Festival Canzone D'Autore

I principali festival dedicati alla canzone d'autore e al rock

RACCONTAMI 2017
PAVIA – PIAZZA DELLE TORRI (Piazza Leonardo Da Vinci)
21 e 22 maggio
UN VIAGGIO TRA IL SUD E IL ‘77

Due serate di musica e racconti a Pavia per viaggiare con la fantasia. Viaggiare a sud del mondo, dove nascono il ritmo e i canti, dove la tradizione popolare entra nelle case e si fa festa o rivolta nelle piazze. Oppure viaggiare indietro nel tempo, e ritrovarsi esattamente 40 anni fa, nel caldo 1977 che fu una stagione travagliata e controversa, tra terrorismo e trame oscure, ma anche una delle ultime derive di libertà e sogni giovanili. Domenica 21 e lunedì 22 in piazza Delle Torri (Piazza Leonardo Da Vinci) va in scena “Raccontami”, due eventi in cui le note e le parole di sportivi e testimoni ci accompagneranno in un viaggio inedito e fantastico. Campioni senza tempo come Pierluigi Marzorati, Beppe Furino, Pedro Pablo Pasculli, uomini di penna e di parola come Roberto Beccantini, Matteo Dotto e Freddie del Curatolo rievocheranno fasti di vittorie italiane all’estero e di una Juventus che faceva sognare come quella di oggi, il tocco di leggerezza di Urs Althaus, il mitico Aristoteles de "L'allenatore nel pallone" che ci ricorda l'importanza di saper ironizzare sul gioco più bello del mondo. Gruppi storici come gli italiani Gang e i canadesi Paperboys ripercorreranno i sentieri che dall’America latina portarono alle grandi piazze d’Europa e le emozioni dell’anno in cui morì il rock and roll e nacque il punk. Con la partecipazione straordinaria di uno dei cantautori più importanti e dimenticati della nostra Penisola, Enzo Maolucci che scrisse “Torino che non è New York”. Completano il cast artistico il cantautore brianzolo Lorenzo Monguzzi, il bluesman senegalese Marius Seck e la cantantessa siciliana Beatrice Campisi. L’appuntamento con il viaggio è domenica dalle 17 alle 21 e lunedì a partire dalle 21. Tutti gli spettacoli sono a ingresso libero. Preparate le valige e metteteci dentro cuore, calore e curiosità. Ma lasciate un po’ di spazio per ricordi e tante sorprese!

Domenica 21 maggio
I Sud del Mondo: passioni, calore, povertà, migrazioni.
I Sud dello Sport: garra, estro, poesia, Maradona. I Sud della Musica: ritmo, colore, sensualità, rivoluzione.
Come Pavia per la multietnica Milano, c’è sempre un luogo o una storia che sta più a Sud della nostra Anima. Viaggiare a sud del mondo, dove nascono il ritmo e i canti, dove la tradizione popolare entra nelle case e si fa festa o rivolta nelle piazze. Tutto questo domenica dalle 17 alle 21 in Piazza delle Torri a Pavia per la Rassegna Raccontami con: Los Peperboys (Mexico/Canada), Beatrice Campisi (Sicilia), Lorenzo Monguzzi (Mercanti di Liquore), Pedro Pablo Pasculli (campione del mondo Argentina 86), Aristoteles (il “negro svizzero” de L’Allenatore nel Pallone), Marius Seck (Senegal), The Gang (Marche),Matteo Dotto(giornalista sportivo) eFreddie del Curatolo (Kenya).  Un pomeriggio di musica e storie con un denominatore comune dal profondo del nostro cuore, il primo dei due appuntamenti con Raccontami che prosegue lunedì sera con uno spettacolo interamente dedicato al 1977 con grandi ospiti del mondo dello Sport e della Musica e altre sorprese.

Lunedì 22 maggio ore 21
Elvis, i Sex Pistols e la grande Juve. Il 1977 a Pavia, come se fosse oggi
Una Juventus stellare che vince lo scudetto e approda a una finale europea contro una squadra spagnola, un’Italia in crisi che vorrebbe affidarsi a uomini e idee nuove per risorgere, grandi icone della musica che lasciano un vuoto incolmabile, il terrore omicida nelle strade e nelle piazze, anche se Milano, Roma e Torino non sono New York né il Medio Oriente. Non sembrano “Storie di ieri”, come canta De Gregori, ma di oggi.  Eppure stiamo parlando di quarant’anni fa. Il 22 maggio 1977 i bianconeri allenati da Trapattoni vincono lo scudetto con un punto in più del Toro del capocannoniere Ciccio Graziani. Quattro giorni prima a Bilbao hanno trionfato nella prima competizione europea, la Coppa Uefa. Il terrorismo delle Brigate Rosse insanguina il Paese, un esercito di cantautori spara le poesie in musica più intense di tutta un’epoca mentre muore il re del rock and roll Elvis Presley. Per raccontare lo sport, la musica, i pensieri e la vita di quarant’anni fa, sul palco di piazza delle Due Torri a Pavia per la rassegna “Raccontami”, lunedì 22 maggio ci saranno il giornalista Roberto Beccantini, che era alla finale di ritorno a Bilbao, Beppe Furino, capitano di quella Juve, il grande cestista Pierluigi Marzorati che vinse con la Forst Cantù la Coppa delle Coppe.  Agli storici Gang il compito di rivivere la stagione musicale dei cantautori (proprio quest’anno è uscito l’album di cover dal titolo “Calibro 77”), i canadesi Paperboys saranno la colonna sonora del passaggio di consegne epocale tra il rock e il punk dei Clash e dei Sex Pistols, e infine il ritorno di uno dei cantori più ribelli e meno allineati di quegli anni, Enzo Maolucci che cantava “Torino non è New York”. Una serata unica che ci riporterà indietro ad un tempo così distante ma così vicino a noi e ai nostri sentimenti. Domenica pomeriggio (dalle 17 alle 19, ingresso libero, Piazza delle Torri) ci sarà un’anteprima in musica dedicata ai Sud del Mondo con i Gang, Paperboys, Lorenzo Monguzzi, Beatrice Campisi, Freddie Del Curartolo dal Kenya, il bluesman senegalese Marius Seck, il giornalista Matteo Dotto e Aristoteles.

INGRESSO LIBERO

Evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pavia 
Infoline: +39 338 5901699
_____________________________________________________________________________

Puglia Sounds
Riprendono Puglia Sounds Export, Puglia Sounds Live e Puglia Sounds Record con una nuova impostazione Young e Green
Da giovedì 8 a domenica 11 giugno 2017 Medimex Special Edition
Attività professionali, incontri d’Autore, panel, workshop, attività di networking, 
Puglia Sounds Musicarium, Songwriting Camp Medimex 2017 e mostre

Primi ospiti confermati: Iggy Pop e Solange, uniche date in Italia, e Salmo

Ripartono le attività di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese e coordinato da Cesare Veronico, con elementi innovativi capaci di incidere in maniera ancora più strutturale nello sviluppo del comparto musicale pugliese ed essere al passo con un mercato in costante cambiamento.  Creazione artistica, Impresa, Consumo sono i temi al centro della nuova programmazione 2017 che saranno sviluppati attraverso 8 parole chiave: accompagnamento alle imprese e allo sviluppo della Filiera, Young, diffusione digitale, maturità professionale, Green, accessibilità, sostenibilità economica, e infine multidisciplinarietà. Parole chiave che costituiscono lo scenario nel quale si sviluppa la strategia e si realizzano le attività rivolte all’intero sistema musicale regionale: dalla creazione artistica, alla programmazione (live regionale, nazionale e internazionale), dalla diffusione (distribuzione discografica fisica e digitale) alla fruizione. Importante novità è rappresentata  dall’introduzione dei concetti  Young,  attenzione ai più giovani con attività di accompagnamento alle professioni della musica, che pervaderà tutte le attività e Green, ecosostenibilità e musica, che si svilupperà favorendo la programmazione di concerti ed eventi ad impatto zero che valorizzeranno beni culturali e paesaggisti pugliesi.  Una nuova impostazione  destinata a dare forte impulso alla crescita della filiera e un orizzonte a lungo termine delle politiche di sviluppo del sistema musicale pugliese. Il nuovo progetto di Puglia Sounds si inserisce nel percorso di Piiil Cultura, Piano Strategico della Cultura per la Puglia, confermandosi come uno dei pilastri della strategia di sviluppo della Regione Puglia. La nuova programmazione è realizzata in sinergia con il Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia, con Apulia Film Commission e Puglia Promozione al fine di ottimizzare risorse e rendere maggiormente efficaci i risultati. Il progetto si sviluppa attraverso quattro assi principali: Puglia Sounds Export, Puglia Sounds Record, Puglia Sounds Live e infine Medimex. Puglia Sounds Export, l’asse di intervento finalizzata all’internazionalizzazione del sistema musicale regionale, continuerà ad essere centrale nell’azione di sviluppo di Puglia Sounds e sarà focalizzata sull’incremento della presenza e della visibilità all’estero della cultura musicale pugliese e sulla formazione e accompagnamento alle imprese. Un insieme di azioni che prevede: la partecipazione di artisti e operatori pugliesi alle più importanti fiere/music conference internazionali (avviso pubblico disponibile sul sito web pugliasounds.it con la possibilità di partecipare ad importanti eventi in 9 Paesi e la possibilità di proporre la partecipazione a qualunque music conference mondiale);  realizzazione di accordi con i più importanti network internazionali (già rinnovati gli accordi con Europe Jazz Network, I-Jazz e European Forum of Worldwide Music Festival finalizzati alla circuitazione di progetti musicali); realizzazione di focus/vetrine internazionali per la promozione del sistema musicale regionale; realizzazione di una programmazione internazionale della musica pugliese (avviso pubblico Puglia Sounds Export già pubblicato con una porzione di budget destinata agli artisti più giovani) e attività  di formazione per imprese e operatori nella fondamentale fase di internazionalizzazione. Puglia Sounds Live avrà invece come nuova strategia quella di potenziare, stimolare e strutturare la domanda attraverso un’offerta musicale destagionalizzata, in rete, qualificata e sostenibile, giovane, verde e accessibile. In programma azioni destinate ad aumentare la visibilità del comparto live pugliese, una programmazione in tutti i periodi dell’anno e attività di formazione d’impresa rivolte ad operatori e artisti. Puglia Sounds Record prevede un potenziamento del settore della produzione musicale attraverso l’utilizzo di strumenti più adeguati e avanzati e un attento confronto con le evoluzioni del mercato discografico globale. In questa direzione le attività prevedono di incentivare la produzione musicale discografica, fisica e digitale con particolare attenzione agli artisti esordienti, che diffonda la cultura musicale pugliese, favorire la realizzazione di videoclip e strumenti innovativi, favorire la diffusione digitale delle produzioni artistiche pugliesi e la realizzazione di compilation promozionali con distribuzione nazionale ed internazionale. Medimex: Connessione, internazionalizzazione, formazione, accompagnamento. Sono queste le parole chiave di Medimex 2017 che da quest'anno diventa International Festival & Music Conference. Quattro giorni, da giovedì 8 a domenica 11 giugno 2017, per confrontarsi sulle opportunità del mercato nazionale e internazionale, ragionare sulle sfide che le nuove tecnologie impongono, creare reti, promuovere il proprio lavoro. Quattro giorni in cui gli operatori pugliesi potranno incontrare direttori di festival, responsabili di agenzie, etichette discografiche, stakeholder internazionali. Tutto questo sarà Medimex che sceglie di abbandonare la dimensione di salone espositivo per entrare in contatto e diffondersi sul territorio, invadere la città, la regione. Così uno degli appuntamenti più attesi del calendario regionale cambia, e se da un lato consolida le buone prassi già avviate dall'altro punta a esplorare nuovi orizzonti.  Importante la sezione professionale con attività rivolte a giovani, artisti, operatori e imprese della filiera musicale regionale finalizzate alla crescita, internazionalizzazione e sviluppo professionale dell’intero comparto. Puglia Sounds Musicarium, una scuola dei mestieri della musica con autorevoli docenti che terranno lezioni rivolte ai più giovani; Songwriting Camp Medimex 2017,  in cui i giovani musicisti pugliesi potranno lavorare sul versante artistico a stretto contatto con affermati autori e produttori della scena italiana; appuntamenti di networking e B2B per gli operatori pugliesi, workshop e panel sui principali temi della mondo della musica. Fitto il calendario di eventi in programma nei tre giorni. Al Castello Svevo di Bari l’esclusiva italiana della mostra "David Bowie & Masayoshi Sukita: Heroes ‐ 40° anniversario", a cura di ONO Arte Contemporanea, che presenta per la prima volta in Italia oltre 20 fotografie del Maestro Masayoshi Sukita -  che sarà a Bari - scattate nel 1977 durante la visita di David Bowie e Iggy Pop in Giappone. E ancora incontri d’Autore con importanti artisti italiani, Il Mercato del vinile e delle etichette indipendenti, presentazioni, djset e numerose attività collaterali. Importante anche la programmazione live del Medimex: due palchi, con il main stage posizionato a Parco Perotti, ospiteranno grandi nomi della musica internazionale. Il 10 giugno l’ ospite d’eccezione del Medimex 2017 special edition sarà Iggy Pop, con un imperdibile concerto ad ingresso gratuito, unica data italiana, nell’anno del quarantennale dei capolavori Lust for Life e The Idiot.  Variegata la proposta che spazierà dal Rock al Jazz passando per Hip Hop, Elettronica e Soul con numerosi ospiti italiani e internazionali tra i quali il rapper Salmo. Gran chiusura dei live domenica 11 giugno nel prestigioso Teatro Petruzzelli con il concerto di Solange, unica data in Italia,  regina indiscussa della nuova scena R&B.  Protagonista anche la musica pugliese con una serie di produzioni originali  che debutteranno sui palchi del Medimex 2017 grazie ad uno specifico avviso pubblico pubblicato da Puglia Sounds nelle scorse settimane i cui risultati saranno annunciati nei prossimi giorni. 


