Eventi

Rassegne, Mostre, Eventi Culturali, Presentazioni, Fiere, Appuntamenti Televisivi e Radiofonici....

ALLA RADIO UN LUNGO RICORDO IN MUSICA DEL GRANDE PIPER LIAM O’FLYNN

Una gravissima perdita per chi ama la buona musica e quella irlandese in particolare è stata la scomparsa, a 73 anni e dopo lunga malattia, del piper irlandese Liam O’Flynn, artista adorato nella sua terra e stimato in tutto il mondo per la bravura, lo stile e l’umanità.  È stato protagonista sin dai primi anni ’70 del quartetto Planxty che ha rivoluzionato l’approccio alla tradizione irlandese, è stato il primo piper solista davanti ad una orchestra sinfonica con il progetto “The Brendan Voyage” del compositore Shaun Davey nel 1980, ha collaborato con star di vari generi musicali, da Enya a Marc Knopfler, da Mike Oldfield agli Everly Brothers, dagli Afro Celt Sound System alla London Philarmonic Orchestra, da Kepa Junkera a Emmilou Harris.  Poiché in Friuli ha suonato due volte per il Folk Club Buttrio, da solo al Club nel 1993 e con il suo trio nel 1998 a Feletto Umberto (Ud) per il tradizionale concerto natalizio, l’associazione lo vuole ricordare, ad un mese dalla scomparsa, in collaborazione con la radio friulana Radio Spazio, con quattro trasmissioni a lui dedicate nel corso del programma musicale “Folk & Dintorni”, in onda ininterrottamente dal 1993 due volte alla settimana e sempre condotta da Marco Miconi, presidente del Folk Club Buttrio. Le quattro trasmissioni si intitolano: “Nei Planxty o in proprio” (venerdì 13 aprile), “The Brendan Voyage” (domenica 15 aprile), “Liam e gli irlandesi” (martedì 17 aprile) e “Un mondo di amici” (venerdì 20 aprile). “Folk & Dintorni” va in onda ogni martedì e venerdì dalle 16 alle 17, con replica negli stessi giorni dalle 21 alle 22, e la domenica dalle 15 alle 16. 

Per informazioni sulle frequenze radio o sull’ascolto in streaming: www.radiospazio103.it.
_______________________________________________________________________________

NEL CUORE DEL CENTRO STORICO DI ROMA DOMANI APRE UFFICIALMENTE
VINYL ROOM DA UN’IDEA DI FEDERICO E MARCO DE GREGORI

Nel cuore del centro storico di Roma, in via della Frezza 53, Federico e Marco De Gregori, figli di Francesco, hanno pensato e realizzato VINYL ROOM, un negozio che si propone di rilanciare il vinile come supporto ed oggetto privilegiato di ascolto contemporaneo. L’apertura ufficiale avverrà domani, sabato 21 aprile, in occasione del RECORD STORE DAY 2018. Nella VINYL ROOM chi non si accontenta della musica in streaming e di un paio di auricolari potrà trovare long playing nuovi ed usati, rari e meno rari, ogni genere musicale dal rock al folk, dal  jazz alla canzone d'autore: cofanetti in edizione limitata, edizioni di lusso, proposte di ogni tipo per amatori e per collezionisti. Una sezione particolare del negozio (Highlits Shots) propone in vendita una collezione di foto originali d'archivio che ritraggono gli artisti più significativi ed importanti della nostra epoca, catturati in scatti inediti in bianco e nero. I Beatles, Frank Zappa, Chet Baker, Fabrizio De André, Demetrio Stratos, David Bowie e molti altri ancora. «Per ovvi motivi di famiglia abbiamo sempre abitato fra dischi e chitarre fin da bambini - dichiarano Marco e Federico De Gregori - Questo negozio è la conseguenza inevitabile di un amore per la musica che non si è mai interrotto e che vorremmo condividere col pubblico più attento alla qualità del suono e alle proposte di mercato meno scontate». Più che un negozio di dischi VINYL ROOM è dunque una galleria di testimonianze artistiche e sonore di un momento storico in cui la musica a 33 giri, che ancora ci gira intorno, ha dato un'impronta decisiva ed indelebile al gusto musicale e alla cultura del nostro tempo.
_______________________________________________________________________________

IL CANTAUTORE NECESSARIO
Cinque incontri per raccontare 50 anni di canzone d’autore italiana e i suoi intrecci con il mondo dell’Arte

