti, album, bootleg, scandali, rumors, curiosità, arresti, business, rarità per collezionisti e trasgressioni. Grazie a un rapporto diretto con Andrew Loog Oldham, primo produttore del gruppo, e con Philip Townsend, lo storico fotografo dei primi anni Sessanta, Bonanno ha ricostruito, con precisione e cura dei dettagli, la vita della band. Dai primi anni, in cui gli Stones crearono il loro mito, ad oggi con i giorni dei tour mondiali faraonici e del business più estremo.

L'AUTORE
Massimo Bonanno
È l'autore di The Rolling Stones Chronicle pubblicato in Inghilterra per Plexus Publishing, Henry Holt in America, Angus & Robertson in Australia e Nuova Zelanda, Shinko Music in Giappone e Ramsay in Francia. Il volume è uscito in seguito in altre edizioni tradotto in molte lingue. Nato a Genova, negli anni Ottanta si trasferisce a Londra dove dà gli ultimi ritocchi al suo primo libro sugli Stones e inizia a lavorare al romanzo Feeling Old Feelings, un thriller ambientato nel mondo del rock e dei media. Massimo ha seguito da vicino i Rolling Stones dalla metà degli anni Sessanta, ed è stato incaricato dal loro sito ufficiale di curare la parte inerente gli archivi delle tournées e dei concerti della band. Suona la batteria in una blues band.
___________________________________________________________________________

FIDEL ALLA LINEA
65 anni di storia cubana attraverso la canzonea

All'interno di Zibaldone, trasmissione a cura di Steven Forti sulle onde di Radio Contrabanda di Barcellona, lo scorso venerdì 24 febbraio è andata in onda la prima puntata di Fidel alla linea ovvero 65 anni di storia cubana attraverso la canzone. Si tratta di quattordici trasmissioni di due ore ciascuna, per un totale di 300 canzoni in otto lingue, che raccontano l'epopea castrista. Scritte da Sergio Secondiano Sacchi, le trasmissioni sono condotte da Steven Forti e lo stesso Sacchi. Ecco i titoli e i temi delle singole puntate: La Cuba di Batista (10 marzo 1952 – 26 dicembre 1955); La guerriglia (9 luglio 1955 – 1 gennaio 1959); La presa del potere (1 – 11 gennaio 1959);La rivoluzione (16 gennaio 1959 – 24 luglio 1959); Avanti con la rivoluzione (25 luglio 1959 – 4 marzo 1960); Chi parte e chi resta (Gli artisti pro e contro Castro); Nazionalizzazioni e tensioni con gli USA (5 marzo 1960 – 4 aprile 1961); Gli USA versus Cuba socialista (13 aprile 1961 – 28 ottobre 1962); L'embargo continua (30 ottobre 1962 – 11 gennaio 1964); Il Che (31 marzo 1964 – 8 ottobre 1967); Cuba internazionalista (18 ottobre 1967 – 19 luglio 1977); La crisi dei regimi socialisti (29 settembre 1977 – 7 dicembre 1989); Dal periodo especial alla morte di Castro (9 settembre 1994 - 25 novembre 2016). La seconda puntata andrà in onda il prossimo venerdì 31 marzo. Zibaldone è un programma in lingua italiana in onda tutti i venerdì dalle 18 alle 20 sulle frequenze della barcellonese Radio Contrabanda 91.4 FM (in streaming: www.contrabanda.org). Una volta andate in onda, tutte le puntate sono disponibili in podcast su zibaldone.contrabanda.org
__________________________________________________________________________

DOMENICA 2 APRILE 2017
IL DE MARTINO SI PRESENTA
Istituto Ernesto De Martino, Sesto San Giovanni

