Concerti Canzone D'Autore

I concerti della scena cantautorale italiana...

Dopo l’esperienza di successo al Teatro Garbatella di Roma
FRANCESCO DE GREGORI
torna live dal 4 dicembre con
OFF THE RECORD 
sul palco del TEATRO DAL VERME di MILANO
Biglietti in prevendita dalle ore 16.00 di oggi
 
Dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto con la serie di concerti realizzati dal 28 febbraio al 27 marzo 2019 al Teatro Garbatella di Roma, Francesco De Gregori porta “OFF THE RECORD” a Milano, sul palco del Teatro dal Verme, dal 4 dicembre. Queste le prime date attualmente confermate di “OFF THE RECORD”:
4 dicembre – Teatro dal Verme – Milano
5 dicembre – Teatro dal Verme – Milano
6 dicembre – Teatro dal Verme – Milano
 
I biglietti per le date di “OFF THE RECORD” saranno disponibili in prevendita dalle ore 16.00 di oggi, martedì 29 settembre, su TicketOne.it e nei punti vendita e prevendita abituali (per info www.friendsandpartners.it). Sin dal titolo, “OFF THE RECORD”, si annuncia come un concerto particolarmente “confidenziale”, e durante le serate FRANCESCO DE GREGORI e la sua band (Guido Guglielminetti al basso e contrabbasso, Carlo Gaudiello al piano e tastiere e Paolo Giovenchi alle chitarre) proporranno una scaletta molto variabile e quasi improvvisata. “OFF THE RECORD” di Francesco De Gregori si inserisce nel calendario del Teatro dal Verme di Milano come anteprima del progetto “La Casa della Musica, I Pomeriggi Musicali”.
 
RINVIATI A MARZO 2021 I CONCERTI DI FRANCESCO DE GREGORI NEI CLUB ITALIANI
 
A causa dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica in merito ad assembramenti di persone, si informa che i concerti di FRANCESCO DE GREGORI nei club italiani sono posticipati a marzo 2021. Di seguito le nuove date previste nel mese di marzo 2021:
 
18 marzo 2021
Vox Club di Nonantola, Modena
(recupero del concerto del 5 marzo, 16 aprile e 27 novembre 2020)
 
19 marzo 2021
Supersonic Arena, S. Biagio di Callalta, Treviso
(recupero del concerto del 6 marzo, 18 aprile e 1 dicembre 2020)
 
23 marzo 2021
Alcatraz, Milano
(recupero del concerto del 10 marzo, 6 maggio e 30 novembre 2020)
 
26 marzo 2021
Atlantico Live, Roma
(recupero del concerto del 20 marzo, 9 maggio e 5 dicembre 2020)
 
27 marzo 2021
Casa della Musica, Napoli
(recupero del concerto del 21 marzo, 8 maggio e 4 dicembre)
 
I biglietti già acquistati rimangono validi per le nuove date corrispondenti.
Tutte le informazioni su: www.friendsandpartners.it e www.ticketone.it.

RINVIATO AL 2021 IL TOUR “DE GREGORI & BAND LIVE – THE GREATEST HITS” DI FRANCESCO DE GREGORI, LA CUI PARTENZA ERA PREVISTA PER IL 20 GIUGNO 2020



A causa delle restrizioni legate alla pandemia di Covid-19 e in ottemperanza alle disposizioni governative, rinviato al 2021 il tour “DE GREGORI & BAND LIVE – THE GREATEST HITS” di FRANCESCO DE GREGORI. Queste le nuove date del tour:

10 luglio 2021
Anfiteatro Il Vittoriale di Gardone Riviera - BS 
(recupero dell’11 luglio 2020)

12 luglio 2021 
Piazza Duomo a Pistoia 
(recupero del 13 luglio 2020)

24 luglio 2021
Piazza Garibaldi a Cervia – RA 
(recupero del 25 luglio 2020)

13 agosto 2021
Villa Bertelli a Forte dei Marmi - LU 
(recupero del 13 agosto 2020)

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti. È possibile rivendere i biglietti utilizzando la piattaforma Fansale di TicketOne: https://www.fansale.it/fansale/. Per tutte le informazioni:www.friendsandpartners.it

VENDITTI & DE GREGORI
L’EVENTO È RINVIATO AL 17 LUGLIO 2021 - STADIO OLIMPICO - ROMA
Un concerto unico nel cuore della Capitale


