Festival Canzone D'Autore

I principali festival dedicati alla canzone d'autore e al rock


PAROLE AL VENTO - 3a EDIZIONE
GIOVEDÌ 9 MAGGIO, ore 21
Gli EQU con la partecipazione straordinaria di IVANO MARESCOTTI
Presentazione del nuovo album «Durante», ovvero canzoni surreali sulla Divina Commedia
CINETEATRO ASTROLABIO
via Goffredo Mameli 8, Villasanta (MB)


Per il quarto e ultimo appuntamento della rassegna “Parole al vento”, ovvero canzoni fatte a mano raccontate dagli artisti, manifestazione ideata e prodotta da AH-UM e CONTROLUCE con la collaborazione del Comune di Villasanta (Mb) e il sostegno di Fondazione Cariplo, giovedì 9 maggio all’Astrolabio di Villasanta (ore 21; ingresso 12-15 euro) è in programma un appuntamento davvero singolare, un evento a metà tra concerto e rappresentazione teatrale, con gli Equ, gruppo in arrivo dalla Romagna che oscilla tra istinto rock, sonorità jazz e canzone d’autore, e Ivano Marescotti, attore, regista teatrale e drammaturgo tra i più noti in Italia.  In questa occasione verrà presentato “Durante”, l’ultimo lavoro discografico della band formata da Gabriele Graziani (voce e autore dei testi), Vanni Crociani (pianoforte, fisarmonica e autore delle musiche), Giacomo Toschi (sassofoni), Fabio Cimatti (sassofoni), Andrea Batani (trombone, glockenspiel), Alessandro Padovani (contrabbasso, basso), Amedeo Santolini (chitarre) e Mirko Berlati (batteria, percussioni, clarinetto). Dal 10 maggio l’album è in vendita nei negozi e negli store digitali. Commissionato dal Ravenna Festival, il progetto “Durante” è una rilettura surreale della Divina Commedia in tre narrazioni (Inferno, Purgatorio, Paradiso) intercalate da canzoni. “Durante”, nome di battesimo del sommo poeta, è un’opera composta da parti recitate e da dodici brani molto ma molto andanti, con la supervisione al testo dello scrittore Eugenio Baroncelli: Dante incontra Leopardi e, insieme, i due spostano la siepe dell’infinito. Lo sguardo cambia, la testa cambia, il mondo cambia e pure la musica cambia. Il paradiso è farsi attraversare. «Nel bel mezzo di una mattina d’estate, mi sono ritrovato un buco al centro della testa»: si apre così il “Libretto distruzione” che gli Equ hanno preparato per i loro ascoltatori, mettendoli subito di fronte alla serie di giochi di parole con il quale il protagonista di questo singolare viaggio nell’Oltremondo conduce la narrazione di un amore fallito e surreale. Il protagonista si ritrova un buco nella testa e, con un dito, tocca l’interno del proprio cervello. Nel contatto con le sue parti - l’emisfero non verbale e quello analitico, i lobi da cui dipendono le funzioni visive e uditive - cambia la struttura del discorso della voce narrante, così anche le parole e le frasi mutano senso e significato. Alla base di questa visione c’è l’idea che, in fondo, non conosciamo nulla delle alchimie che si sprigionano nel cervello né, soprattutto, di come si forma la vita umana. Dunque, il viaggio del protagonista si rivela essere un viaggio attraverso l’inconscio, dentro quella parte di noi che si sottrae a ogni conoscibilità tangibile. Se diamo per scontata la realtà che acquisiamo con il ragionamento logico, “Durante” ci invita a lavorare, invece, sul senso mutevole di ciò che percepiamo: la parola è la vera protagonista di questa esplorazione, trasformata in una continua trasgressione delle regole acquisite. Nell’album “Durante” la musica di Vanni Crociani è al servizio della parola, asseconda la rima, l’assonanza e la disgregazione delle sillabe, giocando con il ritmo della narrazione, sempre più serrato verso la fine, come una sorta di colonna sonora. Se nei lavori precedenti degi Equ era il gruppo a lavorare sugli arrangiamenti, soprattutto in sede di registrazione, in questa occasione Crociani ha scritto per esteso tutte le parti, avendo in mente strumentisti ben precisi, con i quali collabora da tempo e di cui conosce lo stile e il contributo personale all’interno del gruppo. Per la prima volta, dunque, i musicisti della band suonano una parte scritta, come se fossero in un’orchestra, con l’eleganza della musica classica, passando da pagine in cui è richiesta grande precisione del suono a situazioni quasi rumoristiche, fino a momenti che sembrano richiamare l’elettronica, sebbene in realtà sia del tutto assente.

La band
Gli Equ nascono nel 1996 a Santa Sofia (Forlì-Cesena). Nel 2005 vengono selezionati per la categoria Giovani al Festival di Sanremo con il brano “L’idea”, che entra nelle classifiche dei singoli più venduti. Nel 2006 pubblicano il loro primo album (intitolato semplicemente “Equ”) e inizia un periodo di apparizioni importanti, anche in televisione. La band cresce artisticamente e nel 2009 arriva il secondo disco, “Liquido”, che esprime un clima musicale perfettamente in equilibrio tra atmosfere rock-progressive e canzone d’autore. Uno dei brani dell’album, “Il pendolo”, viene interpretato dall’attore Claudio Santamaria. A tre anni di distanza, dopo un lungo lavoro di ricerca non solo sonora, nel 2013 esce “Un altro me”, un concept album che si avvale della collaborazione di Federico Bellini (drammaturgo di Antonio Latella), Francesco Gazzè (autore dei brani del fratello Max), Alessandro Bergonzoni, coautore del testo “Eccetera eccetera”, e del produttore artistico Marco Canepa (Alan Parson, Mia Martini, Paolo Conte, Branduardi, Zucchero), che appoggia con energia e passione il progetto. Con questo disco gli Equ si lasciano definitivamente alle spalle il linguaggio tipicamente rock/pop per “rinascere” con un lavoro che prende una direzione innovativa e altre sonorità. L’immagine, il suono e il racconto sono componenti essenziali dell’album, la cui forza risiede nel valore evocativo dei testi, sostenuti da una colonna sonora che ne amplifica il senso dell’azione e lo stato d’animo. Musica e parole conducono verso una strada più teatrale e performativa. Diversi sono i riconoscimenti ottenuti da “Un altro me”: il brano “il Solito”, contenuto nell’album, vince il Premio Bindi per la canzone d’autore, mentre l’anno seguente gli Equ sono tra gli otto vincitori di Musicultura con “Eccetera eccetera” come miglior testo. Nel 2015, inoltre, lavorano in teatro con Mario Perrotta in “Toni sul Po” (spettacolo vincitore del premio UBU).
_________________________________________________________________________________

PRIMO MEMORIAL CLAUDIO LOLLI
9 e 10 maggio
Cinema Teatro Galliera - Bologna
Marina Rei, Luca Carboni, Riccardo Sinigallia, Angela Baraldi, Emidio Clementi (Massimo Volume), Cesare Basile, Pierpaolo Capovilla (Il Teatro degli Orrori), Giulio Casale, Gianni D'Elia, Edoardo De Angelis, Juan "Flaco" Biondini, Erica Mou, Mirco Menna, Gualtiero Bertelli, Marco Rovelli, Andrea Parodi, Luca Bonaffini, Jo, Milena Mingotti, Barbara e Mario Manfredini.

