Eventi

Rassegne, Mostre, Eventi Culturali, Presentazioni, Fiere, Appuntamenti Televisivi e Radiofonici....

Accanto alle anteprime dell'industria discografica italiana, quasi quattrocento i titoli esclusivi in arrivo sabato tra novità e ristampe, sono numerose anche le altre iniziative per celebrare la festa dedicata ai negozi di dischi indipendenti. A Milano da Reverend Shop, nei locali di Santeria Social Club, la giornata prevede la presentazione del libro ufficiale del Record Store Day, 'Soul Funky Passion', con l'autore Marco Cavenaghi incalzato sulle rarità discografiche da Chiara Galeazzi e Andrea Testa di Black Sugar, anticipato dalla musica di Radio Raheem e dal live dei Perturbazione, che presentano il vinile dell'album 'In Circuito', disponibile per la prima volta. Eclettico come ogni anno il programma di Psycho, dall'hip hop di Esa & Diamante al brit-pop di The Brightest Room, dal rock dei Muturett a quello psych del trio Huge Molasses Tank Explodes, il rock'n'roll dei Boogie Spiders, il cantautorato di Riccardo Bellini e il jazz contaminato di Roberto Zanisi. Più orientate al clubbing sono invece 'Vinyl journey to the Soul City' di Backflip Records, con un dj set dei Natural Two dai ritmi soulful house, anteprima della one-night del 29 aprile al The Basement con il dj di Chicago Vick Lavender, e il set proto-house-deep di Robotalco e funk dei Mokambo Brothers da Vinylbrokers. In quel di Gallarate, nella roccaforte di Carù, si festeggia con il folk d'autore di Tim Grimm & Family Band, Charlie Cinelli, Daniele Tenca (Badlands), Andrea Parodi, la rivelazione soul Gary Hudson, il country blues di Jimmy Ragazzon dei Mandolin Brothers, il jazz del Tommaso Caccia Trio e il blues degli Hot Coals. Il punk arriva da Altà Fedeltà a Como con Guido Sassola/Zazzo, il cantante dei Negazione, per presentare il boxset con tutti gli album in vinile della storica band torinese. Settecento copie in esclusiva per il negozio comasco, da poco inserito tra i 50 migliori al mondo per rarità discografiche e prime stampe. Vinyl Haus di Vimercate presenta un dj set funk e boom bap di Dj Mate, con un corollario alcolico come la birra Road Crew dei Motorhead, un Tattoo corner con Maurizio What e un'Opera Collettiva a cura di Alexandra. A Roma, Hellnation festeggia il ventennale con un festival di due giorni, tra concerti al 360 Gradi (il 21) e al CSOA La Strada (il 22), mentre in negozio arrivano le prime copie dei libri 'Come Rondini In Gabbia' di Enrico Zanza e Federica Rude e 'Italia Skins' di Flavio Frezza insieme a nuovi dischi dei Shots In The Dark, Dalton, Tacita e Rebelde/Gradinata Nord. I due negozi di Radiation Records presentano copie limitate di 'I Can Only Give You Everything', un picture disc esclusivo degli MC5, mentre Discoteca Laziale anticipa al 21 la festa con un'offerta imperdibile sui giradischi Teac e una consolle aperta al pubblico anche per il sabato. La nuova Lester Music Area, nella sede dell'omonimo magazine, animerà invece la giornata sin dal pomeriggio con un'anteprima live di Lambiase, cantautore in bilico tra psichedelia e post-rock in uscita con 'Radical Shit', che presenterà poi la sera al Wishlist di San Lorenzo, seguito dal live di Giulia Villari, talentuosa cantante con un debutto alle spalle prodotto da Rob Ellis e adesso nei negozi con il nuovo 'Real'. Come ogni anno, la giornata di Semm a Bologna sarà ricchissima: dalla musica dei dj set di Marco Manetti (Manetti Bros), Laura Gramuglia (Radio Capital), Jonathan Clancy (His Clancyness, Maple Death Records), Lorenzo Montanà, Pasquale Pezzillo (JoyCut), Cabras, Cecilia Pedroni, Dj Nero, Alberto Ronchi, Girlfriends In A Coma, Gianmarco Silvi (Semm) all'inaugurazione delle mostra Best Art Vinyl, con gli artwork più belli selezionati tra i migliori dell’anno appena concluso, fino all'inizativa charity dei volontari e ricercatori dell'Airc!, presenti in negozio con una shopper esclusiva in edizione limitata. In vetrina la postazione mobile di Radio Città del Capo seguirà in diretta tutta la giornata e Laura Gramuglia informerà gli ascoltatori di Radio Capital. A Palermo da Rizzo Manufacture Studio si ripropone 'Support Your Local Scene' ovvero la fiera espositiva delle label italiane indipendenti con il concerto di Furious George per il nuovo album 'Sono-Mama' e quello degli Avanscoperta Russa con il blues ancestrale del nuovo EP 'La Mia Città Ora Brucia'. Inoltre saranno disponibili vinili e cd autografati dell'ultimo album dei Baustelle e le t-shirt del loro singolo 'Lily Marlene' realizzate dall'artista Adalberto Abbate. Poi tutti al Rocket Bar con il dj set dei Sound Butik, il live di N'Hash con i brani del nuovo album 'Birthday Attack', i Kali Yuga e il dj set di Mauro XXX. Suggestioni psichedeliche folk invece da Bolazzi già dal pomeriggio con i dischi della cult label inglese Fruits de Mer e alcune tra le più importanti label indipendenti, per proseguire con il live esclusivo di Flavio Giurato, in uscita con la ristampa di uno dei suoi album più celebri, 'Il Tuffatore' (Warner) e Serena Ganci, dotata cantautrice in equilibrio tra pop, folk e jazz, già parte del duo arty-rock Iotatola e di recente impegnata sul palco e in studio per le musiche dell'ultimo spettacolo della regista e attrice Emma Dante. Da Modwear Records, tra gli ultimi negozi nati in città e riferimento degli appassionati di cultura musicale british e abbigliamento mod, ci sarà il dj set di Gianluca Biondo. Da Disconutshot a Lecce si parla dei Sound di Adrian Borland con il libro 'Meaning Of A Distant Victory' di Giuseppe Basile e Marcello Nitti, con l'introduzione di Daniele De Luca, poi il tagliente punk rock degli Alieni con il live di 'Brucia La Città' e una selezione di dj set funk, disco, afro, house e balearic sound. Rubber Soul di Torino presenta 'Flashback Sofà' di Lele Roma, 'Una Storia A 33 Giri', racconto di un supporto sonoro in vinile a 78-33-45-16 giri, invece da Gravity Records in collaborazione con Clubber Confession e Rush Club i dj set di Daniele Fasano e Sara Bessolo aka Sahara. A Firenze, da Danex Records propone il Rarities Vinyl Set con Manu Archeo (Archeo Recordings), Luca Effe (Sunset Vibes) e il collezionista Guido Caselli,  in diretta streaming su Radio Volume, la streaming radio del museo/libreria/caffè Volume di Piazza Santo Spirito, mentre da Sanantonio42 a Pisa la giornata sarà scandita dal groove funk dei Piaggio Soul Combination, ospiti del negozio per suonare il nuovo album 'Italian Boogaloo'. A Parma e Cremona, l'Associazione Culturale Vinylistic presenta un intero weekend con dj set, mostre-mercato e iniziative sparse per le due città, con la base operativa nello storico negozio di Parma Music Mille. Tra i dj's impegnati Robert Passera, Emilio Palanti, Carlo Maffini e Davide Monteverdi, su Vinylistic.it le info su tutte le iniziative. Le Disque Record Store di Verona ospita il dj set di Luciano Ermondi dei Tempelhof, mentre Disclan di Salerno il live dei Vico Masuccio con il nuovo album 'Ogni bene rint a ogni vico' e l'ottimo folk-rock degli Sky of Birds, con echi dei Wilco, Mark lanegan, Neil Young. E ancora, da Disco Club a Genova una mostra delle miniature delle copertine di dischi, realizzate da Fausto Meirana e poi i live degli Anaïs e Snake Oil Ltd., Wanted Records di Bari presenta il libro 'Bassa Fedeltà' di Giovanni Verini, un racconto di quindici anni di aneddoti del suo negozio, Jungle Records a Conegliano Veneto prosegue la sua attività anche nei padiglioni della Fiera di Godega S. Urbano in collaborazione con l'Associazione Culturale Fluxus, il blues degli Angy Gentlemen risuonerà da Music Store a San Marino, i clienti della Vinileria di Latina potranno fare un breve dj set con la consolle disponibile in negozio. Radio Capital inoltre, radio ufficiale del Record Store Day, nella giornata di sabato 22 aprile dedicherà l'intera programmazione all’iniziativa, con Camilla Fraschini (Capital Weekend), Luca Bottura ed Enrico Bertolino (42) live da Radio City Milano, Doris Zaccone (Capital in the Walkman), lo speciale tributo a Prince di Massimo Oldani e Luca De Gennaro (Black or White) live da Radio City Milano, Fabio Arboit (Back and Forth) e Irene Noli e Gianni Faluomo (I Love Record Store Day).

