Concerti Classica

I principali concerti di musica classica e contemporanea

CAMERA MUSICALE ROMANA
Cripta della Chiesa di Santa Lucia del Gonfalone
Via delle Carceri, 8 - Roma

Domenica 26 gennaio ore 19:30
“Franz Schubert:  Die Schöne Müllerin”
Musiche di Franz Schubert
Eseguono:
Blagoj Nacoski, tenore
Alessandro Agostini, pianoforte


Nuovamente a Roma, ospite della Camera Musicale Romana, il Duo composto da Blagoj Nacoski e Alessandro d’Agostini, che a tre anni di distanza dall’esecuzione del “Winterreise” di F. Schubert  propone quest’anno il primo grande ciclo del compositore austriaco:  Die Schöne Müllerin. Un viaggio lungo un fiume per conoscere il mondo, l'incontro con la figlia del mugnaio e il nascere dell’amore, l'arrivo di un cacciatore e la gelosia, la scelta della ragazza a favore del rivale, la morte in quello stesso fiume che lo aveva condotto prima all’amore. Questa è la parabola narrativa di un ciclo di Lieder che resta uno dei maggiori monumenti tributati a questo genere musicale, intimo, privato ma nello stesso tempo universale, perché parla dell’animo umano: delle sue estasi di gioia, dei suoi dubbi irrisolti, delle sue ansie e dei suoi tormenti. Tanto “umane” sono infatti le luci e le ombre della musica di Schubert, capace di esplorare ogni angolo dell’anima. Il suono delle ruote del mulino, onomatopea ricorrente di questo viaggio, è di volta in volta sinonimo di gioia, di spensieratezza, di turbamento, di inquietudine e perfino di morte. La metafora del viandante, che fin dal primo dei Lieder della serie fa la sua prepotente comparsa, ci racconta assieme allo scorrere del ruscello del tempo che fugge, ell’effimero della nostra esistenza, ma anche della enorme fortuna di chi può vivere la vita con una intensità pari a quella di mille altre vite. La musica di Schubert è capace di parlarci di vita, di amore, di morte con un linguaggio di una raffinatezza e acutezza estreme pur nella sua semplicità, ma allo stesso tempo con una sincerità che non può che commuovere e coinvolgere, perfino l’uomo di oggi

Ingresso / Ticket € 15,00 - ridotto) € 10,00 (riservato ai soci, ai minori di anni 18, agli over 65 e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto). Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)
Info e prenotazioni:
cameramusicaleromana@gmail.com
Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457
________________________________________________________________________________

Manuel Barrueco, Cesare Chiacchiaretta e I Solisti Aquilani: un prestigioso incontro musicale tra atmosfere classiche, visioni contemporanee e il tango di Piazzolla
Il concerto, inserito nella stagione musicale della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara", si terrà venerdì 24 gennaio 2020 al Teatro Circus

