Festival Jazz

I principali festival jazz....

BRENZONE MUSIC FESTIVAL
I° Edizione
29 giugno –-  2 luglio 2017
Brenzone sul Garda (VR)


XXII° Edizione
9-10 agosto 2017
Campo di Brenzone (VR)

La musica dal vivo farà il bis questa estate a Brenzone sul Garda (VR). Ben due manifestazioni musicali animeranno le sere a cavallo tra giugno e luglio e poi ancora quelle nel cuore di agosto. Ad aprire la girandola di concerti sullo scorcio incantevole del lago di Garda sarà la prima edizione del Brenzone Music Festival. In scena dal 29 giungo al 2 luglio, questa nuova kermesse musicale affidata alla direzione artistica di Mauro Ottolini, uno dei più noti jazzisti nazionali, promette un’apertura stilistica a largo raggio. Dal pop di qualità al cantautorato, dal rock ’n’ roll al jazz, con progetti musicali pensati per essere immediatamente coinvolgenti, a volte addirittura scatenati. Tutti i concerti del Brenzone Music Festival saranno a ingresso gratuito. Un festival di nuova creazione caratterizzerà quindi l’inizio d’estate a Brenzone, mentre una manifestazione ormai storica come Notti Magiche a Campo, giunta alla ventiduesima edizione, riporterà in primo piano la grande musica, questa volta nel pieno della stagione estiva: le sere del 9 e 10 agosto. Anche in questo caso canzone d’autore e jazz classico si alterneranno nel programma musicale, con il contesto paesaggistico di Campo di Brenzone ad amplificare la portata emozionale della musica. Il Brenzone Music Festival è organizzato dal Comune di Brenzone sul Garda, l’Associazione Pro Loco Brenzone, il CTG Brenzone, la Funivia Malcesine Monte Baldo. Notti Magiche a Campo è a cura esclusivamente del CTG Brenzone. Il primo Brenzone Music Festival sarà un festival ‘diffuso’, con musica dal vivo a tutte le ore del giorno, nelle più varie ubicazioni. Ogni giornata, dal 29 giugno al 2 luglio, sarà caratterizzata da concerti itineranti, musica sulle spiagge, esibizioni sulle barche che costeggeranno le sponde del lago e che potranno essere ascoltate dalla riva, concerti aperitivo, spettacoli a sorpresa e jam session. Ogni giorno, poi, la musica troverà momenti di spicco negli spettacoli serali. Giovedì 29 giugno piazza S. Nicolò ad Assenza di Brenzone ospiterà un trittico di live dal notevole appeal popolare: alle ore 20 la Magicaboola Brass Band con la sua impostazione da marching band in stile New Orleans eseguirà un repertorio che fa lo slalom tra jazz, blues, etnica, hip hop, funk, canzone popolare; alle ore 21 gli O’CiucciariellO, che, nonostante il nome napoletano, cantano in dialetto veneto, produrranno un’apocalisse sonora che miscela fanfare balcaniche, suoni mediterranei, beat disco-funky, deliri psichedelici; alle ore 22 Little Taver & his Crazy Alligators isseranno la bandiera del rock ’n’ roll statunitense, filtrato alla maniera nostrana, con più di una strizzata d’occhio ai ‘cantanti-urlatori’ italiani degli anni Sessanta. Anche venerdì 30 il momento culminante della giornata musicale sarà caratterizzato da un trittico di concerti, tutti a Castelletto. Alle ore 19:30, in Piazzetta Olivo, suoneranno gli Hot Teapots, col loro omaggio al jazz primordiale e al blues degli anni Venti e Trenta. Al porto, alle ore 20:30, la vocalist Vanessa Tagliabue Yorke eseguirà un omaggio alla diva della chanson francese Edith Piaf, sostenuta dal pianoforte di Andrea Bettini. A completamento della serata, in piazza M. D. Mantovani alle ore 22 sbarcherà l’orchestra Ottovolante di Mauro Ottolini, con il suo repertorio che rispolvera i grandi successi della canzone italiana del dopoguerra: Buscaglione, Carosone, Modugno, Celentano, Natalino Otto e molti altri, a cavallo tra jazz, swing, mambo.
Piatto forte di sabato 1 luglio sarà Alberto Fortis, che si esibirà in piazza Ferrari a Magugnano (ore 21:30). Fortis si esibirà in solo (pianoforte e voce) in uno spettacolo che si concentrerà in particolare sulle canzoni dei suoi ultimi due lavori discografici, ma che non mancherà di ripercorre i capisaldi della sua carriera. Tra gli appuntamenti principali di domenica 2 spiccano anche tre concerti pomeridiani: con il trio del canadese Bocephus King (Assenza di Brenzone, spiaggia Acquafresca, ore 16), con la Storyville Jazz Band (Porto di Brenzone, ore 18) e con la Magicaboola Brass Band assieme all’ospite Mauro Ottolini (sempre a Porto di Brenzone, ore 19:30). Con Bocephus King, impegnato in una rilettura di un intero secolo di musica americana, tra sonorità blues, gospel, gipsy e country, saremo di fronte a una delle più grandi promesse della musica rock canadese. Con la Storyville invece il jazz tradizionale esploderà in tutto il suo fragore ritmico. In serata ci si sposterà a Castello. In piazzetta Chiesa alle ore 21 si esibirà la vocalist Karima, che ha raggiunto la fama nazionale grazie alle tante e fortunate partecipazioni televisive. In questa occasione canterà il repertorio del suo prediletto Burt Bacharach, accompagnata da Roberto De Nittis al pianoforte. Il finale del festival, in piazza S. Nicolò alle ore 23, sarà affidato al buonumore del funky-groove veneziano degli Ska-J di Furio dei Pitura Freska. Con Notti Magiche a Campo, il 9 e 10 agosto, per ascoltare musica si salirà, rigorosamente a piedi, sino all’antico borgo abbandonato di Campo di Brenzone. Un luogo panoramicamente privilegiato, con la sua vista dall’alto sul lago. Tutto il contesto concorrerà alla magia degli spettacoli musicali, con la scenografia di un anfiteatro naturale circondato di ulivi e la concomitanza con il periodo delle stelle cadenti della notte si San Lorenzo. Protagonisti delle due serate saranno la Big Band Ritmo-Sinfonica “Città di Verona” (mercoledì 9 agosto) e il progetto “50 anni senza Tenco” (giovedì 10). Entrambe le serate saranno dunque caratterizzate da vasti organici strumentali. La big band veronese eseguirà il programma “Glenn Miller’s Story”: una panoramica del repertorio di una figura mitica dell’era dello swing orchestrale, tra ritmi sobbalzanti e trascinanti e melodie indimenticabili come quelle di Moonlight Serenade, Perfidia, In The Mood. “50 anni senza Tenco” è stato tenuto a battesimo al Premio Tenco 2016 per celebrare il cinquantesimo anniversario della scomparsa di Luigi Tenco. Gli entusiasmanti risultati di quella serata hanno fatto sì lo spettacolo continui ora la sua vita nelle più importanti piazze italiane. A dirigere l’Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici e le operazioni musicali in generale ci sarà Mauro Ottolini, che ha anche selezionato le canzoni dal repertorio di Tenco, arrangiandole per questo vasta compagine. Ottolini ha introdotto nella strumentazione sinfonica anche una ritmica e solisti jazz, oltre a un variegato cast di cantanti: Vanessa Tagliabue Yorke, Vincenzo Vasi, Kento e DJ Faust. Alla serata parteciperà anche Enrico De Angelis, storico direttore artistico (sino al 2016) del Club Tenco.

