Concerti Canzone D'Autore

I concerti della scena cantautorale italiana...

Campidoglio, ecco il programma della Festa della Musica di Roma 2021 di lunedì 21 giugno
Dalle note da film al Teatro di Marcello alle esibizioni dei cittadini in diversi angoli della città
Tanti generi e stili differenti all’insegna della creatività e della passione per la musica
 
#fdmroma2021
 
Domani al via la nuova edizione della Festa della Musica di Roma. Verrà celebrata per l'intera giornata del 21 giugno, in più zone della città, anche con esibizioni degli appassionati che hanno risposto all’invito sul sito www.culture.roma.it/festadellamusicaroma, che prevede la possibilità di esibirsi fino alle 24 negli esercizi pubblici o nei propri spazi privati, a seguito di accordo con gli altri condomini. All’insegna della nuova visione della Festa, di cui l'Amministrazione si è fatta promotrice dal 2017, verrà dato spazio alla creatività e alla vena artistica dei cittadini, invitati a mettersi in gioco e a farsi “sentire”. Un modo per celebrare la musica ovviamente, in generale le arti, e la ripartenza, in tutti i quartieri. La Festa della Musica di Roma 2021 è promossa da Roma Culture, Dipartimento Attività Culturali, realizzata in collaborazione con SIAE, con il supporto di Zètema Progetto Cultura e aderisce alla Festa della Musica del Ministero della Cultura, Associazione italiana per la Promozione della Festa della Musica. Il Teatro di Roma - Teatro Nazionale e Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, alle 19,30, proporranno in streaming l’evento Tutto Cinema. Musica dal Teatro di Marcello, in collaborazione con Roma Tre Orchestra. Dall’antico teatro romano, un viaggio sulle note e nelle memorie, tra composizioni di quattro artisti italiani Premio Oscar Nino Rota, Ennio Morricone, Nicola Piovani e Dario Marianelli. In scena, i musicisti Pietro Roffi, alla fisarmonica, e Flavio Nati, alla chitarra. Eccolo allora The Godfather Waltz e Love Theme di Nino Rota da Il Padrino, Childhood and Manhood e Se di Ennio Morricone da Cinema Paradiso, Buongiorno principessa e Beautiful that way di Nicola Piovani da La vita è bella. Di Marianelli sarà eseguita, in prima assoluta, la “Suite” tratta dalle musiche scritte per Pinocchio di Matteo Garrone, registrata da Roma Tre Orchestra, di cui Roffi ha inciso la parte della fisarmonica nella colonna sonora originale. Un vero e proprio omaggio ai maestri e un'occasione per riascoltare alcune delle più celebri e amate pagine di musica da film: da Charlie Chaplin, con Smile da  Modern times, a Yann Tiersen, con Comptine d'un autre été: l'après-midi e La valse d'Amélie da Il favoloso mondo di Amélie, passando per un altro premio Oscar, Luis Bacalov, con Love Theme per Il Postino, e senza dimenticare Oblivion di Astor Piazzolla da Enrico IV e Recuerdos de la Alhambra di Francisco Tarrega da Giochi proibiti. Il concerto si potrà seguire in streaming sulla pagina Facebook di Culture Roma, sui siti www.culture.roma.it, www.culture.roma.it/festadellamusicaroma e sui canali social di Sovrintendenza e Teatro di Roma.
Cuore della Festa e sua filosofia, infatti, è la condivisione. Anche di amore per le note e talento. Largo dunque a più stili, scenari, suggestioni. E agli appassionati, appunto, in una articolata e diffusa idea di Festa, incentrata sull’amore per le note e la voglia di tornare a fruire insieme di più momenti e occasioni di arte, spettacolo e cultura.
Ecco alcuni dei diversi eventi in programma. Il Concerto Ensemble Sottobosco musicale si svolge alle 10.30, in un cortile condominiale in zona Garbatella. Il cortile dell’Hotel Emona, dalle 17, vedrà alternarsi in scena il gruppo rock pop anni ‘60/’70 The Tram Tracks Band, la cover band THE (rolling) STONERS, Amazing Grace Gospel Choir, The Buscetta Experience, Sponge ed altri.
Alle 17.30, Supergulp Extra Live!, concerto-saggio di fine anno scolastico del Music-lab/rock-band della Scuola Media dell’I.C.via Fabiola, che si terrà negli spazi esterni della scuola elementare Oberdan. Prevista l’esecuzione di circa venti brani che hanno fatto la storia della musica leggera internazionale, dagli anni ’50 ai nostri giorni.
Selezioni a base di Soul, Funk, RnB, Disco, Soulful e House, dalle 18, al Pigneto, ospitate dal cocktail bar “Quello”. Inizia alla stessa ora, Freeland 2021 best DJ tribute, con Dj Sigfrido, tra Dance/House/Progressive di David Guetta, Tiesto, Armin van Buuren, in zona Infernetto. Alle 18.30, Poesie intonate, brani al violino del repertorio classico eseguite da Stefania Piarulli e poesie di Roberto Maggi, al Pigneto. Alle 19, Chicken Beat Live. Il trio italo/spagnolo festeggerà l’arrivo dell’estate tra funk, hip hop, beat, con influenze Jazz al giardino di Petra, tra San Pietro e il Gianicolo. Poi, Dj Set con Special Guest. Jazz e swing, alle 19.30, con Pigneto Orkestra, al The Street of Crocodiles al Pigneto.
Concerto per viola e chitarra, alle 20.30, presso il cortile della Chiesa Santo Volto di Gesù, alla Magliana. Musica popolare, alla stessa ora, allo Sporting Club Panda. Torraccia in musica, alle 20.30, con the DALE Record Artist e la music band The Unique, a Torraccia di San Basilio.
Alle 21, note dal mondo, con Radio Kaos Italy, in zona Tiburtina. Alle 21 anche Manga de Carneval, esibizione di musica brasiliana suonata con chitarra classica da John Salvati, al quartiere Trieste.
Il cartellone degli appuntamenti è decisamente vario e coinvolge anche Ambasciate e Accademie. Alle 12, Casa delle Letterature e l’Ambasciata della Repubblica Dominicana presenteranno il video di musica sinfonica dominicana Obertura Merengue, eseguito dall’Orchestra Sinfonica Nazionale Giovanile della Repubblica Dominicana, diretta dal Maestro Alberto Rincón. L’evento sarà fruibile in streaming sulla pagina Facebook di Biblioteche.
Casa delle Letterature e Ambasciata del Costa Rica presenteranno due video. Alle 12.30, Agua, performance poetico-musicale di Francisco Córdoba. La tela e i versi sono tratti dal progetto L’acqua brucia, esposizione dell’artista presso l’Oasi Quattro Colonne di Santa Maria al Bagno a Nardò (Lecce). L’evento sarà fruibile in streaming sulla pagina Facebook di Biblioteche. E a seguire, alle 13, il video Lecho de un hospital, performance poetico-musicale di Francisco Córdoba. La tela Baciami come un angelo e toccheremo il cielo fa parte dell’installazione Natura e sogni esposta alla Biennale di Venezia 2009. Entrambi i video saranno fruibili in streaming sulla pagina Facebook di Biblioteche.
 