Definito il cast artistico e il programma delle due serate. 32 artisti provenienti da tutta Italia in ricordo del cantautore bolognese.

Definito il programma delle due serate di "Vorrei farti vedere la mia vita" ovvero il Primo Memorial dedicato alla figura di Claudio Lolli, che si terrà il 9 e il 10 maggio a Bologna.  32 artisti tra cantanti e musicisti provenienti da tutta Italia si alterneranno sul palco del Cinema Teatro Galliera ripercorrendo il repertorio lolliano. Giovedì 9 maggio si esibiranno Marina Rei, Luca Carboni, Riccardo Sinigallia, Giulio Casale, Cesare Basile, Pierpaolo Capovilla, Juan "Flaco" Biondini, Erica Mou, Marco Rovelli, Jo, Milena Mingotti, e Barbara e Mario Manfredini. Venerdì 10  maggio toccherà a Angela Baraldi, Emidio Clementi, Edoardo De Angelis, Gualtiero Bertelli, Mirco Menna, Andrea Parodi, Luca Bonaffini, il poeta Gianni D'Elia e (per la seconda volta ma con brani diversi) Pierpaolo Capovilla, Giulio Casale, Erica Mou, Marco Rovelli, Milena Mingotti, Barbara e Mario Manfredini. Ad accompagnarli, sotto la guida del Direttore Artistico Danilo Tomasetta, i musicisti che da sempre hanno collaborato Lolli nelle produzioni in studio e nei concerti dal vivo: Roberto Costa, Felice Del Gaudio, Pasquale Morgante, Lele Veronesi, Paolo Capodacqua, Roberto Soldati, Giorgio Cordini, Nicola Alesini, Alberto Pietropoli e Andrea Pellegrini. Le parole del Dir. Artistico Tomasetta ben spiegano le motivazioni alla base di questo evento che si preannuncia essere una grande festa nazionale della musica in omaggio ad uno dei più grandi e sottovalutati cantautori italiani: “Ho cominciato a pensare ad un evento da organizzare fin da quando Claudio ci ha lasciato orfani della sua presenza. Credo che tantissimi abbiano toccato con mano, nei mesi successivi alla sua scomparsa, quanto Claudio fosse amato dai fans e dalla gente, basta pensare agli innumerevoli post sui social che ancora oggi continuano a ricordarne la figura e l’opera. Forse invece molti non sanno quanto Claudio fosse stimato da musicisti e colleghi. Il memorial del 9 e 10 maggio metterà in luce proprio questo aspetto. Le adesioni entusiastiche di cantanti e musicisti, noti e meno noti, sono già oggi il miglior riconoscimento possibile del valore della musica e delle parole di Claudio e lo spettacolo che stiamo allestendo, dove protagoniste assolute saranno le sue canzoni, porterà la sua arte anche alle orecchie e all’attenzione di chi, per un motivo o per l’altro, finora l’ha trascurata”.

Info e prevendite:
info@cinemateatrogalliera.it
389/6055155
________________________________________________________________________________

Grandi nomi a Taranto per il Medimex 
 Cigarettes After Sex, Editors, Liam Gallagher e Patti Smith 
per l’International Festival & Music Conference in programma dal 5 al 9 giugno
Prevendita attiva circuito vivaticket dalle ore 12.00 del 27 marzo

Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, torna a Taranto il Medimex, International Festival & Music Conference organizzato da Puglia Sounds, il progetto della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese. Dal 5 al 9 giugno sono in programma quattro giorni di musica con star internazionali, una mostra su Woodstock e altre esposizioni, incontri con gli artisti, importanti spazi di confronto professionale sulle opportunità del mercato mondiale, attività di formazione, cinema e molte altre attività. Di assoluto prestigio il programma del main stage sul palco del Lungomare Vittorio Emanuele III: venerdì 7 giugno doppio appuntamento con gli americani Cigarettes After Sex, gruppo di punta dell’ambient pop di stanza a New York e i britannici  Editors, una delle realtà di maggior successo del moderno wave-rock; sabato 8 giugno Liam Gallagher dell’ex frontman degli Oasis, figura di riferimento del brit-pop in procinto di pubblicare il suo secondo album da solista dopo As You Were. Completa il quadro degli headliner, domenica 9 giugno, Patti Smith che, come annunciato, celebrerà in esclusiva per il Medimex i quarant’anni dei leggendari concerti di Bologna e Firenze del 1979 che, con l’artista americana sancirono il ritorno in Italia dei grandi raduni rock dopo la «stagione degli incidenti». La prevendita dei biglietti per le tre serate è attiva dalle ore 12.00 di  mercoledì 27 marzo sul circuito vivaticket. Anche quest’anno il Medimex propone dei prezzi accessibili a tutti: 15 euro per venerdì 7, 25 euro per sabato 8, 15 euro per domenica 9 e abbonamento alle tre serate 45 euro.
Gli altri concerti del Medimex saranno programmati attraverso una call pubblica, disponibile sul sito www.medimex.it, rivolta ad operatori nazionali e regionali, i quali potranno proporre live sia per le esibizioni prima degli headliner sul mainstage che per il palco di Villa Peripato, dove quest’anno si terranno anche concerti. La selezione prevede una quota riservata alle esibizioni degli artisti pugliesi.
Il Medimex, inoltre, rinnova la partnership con Birra Raffo, storico brand da 100 anni legato a doppio filo alla storia e all’identità della città dei due mari, anche quest’anno main sponsor della manifestazione. Nelle prossime settimane verrà annunciato il programma completo, che prevede anche incontri d’autore con i protagonisti della musica italiana, attività professionali e di networking rivolte ad artisti e operatori musicali regionali e nazionali, scuole di musica, dj set, mostre, il mercato del vinile, proiezioni, attività collaterali e una finestra sul cinquantennale di Woodstock, il festival americano che nel 1969 segnò la stagione dei grandi raduni rock, negli anni successivi scomparsi in Italia per motivi di ordine pubblico e ripresi soltanto nel 1979 proprio con i  memorabili concerti di Patti Smith a Bologna e Firenze.

Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it

Hashtag ufficiali #Medimex2019 #weareinpuglia #Medimex
________________________________________________________________________________

ASTIMUSICA 2019


Il Comune di Asti annuncia i primi nomi per la 24^ edizione del festival che si terrà dal 3 al 14 luglio in Piazza della Cattedrale.

Torna la rassegna musicale di Astimusica con una 24esima edizione ricca di nomi di rilievo del panorama musicale italiano internazionale, organizzata dal Comune di Asti grazie all’Asp e alla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, col patrocinio della Regione Piemonte, in collaborazione con Dimensione Eventi, azienda leader nel settore degli eventi. La direzione artistica degli spettacoli, come da tradizione del festival, in parte gratuiti ed in parte a pagamento, è sempre affidata a Massimo Cotto, la cornice sempre quella suggestiva e prestigiosa di Piazza della Cattedrale. Il sindaco Maurizio Rasero dichiara: «Astimusica 24. Alcune importanti novità ed una conferma. Il Comune di Asti dopo 4 anni ritorna come organizzatore unico, la conferenza stampa con i primi concerti a pagamento il 4 marzo, come deve essere per un festival con grandi ambizioni, e una formula “vincente” che viene rafforzata grazie all’apertura a nuove collaborazioni, alcune già definite ed altre che potranno concretizzarsi nei prossimi mesi.  Una conferma: Massimo Cotto, direttore artistico» L’assessore Gianfranco Imerito «La collaborazione con Dimensioni Eventi nei concerti a pagamento è un’ulteriore prova, se mai ce ne fosse ancora bisogno, dell’autorevolezza conquistata in questi anni da Astimusica. La possibilità di conservare l’equilibrio tra i concerti gratuiti e quelli a pagamento senza perdere in qualità e unicità, avendo sempre sotto controllo il budget, è la formula con cui ci avviamo verso il 25° anno di un festival ormai “patrimonio culturale” non solo della nostra città. Una novità che ho voluto aggiungere a questo festival è la possibilità di far aprire alcuni concerti con gruppi locali che saranno selezionati in collaborazione con La Stampa, redazione di Asti.»  Massimo Cotto, direttore artistico di Astimusica «Si ritorna alla vocazione antica, con alternanza di emergenti ed emersi, con grandi nomi e altri che lo diventeranno. Per fare solo un esempio, nell’edizione 2016 il pubblico di Astimusica ha potuto vedere i tre artisti che avrebbero poi vinto Sanremo nei tre anni successivi: Gabbani, Ermal Meta e Mahmood. Tre concerti, tra l’altro, gratuiti. Questo per ribadire l’occhio lungo di una rassegna che è sempre stata attenta a segnalare giovani talenti prima di chiunque altro» Il presidente dell’Asp, dottoressa Vincenzina Giaretti, sottolinea che l’ente è fortemente impegnato a contribuire al benessere di chi vive in città sia offrendo servizi di qualità che promuovendone la cultura e le bellezze. Asp conferma quindi il suo interesse ed il suo impegno nell’iniziativa Astimusica partecipando all’edizione 2019 come “main sponsor”, ritenendola un valido strumento per comunicare l’importanza della bellezza di Asti e coinvolgere la cittadinanza con lo slogan “Ascolta la musica, abbi cura della tua città”.

PROGRAMMA ASTIMUSICA 24

Mercoledì 3 luglio
LACUNA COIL - a pagamento
Gruppo musicale baluardo della storia dell’alternative metal italiano, formatosi a Milano nel 1994 capitanati dall'affascinante Cristina Scabbia. Sono gli alfieri del gothic-metal italiano e i loro dischi hanno raggiunto all'estero una notorietà forse ancor maggiore che in patria. 

Giovedì 4 luglio
AMERICA - a pagamento 
Band anglo-statunitense, icone del rock classico, gli America, con più di quattro milioni di copie vendute, si sono aggiudicati sei certificazioni tra dischi d’oro e di platino con la loro prima collezione, History. La band, vincitrice di un Grammy Awards e con due nomination alle spalle, si è posizionata in modo fisso nella TOP 40 e nelle chart delle radio rock negli anni ’70 con pietre miliari del genere, tra cui Horse With No Name, Sister Golden Hair, I Need You, Ventura Highway, Don’t Cross the River, Tin Man e Lonely People.

Venerdì 5 luglio 
NEGRITA - a pagamento 
La storica rock band formatasi all’inizio degli anni novanta in provincia di Arezzo che prende il proprio nome dal brano dei The Rolling Stones “Hey! Negrita”, toccherà Asti in una tappa del tour dopo la partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo con il brano “I ragazzi stanno bene” da cui prende il nome anche il loro nuovo album uscito lo scorso 8 febbraio.

Sabato 6 luglio
 DONATELLA RETTORE
Personaggio fuori dalle righe, ironica e trasgressiva, raro esempio di cantautrice italiana, Donatella Rettore resta l'icona di un periodo particolare della storia musicale del nostro paese. Una carriera che la vide tra le stelle della hit parade, ma che che culminò soprattutto nel concept "Kamizaze rock'n'roll suicide", scheggia impazzita nel panorama musicale italiano mainstream dei primi anni ’80 portata alla ribalta dai celebri brani come “Splendido Splendente”, “Kobra” e “Lamette”.

Domenica 7 luglio
ASTI GOD’S TALENT 
Il talent show per cori oratoriani organizzato dalla Pastorale Giovanile Diocesana

Lunedì 8 luglio 
MORGAN & ANDY dei Bluvertigo con Massimo Cotto
Una serata di musica e parole. Uno spettacolo in tre tempi condotto da Massimo Cotto che vedrà esibirsi in un primo tempo Morgan, nella seconda parte Andy, per arrivare ad un finale all’unisono dove ripercorreranno i successi dei Bluvertigo e i brani del cuore, legati alle loro origini e influenze musicali. 

Martedì 9 luglio
BOBBY SOLO and THE BROADCASH play JOHNNY CASH 
Sarà un concerto che celebra i cinquant’anni dell’uscita dell’album “Live at Folsom Prison” di Johnny Cash, la cui musica è da un decennio il cavallo di battaglia proprio dei BroadCash. Da parte sua Bobby Solo è da sempre uno dei cantanti italiani più attenti allo stile Usa country folk. Insieme – Bobby e i BroadCash – firmano un vinile dal titolo “BroadCash play Cash feat Bobby Solo”.