Auditorium del MAXXI | ingresso 5 €*
www.maxxi.art | #IlCantautoreNecessario

Marc Chagall e Domenico Modugno,  Mario Schifano e l’Equipe 84, Andrea Pazienza e Roberto Vecchioni e ancora i dipinti di Gino Paoli, Dario Fo, Edoardo Bennato e Paolo Conte, Franco Battiato, le canzoni di Francesco De Gregori ispirate da Max Klinger e molto altro. La storia del rapporto tra canzone d’autore italiana e arti figurative è piena di memorie e leggende sorprendenti che, dal 29 marzo 2018, sono protagoniste di IL CANTAUTORE NECESSARIO un ciclo di cinque incontri al MAXXI a cura di Edoardo De Angelis con ospiti del mondo della musica, della letteratura, del giornalismo. Ogni appuntamento, moderato dal cantautore Edoardo De Angelis, sarà dedicato a un decennio, a partire dagli Anni Sessanta fino ai giorni nostri. Accompagnato dal musicista Michele Ascolese e dal musicologo, critico e giornalista Luciano Ceri, De Angelis inviterà il pubblico a una operazione di memoria e di conoscenza, un percorso alla scoperta di notizie, dati, curiosità per raccontare il mondo della canzone d’autore italiana e il suo profondo legame con tutte le arti figurative.  Insieme alla proiezione di immagini storiche, opere d’arte, copertine e performance musicali live, ogni incontro sarà accompagnato anche da Il quadro di Assante un momento di riflessione, una pillola critica del giornalista, critico musicale e autore per radio e tv Ernesto Assante, che ad ogni appuntamento offirà al pubblico il proprio personale punto di vista su cambiamenti, l’evoluzione o l’involuzione della canzone d’autore nel corso degli anni. Primo appuntamento giovedì 29 marzo alle ore 18.00 (Auditorium del MAXXI | ingresso 5 €*) con l’incontro dal titolo VOLARE… SENZA FINE dedicato agli Anni ’60, a partire dalla storica esibizione di Modugno a Sanremo 1958 con Nel blu dipinto di blu, vera e propria “rivoluzione” e punto di partenza della canzone d’autore italiana del nostro tempo.  De Angelis, Ascolese e Ceri con la partecipazione di Ernesto Assante, insieme al cantautore Edoardo Vianello, il giornalista Andrea Vianello e il critico musicale Fabrizio Zampa, daranno un rapido sguardo a cosa esisteva prima di Modugno, fuori dagli schemi della canzone convenzionale, attraverso le esperienze di Cantacronache, Carosone, Buscaglione. Il racconto di quegli anni, tra aneddoti, esperienze e canzoni, permetterà al pubblico di scoprire Tenco e la canzone scanzonata di Vianello, che Gino Paoli e Dario Fo erano pittori, che la leggenda vuole che Nel blu dipinto di blu fosse legata a un dipinto di Chagall e che Mario Schifano disegnava le copertine degli album di molti autori.  Prossimo appuntamento mercoledì 18 aprile alle ore 18.00 con l’incontro DAL 45 AL 33: L’IMPEGNO CHIEDE PIU’ SPAZIO - Dal Folkstudio al Tenco. La copertina è un luogo d’Arte.  Dedicato agli Anni ‘70, periodo d‘oro del cantautorato italiano, in questo appuntamento verranno ricordate quelle voci che hanno lasciato un segno indelebile nella musica italiana, insieme al responsabile artistico del Club Tenco Sergio Secondiano Sacchi, al musicista, musicologo e docente universitario Franco Fabbri e all’attore e musicista per passione Neri Marcorè. Giovedì 26 aprile 2018 sarà la volta dell’incontro dedicato agli Anni ’80: I COLORI DEI CANTAUTORI - Arrivano il Folk, l’Etno, il World. Insieme alla giornalista radiofonica Carlotta Tedeschi, al discografico, produttore, editore Paolo Dossena, a Stefano Micocci editore musicale e esperto di canzone d’autore, e a Tito Schipa Jr musicista, cantante e attore, il pubblico viene guidato alla scoperta di un decennio che porta con se importanti cambiamenti. La canzone d’autore viene abbandonata dal grande pubblico, i cantautori si rifugiano nel folk o nell’etnico, una nuova generazione si avvicina al pop e nel frattempo molti cantautori si rivelano bravi artisti. Mercoledì 9 maggio 2018 con l’incontro dal titolo VINILE ADDIO … I cantautori fanno il rock, il rap, il pop si raccontano gli Anni ’90. Insieme a John Vignola conduttore radiofonico e scrittore, Ivan Cattaneo cantautore, pittore e storico dell’arte e al cantautore Mimmo Locasciulli verranno messe in luce le varie e notevoli  trasformazioni avvenute nel corso di quegli anni. Si parlerà di nuovi sistemi di fare e produrre musica, dei nuovi cantautori accanto alle eterne icone che, come Franco Battiato, si affermano anche nel campo della pittura e del cinema d’autore.  Ultimo appuntamento, giovedì 24 maggio 2018 con l’incontro dedicato agli anni dal 2000 ad oggi MUSEICA: MUSICA O MUSEO? i cui ospiti sono Fausto Pellegrini giornalista televisivo, musicista e scrittore, Luisa Melis ideatrice e responsabile del Premio De André e Giordano Sangiorgi storico responsabile del MEI Meeting Etichette Indipendenti.  Il racconto parte da una nuova ulteriore generazione di cantautori, sempre più diversa dalla “vecchia guardia” che spesso si dedica alla scrittura e alla pittura, come Edoardo Bennato o Paolo Conte. Caparezza espressione dirompente del nuovo cantautorato italiano, dedica ogni canzone del suo album Museica a una diversa opera d’arte, mentre sempre più copertine ospitano le creazioni di artisti visivi. IL CANTAUTORE NECESSARIO è realizzato grazie al sostegno del centro di medicina domiciliare MaiSoli di Roma

PROGRAMMA



giovedì 29 marzo alle ore 18.00
VOLARE… SENZA FINE
con Edoardo De Angelis, Michele Ascolese , Luciano Ceri e Ernesto Assante, insieme a Edoardo Vianello, Andrea Vianello, Fabrizio Zampa

mercoledì 18 aprile alle ore 18.00
DAL 45 AL 33: L’IMPEGNO CHIEDE PIU’ SPAZIO - Dal Folkstudio al Tenco. La copertina è un luogo d’Arte
con Edoardo De Angelis, Michele Ascolese , Luciano Ceri e Ernesto Assante, insieme a Sergio Secondiano Sacchi, Franco Fabbri , Neri Marcorè