Nel suggestivo scenario di  Villa Celimontana, dalle 16, ad alternarsi in scena saranno più scuole musicali, nell’ambito della manifestazione Village Celimontana. A seguire, alle 22, lo spettacolo di Greg, Ogny Lunaday-Greek Night A Village Celimontana.
Dalle 16.30, l’attenzione si sposta al VII Municipio che promuove LegARTI, iniziativa della Comunità Educante Diffusa, che tocca più luoghi e generi, dai giochi musicali al Parco della Caffarella alle esibizioni di tromba di Marcello Sanzò alla Fermata dell’autobus in prossimità del Liceo Russell in via Tuscolana. E dall’esibizione di  Roberto Cianciullo, alla fisarmonica, presso Biblio-Cabina Telefonica, in via Pinerolo, al concerto di Elena Russo (voce) e Irene Betti (arpa) presso Villa Lazzaroni, fino ad Antonello Cacciotto con il live acustico di Blues, Rock, Folk & vari presso il Blue Room Caffè Letterario in via P. Albera, e all’esibizione di Matteo Camera al pianoforte con voce di Fabrizio Bucci presso la Gelateria Splash in Via Eurialo. Senza dimenticare la Street Art a tempo di musica in via del Collegentilesco.
Biblioteche di Roma, alle 17, propone Villa Mercede in musica: performance dal vivo a cura di PanaBrass Ensemble e Orchestra Papillon davanti alla Biblioteca Tullio De Mauro, in collaborazione con l’Ambasciata Venezuelana. Alle 18, Solstizio in Jazz, con la giovane vocalist Sofia Meola, accompagnata al pianoforte da Alessandro Bonanno e alle tastiere da Flavio Bonanno, alla Biblioteca Sandro Onofri.  Alle 18.30, alla Biblioteca Villa Leopardi, musica dal classicismo ai nostri giorni, con il Duo Giovanni Romito e Claudio Ripa.  Alle 18.45, Casa delle Letterature ospita la musica del Trio Folk di Santa Cecilia. E non solo. Il programma di Biblioteche spazia dalla tradizione napoletana alla Casa del Parco con il trio Rugantella fino alla musica delle tradizioni dal mondo alla Biblioteca Giovenale nel Parco di Aguzzano con i Policantus. E ancora Reggae italiano al Pigneto nel cortile della Biblioteca Goffredo Mameli con il gruppo Hi Shine – Ladies Reggae Band. Musica classica alla Biblioteca Vaccheria Nardi con i giovani talenti della scuola di musica Anton Rubinstein,  con musiche di F. Chopin, L. V. Beethoven, C. Debussy e alla Leopardi e il gruppo StickyBones  Live, con Ines Boom, voce e  Emiliano Federici al pianoforte.
Ancora jazz all’aperto alla Laurentina con il quartetto jazz di Toni Formichella. In linea con la mission delle biblioteche alcuni autori presenteranno libri a tema musicale: Dialoghi, musica, effetti: il suono dell’audiovisivo (Lambda 2021), a cura della Biblioteca Valle Aurelia presso la cavea del centro commerciale Aura, Maicolgècson di Paola Soriga (Mondadori 2021) alla Biblioteca Mameli, Educazione Rap di Amir Issaa alla Laurentina (ADD Editore, 2021).
Le associazioni francofone di Roma in collaborazione con il Giardino Cairoli presentano nell’area verde, alle 17.30, la Fête de la musique, con spettacolo per bambini in versione bilingue ita/fr e, alle 20.30, un concerto di musica pop con Michelangelo Nari e Rosy Messina. Su un'idea del Teatro Francese di Roma.
Interessa più luoghi la serie di concerti di musica classica, proposta, tra le 18 e le 20.30, dall’Istituto Francese e dall’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede: Chiesa di San Claudio e Santa Andrea dei Borgognoni, Chiesa Trinità dei Monti, Chiesa di Sant’Ivo dei Bretoni, Chiesa di San Luigi dei Francesi, chiesa di San Nicola dei Lorenesi.
Il Municipio I promuove in piazza Mastai, alle 18, The Orkextra chorus band formata da cinquanta ragazzi che vanno dai 16 ai 23 anni. Il gruppo, forte di un’unione ormai quasi decennale, ha deciso, nel 2020, di fondare l’Associazione MusicAlCentro per poter continuare ad esistere, ampliare il proprio progetto ed essere un riferimento per tutti i ragazzi che vogliano proseguire nella pratica dello strumento e della musica d’insieme.
A Casa del Cinema, alle 18, la proiezione de La canzone più bella di Ottorino Franco Bertolini. A seguire, alle 20, a dare ufficialmente il via alla programmazione della stagione estiva di Caleidoscopio nel Teatro all’aperto Ettore Scola, nell’ambito del Summermela Festival 2021, sarà il concerto di musica classica indiana del duo Solstice Raga. Poi, la proiezione del film Jalsagar di Satyajit Ray, in occasione del centesimo anniversario dalla sua nascita.
Alle 18, l’Ambasciata del Messico trasmetta sul suo canale YouTube il Concerto di Canti Popolari Messicani e Napoletani con la partecipazione di: Rocío Morlán, soprano, e Yolanda Sanz, ukulele (Messico), Sara Vanderwert, vocalist e Francesco Daniele Fabiani, chitarra (Italia).
Il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma, l’Accademia di Romania in Roma, Roma Culture e il Teatro di Roma, alle 19 presso il Teatro di Villa Torlonia, presentano il recital di pianoforte di Beatrice Cori. In programma musiche di Robert Schumann, György Ligeti e Alexandr Scriabin. Il concerto fa parte della stagione musicale estiva della manifestazione musicale annuale Europa In Musica.
A cura del Teatro Villa Pamphilj, l’orchestra di Villa Pamphilj diretta dal M° Fabrizio Cardosa, in Music is Work, alle 19, eseguirà 4’ 33’, storica performance musicale pubblicata nel 1952 da John Cage la cui partitura prevede un lungo silenzio senza il suono degli strumenti ma con i rumori circostanti e la presenza dei musicisti a riempire lo spazio sonoro. Ad arricchire la performance, i contributi in remoto di ulteriori autorevoli musicisti e insegnanti tra cui: Patrizio Fariselli, Nando Citarella, Ada Montellanico, Raul Cuervo Scebba, Stefano Saletti, Rodolfo Rossi, Paolo Pecorelli, Checco Galtieri, Marco Cianchi, Alessandro De Angelis, Noemi Loi. L’evento sarà visibile sui canali Facebook, Instagram e YouTube del Teatro Villa Pamphilj.
Alle 19, concerto folk presso il cortile dell’Università la Sapienza-Etnomusa. Alla stessa ora, presso la sede del Centro russo di scienza e cultura a Roma, il concerto di musica classica con la partecipazione della pianista Elena Nefedova, moscovita di origine e romana di adozione. Nel programma, Tchaikovsky, Pletnev, Franck, Scriabin, Mendelssohn.
Il Palazzo delle Esposizioni, alle 19 con replica alle 21, sul palco del suo Auditorium, presenta il Quartetto Pessoa composto da Marco Quaranta (violino), Rita Gucci (violino), Achille Taddeo (viola) e Kyung Mi Lee (violoncello). Il gruppo musicale si esibirà ne Il suono delle immagini, concerto omaggio a Ennio Morricone. Da oltre vent’anni sulle scene, il Quartetto d’archi Pessoa ha avuto esperienze e collaborazioni con grandi musicisti, spaziando dalla grande letteratura classica per quartetto d’archi a “contaminazioni” con Jazz, Rock-Blues, Tango, musica Klezmer, musica da film e la musica contemporanea. A maggio del 2018 il Quartetto, con Leandro Piccioni, collaboratore storico di Ennio Morricone e suo pianista solista ufficiale, ha eseguito alla presenza del Maestro i grandi temi delle sue colonne sonore, negli studi di Cinecittà.
Prendono il via alle 19 anche gli appuntamenti presso il Teatro India, con Il tramonto dell’Occidente, in compagnia di quattro artiste e artisti tra i più interessanti della musica sperimentale contemporanea – FERA, Marta De Pascalis, Gigi Masin e Panoram. In programma, quattro concerti all’aperto di musica ambient, tra l’Arena e il Palco del Canneto. L’evento è organizzato dal Teatro di Roma in collaborazione con NERO. I concerti si apriranno sul palco del Canneto, alle 19.30, con Fera, progetto del compositore, illustratore e publisher Andrea De Franco, con il nuovo album Cata-strofe Ultravioletta per Maple Death.
Alle 20.30 nell’Arena sarà la volta di Marta De Pascalis, musicista e sound designer italiana basata a Berlino, i cui lavori impiegano sintesi analogica a sistemi di loop a nastro, da cui vengono creati pattern ripetitivi che danno forma a una sensazione di distanza dinamica e catartica. Alle 21.30 sul palco del Canneto Gigi Masin, tra i pionieri italiani della musica ambient, attivo già dagli anni ’70. Alle 22.45 nell’Arena le sonorità di Panoram, progetto del musicista romano Raffaele Martirani, attivo dagli anni Zero come dj e producer techno, e poi passato a una forma di puntillismo pastorale dalle venature psichedeliche.  
 
Per informazioni e aggiornamenti www.culture.roma.it/festadellamusicaroma
_____________________________________________________________________________________

“ A NA VISTINA DI CASA UN CIURIDDU CUSERU ”
LA BUONA NOVELLA DI FABRIZIO DE ANDRÉ
RIADATTAMENTO IN SICILIANO DI FRANCESCO GIUNTA
ESPOSIZIONE PER VOCI FEMMINILI, PIANOFORTE E PERCUSSIONI

DISPONIBILE DAL 1 LUGLIO IN VINILE EDIZIONE LIMITATA NUMERATA 500 COPIE 
LP, ltd. ed. – Il cantautore necessario/Musica del Sud, 2021
(Preacquisti su www.francescogiunta.it a partire da mercoledì 16 giugno)

PRESENTAZIONE UFFICIALE DELL’ALBUM:
PALERMO, 1 LUGLIO - TEATRO JOLLY, ORE 18
Con la partecipazione delle Fondazione Fabrizio De André Onlus.
Con Francesco Giunta, Giuseppe Greco e le interpreti dell’opera, intervengono:
Dori Ghezzi (presidente Fondazione Fabrizio De André Onlus),
Giovanni Ruffino (presidente Centro di studi filologici e linguistici siciliani),
Roberto Di Cara (già Vicesindaco di Licata),
Edoardo De Angelis (cantautore, curatore editoriale dell’opera).
Conduce Mario Azzolini (giornalista Rai).
La serata sarà dedicata a Franco Battiato.