Tutte le info sul sito ufficiale www.recordstoreday.it e sui social collegati.
___________________________________________________________________________

Presentazioni del libro
"THE ROLLING STONES 1961-2016"
  
10 Aprile - Libreria L'Altroquando Roma
ore 18,00 con
Arturo Stalteri e Alberto Castelli

11 Aprile - Libreria Ubik Irnerio
ore 18,00 con
Pierfrancesco Pacoda e Carlo Babando

IL LIBRO
Partiti dagli scantinati di Londra, i Rolling Stones sono diventati icone mondiali: colonna sonora di intere generazioni che hanno sognato, amato, pianto e riso con i loro indimenticabili riff. In questo volume Massimo Bonanno racconta i Rolling Stones, dagli esordi ai giorni nostri, senza tralasciare nulla: demo, concerti, album, bootleg, scandali, rumors, curiosità, arresti, business, rarità per collezionisti e trasgressioni. Grazie a un rapporto diretto con Andrew Loog Oldham, primo produttore del gruppo, e con Philip Townsend, lo storico fotografo dei primi anni Sessanta, Bonanno ha ricostruito, con precisione e cura dei dettagli, la vita della band. Dai primi anni, in cui gli Stones crearono il loro mito, ad oggi con i giorni dei tour mondiali faraonici e del business più estremo.

L'AUTORE
Massimo Bonanno
È l'autore di The Rolling Stones Chronicle pubblicato in Inghilterra per Plexus Publishing, Henry Holt in America, Angus & Robertson in Australia e Nuova Zelanda, Shinko Music in Giappone e Ramsay in Francia. Il volume è uscito in seguito in altre edizioni tradotto in molte lingue. Nato a Genova, negli anni Ottanta si trasferisce a Londra dove dà gli ultimi ritocchi al suo primo libro sugli Stones e inizia a lavorare al romanzo Feeling Old Feelings, un thriller ambientato nel mondo del rock e dei media. Massimo ha seguito da vicino i Rolling Stones dalla metà degli anni Sessanta, ed è stato incaricato dal loro sito ufficiale di curare la parte inerente gli archivi delle tournées e dei concerti della band. Suona la batteria in una blues band.
___________________________________________________________________________

DiscoDays Fiera del Disco e della Musica
XVIII EDIZIONE
DISCHI e CD – MEMORABILIA – LIVE - SHOWCASE – ETICHETTE INDIPENDENTI – MOSTRE – EDITORIA – INCONTRI - PREMI 


DiscoDays sono i giorni dedicati alla passione per la musica e per il vinile.
DiscoDays è un progetto culturale realizzato due volte l'anno per la conservazione e
la diffusione della cultura della musica e per la promozione dell'ascolto verso le nuove generazione con attività come l'ingresso gratuito fino a 18 anni.