PROGRAMMA

giovedì 29 giugno
Assenza di Brenzone, piazza S. Nicolò
ore 20: Magicaboola Brass Band
ore 21: O’CiucciariellO
ore 22: Little Taver & his Crazy Alligators

venerdì 30 giugno
Castelletto, Piazzetta Olivo, ore 19:30
Hot Teapots

Castelletto, porto, ore 20:30
VANESSA TAGLIABUE YORKE (voce) & Andrea Bettini (pianoforte)
“Omaggio a Edith Piaf”

Castelletto, piazza M. D. Mantovani, ore 22
MAURO OTTOLINI & Ottovolante

sabato 1 luglio
Magugnano, piazza Ferrari, ore 21:30
ALBERTO FORTIS

domenica 2 luglio
Assenza di Brenzone, spiaggia Acquafresca, ore 16
Bocephus King trio

Porto di Brenzone, ore 18
Storyville Jazz Band

Porto di Brenzone, ore 19:30
Magicaboola Brass Band feat. Mauro Ottolini (trombone)

Castello, piazzetta Chiesa, ore 21
KARIMA (voce) & Roberto De Nittis (pianoforte)

Castelletto, piazza S. Nicolò, ore 23
Ska-J

Ogni giorno del festival, inoltre, concerti itineranti, musica sulle spiagge e dalle barche, concerti aperitivo, spettacoli a sorpresa e jam session.


