Concerti Classica

I principali concerti di musica classica e contemporanea

CAMERA MUSICALE ROMANA
Cripta della Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone
Via delle Carceri, 8 - Roma

DOMENICA 27 OTTOBRE ORE 19:30   
“Omaggio all’Opera”
Musiche di W. A.
Mozart, G. Rossini, F. Lehar
Beatrice Amato, mezzosoprano; Filippo Rotondo, baritono; Maria Silvana Pavan, pianoforte


Un appuntamento con alcune tra le più belle pagine della lirica e non solo affidate alle splendide voci di due giovanissimi cantanti: il mezzosoprano Beatrice Amato  e il  baritono Filippo Rotondo  entrambi già conosciuti dai palcoscenici italiani ed esteri, accompagnati al pianoforte dal M° Maria Silvana Pavan, Maestro collaboratore presso teatri quali Teatro alla Scala di Milano, Teatro Grande di Brescia, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Sociale di Como, Ponchielli di Cremona, Teatro Verdi di Salerno…
Programma
"Voi che sapete", dall'opera "Le nozze di Figaro" di W.A.Mozart
"Hai già vinta la causa", dall'opera "Le nozze di Figaro "di W.A.Mozart 
"Là ci darem la mano" (Zerlina e Don Giovanni), dall'opera "Don Giovanni di W.A.Mozart 
“Una voce poco fa” (cavatina), dall’opera “Il barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini 
“Largo al factotum” (cavatina), dall’opera “Il barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini
"Dunque io son", dall'opera "Il barbiere di Siviglia "di Gioachino Rossini - duetto
“Non ti scordar di me”, di De Curtis – Mezzosoprano Beatrice Amato
“Tace il labbro”, dall’Operetta “La vedova allegra” di Franz Lehar - duetto
 “Reginella”, musiche di Gaetano Lama - Mezzosoprano Beatrice Amato
“Torna a Surriento”, di De Curtis – Baritono Filippo Rotondo

DOMENICA 10 NOVEMBRE ORE 19:30  
“Le voci di Clara”
Musiche di R. Schumann, J. Brahms, C. Wieck
Giusy Cataldo, voce recitante; Elvira Maria Iannuzzi, soprano; Elena Matteucci, pianoforte

Ingresso / Ticket € 15,00 - ridotto) € 8,00 (riservato ai soci, ai minori di anni 18, agli over 65 e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto). Convenzioni aperte con l'Associazione Info. Roma, La chiave del violino e l'Accademia Musicale Sherazade.Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)

Info e prenotazioni:
cameramusicaleromana@gmail.com
Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457
________________________________________________________________________________

La North Czech Philharmonic Orchestra, diretta da Alfonso Scarano, e Ramin Bahrami aprono il cartellone dei concerti della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" di Pescara
I due concerti sono in programma, al Teatro Massimo di Pescara, venerdì 18 e venerdì 25 ottobre 2019