Si svolgerà Sabato 22 e Domenica 23 Aprile 2017 la XVIII edizione del DISCODAYS.
Torna al Complesso PALAPARTENOPE di NAPOLI la più importante fiera del Sud Italia dedicata al Vinile e alla Musica.

Moltissime novità per questa nuova edizione del DiscoDays chè da sempre è attenta alle nuove tendenze in quest'edizione ha un occhio rivolto al crowdfunding: strumento riconosciuto e consolidato per le produzioni in tutti gli ambiti dell'industria musicale. Il tema portante dell'evento sarà sviscerato da un workshop a cura di Maurizio Imparato, crowdfunding-trainer, che ci illustrerà i fondamentali per una campagna di raccolta fondi - rivolta ai musicisti e addetti ai lavori - presentando due case-history: l'attuale campagna per la produzione del docu-film "Vinilici - Perché il vinile ama la musica" e il successo ottenuto per la produzione di "Insight" di Lino Cannavacciuolo. Il secondo workshop - a cura di Scuola di Music Business di Portici - ci illustrerà le 5 tecniche basilari per promuovere la Musica online. Tanti i Concerti, Showcase e Dj Set durante la due giorni di DiscoDays: oltre la già annunciata presentazione live dell'album "Insight" (LC/Lucky Planets) del compositore Lino Cannavacciuolo, che ha da poco pubblicato un album dalle articolate melodie mediterranee che si caratterizzano in suoni più contemporanei, misti a quelli classici fino a diventare un album 'minimal' [guarda il videoclip]; si aggiungono gli Osanna di Lino Vairetti, che presenteranno la versione in vinile dell'ultimo album live dal titolo "Pape Satan Aleppe" (Ma.Ra.Cash Records). Un ritorno discografico, coronato da un'edizione vinilica, dello storico gruppo progressive partenopeo che omaggia il mondo prog-rock italiano (il Banco, la PFM, gli Area, i Nomadi, l’Equipe 84, Alan Sorrenti; ma specialmente a quelli che ormai sono volati via come Francesco di Giacomo, Rodolfo Maltese, Demetrio Stratos e Augusto Daolio e l’amico di sempre Pino Daniele) e lo scrittore Umberto Eco. In programma troviamo anche la presentazione di "Impressium (best of)" del talentuoso pianista neo-classico Bruno Bavota che si esibirà in concerto; poi ci sarà la tanto attesa presentazione di "Margherita D''e Ciure" (Marocco Music) ovvero l'esordio di Barbara Buonaiuto come cantante solista. Dopo 22 anni come voce femminile dell'Orchestra Italiana di Renzo Arbore, la Buonaiuto esprime anche l'altro lato di sé, quello più intimista scrivendo un disco che ha come tema centrale la Donna. "Cerco", dice Barbara, "di raccontare i molteplici volti della donna, le mille anime, pensieri, emozioni, aspirazioni, tormenti e desideri di questo immenso universo femminile. E cerco di farlo in maniera universale ma con un fortissimo legame con la mia terra e le sue tradizioni culturali e musicali. Per questo ho scelto di cantare in dialetto. Volevo esprimere la mia essenza che è contemporaneamente di donna e di napoletana, di donna del Sud." Band storiche e giovani musicisti, invece, si sono uniti in un nuovo progetto discografico per  dimostrare - e ricordare - l'affetto nei confronti di uno storico gruppo napoletano: The Showman di Mario Musella. Le band che hanno aderito sono formate da musicisti napoletani provenienti da diverse aree musicali; la musica è un frullato allucinante di electro blues-jazz-funky-pop e urban-rock, suonato con una grande carica emotiva, inflessioni soul, rhythm and blues, attitudine rock, hip-hop e worldmusic e diventano la base per canzoni trascinanti, dall’irresistibile appeal del “neapolitan sound”. Nella compilation "Remembering gli Showman & Mario Musella" (SuonidalSud) troviamo Sangue Mostro, la Pankina Crew, Tony Esposito, Ciccio Merolla, Marco Zurzolo, EPO, Enzo Gragnaniello, Shaone, Marco Zurzolo e tanti altri della nuova e vecchia scena. Molte le nuove leve della variopinta scena musicale campana quindi spazio agli emergenti che presenteranno i loro progetti live, o discografici, di imminente pubblicazione: la 0823 (Band), i Rever, gli Sha Dong, Anastasio, Marco Donnarumma, la True Blues Band e Francesca Fariello che presenterà un interessante lavoro tra musica e graphic novel dal titolo "Sakura", e ancora l'hip hop della Pankina Crew che dal vivo presenterà "4life". A completare la serie di showcase ci sarà anche il noto mandolinista Piero Gallo (già al fianco di Enzo Gragnaniello) che in concerto presenterà il suo lavoro discografico. A chiudere la due giorni ci sarà un omaggio, molto sentito da tutta la scena clubbing, al Re dell'House Music ovvero Frankie Knuckles. Con un Dj set Vinilico dal titolo “I Love Frankie Knuckles”, a cura di Facenight.it, parteciperanno i migliori djs napoletani. Ma DiscoDays è tanto altro ancora. Ad accompagnare i concerti e le presentazioni la Mostra Mercato del Vinile e del CD con 50 espositori con un numeri pari a oltre centomila tra nuovo e vecchio Vinile e le Mostre fotografiche e a Fumetti nonché i Premi alla Fotografia e al Collezionismo. Dopo aver premiato Guido Harari, Henry Ruggeri e Luciano Viti il Premio Fotografia per la Musica verrà assegnato ad Augusto de Luca. De Luca, napoletano classe 55, è uno dei principali sperimentatori e innovatori tra i fotografi italiani. Ha contribuito, con la sua fotografia, alla crescita della sperimentazione in Italia e alla nascita di nuove forme di espressione. Nel suo portfolio ci sono dei favolosi ritratti tra cui moltissimi musicisti. Questi ritratti hanno come filo conduttore l'aggiunta di un elemento sempre diverso che dona un alone surreale al personaggio ritratto, rendendoli unici e riconoscibili. Augusto De Luca sarà presente al DiscoDays e sarà intervistato e premiato mentre saranno proiettati molti dei suoi celebri ritratti. Mentre Fabiana Privitera creerà un percorso visivo, dal titolo Livelights, che ha come concept la carica sprigionata dai musicisti durante i concerti; l'intima espressività dell'artista che affronta il palcoscenico. Immortalati artisti del calibro di Rolling Stones, ACDC, Depeche Mode, David Gilmour, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri, Max Gazzè, Carmen Consoli, Cesare Cremonini e Giovanni Allevi. Torna al DiscoDays, anche quest'anno, il COMIC(ON)OFF, iniziativa propedeudica al prestigioso Festival del Fumetto Napoli Comicon che si svolge a fine aprile. In questa occasione COMICON presenta una selezione di tavole tratte da CASH - I see a Darkness di Reinhard Kleist. Reinhard Kleist, forse tra i più originali autori di biografie a fumetti d'Europa, ha proposto al pubblico la sua storia di Johnny Cash che da quasi un decennio risulta essere il testo di riferimento per capire il tormento dell'anima di uno dei più controversi artisti della musica del XX secolo. Una storia toccante come un gospel, dura come il rockabilly e romantica come una ballata d’amore. Disegni in bianco e nero, cupi ma profondi proprio per evidenziare la profondità dell’uomo e dell’artista, capaci di attrarre i visitatori con un impatto quasi cinematografico. Per chi ama il Vinile c'è la Mostra UNA VITA FRA I SOLCHI Cento tra i duecento dischi nella lista dei dieci album preferiti di Andy Simoniello. "La mia vita fra i solchi" questa la mostra che si terrà in occasione della diciottesima edizione di DiscoDays il 22 e 23 aprile. La raccolta di vinili sarà accompagnata da tavole, tratte dal libro da cui prende il nome la mostra, che riprenderanno aneddoti di vita legati ad alcuni dei dischi che narreranno uno spaccato trasversale della storia della musica. "I Vestiti della Musica" è un viaggio a ritroso nel tempo in compagnia di Paolo Mazzucchelli (conoscitore, appassionato e collezionista di musica). Il pubblico del DiscoDays scoprirà la storie delle copertine dei dischi, della loro evoluzione che da semplice ed anonimo contenitore diventa vera e propria icona, da elemento di marketing ad espressione dell’evoluzione di un gruppo o di un artista.