La data del concerto di ANTONELLO VENDITTI e FRANCESCO DE GREGORI allo STADIO OLIMPICO di ROMA, l’evento unico nel cuore della Capitale, prevista il 5 settembre 2020, a causa dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica in merito ad assembramenti di persone, si terrà il 17 LUGLIO 2021. VENDITTI & DE GREGORI cominciano a collaborare poco più che ventenni durante un viaggio in Ungheria, scrivono le loro prime canzoni insieme, per arrivare al comune esordio discografico con Theorius Campus dove Antonello incide “Roma Capoccia”, subito grandissimo successo, e Francesco “Signora Aquilone”. Un disco che sancì per entrambi l’inizio del proprio percorso artistico…. il resto è storia! Due personalità differenti, ma affini. Due stature artistiche diverse, ognuna con la sua poetica. Dopo 50 anni VENDITTI & DE GREGORI torneranno insieme protagonisti sul palco dello Stadio Olimpico di Roma, nella loro città, là dove tutto iniziò. I biglietti già acquistati per lo show del 5 settembre 2020 rimangono validi per lo show di sabato 17 LUGLIO 2021. Tutte le informazioni sui biglietti sono disponibili al seguente link.


Per informazioni: www.friendsandpartners.it
www.francescodegregori.net - www.facebook.com/fdegregori - twitter.com/fdegregori
www.youtube.com/user/degregori - instagram.com/degregoriofficial
___________________________________________________________________________________

DE SFROOS
È DISPONIBILE LA RIPUBBLICAZIONE DI “MANICOMI”
in versione CD e in cofanetto deluxe/limited edition (doppio vinile + CD)
15 brani rimasterizzati per rivivere dopo 25 anni le storie di celebri personaggi come
ANNA, LO SCONCIO, ZIA LUISA, NONU ASPIS…

SI AGGIUNGONO 5 NUOVI APPUNTAMENTI PER PRESENTARE LIVE IL DISCO E INCONTRARE I FAN

Si aggiungono 5 nuovi appuntamenti per presentare live la ripubblicazione di “MANICOMI” (MyNina / Artist First), primo storico album dei DE SFROOS già disponibile nei negozi tradizionali in formato CD e deluxe/limited edition (doppio vinile + CD) e su tutte le piattaforme streaming e in digital download (https://desfroos.lnk.to/Manicomi_Pre). Per le presentazioni la band si pone come obiettivo quello di instaurare un profondo dialogo con il pubblico raccontando la storia dei De Sfroos, il loro ritorno sul palco e condividendo aneddoti curiosi e divertenti che hanno caratterizzato il loro tragitto e i brani che compongono “Manicomi”.  Durante questi appuntamenti la band eseguirà dal vivo alcuni brani tratti dal disco e incontrerà i fan nel completo rispetto delle norme vigenti.   Di seguito le date delle presentazioni:

venerdì 16 ottobre  VIGEVANO (PV), Teatro Cagnoni, ore 17.45 -  ingresso libero previa prenotazione obbligatoria inviando una email al seguente indirizzo info@promoterpv.it;

giovedì 22 ottobre VARESE, Salone Estense, doppio appuntamento ore 18.00 e ore 21.00 - ingresso libero previa prenotazione obbligatoria ai seguenti link: http://bitly.ws/9XHM e http://bitly.ws/9XHS;

mercoledì 28 ottobre  MILANO, Spirit de Milan, ore 22.30 per Rock Files Live! di LifeGate Radio, a cura di Ezio Guaitamacchi – ingresso libero previa prenotazione obbligatoria sul sito di Rock Files a partire dal 15 ottobre;

venerdì 6 novembre FIDENZA (PR), Teatro Magnani, ore 21.00 per Mangiamusica – Limited Edition - ingresso libero previa prenotazione obbligatoria inviando una email al seguente indirizzo teatromagnani@ater.emr.it a partire dal 27 ottobre;

sabato 7 novembre TIRANO (SO), Teatro Mignon, ore 21.00 – ingresso libero previa prenotazione obbligatoria inviando una email al seguente indirizzo info@mynina.live (in collaborazione con Plozza Wine Group).