Giovedì 26 aprile 2018, ore 18.00
I COLORI DEI CANTAUTORI - Arrivano il Folk, l’Etno, il World
con Edoardo De Angelis, Michele Ascolese , Luciano Ceri e Ernesto Assante, insieme a Carlotta Tedeschi, Paolo Dossena, Stefano Micocci, Tito Schipa Jr

Mercoledì 9 maggio 2018, ore 18.00
VINILE ADDIO … I cantautori fanno il rock, il rap, il pop 
con Edoardo De Angelis, Michele Ascolese , Luciano Ceri e Ernesto Assante, insieme a John Vignola, Ivan Cattaneo, Mimmo Locasciulli

giovedì 24 maggio 2018, ore 18.00
MUSEICA: MUSICA O MUSEO?
con Edoardo De Angelis, Michele Ascolese , Luciano Ceri e Ernesto Assante, insieme a Fausto Pellegrini, Luisa Melis, Giordano Sangiorgi

*Abbonamento per 5 incontri 20 euro, 15 euro per gli under 30 e per i giornalisti (presentando il tesserino dell’ordine). Gratuito per i possessori della card myMAXXI e per gli Amici del MAXXI, con possibilità di prenotazione del posto per i primi 10, scrivendo a mymaxxi@fondazionemaxxi.it entro il giorno prima dell’evento, fino a esaurimento posti
_________________________________________________________________________________

LA RESISTENZA MARCHIGIANA IN UN DISCO DI INEDITI DEI SAMBENE
Storie di partigiani strappati all’oblio
E L’ANPI GLI ASSEGNA IL PREMIO NAZIONALE  "RENATO BENEDETTO FABRIZI"
La cerimonia di consegna il 22 aprile a Palazzo Campana di Osimo

C’è Nunzia con la sua bicicletta, Nenè che sugli sci “sembrava un angelo che volava”, Eraclio e il suo commovente messaggio d’addio, Bebi e gli altri che riposano sotto i pini di Montalto ed ancora Ruth e Augusto,  Ivan, Elvio, Achille, Derna e Alessandro. Sono i protagonisti di dieci canzoni, dieci sentieri per ripercorrere fatti e personaggi della Resistenza marchigiana. Tutto questo è "Sentieri partigiani. Tra Marche e memoria" (Fono Bisanzio), il primo lavoro discografico di inediti dei Sambene, gruppo folk di Recanati prodotto da Michele Gazich, che nasce  con intento di salvare dall'oblio alcuni personaggi della luminosa stagione di lotta per la liberazione dell'Italia che è stata la Resistenza. Più che un disco un vero e proprio documento, unico nel suo genere, che ha richiesto un lungo periodo di studio e ricerca. L’album uscirà, non a caso, il 24 aprile, alla vigilia dell’anniversario della Liberazione, ma ha già meritato un importante riconoscimento, il Premio Nazionale "Renato Benedetto Fabrizi" dell’ANPI, assegnato ogni anno a coloro che, nell’ambito della propria attività, abbiano trattato i temi dell’antifascismo e della Resistenza. Il riconoscimento sarà consegnato il 22 aprile a Osimo, alle 17 a Palazzo Campana. Il progetto, che ha anche ottenuto il patrocinio non oneroso di dieci comuni marchigiani (Recanati, Fabriano, Visso, Fiastra, Muccia, Cessapalombo, Urbisaglia, Arcevia, Agugliano e Tolentino),  ha suscitato immediatamente l’interesse dell’Associazione Nazionale Partigiani Italiani sin dalle prime battute della campagna di crowdfunding per finanziarlo, campagna che ha ottenuto un grande successo grazie al sostegno di fan, giornalisti e associazioni.
L’idea è nata un lunedì di primavera di qualche anno fa quando, presso il cimitero di Tolentino, davanti al monumento ai caduti di Montalto, l'attenzione di alcuni componenti del gruppo è stata attratta da un nome, Bebi Patrizi, e dalla sua città di provenienza, Recanati, la loro città. Da lì è iniziato un percorso di approfondimento di quella storie e di altre storie di donne ed uomini, staffette e partigiani, che hanno combattuto per la libertà nelle Marche, in particolare nelle provincie di Ancona e Macerata.

CHI SONO I SAMBENE
I Sambene (in sardo "sangue", come sinonimo di passione ed energia) sono un gruppo di musica folk, con una forte connotazione cantautorale; un gruppo acustico nel quale si dà grande risalto alle tre voci che lo compongono: quella maschile di Marco Sonaglia, chitarrista e cantautore, e quelle femminili di Roberta Sforza e Veronica Vivani.  Sono nati due anni fa all'interno dell'Accademia dei Cantautori di Recanati (Mc), diretta da Lucia Brandoni, e fin dal loro esordio hanno ottenuto un notevole riscontro di pubblico con quasi 150 live presentati in tutta Italia.
_________________________________________________________________________________


Record Store Day: il 21 aprile tante le iniziative a supporto dei negozi di dischi. A Milano anche una mostra dedicata al genio di Cesare Monti

