Videoclip: Le Novità

Una raccolta dei principali videoclip in uscita, selezionata da Blogfoolk

Ballamundi il nuovo videoclip dei Kalàscima
in uscita in occasione della partecipazione al Tallin Music Week

Da oggi è disponibile su Youtube https://youtu.be/FHTfD-LXBkE il videoclip del brano Ballamundi dei Kalàscima, tra le formazioni di musica world italiane più apprezzate e riconosciute all’estero, in uscita in occasione della partecipazione al Tallin Music Week in Estonia. Ballamundi, che anticipa il nuovo disco dei Kalàscima in uscita a fine anno per Ponderosa, è un brano inedito, prodotto da Alberto Fabris, missato e masterizzato da Tim Oliver al Real World Studios di Bath in UK, che segna un ulteriore passo in avanti nella ricerca musicale del gruppo. Il brano infatti è una sintesi perfetta tra dialetto, tradizione salentina e sonorità elettroniche con un approccio rock and roll e moderno che da sempre contraddistingue i Kalàscima. Ballamundi è un brano fresco, coraggioso e sperimentale che scorre su una solida base ritmica in cui i pattern di elettronica di Enrico Russo si fondono con i tamburi che si muovono tra Pizzica e jungle: un mix audace con distorsioni, psichedelia e una inclinazione totale all’apertura. Il videoclip, con la regia Mario Bucci, vede numerosi personaggi danzare sulle note incalzanti e irresistibili del brano improvvisando passi e movimenti. Un ballo universale che unisce tutti e annulla ogni tipo di barriera o differenza. “ovunque suoniamo nel mondo si balla e tutti ballano con noi – dichiara Riccardo Laganà , fondatore dei Kalàscima - Non esistono differenze di lingua, religione, colore, professione, età. La musica accomuna tutti, è gioia, libertà, condivisione. Ballamundi è il mondo che balla”. Ballamundi esce in occasione della partecipazione dei Kalàscima al Tallin Music Week, importante music conference in programma dal 2 al 8 aprile nella capitale Estone. La formazione sarà impegnata in un doppio live realizzato con il sostegno di Puglia Sounds: il 6 aprile alle ore 16.30 sul City Stage nel centro della città e alle ore 22.30 al Vala Laba nel programma ufficiale degli showcase. La partecipazione al Tallin Music Week conferma la vocazione internazionale del gruppo che nel corso degli scorsi anni si è esibito al SXSW, Roskilde Festival, Colours of Ostrava, Mundial Montréal, Sziget Sound Festival e in numerosi tour che hanno toccato tutta Europa, Stati Uniti, Canada, Australia e Asia.