La cinquantaquattresima stagione musicale della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" di Pescara si apre con due appuntamenti di assoluto prestigio internazionale. Venerdì 18 ottobre 2019, il primo spettacolo del cartellone avrà come protagonista la North Czech Philharmonic Orchestra - diretta da Alfonso Scarano e con il pianista Leonardo Pierdomenico come solista - e poi, la settimana successiva, venerdì 25 ottobre, si svolgerà il recital del pianista Ramin Bahrami, uno tra i musicisti più celebri ed importanti dell'intero panorama concertistico mondiale. Entrambi i concerti si terranno al Teatro Massimo di Pescara, con inizio alle ore 21. Il prezzo del biglietto di ingresso ai singoli concerti è di 20 euro. La North Czech Philharmonic Orchestra, principale complesso sinfonico del nord della Repubblica Ceca, è stata fondata nel febbraio 1838. Nella sua lunga storia ha avuto ospiti importanti personalità della scena musicale, da Eugen d’Albert a Richard Strauss, da Ferruccio Busoni a Emil Sauer. La formazione dell’orchestra di base è composta da musicisti professionisti tutti laureati in concorsi nazionali. Attualmente è diretta dall’italiano Alfonso Scarano, già direttore di orchestre di prestigio quali – fra le altre – Filarmonia Veneta, Orchestra Milano Classica e I Virtuosi di Praga. Leonardo Pierdomenico è uno degli artisti più interessanti della sua generazione. Si impone all’attenzione del grande pubblico dopo il raggiungimento delle fasi finali del prestigioso concorso pianistico “Queen Elisabeth” di Bruxelles (2016) e la vittoria della 28ª edizione del prestigioso “Premio Venezia” (2011) e, nel 2017, ha vintoil “Raymond E. Buck” Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale “Van Cliburn”. Il programma del concerto - realizzato nell’ambito del Progetto Circolazione Musicale in Italia del CIDIM - prevede l'esecuzione del Concerto n. 1 in Mi minore per pianoforte e orchestra, op. 11, di Fryderyk Chopin e della Sinfonia n. 3 in Mi bemolle maggiore, op. 55 “Eroica”, di Ludwig Van Beethoven. Nato a Teheran nel 1976, Ramin Bahrami è senza dubbio uno degli interpreti più eleganti e rinomati dell’opera di Johann Sebastian Bach. Il pianista iraniano ha infatti consacrato gran parte della sua attività concertistica e delle sue incisioni discografiche al compositore tedesco. Il programma del concerto pescarese si concentra sulle Partite di Bach: Bahrami eseguirà la Partita n. 2 in Do minore, la Partita n. 3 in La minore e la Partita n. 6 in Mi minore. Ramin Bahrami si è diplomato con Piero Rattalino al conservatorio G. Verdi di Milano e all’Accademia pianistica Incontri col Maestro di Imola e con Wolfgang Bloser alla Hochschule für Musik di Stoccarda. Successivamente si è perfezionato con Alexis Weissenberg, András Schiff, Robert Levin e in particolare con Rosalyn Tureck, l’artista che più di altri nel XX secolo ha contribuito a far conoscere l’opera di Bach attraverso i suoi studi e le sue esecuzioni. La sua predilezione per Bach è consacrata nelle registrazioni discografiche delle Variazioni Goldberg e delle 7 Partite che Decca pubblica nel 2004 e nel 2005. L’incisione per Decca de L’arte della fuga di Bach è entrata in testa alle classifiche di vendita pop dalla sua prima pubblicazione nel marzo 2007 rimanendovi per ben sette settimane. La Stagione Musicale della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" proseguirà a novembre, con la nuova edizione di Jazz 'n Fall: un programma di grande livello che risponde al motto scelto per questa nuova vita della rassegna e che vedrà impegnati il Cross Current Trio, formato da Dave Holland, Chris Potter e Zakir Hussein (5 novembre), il Linda May Han Oh Quintet (6 novembre) e si concluderà con il concerto in piano solo di Kenny Barron e il Daniele Cordisco Organ Trio (11 novembre). La stagione artistica della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" sarà accompagnata dal supporto del Main Partner Fondazione PescarAbruzzo e dell'Istituto Acustico Maico.
________________________________________________________________________________

EMANUELE SARTORIS & MASSIMILIANO GÉNOT
"INTORNO AL TOTENTANZ"
RILETTURA DELL'OPERA DI FRANZ LISZT ALLA LUCE DELL'IMPROVVISAZIONE
Domenica 20 ottobre 2019
Palazzo Grassi, Via Marsala 12 - Bologna
Ore 17:00

Il concerto di apertura del prossimo 20 ottobre della stagione di musica classica presso la fondazione Liszt a Bologna da parte di un pianista jazz come Emanuele Sartoris proprio nel giorno dell'anniversario della nascita di Franz Litsz non è un caso, non è una scelta, non è un calcolo, è qualcosa di più ... è magia. Il torinese Emanuele Sartoris che Carla Moreni, autorevole critico di musica classica de Il Sole 24 Ore, colloca in quella "terza corrente" cara a Gunther Schuller, si confronta, in questa occasione, con l'opera di Franz Liszt, proprio il grande compositore che aveva l'abitudine di non considerare mai un'opera definitivamente conclusa, ma di modificarla ogni volta che gli tornava fra le mani, adeguandola alle circostanze esterne o alle nuove concezioni artistiche. Quale migliore occasione per un pianista Jazz con solide radici nella musica classica realizzare un programma di questo spessore artistico così importante anche dal punto di vista della sperimentazione e dell'improvvisazione. Da alcuni anni Emanuele Sartoris si alterna con competenza e preparazione e con crescente successo fra repertori musicali apparentemente distati fra loro, che con il suo estro creativo riesce a fondere creando nuova musica. Il concerto-omaggio a Franz Listz è una nuova occasione per esibirsi insieme al Maestro Massimiliano Génot nel loro progetto artistico "CrossOver PianoDuo", un collaudato duo che vede il giovane e preparato pianista Sartoris con il Maestro Génot, che nella sua carriera ha seguito il classico percorso dei virtuosi: accademie, premi, concorsi, teatri, incisioni, e che, guarda caso, insegna improvvisazione storica e crossover al Conservatorio di Torino. Uno straordinario duo in cui l'interpretazione di un pianista si trasforma in improvvisazione in contemporanea dell'altro, e viceversa, creando insieme un gioco di grande abilità esecutiva e profondità musicale.

Nessun commento