“Manicomi” contiene 15 brani rimasterizzati, presso gli studi della RSI Radiotelevisione svizzera, che ci faranno rivivere dopo 25 anni le storie dei celebri personaggi come Anna, Lo Sconcio, Zia Luisa, Nonu Aspis e tanti altri… Immagini e storie di figure, in parte realistiche e in parte cinematografiche, che offrono ancora oggi importanti spunti di riflessione su delicate tematiche, quali ad esempio il trascorrere del tempo, la guerra, il disagio psichico, la rivalsa dei diversi, la vendetta degli screditati. Nelle canzoni che compongono il disco emerge quello che era lo stile tipico dei De Sfroos, che si contraddistinguevano anche per l’uso naturale del dialetto come grande stimolo antropologico ed emotivo, per molti considerato invece come una sfida coraggiosa o una limitazione. L’obiettivo era far parlare più DEL DIALETTO che IN DIALETTO. Il disco è dedicato a Marcu De La Guasta (Marco Pollini), uno degli storici componenti della band venuto a mancare nel 2017. Oggi i De Sfroos sono: Davide Van De Sfroos (Davide Bernasconi), Alessandro Frode (Alessandro Giana), Didi Murahia (Arturo Bellotti) e Lorenzo Mc. Inagranda (Lorenzo Livraghi).
__________________________________________________________________________________

DAVIDE VAN DE SFROOS  
POSTICIPATI AL 22 E 23 FEBBRAIO 2021 I DUE CONCERTI AL TEATRO DAL VERME DI MILANO
inizialmente previsti l’11 e il 12 maggio
L’ARTISTA PRESENTERÀ PER LA PRIMA VOLTA I BRANI DEL SUO NUOVO ALBUM DI INEDITI IN USCITA IN AUTUNNO
prevendite disponibili da domani su Ticketone.it

A causa del perdurare dello stato di emergenza e alla luce delle disposizioni governative, i due concerti del cantautore e scrittore DAVIDE VAN DE SFROOS al Teatro Dal Verme di Milano, previsti inizialmente l’11 e il 12 maggio, sono stati rinviati. I due importanti appuntamenti milanesi sono posticipati al 22 e 23 febbraio 2021 e rappresenteranno l’Anteprima Ufficiale del Tour 2021 (non più 2020 come precedentemente comunicato). Per l’occasione, Davide Van De Sfroos eseguirà per la prima volta live i brani tratti dal nuovo album di inediti in uscita in autunno. A distanza di 6 anni da “Goga e Magoga” (2014), ultimo disco di inediti, l’artista è infatti al lavoro per definire e registrare le tracce che comporranno il suo nuovo album, che si promette già ricco di storie e trame particolarmente emozionanti. I biglietti già acquistati per i due concerti di Milano rimangono validi per le nuove date corrispondenti. Le prevendite delle nuove date saranno disponibili a partire dalle ore 10.00 di domani, mercoledì 13 maggio, su Ticketone.it. Ulteriori informazioni su: www.mynina.live

Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos, è un cantautore e scrittore nato a Monza e cresciuto sul Lago di Como, il cui nome d’arte rappresenta una tipica espressione del dialetto tremezzino (o laghée) traducibile con "vanno di frodo".  In diciassette anni di carriera musicale ha pubblicato sei album di inediti, ha ricevuto il Premio Maria Carta, ha vinto due volte il Premio Tenco (“Miglior autore emergente” nel 1999 e come “Migliore album in dialetto” nel 2002) e ha pubblicato cinque romanzi editi da La Nave di Teseo e Bompiani. Nel 2011 si è classificato quarto alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con “Yanez”, brano che ha dato il nome al quinto album, certificato disco d’oro. Il brano "El Carnevaal de Schignan", tratto dall’album “Yanez”, viene scelto come colonna sonora del film “Benvenuti al Nord”. Nel 2012 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo ma come autore del brano "Grande mistero" interpretato da Irene Fornaciari. Nel 2015 esce l’album “Synfuniia” (Batoc67/Universal Music), contenente 14 brani storici del cantautore comasco riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra. Recentemente ha pubblicato i libri “Ladri di foglie” e “Taccuino d'ombre”, editi dalla casa editrice La Nave di Teseo, e una raccolta live “Quanti Nocc” che contiene i suoi brani più famosi arrangiati e rivisitati presentati durante il tour teatrale “Tour De Nocc” e il tour estivo “Van Tour”, concerti che hanno riscontrato un incredibile successo di pubblico e di critica. Vanta anche una collaborazione con Zucchero “Sugar” Fornaciari per il brano “Testa o croce” contenuto nell’ultimo album “D.O.C”.