Programma dettagliato DiscoDays 22-23 aprile:

22 aprile: Mostra “CASH - I see a darkness” di Reinhard Kleist. a cura del COMIC(ON)OFF Mostra Vinile “Una vita fra i solchi” a cura di Andy Simoniello 
Mostra fotografica LIVELIGHTS Fabiana Privitera
Ore 16.30 Presentazione disco ”Remembering Showmen Musella”. Live di Monica Sarnelli, Sabba & gli Incensurabili, Aniello Misto, La Panchina Crew, Peppe Renzo
Ore 17.00 OSANNA Presentazione vinile "Pape Satan Aleppe"
Ore 17.30 Premio il Collezionista "Ferdinando Fratarcangeli" 
Ore 18.00 SHA DONG. Presentazione disco “Vita liquida” Live
Ore 18.30 BARBARA BUONAIUTO Presentazione album “Margherita d’e ciure” Live
Ore 19.00 Workshop 5 tecniche per promuovere la Musica online (a cura di Music Business)
Ore 20.00 BRUNO BAVOTA. Presentazione vinile "Impression" Live
Ore 20.30 REVER Live
Ore 21.00 0823 (Band) Live
22.00 Chiusura

23 aprile: 10.00 Apertura 
Ore 11.00 MARCO DONNARUMMA Presentazione singolo "Cosa farai del tuo mondo" Live
Ore 11.30 TRUE BLUES BAND Presentazione album “We mean blues” Live
Ore 12.00 Paolo Mazzuccheli presentazione libro "i vestiti della Musica" 
Ore 12.30 ANASTASIO Live
Ore 16.00 Valerio Bruner presentazione libro "None but the Brave"
Ore 16.30 MAX CAMPIONI - DANIEL Live
Ore 17.00 FRANCESCA FARIELLO Presentazione graphic novel “Sakura” live
Ore 17.30 Workshop Insegnare l'inglese attraverso la Musica Pop. A cura di Fergal Kavanagh
Ore 18.00 PIERO GALLO Presentazione album Live
Ore 18.30 LINO CANNAVACCIUOLO presentazione album "Insight" Live
Ore 19.00 Premio Fotografia per la Musica Augusto de Luca Premiazione
Ore 19.30 LA PANKINA CREW Presentazione album "4life" Live
Ore 20.00 Dj set Vinilico “I Love Frankie Knuckles” a cura di Facenight 
21.00 Chiusura

DiscoDays supporta il Crowdfunding di VINILICI il primo docufilm Italiano sul mondo del Vinile. Durante il DiscoDays verranno presentati al pubblico i dettagli della realizzazione e la campagna di crowdfunding che sta raccogliendo i fondi per la realizzazione di questa prima opera tutta italiana. Qui maggiori dettagli https://it.ulule.com/vinilici-film/. Iuppiter Eventi sta preparando un documentario per raccontare chi e cosa gira intorno al disco in vinile. Il primo film interamente realizzato grazie ad una produzione italiana. Una produzione fatta da amanti, da professionisti del settore e da collezionisti. Una produzione fatta da Vinilici doc. Coloro che vorrano ricevere in anteprima informazioni più dettagliate dell'iniziativa potranno contattare l'organizzazione all'indirizzo di posta elettronica eventi@iuppiter.eu. Sul sito di Go2.it e in tutte le rivendite autorizzate, è possibile acquistare l'abbonamento DiscoDays EXPERIENCE che consentirà di vivere l'esperienza della Fiera del Disco e della Musica per i due giorni, con la possibilità di accedere all'Area Hospitality ed entrare in contatto con i nostri ospiti, ed inoltre di ricevere in omaggio all'ingresso la nostra Shopper per portare comodamente in giro i tuoi Vinili acquistati! 

