Marco Chiavistrelli – Canzoni Per Un Nuovo Mondo (Latlantide/Edel)

Nato artisticamente agli inizi degli anni settanta, Marco Chiavistelli è un cantautore pisano noto per aver composto alcune delle canzoni come “Compagno presidente”, “Dante Di Nanni” e “Ballata per Salvador Puig”, tra le più cantate dal movimento studentesco e politico dell’epoca. Sebbene abbia scelto volontariamente di vivere la sua vita artistica fuori dalle logiche commerciali, ma piuttosto improntandola alla essenzialmente verso un cantautorato civile e sociale, nel corso degli anni ha collaborato con diversi artisti come Pino Masi, Piero Nissim e Afredo Bandelli, e in tempi più recenti con Bobo Rondelli, Cisco, Les Anarchistes, Carlo Monni, e Pardo Fornaciari. “Canzoni Per Un Nuovo Mondo” è il suo ultimo lavoro discografico, nel quale sono raccolti undici brani più una bonus track, le cui tematiche spaziano dall’impegno politico alla canzone sociale, passando per l’amore per la natura. Accompagnandosi con semplicemente con la chitarra acustica, a cui tal volta si aggiunge il violino o le percussioni di Giovanni Ghezzi, Marco Chiavistrelli ha dato vita a quella che è l’opera più compiuta e meditata, in cui la sua voce potente e penetrante, ci regala una manciata di canzoni profonde e ricche di spunti di riflessione. Ad aprire il disco è “Oltre Il Buio Della Notte” una folksong trascinante dal tratto personale che ci introduce alla commovente versione musicata del “Cantico Delle Creature” di San Francesco, interpretato con grande intensità e partecipazione dal cantautore di Pisa. Accompagnato da suoni scarni, ma allo stesso tempo guidati dalla sua ricca voce, incontriamo poi la trascinante ed ironica “Tarantella del Potere” che ci introduce ad una serie di brani di ottima fattura come “O Madre (Canzone del Passaggio”, “Alleluia” e “Maggio”, brano quest’ultimo ricco di speranza per un nuovo futuro di libertà per la nostra nazione. Se “Il Giorno Che Lasciai Casa” si inserisce tra i brani più personali ed intimisti, sul versante più letterario troviamo invece “Prologo Dei Racconti Di Canterbury”, su testo di Geoffrey Chaucer. Completano il disco “Pace Sia” e “Genova Requiem”, ma soprattutto la bonus track "La Cooperativa Vapordotti", una denuncia senza mezzi termini per le morti bianche, già nota per essere stata pubblicata nell’album benefico “Canzoni per Bhalobasa”. “Canzoni Per Un Nuovo Mondo” è, dunque, uno di quei dischi da maneggiare con cura, badando non tanto alla qualità sonora o della musica in quanto tale, ma al peso e al valore di ogni parola che compone i testi, essendo intriso profondamente di grande impegno sociale e civile. 


Salvatore Esposito