Notti Magiche a Campo
mercoledì 9 agosto
Campo di Brenzone, ore 21:30
Big Band Ritmo-Sinfonica “Città di Verona”
“Glenn Miller’s Story”

giovedì 10 agosto
Campo di Brenzone, ore 21:30
MAURO OTTOLINI & Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici 
VANESSA TAGLIABUE YORKE, VINCENZO VASI, KENTO & DJ Faust
Con la partecipazione di ENRICO DE ANGELIS
“50 anni senza Tenco”

Informazioni:
Tutti i concerti sono gratuiti. I concerti si terranno anche in caso di maltempo nelle location indicate sul programma 
Direttore artistico: Mauro Ottolini
_______________________________________________________________________________

Al via la prima edizione del LEMON JAZZ FESTIVAL di Sorrento


Sorrento, la città del limone, si prepara alla prima edizione del LEMON JAZZ FESTIVAL, kermesse musicale ispirata al tesoro giallo della Penisola Sorrentina e ambientata in uno dei giardini più caratteristici,Villa Fiorentino. Dal 5 al 9 luglio prossimi avranno luogo, in questa particolare cornice, concerti di artisti internazionali. Daranno il via alla cinque giorni gli AVION TRAVEL, già vincitori di Sanremo 2000; un gruppo consolidato che ha collezionato successi, premi e collaborazioni prestigiose. Peppe Servillo, voce e leader, riesce a caratterizzare le proprie interpretazioni grazie ad una forte espressività ed uno stile unico. Giovedì 6 luglio il festival si arricchisce con un doppio set. Sarà la volta di una nuova rivelazione del circuito jazz italiano, il metese CLAUDIO JR DE ROSA, e successivamente del trio del cubano ALFREDO RODRIGUEZ. Claudio Jr De Rosa ha coltivato già giovanissimo la passione per la musica esibendosi in importanti jazz club e festival in Italia. A soli 25 anni ha già ottenuto una serie di prestigiosi riconoscimenti internazionali. Il suo nuovo lavoro discografico è prodotto dalla Incipit Records/Egea in collaborazione con Lemon Jazz. A seguire Alfredo Rodriguez Trio. Il talentuoso pianista ha abbandonato Cuba per suonare con Quincy Jones (attualmente suo produttore). Oggi rappresenta il nuovo jazz latino. Il portamento e i modi di un gentiluomo d'altri tempi, due mani che danzano sulla tastiera del pianoforte con passione, danno vita ad un arcobaleno di emozioni. Venerdì 7 luglio l’appuntamento è con JAMES TAYLOR QUARTET.
La formazione ispiratrice del termine musicale acid jazz (in perfetta sintonia con Lemon Jazz) e capitanata dall’hammondista James Taylor, unisce all’interpretazione jazzistica un tocco di funk britannico. Proprio dalla rivisitazione sonora dell’organo hammond sono nati i più grandi successi del gruppo e le innumerevoli collaborazioni anche in campo cinematografico. Doppio set per Sabato 8 luglio: LIVIO MINAFRA e JAVIER GIROTTO & AIRES TANGO. Vincitore del Top Jazz 2011, Livio Minafra ha sempre sorpreso per il suo approccio fresco e innovativo. Javier Girotto & Aires Tango nasce nel ’94 da un’idea del sassofonista e compositore argentino Girotto. Ispirandosi alle proprie radici musicali, e fondendole con le modalità espressive del jazz, il gruppo sviluppa una sonorità originale con esplicito riferimento ai grandi classici del tango. La prima edizione del Lemon Jazz festival si chiuderà Domenica 9 luglio con un progetto speciale. Un incontro esplosivo tra due giganti del jazz internazionale; una leggenda della chitarra come STANLEY JORDAN incontra il mito indiscutibile della batteria BILLY COBHAM. I due artisti americani saranno affiancati dal virtuoso bassista cileno CHRISTIAN GALVEZ. Il Lemon Jazz Festival è organizzato dal Comune di Sorrento nell’ambito della rassegna “Sorrento Incontra” con la direzione artistica di Mario Mormone.
E’ possibile acquistare i biglietti attraverso il circuito Go2 (www.go2.it)
www.lemonjazz.it
________________________________________________________________________________

SaxArts Festival 2017 - diciannovesima edizione
Faenza, Imola, Russi, Tredozio - 5/9 luglio 2017