______________________________________________________________________


Da King Crimson, Van Der Graaf Generator e Dire Straits al LarioFiere: tre giganti del rock internazionale tra i primi ospiti annunciati alla quinta Fiera Internazionale della Musica. Appuntamento a Erba il 26, 27 e 28 maggio

FIM - FIERA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA 
La Fiera della Musica e dei Musicisti 
26/27/28 Maggio 2017 
LarioFiere, Viale Resegone, Erba (CO)
Cross, Jackson e Knopfler... tre David alla Fiera Internazionale della Musica di Erba. 

Il FIM, che si terrà alla Fiera di Erba (a soli 40 km da Milano) il 26, 27 e 28 maggio 2017, conferma ancora una volta la sua vocazione internazionale. Tra gli ospiti della 5ª edizione (per il secondo anno a Erba dopo le prime tre edizioni liguri) sono stati confermati tre nomi importantissimi del panorama rock inglese: David Cross (ex violinista/tastierista dei King Crimson), David Jackson (ex sassofonista dei Van Der Graaf Generator), David Knopfler (ex chitarra ritmica dei Dire Straits). I tre "David" sono stati invitati al FIM 2017 per presentare i loro attuali progetti musicali. A David Cross è bastato firmare la splendida e indimenticabile Starless, uno dei momenti più alti della storia del rock, pezzo di chiusura dell'album dei King Crimson Starless and Bible Black (1974), per entrare a pieno titolo nel gotha del prog inglese. Violinista della band di Robert Fripp nel periodo 1973-1974 (quello dei tre dischi Larks' Tongues in Aspic, Starless and Bible Black e Red), Cross è un modello di riferimento per chiunque voglia suonare il violino in chiave moderna. Dopo aver fondato la band They Came from Plymouth, più vicina all'improvvisazione di stampo jazzistico, e aver lavorato in vari progetti, anche in ambito teatrale, ha fondato la David Cross Band, che oggi guida insieme a Craig Blundell (batteria), Paul Clark (chitarra), Mick Paul (basso), Jinian Wilde (voce), David Jackson (sax e tastiere). Cross sarà presente al FIM 2017 sabato 27 maggio per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award - Modern Violin. La David Cross Band si esibirà la sera dello stesso 27 maggio sul main stage del FIM. Il secondo David invitato fa di cognome Jackson ed è una delle icone del rock anni '70. Sassofonista, flautista e compositore di area progressive, David Jackson ha fatto parte dei Van Der Graaf Generator di Peter Hammill, collaborando successivamente con lo stesso Hammill e con altri nomi del calibro di Peter Gabriel e Keith Tippett. Definito dalla rivista inglese New Musical Express "il Van Gogh del sassofono", Jackson è anche noto per il suo particolare stile, che prevede spesso l'uso di due sax contemporaneamente. Accanto al suo lavoro da musicista, che lo ha visto impegnato anche in Italia (Alan Sorrenti, Osanna e Alex Carpani Band tra gli altri), "Jaxon" ha svolto un'intensa attività didattica che lo ha portato a utilizzare un sistema tecnologico di supporto alle disabilità, progettato da Edward Williams e denominato Soundbeam. Sabato 27 maggio David Jackson sarà presente al FIM per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award - Modern Sax. Successivamente salirà sul main stage del FIM con la David Cross Band. Il terzo David del FIM 2017 è stato fondamentale per una delle rock band più amate, popolari e seguite nella storia del rock: i Dire Straits. Tra i fondatori della celebre band, esattamente 40 anni fa, nel 1977, c'era anche David Knopfler: chitarrista, songwriter e fratello minore del co-fondatore Mark. Dopo aver contribuito al successo del primo album della band inglese (Dire Straits ha venduto più di una decina di milioni di copie) e aver partecipato al secondo Communiqué e alle registrazioni del seguente Making Movies, nell'agosto del 1980 David Knopfler abbandonò i Dire Straits per intraprendere una prolifica carriera solista. Knopfler sarà presente al FIM di Erba domenica 28 maggio per un'intervista in casa FIM. Per l'occasione in serata si esibirà sul main stage del FIM la tribute band dIRE sTRATO, composta da apprezzati musicisti nostrani (Andrea Cervetto, Alex Polifrone, Giuliano Lecis, Marco Filippini e Paolo Polifrone). 


The God Of Hellfire: Arthur Brown alla Fiera Internazionale della Musica di Erba. 