Mercoledì 10 luglio
da definire

Giovedì 11 luglio
TREVES BLUES BAND special guest Dennis Greaves in “70 IN BLUES”
“70 in blues” è il nuovo tour con cui la Treves Blues Band sarà protagonista sui palchi di tutta Italia per celebrare come si conviene il suo leader, Fabio Treves, che nel 2019 festeggia i suoi 70 anni di una vita dedicata al Blues. Sarà ancora più emozionante festeggiare e suonare insieme ad un amico e un bluesman internazionale come Dennis Greaves, cantante, chitarrista e leader dei Nine Below Zero, che fin dal loro detonante esordio nel 1980 con il mitico "Live at Marquee", hanno proposto un mix esplosivo di blues & rock, che li ha consacrati come una delle migliori live band del British Blues. 

Venerdì 12 luglio
EDOARDO BENNATO - a pagamento
Il celebre cantautore rock partenopeo reduce da un tour serrato nei teatri di tutta Italia, torna per proporre alcuni brani evergreen del suo repertorio, alternati a canzoni tratte dal suo ultimo album di inediti “Pronti a Salpare” e dalla riedizione del suo grande successo “Burattino senza fili” nella versione del 2017 con i nuovi brani “Mastro Geppetto”, “Lucignolo” e “Che comico il grillo parlante”, per uno spettacolo di grande musica, suggestivo e coinvolgente.

Sabato 13 luglio
RANCORE
Il rapper romano arriva ad Asti dopo la sua ultima partecipazione al Festival di Sanremo che lo ha visto in gara insieme al cantautore Daniele Silvestri, con il brano “Argentovivo”, classificatosi sesto ma vincendo il Premio della Critica, il Premio della Sala Stampa Lucio Dalla e il Premio Sergio Bardotti per il miglior testo.

Domenica 14 luglio
I FARINEJ D’LA BRIGNA – 30 anni l’ultimo tour  
Storico gruppo astigiano legato a un genere rock-folk demenziale che ha saputo dare un innegabile contributo alla conoscenza del piemontese tra i giovani, torna sul palco per una serata tutta da cantare.

Mercoledì 15
da definire 

Martedì 16
da definire

Mercoledì 17
THE WHITE BUFFALO - a pagamento [prezzi €25/€20]
The White Buffalo, con la voce oscura e vibrante di Jake Smith, sarà in Italia reduce dal successo del suo ultimo album Darkest Darks, Lightest Light. Un disco che nasce da una reale urgenza interiore, dalla necessità di esprimersi. Country, blues, rock’n’roll e soul nell’unica voce di un artista puro, definito da molti come la versione intimista di Eddie Vedder e Bruce Springsteen, in grado di raccontare miti, storie di delinquenti, ubriaconi e reduci di guerra senza mai perdere un briciolo di intensità.

Le prevendite dei biglietti per gli spettacoli a pagamento sono attive con Ticket One (sia on-line su www.ticketone.it che nei punti vendita). Un punto vendita locale sarà attivo presso il Teatro Alfieri di Asti in Via Teatro Alfieri 2 nei seguenti orari: martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.30 alle 16.30 con orario continuato.
________________________________________________________________________________

FLOWERS FESTIVAL
BUILDING A NEW SOCIETY

ANNUNCIA L’UNICA DATA ITALIANA DEL TOUR D’ADDIO DI JOAN BAEZ
IL 19 LUGLIO NEL CORTILE DELLA LAVANDERIA A VAPORE
NEL PARCO DELLA CERTOSA DI COLLEGNO (TO)

Da mercoledì 26 giugno a sabato 20 luglio, nel Cortile della Lavanderia a Vapore nel Parco della Certosa di Collegno (To), ritorna Flowers Festival, la rassegna estiva, organizzata e promossa dall’associazione culturale Hiroshima Mon Amour e Cooperativa Culturale Biancaneve, punto di riferimento per la città di Torino e ormai uno dei festival più importanti a livello nazionale. L’edizione di quest’anno ospiterà la cantautrice ed attivista politica statunitense Joan Baez per l’unica data italiana del “Fare thee well tour”, uno dei concerti più rappresentativi della line-up di quest’anno, ispirata dal tema e sottotitolo del festival: “Building a new society”. «Le ultime due edizioni, sono state dedicate a Franco Basaglia, lo psichiatra italiano a cui si deve la legge, tuttora all’avanguardia nel Mondo, per il superamento delle strutture psichiatriche. – commenta il direttore artistico Fabrizio Gargarone – Quest’anno invece ci dedichiamo ad approfondire il tema della ricerca di nuove fondamenta per una nuova società. Per questo il primo ospite che annunciamo è Joan Baez, testimone di un grande movimento che ha provato a cambiare il mondo e che ha avuto tra i suoi protagonisti i principali artisti dell’epoca. Si considera tutt’oggi come attivista politica e sociale piuttosto che cantante.»

JOAN BAEZ
19 luglio
Cortile della Lavanderia a Vapore, Parco della Certosa, Collegno (TO)

