Joe Jackson - The Duke (Razor & Tie)

Un grande, spericolato omaggio ad una figura leggendaria della musica mondiale, The Duke, Mr.Ellington, grandissimo compositore e band leader americano. Ho da sempre un debole per le musiche del Duca, sono un esercizio di grande valore per chi, come me, si nutre di musica, le sue composizioni sono eleganti, evocative, senza tempo, piene di groove, dacchè il groove e la sua presenza sono al differenza rispetto agli altri. Amo Joe Jackson e la sua capacità di rinnovamento dall’era geologica dei suoi primi tre dischi, mi ha sempre incantato la sua capacità di farsi alfiere di un suono rock a tutti gli effetti, mi è sempre piaciuto il suo circondarsi di musicisti eccezionali, su tutto un grandissimo bassista come Graham Maby, qui non presente ma proprio per questo, ancor più importante diventa l’operazione. Una delle prime caratteristiche dell’omaggio operato da Joe è l’assenza di fiati, essendo la musica di Ellington scritta al piano ma pensata e progettata per essere “cantata” dagli ottoni, la limitazione diventa arrangiamento, i pezzi sono quelli più popolari del vastissimo repertorio ellingtoniano ma lo sforzo di Joe, ripagato in larga misura, è quello di creare qualcosa di nuovo. l’ideale spesso vien raggiunto, certo, qualche passo falso c’è, penso alla Rockin’ In Rhythm, che arranca persa in un omaggio un poco plasticoso, dovuto alla predilezione di Jackson per le atmosfere pulite e suonate in modo levigato, cosa che non sempre permette un calore che il nostro sparge larghe manate sul suo materiale ma non sempre funziona, insomma, qualche volta i suoni sono un poco troppo puliti e levigati, quasi sciropposi, sembra che Joe, noto iconoclasta, sia affetto da qualche psicosi legata alla pulizia, come quelli che si lavano le mani decine e decine di volte. Certo è che è capace di orchestrare i temi ellingtoniani creando un melange di mondi che si inseguono persi tra immagini di New York anni 30 e l’eleganza di qualche Indian Summer. Vi consiglio di prenotare un fretta i biglietti pechè presto Joe sarà a Milano e Roma per presentare questo suo omaggio.




Antonio "Rigo"Righetti