La giornata comincerà alle ORE 11:00 con la visita guidata nella sede dell'Istituto attraverso i suoi archivi. Alle ORE 13:00 verrà illustrato il programma INCANTO TUTTO L'ANNO 2017. ORE 13:15 PRANZO SOCIALE PARLATO ecco il menù, elaborato dalle compagne e dai compagni cucinieri. Per cominciare...uova sode Antipasto: crostini vegetariani, pecorino, torta salata; Primo: lasagne ai carciofi e ribollita; Secondo: lampredotto alle spezie e polpette vegetariane; Contorno: insalata di finocchio con arance; Dolce: crostate Chiediamo un contributo di euro 15. La prenotazione è obbligatoria: Gabriella 3346156412; Laura 3403360988; Istituto 0554211901 oppure scrivete via e.mail iedm@iedm.it. Abbiamo strutturato la giornata come se fosse un'assemblea, un'occasione per incontrare soci, amici, complici, compagni di strada, associazioni. Venite!
_______________________________________________________________________________

CENA DI PRIMAVERA SULL’ADDA 
CON “LA SAGRA DELLA PRIMAVERA” DI STRAVINSKY

Solleva associazione culturale aps e società cooperativa sociale onlus, in collaborazione con Res Musica, organizza un evento molto speciale, rivolto alle persone che amano trascorrere del tempo fra la natura del Parco Adda Nord gustando cibo e bevande sane e biologiche, molte delle quali prodotte a km 0, unendovi un momento di approfondimento culturale e di ascolto di buona musica. Domenica 19 marzo dalle ore 18 a Paderno d’Adda, Alzaia presso Santuario della Rocchetta, presso il suggestivo Ristoro Stallazzo, avrà luogo la Cena di primavera sull’Adda con Stravinsky.

Il programma della serata è scandito in tre momenti:
  • Ore 18, Sala lettura: Stravinsky, La sagra della primavera, ascolto guidato con filmati, a cura di Angelo Rusconi
  • Ore 19.30: Cena di primavera con piatti tipici della stagione, tra cui:  erbe e insalate prataiole, formaggi freschi, uova, varie delizie culinarie
  • Ore 21 circa: accensione lampade della primavera  e salita al Santuario della Rocchetta (5 minuti) con splendida vista sull’Adda

Quota di partecipazione: 20 euro bevande escluse (con bevande max 25 euro)
Info e prenotazioni: T 392 845 4459 - 388 8442167 – Email presidente@solleva.info
Come arrivare: in auto fino al cimitero di Porto d’Adda, indi 10 minuti a piedi
___________________________________________________________________________

DiscoDays Fiera del Disco e della Musica
XVIII EDIZIONE
DISCHI e CD – MEMORABILIA – LIVE - SHOWCASE – ETICHETTE INDIPENDENTI – MOSTRE – EDITORIA – INCONTRI - PREMI 