Dopo tre grandi David della storia del rock, ovvero Cross, Jackson e Knopfler annunciati le scorse settimane, FIM 2017 annuncia l'arrivo di un altro special guest straniero: il leggendario Arthur Brown! Uno degli inventori del teatro rock sarà alla Fiera di Erba (a soli 40 km da Milano) venerdì 26 maggio 2017. Il FIM, che si terrà 26, 27 e 28 maggio 2017, conferma ancora una volta la sua vocazione internazionale. L'affascinante storia artistica di Arthur Brown prende il via proprio 50 anni fa, nel 1967, quando fonda insieme a Vincent Crane e Carl Palmer i Crazy World of Arthur Brown. Una formazione a dir poco storica, visto che Crane fonderà di lì a poco gli Atomic Rooster diventando uno dei principali tastieristi degli anni '70, e Palmer dopo la militanza con Crane fonderà gli Emerson Lake & Palmer, rivelandosi uno dei batteristi più influenti del decennio. Ma Brown? Personaggio anomalo, carismatico e anticonformista, grazie all'aiuto di Pete Townshend degli Who nel 1968 realizza il suo primo album, il celebre The Crazy World of Arthur Brown: il travolgente singolo Fire raggiunge il primo posto nelle classifiche inglesi e diventa un classico del rock britannico dei tardi anni '60.  Ma sono i live show di Arthur Brown che cambieranno la storia della musica rock grazie a una serie di intuizioni di natura teatrale, che anticiperanno i vari Genesis, Kiss e Alice Cooper. A lui si devono infatti i primi trucchi facciali in stile cadaverico e orrorificoche hanno affascinato o influenzato Peter Gabriel, Alice Cooper, Ozzy Osbourne, i Prodigy, i Kiss, Robert Smith dei Cure, Marilyn Manson e molte delle band black metal; memorabile anche il suo elmo fiammeggiante, una trovata perfetta per il suo personaggio luciferino, ribattezzato The God Of Hellfire. La concezione del teatro rock come performance shockante, provocatoria e visionaria, passa attraverso il genio visivo di Arthur Brown. La sua musica è stata spesso accostata al progressive (in particolare l'esperienza dei Kingdom Come nei primi anni '70), ma le sue innumerevoli collaborazioni con musicisti di diversa estrazione, come quella del 2011 con uno dei pionieri della musica elettronica Klaus Schulze, fanno capire quanto sia indefinibile la vena artistica di questo artista ultra-settantenne, ispirato del grande Captain Beefheart e così intelligente da riuscire a rendere il suo show ancora oggi musicalmente attuale e coinvolgente dal punto di vista spettacolare. Non è la prima volta che Arthur Brown sarà in Italia: molti ricordano una sua storica partecipazione nel 1970 al Palermo Pop Festival, quando a causa di un'esibizione particolarmente accesa, fu arrestato dai carabinieri a fine concerto! Tutt'altra atmosfera quella della imminente ospitata di Brown al FIM di Erba: venerdì 26 maggio 2017 il leggendario vocalist incontrerà il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award - Legend of "Art" Rock. In serata, lo show The Crazy World of Arthur Brown si sposterà al completo sul Main Stage del FIM per una pazza serata di Art Rock! 


Elvis Presley: FIM 2017 omaggia il RE del Rock!

FIM 2017 annuncia un omaggio importante, che farà da filo conduttore dell'intera rassegna: quello a Elvis Presley, per celebrare il quarantennale della scomparsa del Re del Rock!Nato a Tupelo l'8 gennaio 1935, morto a Memphis il 16 agosto 1977, Elvis Presley è la più importante icona della storia del rock e una figura fondamentale per la cultura pop americana e internazionale. In ventiquattro anni di carriera, il Re del Rock 'n' Roll ha pubblicato ben sessantuno album (spaziando dal blues al country), vendendo oltre un miliardo di dischi in tutto il mondo. Di lui si ricordano, oltre le celebri canzoni e le performance di attore, le sue esibizioni live con quell'inconfondibile movimento di bacino che gli procurò l'appellativo di "Elvis The Pelvis"... e la sua misteriosa morte, che ne ha amplificato l'icona tanto da farla diventare un vero e proprio oggetto di culto e venerazione per moltissimi fan ed emuli del personaggio. Al di là degli aspetti più legati al costume e alla popolarità, Elvis era soprattutto un musicista con una inesauribile vena compositiva e uno straordinario senso del ritmo, che esprimeva con la sua chitarra, ma soprattutto con la sua voce. Il blues e il gospel erano le sue radici, a partire dalle quali il suo rock'n roll ha preso le ali per volare in ogni angolo del pianeta a partire da quella data cruciale, il 5 luglio 1954, quando entrò negli studi Sun Records di Memphis per registrare la celeberrima That's All Right, Mama, con la quale secondo tanti storici parte la grande avventura del rock 'n' roll. FIM 2017 vuole celebrare il quarantennale dalla perdita del Re coinvolgendo estimatori e conoscitori di Elvis, fan club e musicisti italiani che ne hanno raccolto l'eredità, tutti a Erba per raccontare il Re del Rock'n Roll a chi non lo ha mai ascoltato o desidera conoscerne la grandezza.


Venerdì 26 maggio lo "Zio Rock" incontrerà il pubblico insieme a Gianni Sibilla per raccontare la sua esperienza di "comunicatore" dall'universo rock, dall'esperienza con i Timoria ai nuovi lavori tra radio e didattica. Come raccontare e divulgare il rock: Omar Pedrini al FIM 2017!

Venerdì 26 maggio 2017: Omar Pedrini al FIM 2017! Dopo i big stranieri (David Cross, David Jackson, David Knopfler, Arthur Brown) e l'omaggio a Elvis Presley, Omar Pedrini è il primo artista italiano ad essere annunciato tra i grandi ospiti della Quinta Edizione di FIM - Fiera Internazionale Della Musica. Quando quindici anni fa terminò l'esperienza dei Timoria, una delle rock band italiane più amate e apprezzate degli anni '90, due dei suoi componenti intrapresero una fortunata carriera solista: Francesco Renga e Omar Pedrini. Renga è ancora oggiuna delle voci più popolari della musica italiana, mentre Omar Pedrini è uno dei testimoni più convinti della cultura rock nel nostro paese. Al di là delle sue note produzioni discografiche e dei suoi concerti (attività tutt'ora in corso), quello che rende speciale Omar Pedrini è la sua abilità comunicativa, il suo saper raccontare non solo la sua musica, ma anche tutto ciò che la sua curiosità lo aiuta a scoprire "on the road". Una qualità importante, che gli ha aperto le porte dei grandi media popolari. È del 2004, infatti, l'inizio della sua collaborazione con la Rai come autore (es. il programma sperimentale "Robin Hood"). Tra il 2005 e il 2007 scrive e conduce "Nu-Roads", brevi pillole su nuove tendenze e gruppi folk in onda sabato pomeriggio su Rai 2. Sempre per la Rai scrive "Milano in Musica", andato in onda a fine 2005. Nel biennio 2007-2008 continua l’attività di autore e conduttore televisivo con nuove puntate di "Nu-Roads" e presenta su Rai2 il programma "School of Rock". Nel 2009 approda sul canale satellitare Gambero Rosso con "Gamberock" (alla ricerca dei collegamenti tra arte ed enogastronomia legate al territorio). Nel 2010 è il testimonial musicale della nascente Rai 5 per la quale scrive e conduce "Rock e i suoi fratelli". Nel 2011 esordisce alla radio su Rai Isoradio e come autore di "Contromano" conquista le cuffie d’oro per miglior esordio. Tra l'autunno del 2012 e la primavera del 2013 è sugli schermi di Rai 5 con il suo nuovo programma "Pop - Viaggio dentro una canzone", che racconta genesi e retroscena delle canzoni di maggior successo in Italia. Dal 2005, Omar Pedrini è anche docente del Master in Comunicazione Musicale dell'ALMED  (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano), un corso che negli ultimi anni è riuscito a formare una nuova generazione di professionisti della musica (non solo musicisti) e di cui è direttore didattico Gianni Sibilla. La partecipazione di Omar al FIM 2017 si collega proprio a questa fondamentale esperienza didattica: Pedrini e Gianni Sibilla saranno presenti al FIM di Erba nel pomeriggio di venerdì 26 maggio 2017 per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming).