I live del Medimex 2017
Iggy Pop - Slowdive - Solange - Tricky – Salmo - Jessy Lanza - Gilles Peterson - Jazzanova - Gemitaiz, MadMan & Priestess - Laioung - Nicola Conte, Gianluca Petrella e Raffaele Casarano - Municipale Balcanica - Edro & Richard Sinclair - Serena Brancale - Comagatte & South Cypher Alliance

Iggy Pop, Slowdive, Solange, Tricky, Salmo, Jessy Lanza, Gilles Peterson, Jazzanova, Gemitaiz, MadMan & Priestess, Laioung, Nicola Conte, Gianluca Petrella e Raffaele Casarano, Municipale Balcanica, Serena Brancale, Edro & Richard Sinclair, Comagatte & South Cypher Alliance. Sono gli ospiti dei live del Medimex 2017 special edition, International Festival & Music Conference rivolta agli operatori del settore e al grande pubblico, promossa da Puglia Sounds in programma a Bari da giovedì 8 a domenica 11 giugno 2017. Un fitto programma di concerti ad ingresso gratuito (fatta eccezione per il concerto di Solange i cui dettagli saranno comunicati nei prossimi giorni) su vari palchi, che porta in Puglia numerose stelle della musica italiana ed internazionale per un programma live che attraversa i generi, dal Rock al Jazz passando per Hip Hop, Elettronica e Soul, offrendo esclusive italiane, anteprime e produzioni inedite di artisti pugliesi. “Un nuovo tassello delle politiche culturali della Regione Puglia che da una parte crea una importante occasione di aggregazione per i cittadini pugliesi– afferma l’assessore alle Industrie Turistiche e Culturali della Regione Puglia Loredana Capone – e richiamo per turisti italiani e stranieri e dall’altra rappresenta una vetrina fondamentale per il sistema e le imprese musicali pugliesi”. “Con i live e le attività del Medimex offriamo un programma eterogeneo per rispondere ai gusti e intercettare varie fasce di pubblico - dichiara il coordinatore di Puglia Sounds Cesare Veronico – dagli amanti del rock ai giovani appassionati di rap, passando per quelli del jazz, soul, funk ed elettronica.  Il Medimex apre la stagione dei festival estivi di ogni genere musicale sempre più affermati a livello nazionale ed internazionale”. Venerdì 9 giugno il main stage in Piazza Prefettura a Bari ospita alle ore 20.30 Edro & Richard Sinclair, produzione inedita in prima assoluta della formazione pugliese composta da Tony Colonna, Davide Morelli, Antonio Santoro e Leonardo Consoli affiancati Richard Sinclair, tra i protagonisti della scena progressive di Canterbury.  Alle ore 21.20 in scena Tricky, il ritorno in Puglia uno dei protagonisti dell’ondata Trip Hop che negli anni ’90 ha travolto le scene musicali mondiali; alle ore 22.40  in anteprima italiana gli Slowdive, sulle scene dopo 22 anni per presentare il disco omonimo accolto in maniera entusiastica dalla critica mondiale. Sul palco di Largo Giannella alle ore 21.35 Nicola Conte, Gianluca Petrella e Raffaele Casarano presentano Spiritual Galaxy, produzione inedita in prima assoluta di tre tra i più apprezzati e riconosciuti jazzisti pugliesi: alle ore 22.25 Jessy Lanza, producer e cantante canadese con le sue sonorità elettroniche sta conquistando le classifiche di mezzo mondo e alle ore 23.35 spazio al rapper Salmo, tra i più amati della scena italiana che al Medimex apre il suo Hellvisback Summer Tour che farà  tappa in tutta Italia. Chiusura della serata a Torre Quetta con il dj set di Gilles Peterson, tra più apprezzati dj e radio host in circolazione con un irresistibile selezione musicale. Sabato 10 giugno sul main stage in Piazza Prefettura ore 20.30 Municipale Balcanica in Transilvania Party Hard, produzione inedita in prima assoluta del gruppo pugliese che da anni calca le scene dei principali festival world italiani ed internazionali. Alle ore 22.20 in scena l’ospite eccezione di questo Medimex, Iggy Pop, a Bari per l’unica data italiana nell’anno del quarantennale dei capolavori Lust for Life e The Idiot. Il palco in Largo Giannella intermante dedicato alla musica Hip Hop ospita : alle ore 20.45 opening act Comagatte & South Cypher Alliance, produzione originale della 24enne rapper di Molfetta Comagatte accompagnata dal collettivo composto da Red Hat, Panico, Torto, Il Nano, Walino e Ufo. Alle ore 21.35 Laioung, astro nascente della Trap italiana con milioni di visualizzazioni su Youtube e prestigiose collaborazioni, alle ore 22.30 in scena Gemitaiz, MadMan & Priestess, concerto esplosivo che riunisce due campioni della scena rap italiana e la giovanissima rapper pugliese considerata nuova promessa italiana.  Chiusura della serata a Torre Quetta con il dj set di Jazzanova e Nicola Conte, due imperdibili dj set del celebre collettivo tedesco e del  jazzista pugliese più noto nel Mondo.  Domenica 11 giugno ore 21.00 al Teatro Petruzzelli alle ore 20.40 Serena Brancale in Italian Soul Summit, produzione inedita in prima assoluta di una delle più apprezzate voci femminili pugliesi, e alle ore 21.30 l’unica data italiana di Solange,  regina indiscussa della nuova scena R&B a Bari per presentare il disco A Seat at the Table, al primo posto della classifica 2016 miglior album di Pitchfork. Numerose le attività live collaterali con Bari Suona, progetto di  Confcommercio Bari in collaborazione con Camera di Commercio di Bari e Medimex che martedì 6 e mercoledì 7 giugno prevede concerti di numerosi artisti pugliesi diffusi nel centro di Bari; showcase di jazzisti pugliesi – rivolti ai numerosi direttori di festival italiani ed internazionali presenti al Medimex – in programma il 9 giugno al Palace Cafè. I concerti in programma nel festival Bgeek 2017, quest’anno realizzato in partnership con il Medimex, la finale del Rec’and’Play Contest il 10 giugno al AncheCinema Royal e infine Gazzetta Music Contest realizzato dalla Gazzetta del Mezzogiorno domenica 11 giugno in Piazza del Ferrarese a Bari. I concerti di Nicola Conte, Gianluca Petrella e Raffaele Casarano, Municipale Balcanica, Serena Brancale, Edro & Richard Sinclair, Comagatte & South Cypher Alliance sono programmati nell’ambito dell’avviso pubblico Medimex 2017 - Programmazione di Progetti Speciali Inediti pubblicato da Puglia Sounds. Tutti i concerti del Medimex 2017 sono ad ingresso gratuito tranne il concerto di Solange in programma domenica 11 giugno alle 21.30 al Teatro Petruzzelli di Bari i cui dettagli di botteghino e prevendita saranno comunicati nei prossimi giorni. Informazioni su www.medimex.it

Medimex è un progetto di Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato dal Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it
_______________________________________________________________________________

WØM FEST
in arrivo il festival della musica indie, della canzone italiana e dell’arte.
26, 27 e 28 maggio alla Villa Bottini di Lucca
Tra gli ospiti Gazzelle, Giorgio Poi, Lucio Corsi

L’ultimo weekend di maggio a Lucca avrà luogo la prima edizione di WØM FEST, un evento che vuole essere punto di aggregazione per i giovani amanti della musica indie-italiana e dell’arte in generale. Musica, esposizioni di pittura, fotografia, artigianato artistico, graficart, live painting, fumetti, fanzine, vendita di vinili, saranno le principali attrazioni che potrete trovare dall’26 all’28 maggio all’interno della storica Villa Bottini, ex dimora Napoleonica costruita nel VXI sec. e gioiello indiscusso della città (in Via Elisa, 9). Il festival è realizzato con il contributo della Città di Lucca, che l’ha inserito nel calendario “Vivi Lucca 2017”. Il Comune di Lucca ha selezionato il progetto della giovane associazione culturale WOM, inserendolo nel calendario unico degli eventi “Vivi Lucca 2017”, dando così fiducia ad un’idea originale che mira a soddisfare i bisogni di una fascia di cittadini compresa tra i 18 e i 35 anni la quale, non trovando opportunità per coltivare la propria passione per un certo tipo di musica e arte, potrà individuare in WØM FEST un’opportunità per aggregarsi ed accrescere i propri interessi. Nell’idea originaria di David Martinelli e Francesco Sala, ideatori e organizzatori della manifestazione, emerge la volontà di portare nella propria città un certo tipo di cultura per la musica live inedita che, da tempo, è andata scemando a causa di mancanza di opportunità. “Nonostante il periodo di crisi di vendite che sta attraversando la musica, il settore del live è vivo e vegeto – spiegano i due organizzatori – Abbiamo dunque pensato di dare molta importanza alla musica suonata, in particolare dando spazio alle nuove interessanti proposte della scena indie del nostro paese. Sentiamo spesso dire che la musica in Italia è morta, uccisa dalle programmazioni radiofoniche e dai talent. Non siamo d’accordo. Proprio in questi ultimi anni, infatti, abbiamo assistito a pubblicazioni da parte di artisti del nostro paese molto pregiate e con sound dal respiro più che internazionale. La nostra volontà è riunire gli appassionati, gli scettici e i neofiti davanti ad un palcoscenico per far capire loro quanto, in Italia, siamo capaci di miscelare tradizione e nuove tendenze dando vita a mix di figaggine esplosiva”. Nel giardino di Villa Bottini, oltre alla musica, avranno un ruolo da protagonista anche pittori, disegnatori, scultori, fumettisti, piccoli editori, grafici, ecc… grazie ai punti espositivi curati da due giovani collettivi molto attivi nella zona di Lucca e non solo, ovvero Spazio LUM e BORDA!Fest. Queste entità allestiranno delle vere e proprie esposizioni di varia natura che punteranno l’attenzione sulle notevoli produzioni dei propri artisti.