___________________________________________________________________________________

POSTICIPATO A GIOVEDÌ 8 OTTOBRE 2020 IL CONCERTO DI BRUNORI SAS A PORTO VECCHIO

BRUNORI SAS
TRIESTE, PORTO VECCHIO
GIOVEDÌ 8 OTTOBRE 2020
(apertura porte ore 17:00, inizio concerto ore 18:00)
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria tramite App EILO, a partire dalle ore 10:00 di lunedì 28 settembre
  
A causa delle avverse condizioni meteo previste per la mattinata di mercoledì 7 ottobre che impediranno il regolare allestimento dell'area concerto e il montaggio delle strutture tecniche, il concerto al tramonto di Brunori Sas in Porto Vecchio a Trieste viene posticipato a giovedì 8 ottobre 2020, con inizio sempre alle ore 18:00. Il concerto prevede un allestimento con una capienza massima di 999 posti a sedere (posti esauriti in pochi minuti all'apertura delle prenotazioni) e si svolgerà nel pieno rispetto delle normative vigenti e della sicurezza di tutti. Brunori Sas è oggi uno dei cantautori italiani in assoluto più amati dal pubblico, apprezzati dalla critica, stimati dai colleghi (ha duettato con Elisa, Jovanotti, Calcutta e tanti altri). Il suo ultimo album “Cip!”, uscito all'inizio del 2020 a tre anni da “A casa tutto bene” (certificato disco di platino), ha debuttato direttamente al primo posto della classifica degli album e vinili più venduti e gli è valso la vittoria del premio Tenco come miglior album italiano del 2020. A luglio è stato inoltre premiato per la migliore colonna sonora originale ai Nastri d'Argento 2020 per “Odio l’estate”, il nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo. Per la prima volta nella sua carriera in concerto a Trieste, sarà dunque Brunori Sas il grande protagonista del concerto speciale al tramonto in programma giovedì 8 ottobre a Porto Vecchio (apertura porte ore 17:00, inizio concerto ore 18:00), promosso dal Comune di Trieste nel progetto di riqualificazione e rilancio di uno dei luoghi più storici e iconici della città.  Il 2020 per Brunori Sas è anche l'anno dei live: dopo i clamorosi soldout in prevendita del suo tour nei palasport italiani, che sarà recuperato il prossimo anno, Dario non si è voluto fermare e ha supportato i lavoratori dello spettacolo ideando una tournee estiva in contesti naturali e all'aperto, che si concluderà proprio giovedì 8 ottobre a Trieste. La realizzazione di questo concerto gratuito – afferma l’Assessore ai Grandi Eventi del Comune di Trieste, Francesca Desantis – è la tappa finale di un percorso durato mesi che ha visto l'Amministrazione comunale impegnarsi per garantire uno spettacolo in sicurezza. Un concerto che vuole essere un grande evento di rinascita e di ripartenza per Trieste ed un piccolo tassello di normalità che la giunta Dipiazza vuole trasmettere ai cittadini triestini e ai turisti che si troveranno in città in quel periodo. La scelta della location di Porto Vecchio inoltre non è casuale, in quanto sarà la data zero dei concerti in questa parte della città e servirà da test per i futuri eventi con grande affluenza di spettatori. Si tratta quindi di un'occasione davvero unica per far rivivere l'antico scalo con le note e le parole di un grande artista contemporaneo, in un orario che esalterà nella prima parte del concerto la luce più bella che si può ammirare quando ci si trova a due passi dal mare e, attraverso un disegno luci creato appositamente per l'evento, esalterà nella seconda parte del concerto l’opera d’arte contemporanea Echo Surrounding dell’artista venezuelana Elisa Vladilo, la Centrale Idrodinamica e il piazzale antistante il Magazzino 28.
_____________________________________________________________________________________

Riparte il 10 ottobre dall’auditorium di Seregno (MB) Sottomonditour, il nuovo viaggio musicale de Il Parto delle Nuvole Pesanti