_________________________________________________________________________________

UGO GANGHERI & NOMADÌA
È online il video di ‘A VIA D’’O TIEMPO-TIMESTREET

È online, al link https://youtu.be/Lmb6eF-jOiE, il video di ‘A Via d’’o Tiempo-timestreet, il primo singolo estratto dall’album omonimo di Ugo Gangheri & Nomadìa. «Per uno come me – afferma Ugo Gangheri - che ha sempre il naso all’aria scrutando un infinito che non esisterà mai, se non nella propria fantasia, che ne partorisce latitudine e longitudine a piacimento, il concetto del tempo non può che trovarsi in sintonia con l’affermazione di Stephen Littleword: “Il tempo così come ce l'hanno insegnato non esiste, esiste un solo tempo: il qui e ora!”   ed il tempo che a sua volta è viaggio, trasforma la vita andando andando … come non potevo percorrerla ‘A Via d’’o Tiempo?». Il video di ‘A Via d’’o Tiempo-timestreet con Ugo Gangheri, Nando Paone e Kola Michael Bello Durojaiye è stato diretto da Claudio D’Avascio, con la produzione artistica di Michele Signore. «Conosco Ugo Gangheri da molti anni - racconta Nando Paone - e ne ho sempre apprezzato le sue doti artistiche musicali. Questo album è frutto appunto, della sua arte, ma anche della sua sensibilità verso quelli che hanno più bisogno di noi. Ed io, insieme a Ugo, a Giobbe, a Enzo Iacchettie a tutti quelli che, realizzandolo, hanno creduto e credono in questa espressione, ho fatto la mia piccola parte, dando il mio contributo, perché credo che proprio noi artisti, forti talvolta della nostra “visibilità”, possiamo e dobbiamo usare l’arte per trasmettere messaggi che siano portatori di quei valori che oggi rischiano di essere dimenticati». ‘A Via d’’o Tiempo-timestreet (Graf Music) con la produzione artistica di Michele Signore è uscito nel febbraio 2017.  11 brani che vedono il contributo artistico di Erriquez della BandaBardò, Enzo Iacchetti, Brunella Selo, Principe e SocioM, coro dei bambini del GOF di Timboni (Kenia). I ricavati delle vendite sono destinati al centro GOF di Timboni Watamu in Kenia. Attualmente il disco ha raccolto circa 4 mila euro che sono stati spediti a Mama Sussie, titolare di una casa di accoglienza per bambini nell’entroterra di Malindi, città del Kenya.  La produzione artistica è a cura di Michele Signore. (Per ordinare il disco scrivere ai volontari italiani: Angelica Berardinelli angiebe28@hotmail.com - Massimo Banfi maxbartwork@gmail.com). Tracklist: “Mbarate”, “‘O Sole e ‘a Luna”, “So parole”, “Stelle Antiche”, “Ll’anema”, “Ll’appuntamento cu ‘e nnuvole”, “‘E scie”, “‘E vvote penzo”, “‘O mbriaco”, “Puortame”, “‘A via d’ ‘o tiempo – timestreet”. Per ascoltare l’album https://soundcloud.com/ugo-gangheri

_________________________________________________________________________________

New Video from Afrika Mamas: Things Are Happening!


Afrika Mamas are proud to release their new video 'Lapha KwaZulu' filmed outside Durban in South Africa by Quintin Lee White. ‘Lapha KwaZulu’ translates as ‘things are happening’ and is a song about communal living and daily life on a traditional homestead in rural KwaZulu-Natal. People from rural areas of KZN are less fortunate than most. Some of them still don’t have electricity or proper toilets, which is why this song says: abanye debase bayitholimpucuko think sisadla ngoludala – ‘people who live in the suburbs have everything, and we are still struggling’. ‘Lapha KwaZulu’ is taken from the new Afrika Mamas album ‘Iphupho’ (The Dream  Song).  The album takes its name from the group leader Ntombi Lushaba's dream to take Afrika Mamas' music to the world, with the legendary Ladysmith Black Mambazo as her inspiration. Finally, her dreams came true when they recorded this album in the Durban studios owned by one of the sons of Joseph Shabalala, the lead singer of Ladysmith Black Mambazo.
_________________________________________________________________________________

 COME UN ALBERO D’INVERNO
ON LINE IL NUOVO VIDEO DI LUISA COTTIFOGLI
“Ora mi rendo conto che qui ho riunito le due passioni che mi accompagnano da sempre: Natura e Voce” Luisa Cottifogli