6 band, 2 punti espositivi, 1 location.
Gli artisti principali della manifestazione, saranno tre nomi della scena indie acclamati dalla critica e al centro di tutte le riviste specializzate. Il primo giorno salirà sul palco Gazzelle, giovane talento dell’etichetta milanese Maciste Dischi che, con il suo album d’esordio Superbattito ha ottenuto entusiasmanti riscontri tra recensioni e pubblico, candidandosi ad essere tra i protagonisti della prossima estate. Ad aprire il concerto di Gazzelle ci sarà il pisano Tommaso Tanzini, in tour per promuovere il suo nuovo lavoro Giganti. Il secondo giorno si esibirà l’attesissimo Giorgio Poi, fenomeno indiscusso di Bomba Dischi che RollingStone ha inserito tra le dieci novità più attese del 2017. Prima di lui si esibiranno i lucchesi Gonzaga. L’ultimo giorno, invece, sarà la volta di Lucio Corsi, già impegnato ad aprire l’attuale tour teatrale dei Baustelle e diverse date di Brunori SAS; il giovane cantautore maremmano tornerà a Lucca per presentare il suo ultimo concept album Bestiario Musicale, pubblicato da Picicca Dischi. In apertura a Corsi suoneranno L’Albero, promettente band proveniente da Firenze. Lo spazio espositivo sarà curato dalle due realtà lucchesi più attive dal punto di vista dell’arte e dell’autoproduzione. Spazio LUM, laboratorio di autoproduzione e spazio espositivo indipendente, è un’associazione culturale composta da una ventina di giovani artisti lucchesi che spaziano dalla pittura, alla fotografia, dalla scultura al disegno. BORDA!Fest, invece, è un festival del fumetto e delle produzioni visive, musicali e letterarie, attivo sul territorio dal 2014. Tra gli espositori dell’ultima edizione si sono fatti notare i ragazzi della rivista di arti, fotografia, letteratura e fumetti FITTI FATTI, i quali sono stati scelti da Martinelli e Sala per curare la grafica di WØM FEST. All’interno del giardino della villa sarà possibile, inoltre, mangiare e bere. Troverete ottimi panini preparati sul posto dal partner Ottavo Nano che si occuperà anche di spillare birra Paulaner. I cocktail e i vini saranno affidati a Ciclo Divino.

PROGRAMMA

Venerdì 26 maggio
GAZZELLE w/ TOMMASO TANZINI

Sabato 27 maggio
GIORGIO POI w/ GONZAGA

Domenica 28 maggio
LUCIO CORSI w/ L’ALBERO

Main Sponsor: Comune di Lucca, Ottavo Nano.
Sponsor: EL.CON SNC, UNIVERSAL GROUP SRL, AZZURRO SRL, SOUL FOOD SRL - PUCCINELLI VALENTINA TABACCHI, TOSCANA TIPICA SRL, INDUSTRIE MICHELI / PIZERO DESIGN, R.A.F. DI RAGGHIANTI FRANCA, MASSONI P M, QUI BAR - LA TUA IDEA DI QUIRICONI DINA, CAMPER IL SERCHIO, B &B IL SEMINARIO DI GAMBOGI PAOLO, CLD SRL / CL CONCGLOMERATI LUCCHESI, GIANNINI SRL, NEW ELECTRONIC MANIA, STRIGOLI BROKER SRLS, B.T.E. DI BERTINI SIMONE, BAREFOOT LIFE, DAL MONTE UFFICIO, STUDIO AFFITTI IMMOBILIARI DI CATELLI MARCO, METRO QUADRO IMMOBILIARE, AGATHA IMAGINA.

Media Partner: Radioeco, Caroline Records, Benoise.
Partner Tecnici: Punto Musica Lucca
_______________________________________________________________________________

Lilith Festival 2017
Le Donne ce le Suonano
La prima ospite annunciata è la canadese Peaches


Il 23-24-25 giugno torna in piazza il Lilith Festival e questa settima edizione sarà la più trasgressiva di sempre, all’insegna della piena libertà di espressione artistica.

La prima ospite annunciata è infatti la controversa artista, musicista, videomaker e producer, Peaches, che si esibirà sul palco del Lilith Festival 2017, in Piazza De Ferrari, nella serata del 25 giugno. Peaches, nota per la sua attitudine provocatoria ed anticonformista torna in Italia per presentare “RUB”, l’ultimo album pubblicato a settembre 2015 con I-U- She Music. Peaches ha scritto alcuni tra i brani più sovversivi sui temi di corpo ed identità sessuale degli ultimi vent’anni; debutta nel 1995 col nome di Merrill Nisker (suo nome all’anagrafe). Negli anni ha scritto e prodotto sei album di studio, collaborato con numerosi artisti tra cui Josh Homme, Beth Ditto, Feist, Brian O’Connor, Pink, Chicks On Speed e le sue canzoni sono presenti nelle colonne sonore di film come “Mean Girls”, “Lost In Traslation” e “Jackass Number Two”. Nei suoi pezzi suona personalmente quasi tutti gli strumenti, crea la parte elettronica e produce da sola i suoi dischi. La musica di Peaches è incentrata sull’identità di genere e spesso gioca su questo, cercando di abbattere le distinzioni sessuali elogiando l’ermafroditismo. “RUB”, l’ultimo album di studio, risale al 2015 ed arriva a sei anni di distanza dal precedente “I Feel Cream”, sei anni in cui l’artista canadese è stata impegnata in produzioni teatrali e cinematografiche ed ha pubblicato il suo primo libro, anni in cui Peaches ha esplorato tutte le possibili strade artistiche. Arricchita da queste nuove esperienze l’eccentrica artista è tornata in studio ed il risultato, “RUB”, è un audace passo sonoro della sua rivoluzionaria conversarzione musicale iniziata quindici anni fa.“Dal 2000 ho pubblicato un album ogni anno, e poi l’ho portato in tour per i due anni successivi”, racconta Peaches. “Dopo 10 anni senza sosta, ho avuto bisogno di un cambiamento, di dedicarmi a nuovi progetti”. Così è nato lo spettacolo teatrale ‘Peaches Christ Superstar’, accolto con incredibile favore dalla critica. Del resto sin dal suo acclamato esordio del 2000 “‘The Teaches of Peaches” l’artista è stata impegnata a oltrepassare le barriere e i confini tra musica elettronica, punk, hip hop e pop, guadagnandosi l’attenzione del mondo musicale, e cinematografico. Anche il seguito “Fatherfucker” che affrontava i temi di identità sessuale e politica gender è stato un album rivoluzionario, e così il suo successivo acclamato “Impeach my Bush” del 2006,  urgente chiamata alla rivoluzione non solo musicale, a cui hanno collaborato artisti del calibro di Joan Jett, Josh Homme e Beth Ditto. Nel 2010 è stata la volta di  “Peaches Does Herself” opera electro-rock che fonde gli elementi di tutti i suoi precedenti album, e che si trasforma in un film nel 2012 presentato al Toronto film festival e poi proiettato in più di 60 festival intorno al mondo. In seguito Peaches si è unita al tour della “Yoko Ono’s Plastic Ono Band” e si è dedicata a collaborazioni con Major Lazer, Le Tigre, REM, e altri. Tutto questo periodo è stato documentato splendidamente nel libro  ‘What Else Is In The Teaches Of Peaches” una collezione di foto di  Holger Talinski. Ed è proprio alla fine di queste numerose esperienze che inizia”RUB”, nel 2014, quando Peaches decide di tornare nel suo garage-studio di Los Angeles, piena di entusiasmo e idee, per iniziare un anno intero di lavoro con il collaboratore di lunga data Vice Cooler. Il nuovo album vede la collaborazione di Kim Gordon e Feist, ma è un album che esprime l’essenza di Peaches come mai prima, un album che si interroga sui temi del piacere, del potere e del dolore da un punto di vista femminista, con la sua oramai nota attitudine punk. Un album in puro stile Peaches in cui anche la parte visual viene curata dall’artista che realizza dei video fortemente politici e trasgressivi che hanno suscitato non poche discussioni. 
_____________________________________________________________________________