Dopo il grande successo dello scorso anno, con la presenza di Branford Marsalis e lo splendido concerto tenuto nelle sale della Pinacoteca Comunale di Faenza, il SaxArts Festival torna per la sua diciannovesima edizione a colorare di suoni ed emozioni le piazze e i luoghi storici di Faenza, Russi e Tredozio e aggiunge Imola al suo percorso musicale sul territorio romagnolo. Nella nuova edizione che andrà in scena dal 5 al 9 luglio 2017, la direzione artistica di Marco Albonetti proporrà come di consueto una miscela di musicisti esperti e già molto conosciuti nel mondo del sassofono classico e jazz e talenti emergenti, i Maestri di oggi e i musicisti che prenderanno il loro testimone negli anni a venire. Tra i musicisti più giovani presenti nel cartellone compaiono infatti alcuni vincitori di concorsi internazionali di assoluto prestigio, sassofonisti che saranno in grado di seguire le orme già tracciate da musicisti come Federico Mondelci, Gaetano Partipilo e dello stesso Albonetti in un futuro davvero molto prossimo. Ai concerti serali, inoltre, si aggiungono la Masterclass “I Colori del Sax” ad Imola, condotta mercoledì 5 luglio da Marco Albonetti e riservata agli alunni della scuola media a indirizzo musicale Innocenzo da Imola e della Banda Musicale Città di Imola, e la visita guidata aperta al pubblico dei Giardini all'Italiana di Palazzo Fantini a Tredozio, prima del concerto di venerdì 7 luglio. Il programma dei concerti del SaxArts Festival 2017 prende il via nel Giardino della Rocca di Russi, mercoledì 5 luglio, con il duo formato da Gaetano Partipilo e Alessandro Lanzoni. Dialoghi Invisibili è il titolo che i due musicisti hanno dato al loro incontro: l'improvvisazione come caratteristica portante della loro espressione, una vera e propria “tessitura” che scaturisce dalla combinazione delle voci dei due strumenti. Partipilo e Lanzoni attingono materiale dallo sconfinato mondo del jazz, attraversano stili ed epoche diverse: il loro dialogo prende forma in un vortice di emozioni e intuizioni. Giovedì 6 luglio, la rassegna approda a Faenza e tiene fede ad uno dei suoi tratti distintivi, vale a dire la scoperta di nuovi luoghi dove portare la musica. Il Museo MUST, dove viene ospitata la collezione d’arte contemporanea di Faenza, rappresenta il prestigioso palcoscenico per il concerto del SaxArts Project con un solista d'eccezione come Federico Mondelci: un altro grandissimo esponente della scena sassofonistica internazionale che illustra il percorso del SaxArtsFestival. La formazione presenta quest'anno una particolarità molto intrigante: nel suo organico sono presenti tutti i componenti della famiglia del sassofono, dal sopranino al basso, passando per i più “abituali” soprano, alto, tenore e baritono. I musicisti del SaxArts Project promosso da Marco Albonetti avranno l'onore e la responsabilità di confrontarsi con Federico Mondelci, uno dei maggiori e più apprezzati interpreti del panorama musicale mondiale. Docente, camerista, solista e direttore d'orchestra, da trent'anni Mondelci si esibisce come solista con oltre cinquanta orchestre di primissimo piano, tra le quali l'Orchestra del Teatro Alla Scala, la New Zealand Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l'Orchestra da Camera di Mosca, l'Orchestra Sinfonica di Bangkok e la Filarmonica di San Pietroburgo, dove è tornato nel marzo dwl 2017, nella prestigiosa stagione diretta da Yuri Temirkanov. Il suo repertorio non comprende solo le pagine "storiche" ma si spinge con sicurezza verso la musica contemporanea: Mondelci affianca infatti il suo nome accanto ai nomi dei grandi autori del Novecento - da Nono a Kancheli e Glass, da Sciarrino a Gentilucci e Fitkin - e ne esegue le composizioni spesso a lui espressamente dedicate, produzioni di straordinario successo che lo conclamano come raffinato solista di raro e straordinario talento. Nel 1982, ha fondato l'Italian Saxophone Quartet e nel 1995 l'Italian Saxophone Orchestra e si esibisce con entrambe queste apprezzate formazioni sia in Italia che all'estero, riscuotendo grande successo di pubblico e critica. Venerdì 7 luglio, il SaxArts Festival propone il primo dei due appuntamenti in programma a Tredozio. Il Virtuoso Sax Quartet - composto da Sabino Monterisi al sax soprano, Cristian Battaglioli al sax contralto, Rimvyde Muzikeviciute al sax tenore e Filippo Corbolini al sax baritono - sarà protagonista nel prestigioso cortile di Palazzo Fantini, una delle “case storiche” del festival. Formatosi nel settembre 2014, il Virtuoso Sax Quartet è un ensemble eclettico e versatile: il suo repertorio spazia dalle composizioni cameristiche raffinate del '900 americano ed europeo alla musica minimalista, dal tango al klezmer, dallo swing alla musica etnica, per un programma vario ed intrigante che fa viaggiare gli ascoltatori sulla musica dei quattro angoli del nostro pianeta. L'appuntamento conclusivo del festival si svolgerà sempre a Tredozio, domenica 9 luglio, in Piazza Vespignani. Sul palco si esibirà Metalizado, il progetto “firmato” Del Barrio, con Massimo Valentini come ospite speciale. Metalizado è la versione festosa e danzante della formazione guidata da Hilario Baggini, Andres Langer e Marco Zanotti che salgono sul palco insieme agli ottoni e al cantante colombiano Carlos Forero. In America Latina gli ottoni vengono chiamati “metales” e questo offre il titolo al nuovo allestimento di Del Barrio. Metalizado propone perciò un repertorio sempre in ebollizione e si apre ai suoni dell'intero continente sudamericano con l'aggiunta timbrica e sostanziale dei “metales”, pur mantenendo originalità e ricercatezza negli arrangiamenti. I brani, per la maggior parte cantati, rappresentano lo specchio delle emozioni e della cultura degli abitanti del Sud America. Il SaxArts Festival viene organizzato con il contributo del Comune di Faenza, del Comune di Russi e del Comune di Tredozio. Altrettanto importanti sono il sostegno degli sponsor privati - Romagna Giochi, Romagna Acque - che continuano a sostenere e a credere nella qualità del lavoro svolto dal festival e il supporto materiale ed umano delle famiglie ospitanti che accolgono i ragazzi convenuti a Faenza per la rassegna. Tutti i concerti sono ad ingresso libero con l'esclusione del concerto di giovedì 6 luglio 2017 (Sacsofon... The Italian Way con Federico Mondelci e il SaxArts Project) per il quale è previsto un biglietto di 5 euro.