Come un albero d'inverno è il brano che dà il titolo all’ultimo album di Luisa Cottifogli, un lavoro dedicato alla montagna, al nord, all’inverno e metaforicamente alla vita dell’essere umano. “Come un albero d’inverno/che non vive ma non muore/ho perduto le mie foglie/ma non mi si ghiaccia il cuore” è una sorta di mantra che dà voce alla grande Quercia co-protagonista, assieme all’artista, del video omonimo. Negli attimi che precedono l’inizio del brano, Luisa cammina nei sotterranei di una metropolitana, incontrando “casualmente” Gabriele Bombardini chitarra alla mano, sperduto anche lui in questo luogo non luogo dove non c’è spazio per natura e umanità, dove al posto della musica sono possibili solo rumori. In realtà Gabriele Bombardini ha uno spazio ben preciso e importante in questo lavoro discografico, essendone co-produttore e avendone realizzato le riprese del suono, gli arrangiamenti e tutto ciò che è elettronica e chitarre. Le prime note vocali accompagnano i passi di Luisa Cottifogli nella neve, alla ricerca delle proprie radici: queste sono profondamente ancorate alla terra, come quelle dell’antica Quercia sotto la quale lei si addormenta. E il sogno, per lei e per ognuno di noi, è quello che si sciolga il ghiaccio e torni la stagione nella quale poter rimettere le foglie. Il videoclip è stato girato da Andrea Bernabini (artista visivo che da vari anni lavora con Luisa anche nei live) nella metropolitana di Milano e poi attorno ad una grande antica Quercia che si trova sulla strada che da Fontanelice, valle del Santerno, sale verso Sassoleone, un luogo incantato fra Romagna, Emilia e Toscana, dove Luisa abita dedicandosi a piante e animali. La sua musica e le sue voci nascono da questo silenzio.

_________________________________________________________________________________


_________________________________________________________________________________

GIULIO CANTORE 
Il nuovo video è A Mare

Esce oggi A Mare, il nuovo video di Giulio Cantore, cantautore e liutaio. Il video è stato girato tra le opere di Alessandro Casetti all’interno della mostra "aMareaMare" in allestimento al museo della marineria di Cesenatico. Il brano è contenuto nell’album Derive (Bajun Records, 2017), per la cui realizzazione Cantore ha suonato strumenti che lui stesso ha costruito negli ultimi due anni: chitarra flamenca, Weissenborn (o chitarra Hawaiiana), una chitarra acustica baritona, un cavaquinho portoghese, una chitarra soprano.

_________________________________________________________________________________

IACAMPO
"LA VITA NUOVA” single digital
Nuovo singolo e video anticipatori dell’album “Fructus" in uscita ad Aprile

A 3 anni dal precedente “Flores" ecco tornare gli Iacampo con un nuovo disco, FRUCTUS,  anticipato dal singolo “La Vita Nuova” disponibile dal 9 Marzo su tutte le piattaforme digitali tra le quali Spotify.


Musicalmente eclettica “La vita Nuova” è una canzone che suona diversa dal resto delle produzioni italiane. Iacampo cerca da sempre di semplificare la complessità dei linguaggi dei nostri tempi, praticandoli tutti e mischiandoli in un frullato vitaminico e universale. Il suono si è arricchito di nuovi elementi caratteristici tra i quali spiccano su tutti i campionamenti e i suoni di Gui Amabis, artista e produttore brasiliano che ha lavorato a braccetto con Iacampo durante tutta la produzione del disco. Suoni misteriosi, metropolitani e naturali si mischiano solcando il confine tra la civiltà e il selvaggio, quel punto in cui la città si espande nel deserto e la foresta ruba metri quadrati al cemento. Tanto c'è la voce di Iacampo che riporta sempre ad una dimensione familiare, ad un rifugio per l’anima. Fructus, il nuovo album di Iacampo, verrà pubblicato da Urtovox ed Ala Bianca group nel corso del mese di Aprile.
_________________________________________________________________________________

CARLO MERCADANTE IL NUOVO SINGOLO IN TESTA ALLA CLASSIFICHE
Una moderna “L’avvelenata”: una feroce parodia del mondo musicale di questi anni, dei talent, dei meccanismi e dei linguaggi- Esce accompagnato dall’ironico video di Emanuele Torre.