Il tema della costruzione di una nuova società è stato suggerito dal luogo in cui si svolge il Festival ovvero il Cortile della Lavanderia del più grande e celebre manicomio italiano, quello di Collegno. Franco Basaglia, chiudendolo insieme alle altre strutture manicomiali italiane, distrusse nei fatti quei luoghi creati dalla nuova società ottocentesca per la segregazione di soggetti non utili alla sua costruzione nei canoni etico/economici, quali folli, derelitti e soggetti marginali. Il Festival intende quindi superare la sua dimensione di spettacolo e intrattenimento e, nei suoi limiti, vuole contribuire al dibattito sulle trasformazioni sociali che sta attraversando tutti i settori del nostro vivere quotidiano proponendo artisti che si stanno interrogando nella propria opera su come costruire una nuova società, su quali valori farlo, percorrendo quali strade in futuro e quali sono state percorse in passato. Joan Baez ha cantato tutto questo, in più di mezzo secolo di musica, divenendo non solo la voce femminile più celebre ed impegnata degli anni '60, ma anche il simbolo di un'intera generazione. Una vita nella musica e nella storia. Ha marciato in prima linea nel movimento per i diritti civili con Martin Luther King, ha illuminato i riflettori sul movimento della parola libera, è scesa in campo con Cesar Chavez, ha organizzato la resistenza alla guerra del Vietnam, ha sostenuto le Dixie Chicks per il loro coraggio di protestare contro la guerra in Iraq, è salita sul palco con il vecchio amico Nelson Mandela all'Hyde Park di Londra mentre il mondo festeggiava il suo 90esimo compleanno e, più recentemente, ha protestato per la costruzione in Dakota dell’oleodotto nella riserva Sioux di Standing Rock. Poco dopo la sua entrata nella Rock & Roll Hall Of Fame nell'aprile 2017, Joan Baez ha annunciato: «non vedo l'ora di essere in tour con un bellissimo nuovo album di cui sono davvero orgogliosa. Accolgo con piacere l'opportunità di condividere questa nuova emozione con i miei fan storici ed il pubblico in tutto il mondo». Il “Fare thee well tour” - eccezionalmente esteso a quest’anno – è il tour d’addio di Joan Baez iniziato nel 2018 a seguito dell’uscita del suo nuovo disco “Whistle Down The Wind” che arriva a dieci anni di distanza dall’ultima produzione discografica. Registrato in soli dieci giorni a Los Angeles, la nuova opera della cantautrice americana è stata prodotta da Joe Henry con interpretazioni di brani scritti da Tom Waits, Josh Ritter, Anohni, Joe Henry, Eliza Gilkyson, Mary Chapin Carpenter, Tim Eriksen. FLOWERS FESTIVAL è un festival musicale, giunto alla IV edizione, che si tiene a Collegno (To) nel Parco della Certosa, parco urbano di 400.000 mq, in un'area attrezzata per 5000 spettatori. L'area spettacolo, allestita nello spazio insonorizzato noto come Cortile della Lavanderia, è racchiusa da due delle grandi esperienze di riprogettazione urbana messe in atto dalla Città di Collegno: la Lavanderia a Vapore, eccellenza della danza contemporanea internazionale e il Padiglione 14, centro culturale giovanile. In quello che fu il Cortile della Lavanderia del Manicomio di Collegno, si svolge FLOWERS FESTIVAL, che prosegue la tradizione dei grandi spettacoli di teatro e musica cha a partire dal momento dell’abbattimento delle mura manicomiali fino ai primi duemila, hanno contribuito al rinnovamento di questi luoghi meravigliosi, sull’impulso della amministrazione pubblica. L’edizione del 2018 ha chiuso i battenti registrando in totale 34.000 paganti dopo due settimane di grandi successi di pubblico con i sold out di Coez e della coppia Willie Peyote e Frah Quintale.

primi posti 53 euro + prevendita; secondi posti 46 euro + prevendita; terzi posti 38 euro + prevendita

info@flowersfestival.it - Tel 011 3176636
_______________________________________________________________________________

Prime anticipazioni del festival salentino 
Sud Est Indipendente 
Lee Ranaldo, Joan as Police Woman, Diaframma, JP Bimeni, Finn Andrews, Dimartino e Calcutta


Il chitarrista dei Sonic Youth Lee Ranaldo, il percussionista David Cossin, la fotografa e artista multimediale Leah Singer, le cantautrici Joan as Police Woman e Any Other, le band Giant Sand, Be Forest e Diaframma, il soul man africano J.P. Bimeni, il leader del gruppo britannico The Veils Finn Andrews, i cantautori Dimartino e (in collaborazione con il Locus Festival) Calcutta sono i primi nomi confermati della tredicesima edizione del Sud Est Indipendente. Il festival firmato da CoolClub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, sostenuto dal Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac e dalla Regione Puglia (Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia), in collaborazione con Comune di Corigliano d'Otranto, Indie Pride, CoreACore, RadioWau e altri partner pubblici e privati, accompagnerà residenti, appassionati e turisti per tutta l'estate salentina. Si parte dal 7 al 14 luglio al Castello Volante di Corigliano d'Otranto con la residenza artistica "ReSound", ideata e realizzata in collaborazione con la Fondazione Lac O Le Mon, che coinvolgerà gli statunitensi Lee Ranaldo (chitarrista e fondatore dei Sonic Youth, autore solista, produttore, poeta ed editore) e Leah Singer (fotografa e artista multimediale) che si confronteranno con artisti e musicisti italiani e salentini per la realizzazione di performance inedite che coinvolgeranno il Castello e il piccolo comune griko. Il coordinamento artistico sarà affidato a David Cossin (percussionista dei Bang on a Can che ha suonato e collaborato con Steve Reich, Philip Glass, Yo-Yo Ma, Meredith Monk, Tan Dun, Cecil Taylor, Talujon Percussion Quartet, Real Quiet, Sting), Luca Tarantino (liutista e polistrumentista intento a ricercare e coniugare la sua naturale propensione verso il repertorio dei secoli XIV-XVIII con il gusto della ricerca e dello sperimentalismo propri della musica contemporanea) e Luigi Negro (artista e sociologo che ha curato e ideato diversi progetti collettivi e connettivi in Italia e all'estero fra cui Oreste, Lu Cafausu e la Fondazione Lac O Le Mon). Dal 25 al 28 luglio sempre a Corigliano d'Otranto, il Sud Est indipendente proporrà quattro giorni di musica, incontri, workshop, presentazioni di libri, mercatini e allestimenti artistici. Sul palco si alterneranno, tra gli altri, Any Other, nome d'arte della cantautrice e polistrumentista veneta Adele Nigro, Finn Andrews, che dopo cinque dischi pubblicati con la sua band The Veils, è ritornato nella sua terra d'origine, la Nuova Zelanda, per realizzare il suo primo lavoro solista (26 luglio), il gruppo dream pop Be Forest e il cantautore siciliano Dimartino (27 luglio) e i Diaframma, band culto del rock italiano guidata dal cantante, chitarrista e autore Federico Fiumani (28 luglio). La lunga serie di concerti ospiterà, inoltre, Giant Sand (11 luglio alle Manifatture Knos di Lecce), il soul man africano J.P. Bimeni e il percussionista e polistrumentista Gabriele Poso (2 agosto - luogo da definire), la cantautrice statunitense Joan as a police woman (5 agosto - Corigliano d'Otranto - prevendite su vivaticket) e Calcutta che si esibirà al Campo Sportivo di Locorotondo, in provincia di Bari, (10 agosto - prevendite su vivaticket e ticketone) grazie alla collaborazione tra Locus Festival e Sud Est Indipendente. Nelle prossime settimane saranno annunciate nuove sorprese e il programma completo del festival che, dal 2006, ha portato nel Salento le sonorità più interessanti della musica italiana e internazionale, offrendo al pubblico una panoramica ampia e variegata della musica dal punk al cantautorato, dal rock allo ska, dal folk ai ritmi in levare. Nelle diverse location salentine, che nelle prime dodici edizioni hanno ospitato il festival (Gallipoli, Otranto, Castello di Corigliano d’Otranto, Masseria Torcito a Cannole, Torre Regina Giovanna ad Apani, la marina di San Cataldo, Piazza Libertini, Anfiteatro Romano e Parco di Belloluogo a Lecce e molti altri), si sono alternati artisti come Kings of Convenience, Baustelle, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Gogol Bordello, Peter Hook & The Light, Skatalites, Mad Professor, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Lo Stato Sociale, Calibro 35, Brunori Sas, Canova, Colombre, Giorgio Poi, Bugo, Skatalites, Daniele Silvestri, Cosmo, Verdena, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vallanzaska, Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Russell Leetch (Editors) e molte altre realtà internazionali, italiane e pugliesi.