ROMA, 8 OTTOBRE 2021 - OFFICINA DELLE ARTI PIER PAOLO PASOLINI
"La buona novella di Fabrizio De André in siciliano".
Frammenti e visioni dallo spettacolo per pianoforte, voci e percussioni.
Con la partecipazione della Fondazione Fabrizio De André Onlus.
Con Francesco Giunta accompagnato da Giuseppe Greco alla chitarra.
Partecipano Dori Ghezzi e Arnaldo Bolsi (Fondazione Fabrizio De André Onlus).
Conduce Jonathan Giustini (giornalista).
 
Fabrizio De André de la buona novella riletto, rivissuto e reinterpretato in siciliano. Un progetto che porta la firma di Francesco Giunta. Poeta, cantautore e cantastorie. Appassionato linguista e maestro di cunto. Insieme a lui che dirige questa meravigliosa opera corale, di nuovo vibrante e moderna, antica e necessaria, le voci di interpreti sensibili come Cecilia Pitino, Alessandra Ristuccia, Laura Mollica, Giulia Mei cui è affidato il canto e l’incedere, accompagnate al pianoforte da Beatrice Cerami nella registrazione e nell’ambientazione ritmica curate da Giuseppe Greco. E quel breve narrare extra muros dell’amico di sempre Edoardo De Angelis. Con la sua voce profonda e autorevole a dare il timbro definitivo. Per garantirne quanto più l’aderenza all’opera di De André, Sony Music Italia ha concesso l’uso della grafica originale, Universal Music Italia l’utilizzo dei testi originali in italiano. Una riscrittura. Una rilettura che vuole prendere le mosse o forse riprenderle dal grande lavoro del Fabrizio De André dialettale, che in questo progetto passa diretto per la lezione che Pier Paolo Pasolini ci ha insegnato nel Decamerone, ne I racconti di Canterbury: un’Italia da riscoprire attraverso le sue tante lingue. In questo caso la storia dei vangeli apocrifi rivissuto in un sentito dialetto siciliano, riscritta da Francesco Giunta con la “benedizione” del professore Giovanni Ruffino, eminente linguista, considerato uno dei più grandi dialettologi al mondo, dal 2017 anche accademico della Crusca. Ma c’è di più. Nelle intenzioni di Francesco Giunta, questa riproposta unica, inedita e straordinaria de la buona novella guarda con il pensiero e il sentimento a Rosa Balistreri. Lui che dal 1996 al 1998 ha collaborato con l’amministrazione di Licata per dare vita al “Centro Rosa Balistreri” e poi ha pubblicato con l’etichetta Teatro del Sole una serie di dischi che hanno definitivamente segnato il ritorno sulle scene del magico repertorio dell’artista siciliana. Tanto da venire persino contattato da Wim Wenders nel 2007 quando arriva a Palermo per le riprese di Palermo shooting. Ed è così che nella colonna sonora appare un frammento di Quannu Moru. Rosa come Fabrizio dunque. Per Wenders. Ma anche per Giunta. In un legame di sangue, un filo rosso che corre attraverso la storia della musica popolare e d’autore italiana, che aveva indotto Fabrizio a portare il suo concerto nella città di Rosa. E dove potremmo includere anche il Ci ragiono e Canto di Dario Fo. Come a segnare un Carro di Tespi della musica italiana che travalica le regioni e poi i continenti. La Liguria, la Sardegna, la Sicilia, la Calabria, il Piemonte, la Puglia. Da Rosa a Matteo Salvatore, da Maria Carta a Orazio Strano, da Ciccio Busacca alle filandare di Jesi. Per tornare a Fabrizio De André. Cuntista moderno e aedo capace di rifrangere la lingua italiana nei mille fiumi del canto: queste sono le canzoni, questi sono i miei fiumi, per dirla con Ungaretti. La buona novella come disco che ti cambia la vita. Opera necessaria e che da quel lontano 1970 ancora splende. E non solo per le sue pulsioni umane e religiose, con quella motivazione fortissima che lo stesso De André dichiara candidamente quando dice: “Avevo urgenza di salvare il cristianesimo dal cattolicesimo. I vangeli apocrifi sono una lettura bellissima con molti punti di contatto con l'ideologia anarchica”. Ma anche per il fatto che tutto nasce nel pieno delle lotte studentesche, alla fine degli anni ‘60, cruciali per la storia del nostro paese. E dunque un Cristo Anarchico, ma anche umano e terreno, provocatorio e rivoluzionario come il Cristo di poco antecedente di Piero Paolo Pasolini de Il vangelo secondo Matteo. Dove il Cristo è interpretato da un sindacalista spagnolo. Una buona novella ancora per Francesco Giunta. Per annunciare anche qualcosa di nuovo, di bello, di diverso. E che nelle sue intenzioni possiamo riassumere in pochi concetti cardine: “Torniamo a riascoltare questo capolavoro della musica italiana in un modo emotivamente nuovo, proponendo un riadattamento che ne vuole amplificare il contenuto emozionale, attraverso il ricorso al dialetto. L’esposizione interamente al femminile aggiunge ulteriore pathos.” E infine la scelta di una strategia produttiva e distributiva del tutto indipendente affidata a Il cantautore necessario/Musica del Sud. Esce allora un album in vinile a tiratura limitata numerata di 500 copie, disco a chilometro zero, costruito e prodotto grazie agli Amici per Buona Novella, tutti citati nel libretto, nome per nome, come fosse un appello d’amore. Sorta di riunione di carbonari della musica che hanno voluto questo disco e già se lo cantano in testa. Per il momento solo questo circolerà. Come a riverberare un canto. Come primo passo di una strana start up musicale così gradita alla Fondazione De André da accompagnarla nel viaggio con il proprio simbolo e una dichiarata complicità. Primo passo di un ulteriore cammino. Per ribadire, in fondo, un sentimento nato spontaneo e ancora vibrante che Francesco Giunta stigmatizza rivelando: “Quelle parole si innestarono nella mia esistenza diventandone parte. Non voglio che mi diventino estranee.”

_____________________________________________________________________________________

Erica Boschiero 
in concerto a Roma
con un'anteprima del suo nuovo cd
Boogie Club, 18 giugno, ore 21

Con un’anteprima in acustico del suo nuovo album, Respira, in uscita il 25 giugno per Squilibri, arriva a Roma Erica Boschiero, tra le voci più belle e intense della scena italiana e tra le migliori cantautrici della sua generazione che, album dopo album, ha conquistato una propria identità musicale e poetica che le sono valsi numerosi riconoscimenti, dal Premio Bianca D’Aponte al miglior testo a Musicultura. Così la cantastorie trevigiana si è espresso su questo ultimo album: “Il respiro è la chiave di lettura del nostro presente. il Covid-19 toglie il respiro, come anche la paura di perdere il lavoro, l’inquinamento delle nostre città, l’acqua del Mediterraneo, se il gommone sul quale viaggi si rovescia, il ginocchio di un poliziotto sul collo o la mano di un marito violento. Ma il respiro è anche la vita che ci abita dentro, l’avvio del nostro parlare e conoscerci, l’innesco e il motore del canto. Un mattino ho aperto la porta e sul mio taccuino si sono radunati lupi, balene e pesci, fiumi, venti e abissi, stelle, foreste e deserti, foglie, rami e alberi d’oro: sono stati loro a farmi strada, canzone dopo canzone. E tra bufere e naufragi ho raccolto storie preziose di persone che, caparbiamente, costruiscono bellezza, consapevolezza ed armonia”. Un album ricolmo di grazia e incanto e terso ed essenziale come un soffio vitale in cui, a tre anni di distanza da E tornerem a baita, piccola perla per lo più nel dialetto delle montagne venete, Erica torna a cantare in italiano con dieci nuove composizioni che risuonano come uno spaccato sulla nostra contemporaneità, intrecciando storie di migranti che riposano sul fondo del mare  o risplendono nei campi come rubini al sole  con alberi spazzati via dalle loro montagne da venti eccezionali. Non poche le novità sul piano musicale in questo suo nuovo cimento discografico, il quarto della sua carriera, dove, grazie agli arrangiamenti di Sergio Marchesini e al coinvolgimento di straordinari musicisti, si colgono sonorità del tutto nuove, dettate anche dal tentativo di esaltare la connotazione cinematografica di gran parte dei brani dell’album coniugando una vena felicemente melodica, da sempre nelle corde e nell’inventiva della cantautrice trevigiana, con elementi di elettronica e efficaci campionamenti.

L’appuntamento dunque è per domani 18 giugno, alle ore 21, al Boogie Club, Via Gaetano Astolfi  63.
Respira, il nuovo album di Erica Boschiero, ora solo in pre-order su www.squilibri.it
 
 ____________________________________________________________________________________

ANDREA LASZLO DE SIMONE
con
L’ IMMENSITÀ ORCHESTRA
 di nuovo dal vivo a fine agosto

Nord, centro e Sud Italia. Andrea Laszlo De Simone torna a suonare dal vivo per 3 concerti con l’Immensità Orchestra.