CLUB TENCO 
IL NUOVO CORSO: UNA FABBRICA CULTURALE

E’ il momento di un nuovo corso per il Club Tenco. Mantenendo invariata la politica culturale e la qualità ben radicata nell’ideologia dei membri del Direttivo, alcuni dei quali dall’inizio dell’avventura assieme ad Amilcare Rambaldi, il Club Tenco amplia i suoi orizzonti o, meglio, torna alle origini e, oltre a rappresentare la storica e prestigiosa vetrina musicale da tutti riconosciuta, diventa una Fabbrica Culturale. Torna la parte congressuale collaterale alla Rassegna: non più presentazioni estemporanee di libri e/o dischi, ma incontri mirati, con pubblicazione degli atti. Allarga i suoi linguaggi: un primo segnale proprio la scelta di un rapper come Dargen D’Amico nel cast di “Complice la musica”. Diventa fautore di produzioni culturali: libri, dischi tematici, magazine, web e attraverso il potenziamento della pubblicazione "Il Cantautore". La prima iniziativa, in questa direzione, sarà il disco "Multi Filter", di prossima uscita. A raccontare il “nuovo” percorso è il neo responsabile artistico Sergio Secondiano Sacchi. “Non ci sarà nessuna variazione nella politica culturale del Tenco – rassicura - Figuriamoci: tre componenti del Direttivo sono nell’associazione da più di quarant’anni. Siamo tutti cresciuti con Amilcare Rambaldi, siamo stati al suo fianco per un ventennio, le sue direttive si sono ben solidificate nelle nostre menti e nelle nostre abitudini. Sono direttore artistico soltanto per esigenze di statuto, entrato in vigore un paio d’anni fa, che purtroppo ne esige uno. La conduzione artistica tornerà, però, a essere collegiale, come è sempre stato. Fin dai tempi di Amilcare, quando la figura del direttore artistico non esisteva”. “Le scelte del Tenco scorreranno sui binari della sua lunga tradizione – prosegue Sacchi - anche se non considereremo la canzone d’autore italiana solo come un’isola di felice autosufficienza. Ci interessa mettere maggiormente l’accento sui rapporti tra canzoni e altre discipline, come la storia e la letteratura, e legare sempre più la canzone all’attualità politica, non solo italiana, e agli avvenimenti sociali. Con il Premio Nobel a Dylan viene riconosciuto ufficialmente un dato: la letteratura non è più composta solo di poesia, prosa e teatro. Ora c’è anche la canzone”. Ci sarà un taglio rinnovato per iniziative già collaudate come le Targhe Tenco o il progetto Il Tenco Ascolta e si prospettano lanci di iniziative nuove, ad esempio media partnership, collaborazioni e gemellaggi con altre manifestazioni, così come si stanno concretizzando quelle con il Premio Strega e Il Festival della Letteratura di Mantova. “Il 7 maggio organizzeremo la seconda edizione di Complice la musica, la serata in memoria di Fernanda Pivano, di cui quest’anno ricorre il 100° anniversario della nascita. A settembre parteciperemo al Festival della Letteratura di Mantova proprio per evidenziare il connubio tra letteratura e canzone”, ha spiegato Sacchi. Come sempre, il Club Tenco guarderà, ma con maggiore attenzione, alla situazione internazionale. “Non basta importare qualche cantante dagli USA, dobbiamo stringere rapporti con organizzazioni che operano all’estero. Dobbiamo anche esportare e fare conoscere la nostra canzone d’autore. L’attività di Cose di Amilcare, costola catalana del Club Tenco, da cinque anni sta andando in questa direzione: a Barcellona abbiamo fatto serate su De André, Jannacci, Guccini, presentando le loro canzoni in varie lingue. Il 6 aprile, c’è stato il Piero Ciampi International con Bobo Rondelli e nove cantanti di differenti nazionalità. Da tre anni esportiamo perfino un Festival, il Premio Bianca d’Aponte. È necessario documentare quest’attività internazionale con prodotti discografici. Lo abbiamo già fatto con le canzoni di Bianca d’Aponte e di Alba Avesini, tradotte e cantate in varie lingue, dal russo al greco, dal ceco al maori. Ora è la volta di Francesco Guccini, con un disco di sue canzoni in spagnolo. Hanno aderito grandi artisti come Joan Manuel Serrat, Silvio Rodríguez, Pedro Guerra, Adriana Varela”. Un’attenzione particolare verrà data ai giovani con il potenziamento de Il Tenco Ascolta. “Le mie parole d’ordine nei confronti dei ragazzi sono quelle che ho cercato di utilizzare più volte: “appassionatevi”, “appassionateci”, mettete al centro del vostro costruire canzoni il testo, lavorate sui contenuti. La passione va oltre il concetto di emozione. Il Tenco lancia il tema “Terre di mare”?, Bene, dobbiamo raccontargli che il mare non è solo una massa d’acqua, ma da sempre ha unito mondi e culture, facendo sì che quelle che erano isole potessero dialogare tra loro. Ognuno poi ci trovi le metafore che vuole. Insomma un lavoro lungo, è vero, ma il messaggio di fondo è non guardare solo il proprio ombelico, ma lasciare libera la mente di aprirsi ad altre suggestioni”.

CLUB TENCO – 1 ANNO DI PROGETTI
Una delle maggiori intenzioni del “nuovo corso” del Club Tenco è quella di ampliare i momenti culturali oltre alla “tre giorni” classica che si tiene in autunno, e lavorare con iniziative in tutto l’arco dell’anno. IL TEMA – L’idea di riportare al centro i contenuti è uno degli obiettivi principali del “nuovo corso” del Club Tenco (già sperimentato con successo con il tema “Resistenze”). Verrà scelto un argomento centrale su cui modellare tutte le iniziative durante l’anno. Questo consentirà di sviluppare una serie di eventi legati ad un unico tema centrale. Durante la classica tre giorni del Premio Tenco si vedranno, così, i risultati di questi approfondimenti attraverso un lavoro monografico con la rivista Il Cantautore al quale, a partire da quest’anno, verrà allegato un disco e anche gli ospiti (extra Targhe)saranno scelti in base ad una logica precisa. COLLABORAZIONI: Altra prerogativa nel “nuovo corso” sarà l’apertura. Dove, per apertura, s’intendono nuovi linguaggi, nuove collaborazioni. Tra le novità anche la presenza e la collaborazione del Club con il Premio Strega e il Festival della Letteratura di Mantova. LA MANIFESTAZIONE PRIMAVERILE – Denominata “Complice la musica”, si tratta di una manifestazione, anche di un giorno solo, programmata nei mesi di aprile-maggio. E’ “un’anteprima” di ciò che avverrà durante la tre giorni del Premio Tenco. Quest’anno “Complice la musica” avrà una forte connotazione su New York, che verrà ripresa con la manifestazione di ottobre: il Premio Tenco 2017 ruoterà intorno al tema delle “Terre di mare”, nazionali, europee o sparse per il mondo. Questo non vorrà dire necessariamente coinvolgere ospiti “internazionali”, ma declinare l’accezione del tema. Il CANTAUTORE – E’ la pubblicazione che ogni anno viene preparata per ottobre e a cui sarà, appunto, aggiunto un disco in allegato. All’interno, oltre alla guida con il programma delle tre serate, si troverà soprattutto il tema sviluppato durante l’anno - in questo caso, appunto, “Terre di mare”-. Le canzoni verranno interpretate non solo come un fine, ma anche un mezzo per capire e leggere meglio una nazione o una regione. IL DISCO – Si intitolerà “Multi Filter” e vedrà al centro la figura del padre. Il titolo nasce da un input lanciato da alcuni amici. Non si tratta, però, di un insieme di canzoni dedicate al “padre” inteso come capostipite della famiglia, ma rappresenta l’occasione per addentrarsi in una serie di riflessioni sul significato della parola stessa e di come ha condizionato le culture e le società a livello globale. Il disco conterrà 19 canzoni ed ognuna sarà accompagnata da uno scritto di amici, musicologi, giornalisti: da Gianni Mura a Fabio Zanchi o anche qualche personaggio spagnolo. Alcuni brani saranno tradotti dall’italiano allo spagnolo e viceversa, Woody Guthrie o Dylan tradotti in italiano e molto altro.
 IL TENCO ASCOLTA – E’ uno dei format al quale il Club Tenco tiene particolarmente, come particolarmente pone l’attenzione ai giovani. Si sviluppa in una serie di appuntamenti, in tutta l’Italia, durante i quali il Club invita i nuovi cantautori, ritenuti più interessanti tra le centinaia che ogni anno spediscono il proprio materiale al Club, ad esibirsi dal vivo. A partire da quest’anno, Il Tenco Ascolta verrà accresciuto con ulteriori serate in giro per l’Italia. IL TENCO E LE SCUOLE – Il Club Tenco è sensibile al rapporto tra i giovani e la musica per questo, da qualche anno, organizza cicli di incontri sulle professionalità della musica rivolti agli studenti.
_______________________________________________________________________________

UMBRIA EVENTI D’AUTORE
Presentata la seconda parte della stagione

Si è svolta stamani (15 marzo) a Palazzo della Penna di Perugia la conferenza di presentazione della seconda parte della stagione Umbria Eventi d’Autore 2016/2017 promossa dall’associazione Umbra della Canzone e della Musica d’Autore. Durante la mattina sono stati svelati gli appuntamenti che andranno a comporre il cartellone di musica d’autore e letteratura che prenderanno il via tra Perugia, Assisi e Todi. Sono intervenuti  Lucia Fiumi e Gianluca Liberali, rispettivamente presidente e direttore artistico dell’associazione, l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Perugia Maria Teresa Severini, l'assessore alla Cultura della Regione Umbria Fernanda Cecchini, l’assessore alla Cultura del Comune di Assisi Eugenio Guarducci, l’assessore all’Istruzione del Comune di Assisi Claudia Travicelli e l’assessore alla Cultura del Comune di Todi Andrea Caprini. “In un momento così difficile per L’Umbria – tiene a precisare il direttore artistico Gianluca Liberali - vorremmo ringraziare in particolare due artisti, Paola Turci e Alessandro Mannarino, e le loro produzioni, per aver accettato il nostro invito a programmare insieme le date dei loro tour, collocate “strategicamente” durante il fine settimana. Un gesto pensato per invogliare, soprattutto da fuori regione, un pubblico che possa usufruire delle varie offerte culturali e turistiche delle città umbre anche nei giorni precedenti e seguenti  gli eventi così da contribuire, nel nostro piccolo, a fare un passo in avanti per risollevare il settore turistico, sofferente per il periodo di crisi che si è venuto a creare dopo gli eventi sismici che hanno scosso l’Umbria”.  L'assessore Cecchini ha sottolineato l'importanza "dell'indotto occupazionale portato dalla stagione Umbria Eventi d'Autore" che dà lavoro a moltissime persone durante tutti gli eventi e alla capacità degli organizzatori di portarli in scena in diverse città umbre, creando così l'opportunità di valorizzare il territorio in molti dei suoi luoghi caratteristici. Un punto, questo dell'importanza di distribuire gli eventi in più location, sostenuto anche dall'assessore Severini che vede anche nelle varie stagioni Umbria Eventi d'Autore non solo quantità di concerti, ma una qualità che l'amministrazione comunale sostiene soddisfatta sin dall'inizio. L'assessore Caprini si è detto felice di "ospitare una grande artista come Paola Turci" e il suo auspicio è senz'altro quello di continuare la collaborazione con l'associazione perché "vogliamo contribuire a testimoniare la vitalità della nostra regione". A seguire il programma della seconda parte della stagione Umbria Eventi d’Autore 

Venerdì 24 marzo alla Sala dei Notari di Perugia (ore 21) Ogni volta che mi baci muore un nazista Tour di Guido Catalano. Tredicesima tappa del tour che vedrà in scena il poeta torinese impegnato nella presentazione del nuovo libro Ogni volta che mi baci muore un nazista (Rizzoli). Nuovi versi per i momenti di quiete solitari, per sorridere, per conquistare la donna amata (se questa non si innamora prima di Catalano), per baciarsi e dire addio a un nazista, per superare un amore passato (con le PFR, poesie di fine rapporto), per raccontare la bellezza unica di una donna o per parlare di zombie, black-out, rondini e sbronze sotto la luna. Il tutto guidati dallo stile inconfondibile di Guido Catalano che dietro a una risata irrefrenabile nasconde sempre una purissima e umanissima emozione. Nel corso della serata, non mancheranno anche alcune delle poesie più amate nate dalla penna di Guido Catalano e incredibili sorprese come l’attesa Posta del Colon, uno spazio socialmente utile all’interno del quale il poeta torinese proverà a soccorrere i fan in difficoltà.  