SaxArts Festival 2017 - diciannovesima edizione
programma dei concerti

Mercoledì 5 luglio 2017
Imola, Scuola Media a Indirizzo Musicale “Innocenzo da Imola” > ore 10/13
I colori del sax, incontro con Marco Albonetti

Mercoledì 5 luglio 2017
Russi, Giardino della Rocca > ore 21.15 - ingresso libero
Gaetano Partipilo & Alessandro Lanzoni. Dialoghi Invisibili
Gaetano Partipilo. sax soprano, sax tenore
Alessandro Lanzoni. pianoforte

Giovedì 6 Luglio 2017
Faenza, Museo MUST > ore 21.30 - ingresso 5 euro
SaxArts Project + Federico Mondelci (sassofono solista)
Sacsofon... the Italian way!
(musiche di Scarlatti, Molinelli, Ros, Girotto, Gualandi, Gabrieli)

Venerdì 7 Luglio 2017
Tredozio, Giardino Palazzo Fantini > ore 19.00
Visita al Giardino all'italiana di Palazzo Fantini

Venerdì 7 Luglio 2017
Tredozio, Palazzo Fantini > ore 21.15 - ingresso libero
Virtuoso Sax Quartet. Contrasti
(musiche di Escaich, Scarlatti, Lago, Girotto, J.S. Bach, Piazzolla)
Sabino Gabriele Monterisi. sax soprano
Cristian Battaglioli. sax contralto
Rimvyde Muzikeviciute. sax tenore
Filippo Corbolini. sax baritono

Domenica 9 Luglio 2017
Tredozio, Piazza Vespignani > ore 21 - ingresso libero
Metalizado featuring Massimo Valentini
Hilario Baggini. strumenti etnici a corde e a fiato, percussioni, voce
Andres Langer. pianoforte, fisarmonica, voce
Marco Zanotti. batteria, percussioni
Carlos Forero. chitarra e voce
Gianni Perinelli. sax tenore, sax soprano
Marcello "Jandu" Detti. trombone, tuba, conchiglie
Massimo Valentini. sax baritono, sax contralto, sax soprano

Contatti 
SaxArts Festival. Segreteria del Festival
Faenza. Via Riccione, 18
telefono: 0546-32943
_________________________________________________________________________________

MONFORTINJAZZ 2017
Monforte d’Alba
Auditorium Horszowski

domenica 16 luglio 
AN EVENING WITH YANN TIERSEN SOLO IN CONCERT
venerdì 21 luglio 
BOKANTE’
sabato 22 luglio 
MASSIMO RANIERI in Malia
domenica 23 luglio 
GREGORY PORTER
venerdì 28 luglio 
ROBERT GLASPER EXPERIMENT 
mercoledì 2 agosto 
VINICIO CAPOSSELA & MARC RIBOT Strikes!