Sabato 10 ottobre dalle 16.30 all’Auditorium di Piazza Risorgimento a Seregno, in occasione di Su la testa – musiche contro le mafie, Il Parto delle Nuvole Pesanti torna in concerto nei teatri per raccontare le storie e la musica del suo ultimo album Sottomondi (Wmusic/Icompany) assieme a brani del progetto Terre di Musica, viaggio tra i beni confiscati alla mafia. Ricordiamo che Su la testa – musiche contro le mafie è un evento organizzato dalla Rete di Associazioni per la legalità e giustizia sociale di Seregno (MB), rete di realtà attive sul fronte della legalità, ma non solo, di cui fanno parte associazioni, enti, istituzioni e anche singoli cittadini. Prima del concerto è previsto l’intervento di Fabio Terraneo sul tema dei beni confiscati, con il racconto dell’esperienza del progetto “Casa Nostra” dell’associazione Il Mosaico. L’ingresso in auditorium è gratuito, ma è necessaria la prenotazione, scrivendo a legalita.seregno@gmail.com. La formazione sul palco dell’Auditorium Seregno: Salvatore De Siena - voce, chitarra e tamburelli; Amerigo Sirianni - chitarra, mandolino e cori; Mimmo Crudo - basso e cori; Antonio Rimedio - fisarmonica e tastiera; Manuel Franco - batteria e percussioni. 
Il Parto delle Nuvole Pesanti ha finora realizzato 13 album, avvalendosi di importanti collaborazioni di artisti e scrittori tra cui quella con Claudio Lolli, Roy Paci, Teresa De Sio, Fabrizio Moro, Tony Canto, Carlo Lucarelli, Carmine Abate e Vito Teti. La sua musica fonde stili e linguaggi differenti, dall'etno-rock mediterraneo degli esordi, passando per la canzone d'autore, fino all’originale world music abbracciata nell'ultimo disco Sottomondi, dove la band racconta di un’umanità caleidoscopica e senza voce, fatta di bambini, donne, immigrati ed emarginati, attraverso canzoni e musiche che servono per vivere, resistere e, a volte, cambiare. Tra i brani di successo della band calabro/bolognese, si segnalano Onda Calabra, colonna sonora di Qualunquemente, film di Antonio Albanese, che ha ottenuto la partecipazione al Festival del Cinema di Berlino e la nomination come Migliore Canzone al David di Donatello, Giorgio che ha avuto la nomination al Premio Amnesty International e L’imperatore che è stato considerato tra i mille brani più rappresentativi della storia della canzone italiana (“Antologia della Canzone Italiana 1861-2011”). Il suo live, portato su palchi importanti, sia nazionali (Primo Maggio, Premio Tenco, Sanremo Rock) che internazionali (New York, Bagdad, Fortaleza, Londra, Berlino, Lisbona, Praga, Budapest), è un crocevia di suoni e liriche, di ironia e allegria, miscelati a momenti teatrali e a imprevedibili follie, capace di coinvolgere il pubblico in sfrenate danze e in canti corali ma anche di far riflettere sul nostro tempo e di regalare suggestioni oniriche. Il Parto propone dal vivo brani storici come Riturnella, Lupu, Raggia, Ciani, Piccola mia e canzoni più recenti come Uomini viaggianti, La nave dei veleni, Crotone, Vento di scirocco, fino ai pezzi dell’ultimo album tra cui Niente Ninna per l’uomo ne’, Non sono mai stato socià, Naturaleza viva e L’ignoranza è figa. Una band che ha fatto dei concerti dal vivo uno dei momenti più magici, irrefrenabili ed emozionanti della sua storia. Ma il progetto del Parto va oltre la musica. Nel teatro ricordiamo Roccu u Stortu e Slum e nel cinema Doichlanda, I colori dell’abbandono ed Alèteia. Di rilievo sono anche i progetti culturali tra cui La Valigia d’Identità e Terre di Musica - Viaggio tra i beni confiscati alla mafia realizzato con la collaborazione di Libera, che testimoniano il forte impegno sociale della band.
_____________________________________________________________________________________


_____________________________________________________________________________________

PFM
RINVIATE A MARZO 2021
LE ULTIME DATE DEL FORTUNATISSIMO TOUR “PFM CANTA DE ANDRÉ - Anniversary”
 
A causa dell’emergenza sanitaria e alla luce delle relative disposizioni governative in tema di salute pubblica, sono state RINVIATE A MARZO le ultime date del fortunatissimo tour “PFM canta De André – Anniversary” previste per settembre 2020 a Milano, Brescia e Padova. Queste le nuove date del tour “PFM canta De André – Anniversary” (organizzato da D&D concerti con il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De André):
 
8 marzo 2021
MILANO – Teatro dal Verme 
(recupero data del 28 settembre 2020)
12 marzo 2021
BRESCIA - Gran Teatro Morato 
(recupero data del 25 settembre 2020)
13 marzo 2021
PADOVA – Gran Teatro Geox 
(recupero data del 26 settembre 2020)
 