Tre live organizzati da DNA concerti in tre città per tre festival tra i più prestigiosi dell’estate italiana: si parte il 26 agosto dal TOdays Festival di Torino, il 28 agosto si approda all’Auditorium Parco della Musica di Roma per il Festival Si può fare Cavea e il 29 agosto si conclude il viaggio a Bari per lo speciale evento di chiusura del Locus Festival nell’incantevole e inedito palcoscenico del sagrato della Basilica di San Nicola. Andrea torna dal vivo dopo l’esperienza de "Il Film Del Concerto", prodotto da MI AMI e Triennale Milano, un'opera filmica suonata live e presentata in streaming ad aprile quando l’Italia era ancora in zona rossa. Un evento seguito da migliaia di spettatori, una transizione audiovisiva dal buio alla luce per segnare la possibilità di rinascita in un momento in cui l’intero comparto dello spettacolo era bloccato. Il concerto di Andrea con l’Immensità Orchestra porterà sui palchi alcuni brani dei primi dischi, la recente Vivo - un inno alla vita e alla sua inevitabile precarietà, in rotazione sui maggiori network radiofonici - e la suite Immensità, un percorso spiroidale che ha come fulcro l’elaborazione del lutto e come scopo la rinascita articolata in 4 capitoli: Il Sogno, La realtà, Lo Spazio e Il Tempo. Immensità usciva in Italia l’8 novembre 2019. Era un altro mondo ma, come i classici, la creazione musicale di Andrea Laszlo De Simone supera le fratture della Storia e si rivela oggi forse ancora più preziosa. Un’opera sonora sulla relazione fra l’individuale e l’universale, completata da un’opera visiva: un mediometraggio, che ha riunito in un orizzonte narrativo tutte le suggestioni, mutuate dalla fisica quantistica, dall’arte contemporanea e dal cinema, disseminate nei quattro videoclip che hanno scandito il 2019 di uno dei talenti più puri del panorama musicale italiano. Di Immensità il prestigioso Le Monde ha scritto: “… assomiglia alla ruvida malinconia di Battisti, alla solennità del "Bolero" di Ravel e ai voli elettronici dei Radiohead”.  Nel marzo 2020 il disco è uscito in Francia, Canada, Belgio e Stati Uniti per Ekleroshock/Hamburger Records, suscitando gli entusiasmi della critica internazionale. L’autorevole Libération (che già per il precedente album Uomo Donna aveva scritto che “eravamo in presenza di qualcosa di straordinario”) ha dichiarato: “Questo ragazzo che viene da un altro tempo, dagli occhi spalancati sormontati da un baffo alla Zappa, fa molto di più che ravvivare la fiamma del grande pop progressive italiano: la sua musica è un’arte dei rumori del mondo, ardente e universale". Les Inrockuptibles, che ha inserito Immensità al terzo posto dei migliori album usciti nel 2020, parla di “disco superbo” e descrive l’album come “una splendida ballata pop dallo spleen toccante, impreziosita da una visuale in stile anni '80”. Sempre Le Monde scrive: “Tra la Terra e il Sole, c'è Andrea Laszlo De Simone, musicista torinese il cui pop aggraziato deve tanto alla dolcezza di un ciottolo sulla spiaggia quanto alle forze che l’hanno modellato. […] Verso l'infinito, e oltre.” L’Immensità Orchestra è una vera e propria orchestra in perenne trasformazione, tra i suoi elementi dalla sua nascita: Zevi Bordovach (piano, organo, tastiere, flauto traverso, cori), Daniele Citriniti (basso, cori), Stefano Piri Colosimo (tromba, flicorno, fischio, cori), Filippo Cornaglia (batteria, flauto, cori), Enrico Gabrielli (sax, flauto traverso), Clarissa Marino (violoncello), Yoko Morimyo (cori), Damir Nefat (chitarra, cori), Giulia Pecora (violino), Anthony Sasso (synth, cori), Caterina Sforza (cori), Stefano Costantini (tromba, flicorno), Simone Garino (sax, clarinetto), Giovanni Giuvazza Maggiore (chitarra).

Le date:

26 agosto 2021 – Torino, TOdays Festival
28 agosto 2021- Roma, Si può fare Cavea, Auditorium Parco della Musica
29 agosto 2021- Bari, Locus Festival
___________________________________________________________________________________

AVION TRAVEL
Concerti

12/6/21 Monastier di Treviso (Tv) - Abbazia Santa Maria del Pero
28/6/21 Bollate (Mi) - Villa Arconati (all’interno del programma di Musica dei Cieli)
17/7/21 Settimo Torinese (To) - Piazza della Libertà
_____________________________________________________________________________________

JAMES SENESE
Tour

24/06/2021 - NAPOLI - Campania Teatro Festival (Ospite di Passione Live)
29/06/2021 - ROMA - Cavea Auditorium Parco della Musica
13/07/2021 - SANT'AGATA BOLOGNESE (BO) - Arena Estiva del Teatro Comunale Ferdinando Bibiena
25/07/2021 - MONTE SANT'ANGELO (FG) FestambienteSud - Scalinata Via Maraldo
12/08/2021 - LOCOROTONDO (BA) - Locus Festival
21/08/2021 - ANCONA - Festival Adriatico Mediterraneo
09/09/2021 - CATANIA - Villa Bellini
21/12/2021 - MILANO - Teatro degli Arcimboldi
_____________________________________________________________________________________


NINNI e LIBERA VELO 
i protagonisti del terzo week-end live di FoquSound
Giunge al terzo week end Foq

NINNI
Venerdi 18 Giugno inizio ore 19.30 
ingresso su prenotazione - aperitivo da euro 10 e 17


Sound la rassegna live organizzata da Foqus - Fondazione Quartieri Spagnoli presso la Corte dell'Arte. Il quinto e sesto concerto dal vivo è con due illustri rappresentati della nuova scena cantautorale napoletana. Un mix di innovazione e tradizione tra intimismo e teatralità. Il primo protagonista è NINNI mentre la seconda è la sguarrona per eccellenza della musica partenopea ovvero la donna combattiva e determinata: LIBERA VELO. NINNI è l'alias di Luke Caligiuri raffinato bassista della band The Collettivo. Ha anche collaborato con i Foja per la tournée live in Canada della band capitanata da Dario Sansone con il quale ha duettato anche nel brano In My Jacket. Da alcuni mesi ha iniziato un percorso di pubblicazioni discografiche con l'etichetta Full Heads. Il percorso ha visto le releases di singoli brani, ad oggi ne sono usciti sette, tutti dal piglio profondo e romantico che lasciano trasparire un mondo variegato fatto di musica e sogni. NINNI in pochi mesi ha scritto, registrato e pubblicato piccole perle cantautorali dagli arrangiamenti curati con una ricca produzione artistica che alterna il cantato in lingua napoletana a quella italiana e inglese tratteggiando micro storie di vita quotidiana. Lo stile musicale si rifà al folk blues americano ma non disdegna la contaminazione con la tradizione napoletana.

LIBERA VELO
Sabato 19 Giugno con inizio ore 19.30 
ingresso su prenotazione - aperitivo da euro 10 e 17


Libera Velo è una storica cantante e performer napoletana, tutti la ricordiamo come seconda voce in alcuni dei più bei brani dei 24 Grana ma ha collabprato anche con la crew rap Sangue Mostro” e con il “Living Theater” e la coreografa americana Karole Armitage per il Napoli Teatro Festival. Cresce in Pignasecca, agorà dalla quale assorbe il fuoco e i linguaggi e già da bambina si divide tra l’impegno sociale, la fotografia e la musica. La danza, e un po’ di approcci allo studio di vari strumenti musicali, le danno subito voglia di scrivere e raccontarsi. A dicembre 2020 ha pubblicato il suo terzo album dal titolo 'A Sguarrona una metafora della sua vita: madre e combattente, artista versatile e allenatrice vocale. Concettuale e pratica è impegnata come attivista nel sociale. Il suo primo album in lingua napoletana è un viaggio tra la Napoli dell’inizio del ‘900, i Caraibi e l’Africa con un ibrido sonoro e linguistico a metà tra il suono napoletano e il suono caraibico/anglofono ispirandosi alle Maestre della cultura campana come la poetessa e giornalista Maria Luisa d'Aquino detta la "Saffo Campana", la "Nonna del Femminismo" Ria Rosa, cantante e Antifascista, Elvira Notari pioniera della cinematografia, Lucia Conte fotografa ed imprenditrice, zia di Luisa Conte. Il tutto omaggiando nel linguaggio metrico e musicale, in un eco costante, Raffaele Viviani, Libero Bovio, Roberto De Simone, Italo Calvino, Edo Sanguineti, Nina Simone, Mona Bathiste, Maria Teresa Vera e le giovani autrici Africane contemporanee. Ad accompagnare Libera sarà il chitarrista Gianluca Capurro.