Venerdì 24 gennaio 2020, alle 21, il cartellone musicale della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" di Pescara prosegue con un concerto di altissimo prestigio che vede, sul palco del Teatro Circus, Manuel Barrueco, chitarra, Cesare Chiacchiaretta, bandoneon, e I Solisti Aquilani. Il programma si apre con “La via isoscele della sera” - prima esecuzione assoluta del brano con cui la compositrice Caterina Di Cecca ha vinto il IV Concorso Nazionale di Composizione “F. Agnello” nel 2018 - e prosegue con musiche di Mozart, Vivaldi, Respighi e Piazzolla. Il concerto si terrà al Teatro Circus di Pescara, con inizio alle ore 21. Il prezzo del biglietto di ingresso è di 20 euro. Il concerto è realizzato nell’ambito del Progetto Circolazione Musicale in Italia del CIDIM. Manuel Barrueco è riconosciuto in tutto il mondo come uno dei più importanti chitarristi, apprezzato per la maestria tecnica e per la straordinaria musicalità, con un suono seducente e doti liriche non comuni. Nato a Cuba, iniziò a suonare ad orecchio la chitarra a otto anni frequentando poi il Conservatorio della sua città natale. Trasferitosi negli USA, continuò gli studi a Miami e a New York ed entrò al Peabody Conservatory di Baltimora, dove oggi insegna. La sua intensa attività internazionale lo vede suonare ogni anno nelle più importanti capitali del mondo.  Il chitarrista ha registrato per EMI, in esclusiva, una dozzina di dischi. Il suo disco "Cuba!" è stato definito "uno straordinario risultato musicale" dal San Francisco Chronicle, mentre l'incisione del "Concierto de Aranjuez" di Rodrigo con Placido Domingo come direttore e la Philharmonia Orchestra è stata definita "la migliore registrazione di quest'opera" da " Classic CD Magazine". Il suo cd "Nylon & Steel" con il jazzista Al Di Meola, Steve Morse dei Deep Purple e Andy Summers dei Police è un'ennesima dimostrazione della sua grande versatilità. La sua più recente incisione "Concierto Barroco" ha ricevuto il Latin Grammy nella categoria "Best Classical Recording". Nel 2007 Barrueco aveva già ottenuto un Grammy come "Migliore esecuzione solistica" per il suo "Solo Piazzolla".  Manuel Barrueco ha suonato fra l’altro sotto la direzione di Seiji Ozawa, Esa-Pekka Salonen, Franz Welser-Möst e David Zinman, e il suo interesse all’arricchimento del repertorio chitarristico lo ha portato a collaborare con compositori contemporanei quali Arvo Pärt, Toru Takemitsu, Roberto Sierra e Steven Stucky. Nel 2011 è stato insignito del prestigioso premio “United States Artists Fellowship for Artistic Excellence”. Nato a Chieti, Cesare Chiacchiaretta si dedica sin da giovanissimo allo studio della fisarmonica per poi intraprendere ed affiancargli quello del bandoneon. Ha studiato con il Maestro Claudio Calista presso l'Accademia Musicale Pescarese, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio "N. Piccinni" di Bari nel 1995. In seguito si è perfezionato con maestri del calibro di Max e Christiane Bonnay, Vladimir Zubitsky e Mogens Ellegaard. Ha tenuto concerti per le più prestigiose società concertistiche in Italia e all'estero sia come solista che in varie formazioni cameristiche. È stato premiato nei più importanti concorsi nazionali ed internazionali di esecuzione solistica e cameristica, ottenendo tra gli altri il primo premio, nel 1993, al Concorso internazionale "Città di Castelfidardo" (da allora nessun italiano è più riuscito ad aggiudicarsi l'ambito riconoscimento). Si dedica da sempre con particolare dedizione alla musica di Astor Piazzolla della quale è un profondo conoscitore.  Ha suonato come solista con importanti orchestre e direttori, proponendo le più significative opere solistiche del suo strumento.  Nel 2006, sotto la direzione del Maestro Riccardo Muti,  ha suonato al Teatro dell'Opera di Roma con l'Orchestra Sinfonica "L. Cherubini" eseguendo musiche di Nino Rota. I Solisti Aquilani si costituiscono nel 1968 sotto la guida di Vittorio Antonellini. Il loro repertorio va dalla musica pre-barocca alla musica contemporanea. Hanno tenuto tournée in Italia, Africa, America, Europa, Medio ed Estremo Oriente e sono ospiti delle più prestigiose istituzioni musicali e sale da concerto del mondo. Importanti le collaborazioni con grandi musicisti quali Maurice André, Felix Ayo, Paul Badura Skoda, Hermann Baumann, Franco Mannino, Renato Bruson, Michele Campanella, Cecilia Gasdia, Severino Gazzelloni, David Geringas, Ilya Gruber, Vincenzo Mariozzi, Stefan Milenkovic, Massimo Quarta, Jean Pierre Rampal, Uto Ughi, Federico Maria Sardelli, Ottavio Dantone. Negli ultimi anni hanno suonato con Roberto Prosseda, Giuseppe Albanese, Gabriele Pieranunzi, Ramin Bahrami, Dee Dee Bridgewater, Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Bruno Canino, Salvatore Accardo, Umberto Clerici, Luis Bacalov, Giovanni Sollima, Vladimir Ashkenazy, Sergei Nakariakov, Mario Brunello, Anna Tifu, Shlomo Mintz, Egberto Gismonti, Richard Galliano, Manuel Barrueco, Vinicio Capossela. Hanno realizzato importanti progetti con Peter Eötvös, Lars Thoresen, Carla Fracci, Paolo Mieli, Piergiorgio Odifreddi, Walter Veltroni e John Malkovich. Ad aprile 2019 sono stati ospiti a Bruxelles, nella sede del Parlamento Europeo, e a Roma, a Palazzo Montecitorio, con il progetto "Una nuova stagione". Daniele Orlando è il violino di spalla. Dal 2013 la direzione artistica è affidata a Maurizio Cocciolito.  La Stagione Musicale della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" prosegue, venerdì 31 gennaio 2020 con il concerto del pianista Francesco Caramiello con il Quartetto Noûs: il concerto è realizzato in collaborazione con Fabbrini Pianoforti e presenta il nuovo modello di pianoforte Bechstein. La stagione artistica della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" è accompagnata dal supporto del Main Partner Fondazione PescarAbruzzo e dell'Istituto Acustico Maico.
________________________________________________________________________________

Sabato 11 gennaio 2019 ore 19
Palazzo Marchesale, Arnesano (Le)
Silvia CHIESA e Ludovica RANA
per il concerto inaugurale della II Stagione Concertistica
SFERE SONORE
prodotta dall’Associazione Musicale Opera Prima. Sei appuntamenti interamente dedicati al repertorio cameristico per strumenti ad arco


Durante la serata sarà presentata la Residenza Artistica SIAE per sette violoncellisti attraverso il bando Per Chi Crea. 