I biglietti già acquistati per gli show previsti per settembre 2020 rimangono validi per gli show di marzo 2021. “PFM canta De André - Anniversary” come in precedenza avrà sul palco una formazione spettacolare con due ospiti d’eccezione: Flavio Premoli (fondatore PFM) con l’inconfondibile magia delle sue tastiere e Michele Ascolese, storico chitarrista di Faber. PFM Premiata Forneria Marconi ha uno stile unico e inconfondibile che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante. Nata nel 1970 (discograficamente nel 1971), la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale che mantiene tutt’oggi. Nel 2017 PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella "Royal Rock Hall of Fame" tra i 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto a Londra il prestigioso riconoscimento come “International Band of the year” ai Prog Music Awards UK. Nel 2019 ha partecipato - per la terza volta - alla “CRUISE TO THE EDGE” (fino ad oggi unico artista italiano che ha partecipato all’evento), facendo tappa per una breve tourneé in UK, per approdare poi alla prima parte del fortunatissimo tour “PFM CANTA DE ANDRE’ ANNIVERSARY”. Durante l’estate ha portato in tutta Italia il “TVB Tour” in cui PFM ha presentato il proprio repertorio. Tra “TVB” e “PFM canta De André – Anniversary” PFM ha superato gli oltre 100 concerti nel 2019! Sempre nel 2019 ha ricevuto anche diversi premi e riconoscimenti tra cui il Premio Nazionale Franco Enriquez, il Premio Miglior Tour (Rock targato Italia), il Premio Pierangelo Bertoli “ITALIA D’ORO” e infine la rivista inglese “PROG UK” nomina Franz Di Cioccio tra le 100 icone della “musica che hanno cambiato il nostro mondo” (unico musicista del mondo latino).
 
_____________________________________________________________________________________

UN NUOVO IMPORTANTE EVENTO SU INIZIATIVA DI P.E.R. (PROMOTER EMILIA ROMAGNA) A FAVORE DEI LAVORATORI DELLO SPETTACOLO

Venerdì 9 ottobre ore 20.30
Piazza Fiume – Scandiano (RE)
DOPPIO CONCERTO CON
VASCO BRONDI, TALISMANI PER TEMPI INCERTI
con la partecipazione speciale di
FRANCESCO BIANCONI, PAOLO COGNETTI, CLAUDIA DURASTANTI, MARGHERITA VICARIO, MASSIMO ZAMBONI E TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI

Dopo la nascita di “Per gli invisibili”, manifesto per dare voce al settore dello spettacolo dal vivo e sollecitare iniziative per sostenerlo dopo la crisi profonda causata dal Covid-19, e dopo il grande concerto di solidarietà del 12 settembre in Piazza Maggiore a Bologna, è in arrivo un nuovo imperdibile evento a sostegno dei lavoratori del settore. Appuntamento dunque venerdì 9 ottobre in Piazza Fiume a Scandiano (RE) per una nuova iniziativa di Promoter Emilia Romagna (P.E.R.) realizzata con il sostegno della Regione Emilia-Romagna. Una serata creata con la collaborazione dell'artista ferrarese Vasco Brondi, che arriva nella cittadina emiliana con i suoi Talismani per tempi incerti. Uno spettacolo nato proprio in questi mesi così particolari e complicati e con il quale Brondi è tornato a esibirsi dal vivo, a un anno e mezzo dalla conclusione del progetto artistico de Le Luci della Centrale Elettrica. I Talismani per tempi incerti sono sonate per pianoforte, violoncello e chitarre distorte. Sono canzoni (sue e di altri), poesie, letture e riflessioni che si fanno amuleti per esorcizzare questi tempi, anticorpi in un periodo di incertezza, e che in questa speciale data saranno impreziositi dalla partecipazione di ospiti d'eccezione. Saliranno infatti sul palco insieme a Brondi Francesco Bianconi, frontman dei Baustelle, band di riferimento per la qualità artistica e letteraria dei propri testi, che a ottobre pubblica il suo primo disco solista, Forever; Paolo Cognetti, pluripremiato scrittore, autore del romanzo “Le otto montagne” vincitore del Premio Strega nel 2017; Claudia Durastanti, scrittrice e traduttrice, finalista del Premio Strega nel 2019 con “La straniera”; Margherita Vicario, cantautrice e attrice romana dal talento versatile e dalla grande libertà creativa e Massimo Zamboni, chitarrista, cantautore e scrittore, storico membro dei CCCP e dei successivi CSI e considerato uno dei padri del punk rock e del rock alternativo italiano. “Ci sono momenti in cui l’arte più chiaramente può essere un anticorpo, le poesie degli oracoli, la filosofia un ulteriore sistema immunitario, le canzoni risvegliarci, la letteratura proteggerci”, afferma Vasco Brondi. Il suo Talismani per tempi incerti è proprio questo: uno spettacolo che vuole riaffermare la centralità delle Arti come sostegno indispensabile per l'uomo, sempre, ma soprattutto in tempi di crisi. Ad accompagnare il cantautore sul palco, Andrea Faccioli alla chitarra, Daniela Savoldi al violoncello e Angelo Trabace al pianoforte. Prima di Vasco Brondi sul palco, alle 20.30, i Tre Allegri Ragazzi Morti, band pilastro della scena punk rock alternativa italiana fin dalla loro formazione, nel 1994 a Pordenone. Conosciuti per le loro performance mascherate e per i loro live di rock essenziale, i TARM (Davide Toffolo, Enrico Molteni e Luca Masseroni), porteranno dal vivo in un travolgente concerto il loro ultimo album “Sindacato dei sogni” (2019) e il meglio del loro lungo e prolifico percorso discografico. Questo evento si aggiunge agli appuntamenti già in programma organizzati da Promoter Emilia Romagna previsti il 25 settembre ad Argenta (FE) e il 2 ottobre a Colorno (PR). I fondi raccolti durante le serate così come gli incassi delle biglietterie, una volta dedotte le spese per la loro realizzazione, verranno restituiti alla Regione Emilia Romagna per essere reinvestiti e riutilizzati per nuove attività nel settore dello spettacolo in modo da creare nuove opportunità lavorative “Per gli invisibili”.