Accanto alle anteprime dell'industria discografica italiana, quasi trecento i titoli in arrivo sabato 21 aprile, numerose le iniziative dentro e fuori i negozi. Per la prima volta una mostra dedicata al genio di Cesare Monti, art director di Battisti e tanti altri big della musica. A Milano l'evento ufficiale del Record Store Day è in Zona Santambrogio in contemporanea con la chiusura della Design Week. Coniugando la creatività artistica italiana con la celebrazione del vinile, I Distratti, Tommaso Toma e Billboard presentano una giornata con dj set, live, proiezioni di film, un mercatino dell'usato e un'anteprima esclusiva della mostra 'Gioia e Rivoluzione' (dal 3 al 27 maggio allo Spazio Oberdan), dedicata al decennio '68-'78 della discografia italiana e diretta da Roberto Manfredi e Luca Rossi. Per la prima volta sarà esposto The Wall di Cesare Monti, l'opera omnia delle copertine dei dischi del leggendario fotografo, regista e art director milanese, fra i tanti, di Fabrizio De André, Pino Daniele, Area, PFM e Lucio Battisti, di cui fu amico per diversi anni. Immagini che raccontano quell’irripetibile stagione del rock e, sullo sfondo, le grandi rivoluzioni della politica e dei movimenti sociali che hanno animato il Paese tra la fine del boom economico e gli anni di piombo. Da Vinile la giornata è incentrata sulla figura di Prince, con rarità discografiche e dj set mentre sonorità psych rock, electro-wave, folk e garage caratterizzano il pomeriggio di Psycho con I Visionari, Maurizio Marsico, Pretty Face, Andrea Labanca, Plateaux e Muturett. Da Backflip protagonista il dj set di Whodamanny insieme a Dada, Phade, Cbwoy e da Vinylbrokers invece Robotalco, Tropicalismi, Dj Guerrero, Fabrizio Fiore, Federico e Alex De Ponti, tutto in streaming su Radio Rocket Milano. Per chi desidera continuare la festa fuori dai negozi si segnalano Club Haus 80's con Dimitri from Paris, in consolle per promuovere il suo album di remix degli Chic e la seconda Blue Vinyl Night al Blue Note Club, per l'occasione trasformato in una moderna ballroom con la musica di Claudio Coccoluto, Nick The Nightfly e i dj's di Radio Monte Carlo. A Gallarate (VA) nella roccaforte di Carù si alternano The Rad Trads, con un sound micidiale fatto di rock, roots e jazz che ricorda lo storico gruppo The Band, Andrea Parodi e il nuovo doppio album 'When The Wind Blows' dedicato a Townes Van Zandt, registrato con i Session Americana, Radoslav Lorkovic e Paul Henriksen, tutti presenti in negozio. E ancora Chiara Giacobbe reduce dal suo album dei debutto con la Chamber Folk Band, Luca Rovini & Companeros, Bobo Rondelli, Filippo Graziani, Lucia Comnes. A Roma nei due negozi di Radiation sarà disponibile il 45 giri picture disc di 'Good Rockin' Tonight' di Lemmy Kilmister & Johnny Ramone, mentre il synth punk dal vivo dei Holiday Inn riscalderà il nuovo punto vendita al Pigneto. Da Discoteca Laziale sarà di scena il rap italiano di Gemitaiz con il nuovo album 'Davide', alla Vinileria di Latina i clienti si improviseranno dj's sfidandosi sulla consolle del negozio. Arcana Edizioni da Nordovest Dischi di Frosinone presenta 'La musica, per me. Come funziona la musica? Rispondono 50 artisti italiani' di Luca D’Ambrosio, introdotto da Davide Fischanger, autore di progetti teatrali ed educativi con i suoi 'Gatti Ostinati' e il cantautore Giancarlo Frigieri. Da Rubber Soul a Torino risuona l'acid rock degli Effervescent Elephants, con la ristampa in edizione limitata dell'album Something To Say prodotta da Onde Italiane. Musical Box di Besozzo (VA) ospita il bluesman Max Prandi dal vivo con il nuovo album e Simpaty ad Asola (MN) racconta la storia del vinile partendo da un master audio su nastro magnetico, insieme a un'esposizione di apparecchi Studer, matrici di stampa e masterclass sulle diverse qualità del vinile 140/180/200 grammi. A Bologna da Semm una nuova edizione di Best Art Vinyl, la mostra che celebra il meglio dell'arte, della fotografia e della grafica nella cultura musicale contemporanea internazionale. Danex a Firenze presenta in anteprima la ristampa targata Archeo di 'Viaggio Tribale' di Toni Esposito con un bonus balearic remix di Luca Effe e poi dj set di Manu, Guido Caselli e Gran Soda. A Lucca da Sky Stone and Songs la festa dura tre giorni, il 20 un ciclo di conferenze sulla storia della musica dal titolo 'Friday I'm In Love' sui King Crimson dal titolo 'Alle Corti di Re Fripp', il 21 un live di Guidi e Carotenuto (Sinfonico Honolulu) e il 22 con il Supertrio. A Perugia da Musica Musica un pomeriggio dedicato all'hip hop locale con Fuzzo Raimi, Daniele Moda Rotella e altri guest mentre da T-Trane i Warias con il live del nuovo disco 'Now, it's never' più un dj set di global beats dell'Orqestra Cuartomondista a seguire. A poca distanza dal capoluogo umbro, Supersonic Record Store di Foligno affiderà la consolle al dj Emiliano Pinacoli per una giornata da concludere comodamente nel bar del negozio. Disco Club di Genova ospita i Cartabianca, una band nata da due fratelli musicisti (e clienti del negozio sin dall'adolescenza) che ha da poco debuttato con il primo album 'Finalmente', con un mood poetico e strampalato mentre al Polo Museale Riso di Palermo la rassegna 'RIso Sound Experience' con il dj set di Memorie Cluster, il nuovo act house-oriented di Ettore Sorrentino e Giacomo Virzì, prossimi con uscite discografiche su Deeplomatic, Wonder Stories e Museek. La Compagnia Daltrocanto suonerà a Salerno da Disclan l'album 'Di terra, di mare e di stelle' e a seguire dj set di Tonico 70, Paolo Caravano, Joe & Frank, Dj Arnold, Frizzy Pazzy e Ciccio Scio, mentre Jungle di Conegliano (TV) ospita Filippo Andreani dal vivo con i brani de 'Il Secondo tempo', introdotto dal calciatore/poeta Ezio Vendrame per poi continuare il concerto in serata al 'Bar Radio Golden'. Crocevia imprescindibile a Verona, Le Disque presenta dj set con sonorità elettroniche e House con Tommy De Wax, Kaori, Luca Landi, Trenti, Steve Bread & Stefan G, Andrea B e Francesco Fontanari, in podcast su Mixcloud, Soundcloud e YouTube. Una settimana di festa per Disco Shop di Monopoli (BA), inaugurata dal 14 con il blues e cantautorale dei Poor Boys e del loro album 'Room 21' e chiusa dal dj set di Fabrizio De Tommaso. Rimanendo in Puglia, Vinyl Zone di Taranto si affida al dj inglese Mike Anderson insieme a Joyfull Family e Kosmiko, mentre a Lecce la band baroque punk Bravata presidia le strade del quartiere Ferrovia, un'iniziativa esterna di Disconutshot che in negozio invece ospita dj set disco/boogie/afro curati da Piggy, Those Funky Guys, Max Nocco e Guido Nemola. Nel triangolare Parma, Reggio Emilia e Cremona come ogni anno sarà Vinylistic a tirare le fila del Record Store Day, tra gli appuntamenti un dj set di Robert Passera nello spazio espositivo BDC in occasione della mostra d'arte creativa Multiverse di Fuse Works, Emilia Soul Lovers da Tosi Dischi e poi al Blu J, un live acustico di Johnny Larosa e Paul Boss da Planet Music e un set di Robi Bonardi al Barilla Center. Il centro storico di Cremona sarà invaso dalla StraDJVari. Radio Capital inoltre, radio ufficiale del Record Store Day, nella giornata di sabato 21 aprile dedicherà l'intera programmazione all’iniziativa, con Camilla Fraschini (Capital Weekend), Giancarlo Cattaneo (Giancapital), Sergio Mancinelli (DODICI79), Massimo Oldani e Luca De Gennaro (Black or White), Fabio Arboit (Capital Records).