Ad Arnesano (Le) si semina musica sotto gli archi. Nel piccolo comune della provincia di Lecce già noto per il progetto di formazione strumentale inclusiva "Sistema Musica Arnesano” che, partito lo scorso anno nell’Istituto Comprensivo Vittorio Bodini, ha già consentito ad oggi l’assegnazione di uno strumento musicale (violino o violoncello) a 90 bambini del primo e secondo anno della Scuola Primaria, sabato 11 gennaio verrà inaugurata la seconda Stagione Concertistica SFERE SONORE prodotta dall’Associazione Musicale Opera Prima. Nella Sala Botte del Palazzo Marchesale di Arnesano alle ore 19, si terrà il primo di sei appuntamenti interamente dedicati al repertorio cameristico per strumenti ad arco. Protagoniste di questo avvio interamente dedicato al violoncello saranno Silvia Chiesa, tra le interpreti italiane più in vista sulla scena internazionale, con una fitta agenda di concerti e di registrazioni discografiche, e Ludovica Rana, giovane violoncellista salentina, direttore artistico di Sfere Sonore e direttore di SMA, nota per l’attivistica solistica e cameristica   che l’ha portata a numerose collaborazioni, tra le quali quelle con la sorella Beatrice Rana, Enrico Dindo, Pablo Ferràndez, Bruno Giuranna, Oleg Kaskiv, Francesco Libetta, Marcello Panni, Massimo Quarta, Danilo Rossi, Alessandro Taverna, Giovanni Sollima e, non ultima, quella con Silvia Chiesa. Nel primo appuntamento di Sfere Sonore eseguiranno la celebre Ciaccona in Re minore di J. S. Bach nella trascrizione per due violoncelli, le due Suite n° 3 e 4 per violoncello solo e la Suite Op. 16 di Popper per due violoncelli. “Sfere Sonore vuole offrire agli appassionati la possibilità di conoscere alcuni tra i più interessanti musicisti delle giovani generazioni e portarli per mano alla scoperta di un percorso musicale attentamente costruito per esaltare al meglio le singole personalità ospiti, i loro repertori e le formazioni strumentali. Sono molto lusingata di inaugurare personalmente la Stagione Concertistica Sfere Sonore con Silvia Chiesa, un’interprete così raffinata e poliedrica, tra le violoncelliste italiane più note a livello internazionale – dichiara Ludovica Rana – e soprattutto di poter dividere con lei la scena in un programma interamente dedicato al violoncello. Per me Silvia Chiesa è sempre stata un grande modello di riferimento, per la sua carriera concertistica, per la varietà del repertorio che propone e per l’intuito organizzativo”. Durante la serata verrà presentato un’altro importante progetto a firma Opera Prima, la Residenza Artistica per sette violoncellisti che si realizzerà grazie al contributo messo a disposizione dalla SIAE attraverso il bando Per Chi Crea. Specificatamente rivolto alla giovane creatività in ambito musicale, la residenza si svolgerà nei mesi di giugno e luglio 2020 nel Salento, con incursioni nei luoghi artistici del territorio che forniranno elementi di ispirazione ai giovani musicisti. Sarà coordinata dal Maestro Concertatore Andres Rodrigo Lopez e prevederà un concerto finale assieme al celebre violoncellista Giovanni Sollima. I partecipanti alla residenza saranno selezionati attraverso un bando nazionale con scadenza 31 Marzo 2020. Per i dettagli consultare il sito dell’Associazione Opera Prima al seguente link: https://www.associazioneoperaprima.com/residenza-siae/ Per Chi Crea è il programma che destina il 10% dei compensi per “copia privata” a supporto della creatività e della promozione culturale dei giovani. Nel 2018 hanno partecipato complessivamente al programma 2.289 progetti, Opera Prima fa parte dei 66 beneficiari per le Residenze artistiche. Dopo l’11 gennaio 2020, Sfere Sonore proseguirà il 1 febbraio  con Cristina Papini al violino d Federico Nicoletta al pianoforte.


Ticket ingresso Sfere Sonore 5 euro. Ingressi gratuiti riservati ai bambini partecipanti a Sistema Musica Arnesano. Per informazioni e acquisto biglietti sferesonore@gmail.com o 3342428633.


Nessun commento