BEIRUT IN CONCERTO A GALLIPOLI CON GALLIPOLI
Il Festival Sud Est Indipendente, firmato da Coolclub con la direzione artistica di Cesare Liaci, in collaborazione con il Locus Festival, ospita nella città jonica il progetto del cantante, musicista e compositore statunitense Zach Condon con i brani del nuovo lavoro discografico intitolato proprio "Gallipoli", scritto e registrato tra New York, Berlino e Lecce, pubblicato per 4AD il 1 febbraio 2019. 

Nuove anticipazioni per la tredicesima edizione del Sud Est Indipendente. Il festival firmato da CoolClub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, sostenuto dal Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac e dalla Regione Puglia (Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia), in collaborazione con Comune di Corigliano d'Otranto, Indie Pride, CoreACore, RadioWau e altri partner pubblici e privati, accompagnerà residenti, appassionati e turisti per tutta l'estate salentina. Mercoledì 21 agosto (ore 21 - ingresso 28 + dp - prevendite disponibili su vivaticket), in collaborazione con Locus Festival, Comune e Castello di Gallipoli, Sud Est Indipendente ospita nella città jonica (Bleu Salento - Lungomare Marconi) Beirut, progetto del del cantante, musicista e compositore statunitense Zach Condon, in tour per presentare il nuovo lavoro discografico intitolato proprio "Gallipoli", scritto e registrato tra New York, Berlino e Lecce, pubblicato per 4AD il 1 febbraio 2019. Il costo del biglietto del concerto, grazie alla collaborazione con Plus 1, comprende 1 euro che sarà donato a HangarMusik e al loro programma di educazione musicale per i bambini rifugiati. "Gallipoli iniziò, nella mia testa, quando finalmente feci spedire il mio vecchio organo Farfisa dalla casa dei miei genitori a Santa Fe a New York”, esordisce Condon. "Mi impossessai dell’organo durante il mio primo lavoro al Center For Contemporary Arts di Santa Fe; trascorsi i successivi tre anni scrivendo il maggior numero di canzoni che potevo tirarne fuori". Condon va avanti raccontando il processo di scrittura del quinto album in studio. "In quel periodo la mia vita privata cambiò improvvisamente e mi ritrovai a viaggiare avanti e indietro tra New York e Berlino per lunghi periodi di tempo”. Descrive le session di registrazione come "una tempesta di giorni passati chiusi in studio dalle 12 alle 16 ore, facendo gite sulla costa e seguendo una dieta solida a base di pizza, pasta e peperoncini” e poi racconta le fonti d’ispirazione del nuovo lavoro e in particolare del brano Gallipoli. "Una sera ci trovammo per caso nel centro storico di Gallipoli e seguimmo una banda di ottoni in processione dietro a preti che portavano la statua del santo patrono tra le strette vie del paese, seguiti da quella che sembrava l’intera città. Il giorno seguente scrissi in una sola sessione, facendo pausa solo per mangiare, il brano che sarebbe diventato Gallipoli”. Durante l'estate salentina il Sud Est Indipendente ospiterà gli statunitensi Lee Ranaldo e Leah Singer, che si confronteranno con artisti e musicisti italiani e salentini per la realizzazione di performance inedite nella residenza artistica "ReSound", ideata e realizzata in collaborazione con la Fondazione Lac O Le Mon con il coordinamento artistico di David Cossin, Luca Tarantino e Luigi Negro (dal 7 al 14 luglio a Corigliano d'Otranto), Giant Sand (11 luglio alle Manifatture Knos di Lecce), il soul man africano J.P. Bimeni e il percussionista e polistrumentista Gabriele Poso (2 agosto - luogo da definire), la cantautrice statunitense Joan as a police woman (5 agosto - Corigliano d'Otranto). Dal 25 al 28 luglio sempre a Corigliano d'Otranto, il Sud Est indipendente proporrà quattro giorni di musica, incontri, workshop, presentazioni di libri, mercatini e allestimenti artistici. Sul palco si alterneranno, tra gli altri, Any Other, Finn Andrews, leader dei The Veils (26 luglio), il gruppo dream pop Be Forest e il cantautore siciliano Dimartino (27 luglio) e i Diaframma (28 luglio). Sempre grazie alla collaborazione tra Sud Est Indipendente e Locus Festival il 10 agosto nel Campo Sportivo di Locorotondo, in provincia di Bari, si esibirà invece Calcutta. Nelle prossime settimane sarà annunciato il programma completo e dettagliato del festival che, dal 2006, ha portato nel Salento le sonorità più interessanti della musica italiana e internazionale, offrendo al pubblico una panoramica ampia e variegata della musica dal punk al cantautorato, dal rock allo ska, dal folk ai ritmi in levare. Nelle diverse location salentine, che nelle prime dodici edizioni hanno ospitato il festival (Gallipoli, Otranto, Castello di Corigliano d’Otranto, Masseria Torcito a Cannole, Torre Regina Giovanna ad Apani, la marina di San Cataldo, Piazza Libertini, Anfiteatro Romano e Parco di Belloluogo a Lecce e molti altri), si sono alternati artisti come Kings of Convenience, Baustelle, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Gogol Bordello, Peter Hook & The Light, Skatalites, Mad Professor, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Lo Stato Sociale, Calibro 35, Brunori Sas, Canova, Colombre, Giorgio Poi, Bugo, Skatalites, Daniele Silvestri, Cosmo, Verdena, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vallanzaska, Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Russell Leetch (Editors) e molte altre realtà internazionali, italiane e pugliesi.

Info 3331803375 - www.seifestival.it
#seifestival
________________________________________________________________________________

LOCUS FESTIVAL 2019
27 Luglio - 14 Agosto
Locorotondo 

Locus festival compie quindici anni di passione per la grande musica internazionale, dal 27 luglio al 14 agosto 2019 a Locorotondo, nel cuore della Puglia.