Tutte le info sul sito ufficiale www.recordstoreday.it e sui social collegati
________________________________________________________________________________

DISCODAYS
XX EDIZIONE
Fiera del Disco e della Musica
DISCHI e CD – MEMORABILIA – LIVE - SHOWCASE – ETICHETTE INDIPENDENTI – MOSTRE – EDITORIA – INCONTRI - PREMI
sabato 12 maggio dalle ore 16.00 alle 22.00
domenica 13 maggio dalle ore 10.00 alle 21.00
ingresso 5,00 euro. Gratis sino a 18 anni altre info



La prossima edizione della fiera del disco e della musica di Napoli sarà la Ventesima. Un traguardo quasi inaspettato per un'iniziativa unica per il Sud Italia e che si svolge due volte all'anno e costantemente da dieci anni.  Discodays è diventato un punto di riferimento per appassionati di vinile, supporto tornato prepotentemente nel mercato discografico mondiale, ma è anche un luogo per i fruitori e appassionati di musica o addetti ai lavori del music business. Il Discodays ha avuto un processo evolutivo coerente e anno dopo anno si è prefissato più obiettivi fino a far diventare la Fiera del Disco e della Musica, un appuntamento imperdibile per oltre tremila persone che in due giorni creano un flusso costante di Amore per la musica. A maggio 2018 Discodays spegne le venti candeline e per l'occasione festeggia pubblicando la sua prima Compilation rigorosamente in Vinile. L'album, dal titolo DISCODAYS XX realizzato in collaborazione con Hilux Vinyl su etichetta Suoni del Sud, è un doppio vinile da collezione in edizione limitata di sole 300 copie numerate a mano con i brani degli artisti premiati in questi anni. Una concreta testimonianza dei primi dieci anni di attività svolta per la conservazione e la diffusione della cultura della musica e per la promozione del suo ascolto. Gli artisti presenti nella raccolta sono: Osanna, Marco Cecioni & Lino Ajello del Balletto di Bronzo feat. Nevruz, Enzo Gragnaniello, James Senese, Peppe Barra, Rino Zurzolo, 24 Grana, 99 posse feat. Nuova Compagnia di Canto Popolare, DJ JAD & La Pankina Krew, Tony Esposito, Jovine feat. 'O Zulù, Foja, Tarall & Wine, Emiro, La Maschera, Sabba & Gli Incensurabili, The Trick, JFK e la Sua Bella Bionda, Blindur, Katres, Bruno Bavota, Nino Bruno e le 8 Tracce, Gennaro Porcelli. E' possibile pre-acquistare l'album online all'indirizzo http://www.discodays.it/DISCODAYSXX.htm al prezzo speciale di 17,50 euro che include l'ingresso alla XX edizione di DiscoDays. Tutti gli acquirenti di DISCODAYS XX avranno diritto ad un ingresso gratuito alla fiera e potranno ritirare la propria copia. Le prime iniziative di un ricco Programma sono: 

PREMIO DISCODAYS a RENZO RUBINO 
L'artista Tarantino, dopo aver incantato il pubblico del festival di Sanremo con il brano "Custodire" contenuto nell'album "Il gelato dopo il mare" ritirerà il premio DiscoDays sabato 12 maggio - ore 19.30 - per la realizzazione e la distribuzione di un'originale produzione musicale in vinile, dal deciso intento di promuovere la diffusione e l'ascolto di questo unico ed insostituibile supporto. 