Sabato 25 marzo all’Afterlife di Perugia (ore 21) A casa tutto bene Tour di Brunori Sas. Dario Brunori torna a Perugia per presentare il nuovo disco A casa tutto bene, uscito lo scorso mese di gennaio per Picicca Dischi, con un nuovo show rinnovato nel repertorio e nell’allestimento, accompagnato dalla sua band storica, composta da Simona Marrazzo (cori, synth, percussioni), Dario Della Rossa (pianoforte, synth), Stefano Amato (basso, violoncello, mandolini), Mirko Onofrio (fiati, percussioni, cori, synth) e Massimo Palermo (batteria, percussioni). Evento in collaborazione con Afterlife Live Club. 

Mercoledì 12 aprile al Palaevangelisti di Perugia (ore 21) Oronero Tour di Giorgia. Tappa umbra per il tour di presentazione del nuovo disco di Giorgia, Oronero, decimo album di inediti uscito il 28 ottobre su etichetta Microphonica / Sony Music Italy a distanza di tre anni da Senza Paura. 

Venerdì 28 aprile al Teatro Lyrick di Assisi (ore 21) De Andrè canta De Andrè. Dopo i successi alla 64° edizione del Festival di Sanremo e la pubblicazione, lo scorso 29 aprile, della sua autobiografia “La Versione di C.” Cristiano De André ritorna finalmente dal vivo nel 2017 con il “De André canta De André Tour 2017” che lo porterà ad esibirsi sui palchi dei maggiori teatri delle città italiane, tra cui il teatro della città serafica. La tourneé vedrà Cristiano De André interpretare sul palco un repertorio ricco di nuovi brani del padre che si affiancheranno a quelli contenuti nei progetti discografici di grande successo De André canta De André – Vol. 1 (2009) e De André canta De André – Vol. 2 (2010) e ai suoi brani più celebri. 

Sabato 29 aprile al Teatro Lyrick di Assisi (ore 21) Vivere e Rinascere Tour di Michele Zarrillo. Vivere e rinascere è il titolo del nuovo album, uscito 10 febbraio per Universal Music, composto da dieci brani scritti e interpretati nel suo inconfondibile stile, che gira intorno all’idea che il più importante sentimento abbia un effetto salvifico. “Vivere e Rinascere - spiega Michele Zarrillo - è un disco di inediti, ognuno con una propria caratteristica, un proprio percorso. Canzoni d’amore, di storie che finiscono e nascono, come spesso accade e come spesso è capitato nel mio repertorio, è una mia caratteristica cantare l’amore. In Vivere e Rinascere l’amore è speranza, base e partenza per un futuro di rinascita e fiducia nel prossimo. Il disco nasce dal lavoro di più di un anno, in cui ho riscoperto il piacere della scrittura, un lavoro di composizione, di ricerca di belle canzoni, con l’aiuto anche di altri autori. Anche più di come ho fatto nelle produzioni precedenti”. 

Sabato 6 maggio al Teatro Comunale di Todi (ore 21) Il secondo cuore Tour di Paola Turci – Data Zero. Dopo il grande successo sanremese, la cantante romana è pronta per tornare live sul palco con Il secondo cuore Tour, durante cui presenterà il nuovo disco, Il secondo cuore, in uscita il 31 marzo per Warner Music Italy. Nel corso del live, sarà possibile ascoltare i nuovi brani, insieme ai più grandi successi del passato che hanno reso Paola Turci una delle artiste più apprezzate del panorama musicale italiano. Grinta, talento e determinazione sono le qualità che hanno sempre contraddistinto la cantautrice romana nei trenta anni di una carriera che si è evoluta brillantemente seguendo diverse fasi artistiche, corrispondenti ognuna a una continua ricerca personale. 

Giovedì 25 maggio al Teatro Link di Assisi (ore 21) Incontro con Francesco Guccini con la partecipazione speciale dei Musici. Dopo l’uscita della sua ultima raccolta Se io avessi previsto tutto questo - Gli amici, la strada, le canzoni (Universal), la prima opera “monumentale” che racconta i suoi quarant’anni di carriera attraverso inediti riscoperti, rarità, duetti, collaborazioni, grandi successi e live mai pubblicati prima d’ora, e dopo l’uscita del suo ultimo libro di racconti Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto (Mondadori), Guccini si racconterà percorrendo l’Italia dal dopoguerra ai giorni nostri attraverso le sue canzoni e i suoi libri (romanzi, gialli, fumetti) e attraverso i suoi miti, le sue origini, le sue ispirazioni. A coronare la serata un concerto dei Musici, gli storici musicisti che hanno accompagnato Guccini in una lunga carriera di concerti live. Verranno interpretate alcune delle canzoni suonate in quello che è stato definito un neverending tour durato oltre 40 anni: Juan Carlos Flaco Biondini (Voce e Chitarre), Vince Tempera (Pianoforte e Tastiere), Antonio Marangolo (Sax), Pierluigi Mingotti (Basso) e Ivano Zanotti (Batteria). 

Giovedì 21 luglio all’Arena Santa Giuliana di Perugia (ore 20) Apriti cielo Tour Estate di Alessandro Mannarino. L'artista romano approderà sul palco perugino per presentare il suo quarto album Apriti cielo, uscito lo scorso 13 gennaio per Universal e anticipato dai singoli Apriti cielo e Arca di Noè. Il disco ha debuttato al primo posto della classifica Fimi dei dischi più venduti, su Spotify ha già superato i 3 milioni di streaming e su YouTube i videoclip di Apriti Cielo e Arca di Noè hanno già oltre 1 milione di view. Un disco intenso e controcorrente nella sua genuina verità. È merce rara essere nazionalpopolare facendo una ricerca artistica rigorosa, probabilmente questo è il più grande pregio di Mannarino che, con questo quarto album, riesce ancora una volta nell’intento. Il progetto di questo spettacolo nasce da un’idea di Alessandro Mannarino, sviluppata e disegnata da CROMANTICA, Fabiana Zanardi ed Edoardo Patanè con il supporto di LEMONANDPEPPER. Il progetto illuminotecnico è curato da Nicola Tallino, gli impianti audio, luci e proiezioni saranno forniti da AGORA. Apriti cielo tour è una produzione Vivo Concerti. 
________________________________________________________________________________

Il Club 33 Giri presenta il festival
‘La Musica può fare’  
 6a edizione a sostegno de “La Fabbrica” - Cooperativa Sociale “Federico Ozaman”
Ospiti musicali
Bruno Bavota – Discoverland – Blindur – Fitness Forever
Domenica 18 giugno 2017
Villa Cristina – Via G. Cappabianca, Santa Maria Capua Vetere (Ce)


L’associazione culturale no profit Club 33 Giri è lieta di annunciare la sesta edizione de  “La Musica può fare”, il festival di musica e arte a sostegno del sociale da lei ideato e organizzato. I cancelli di Villa Cristina, in via G. Cappabianca,  a Santa Maria Capua Vetere (Ce),  si apriranno domenica 18 giugno 2017 a partire dalle 17. Parte del ricavato dell’evento sarà donato quest’anno a “La Fabbrica” - Cooperativa Sociale “Federico Ozaman” di Caserta.  Ospiti musicali del festival saranno: il pianista Bruno Bavota, il progetto Discorveland di Roberto Angelini e Pier Cortese, il duo Blindur e la band Fitness Forever. Per il sesto anno consecutivo “La Musica può fare” proporrà al suo pubblico sette ore tra musica, giocoleria, performance teatrali, aree tematiche, area stands e mostre fotografiche e pittoriche in un mix esplosivo e contagioso di gioia e allegria. Seguiranno aggiornamenti sul programma nelle prossime comunicazioni. Come ogni anno il festival sposa un progetto a carattere sociale. Il centro diurno “La Fabbrica”, inaugurato a settembre 2016, è nato dalla cooperativa sociale “Federico Ozaman” in sinergia con la Cooperativa sociale “Il giro del mondo” ed è rivolto a soggetti in condizione di disabilità per i quali non è prevedibile, nel breve periodo, un percorso di inserimento lavorativo o formativo. Il centro è aperto alla comunità, con funzioni di accoglienza e supporto alla famiglia ed è teso a promuovere interventi educativi e abilitativi con progetti personalizzati, perseguendo la finalità dell’integrazione e dell’inclusione sociale attraverso numerosi servizi tra i quali sportello di ascolto per guidare ed orientare le famiglie all’assistenza sociale e previdenziale; consulenza psicologica; supporto scolastico; musicoterapia; arteterapia; pet therapy; terapia occupazionale; e ancora laboratori di teatro, creta e pittura, movimento e danza, estetica, orto e giardinaggio. Per il sesto anno consecutivo “La Musica può fare” intende proporre al suo pubblico una giornata dedicata alla musica e all'arte più in generale, che ha come obiettivo principale l'aggregazione e la condivisione. Sette ore tra musica, giocoleria, performance teatrali, aree tematiche, area stands e mostre fotografiche e pittoriche per un'esperienza ogni volta unica e irripetibile.
Sul sito ufficiale del festival è possibile compilare il form per entrare a far parte dello staff, composto da tutti volontari,  e partecipare in prima persona alla costruzione della sesta edizione. Le persone potranno, tenendo conto delle proprie competenze e attitudini, potranno scegliere l'ambito di intervento più adatto a loro: http://lamusicapuofare.club33giri.it/entra-nello-staff/.
_________________________________________________________________________________


Grande festa per i trent'anni di Porretta Soul
Dal 20 al 23 luglio prossimi Porretta Terme ospiterà i grandi della musica nera provenienti da ogni parte degli Stati Uniti. Tra gli altri Carla e Vaneese Thomas per i 100 anni di Rufus, la Original James Brown Band, Bernard "Pretty" Purdie, Rob Paparozzi, Wee Wilie Walker, Willie Hightower, Scott Sharrard e Davel Crawford. 