Dalla straordinaria esperienza degli Area ai progetti della contemporaneità: sabato 27 maggio l'autorevole pianista e compositore incontrerà il pubblico di LarioFiere per raccontare la sua esperienza tra musica, scrittura e immagine. Improvvisare improvvisando: Patrizio Fariselli al FIM 2017!

Sabato 27 maggio 2017: Patrizio Fariselli al FIM 2017! Dopo l'annuncio dei big stranieri (David Cross, David Jackson, David Knopfler, Arthur Brown), dell'omaggio a Elvis Presley e di Omar Pedrini, un altro straordinario artista ufficializza la propria partecipazione alla Quinta Edizione di FIM - Fiera Internazionale Della Musica. Una vita in musica, quella di Patrizio Fariselli. E' proprio il caso di dirlo: figlio d'arte (suo papà Terzo è stato un'autentica istituzione nel liscio romagnolo con la sua Orchestra), allievo di Sergio Cafaro al Conservatorio di Pesaro, a soli 21 anni entra negli Area, con cui realizzerà alcune tra le più belle e memorabili pagine di musica "totale" degli anni '70. Sue le tastiere in capolavori dell'epoca Cramps come Arbeit Macht Frei (1973) e Maledetti (1976), ma anche le idee avventurose dell'album solista Antropofagia (1977). Alla fine della straordinaria esperienza Area, Fariselli non si ferma: dagli anni '80 fino ad oggi, scrive musiche per il cinema, la danza, la televisione, i documentari e il teatro, da popolari titoli di Alessandro Benvenuti come Benvenuti in casa Gori, Caino e Caino, Belle al bar, Ivo il tardivo, alla partecipazione nel programma Rai L'albero azzurro dal 1990 al 1995. Ripresa l'attività degli Area nel 1997 con Chernobyl 7991, Fariselli si dedica anche alla propria attività da solista fondando l'etichetta Curved Light, che pubblica i suoi album all'insegna di un audace jazz di frontiera con musicisti del calibro di Paolino dalla Porta e Massimo Manzi. Inevitabile il passaggio alla scrittura, con il delizioso libro Storie Elettriche (Auditorium Edizioni), che raccoglie aneddoti e riflessioni sulla sua storia. Figura poliedrica, tra le poche in Italia ad avere profonda consapevolezza della composizione e dell'improvvisazione, Patrizio Fariselli al FIM si soffermerà in particolare sul percorso oltre gli Area, tra jazz, documentari, seminari e altre iniziative. Egli sarà presente al FIM di Erba nel pomeriggio di sabato 27 maggio 2017 per dialogare con il pubblico di CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming).

FIM - Fiera Internazionale della Musica 2017 (Quinta Edizione) è un villaggio musicale aperto a tutti. FIM 2017 sarà un importante momento di formazione, informazione, incontro, confronto, cultura e divertimento. Al FIM 2017 sarà possibile trovare diverse aree: Showroom (esposizioni, incontri, esibizioni etc.) Prog Day (area dedicata al progressive-rock), Casa FIM (stage tv in diretta streaming con Jocelyn), FIM Social (presentazione musicisti), Radio FIM (web radio in diretta), FM OffStage (interviste musicisti), FIM On Air (web radio e web tv). Sulla APP di FIM Fiera: Programmi aggiornati, Artisti e Ospiti internazionali, Sconto di 2€ sul Biglietto, Alberghi convenzionati, Localizzazione e come raggiungere LarioFiere, Mappe, Espositori e tanto altro.

Info Line: +39 010 86 06 461 

Musiche, parole, dischi e immagini:
si inaugurano lunedì 1 maggio due mostre dedicate a Mogol e al Maestro Donida al Sacro Monte di Varese
  
Per tutto il mese di maggio, la Location Camponovo ospiterà una doppia esposizione, tributo a uno dei sodalizi di maggior successo nella storia della musica leggera italiana: quello tra il compositore Carlo Donida e Mogol, il più importante autore italiano