SHOWCASE LIVE
Grande importanza viene data alla sezione concerti. Opportunità per molti emergenti di esibirsi su un palco prestigioso per presentare i lavori discografici. Nella costante condizione di mancanza di spazi professionali in citty Discodays è orgogliosa di poter mettere a disposizione dei musicisti una struttura professionale e permettere loro di esibirsi nei migliori dei modi. Sul palco della Casa Della Musica del Complesso Palapartenope il 12 e il 13 maggio si esibiranno: SABBA: il vincitore della trasmissione tv "The Winner Is" presenterà il suo primo singolo "Sparami"; TARTAGLIA ANEURO presenteranno l'album "Oltre" uscito per iCompany, FERRANIACOLOR: gli ex Panoramics presenteranno l'ep "Alfabeto Illustrato" pubblicato dalla label Maxsound; SIMONE SPIRITO presenterà l'album "Eppur Simone" pubblicato da Polosud records; LELLO TRAMMA (PALKOSCENICO) presenterà il debut album solista su label Vibrartsound e NEVRUZ presenterà l'album "Il mio nome è nessuno" pubblicato da Molto recordings. Altri verranno annunciati prossimamente.

Come di consueto a DiscoDays va in mostra il vinile! 
"A proposito del 1968" è il titolo dell'allestimento a cura di COVERGREEN. A cinquanta anni dalla "Summer of Love" sarà realizzata un'esposizione dedicata al '68. Il 1968 è stato davvero un anno d'oro per la musica, in cui sono stati realizzati decine di album intramontabili, molti dei quali sono indimenticabili e risultano tutt'oggi ancora attuali. La mostra di dischi d'epoca sarà presentata con un incontro moderato dallo scrittore, giornalista e critico musicale Donato Zoppo ed è accompagnata da proiezioni e pannelli informativi su usi e costumi di un'epoca che ha rivoluzionato e condizionato la cultura giovanile e non solo.  L'attività di COVERGREEN non si limita alla mostra ma si estende tutto l’anno con incontri presso le scuole di ogni grado, dalle medie all’università e nel rapporto continuo e proficuo con altre associazioni ed istituzioni per la promozione della grande musica e del suo ruolo sociale, culturale, educativo. In quest'ottica si terrà domenica 13 maggio, negli spazi fieristici dedicati alla mostra, un incontro sulla musica e i suoi linguaggi dedicato ai bambini ed ai ragazzi sino ai 13 anni (ingresso in fiera è gratuito sino ai 18 anni). Gli orari e le modalità di partecipazione saranno pubblicate sul sito dell'evento discodays.it.

DJ SET "I LOVE FRANKIE KNUCKLES"
In occasione di “I Love Frankie Knuckles”, la giornata dedicata all' "inventore” ufficiale dell’House Music che prenderà forma e ritmo domenica 13 Maggio, grazie ad un'idea di Facenight, il DiscoDays ospiterà una marathon-Dj in cui si alternano tanti dj storici del centro-sud italia che si esibiranno con una consolle composta da due Technics 1210 per onorare la figura storica di Frankie Knuckles , scomparso all’età di 59 anni nel 2014. 

Queste le dichiarazioni dei tre organizzatori della fiera: "Il Complesso Palapartenope svolge la sua attività nel mondo dello spettacolo da oltre 40 anni ospitando le massime personalità della musica, pertanto, ho ritenuto importante e doveroso investire in questo evento, collaborando alla sua riorganizzazione e proiettandolo in una dimensione di respiro nazionale.  Questo evento, a cui collaboriamo ormai da tempo, ha visto una crescita esponenziale, diventando un evento di punta per la musica, il vinile e tutto ciò che intorno ad esso ruota. Esperti ed appassionati da tutta Italia, vengono a farci visita e tornano poi a trovarci l’anno seguente. DiscoDays, non è una mostra o fiera del disco di vinile, è un universo a parte, è una fucina di talenti, di incontri e soprattutto di tanta buona musica. Per noi è un pregio poter offrire alla città di Napoli, un evento così importante, che permette alla cittadinanza di conoscere le più svariate realtà legate alla musica."  RINO MANNA (patron del Palapartenope) "La Fiera del Disco e della Musica giunge alla ventesima edizione. Già dieci anni fa, quando iniziammo a lavorare a DiscoDays, pensammo che il vinile sarebbe sempre stato un supporto “moderno” per la musica e non abbiamo mai creduto al suo tramonto. L'attenzione riscontrata ci face comprendere sin da subito che stavamo facendo qualcosa di giusto e di bello! L'entusiasmo crescente per DiscoDays, quando la musica si scaricava, ci ha portato insieme al Complesso Palapartenope a costruire in questa città un evento unico, basato sulla condivisione e sulla partecipazione. Oggi la musica si ascolta in streaming ma DiscoDays c'è ancora e il vinile è vivo più che mai! DiscoDays a Napoli è la sola manifestazione longeva e realizzata con continuità dedicata alla musica".  NICOLA IUPPARIELLO (curatore e ideatore DiscoDays. "Nel corso di queste 20 edizioni il Vinile si è mostrato sempre più un oggetto dall'enorme fascino e oltre ogni tempo, capace di rappresentare il passato, il presente e anche il futuro della Musica come testimoniano i dati di vendita. Un appassionata crescita sia del supporto che della della Fiera che, guidati dall'amore per la Musica, ci ha portati a realizzare "Vinilici" il primo Docufilm interamente Italiano sul mondo del Vinile, che vedrà la luce nei prossimi mesi" VINCENZO RUSSO (organizzatore DiscoDays).