La storica rassegna dell’estate di Langa dall’anima jazz, ma che mischia volentieri blues, musica etnica e d’autore, dopo una straordinaria 40° edizione si prepara all’estate del 2017 e annuncia un cartellone come sempre ricco di straordinari appuntamenti con la grande musica d’autore all’Auditorium Horszowski di Monforte d’Alba, luogo privilegiato per panorama, acustica e appeal. 
Eusa è il titolo del nuovo album di YANN TIERSEN. Sarà questo disco il protagonista del concerto che il musicista bretone, uno dei più importanti e prolifici compositori della nostra epoca presenterà completamente, accompagnando il pubblico, domenica 16 luglio, in un viaggio intorno all’isola di Ushant, in Bretagna, la sua casa. Nell’album, registrato presso gli Abbey Road Studios, il piano solista di Yann Tiersen è accompagnato solo dalle registrazioni di campo effettuate nel punto esatto dell’isola a cui fa riferimento il brano musicale.
BOKANTE’ è il nuovo progetto creato dal fondatore e leader degli Snarky Puppy, Michael League, un progetto che affonda le radici tra il Delta del Mississippi e il deserto africano. Bokanté significa “scambio” in creolo, la lingua della giovane cantante Malika Tirolien, cresciuta nell’isola caraibica di Guadalupa e che ora vive a Montreal. Sul palco dell’Auditorium Horszowski otto musicisti provenienti da quattro diversi continenti presenteranno la propria storia musicale e la propria tradizione. Insieme a Michael League (che per l’occasione lascia il suo basso a favore della chitarra baritono) anche altri due Snarky Puppy, Chris McQueen e Bob Lanzetti, il grande percussionista Jamey Haddad (Paul Simon, Sting), il virtuoso della pedal steel guitar Roosevelt Collier (Lee Boys, Karl Denson), il percussionista André Ferrari (Väsen) e Keita Ogawa (Banda Magda, Yo-Yo Ma). Con due Grammy Award e un implacabile successo planetario (anche con la sua etichetta GroundUp music) League torna a rimettersi in gioco esordiendo con un progetto che promette essere esplosivo e che il festival di Monforte è fiero di presentare in anteprima venerdì 21 luglio.
L’arte del più grande istrione delle scene italiane incontra un quintetto all star del jazz italiano per dare vita ad un appuntamento live dal fascino unico sabato 22 luglio: MASSIMO RANIERI torna con Malia, un concerto/evento proposto solo in luoghi particolari e che trova nell’Auditorium Horszowski uno spazio perfetto. Un nuovo straordinario show che vede protagonista il suo amatissimo repertorio e la grande canzone napoletana degli anni 50 e 60, rivisitati e riarrangiati in chiave contemporanea con l’eleganza e la maestria che contraddistingue l’artista partenopeo. Con lui in scena le stelle del jazz italiano, campioni nazionali del genere: Marco Brioschi alla tromba e flicorno, Stefano Di Battista ai sassofoni, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria.
GREGORY PORTER, il cantante che ha conquistato il mondo con i due album Water e Be Good ritorna a Monforte domenica 23 luglio dopo lo sfortunato concerto annullato per pioggia la scorsa estate. Fresco vincitore ai Grammy Awards con l’album Take me to the alley che si è imposto nella “Best Vocal Jazz Album”.  Nato a Los Angeles, cresciuto a Bakersfield; un’infanzia difficile, sostenuta però dalla passione per la musica, Gregory Porter esordisce nel 2010 con il disco Water che gli valse la prima nomination ai Grammy come “Best Jazz Vocal”, fatto eccezionale per un disco d’esordio. La consacrazione arriva nel 2012 con il secondo album Be Good, con cui si aggiudica la seconda nomination ai Grammy, questa volta come “Best Traditional R&B Performance”. Con una voce che sa essere carezzevole e decisa, calda e avvolgente, Gregory Porter è stato definito da Wynton Marsalis, con cui si esibisce spesso a New York, “un cantante fantastico”. Lo stile vocale di Porter è stato di plasmato dall’esempio di questi cantanti, ma la sua personale visione del mondo carica tutti i brani di una tale intensità emotiva da rendere ogni esecuzione estremamente potente ed unica.
Era un vero e proprio giovane prodigio del jazz ROBERT GLASPER, protagonista del concerto di venerdì 28 luglio. Dopo un esordio nei primi anni duemila e una maturità artistica che lo ha portato ad esplorare con piglio e genialità i territori del soul, funk, dell'hip hop e del blues ha dato vita a un universo sonoro di incredibile forza, complessità e raffinatezza. Risultato di queste contaminazioni sono le vittorie di ben 2 Grammy Awards. Il 16 settembre 2016 è uscito per la Blue Note Records ArtScienze, il nuovo disco, un esperimento musicale che spazia tra sonorità soul e profonde, creando un risultato straordinario. Sul palco Robert Glasper alle tastiere, Mark Colenburg alla batteria e percussioni, Casey Benjamin al sax e vocoder, Burniss Traviss II al basso e Mike Severson alla chitarra. Un gruppo consigliato da Monfortinjazz!
E' un concerto davvero speciale quello che conclude l'edizione 2017 del festival e precede la tradizionale degustazione di barolo che i magnifici produttori di Monforte offrono a tutto il pubblico con l'arrivederci al 2018.
Sul palco dell'Auditorium Horszowski mercoledì 2 agosto una tappa dal vivo della straordinaria collaborazione tra VINICIO CAPOSSELA e MARC RIBOT. Un'amicizia artistica, quella fra i due fuoriclasse, iniziata nel 1996 con l’irruzione del chitarrista newyorkese ne Il Ballo di San Vito, proseguita dal vivo e in studio in una ventina di pezzi della discografia di Capossela e in diversi concerti live, ultimo dei quali al Clapham Grand di Londra nel 2015, in occasione di “Qu’Art de Siècle”, il tour celebrativo della carriera venticinquennale di Vinicio. 
Ogni volta che Vinicio ha ospitato Marc Ribot sul suo maestoso Pequod musicale, la rotta ha virato verso il centro della burrasca. Cosa succederà ora che i due maestri dell’insonnia e dell’ammutinamento si ritroveranno per la prima volta da soli, in uno straordinario concerto a tu per tu, accompagnati da un leggero quanto magico equipaggio ritmico? Il titolo promette Strikes! in abbondanza, bersagli centrati, colpi, impatti e incursioni nello smisurato canzoniere caposseliano. Un concerto eccezionale, una delle due apparizioni estive di Capossela, per il pubblico di Monfortinjazz.
La manifestazione è organizzata dall’Associazione Monforte Arte in collaborazione con Ponderosa Music & Art, è promossa dal Comune di Monforte, patrocinata dalla Regione Piemonte con il contributo della Fondazione CRC.