A quattro straordinari eventi già in prevendita con MS. LAURYN HILL, CALCUTTA, FRENCH KIWI JUICE,  FOUR TET e BEN UFO, si aggiungono altrettanto prestigiosi headliner ad ingresso libero in piazza come JOSÉ JAMES, COLIN STETSON, MAMMAL HANDS, LEE FIELDS & THE EXPRESSIONS, COLLE DER FOMENTO, MECNA,  dj set sulla vicina costa con CHANNEL ONE, CHILDREN OF ZEUS e CLAP! CLAP!, talk e film su grandi miti della musica con Locus Focus & Movies, una mostra di illustratori dedicata ai XV anni del Locus, e tante altre iniziative musicali e culturali. Per la sua quindicesima edizione, il Locus festival rinnova il suo classico logo circolare con la metafora del fuoco interiore, alimentato dalla passione per la buona musica internazionale. Passione e calore che hanno reso possibile lo sviluppo esponenziale del Locus durante questi anni, in quel magico cuore di Puglia chiamato Valle D’Itria e nel delizioso borgo antico di Locorotondo. Una line-up artistica di livello sempre più alto, posiziona il Locus fra i festival più importanti del panorama nazionale nell’estate 2019, con il supporto convinto delle istituzioni locali e dell’official partner Tormaresca, fornitore di pregiati vini doc pugliesi.

UN PROGRAMMA DI FUOCO
La cifra stilistica musicale del Locus 2019 è ben introdotta da un appassionante weekend di lancio, dedicato alla musica dell’anima. Sabato 27 luglio a Masseria Mavù l’evento di apertura, con l’approccio universale e d’avanguardia del polistrumentista e compositore francese FKJ aka French Kiwi Juice (biglietti in prevendita) in esclusiva nazionale, preceduto dal rap/soul italiano di qualità di Mecna. Domenica 28 luglio in piazza Moro nel centro di Locorotondo (ingresso libero), il soul moderno di JOSÉ JAMES incarna la grande tradizione afroamericana, con un progetto dedicato al leggendario Bill Whiters in esclusiva italiana al Locus. Ad inizio serata un’altra originale esperienza americana: Tonina Saputo è una cantante, bassista e poetessa proveniente da St Louis nel Missouri. La settimana successiva, venerdì 2 agosto ci si sposta al Lido Lullabay in contrada Pilone per il primo party in spiaggia della serie Locusbay, con il maestoso dub reggae di Channel One, celebre sound system londinese che celebra 40 anni di carriera. Si torna a Locorotondo mercoledì 7 agosto, al Campo Sportivo Comunale con l’evento forse più atteso dai fans del Locus: il live di MS. LAURYN HILL, icona assoluta della black music mondiale, per la prima volta ed in esclusiva nel Sud Italia. E’ l’inizio di una serie ininterrotta di grandi eventi che animeranno Locorotondo fino alla domenica. Giovedì 8 agosto in piazza si esibiscono due proposte d’avanguardia, fra jazz, virtuosismo minimalista e rock progressivo: il sassofonista e compositore americano di culto COLIN STETSON in esclusiva italiana al Locus ed il trio inglese dei MAMMAL HANDS. Ancora in piazza Moro, venerdì 9 agosto arriva una leggenda vivente del funk & soul americano, il grande LEE FIELDS accompagnato dalla sua band The Expressions. Nella notte, after party in spiaggia con il secondo evento Locusbay: Children of Zeus sono un duo di Manchester (UK) formato dal beatmaker Konny Kon e dal cantante soul Tyler Daley. Sabato 10 agosto la parentesi “pop” di CALCUTTA in collaborazione con Sud Est Indipendente, di nuovo al Campo Sportivo Comunale, allarga i confini stilistici del festival con uno degli artisti italiani più affermati ed interessanti del panorama nazionale contemporaneo. L’ultimo grande evento in piazza è domenica 11 agosto con COLLE DER FOMENTO, formazione storica e di culto dell’hip hop romano, che in 25 anni di carriera si è avvicinata alla musica suonata: una maturazione culminata nell’album “Adversus” del 2018. In apertura il funk “bandistico” della P-Funking Band nel progetto con il dj Tuppi. Il Locus 2019 termina nella natura il 14 agosto con una grande festa conclusiva fra i trulli della Masseria Mavù: il leggendario musicista inglese FOUR TET per la sua unica data italiana estiva, sarà affiancato dal suo conterraneo Ben Ufo, in un evento espressione della scena elettronica londinese ai suoi massimi livelli, aperto dal progetto live dell’italiano Khalab aka Raffaele Costantino. Prima di fare le valigie, un salto a mare il 16 agosto per un ultimo appuntamento extra al Lido Lullabay: sarà il grande Clap! Clap! (Cristiano Crisci) a guidare le danze con il suo originale mix di suoni organici e di irresistibile dance music elettronica globale. Un vero e proprio prologo del Locus festival, avverrà il 21 agosto all’interno del festival Sud Est Indipendente a Gallipoli (Area Blu Salento – Lungomare Galilei) con il concerto di BEIRUT: un progetto di Zach Cordon che presenta il nuovo lavoro intitolato proprio Gallipoli, scritto e registrato tra New York, Berlino e Lecce.

LOCUS FOCUS & MOVIES!
I Locus Focus sono momenti che, da un po’ di anni, il festival ha deciso di ritagliarsi per approfondire argomenti in cui la musica abbia un ruolo di primo piano. Dopo la scorsa edizione con al centro i libri e con ospiti come gli scrittori e critici musicali Simon Reynolds, Geoff Dyer e Michael Zadoorian, quest’anno è la volta del cinema e dei documentari musicali. Gli incontri pomeridiani, curati dal team di esperti formato da Nicola Gaeta, Enzo Mansueto e Vittorio Bongiorno, si svolgeranno nel centro storico di Locorotondo ed avranno come tema grandi miti della musica. Ogni incontro sarà collegato ad un film della serie Locus Movies, proiettato di notte dopo i concerti nel suggestivo complesso di Sant’Anna di Renna che ospita anche il museo Perle di Memoria, raggiungibile a piedi appena fuori il paese. Il programma è ancora in fase di ultimazione ma possiamo già confermare il primo film, “Sakamoto: Coda” in programma l’8 agosto. Il film racconta la carriera del pianista e compositore giapponese concentrandosi sul suo lavoro nella musica ma senza trascurare altri aspetti della sua vita come, per esempio, il suo impegno contro il nucleare. Ne viene fuori un ritratto sia dell’artista che dell’uomo. Il film diretto da Stephen Nomura Schible è stato girato in gran parte durante il periodo in cui il musicista lavorava alla colonna sonora di “The Revenant” diretto da Alejandro Gonzàlez Iñàrritu con Leonardo Di Caprio. Presto il programma completo con altri film e con gli ospiti che parteciperanno agli incontri. 