Dopo i primi due appuntamenti si proseguirà con il seguente programma di Giugno con esibizioni a partire dalle ore 19:30:

sabato 26 Aperitivo
Joseph Martone

domenica 27 Aperitivo
Stella Manfredi feat. Lui_G (KamAak)

La fruizione del ristorante/bar e dei concerti avviene in sicurezza come da norme vigenti. La Corte dell'Arte è da considerarsi un luogo all'aperto. Nell'ex convento sede di FOQUS è nuovamente attiva La Corte dell'Arte, il contenitore di idee e attività artistiche e culturali che si realizzano in uno spazio polifunzionale all’interno dell’elegante chiostro cinquecentesco dell’ex Istituto Montecalvario. La Corte dell’Arte è un’area eventi nel cuore del centro storico di Napoli, con palco per esibizioni live, una Galleria d'Arte Contemporanea, la prima Biblioteca di Quartiere, un Cinema con 200 posti, e poi Bar, Ristorante, Pizzeria, oltre a spazi destinati a Meeting, Esposizioni ed altro. 
FOQUS, che rappresenta un nuovo modo di concepire l’economia e le politiche culturali, sociali e formative, da oggi offre un nuovo modo per concepire e fruire di arte e musica. Tutto questo nel cuore dei Quartieri Spagnoli di Napoli. Con i primi 8 appuntamenti sarà possibile vivere esperienze uniche nel ventre di Napoli, tra arte, spettacolo e buon cibo che diventano i nuovi segni distintivi che legano tutte le forme culturali che Foqus svilupperà nei prossimi anni. Presso La Corte dell'Arte infatti da oggi è possibile vivere un'esperienza completa grazie a Qucine Sociali lo spazio dedicato alla buona cucina di Foqus. La formula food che accompagnerò le attività musicali si dipanerà tra Ristorante, Pizzeria e Lounge Bar con esperti mixologist. Sarà possibile sorseggiare, spizzicare ed ascoltare musica dal vivo degustando ottimi Aperitivi o cenando.
E’ una sfida alla contemporaneità che Foqus raccoglie e con convinzione realizza, specialmente oggi che il mondo artistico vive un periodo complesso e pieno di incertezze; in questo modo Foqus sostiene anche quei musicisti - e tecnici - che da troppi mesi non hanno opportunità di esibirsi.

FOQUS è in Via Portacarrese a Montecalvario, 69 - Napoli

Il Sabato i concerti inizieranno alle ore 19:30. Formula Ingresso: Concerto + Menù da 10/17 euro
E' gradita la prenotazione: email: eventi@foqusnapoli.it
tel. & whatsapp: 333 4386075 / 3284218405 / 08119174938



Social Network
____________________________________________________________________________________

PONDEROSA MUSIC AND ART 
PRESENTA
RACHELE BASTREGHI
PSYCHODONNA
IN TOUR

Rachele Bastreghi finalmente in tour, pronta a portare in giro per l'Italia il suo nuovo disco intitolato PSYCHODONNA, il suo primo vero album da solista. “PSYCHODONNA”  (Atlantic/Warner Music Italy) è il racconto di un viaggio interiore, “un rifugio buio che cerca il sole”. Il titolo esprime la personalità sfaccettata e apparentemente contrastante della cantautrice, che con queste canzoni compie una vera e propria presa di coscienza attraverso quello che lei stessa definisce “un volo intimo e faticosamente libero” nella dimensione femminile. “Psychodonna è una donna che vive di contrasti, di mondi opposti che si attraggono, che lotta per fare pace con sé stessa ed essere libera. Questo album è il diario intimo in cui trova il coraggio di mettersi a nudo, di dare spazio alle tante sfaccettature che la abitano e trovare, in qualche modo, il suo equilibrio. È un viaggio introspettivo, faticoso e a volte spietato ma con uno slancio positivo e speranzoso. È un disco che nasce in acque profonde ma dai fondali cerca il sole.” Composto da 9 tracce, “PSYCHODONNA” è impreziosito dalle voci di importanti amiche e collaboratrici: oltre a Silvia Calderoni su “Penelope”, nel brano “Due ragazze a Roma” al fianco di Rachele troviamo Meg (che firma anche una parte del testo) e l’attrice e chanteuse Chiara Mastroianni. Il primo singolo estratto dall’album è “PENELOPE”, che vede, anche nel video, la partecipazione di Silvia Calderoni, attrice di cinema e teatro, performer e danzatrice che da anni lavora sul corpo come elemento di riflessione pubblica sull’arte e sull'identità. Diretto da Giulia Achenza e prodotto da Basement Headquarter, il videoclip racconta un viaggio nelle molteplici sfaccettature della natura femminile. Luci e ombre si alternano sul set di un concerto onirico che diviene danza frenetica e celebrazione tra volti di donne in cui l'artista ritrova la Psychodonna che abita in sé e in ognuna di loro. Guarda il video: https://youtu.be/9qzoECXe6hY. Sul palco Rachele Bastreghi sarà affiancata dalla “Psychoband”, composta da Mario Conte (co-produttore dell’album, alle tastiere e programmazioni), Marco Benz Gentile (basso, chitarra elettrica, synth e violino), Marco Carusino (basso e chitarra) e Leziero Rescigno (batterie).
"Finalmente si parte! Psychodonna e il suo mondo sonoro saranno in giro per bellissimi luoghi. Sul palco con me la mia fortissima parte maschile in carne ed ossa, vale a dire la Psychoband. A presto!"

I biglietti saranno disponibili sui principali circuiti di prevendita per informazioni sul tour visita il sito: ponderosa.it

23 Giugno - Genova - Festival Lilith 
25 Giugno - Bollate (MI) Festival di Villa Arconati FAR
30 Giugno - Carpi (MO) Piazza dei Martiri / Festival Mundus
11 Luglio - Prato Anfiteatro Museo Pecci
16 Luglio - Sant’Arcangelo (FC) Sferisterio / Sant’Arcangelo Festival 
13 Agosto - Bergamo Piazza Degli Alpini / Summer R”EVOL”UTION
28 Agosto - Montefano (MC) Mat MC
30 Settembre – Roma- Roma Europa Festival
_____________________________________________________________________________________

PONDEROSA MUSIC AND ART 
PRESENTA

LUCIO CORSI
IN TOUR
26 Giugno - Comago (GE) - Villa Serra Greenside
30 Giugno - Melpignano (LE) - Piazza S. Giorgio / Climate Space
8 Luglio - Soliera (MO) - Piazza Lusvardi / Artivive Festival
10 Luglio - Pistoia - Piazza Duomo / Pistoia Blues con MOTTA
15 Luglio - Galzignano Terme (PD) - Anfiteatro del Venda


Il cantautore toscano riparte in tour accompagnato dalla sua super band (Marco Ronconi batteria / Filippo Scandroglio chitarra / Iacopo Nieri pianoforte / Giulio Grillo tastiere / Tommaso Cardelli basso). Ci aspetta uno spettacolo travolgente, brillante, un vero e proprio rolling thunder tour. Con “Cosa faremo Grandi” Lucio ci ha fatto esplorare mondi straordinari caratterizzati da racconti, ricordi, suoni e metafore fiabesche alternate a scenari glam rock tutti rivisitati alla sua maniera. Un microcosmo immaginario tutto frutto della sua immaginazione. Un disco prodotto da Francesco Bianconi e Antonio Cooper Cupertino, accompagnato dalle opere visionarie di Tommaso Ottomano.
In questo tour Lucio riproporrà brani tratti dal suo ultimo disco ma ci riserverà anche delle sorprese.