Si svolgerà Sabato 22 e Domenica 23 Aprile 2017 la XVIII edizione del DISCO DAYS. Torna al Complesso PALAPARTENOPE di NAPOLI la più importante fiera del Sud Italia dedicata al Vinile e alla Musica. Moltissime novità per questa nuova edizione del DiscoDays.  Di seguito i primi cinque annunci che andranno a costruire un Programma che, come sempre, sarà ricco e variegato. Inoltre nei prossimi giorni vi daremo tutte le info su Showcase live, Presentazioni di dischi, Mostre e Incontri ma soprattutto dettagli sul docu-film Vinilici. La prima grande novità per chi ama il Vinile è la Mostra UNA VITA FRA I SOLCHI Cento tra i duecento dischi nella lista dei dieci album preferiti di Andy Simoniello.  "La mia vita fra i solchi" questa la mostra che si terrà in occasione della diciottesima edizione di DiscoDays il 22 e 23 aprile. La raccolta di vinili sarà accompagnata da tavole, tratte dal libro da cui prende il nome la mostra, che riprenderanno aneddoti di vita legati ad alcuni dei dischi che narreranno uno spaccato trasversale della storia della musica. L’intento narrativo e divulgativo a testimonianza di come la musica influenzi le esperienze e si leghi ai ricordi di una vita intera. I VESTITI DELLA MUSICA La seconda iniziativa annunciata è un fantastico viaggio fra meravigliose copertine di dischi "I Vestiti della Musica" è una sorta di viaggio a ritroso nel tempo in compagnia di Paolo Mazzucchelli (conoscitore, appassionato e collezionista di musica) alla riscoperta delle copertine dei dischi, della loro evoluzione da semplice ed anonimo contenitore a vera e propria icona, da elemento di marketing ad espressione dell’evoluzione di un gruppo o di un artista. Un viaggio che parte dell’età d’oro del jazz sino ad arrivare ai fasti del progressive anni ‘70, passando fra i caleidoscopici colori della psichedelica, l’evoluzione grafica di artisti come Beatles, Doors e Pink Floyd, fra le curiosità delle copertine più strane ed elaborate, maliziose o censurate. Una serata in grado di soddisfare l’accanito collezionista come il semplice curioso grazie ad un racconto “accompagnato” da un centinaio di copertine provenienti dalla collezione personale di Paolo Mazzucchelli (che vengono mostrate ed, in alcuni casi, fatte toccare, scoprire, aprire al pubblico presente), e coadiuvato dalla proiezione su grande schermo di un ulteriore gruppo di copertine, nonché da una colonna sonora adeguata. Un viaggio a cavallo fra musica e cultura, arte e creatività, evoluzione artistica e sociale, costruito con l’umiltà e l’amore che solo i veri appassionati della musica conoscono, ben lungi quindi da certi ritorni “modaioli” che puntano a convincere i più sprovveduti che avere un giradischi e un po’ di dischi in vinile a casa sia molto “IN”. L’iniziativa è portata avanti con successo da alcuni anni e proposta in ambiti quali biblioteche, centri culturali, scuole medie superiori, conventions del disco da collezione, festivals. Spot video promo: https://www.youtube.com/watch?v=2zSbr6iImOs. Il primo Showcase annunciato è quello del compositore neo-classico LINO CANNAVACCIUOLO. Il musicista partenopeo ha da poco pubblicato il suo nuovo lavoro discografico dal titolo "Insight". “Insight” è un luogo suono che rappresenta il viaggio, il leit motiv di tutto il progetto.  Il viaggio intrapreso da Cannavacciuolo è iniziato nel 2010 con l’album “Pausilypon” e si concretizza oggi. Insight è un progetto molto diverso da tutti quelli che Cannavacciuolo ha scritto in passato; perché quest’ultimo - rispetto alle articolate melodie mediterranee - si caratterizza di suoni più contemporanei misti a quelli classici sintetizzandoli. Insight possiamo definirlo puramente un album minimal. Guarda il videoclip https://youtu.be/7VOJKYwfl90. Torna al DiscoDays, anche quest'anno, il COMIC(ON)OFF, iniziativa propedeudica al prestigioso Festival del Fumetto Napoli Comicon che si svolge a fine aprile. In questa occasione COMICON presenta una selezione di tavole tratte da CASH - I see a Darkness di Reinhard Kleist. Reinhard Kleist, forse tra i più originali autori di biografie a fumetti d'Europa, ha proposto al pubblico la sua storia di Johnny Cash che da quasi un decennio risulta essere il testo di riferimento per capire il tormento dell'anima di uno dei più controversi artisti della musica del XX secolo. Una storia toccante come un gospel, dura come il rockabilly e romantica come una ballata d’amore. Disegni in bianco e nero, cupi ma profondi proprio per evidenziare la profondità dell’uomo e dell’artista, capaci di attrarre i visitatori con un impatto quasi cinematografico.  In occasione di Napoli COMICON sarà possibile acquistare il volume edito da BAO Publishing che, in una versione riveduta e corretta, comprende un'appendice a colori con illustrazioni di Kleist. Un modo perfetto per avvicinarsi alla figura dell'autore di Folsom Prison Blues. Johnny Cash è il più famoso cantante country di tutti i tempi. Ribelle, idolo degli appassionati di musica di tutte le generazioni. Non vi resta, quindi, che seguire numerosi l'edizione 2017 di DISCODAYS e acquistare CASH- I see Darkness presso lo stand BAO dal 28 aprile al 1 maggio. VINILICI sarà il primo docufilm Italiano sul mondo del Vinile. Durante il DiscoDays verranno presentati al pubblico i dettagli della realizzazione e la campagna di crowdfunding che raccoglierà i fondi per la realizzazione di questa prima opera tutta italiana. Iuppiter Eventi sta preparando un documentario per raccontare chi e cosa gira intorno al disco in vinile. Il primo film interamente realizzato grazie ad una produzione italiana. Una produzione fatta da amanti, da professionisti del settore e da collezionisti. Una produzione fatta da Vinilici doc. Coloro che vorrano ricevere in anteprima informazioni più dettagliate dell'iniziativa potranno contattare l'organizzazione all'indirizzo di posta elettronica eventi@iuppiter.eu