Per informazioni: www.internationalmusic.it
____________________________________________________________________________________

ANDREA GIRAUDO 
in concerto
sabato 10 Ottobre ore 19:30 e 21:30
Teatro Arciliuto, Roma
 
Serata all'insegna della canzone AUTORALE, per la prima volta al Teatro Arciliuto Roma il cantautore ANDREA GIRAUDO. I live di Andrea Giraudo non hanno bisogno di rocambolesche scenografie o di effetti speciali, lo spettacolo è lui, la sua musica, la sua voce e un pianoforte, riportando ad un'essenza naturale lo scopo delle note. Andrea Giraudo, compositore e pianista, ha nella sua esperienza ventennale da solista l'album " Stare bene " (Rossodisera)  e più di 70, tra musiche e canzoni, inedite. Uscito nel 2019, l’album contiene 12 brani scritti nei precedenti due anni. Un lavoro accolto con entusiasmo da pubblico e critica, con il quale ha vinto il premio “Andrea chi?” al Radio Alba Festival e ha partecipato con un ottimo riscontro al Pistoia Blues Festival. Classe 1971, piemontese di Cuneo, è un artista difficilmente catalogabile: è un “bluesman”, ma anche un pianista di razza e un cantautore. Lui si definisce un artigiano. La sua musica ha groove, una impronta soul, ma i suoi brani si inseriscono perfettamente nella grande tradizione autorale italiana, quella ad esempio di Conte, Capossela e Jannacci. La gavetta di Andrea Giraudo è ventennale e l'ha portato a suonare dai  peggiori bar al palazzo reale dei principi di Giordania per il compleanno della principessa Bashma Hussein. Francesco Guccini ha espresso la sua attenzione per Andrea tramite corrispondenza personale. Tony Esposito ha accettato di collaborare con Andrea perché “trova in lui la forza e la grinta di un Pino Daniele ancora ruvido e affamato".  Lo scorso 10 gennaio è uscito infatti il singolo “Virgole in pasto”, https://youtu.be/rKd2vy36RnM in una versione del tutto inedita proprio con la partecipazione di Tony Esposito, uno dei più noti percussionisti italiani e internazionali. Il brano è stato presentato ufficialmente a Roma il 24 gennaio, con un concerto al live club “'Na cosetta” al quale ha partecipato anche il percussionista napoletano, accompagnato da un video che porta la firma del regista Adriano Natale. Il nuovo singolo “All’aperto”, scritto prima che gli Italiani fossero costretti all’isolamento casalingo, assume ora un significato benaugurante per la fase di risveglio, forse di liberazione, in un mondo che fatalmente risulterà diverso dal precedente. Il brano ha un ritmo serrato e incalzante, quasi giocoso; l’armonia declina e s’impenna seguendo criteri logici, quasi schematici, ma mai banali. Con frasi breve e incisive, il brano affronta la difficoltà e la resilienza del genere umano in questo particolare periodo storico, il bisogno di relazione con culture lontane e il desiderio di reciproca comprensione. Attualmente in tour con il suo live legato all’album, Andrea farà tappa tra gli altri all’Arena Live Festival di Cuneo (12 settembre) e al Bravo Caffè Bologna (14 ottobre) con la scelta di una madrina d’eccezione: Roberta Giallo, un’artista completa ma soprattutto autentica, creativa, nonché autrice, attrice, cantautrice, interprete e regista.


Per info e prenotazioni: Teatro Arciliuto Roma Piazza Montevecchio, 5 tel 06- 687919
_____________________________________________________________________________________

Teho Teardo in tour per presentare l’album “Ellipses dans l’harmonie - Lumi al buio”  
Annunciate le nuove date del tour di Teho Teardo per presentare l’album Ellipses dans l’harmonie - Lumi al buio, uscito lo scorso 6 marzo.
 