Biglietti disponibili sui principali circuiti di prevendita
per informazioni: ponderosa.it
_____________________________________________________________________________________

GIANGILBERTO MONTI
DALL’ 8 AL 12 GIUGNO AL TEATRO MUNARI DI MILANO LO SPETTACOLO DI TEATRO MUSICALE “TEMPI STRANI, storie da cantautore”
 
DA OGGI È ONLINE IL VIDEO DI “MONSIEUR DUPONT” BRANO ESTRATTO DAL NUOVO ALBUM ANTOLOGICO “TEMPI STRANI” CHE RIASSUME I 44 ANNI DI CARRIERA
DELLO CHANSONNIER E AUTORE
  
Dall’8 al 12 giugno va in scena al Teatro Munari di Milano (Via Giovanni Bovio, 5 – info e biglietti disponibili su https://www.vivaticket.com/it/biglietto/tempi-strani/156525) “TEMPI STRANI, storie da cantautore”, lo spettacolo di teatro musicale in cui lo chansonnier e autore GIANGILBERTO MONTI racconta, con i suoi toni sarcastici e scanzonati, l’attualità vista attraverso i suoi occhi. Ad accompagnarlo sul palco ci saranno il jazzista Fabio Bernasconi (pianoforte), il bluesman Roberto Zorzi (chitarre) e l'eclettico Alessio Pacifico (batteria) a comporre quadri musicali tra mondi artistici diversi che hanno sempre contraddistinto dell’artista nei suoi 44 anni di carriera. Da oggi, inoltre, è online il video di “MONSIEUR DUPONT”, brano estratto dal nuovo album antologico “TEMPI STRANI”: https://youtu.be/cfUWDHe_acM. Il video, diretto da Riccardo Covino e Andrea Trombetta (Arca Studios) e filmato a Torino sul tetto della storica struttura novecentesca Docks Dora, racconta l’arresto e l’interrogatorio del fantomatico Monsieur Dupont, interpretato dal cantautore Federico Sirianni, nonché co-autore del brano stesso. Oltre Giangilberto Monti, nel video compaiono il noto musicista e perfomer Vito Miccolis (nella doppia veste di poliziotto e percussionista) e l'imprenditrice torinese Cristina Bertolini (nei panni di una funzionaria della Questura). A proposito del brano, Giangilberto Monti dichiara: «È una lettura tragicomica della multietnicità delle nostre metropoli, dove il ritornello fatalista - “A parte la Police, ici la vie ce n'est pas mal” - getta un filo d'ironia sulla drammaticità di tante vite giocate sul filo del rasoio, in una società che tutti vorremmo migliore». Da “La Mia Razza” (scritta per Mia Martini insieme a Mauro Pagani) a “La Forza dell’Amore” (scritta da Dario Fo ed Enzo Jannacci), da “Metrò” scritta con Flavio Premoli (tra i fondatori della PFM) a “Monsieur Dupont” composta con il genovese Federico Sirianni: “Tempi Strani” è un album contenente dieci tracce del repertorio artistico di Giangilberto Monti, completamente riregistrate alla “buona la prima”. Un viaggio tra i mondi musicali, teatrali e letterari che hanno sempre contraddistinto la lunga carriera del poliedrico artista. Questa la tracklist di “Tempi Strani”: “Metrò”, “Il giardiniere”, “La mia razza”, “Hanno ammazzato il Mario”, “Stringimi forte i polsi”, “La forza dell’amore”, “Allo Chat Noir”, “Strani Tipi”, “Monsieur Dupont”, “Balthazar”.
Giangilberto Monti, allievo di Dario Fo e dello storico regista televisivo Vito Molinari, è uno chansonnier, attore, scrittore e compositore, ma è stato anche autore di teatro, produttore discografico, studioso della canzone francese ed esperto della comicità musicale italiana, oltre che di storia del cabaret moderno. Ha pubblicato saggi e dizionari per Garzanti, ha scritto per comici e cabarettisti, ha ideato e interpretato spettacoli di teatro-canzone e ha curato rassegne sul cantautorato italiano. Questo è il suo 18° album come cantautore e interprete, di cui gli ultimi sono “Le Canzoni del signor Dario Fo” (Fort Alamo/Warner, 2018) e "Maledetti Francesi" (Freecom, 2019). Monti ha collaborato spesso con la Radio Svizzera Italiana (RSI), ideando radiodrammi musicali – come “La Belle Époque della banda Bonnot” (Prix Suisse 2004) – e programmi sulla storia dello spettacolo. Da esperto della chanson française ha pubblicato divertenti saggi storici, ha riassunto il suo mondo discografico in “Romanzo musicale di fine millennio” (Miraggi, 2016) e raccontato le canzoni di Dario Fo in “E sempre allegri bisogna stare” (Giunti, 2017), da cui è stato tratto uno spettacolo di narrazione musicale con la jazz band di Paolo Tomelleri.

_____________________________________________________________________________________

THE ZEN CIRCUS
“L’ULTIMA CASA ACCOGLIENTE TOUR” 
SI AGGIUNGONO NUOVE DATE 

Tutti i concerti del tour si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti-covid e degli specifici ordinamenti regionali vigenti. Si aggiungono nuove date al tour estivo di THE ZEN CIRCUS che, dopo una lunga assenza dai palchi, hanno annunciato una serie di concerti estivi che partiranno il 3 luglio da Livorno con una serata che ha registrato un sold out in prevendita. La band, che recentemente ha partecipato al Concerto del Primo Maggio di Roma in diretta su Rai3, è pronta a rincontrare il proprio pubblico in una manciata di eventi speciali, in programma nelle principali città italiane. Occasioni uniche in cui The Zen Circus presenteranno i brani del nuovo album “L’ultima casa accogliente”, alternandoli alle immancabili canzoni del loro repertorio, in un atteso tour che segna l’importante ritorno all’emozione della musica dal vivo. Da sempre nutriti da una grande urgenza live, The Zen Circus negli anni hanno accresciuto il proprio pubblico transgenerazionale e nel 2019 hanno celebrato 20 anni di attività con un importante sold out al palazzetto dello sport di Bologna (Paladozza). Con l’uscita de “L’ultima casa accogliente” la band ha consolidato anche l’apprezzamento della critica, confermandosi come una delle realtà più apprezzate del panorama musicale italiano attuale. The Zen Circus: una carriera lunghissima, 11 album, un EP, una raccolta e un’infinità di concerti. Due decadi di arte e musica suggellate da una partecipazione in gara tra i big a Sanremo 2019 e dalla pubblicazione di un romanzo anti-biografico (Mondadori, 2019), entrato direttamente nella Top Ten delle classifiche dei libri più venduti stilate dai maggiori quotidiani e divenuto un vero e proprio caso di genere letterario. “L’ultima casa accogliente”, disco rilasciato lo scorso novembre, è entrato direttamente al 7° posto degli album e al 4° posto dei vinili più venduti secondo Fimi/Gfk ed è stato presentato nei principali telegiornali nazionali, in numerose trasmissioni televisive e radiofoniche e con interviste e recensioni sui maggiori quotidiani nazionali, sulle riviste di settore e sulle più importanti testate online. L’album è stato anticipato dal singolo e video “Appesi alla luna”, seguito dal secondo estratto “Catrame” e dai brani “Come se provassi amore” e “Non”.

03 Luglio Livorno – Straborgo c/o Piazza Mazzini *SOLD OUT
10 Luglio Torino – Flowers Festival
13 Luglio Bologna – Nova
14 Luglio Genova – Balena Festival
15 Luglio Gardone Riviera (BS) – Anfiteatro del Vittoriale *SOLD OUT
22 Luglio Pordenone - Pordenone Blues – NUOVA DATA
25 Luglio Padova - Parco della Musica – NUOVA DATA
29 Luglio Verucchio (RN) – Verucchio Music Festival (set acustico speciale) – NUOVA DATA
06 Agosto Bergamo - Bergamo1000 – NUOVA DATA
08 Settembre Roma – Auditorium Parco della Musica
10 Settembre Milano – Carroponte
11 Settembre Firenze – Ultravox Firenze / Anfiteatro delle Cascine Ernesto De Pascale - NUOVA DATA 
___________________________________________________________________________________

MUSICA NUDA
in concerto al Festivalflorio
Martedì 15 giugno 2021 ore 21:30
Festivalflorio, Ex Stabilimento Florio, Isola di Favignana (TP)
 
Per la prima volta a Favignana il duo acustico formato da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Nella prima tappa di ripresa del loro tour interpreteranno dal vivo un repertorio che viaggia nel sud musicale dell'Italia e del mondo
 
Per la prima volta a Favignana arriva, ospite del Festivalflorio, il duo musicale composto da Petra Magoni alla voce e Ferruccio Spinetti al contrabbasso: MUSICA NUDA. Dopo quasi venti anni di attività e come prima tappa del loro tour post-pandemico, gli artisti scelgono l'isola per portare in concerto una selezione del loro migliore repertorio includendo anche il loro viaggio musicale "Verso Sud", ultimo album discografico realizzato nel loro inconfondibile stile,"Istinto e Libertà", con leggerezza ma mai senza rispetto. Il duo si esibirà il 15 giugno 2021 nell'ex Stabilimento Florio di Favignana. Una perla che si aggiunge al già nutrito cast dell'ottava edizione della rassegna ideata e curata da Giuseppe Scorzelli e resa possibile grazie alla collaborazione con il Comune di Favignana: dal 13 al 20 giugno 2021 il calendario prevede infatti i tedeschi Lydia Maria Bader e il duo Fiscella/Maiorana, il duo Plano/Del Negro proveniente dagli Stati Uniti, i musicisti trapanesi dell’Elimi Jazz Quintet, la pianista Ida Pelliccioli, gli svizzeri del Trami duo e la star del violino internazionale Anna Tifu, in coppia con la pianista Elena Matteucci. Aggiornamenti, biglietti, modalità di accesso ed informazioni logistiche al sito ufficiale del festival.
___________________________________________________________________________________