DiscoDays sono i giorni dedicati alla passione per la musica e per il vinile.
DiscoDays è un progetto culturale realizzato due volte l'anno per la conservazione e
la diffusione della cultura della musica e per la promozione del suo ascolto.

Sul sito di Go2.it e in tutte le rivendite autorizzate, è possibile acquistare l'abbonamento DiscoDays EXPERIENCE che consentirà di vivere l'esperienza della Fiera del Disco e della Musica per i due giorni, con la possibilità di accedere all'Area Hospitality ed entrare in contatto con i nostri ospiti, ed inoltre di ricevere in omaggio all'ingresso la nostra Shopper per portare comodamente in giro i tuoi Vinili acquistati! 
______________________________________________________________________


Da King Crimson, Van Der Graaf Generator e Dire Straits al LarioFiere: tre giganti del rock internazionale tra i primi ospiti annunciati alla quinta Fiera Internazionale della Musica. Appuntamento a Erba il 26, 27 e 28 maggio

FIM - FIERA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA 
La Fiera della Musica e dei Musicisti 
26/27/28 Maggio 2017 
LarioFiere, Viale Resegone, Erba (CO)
Cross, Jackson e Knopfler... tre David alla Fiera Internazionale della Musica di Erba. 

Il FIM, che si terrà alla Fiera di Erba (a soli 40 km da Milano) il 26, 27 e 28 maggio 2017, conferma ancora una volta la sua vocazione internazionale. Tra gli ospiti della 5ª edizione (per il secondo anno a Erba dopo le prime tre edizioni liguri) sono stati confermati tre nomi importantissimi del panorama rock inglese: David Cross (ex violinista/tastierista dei King Crimson), David Jackson (ex sassofonista dei Van Der Graaf Generator), David Knopfler (ex chitarra ritmica dei Dire Straits). I tre "David" sono stati invitati al FIM 2017 per presentare i loro attuali progetti musicali. A David Cross è bastato firmare la splendida e indimenticabile Starless, uno dei momenti più alti della storia del rock, pezzo di chiusura dell'album dei King Crimson Starless and Bible Black (1974), per entrare a pieno titolo nel gotha del prog inglese. Violinista della band di Robert Fripp nel periodo 1973-1974 (quello dei tre dischi Larks' Tongues in Aspic, Starless and Bible Black e Red), Cross è un modello di riferimento per chiunque voglia suonare il violino in chiave moderna. Dopo aver fondato la band They Came from Plymouth, più vicina all'improvvisazione di stampo jazzistico, e aver lavorato in vari progetti, anche in ambito teatrale, ha fondato la David Cross Band, che oggi guida insieme a Craig Blundell (batteria), Paul Clark (chitarra), Mick Paul (basso), Jinian Wilde (voce), David Jackson (sax e tastiere). Cross sarà presente al FIM 2017 sabato 27 maggio per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award - Modern Violin. La David Cross Band si esibirà la sera dello stesso 27 maggio sul main stage del FIM. Il secondo David invitato fa di cognome Jackson ed è una delle icone del rock anni '70. Sassofonista, flautista e compositore di area progressive, David Jackson ha fatto parte dei Van Der Graaf Generator di Peter Hammill, collaborando successivamente con lo stesso Hammill e con altri nomi del calibro di Peter Gabriel e Keith Tippett. Definito dalla rivista inglese New Musical Express "il Van Gogh del sassofono", Jackson è anche noto per il suo particolare stile, che prevede spesso l'uso di due sax contemporaneamente. Accanto al suo lavoro da musicista, che lo ha visto impegnato anche in Italia (Alan Sorrenti, Osanna e Alex Carpani Band tra gli altri), "Jaxon" ha svolto un'intensa attività didattica che lo ha portato a utilizzare un sistema tecnologico di supporto alle disabilità, progettato da Edward Williams e denominato Soundbeam. Sabato 27 maggio David Jackson sarà presente al FIM per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award - Modern Sax. Successivamente salirà sul main stage del FIM con la David Cross Band. Il terzo David del FIM 2017 è stato fondamentale per una delle rock band più amate, popolari e seguite nella storia del rock: i Dire Straits. Tra i fondatori della celebre band, esattamente 40 anni fa, nel 1977, c'era anche David Knopfler: chitarrista, songwriter e fratello minore del co-fondatore Mark. Dopo aver contribuito al successo del primo album della band inglese (Dire Straits ha venduto più di una decina di milioni di copie) e aver partecipato al secondo Communiqué e alle registrazioni del seguente Making Movies, nell'agosto del 1980 David Knopfler abbandonò i Dire Straits per intraprendere una prolifica carriera solista. Knopfler sarà presente al FIM di Erba domenica 28 maggio per un'intervista in casa FIM. Per l'occasione in serata si esibirà sul main stage del FIM la tribute band dIRE sTRATO, composta da apprezzati musicisti nostrani (Andrea Cervetto, Alex Polifrone, Giuliano Lecis, Marco Filippini e Paolo Polifrone). 