Dischi, fotografie, spartiti e materiali inediti per una mostra, anzi due, dedicate a Mogol e al Maestro Carlo Donida, uno dei più importanti compositori italiani del Dopoguerra, che con Giulio Mogol ha collaborato a lungo, collezionando moltissimi successi in campo musicale, artistico e discografico. La doppia esposizione, organizzata dall’associazione  culturale La Compagnia di Donida con il patrocinio della Regione Lombardia e del Comune di Varese e con il sostegno di BBC-Banca Credito Cooperativo e TD Group-KARCHER Center Galliate Lombardo, sarà allestita presso la Location Camponovo, al Sacro Monte di Varese, per tutto il mese di maggio e sarà visitabile ogni sabato e ogni domenica dalle ore 10 alle ore 18 (ingresso: 5 euro). L’inaugurazione è in programma lunedì 1 maggio alle ore 11 con una visita guidata organizzata dal collezionista Daniele Sgherri, che ai visitatori svelerà aneddoti, curiosità e retroscena legati alle carriere dei due artisti. “Mogol: musica e poesia” è il titolo della mostra dedicata al più importante autore italiano: raccontare la sua carriera vuol dire intraprendere un viaggio affascinante e interminabile nella storia della musica leggera del Belpaese. Mogol è, infatti, il più noto autore di liriche che la musica italiana abbia mai avuto e i suoi testi hanno segnato intere generazioni. L’esposizione si articola con pannelli che espongono la sua discografia in supporto 45 giri: oltre ai dischi “ufficiali”, il curatore ha inserito anche le cover, ovvero i successi cantati da altri artisti. A creare la giusta atmosfera, all’interno della sala saranno diffuse le canzoni dei dischi presenti nella mostra, in modo da permettere al pubblico di vivere pienamente le emozioni della musica. “Al di là della musica” è il titolo del secondo allestimento, dedicato al Maestro Carlo Donida. Nato a Milano e vissuto sulla sponda varesina del Lago Maggiore (gli occhi perennemente rivolti al lago, la mente e il cuore sulle “colline in fiore” di Porto Valtravaglia), Donida è stato uno dei più importanti autori della nostra storia musicale. Lucio Battisti lo considerava il “suo Maestro” e Mogol lo ha sempre riconosciuto come “un genio della musica italiana”. Molti dei brani più cantati tra la fine degli anni ’50 e gli anni ’70 portano la firma Mogol-Donida, una coppia di autori che ha avuto il suo naturale proseguimento artistico nel duo Mogol-Battisti. Nella mostra ospitata al Sacro Monte di Varese è possibile ripercorrere la lunga carriera artistica del Maestro Donida (uomo schivo e lontano dai clamori, scomparso nel 1998), attraverso le copertine dei 45 giri che includono al loro interno i suoi più grandi successi: una collezione unica, con dischi provenienti da tutto il mondo.

Location Camponovo, via dell’Assunzione 1, Sacro Monte sopra Varese.
Quando: dall’1 al 28 maggio.
Apertura: sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 18.
Inaugurazione: lunedì 1 maggio ore 11.
Ingresso: 5 euro.
Info e prenotazioni: +39 333 2130822; info@lacompagniadidonida.it; info@locationcamponovo.it

BIM MUSIC NETWORK
A raccolta cantanti e autori a Roma, Napoli, Rimini, Forte dei Marmi, Ravenna, Lecce

Roma, Napoli, Rimini, Forte dei Marmi, Ravenna, Lecce: sono queste le città dove per la prima volta nel 2017 arriverà il Bim Music Network, prodotto da Bim Imprese Confcommercio Bellaria Igea Marina, per supportare la musica emergente italiana. Nel solo 2016, il BIM Music Network, primo web-contest italiano ha avuto oltre 3 milioni di click online sui suoi artisti, dando visibilità alla musica emergente anche su quello che a oggi è il mezzo più usato nel mondo per l'ascolto e "la scoperta" musicale: il web. Proprio dal BIM Music Network, infatti, sono stati intercettati – tra gli altri - Lo Strego (oggi al serale di Amici), le TestHarde (oggi gruppo di punta di MTV e al MEI), Giorgia Verona in Rai per Standing Ovation e Sara Iuliano, scelta da Mogol per aprire i concerti di Dodi Battaglia e Catia Ricciarelli e Rachele Romani, scelta sempre da MOGOL per il CET. In un inedito incontro tra rete, radio e contesto musicale, infatti, è proprio Mogol, il più noto autore italiano, a selezionare gli artisti durante la serata live finale, offrendo a tutti i finalisti un incontro diretto con lui, nella bella cornice di Bellaria Igea Marina. Ma prima della finale, ecco le prossime tappe del BIM Music Network, in cui gli artisti potranno esibirsi per contendersi la finale:

- 30 marzo 2017 Rimini
- 2 aprile 2017 Cremona
- 22 aprile 2017 Napoli
- 23 aprile 2017 Napoli
- 24 aprile 2017 Roma
- 25 aprile 2017 Forte dei Marmi
- 26 aprile 2017 Ravenna
- 30 aprile 2017 Lecce
- 30 aprile 2017 Milano
- 4 maggio 2017 Rimini

A dare vita al BIM Music Network sono BIM Imprese Confcommercio Bellaria Igea Marina con la direzione artistica di Monia Angeli, in collaborazione col Comune di Bellaria Igea Marina (RN)  e Fondazione Verdeblu: una sorta di "cordata" tra aziende, istituzioni e artisti per dare visibilità alle giovanissime leve italiane della canzone (con categoria editi e inediti), con una giuria presieduta da MOGOL, in compagnia di "giganti" della musica del calibro di Dodi Battaglia e Silvia Mezzanotte. Perché un Web-Contest? Parallelamente alle date live, in cui ogni artista può presentare il suo progetto, BIM Music Network vive sul portale www.bimmusic.it dove ogni artista - con il supporto delle aziende coinvolte - ha una pagina dedicata con video e musica, punto di riferimento per gli addetti ai lavori, come dimostrato lo scorso anno, quando diversi artisti sono stati notati da grandi produzioni e portati all'attenzione di media e operatori del settore. Tutto... aspettando la finale del 19 luglio presieduta da MOGOL, con Dodi Battaglia dei Pooh e grandi ospiti. BIM Music Network  è una produzione Bim Imprese Confcommercio Bellaria Igea Marina con la direzione artistica di Monia Angeli, in collaborazione col Comune di Bellaria Igea Marina (RN) e Fondazione Verdeblu

Per info: www.bimmusic.it