Una feroce parodia del mondo musicale dei nostri giorni, un j’accuse a discografia, talent, tendenze e linguaggi. “In testa alle classifiche”, il nuovo singolo di Carlo Mercadante, potrebbe essere definito la nuova “L’Avvelenata”. E’ un incalzate speech con un impianto dance rock, che esce oggi, 12 marzo, accompagnato da un video in cui la telecamera di Emanuele Torre documenta, sempre con ironia, le frustrazioni, le umiliazioni e i compromessi di artista che vuole arrivare in alto. Il cantautore siciliano ci ha abituato alle sue idee originali e sempre un passo avanti. Mercadante è quello che ha inventato il disco a rate, per superare la crisi delle vendite, o l’Agri cool tour, tournée musicale (adesso contest) negli agriturismi e negli ambienti rurali per porre rimedio alla mancanza di spazi per i live. Da qualche mese ha voluto superare anche il problema legato alle etichette discografiche creandone una tutta sua (Isola Tobia Label) che, al momento, vede nel suo roster già sette artisti. Title track del suo nuovo lavoro discografico, “In testa alle classifiche" è un po’ il manifesto di quello che il disco, in uscita il 26 marzo, racconterà. Infatti ci troviamo di fronte ad  un divertente quanto spietato concept-album sui tentativi di un cantautore di arrivare proprio lì, “In testa alle classifiche”,.
_________________________________________________________________________________

BAUSTELLE
VERONICA, N.2  è il primo singolo estratto da L'AMORE E LA VIOLENZA VOL.2
il nuovo album in uscita il 23 marzo.


Pubblicato oggi anche il videoclip del brano, disponibile in tutte le piattaforme digitali al link https://baustelle.lnk.to/VeronicaN2 

Romanticismo, ardore, spietatezza e sofferenza sono le caratteristiche di  “Veronica, N.2”, il primo singolo dei Baustelle, in radio e negli store digitali da oggi, venerdì 2 marzo, che anticipa il nuovo album “L’amore e la violenza vol.2 - dodici nuovi pezzi facili” in uscita il 23 marzo in formato digitale, cd ed LP. Da oggi, al link https://www.youtube.com/watch?v=ZgcA7eEGvPI è online anche il videoclip del brano, realizzato da Ground’s Oranges con la regia di Zavvo Nicolosi: La canzone è stata proposta più volte dal vivo durante il tour del 2017, riscuotendo immediatamente un grande successo tra i fan e diventando una sorta di brano di ”culto”: “E’ una canzone nata all’inizio dello scorso tour, ci siamo sfidati a suonarla nei concerti perché nel soundcheck ci dava grande energia e abbiamo scoperto che quella stessa energia aveva seconda vita nella reazione del pubblico, nonostante nessuno l’avesse mai ascoltata prima. “Veronica n.2” è proprio una semplice canzone d’amore”. Una canzone d’amore che, insieme alle altre undici, porta in primo piano il racconto amoroso presente in tutto il nuovo album: 12 nuovi pezzi facili che esplorano in modo specifico il campo d'azione privilegiato della musica leggera italiana: quello della pura “love song”. “L’amore e la violenza vol.2” è prodotto artisticamente da Francesco Bianconi, mixato da Pino “Pinaxa” Pischetola e pubblicato da Warner Music.
_________________________________________________________________________________

GERARDO POZZI
ESCE OGGI “UN’IDEA DI GALERA”, IL SINGOLO CHE ANTICIPA L’ALBUM  “SONO UNA BRAVA PERSONA”

Una  riflessione tragicomica, un tira e molla tra costo per agiatezze esteriori e prezzo pagato per ricchezze interiori. Si intitola “Un’idea di galera” ed è il singolo che anticipa l’album “Sono una brava persona”, terzo lavoro discografico del cantautore Gerardo Pozzi, in uscita il 9 aprile per Isola Tobia Label. Tra un elenco e l’altro di personaggi che popolano questo mondo sempre più immaginario (“ogni riferimento a persone e fatti realmente esistiti è puramente casuale”, dice Pozzi), si fanno considerazioni sulla situazione propria e su quella sociale. “Sono una brava persona” contiene quindici canzoni, fotografie, “momenti veri di un mondo zoppo”, il mondo dei non visti e dei non desiderati, che è anche quello degli spaventati negli affetti. “Il titolo – dice Pozzi – è stato ‘democraticamente imposto’ durante una seduta di psicologia, quando, dovendo per esercizio pronunciare proprio questa frase, ho avuto letteralmente un blocco emotivo. “Il prossimo album lo intitolerà così, allora!” è stata l’amorevole proposta della psicologa. E così è andata”. Il singolo esce accompagnato da un video che porta la firma di Emanuele Torre.