segreteria organizzativa
Tel.: +39 392 417 33 21 | +39 392 800 32 49
e-mail: info@discodays.it
_________________________________________________________________________________


Compagnia Godot, Chihiro Yamanaka, Spaghetti Unplugged
Giancarlo De Cataldo e Maurizio de Giovanni
Gli appuntamenti e gli ospiti di aprile a Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini


Una primavera ricca di eventi fiorisce nell’HUB culturale della Regione Lazio Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini. Il mese di aprile riserva infatti una serie di appuntamenti da non perdere: spettacoli teatrali, concerti e incontri speciali, tutti come sempre rigorosamente gratuiti. Si comincia sabato 7 aprile alle 21 con il teatro. La compagnia Godot di Bisegna-Bonaccorso porta in scena uno dei testi più divertenti della storia del teatro dell'assurdo, L'aumento di Georges Perec. Un frizzante atto unico su come ottenere un aumento della paga da parte del proprio datore di lavoro. Una divertentissima corsa a ostacoli su binari che si intrecciano per arrivare a un unico obiettivo senza rischiare il licenziamento, con la regia di Vittorio Bonaccorso e interpretato da Giuseppe Arezzi, Federica Bisegna, Vittorio Bonaccorso, Sara Cascone, Giulia Guastella, Lorenzo Pluchino. Giovedì 19 aprile alle 21 è invece in programma un live unico ed esclusivo. Chihiro Yamanaka, pianista fra le più importanti della scena jazz contemporanea internazionale, sarà ospite di Officina Pasolini con l’anteprima europea dello spring tour “The Spheres”, durante il quale sarà presentato l’ultimo disco “Monk Studies” dedicato al geniale Thelonious Monk. Con lei sul palcoscenico, una sezione ritmica tutta al femminile, potente e dinamica: la bassista e contrabbassista italiana Ilaria Capalbo e la batterista israeliana Karen Teperberg. Insieme, lo Yamanaka Female Trio darà vita a un’alchimia sonora travolgente, mescolando con abilità virtuosismo e melodia. Il giorno successivo, venerdì 20 aprile alle 21, ancora spazio alla musica con Non c'è Niente Da Capire – Omaggio a Francesco De Gregori, una serata che ripercorre la carriera del grande cantautore romano, primo capitolo di una serie di eventi speciali dedicati ai nomi più importanti della musica italiana. Grazie alla collaborazione tra Officina Pasolini e Spaghetti Unplugged, il saloon romano della canzone, una volta al mese le nuove leve del panorama musicale italiano celebreranno sul palco di Officina le figure che hanno fatto la storia della canzone del nostro Paese. Infine, lunedì 23 aprile alle 19 è previsto l’incontro “Criminali e bastardi. Come i romanzi di successo diventano sceneggiature”. I celebri scrittori Giancarlo De Cataldo e Maurizio de Giovanni dialogheranno sul rapporto tra scrittura, cinema e serie tv e racconteranno come le parole di un romanzo si possano trasformare per il grande e piccolo schermo, arrivando a realizzare dei veri e propri cult.  A moderare l’incontro Tosca, Massimo Venturiello e Felice Liperi.  

GLI APPUNTAMENTI DI APRILE:

7 APR // ORE 21:00 // TEATRO
L’aumento
Regia: Vittorio Bonaccorso
Interpreti: Giuseppe Arezzi, Federica Bisegna, Vittorio Bonaccorso, Sara Cascone, Giulia Guastella, Lorenzo Pluchino

19 APR // ORE 21:00 //CONCERTI
Anteprima Europea Spring Tour 2018
Yamanaka Female Trio The Spheres
Chihiro Yamanaka: piano, fender rhodes, tastiere; Ilaria Capalbo: basso; Karen Teperberg: batteria


È considerata tra le pianiste più importanti e geniali del ventunesimo secolo dal New York Times e uno dei talenti jazz più grandi da decenni da Jazz Life magazine, ha raccolto critiche entusiaste sulle maggiori riviste jazz internazionali e tra gli esperti del settore. La stella del pianoforte jazz Chihiro Yamanaka arriva a Roma domani 19 aprile alle 21 a Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, HUB culturale della Regione Lazio coordinato da Tosca, per l'anteprima europea del tour 2018 durante il quale verrà presentato il nuovo disco “Monk Studies”, con cui prosegue il suo progetto live The Spheres. Un album tributo al genio del jazz Thelonious Monk, che unisce al suo interno brani dello sterminato repertorio del compositore e musicista americano ad altri composti dalla pianista stessa. Pianista straordinaria dal profondo senso della melodia e dalla tecnica impeccabile, capace di essere sorprendentemente delicata e incredibilmente vigorosa, Yamanaka si esibirà nel suo Electric Female Trio. Il pianoforte sarà dunque affiancato da una potente sezione ritmica tutta al femminile e dall'anima internazionale: l'italiana Ilaria Capalbo al basso elettrico e contrabbasso e l'israeliana Karen Teperberg alla batteria. Un trio pronto a sorprendere il pubblico con un concerto dinamico e intenso al tempo stesso, che disegna un percorso musicale originale e coinvolgente. Chihiro Yamanaka è una delle pianiste più importanti della scena jazz contemporanea. Di origine giapponese ma di stanza a New York, è stata paragonata a grandi maestri come come Oscar Peterson, Mulgrew Miller o Michel Petrucciani. Yamanaka si avvicina al pianoforte all'età di quattro anni, studia alla Royal Academy of Music in Gran Bretagna e poi al prestigioso Bercklee College of Music, dove attualmente insegna. Ha alle spalle quindici dischi con le prestigiose etichette Verve Records e Blue Note Records e una serie di collaborazioni con i musicisti di maggior rilievo della scena jazz contemporanea. Si esibisce in solo, in trio e con orchestra nei jazz festival e nelle venue più importanti del mondo: dall'Umbria Jazz Festival, dove nel 2011 ha aperto il concerto di Herbie Hancock/Shorter/Miller, al Lincoln Center di New York e al leggendario Ronnie Scott's a Londra, dove ha registrato sold out a ogni data. www.chihiroyamanaka.com