FOREVER YOUNG, 15 ANNI DI LOCUS IN MOSTRA
A 15 anni dalla nascita del festival, il Locus e Spine Bookstore, presentano una mostra realizzata da 15 illustratori e grafici di fama nazionale che omaggiano alcuni fra gli ospiti più celebri e iconici di tutte le edizioni. La mostra, intitolata “Forever Young” e prodotta in collaborazione con Pigment Workroom, sarà gratuita e visitabile durante il festival presso il laboratorio urbano de “Il Tre Ruote Ebbro”, nel cuore del centro storico di Locorotondo.

PARTENARIATO ATTIVO
La rete dei partner del Locus ha una parte fondamentale nel successo del festival, ed è formata da aziende, associazioni legate al territorio e media che contribuiscono attivamente fornendo servizi e contenuti essenziali. Come media partner, siamo felici di rinnovare la collaborazione con Radio Monte Carlo. Tra le radio più ascoltate in Italia, RMC supporterà il Locus con speciali, informazioni e contest per i biglietti, oltre a esclusive playlist preparate dai suoi dj per introdurre i concerti. Fra le testate web musicali più interessanti, collaboriamo con L’Indiependente e Soundwall. Per l’emissione dei biglietti ci affidiamo ai circuiti Ticketone e Vivaticket, online e presso i punti vendita autorizzati in tutta Italia, mentre Festicket offre pacchetti di biglietto ed ospitalità attraverso il suo portale internazionale specializzato. Novità del 2019, la preziosa partecipazione di Ferrovie del Sud-Est come vettore ufficiale di Locus festival, che ci permetterà di offrire un servizio di bus speciali A/R da Bari, Lecce e Taranto per i quattro grandi eventi a pagamento di FKJ, Ms Lauryn Hill, Calcutta e Four Tet. Tra i fornitori di cibo e bevande, oltre ai vini dell’official partner Tormaresca, abbiamo le altre eccellenze pugliesi di Eatria la valle dei sapori, di Murgella per i prodotti caseari, e di Orsini come acqua ufficiale del festival. A Locorotondo è essenziale il supporto logistico dell’Associazione Tre Ruote Ebbro, che ospiterà la mostra Forever Young nel suo laboratorio urbano ed i Locus Movies nel Museo Perle di Memoria, mentre lo IAT Locorotondo / Sistema Museo sarà punto informativo oltre a curare attività esperienziali per i turisti, anche tramite il portale pugliatolive.it. Leonardo Trulli Resort ospiterà a Locorotondo parte degli ospiti e della produzione. Facciamo rete il festival Sud-Est Indipendente con IQMF (Italian Quality Music Festival), il Distretto Produttivo Puglia Creativa, i-jazz. Il logo, il concept ed il tema grafico del Locus 2019 sono curati da imood studio.

MAIN SPONSOR & CREDITS
Il Locus festival è ideato, diretto artisticamente e prodotto da Bass Culture srl, in collaborazione con il Comune di Locorotondo e con il supporto della Regione Puglia, nell’ambito dell’ “Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali. FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia”. Al supporto istituzionale si affianca il contributo dell’official partner Tormaresca, anche fornitore ufficiale di vini pugliesi pregiati.  Fra i main sponsor rinnoviamo  la collaborazione con Maldarizzi Automotive – Mercedes Benz (Motoria), anche in qualità di fornitore ufficiale dei mezzi per produzione e artisti, e con la BCC Locorotondo. Un alto standard di ospitalità per artisti e ospiti è garantito da Oasi Villa San Martino. Accogliamo quest’anno un marchio prestigioso come Nastro Azzurro. Altri importanti partner e sponsor per l’edizione 2019 sono in via di conferma.

Sabato 27 luglio 2019
FKJ 
inaugura il Locus festival
Masseria Mavù, Contrada Mavugliola, Locorotondo (BA)

Domenica 28 luglio 2019
JOSÉ JAMES
 “Lean on me”
+ Tonina feat. Dario Jacque
Piazza Moro, Locorotondo (BA) 
INGRESSO LIBERO

Venerdì 2 agosto 2019
Locus bay dj set: CHANNEL ONE
+ I&I Project sound system
Lido Lullabay

Mercoledì 7 agosto 2019
MS. LAURYN HILL
Campo Sportivo Comunale, Viale Olimpia, Locorotondo (BA)
BIGLIETTI IN PREVENDITA € 50 + d.p. (Posto unico in piedi)
disponibili dalle ore 11:00 di venerdì 15 marzo, online e nei punti vendita autorizzati

Giovedì 8 agosto 2019
Incontro: Locus Focus su Ryūichi Sakamoto. Con: Enzo Mansueto e Vittorio Bongiorno
Largo Mazzini h 19
On stage: COLIN STETSON + MAMMAL HANDS
Piazza Moro h 21 | Free
Locus Movie: "Ryūichi Sakamoto: CODA" (2017)
Sant'Anna h 24:00

Venerdì 9 Agosto
On stage: LEE FIELDS & THE EXPRESSIONS
Piazza Moro h 21 | Free
+ special guest t.b.a.
Locusbay dj set: CHILDREN OF ZEUS
Lido Lullabay h 24 | Free

Sabato 10 agosto 2019
CALCUTTA
Campo Sportivo Comunale, Viale Olimpia, Locorotondo (BA)
BIGLIETTI IN PREVENDITA € 28 + d.p. (Posto unico in piedi)
disponibili online e nei punti vendita autorizzati

Domenica 11 agosto 2019
On stage: COLLE DER FOMENTO + P-Funking feat Tuppi
Piazza Moro h 21 | Free

 Mercoledì 14 agosto 2019
FOUR TET + BEN UFO 
evento conclusivo del Locus festival
Masseria Mavù, Contrada Mavugliola, Locorotondo (BA)

Venerdì 16 agosto 2019
Locus bay dj set: CLAP! CLAP!
(Locus after party)
Lido Lullabay h 24 | Free

On stage: BEIRUT
Mercoledì 21 Agosto 2019
Area Blu Salento, Gallipoli (LE) | Ticket
(in Festival Sud-Est Indipendente)

ELENCO E INDIRIZZI LOCATIONS
LIVE: Piazza Aldo Moro, Locorotondo
LIVE: Mavù Masseria, C.da Mavugliola, Locorotondo
LIVE: Campo Sportivo Comunale, vale Olimpia, Locorotondo
LOCUS BAY: Lido Lullabay, C.da Pilone, Ostuni
LOCUS MOVIES: Complesso Sant'Anna di Renna, via dei Templari, Locorotondo
LOCUS FOCUS: Largo Mazzini, Locorotondo
MOSTRA e INFO POINT: Tre Ruote Ebbro, via Giannone 4, Locorotondo
INFO TURISTICHE: IAT Locorotondo, piazza Vittorio Emanuele 27

Biglietti disponibili in prevendita su