Tutti i concerti in cartellone avranno inizio alle 21.30.
________________________________________________________________________________

Area Musica Estate
McCoy Tyner, Tony Allen e Omar Sosa sono tra i primi grandi nomi annunciati da Area Musica Estate.


Area Musica Estate nasce da due fortunate esperienze: il Festival Il Ritmo delle Città progettato a partire dal 2006 come attività di programmazione musicale nelle Zone della Città di Milano e che ha presentato alcuni straordinari protagonisti del jazz mondiale come Brad Mehldau, Chick Corea e Wayne Shorter, ed il progetto Area M, giunto al terzo e conclusivo anno di vita, che ha trasformato Città Studi in un quartiere della musica. Il nuovo format riguarderà una vera e propria stagione musicale estiva per la città, dedicata, come di consueto, al Jazz e alla musica del 900. Tutti i concerti avranno luogo nell’Orto Botanico Città Studi in via Golgi 18 con inizio alle ore 21.30. Questi sono i primi concerti annunciati:

29 giugno Tony Allen ‘Film of Life’
Il batterista nigeriano Tony Allen, che con Fela Kuti è uno dei padri dell’Afro beat, presenta il fortunato progetto Film of Life nel quale riscrive con giovani musicisti francesi la sceneggiatura della sua vita e propone una musica che dall’afro beat, suo storico background, allunga i tentacoli verso il dub, il jazz, il rock.

6 luglio McCoy Tyner trio con Craig Taborn e Geri Allen ‘Echoes with a Friend’
Nel 1974 Tyner ha pubblicato l’album in solo Echoes of a Friend per celebrare i suoi anni col quartetto di John Coltrane e come omaggio al suo grande amico con il quale ha iniziato a suonare a 17 anni. 40 anni dopo ‘Echoes with a Friend’ è un omaggio all’arte ed alla musica di McCoy: un concerto che attraversa varie generazioni di musicisti, influenzati dalla musica del grande pianista di Philadelphia, come Craig Taborn e Geri Allen, che si esibiranno in solo ed in trio, e che culminerà con l’esibizione dello stesso McCoy.

10 luglio Giulia Mazzoni ‘Room 2401’
La giovane pianista toscana diplomata al conservatorio G.Verdi di Milano presenta il suo ultimo album Room 2401, uscito a ottobre dello scorso anno per Sony Music e dove la Mazzoni riprende il suo racconto musicale partendo da una stanza d’albergo in cima ad un grattacielo di Chicago che diventa così un luogo dell’anima e una visuale privilegiata per esplorare futuri scenari musicali.

20 luglio Sarah McKenzie ‘Paris in the Rain’
Dopo l’esibizione dello scorso anno con la Monday Orchestra, la cantante e pianista australiana Sarah McKenzie torna con il nuovo album Paris In The Rain, un disco estremamente raffinato grazie ai sontuosi arrangiamenti della stessa McKenzie. L’album è una dichiarazione d’amore nei confronti di Parigi, città dove la musicista si è trasferita lo scorso anno e che l’ha affascinata sin dal suo arrivo in Francia.

25 luglio Omar Sosa - Yilian Canizares duo - ospite Gustavo Ovalles
Il compositore e pianista cubano, classe 1965, con sette nomination ai Grammy, è uno dei jazzisti più versatili e completi della sua generazione. È stato capace di fondere mirabilmente un’estesa gamma di elementi jazz, di world music e di elettronica con le sue radici afrocubane, riuscendo a creare una sonorità fresca e originale, dal forte sapore latino, ma lasciando sempre grande spazio all’improvvisazione. A Milano si presenta con la giovane violinista e cantante cubana Yilian Canizares e con il percussionista venezuelano Gustavo Ovalles.

Biglietti in vendita su Ticketone http://bit.ly/AreaMusicaEstate
Il calendario completo verrà annunciato nelle prossime settimane.
____________________________________________________________________________

Festival TrentinoInJazz 2017

Trentino Jazz è un circuito di festivals, fino al 2011 solo un cartellone di manifestazioni affini, ora riunite in un percorso comune, una vera rete, dal nome TrentinoInJazz, un sorta di grande festival che si snoda nel corso di quasi tutto l’anno e sull’intero territorio provinciale. Di tutto ciò l’APS di secondo livello Trentino Jazz è l’organizzatore, mentre TrentinoInJazz (per distinguerlo con quell’In dal circuito) è il nome del festival. L’obiettivo principale è la proposizione di concerti legati al linguaggio del jazz, seguendo un modello in equilibrio fra centralizzazione e decentramento, ambizioso per il tentativo di allargarsi, divenendo più importante e forte, senza perdere tutte le risorse della presenza sul territorio. La particolarità della APS è quella di avere conservato l’autonomia territoriale. Ciò grazie soprattutto alla forte risorsa del volontariato, che consente di contenere i costi e di coinvolgere molti soggetti. Non c’è una programmazione centralizzata che decida il percorso artistico e organizzativo di tutta la rete: ognuno degli originari cinque festival ha conservato una larga autonomia.