20 APR // ORE 21:00 // CONCERTI
Spaghetti Unplugged & Officina Pasolini 
presentano
Non c'è Niente Da Capire - omaggio a Francesco De Gregori

23 APR // ORE 19:00 // INCONTRI //PRESENTAZIONI
Criminali e bastardi
Come i romanzi di successo diventano sceneggiature
Intervengono: Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni
Moderano: Felice Liperi, Tosca, Massimo Venturiello

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. È possibile riservare i posti scrivendo in privato alla pagina Facebook di Officina Pasolini lasciando nome, cognome e numero di posti desiderati. I posti saranno riservati soltanto fino a trenta minuti prima dell’inizio dello spettacolo. Teatro Eduardo De Filippo – Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini. Allo spazio si accede attraverso l’accesso di Viale Antonino di San Giuliano, angolo via Mario Toscano (zona Ponte Milvio)
_________________________________________________________________________________

Acoustic Guitar Village: viaggio americano nel mondo della chitarra acustica in vista di Cremona Musica 2018

Il team che cura la sezione dedicata allo strumento acustico più popolare al mondo è appena rientrato da un tour che ha fatto tappa al Woodstock International Luthiers Showcase, Martin Factory e Rudy's Music: «Contatti e incontri in vista di nuovi progetti». La manifestazione sempre più proiettata sullo scenario internazionale. Cremona, 16 novembre 2017 - Missione americana per l'Acoustic Guitar Village di Cremona Musica in vista dell'edizione 2018 del salone dedicato agli strumenti musicali d'alta gamma. Alessio Ambrosi (artistic advisor) e lo staff dell’Acoustic Guitar Village sono appena rientrati da un viaggio nel corso del quale hanno visitato il Woodstock Invitational Luthiers Showcase, manifestazioni fra le più importanti al mondo dedicate alla chitarra acustica, la leggendaria Martin Guitars Factory di Nazareth in Pennsylvania, e Rudy’s Music a New York. Grandi progetti si stanno preparando in vista di Cremona Musica 2018, e a confermarlo è lo stesso Ambrosi: «E’ stata un’ottima esperienza, nel corso della quale abbiamo realizzato numerosi contatti e organizzato importanti incontri per lo sviluppo di progetti futuri, tutto in funzione dell’espansione e della crescita dell’Acoustic Guitar Village all’interno di Cremona Musica, che per fine settembre 2018 si presenta già interessante e pieno di attività». Lo staff della manifestazione cremonese ha visitato l’azienda delle chitarre Martin, definita come «un riuscito mix di produzione con macchinari moderni e interventi manuali di personale con grande perizia da liutai». Altro appuntamento al quale il gruppo dell'Acoustic Guitar Village non ha voluto mancare è stata l'apertura della manifestazione Woodstock Invitational Luthiers Showcase, nella cittadina di Woodstock (NY), dove ancora sono vivi l’atmosfera e il ricordo del mitico festival del 1969. Al di là della mitologia rock, la manifestazione dedicata alla liuteria nel teatro di Bearsville presenta i migliori liutai di chitarre acustiche americani, con presenze da tutto il mondo. «E’ veramente una mostra di strumenti di alta liuteria, con delle eccellenze e dei lavori artigianali straordinari - continua Ambrosi -. L’accoglienza è stata molto positiva e la stima verso il nostro staff sono stati cosa molto piacevole e gradita: l’Acoustic Guitar Village a Cremona Musica è ormai una realtà consolidata nel circuiti degli eventi chitarristici internazionali e meta ambita per esporre strumenti di alta qualità. Abbiamo incontrato Baker Rorick, l’organizzatore dell’evento, per finire con John Monteleone, Dick Boak, Michael Gurian, Roger Sadowsky, Steve Klein, Linda Manzer, Brian Gallup, Jason Kostal, Matt Umanov, e molti altri. Abbiamo captato l’interesse di partecipare a Cremona Musica, sia per presentare le creazioni di liuteria sia per portare argomenti e iniziative interessanti. Abbiamo già progettato con alcuni di loro lo svolgimento dei corsi di liuteria per il 2018 e altri eventi e mostre di sicuro interesse». L’ultima tappa della visita negli Stati Uniti era prevista a New York City dove l'Acoustic Guitar Village ha visitato due dei negozi e luoghi musicali più importanti della città: Matt Umansov Guitars e Rudy’s Music. «Rudy Pensa, celebrato collezionista di strumenti vintage e proprietario-animatore di Rudy’s Music – continua Ambrosi – ha dimostrato un amore palpabile per Cremona, testimoniato dal bellissimo libro pubblicato pochi anni fà dal titolo Archtop Guitars: the Journey from Cremona to New York, dove si parla dei violini di Stradivari, Amati, Guarneri del Gesù e delle chitarre di D’Angelico, D’Acquisto e Monteleone». L’Acoustic Guitar Village a Cremona Musica si arricchisce quindi di nuovi progetti, e conferma la vocazione a diventare sempre di più una meta ambita per produttori e appassionati della sei corde acustica, classica e contemporanea, senza dimenticare tutta la famiglia di strumenti a corde, a pizzico e a plettro.