The God Of Hellfire: Arthur Brown alla Fiera Internazionale della Musica di Erba. 

Dopo tre grandi David della storia del rock, ovvero Cross, Jackson e Knopfler annunciati le scorse settimane, FIM 2017 annuncia l'arrivo di un altro special guest straniero: il leggendario Arthur Brown! Uno degli inventori del teatro rock sarà alla Fiera di Erba (a soli 40 km da Milano) venerdì 26 maggio 2017. Il FIM, che si terrà 26, 27 e 28 maggio 2017, conferma ancora una volta la sua vocazione internazionale. L'affascinante storia artistica di Arthur Brown prende il via proprio 50 anni fa, nel 1967, quando fonda insieme a Vincent Crane e Carl Palmer i Crazy World of Arthur Brown. Una formazione a dir poco storica, visto che Crane fonderà di lì a poco gli Atomic Rooster diventando uno dei principali tastieristi degli anni '70, e Palmer dopo la militanza con Crane fonderà gli Emerson Lake & Palmer, rivelandosi uno dei batteristi più influenti del decennio. Ma Brown? Personaggio anomalo, carismatico e anticonformista, grazie all'aiuto di Pete Townshend degli Who nel 1968 realizza il suo primo album, il celebre The Crazy World of Arthur Brown: il travolgente singolo Fire raggiunge il primo posto nelle classifiche inglesi e diventa un classico del rock britannico dei tardi anni '60.  Ma sono i live show di Arthur Brown che cambieranno la storia della musica rock grazie a una serie di intuizioni di natura teatrale, che anticiperanno i vari Genesis, Kiss e Alice Cooper. A lui si devono infatti i primi trucchi facciali in stile cadaverico e orrorificoche hanno affascinato o influenzato Peter Gabriel, Alice Cooper, Ozzy Osbourne, i Prodigy, i Kiss, Robert Smith dei Cure, Marilyn Manson e molte delle band black metal; memorabile anche il suo elmo fiammeggiante, una trovata perfetta per il suo personaggio luciferino, ribattezzato The God Of Hellfire. La concezione del teatro rock come performance shockante, provocatoria e visionaria, passa attraverso il genio visivo di Arthur Brown. La sua musica è stata spesso accostata al progressive (in particolare l'esperienza dei Kingdom Come nei primi anni '70), ma le sue innumerevoli collaborazioni con musicisti di diversa estrazione, come quella del 2011 con uno dei pionieri della musica elettronica Klaus Schulze, fanno capire quanto sia indefinibile la vena artistica di questo artista ultra-settantenne, ispirato del grande Captain Beefheart e così intelligente da riuscire a rendere il suo show ancora oggi musicalmente attuale e coinvolgente dal punto di vista spettacolare. Non è la prima volta che Arthur Brown sarà in Italia: molti ricordano una sua storica partecipazione nel 1970 al Palermo Pop Festival, quando a causa di un'esibizione particolarmente accesa, fu arrestato dai carabinieri a fine concerto! Tutt'altra atmosfera quella della imminente ospitata di Brown al FIM di Erba: venerdì 26 maggio 2017 il leggendario vocalist incontrerà il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award - Legend of "Art" Rock. In serata, lo show The Crazy World of Arthur Brown si sposterà al completo sul Main Stage del FIM per una pazza serata di Art Rock! 