DNA concerti è lieta di annunciare

KINGS OF CONVENIENCE
DUE NUOVE DATE A BOLOGNA E MILANO DEL TOUR IN ITALIA IN AUTUNNO

26/10 ore 21 Catania Teatro Metropolitan
29/10 ore 21.15 Bologna Teatro Manzoni NUOVA DATA
30/10 ore 21.15 Bologna Teatro Manzoni SOLD OUT
01/11 ore 13 Milano Teatro degli Arcimboldi  NUOVA DATA
01/11 ore 21  Milano Teatro degli Arcimboldi

ESCE OGGI IL NUOVO SINGOLO "FEVER"

Dopo il rapidissimo sold out della data bolognese, si aggiungono due nuovi appuntamenti live con i Kings of Convenience. Il duo norvegese formato da Erlend Øye e Eirik Glambæk Bøe ha infatti annunciato due nuove date del tour in Italia, organizzato da DNA concerti: il 29 ottobre al Teatro Manzoni di Bologna e un live pomeridiano, alle ore 13, il 1° novembre al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Le prevendite dei nuovi concerti, così come quelle dei live in programma il 26 ottobre al Teatro Metropolitan di Catania e il 1° novembre alle ore 21 al teatro degli Arcimboldi di Milano, sono disponibili sul circuito Ticketone. Da oggi è disponibile su tutte le piattaforme digitali, “Fever”, il secondo singolo tratto dal nuovo album dei Kings of Convenience, “Peace or Love”, in uscita per Polydor Records il 18 Giugno. Il brano arriva dopo l’uscita di Rocky Trail, con cui i KOC hanno riconquistato l’attenzione internazionale dopo 12 anni di assenza. “Fever” è una canzone intima il cui genere di riferimento è quello della bossa nova. Le melodie delle chitarre vengono accompagnate in maniera splendida dagli archi cadenzati e da un elegante pianoforte. Il testo della canzone testimonia invece l’abilità autorale del duo, che usano la metafora della febbre per esplorare l’amore, nei suoi picchi e nelle sue cadute. “Fever” è stata la canzone dell’album scritta più velocemente, nata da una semplice ispirazione - ha detto Erlend. La registrazione e l’arrangiamento però sono stati due processi abbastanza lunghi, culminati con l’aggiunta da parte di Eirik del piano nella parte finale durante gli ultimi giorni di registrazione, a Febbraio 2020. “Peace or Love” rappresenta il sound di due vecchi amici che esplorano l'ultima fase della loro vita insieme e trovano nuovi modi per catturare quella magia inafferrabile. Registrato in 5 anni in 5 città diverse, l’album è fresco come l’arrivo della primavera: 11 canzoni sulla vita e sull'amore con la tipica bellezza seducente, la purezza e la chiarezza emotiva che ci si aspetta dai Kings of Convenience. Eirik Glambeck BoE e Erlend Oye si sono conosciuti a scuola a Bergen, in Norvegia, ed hanno suonato nella stessa band, gli Skog, prima di sciogliersi e formare il duo nel 1999. Padri del new acoustic movement, pionieri di una nuova ondata di musica intima ed acustica, fautori di un soft pop d’atmosfera per lenire l’anima (Billboard), definiti all’esordio dal Guardian come una confluenza deliziosamente malinconica di Simon and Garfunkel, Nick Drake, Astrud Gilberto e i Pet Shop Boys, i Kings Of Convenience hanno conquistato e incantato il mondo intero con i loro 3 album e raggiunto le vette delle classifiche con indimenticabili canzoni sofisticate e delicate come “Misread”, “I’d Rather Dance with You” e “Mrs. Cold”.
N.B I biglietti per i concerti in Italia sono in vendita su Ticketone.it a capienza ridotta. L’assegnazione del posto verrà comunicata in prossimità delle date, in base alle disposizioni governative in vigore. Un ritorno al live annunciato in un momento ancora difficile e incerto, ma che vuole essere un segnale positivo e di ripartenza, nato dal desiderio della band e degli organizzatori di tornare a proporre musica dal vivo (in sicurezza) senza timore di sperimentare formule innovative e di mettere in secondo piano l’aspetto economico.
___________________________________________________________________________________

Ritorno ai live per la band
FOJA
in concerto
23 dicembre dalle ore 21:00
presso  Casa della musica - Napoli
in prevendita 13,00 + d.p.
prevendita on line su circuito Go2 e Ticketone


Dopo circa due anni di stop forzato, causa limiti previsti dalle normative, i FOJA tornano ad esibirsi dal vivo e lo fanno nella loro amata città. L'ultima occasione fu quando per primi in Italia si esibirono, in sicurezza in piena pandemia, presso il Real Bosco di Capodimonte. Una pausa troppo lunga che ha visto coinvolti migliaia di musicisti e operatori del settore, causando una crisi senza precedenti nel mercato degli spettacoli dal vivo. La band capitanata da Dario Sansone non si è mai fermata in questi lunghi mesi, continuando a produrre musica e contenuti on line, dall'iniziativa di beneficenza di "Nunn'è ancora fernuta" donando pacchi alimentari alle famiglie bisognose durante il lockdown, ai festeggiamenti per il decennale del loro primo album con la pubblicazione del vinile di "'Na storia nova" e di "DIECI", un cofanetto di 4 CD che raccoglie l'intera discografia, fino ad arrivare all'uscita recente di due brani inediti: “Addo’ se va” e “Tu”. Quest'ultima doppia release è il primo passo di un nuovo corso artistico della band che porterà entro la fine del 2021 all’uscita del loro quarto album ufficiale.

Link YouTube ai video:
 
I Foja sono fra i principali esponenti di un nuovo sound che, partendo da un forte legame con la tradizione folk napoletana, si arricchisce di contenuti e suoni contemporanei. Hanno realizzato tre album in studio e partecipato con le loro canzoni a diverse colonne sonore, tra cui "’A malia”, contenuta nel film “L’Arte della felicità”, e “A chi appartieni”, dal film “Gatta Cenerentola”, entrambe nominate al David di Donatello come migliore canzone originale. Hanno suonato su palchi prestigiosi come il Teatro San Carlo (spettacolo diretto da Franco Dragone del Cirque du Soleil) e il Castel Sant'Elmo a Napoli, raccogliendo in quest’ultimo oltre 6000 persone. La loro musica è stata portata in tour nelle principali capitali d'Europa e in Nord America, e hanno collaborazioni discografiche con artisti internazionali come Pauline Croze, La Pegatina, Shaun Ferguson, Weslie, Black Noyze, Alejandro Romero.

__________________________________________________________________________________

PFM
CAPODANNO 2022
A GRANDE RICHIESTA TORNA PER UN’ULTIMA IMPERDIBILE DATA IL FORTUNATISSIMO TOUR
“PFM CANTA DE ANDRÉ”
Il 31 dicembre ore 22,00 all’Auditorium Parco della Musica di Roma
Da domani aperte le prevendite su Ticketone
 
Da domani (martedì 23 marzo) saranno aperte le prevendite per l’ultima imperdibile data del fortunatissimo tour “PFM canta DeAndré” (prodotto da D&D concerti con il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De André e organizzato da Ventidieci) che il 31 dicembre 2021 approda nella straordinaria cornice della Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Le prevendite per la data saranno in vendita dalle ore 11:00 di domani (martedì 23 marzo) online su Ticketone. “PFM canta De André” vedrà sul palco una formazione spettacolare con due ospiti d’eccezione: Flavio Premoli (fondatore PFM) con l’inconfondibile magia delle sue tastiere e Michele Ascolese, storico chitarrista di Faber. PFM Premiata Forneria Marconi ha uno stile unico e inconfondibile che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante. Nata nel 1970 (discograficamente nel 1971), la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale che mantiene tutt’oggi. Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella "Royal Rock Hall of Fame" tra i 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “International Band of the year” ai Prog Music Awards UK. Nel 2019 ha partecipato - per la terza volta - alla “CRUISE TO THE EDGE” (fino ad oggi unico artista italiano che ha partecipato all’evento), facendo tappa per una breve tourneé in UK, per approdare poi alla prima parte del fortunatissimo tour “PFM CANTA DE ANDRE’ ANNIVERSARY”. Durante l’estate ha portato in tutta Italia il “TVB Tour” in cui PFM ha presentato il proprio repertorio. Tra “TVB” e “PFM canta De André – Anniversary” PFM ha superato gli oltre 100 concerti nel 2019! Sempre nel 2019 ha ricevuto anche diversi premi e riconoscimenti tra cui il Premio Nazionale Franco Enriquez, il Premio Miglior Tour (Rock targato Italia), il Premio Pierangelo Bertoli “ITALIA D’ORO” e infine la rivista inglese “PROG UK” nomina Franz Di Cioccio tra le 100 icone della “musica che hanno cambiato il nostro mondo” (unico musicista del mondo latino).
 