________________________________________________________________________________

KONG ONLINE IL VIDEOCLIP DI DIEGO NOTA

E’ on line “Kong”, il primo videoclip estratto dal nuovo lavoro discografico di Diego Nota, Esercizi per scomparire, in uscita venerdì 6 aprile. Il video di Kong non ha trama, non vuole raccontare nulla, ma propone una serie di immagini in cui i protagonisti perdono l'equilibrio; zoppicano, non riescono a reggersi in piedi e non riescono a raggiungere alcun punto d'appoggio: stanno quasi per crollare a terra, stanno per cedere, ma non riescono a cadere, camminano a stento. Così come i protagonisti della canzone, sono poveri ed insospettabili, senza carisma, mortificati dalla loro rinuncia di aver voluto in qualche modo emergere. Portano delle maschere perché fanno parte dell'anonimo che li circonda. Sono prede del loro stesso fallimento, sono tutti “strafatti di malinconia”. “Avevamo da poco iniziato le riprese e non avevo idea di come realizzare il video, racconta Diego Nota. Mentre stavamo girando la prima scena sono caduto su una pietra e ho sbattuto la testa, fortunatamente non mi sono fatto nulla, ma ho capito che uscirne illesi di per sé poteva essere già un buon punto di partenza”.

_________________________________________________________________________________

LA PANCIA E’ UN CERVELLO COL BUCO
ONLINE IL VIDEOCLIP DI GABRIELLA MARTINELLI
  
E’ on line “La pancia è un cervello col buco”, title track e primo videoclip estratto dal nuovo disco di Gabriella Martinelli, in uscita venerdì 20 aprile. “La pancia è un cervello col buco” è un progetto crossover che con toni decisi racconta di donne, arricchito dai disegni di Antonio Sileo, in arte Pronostico. L’album è registrato in presa diretta, dal sound minimale ma deciso. Gabriella canta storie, lo fa con ironia e con la sua voce importante, racconta i luoghi, i suoni e i colori che hanno formato la sua crescita artistica. “Erica oscilla tra punk e reggae, schiava de “la sua pancia”, alla ricerca morbosa della ragione – racconta Gabriella. Il grande emblema del secondo cervello, il cervello col buco, è protagonista di una storia disegnata sulle pance in movimento. Regola emozioni, ricordi, il piacere e un'interessante dose di follìa”. Il disco sarà presentato con un concerto full band domenica 22 aprile, al tramonto, al Monk Roma.

_________________________________________________________________________________

CRIFIU
Online il videoclip ufficiale del nuovo singolo
“IL CLOWN DI ALEPPO”