Elvis Presley: FIM 2017 omaggia il RE del Rock!

FIM 2017 annuncia un omaggio importante, che farà da filo conduttore dell'intera rassegna: quello a Elvis Presley, per celebrare il quarantennale della scomparsa del Re del Rock!Nato a Tupelo l'8 gennaio 1935, morto a Memphis il 16 agosto 1977, Elvis Presley è la più importante icona della storia del rock e una figura fondamentale per la cultura pop americana e internazionale. In ventiquattro anni di carriera, il Re del Rock 'n' Roll ha pubblicato ben sessantuno album (spaziando dal blues al country), vendendo oltre un miliardo di dischi in tutto il mondo. Di lui si ricordano, oltre le celebri canzoni e le performance di attore, le sue esibizioni live con quell'inconfondibile movimento di bacino che gli procurò l'appellativo di "Elvis The Pelvis"... e la sua misteriosa morte, che ne ha amplificato l'icona tanto da farla diventare un vero e proprio oggetto di culto e venerazione per moltissimi fan ed emuli del personaggio. Al di là degli aspetti più legati al costume e alla popolarità, Elvis era soprattutto un musicista con una inesauribile vena compositiva e uno straordinario senso del ritmo, che esprimeva con la sua chitarra, ma soprattutto con la sua voce. Il blues e il gospel erano le sue radici, a partire dalle quali il suo rock'n roll ha preso le ali per volare in ogni angolo del pianeta a partire da quella data cruciale, il 5 luglio 1954, quando entrò negli studi Sun Records di Memphis per registrare la celeberrima That's All Right, Mama, con la quale secondo tanti storici parte la grande avventura del rock 'n' roll. FIM 2017 vuole celebrare il quarantennale dalla perdita del Re coinvolgendo estimatori e conoscitori di Elvis, fan club e musicisti italiani che ne hanno raccolto l'eredità, tutti a Erba per raccontare il Re del Rock'n Roll a chi non lo ha mai ascoltato o desidera conoscerne la grandezza.

FIM - Fiera Internazionale della Musica 2017 (Quinta Edizione) è un villaggio musicale aperto a tutti. FIM 2017 sarà un importante momento di formazione, informazione, incontro, confronto, cultura e divertimento. Al FIM 2017 sarà possibile trovare diverse aree: Showroom (esposizioni, incontri, esibizioni etc.) Prog Day (area dedicata al progressive-rock), Casa FIM (stage tv in diretta streaming con Jocelyn), FIM Social (presentazione musicisti), Radio FIM (web radio in diretta), FM OffStage (interviste musicisti), FIM On Air (web radio e web tv). Sulla APP di FIM Fiera: Programmi aggiornati, Artisti e Ospiti internazionali, Sconto di 2€ sul Biglietto, Alberghi convenzionati, Localizzazione e come raggiungere LarioFiere, Mappe, Espositori e tanto altro.

Info Line: +39 010 86 06 461