La Piva Dal Carner, N.4 Gennaio 2014, II Serie

"La Piva Dal Carner", storico foglio rudimentale di comunicazione a 361 diretto da Bruno Grulli, giunge al quarto numero della seconda serie, e come accade da ben trentasei anni prosegue fieramente la sua peculiare opera di divulgazione della musica popolare in Italia, aprendo stimolanti spaccati di riflessione sulla tradizione dell'Appennino Tosco-Emiliano ed offrendo continui aggiornamenti ai tanti filoni di ricerca sulla Piva Emiliana. Accolti dalla bella copertina dedicata a Sant'Antonio Abate, la cui festività ricorre il 17 gennaio, giorno in cui venivano benedetti gli animali e si celebrava il rito del fuoco, questa nuova emissione si apre con tre importanti contributi per la storica rubrica la Tribuna, ovvero il resoconto a cura di Bruno Pianta, già fondatore del Gruppo dell'Almanacco Popolare, della tre giorni di musica popolare di Ponte Caffaro, tenutasi nel dicembre del 2013 e nel corso della quale hanno avuto luogo concerti e incontri di studio, il saggio di Paolo Simonazzi sul tema "Ricerca, Conservazione, Contaminazione, Riproposizione" e quello di Ugo Zavanella, terzo coautore della ballata del Pinelli, che ci racconta la sua versione sulle origini della ballata composta nel dicembre 1969, facendo seguito agli interventi di Barozzi su PdC 1/2013 e Mora su PdC 2/2013. Il direttore Bruno Grulli ci offre invece il consueto focus sulla Piva, concentrandosi sul suo utilizzo nella Val Baganza e dintorni, corredata dall'immancabile aggiornamento dell'anagrafe e dai disegni di tutte le pive riesumate dall'oblio del tempo. Prezioso è poi il lavoro di ricerca iconografica di Paolo Galloni sulla piva nell'arte medievale, mentre Roberto Tombesi ci racconta il ritrovamento in Cadore di importanti quaderni contendenti vecchi spartiti, e a nascita dell'Orchestra Popolare delle Dolomiti. Sempre restando nel Nord Est ma questa volta in ambito accademico, Giacomo Rozzi ci conduce alla scoperta dei Cantori di Monchio delle Corti (Pr), che si sono esibiti presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia. Chiudono questo ricco numero de "La Piva Dal Carner" la nuova rubrica "Avvistamenti",  un articolo di Vittorio Del Sante dedicato ad una strada di Parma intitolata ad Ettore Guatelli, e l'immancabile sezione "Aggiornamenti", corredata da una nota sul Sampet Party 2014. Pur rimanendo fedeli alla tradizione del foglio ciclostilato, ormai limitato a poche copie, la nuova serie è distribuita prevalentemente via internet, e per quanti fossero interessati a riceverlo via e.mail possono richiedere l’inserimento nella mailing list a bruno.grulli@gmail.com. Diversamente è possibile scaricare le copie gratuitamente dal sito Il Cantastorie Milano.

Download

Salvatore Esposito