Trent'anni di attività. E' un anniversario importante e come tutti gli anniversari che si rispettano sarà festeggiato in grande stile. Infatti il Porretta Soul Festival (la rassegna che si tiene annualmente sull'Appennino tra Bologna e Pistoia, premiata a Memphis con il Keeping the Blues Alive Award nel 2017) presenterà dal 20 al 23 luglio a Porretta Terme una vera e propria carrellata generale delle città americane dove il soul e rhyhtm & blues sono nati e si sono sviluppati a grandi livelli. Quest'anno si celebrano anche i 100 anni della nascita di Rufus Thomas, a cui Porretta ha dedicato il parco con l'anfiteatro che ospita il festival, con  Carla Thomas che torna eccezionalmente sulle scene assieme alla sorella Vaneese, assistente e corista di Aretha Franklin. Carla e Rufus Thomas furono tra  i primi artisti ad incidere alla Stax di Memphis e i duetti con Otis Redding restano memorabili. Il cartellone è ricchissimo con il funky della Original James Brown Band per una reunion che vedrà di nuovo insieme Fred Wesley, Martha High, l’M.C. “The Capeman” Danny Ray, il bassista Fred Thomas e tanti altri. Per gli amanti del suono di Muscle Shoals (Alabama) direttamente dagli studi Fame il leggendario Willie Hightower e Scott Sharrard, band leader della Gregg Allman Band. Il suono della Goldwax di Memphis è affidato al veterano Wee Willie Walker e all’attuale “Reigning Queen of Beale Street” Barbara Blue. Saranno presenti anche Bernard Purdie, batterista di King Curtis, Aretha, Steely Dan, Dizzy Gillespie, che torna a Porretta dopo due anni,  Rob Paparozzi, front man della Blues Brothers Band e dei Blood Sweat and Tears,  Falisa Janaye, Sax Gordon & Toni Lynn Washington, King Louie & LaRhonda Steele ma soprattutto Vasti Jackson per un tributo a Johnnie Taylor di cui è stato band leader per almeno un ventennio.  Arriverà a Porretta anche Davell Crawford, fenomenale interprete della tradizione di New Orleans. Cantante e pianista influenzato da Professor Longhair e James Booker è il nipote della star r&b dei ’50 James “Sugar Boy” Crawford. Inoltre l’8 luglio ci sarà l’apertura speciale del festival al castello Rocchetta Mattei a Riola di Vergato con i 66 elementi del Chicago Children’s Choir, con la rassegna che toccherà quindi gli stili musicali di tutte le città del soul. L’house band è ancora una volta affidata a Anthony Paule e ai migliori session men della Bay Area. Nella quattro giorni porrettana ci sarà spazio anche per le australiane Sweethearts, gli spagnoli Lucilles, gli inglesi Achievers e per decine di band italiane di rhythm & blues nel contesto dello Street Soul Food che prevede anche mostre ed esibizioni di D.J. esclusivamente con vinili “vintage”. Previsti treni speciali da Bologna.

Ricky Fantè nuova stella nel cast della rassegna

Un nuovo nome di lusso si aggiunge al cast di artisti del Porretta Soul Festival. Ricky Fanté, noto per la hit mondiale  "It Ain’t Easy", sarà a Porretta Terme per la rassegna che è arrivata alla sua trentesima edizione e che si svolgerà dal 20 al 23 luglio prossimi. Ricky Fanté, nato a Washington dove è cresciuto ascoltando  gospel, jazz e soul, arriva  al successo con l’album di debutto “Rewind” del 2004 prodotto da Jesse Harris già collaboratore di Norah Jones e con gli arrangiamenti del leggendario Arif Mardin. La sua notorietà arriva anche in Italia con “It Ain’t Easy”, scritto da Ricky in collaborazione con Wilson Pickett e Jon Tiven e con “Shine” dalla colonna sonora del film “Robot”.  Appare nella serie televisiva  “American Dream”  e nel film per la TV  “Their Eyes Were Watching God” , duetta con Giorgia in  Mtv Unplugged  I Heard It Through the Grapevine di Marvin Gaye. Canta il vecchio hit  di Major Harris's "Love Won't Let Me Wait" nella principale scena d’amore del film “Yours, Mine and Ours”  interpretato da Dennis Quaid e Rene Russo. Si presta come cantante per altre serie televisive e interpreta la figura di Marvin Gaye per il film “The Temptations”. La sua splendida voce, paragonata da molti a quella di Wilson Pickett, di Sam Cooke, di Al Green o di Otis Redding e la sua prestanza fisica lo portano a partecipare ai più importanti talk show americani. Poi,  dopo aver preso il diploma  in Education alla  California State University nel  2009,  sparisce dalla circolazione.  E’ proprio nel 2009 che inizia una corrispondenza Facebook con Graziano Uliani al quale dice "l’Italia mi ha accolto nel migliore dei modi alcuni anni fa ed è la mia casa. Non sono un gangster rapper ma soltanto un buon  old fashion soul singer” . Quale miglior casa se non il Rufus Thomas Park a Porretta!

0534-22021

According to Ace Records:
"Porretta Soul, the longest running - and certainly the best -
music festival of its kind anywhere in the world". _______________________________________________________________________________

ALBORI MUSIC FESTIVAL
7, 8, 9 luglio, Paratico (BS)

Tre giorni di concerti con 23 artisti su 3 palchi nel fiabesco scenario del Lago d'Iseo.
Un festival in collaborazione con La Tempesta Dischi, Woodworm, Locusta. Il 7 luglio la prima data estiva nel Nord Italia del tour di Samuel. L'8 luglio La Notte della Tempesta diventa “La Tempesta sul Lago”.


Tre giorni di musica, su tre palchi, con 23 artisti. Tutto il meglio della scena indipendente italiana. In uno scenario fiabesco, tra uno specchio d'acqua e il bosco, un'area gigantesca completamente a disposizione per assistere a concerti, divertirsi, mangiare il migliore street food. Per essere a #Casa tutti insieme. Per fare un festival come piace a noi e a voi. A Paratico (BS), dal 7 al 9 luglio 2017, sarà ALBORI MUSIC FESTIVAL: uno dei grandi eventi dell'estate musicale italiana in collaborazione con La Tempesta Dischi, Woodworm, Locusta e la media partnership di Sentireascoltare e Indie-Zone. Con un cast enorme (20 i nomi annunciati, 3 ancora da annunciare) e tutti gli ingredienti per tre giorni da non dimenticare mai. Venerdì 7 luglio l'headliner sarà Samuel dei Subsonica, che porterà a Paratico il tour del suo primo disco solista “Il Codice della Bellezza” nella sua prima data estiva nel Nord-Italia. Ad anticiparlo una tripletta tutta elettronica formata da Bruno Belissimo, Don Turbolento e Mulai. Sabato 8 luglio La Notte della Tempesta approda sul lago e diventa “LA TEMPESTA SUL LAGO” con tutto il roster de La Tempesta Dischi: Le Luci della Centrale Elettrica e Tre Allegri Ragazzi morti come headliner e poi Il Pan del Diavolo, Aucan dj Set, Giorgio Canali & Rossofuoco, Umberto Maria Giardini, Sorge, Maria Antonietta con la reading-concerto “Letture”, Blindur e Godblesscomputers dj Set. Gran finale domenica 8 luglio con gli headliner Zen Circus e Fast Animals and Slow Kids insieme a Edda, Spariti, Verano e Le Capre a Sonagli. ALBORI MUSIC FESTIVAL è il frutto di un percorso iniziato 13 anni fa in un paese sulle colline bergamasche, Foresto Sparso, che per anni ha ospitato un festival ormai storico: il FOREST SUMMER FEST. FSF (terminato nella sua forma tradizionale nel 2015 per difficoltà logistiche legate all’area che lo ospitava) nelle sue ultime edizioni ha macinato numeri da capogiro: 40.000 presenze per una media di 30 live per anno. Il 2016 vede quindi il FSF, in un nuovo format “Itinerante”, tenersi a Palazzolo Sull’Oglio (BS) come “RESTA IN FESTA feat FOREST”: edizione coronata da importanti ospiti, tra cui Giovanni Lindo Ferretti e Tre Allegri Ragazzi Morti. Nel 2017 il cambiamento con un Festival Nazionale di musica indipendente in un luogo fra i più suggestivi in riva al Lago d'Iseo. Nasce ALBORI MUSIC FESTIVAL. Un festival nella provincia bresciana. Sorprendente come l'alba. Incredibile come qualcosa che nasce e illumina.

Parcheggio ex Stazione FFSS e parco TAXODI. Abbonamento 1 maggio per studenti e lavoratori a 28 € + ddp!. I biglietti e gli abbonamenti al festival sono disponibili presso Belleville Rendezvous e su Mailticket. In occasione del Primo Maggio, solo per 24 ore e solamente online, gli abbonamenti saranno disponibili ad un prezzo speciale di 28 € + diritti di prevendita. E' il regalo di ALBORI per la Festa del Lavoro!
______________________________________________________________________________

NADA, LELE, DIODATO E MOLTO ALTRO PER I 20 ANNI DI VOCI PER LA LIBERTÀ
DAL 20 AL 23 LUGLIO IL FESTIVAL LEGATO AD AMNESTY INTERNATIONAL A ROSOLINA MARE

Nada, Lele, Diodato, The Bastard Sons Of Dioniso: un cartellone quantomai variegato quello della nuova edizione di Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty, il festival che collega musica e diritti umani e che si svolge dal 20 al 23 luglio a Rosolina Mare (RO). Si tratta di una tappa importante nella storia della manifestazione: da una parte perché tocca il traguardo della 20a edizione e dall'altra perché Voci per la libertà da quest'anno diventa parte di una rassegna più ampia, Arte per la libertà. Da qui nasce un calendario ricco di eventi, suddivisi fra musica, arte, cinema e teatro, che ha preso il via ad aprile e continuerà sino a settembre in provincia di Rovigo. Il clou di Arte per la Libertà è come sempre Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty, la quattro giorni di Rosolina Mare: grandi ospiti si alternano sul palco insieme a band emergenti da tutta Italia in concorso per il “Premio Amnesty International Italia Emergenti”, dedicato ai migliori brani legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani. Ad aprire il festival giovedì 20 Luglio gli Psycodrummers, gruppo di percussionisti dal forte impatto live; a chiuderla i The Bastard Sons Of Dioniso, giovane band trentina rivelazione a X-Factor 2009. Durante la serata, si inaugurano due installazioni: la prima dal titolo “Inalienabile”, progetto a cura di PianoB legata al rapporto tra musica e diritti umani, un alternarsi di fotografie, voci e video, unito alla testimonianza di musicisti come Francesco Guccini, Fiorella Mannoia, Carmen Consoli e molti altri. La seconda è “SOS - Save our souls” di Achilleas Souras, installazione costruita e assemblata con centinaia di giubbotti salvagente abbandonati sulle coste dell’Isola di Lesbo dai migranti. Venerdì 21 luglio si svolge la prima delle due semifinali del concorso. In veste di ospite si esibisce Diodato, uno dei più talentuosi giovani cantautori italiani giunto alla notorietà nel 2014 attraverso il Festival di Sanremo e alle numerose partecipazioni a “Che tempo che fa”. È da poco uscito il suo secondo disco di inediti, “Cosa siamo diventati”. Sabato 22 luglio seconda tornata di semifinali degli emergenti che vede come ospite della serata l'artista Lele. Finalista ad “Amici” nel 2016 nella squadra di Emma ed Elisa che lo hanno scelto come opening-act nei rispettivi tour, esibendosi con un set voce, chitarra e loop station. Nel 2017 ha partecipato al festival di Sanremo, vincendo nella categoria “Nuove Proposte” con il brano “Ora mai”. Il festival si chiude domenica 23 luglio con la finale del concorso per gli emergenti. A salire sul palco Nada, vincitrice del Premio Amnesty International Italia 2017 con “Ballata triste”, il premio riservato ai big italiani che hanno scritto brani sui diritti umani nell'anno precedente. Nel pomeriggio, alle 18.30, un incontro aperto al pubblico con la cantautrice e il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury. Presentano Savino Zaba e Carmen Formenton 

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. Tutto il ricco calendario è consultabile sul sito: www.vociperlaliberta.it
Un’iniziativa di: Associazione Voci per la Libertà – Amnesty International Italia – Comune di Rosolina
Media Partner: Rai Radio7 Live – Freakout - La scena - Radio Siani – FunnyVegan - L’isola che non c’era – Mescalina - Radio Libera Tutti - Radio Popolare – Rumore - OPS Group - Radio 41 – ViaVaiNet – REMweb
_________________________________________________________________________________

ASSOCIAZIONE LIBERIDI'
con il patrocinio del comune di Provaglio d'Iseo
presenta 
LIBERIDI FESTIVAL 
21/22/23 LUGLIO 2017
presso
Castello S.Rocco, Pian delle Viti, Provaglio D'Iseo (BS)

Il festival Liberidì nasce nel 2015 con l'intenzione di promuovere musica originale, questo è il terzo anno del festival organizzato nel comune di Provaglio d'Iseo.