__________________________________________________________________________________

TONY GARNIER IN TOUR IN ITALIA

Pensare a Bob Dylan compirà 80 anni lunedì 24 maggio vuol dire ripensare a una vita intera e intessere i nostri ricordi non solo in musica, ma nell’insieme del fenomeno culturale che Dylan ha rappresentato e rappresenta. Un compleanno dunque da festeggiare, grati di questa eredità vivente che vibra e si espande anche, naturalmente, nel nostro paese. I legami con l’Italia si rafforzano in varie forme. Pensiamo ai tour pre-pandemia e al grande successo ottenuto: di Eric Andersen storico cantautore, compagno di Dylan nella folk scene Greenwich Village che scrisse per lui come per Johnny Cash e i Grateful Dead e tanti altri.  Scarlet Rivera o se preferite La Regina di Spade il personaggio che Martin Scorsese, con il suo docu-film Rolling Thunder Review, ha fatto riscoprire lo scorso giugno su Netflix alla non discepolanza di His Bobness.   Era il 1974 e l’enigmatica Scarlet  era stata da lui intercettata per strada col violino in spalla e aveva preso il posto di Eric Clapton e della sua chitarra in Hurricane che Scarlet fece iconicamente e inconfondibilmente sua e fece perdere la testa a Dylan. Un caso di serendipità al Village. E poi i tour di Larry Campbell, David Bromberg, Brian Mitchell, Joe Ely e David Grissom. Andrea Parodi è colui che li ha portati in Italia, facendoli incontrare ai fans di una vita, e facendoli conoscere ai più giovani, non solo come promoter, ma anche come “figlio” di Dylan, nell’intento di celebrarne l’immisurabile grandezza. Tra poche settimane, invece, farà arrivare in Italia il songwriter Thom Chacon accompagnato Tony Garnier, contrabbassista di Dylan. Tanti sono infatti “figli” di Bob in primis i nostri grandi cantautori come De André e De Gregori. Andrea è uscito con disco Andrea Parodi Zabala in cui sono confluiti alcuni di questi grandi musicisti e il cerchio di chiude. Andrea Parodi Zabala è salito per ben due volte sul palco con Springsteen ma l'emozione più forte per lui è stata suonare al Dreamaway Lodge, una piccola caffetteria dove è stato girato Renaldo e Clara e dove Dylan si incontrava coi poeti della Beat Generation. (E in questo gioco di padri e figli Andre, ha chiamato il suo primo figlio Woody e ha suonato nella chiesa di Alice di Arlo e ad Okemah al Festival di Woody Guthrie. Ah, c'è anche Sarah Lee nel suo disco, la nipote di Woody Guthrie!) Carlo Feltrinelli, il noto editore appassionatissimo di Dylan ha speso queste parole: «Andrea Parodi è un attentatore di sogni. Chi non ha mai sognato di fare canzoni e, caso mai, registrare un disco con David Bromberg, David Grissom, Joe Ely, Ryan Bingham, James McMurtry, Larry Campbell? E magari concedersi una Scarlet Rivera che interviene al violino? A testimonianza di come la musica migliori le nostre vite, accorci le distanze, crei empatie e avvicini anime affini, Andrea è andato oltre. Lui, che scrive e canta in italiano con i suoi De Andrè e De Gregori, sempiterni nel cuore. E ora la musica è bella, le parole sono giuste e vecchi sogni si confondono con i nuovi». Paolo Carù, direttore del noto mensile rock Buscadero l’ha definito uno dei dischi dell’anno con una valutazione da quattro stelle.
_____________________________________________________________________________________

FRANCESCO DE GREGORI
SI AGGIUNGONO NUOVE DATE AL TOUR ESTIVO
“DE GREGORI & BAND LIVE – THE GREATEST HITS”
 
 
 
Si aggiungono nuove date al “DE GREGORI & BAND LIVE – GREATEST HITS”, che quest’estate vedrà FRANCESCO DE GREGORI protagonista sui palchi delle principali location all’aperto d’Italia, per proporre al pubblico le canzoni più famose e significative del suo repertorio. La band che accompagnerà De Gregori sul palco è composta da Guido Guglielminetti (basso e contrabasso), Carlo Gaudiello (tastiere), Paolo Giovenchi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Primiano Di Biase (hammond) e Simone Talone (percussioni). Queste le date del tour “DE GREGORI & BAND LIVE - GREATEST HITS” (prodotto e organizzato da Friends&Partners con Caravan):  
 
9 LUGLIO - ANFITEATRO DELL’ANIMA - CERVERE (CN)
(recupero del 6 luglio 2020)
10 LUGLIO - ANFITEATRO IL VITTORIALE - GARDONE RIVIERA (BS)
(recupero dell’11 luglio 2020)
12 LUGLIO - PIAZZA DUOMO - PISTOIA
(recupero del 13 luglio 2020)
13 LUGLIO - CASTELLO SFORZESCO - VIGEVANO (PV)
16 LUGLIO - CASTELLO DI LOMBARDIA - ENNA
17 LUGLIO - TEATRO ANTICO - TAORMINA (ME)
18 LUGLIO - PIAZZA STAZIONE - BAGHERIA (PA)
20 LUGLIO - PARCO NATURALE LAMA BALICE - BITONTO (BA)
(recupero del concerto previsto il 15 luglio 2020 alla Banchina San Domenico di Molfetta )
23 LUGLIO - PIAZZA TRENTO TRIESTE - FERRARA
24 LUGLIO - SEQUOIE MUSIC PARK - BOLOGNA - Nuova data
30 LUGLIO - PIAZZA DUOMO – TRENTO - Nuova data
31 LUGLIO - ANFITEATRO IL VITTORIALE - GARDONE RIVIERA (BS) - Nuova data
1 AGOSTO - PARCO DELLE ROSE - GRADO (GO)
5 AGOSTO - TEATRO AL CASTELLO - ROCCELLA JONICA (RC) - Nuova data
8 AGOSTO - PIAZZA LIBERTINI - LECCE
(recupero del 9 agosto 2020)
11 AGOSTO - PARCO CENTRALE - FOLLONICA (GR) - Nuova data
13 AGOSTO - VILLA BERTELLI - FORTE DEI MARMI (LU)
(recupero del 13 agosto 2020)
20 AGOSTO - ARENA DELLA REGINA - CATTOLICA (RN)
21 AGOSTO - SFERISTERIO - MACERATA
(recupero del 12 agosto 2020)
3 SETTEMBRE - PALAZZO TE - MANTOVA per Mantova Live Estate
(recupero del 18 giugno 2021 e del 20 giugno 2020)
9 SETTEMBRE - PIAZZA DEI CAVALIERI - PISA
10 SETTEMBRE - PIAZZA DEI SIGNORI - VICENZA
 
Il concerto previsto il 24 LUGLIO 2021 in Piazza Garibaldi a CERVIA (recupero del 25 luglio 2020) è stato annullato a causa della capienza insufficiente della location alla luce delle nuove norme per il contenimento della pandemia. Per le informazioni sui biglietti di questa data contattare il numero dedicato 3290058054. Tutti gli spettacoli saranno organizzati nel rispetto delle linee guida e dei protocolli atti a prevenire la diffusione del contagio da Covid-19.
 
I biglietti per le date del tour acquistati in precedenza restano validi per i nuovi concerti.
Per tutti i dettagli in merito ai biglietti consultare il sito www.friendsandpartners.it.

DE GREGORI
Rinviati all'autunno 2021 i concerti nei club italiani

17 novembre 2021
VOX CLUB di Nonantola – MODENA
(recupero del concerto del 5 marzo, 16 aprile, 27 novembre 2020 e 18 marzo 2021)

18 novembre 2021
ALCATRAZ di MILANO
(recupero del concerto del 10 marzo, 6 maggio, 30 novembre 2020 e 23 marzo 2021)

26 novembre 2021
CASA DELLA MUSICA di NAPOLI
(recupero del concerto del 21 marzo, 8 maggio, 4 dicembre 2020 e 27 marzo 2021)

27 novembre 2021
ATLANTICO LIVE di ROMA
(recupero del concerto del 20 marzo, 9 maggio, 5 dicembre 2020 e 26 marzo 2021)

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti. La data prevista il 19 marzo 2021 alla Supersonic Arena di S. Biagio di Callalta a TREVISO è stata annullata poiché il locale ha cessato l’attività.
 
VENDITTI & DE GREGORI: RINVIATO AL 18 GIUGNO 2022 IL CONCERTO ALLO STADIO OLIMPICO DI ROMA
 
Alla luce delle vigenti disposizioni ministeriali, si comunica che il concerto di ANTONELLO VENDITTI e FRANCESCO DE GREGORI allo STADIO OLIMPICO di ROMA, l’evento unico nel cuore della Capitale previsto inizialmente il 5 settembre 2020 e poi il 17 luglio 2021, è posticipato al 18 GIUGNO 2022.
I biglietti già acquistati rimangono validi per le nuove date corrispondenti.
Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.

www.francescodegregori.net - www.facebook.com/fdegregori - twitter.com/fdegregori
www.youtube.com/user/degregori - instagram.com/degregoriofficial