Inizialmente rinviato ad aprile, e poi annullato a causa dei provvedimenti restrittivi del decreto ministeriale, il nuovo tour di Teho Teardo parte giovedì 26 novembre dal Circolo della Musica di Rivoli (TO), per proseguire venerdì 27 al Transmissions Festival di Ravenna, sabato 28 al Teatro Puccini di Firenze, domenica 29 all’Angelo Mai di Roma (doppio set) e martedì 1 dicembre alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano. Sul palco, insieme a Teho Teardo, ci saranno anche le violoncelliste Giovanna Famulari e Laura Bisceglia e la violista Ambra Chiara Michelangeli. Il nuovo album verrà presentato per la prima volta dal vivo ed è interamente ispirato alla musica contenuta nelle pagine di uno dei testi iconici del ‘700, l'Encyclopédie di Diderot e D’Alembert, la cui copia originale è custodita nell’archivio della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, che ha prodotto e commissionato l’album. In Ellipses dans l’harmonie non c’è solo un omaggio all’Encyclopédie, ma anche una connessione politica con lo spirito dell’Illuminismo che ha guidato la genesi dell’opera e l’attuale necessità di luce davanti ai nuovi oscurantismi. Tra la pubblicazione del nuovo album e la ripresa del tour, nonostante le numerose difficoltà dovute alle restrizioni per il Coronavirus, non si è fermata l’attività di Teho Teardo in ambito musicale e cinematografico. Il tour di Ellipses dans l’harmonie segue, infatti, una serie di concerti estivi, tra cui quelli al fianco di Elio Germano con il (decennale) progetto “Viaggio al Termine della Notte”, mentre è di Teardo la colonna sonora per il film “Molecole” di Andrea Segre, presentato alla preapertura della Mostra di Venezia 77. Infine, Teho Teardo è nuovamente impegnato al fianco di Enda Walsh nella scrittura delle musiche per Medicine, il nuovo spettacolo del drammaturgo irlandese (già noto per aver scritto “Lazarus” con David Bowie ma anche il film “Hunger” di Steve Mc Queen), che sarà presentato in anteprima nel prossimo autunno a Dublino e poi nel 2021 nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Nella metà del 1700 - dichiara Teho Teardo - quando l’Encyclopèdie venne pubblicata divenne il testo cardine dell’Illuminismo, dovette lottare contro la chiesa e la sua censura, ma ebbe un impatto tale sulla società fino a contribuire alla Rivoluzione Francese. La mia connessione con questo testo, quindi, non è solamente artistica, c’è anche un aspetto politico: dopo circa tre secoli questa pubblicazione è ancora qui. Mi domando se anche noi saremo qui fra trecento anni perché la nostra è un’epoca caratterizzata da nuovi oscurantismi. L’Encyclopedie rappresenta il testimone che necessariamente deve passare da una generazione alla successiva, per continuare a immaginare mondi migliori. In questo progetto, l’archivio della Fondazione diventa protagonista del processo creativo, esempio di come si possa generare novità partendo dal passato. Teho Teardo narra qui in musica i percorsi e le storie che attraversano le pagine dell’Encyclopédie, riscoprendone il significato politico e il racconto segreto. Necessitiamo di più luce in questo momento - continua Teardo -, vorrei potessimo recuperare una parte dello spirito illuminista  per affrontare la nostra contemporaneità. Sarebbe un atto politico e sarebbe rivoluzionario. Alle origini dell’impresa culturale dell’Encyclopédie vi sono tre radici: la memoria, la ragione e l’immaginazione. Sono tre dimensioni che richiamano l’attenzione su altrettante necessità che ci interrogano ancora oggi: conoscere il passato per capire le origini dei problemi con cui oggi ci confrontiamo; esercitare la critica razionale per orientarci nella realtà senza rifugiarsi nello smarrimento di fronte alle sfide complesse che ci pone; continuare a pensare equilibri differenti per voler progettare un mondo diverso. Edito da Specula Records, Ellipses dans l’harmonie - Lumi al buio è una produzione originale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, con la collaborazione di CSS Teatro Stabile di Innovazione del Friuli-Venezia Giulia. E’ la prima volta che la Fondazione produce un’opera musicale.

26/11 Rivoli (To) Circolo della Musica
27/11 Ravenna Transmissions Festival
28/11 Firenze Teatro Puccini
29/11 Roma Angelo Mai
01/12 Milano Fondazione Giangiacomo Feltrinelli