VENERDI 21 LUGLIO 2017
INDIPENDENT DAY
con
DI NOI STESSI e ALTRI MONDI
Di noi stessi nasce su un treno, cresce davanti a una birra e ha bisogno di tanto tempo, tante cene, tanto vino e tante parole per venire allo scoperto. Registrano un Ep tutto in presa diretta, senza avere bene in mente come si faccia o che cosa sia. Una chitarra, una batteria, delle parole, i suoni di un organo, il battito di un cuore, annegare nel riverbero.Per suonare le parole e parlare con la musica.Di noi stessi e altri mondi sono Marco, Mattia, Thomas e Francesco.

MALKOVIC
I Malkovic sono una band alternative rock italiana.Si formano a Milano nel 2014 ad opera di Giovanni Pedersini (voce, chitarra) e Elia Pastori (batteria, elettronica) e trovano la loro formazione definitiva con l’entrata di Fabio Copeta al basso.  Nel Marzo 2016 entrano in studio per registrare il loro primo EP omonimo che vedrà la sua uscita a Novembre 2016.

ENDRIGO 
Gli Endrigo sono quattro amici da sempre che nascono in un posto che si chiama assurdamente Villaggio Sereno, quasi a Brescia ma non abbastanza, rubano un nome già pronto e cominciano a suonare rock’n’roll. Discograficamente attivi dal 2012 con due EP, “Spara” e “Buona Tempesta”.Sul finire del 2016 si sono chiusi nella Casa Vacanze Macchione, adibita a studio di registrazione, per registrare il primo vero album, prodotto da Andrea Marmorini (Woodworm, La Quiete) e Jacopo Gigliotti (Fast Animals and slow kids). “Ossa rotte, occhi rossi” uscirà il 17 marzo 2017 per IndieBox Music (distr. digitale Artist First – distr. fisica Self) e sarà anticipato il 17 febbraio dal videoclip e dalla release digitale del brano di apertura “Straight outta Villaggio Sereno (BS)”.

e a seguire LUCA FERRARI (VERDENA) DJ SET

SABATO 22 LUGLIO 2017
I LOVE REGGAE
con
JAKALA
La Jakala Reggae Band nasce a Brescia nel Settembre 2012 da un'idea di Andrea Paderno (batteria) e Michele Pellegrini (basso).Poco alla volta sono venuti ad aggiungersi gli altri componenti della band, raggiungendo in breve tempo una formazione completa. La band è caratterizzata da un binomio di voci soliste, accompagnate da un sound giovane volenteroso di apprendere insegnamenti dalle radici della musica già affermata, ma anche attento a non cadere in banali sonorità già ascoltate.

REBEL ROOTZ
La band, nata a Trento nel 2010, si fonda sul reggae e sull’incontro delle personalità dei suoi componenti: Massimo Fontanari (voce e chitarra), Carlo Villotti (chitarra e cori), Francesco Dallago (basso), Pietro Toniolli (tastiere), Michele Tasin (tastiere e cori) e Loris Dallago (batteria). Il loro primo singolo, nel 2011, è Tu sei musica, seguito dall’album Radice ribelle e dal video della canzone Fragile. Nel 2014 hanno inciso il nuovo disco, Sotterraneo.

DOMENICA 23 LUGLIO 2017
LUCIO CORSI
Lucio Corsi è un cantautore maremmano di 22 anni, di Val Di Campo di Vetulonia, provincia di Grosseto. Nelle sue canzoni (il suo esordio è di un paio di anni fa circa) per Picicca Dischi, Lucio ha spesso raccontato la Maremma e i suoi abitanti, intesi come gli animali che la popolano. Oggi ha deciso di scrivere un vero e proprio "Bestiario Musicale", prendendo spunto dai tradizionali Bestiari Illustrati di cui tutti abbiamo memoria. Ha scelto quindi 8 animali tipici della zona, annotandosi anche la mitologia che si portano dietro, e ha scritto una canzone per ognuno di loro. Lucio Corsi è un cantautore toscano proveniente da Val di Campo di Vetulonia. Nel 2012 sconfigge la Matematica e dopo varie esperienze con gruppi della zona incomincia a comporre canzoni proprie influenzato dai cantautori italiani e dal glam rock di David Bowie e Lou Reed. Un giorno a Firenze riesce ad abbracciare Iggy Pop e dopo esser tornato soddisfatto a casa ed aver esplorato bene le tombe etrusche della sua zona si trasferisce a Milano. Nella città tentacolare, con una buona dose di cocomeri, dinosauri, farfalle e sigarette per la testa decide di intraprendere la carriera solista proponendo brani propri in italiano. Il 13 gennaio 2015 è uscito il suo disco d’esordio “Altalena Boy / Vetulonia Dakar”, prodotto da Federico Dragogna e pubblicato da Picicca Dischi.

Tutte le sere Live Painting con Danilo Diprizio, Sabato sera postazione fissa con Telescopio per guardare le stelle, Domenica h.15.00 Tornep semilampo di scacchi iscrizioni al 3282767388. Area Ristori con Birra, panini e menu' Fiorentina By Osteria Pian delle viti. Bus Navetta dal parcheggio in via sebina provaglio. Inizio concerti ore 20.30. Dalle 15.00 Ingresso libero

INFOLINE 3351588831
________________________________________________________________________________


PAS DE TRAI
PURE MUSIC FESTIVAL
La terza edizione dal 3 al 7 agosto a San Fratello (Messina)

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA, AMETSUB, DAISUKE TANABE, ANCHORSONG, ALESSIO BONDÌ, MÒN, STUFF., WE ARE CHILDREN (WE MAKE SOUND), YAZMYN HENDRIX, RAFFAELE GENOVESE TRIO feat. ALESSANDRO PRESTI & JOSSY BOTTE e tanti altri…

Entro il 30 maggio o fino a esaurimento gli speciali abbonamenti “Early Bird Ticket”

Giunge alla sua terza edizione il PAS DE TRAI, il festival dedicato a musica e natura che dal 3 al 7 agosto si terrà a San Fratello (Messina), all'ingresso di un querceto secolare immerso nel Parco dei Nebrodi. Anche quest’anno la line up comprende musicisti che spaziano tra i più svariati generi musicali, dall’elettronica al jazz, dal folk al rock, dalla musica classica contemporanea alla sperimentazione sonora, in un bilanciamento perfetto tra artisti stranieri e italiani e con un occhio di riguardo alle eccellenze siciliane. Organizzato dall’associazione culturale Pas de Trai con il patrocinio del Comune di San Fratello, il festival nasce da un’idea di Agostino Collura, giovane musicista palermitano che, tornato in Sicilia dopo alcuni anni a Londra e affiancato da un ristretto gruppo di amici (tutti under 30), decide di creare un ponte tra le realtà musicali internazionali e siciliane, offrendo al pubblico dell’isola un tipo di evento totalmente nuovo. Molto più che una semplice rassegna di concerti, il Pas de Trai è già dalla prima edizione un’esperienza che coinvolge appieno ogni singolo partecipante, dandogli la possibilità di immergersi in un’atmosfera di autentica condivisione in armonia con la natura. Nel corso delle cinque giornate verranno proposte attività di ogni genere: live musicali, incontri di divulgazione scientifica, workshop di artigianato, una healing area per ristorare il fisico e la mente, attività ricreative all’aria aperta e, naturalmente, degustazioni dei prodotti tipici del luogo. Il Main Stage, che sarà attivo venerdì 4 e sabato 5 agosto, ospiterà La Rappresentante di Lista, i giapponesi Ametsub, Daisuke Tanabe e Anchorsong, tutti e tre insieme con il loro nuovissimo progetto Tokyo Sound Land, il palermitano Alessio Bondì, gli STUFF., il trio del siracusano Raffaele Genovese, che per l’occasione sarà affiancato dal trombettista Alessandro Presti e dal sassofonista Jossy Botte, Yazmyn Hendrix, i Mòn e i We are Children (We Make Sound). Durante tutti e cinque i giorni del festival altri artisti si esibiranno in performance acustiche, Dj set e jam session; tra i già confermati Audrey Riley & James Woodrow, Max Mella, DubMarta e Aharon. Il Pas De Trai si svolge a San Fratello (Messina) presso la Contrada Passo dei Tre (SS 289 – Km 18.4). Entro il 30 maggio, o fino a esaurimento, sono disponibili su www.ciaotickets.com gli abbonamenti “Early Bird Ticket” per i cinque giorni, al prezzo speciale di 40 euro. Il pubblico avrà la possibilità di sostare in tenda gratuitamente nell’area del festival. Il Pas De Trai è realizzato in collaborazione con l’associazione culturale palermitana ZisaLab, il collettivo milanese Recipient, il ristorante tipico Il Cerro, l'agriturismo Masseria Santa Mamma, l'azienda biologica 'U Furiano e la startup Science & Joy. Charity partner è l’associazione Fantabreeze, che attraverso raccolte fondi si occupa di favorire, realizzare e finanziare progetti di ricerca oncologica.