Da oggi, lunedì 16 aprile, è online Il videoclip ufficiale de “IL CLOWN DI ALEPPO”, il nuovo singolo della band salentina CRIFIU, prodotto da Dilinò e distribuito da Believe. Il video è un viaggio di rinascita e di risveglio, dove i bambini, tra le macerie della guerra, “riconquistano” gli spazi di Umanità e Dialogo. Il video del singolo, prodotto da Dilinò e diretto da Behashtag, è online al link.  Dopo il successo di “Rock & Raï” e “Al di là delle nuvole” dei precedenti album, i Crifiu sono tornati con il nuovo singolo “Il Clown di Aleppo”, prodotto artisticamente insieme ad Arcangelo Kaba Cavazzuti (ex Vasco Rossi, Biagio Antonacci, Modena City Ramblers), un brano che anticipa l’uscita del prossimo lavoro discografico e che unisce le sonorità della world music internazionale al pop più originale, con una scrittura poetica e attenta al circostante, nel pieno stile della band salentina. Il brano, disponibile su tutte le piattaforme streaming e nei digital stores,  è prodotto da Dilinò e distribuito su tutte le piattaforme streaming da Believe. I CRIFIU partono con il loro TOUR 2018 che li vedrà impegnati in tutta Italia con un nuovo coinvolgente spettacolo live. Il brano “Il Clown di Aleppo” è un canto di speranza che si ispira alla storia di Anas, il giovane volontario vestito da pagliaccio che, nonostante la guerra in Siria, aveva deciso di rimanere ad Aleppo per regalare un sorriso ai bambini, tra le bombe e le macerie, finendo egli stesso vittima dei bombardamenti. «Nei luoghi “culla della civiltà” - racconta la band - la civiltà, oggi, perisce ogni giorno. In quella parte di Medio Oriente -un tempo chiamata “Mezzaluna fertile” dove è nata l’agricoltura e sono sorte le grandi civiltà, terra fertile per la storia dell’Uomo e luogo di nascita di città tra le più antiche della Storia- la guerra sta distruggendo tutto, il Passato, il Presente e il Futuro.  Ad Anas e a tutti gli artisti, clown e volontari che mantengono un filo di speranza nell’Inferno della guerra. A loro e ai bambini e a tutte le vittime innocenti dei conflitti di questa terra cantiamo un brano di rinascita e di risveglio in un videoclip dove i bambini riaccendono la Luce e “riconquistano” gli spazi dell’Umanità e del Dialogo, della Speranza e dell’Amore». I CRIFIU sono una band salentina formata da Andrea Pasca (voce), Luigi De Pauli  (corde e synth), Sandro De Pauli (fiati e programmazioni), Antonio Donadeo (batteria e drum machine) e Valerio Greco (basso elettrico). La band dall’originale identità sonora (un incontro tra pop, rock, elettronica, world music e melodie mediterranee) pubblica nel 2015 l’album “A un passo da te” (Dilinò/Self) che vede la produzione artistica di Kaba Cavazzuti (già collaboratore di Vasco Rossi e Biagio Antonacci) e conferma la freschezza del progetto e, al tempo stesso, la sua maturità artistica. La band (che vanta collaborazione con Sud Sound System, Modena City Ramblers, Massilia Sound System, Asian Dub Foundation e tanti altri) con il suo precedente album “Cuori e Confini” (2012 - Dilinò/Goodfellas)  si è fatta conoscere a livello nazionale con il singolo Rock & Raï (feat. Sud Sound System, un brano di portata popolare, conosciuto e cantato dal pubblico di tutta Italia e il cui videoclip ufficiale, girato tra il Marocco e il Salento, viaggia verso i tre milioni di visite https://youtu.be/RdVYUKCwhJE), rendendosi protagonista dei maggiori festival internazionali (in primis il Concertone del Primo Maggio di Roma nell'edizione 2013 vincendone il festival correlato e nell'edizione 2014 nel cast ufficiale, lo Sziget Festival di Budapest e un ricco cartellone live in giro per l'Italia nei più importanti festival nazionali). La band ha confermato la sua originalità con i singoli “Al di là delle nuvole” (con ospiti i BoomdaBash e tra le hit più richieste nel live della band), “Un'estate così” (brano radiofonico ed estivo tra i più amati del pubblico), “A un passo da te” (title-track e brano di presentazione dell’album), “Ora et Labora” (sul mondo del lavoro), “Non fermare mai” (dove la storica nevicata sul Salento fa da scenario naturale al videoclip suscitando un grande interesse tra media e social network). Numerose le compilation in cui i brani dei CRIFIU sono stati inseriti e tante le collaborazioni e sodalizi artistici della band a livello nazionale e oltre confine.


Posta un commento