_________________________________________________________________________________


Bob Dylan s Week 6th 
Firenze, 17 - 24 maggio 2017

L’Associazione culturale Contemporary organizza con le proprie forze e per il sesto anno consecutivo la Bob Dylan's Week, la settimana dedicata alla musica popolare americana ed ai suoi infiniti retroscena culturali. Una grande notizia ci riempie di gioia,la presenza di GREIL MARCUS, in qualita’ di spettatore per ora, visto che ancora non si sono trovate le giuste coordinate per ospitare una sua conferenza. La novità è che sotto i cieli di Firenze si celebrerà anche il Premio Nobel per la Letteratura, finalmente  conferito al grandioso poeta songwriter del Minnesota. La Bob Dylan's Week si batte da anni, ed invano, presso la Municipalità della Città affinchè Essa conferisca il Fiorino d’Oro a Dylan. Encefalogramma Piatto. Tanti concerti, artisti provenienti  dall'estero, ma anche installazioni, mostre, musicals e poesia. Tra gli eventi da segnalare: il tradizionale concerto d’apertura al Vip’s Bar di Piazzale Michelangelo mercoledi’ 17 maggio alle ore 17.00 con un cast che Acquaraggia arricchisce ogni anno; la mostra di Arte Figurativa  che torna al Baraka di via di Novoli ed inaugura mercoledi 17 maggio alle ore 20.00 l’open mic Dylan al Namaste’alle 21.45 giovedi’ 18  maggio, preceduto all’ora dell’aperitivo da un evento d’eccezione  con Ernesto Bassignano che svelera’ i retroscena del fantomatico concerto di Dylan a Roma al Circolo XXV aprile di via Bronzino; Matteo Podda che rilegge Woody Gutrhie attraverso La Ballata di Sacco e Vanzetti venerdi’ 19 maggio al Dietro le Quinte delle Sieci; i concerti di Les Sampou, Noah Kite, Kenny Wilson, Kelsey Clifton disseminati  tra locations meravigliose come il  Chiostro di Pico della Mirandola, in piazza San Marco a Firenze ; la rilettura della musica di Dylan per Guzheng, l’antica arpa orientale suonata dalla virtuosa Xie Nin sabato 20 maggio all’Ozne di Prato; se potete non perdetevi il fingerpicking di Mattia Rossignoli, cercatelo nel programma su facebook alla pagina Bob Dylan's Week ;  l'installazione Multimedidylan al Medialab di via Don Facibeni sabato 20 maggio in mattinata ; il 22 maggio alle 17.00 alla BiblotecaNova dell’Isolotto la lettura  creativa dei nonni d’assalto e per finire,last but not least ; il “piccolo divertente musical” Bob Dylan s dream il 24 maggio alle ore 21.30 per chiudere degnamente al Teatro Nuovo del  Circolo Lippi in  via Fanfani , arricchita dalla  presenza  dell’Associazione Le Piazze degli anni 70! Dylan Lebon nobeL, leggetevi il programma completo su Facebook / Bob Dylan s Week .. https://www.facebook.com/Bob-Dylans-Week-1571789043087415/?fref=ts. I testi di Bob Dylan viaggiano  attraverso la vita e le anime delle persone, la loro lettura, li taglio, rimescolando tutto ed ispirandoli. A loro volta, le sue canzoni hanno e ispirare gli altri per ispirare ulteriormente qualcun altro. È un circolo senza fine, che è andato avanti per secoli, e che ogni tanto vede un suo traguardo. “Bob Dylan ha ripreso una tradizione che è iniziata molti secoli fa, molto tempo prima di quanto  possiamo ricordare. E 'la tradizione del passaggio esperienze di vita delle persone alla prossima generazione attraverso frasi, romanzi, poesie e canzoni. Firenze ha storicamente prodotto molti di queste opere, tra cui "il libro di poesie scritte da un poeta italiano nel XIII secolo". Bob Dylan ha imparato molto dai trucchi poetici di Dante e Petrarca, oltre che dal racconto di Giovanni Boccaccio. Quest'ultimo aveva i suoi romanzi basati in una strada ancora esistente, che hanno ispirato un mio buon amico a creare alcuni dei suoi miglori disegni, e me di scrivere almeno una  canzone intorno ad esso. La settimana Bob Dylan non sarà solo una celebrazione dello stesso uomo, ma di quella stessa tradizione che fa parte di una ancora piu’  grande espressione. La settimana Bob Dylan è un'occasione per celebrare una delle più recenti espressioni di questa tradizione accanto ad alcuni dei suoi predecessori più antichi. La settimana Bob Dylan: in realtà accade tutto il tempo, ma a volte devi solo stare fermo e realizzarla.” Jan Karremars 

OFFICIAL PROGRAM

We/Me 17   -VIPS BAR Piazzale Michelangelo – h  5.30 p m
Concert – Acquaraggia sing Dylan
We/Me 17   - BARAKA CAFFE’ Via di Novoli 75 – h  8.00 pm
Showcase of the exhibition “Dignity’” and connected Reading of Poetry
We/Me 17   - CHIOSTRO PICO DELLA MIRANDOLA Pza S.Marco  – h  5.00  p m
Showcase   Personal Felice Pezzano, s   “Dignity “
We/Me 17   - CHIOSTRO PICO DELLA MIRANDOLA Pza S.Marco  – h  6.00  p m
Concert – Noah Kite and Mattia Rossignoli  
Th/Gi 18  CIRCOLO XXV APRILE  Via Bronzino -  h  6, 00 p m
Dylan at the Folkstudio :It is really happened  ?
Ernesto Bassignano,Simone Siliani .
Th/Gi 18  PLAZ   Via Pietrapiana  -  h  6, 00 p m
In the nameof Dylan :Noah Kite Mattia Rossignoli  .
                  Th/Gi 18  NAMASTE’  Via Pandolfini 368 r -  h  9, 00 p m
Open Mic Dylan and special From Talkin Blues to Hip Hop
Th/Gi 18  CIRCOLO  VINGONE –SCANDICCI -  Via Roma 166 -   h. 9.30 p m
Roots,  About Bluegrass  & Old Time Music Jam Session  by Lily Prigioniero
Th/Gi 18  - CHIOSTRO PICO DELLA MIRANDOLA P.za S.Marco – h  6.00  p m
Concert – Kenny Wilson
 Fr/Ve 19  - GOOSE  Via delle Oche – h  9.30  p m
Concert – Patti De Rosa and Les Sampou
Fr/Ve 19  - CHIOSTRO PICO DELLA MIRANDOLA Pza S.Marco – h  6.00  p m
Concert – Alessandro  Alajmo 
  Fr/Ve 19  - OSTERIA DE’MACCI   Piazza Annigoni  – h  8.00  p m
Concert – Titta Nesti and friends Jazzin’ Dylan 
Fr/Ve 19  DIETRO LE QUINTE   Via Aretina SIECI ( FI ) - h  9, 30 p m
Noah Kite, Kenny Wilson, Mattia Rossignoli, Matteo Podda  and other stories  by Dietro le Quinte -
Sat/Sab  20  MEDIALAB FIRENZE Via Don Facibeni   h. 16.oo , 4 p m
MediaDylanlab  by Medialab 
Sat/Sab  20  OZNE –via Pugliesi . PRATO.   h  6, 00 p m
Dylan on the Great Wall - Guzheng by Nie Xie
Sat/Sab  20  OZNE –via Pugliesi . PRATO.   h  10 , 00 p m
Dylan s Rock & Roll & Blues by Acquaraggia
Sun/Dom  21  OZNE –via Pugliesi . PRATO.   h  6 , 00 p m
Concert  Kenny Wilson and Noah Kite  ( gtr. Ale Abba )
Sun/Dom  21  CACIO E PERE – SIENA- Via dei Termini 70    h. 9.30 p m
Dylan  Country  blues by Acquaraggia & Rossignoli Noah Kite Kelsey Clifton
Mon/ Lun 22  OZNE –via Pugliesi . PRATO.   h  10 , 00 p m
Vynil shocked  - Bob Dylan  – by Contemporary
Mon/ Lun 22  BIBLIOTECANOVA   Via Canova  - h. 5.00 p m
Dignity . Dylan s Creative reading  by Nonni d’assalto. Rino Garro. Acquaraggia -
Mon/ Lun 22  - CHIOSTRO PICO DELLA MIRANDOLA Pza S.Marco  – h  7.00  p m
Concert – Acquaraggia . Host Luopu   
Tu/Ma 23   - GOOSE  Via delle Oche – h  9.00  p m
Concert – Noah Kite and Kenny Wilson  
Tu/Ma 23   MILK & DART   Via S.Stefano in Pane   h. 6.30 p m
Vernissage  - Beat Generation Installation – by Contemporary
Tu/Ma 23   - CHIOSTRO PICO DELLA MIRANDOLA Pza S.Marco  – h  6.00  p m
Concert – Patti De Rosa    
Wed/Mer  24  CIRCOLO LIPPI  Via Fanfani - h  7, 00 p m
Bob Dylan s ream- A little funny musical
_______________________________________________________________________________

Dal 25 al 29 giugno in Piazza dei Martiri a Carpi (Modena)
CARPI SUMMER FEST 2017
La seconda edizione del festival dell’estate emiliana 
Con FRANCO BATTIATO, FRANCESCO GUCCINI, FRANCESCO GABBANI, NICCOLÒ FABI e GIOVANNI CACCAMO con GIOVANNI ROBUSTELLI!

Dal 25 al 29 giugno torna per il secondo anno CARPI SUMMER FEST, il festival dell’estate emiliana che si svolgerà nella splendida Piazza dei Martiri a Carpi (Modena) con tanta musica per tutti i gusti! Ogni giorno sarà dedicato ad un artista: saliranno sul palco, in ordine cronologico, FRANCO BATTIATO, FRANCESCO GUCCINI, FRANCESCO GABBANI, NICCOLÒ FABI e GIOVANNI CACCAMO con GIOVANNI ROBUSTELLI. Sono aperte le prevendite per i concerti sui circuiti www.ticketone.it e www.vivaticket.it. Si comincia il 25 giugno con un appuntamento imperdibile con FRANCO BATTIATO accompagnato dalla Royal Philharmonic Concert Orchestra, dove le sue composizioni vivranno nell’esecuzione dell’orchestra londinese diretta da Carlo Guaitoli con Angelo Privitera alle tastiere e programmazioni. Il 26 giugno FRANCESCO GUCCINI si racconterà in una emozionante intervista percorrendo l’Italia dal dopoguerra ai giorni nostri, attraverso le sue canzoni e i suoi libri, i suoi miti, le sue origini, le sue ispirazioni. A coronare la serata un concerto dei Musici, i musicisti che hanno accompagnato Guccini in una lunga carriera di concerti live. Il 27 giugno salirà sul palco FRANCESCO GABBANI, vincitore del Festival di Sanremo 2017, per presentare il nuovo album a cui sta lavorando in questi mesi e che verrà pubblicato il 28 aprile per BMG Rights Management (Italy). Intanto il suo brano "Occidentali's Karma" è un successo trasversale e assoluto: spopola non solo in radio e nelle classifiche, ma anche sul web e in tv dove è nato un movimento spontaneo a sostegno della canzone. Il 28 giugno sarà in concerto NICCOLÒ FABI che quest’anno festeggia i vent’anni di carriera. Celebrerà il suo percorso artistico e musicale portando sul palco i brani estratti dal suo ultimo disco di inediti “Una somma di piccole cose” e tutti i suoi più grandi classici. Ad accompagnarlo sul palco il cantautore torinese Alberto Bianco e la sua band, composta dai musicisti e polistrumentisti Damir Nefat, Filippo Cornaglia e Matteo Giai. Il 29 giugno il festival termina nella cornice di Piazzale Re Astolfo con GIOVANNI CACCAMO e GIOVANNI ROBUSTELLI protagonisti del progetto “S’ignora”, promosso dal Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Durante il concerto, Giovanni Caccamo si esibirà al pianoforte mentre Giovanni Robustelli dipingerà live su grandi tele, soggetti ispirati alle armonie in esecuzione e al luogo protagonista della performance. Con questo grande evento di chiusura gratuito, Giovanni Caccamo porterà sul palco, tra le altre, le canzoni che grandi autori hanno cucito su grandi interpreti che, in alcuni casi, nonostante la loro inaudita bellezza, non hanno avuto, nel tempo, la popolarità che avrebbero meritato e in altri, nascondono aspetti, storie o citazioni poco note. Carpi Summer Fest si conferma anche per quest’anno in grado di offrire alla cittadinanza l’opportunità di assistere sul proprio territorio ad eventi di rilievo nazionale. La manifestazione nasce proprio dall’ambizione e dalla volontà di riposizionare la città di Carpi tra i grandi poli di attrazione e interesse culturale. Carpi Summer Fest è organizzato da International Music and Arts e Quelli del 29, con il patrocinio del Comune di Carpi. Radio Bruno è media partner della manifestazione.