Calendario generale

Una serata speciale tra jazz, fumetto e fotografia, in anteprima per Lagarina Jazz: venerdì 23 giugno ad Ala il concerto del celebre pianista con il raffinato fotografo; nel pomeriggio incontro con i due a Rovereto. Domenica 25 Blue Naif e Rosa Brunello
Enrico Pieranunzi e Pino Ninfa: Omaggio a Hugo Pratt al TrentinoInJazz 2017!

23 giugno ore 18.00, Rovereto, Libreria Arcadia
Presentazione del libro fotografico “Jazz Gigs”, con la presenza dell’Autore, Pino Ninfa, e di Enrico Pieranunzi.
Evento nella rassegna Lagarina Jazz

23 giugno ore 21.30, Ala, Teatro Comunale
Sulle tracce dell’avventura. Omaggio a Hugo Pratt
Performance multimediale con Enrico Pieranunzi al pianoforte e Pino Ninfa, progetto e fotografie
Evento nella rassegna Lagarina Jazz

Un venerdì tra musica e immagine, tra jazz, fotografia e avventura, per il TrentinoInJazz, con il nuovo progetto di Pino Ninfa con la straordinaria partecipazione di Enrico Pieranunzi! E' il nuovo appuntamento di Lagarina Jazz - a cura di Giuseppe Segala - con un'iniziativa affascinante, da non perdere venerdì 23 giugno al Teatro Sartori di Ala (TN): Omaggio a Hugo Pratt - Sulle strade dell’avventura. Si tratta di un progetto multimediale ideato e curato dal fotografo Pino Ninfa, autore del volume Sulle strade dell'avventura. Omaggio a Hugo Pratt (CasadeiLibri): un'idea legata al lavoro fotografico dedicato al celebre fumettista e sviluppata in collaborazione con Enrico Pieranunzi, presentata in anteprima proprio a Lagarina Jazz per il TrentinoInJazz 2017. Il lavoro fotografico di Ninfa, da sempre focalizzato sul viaggio, sul reportage etico e anche sul jazz, cerca in questo caso assonanze e riflessi nei disegni, nelle pennellate di Hugo Pratt e nelle avventure di Corto Maltese, percorrendo i luoghi che fanno da sfondo ai viaggi del marinaio e impregnano la sua anima errante: Venezia, Cuba, i deserti del Sud, l’Etiopia. Nella concerto-anteprima di Ala, il gioco di specchi si moltiplica per tre: passa dal pennello all’immagine fotografica alla musica, in un continuo intreccio di rifrazioni e suggestioni. Il pianismo di Enrico Pieranunzi, da parte sua, è spesso stato attratto e affascinato dall’avventura: sia quella della narrazione epica, omerica, evocata in dischi come Nausicaa (in duo con Enrico Rava) e Racconti Mediterranei (con Marc Johnson e Gabriele Mirabassi), che quella dove si scandagliano universi musicali lontani, mirabilmente relazionati al proprio linguaggio, come nel caso di Scarlatti, Bach, Debussy, Satie. Tanti altri lavori di Pieranunzi evocano il viaggio, il mito e l’avventura, pensiamo a Wandering, Daedalus’ Wings, Tales From The Unexpected e molti altri, perle di uno dei più importanti uomini di musica (non solo di jazz) del nostro paese, ammirato anche all'estero: tante collaborazioni di Pieranunzi, pensiamo a Jim Hall, Paul Motian, Charlie Haden e Phil Woods, danno la misura della sua inesauribile sete di avventura.  Il progetto in duo di Ninfa e Pieranunzi sarà anticipato da una bella anteprima: nel pomeriggio alla Libreria Arcadia di Rovereto (TN), il fotografo presenterà con la partecipazione del musicista il suo libro Jazz Gigs, dedicato al mondo del jazz, che Ninfa continua a ritrarre con passione e sensibilità. Jazz Gigs raccoglie 20 stampe con ritratti straordinari di Sonny Rollins, Dave Brubeck, Jonn Lewis, Ornette Coleman, Enrico Rava, Paolo Fresu e altri.

Due concerti domenica 25 giugno: l'irresistibile quartetto swing-manouche a Rovereto, la musica alchemica dei Fermentos dell'ammirata contrabbassista a Villa Lagarina. Venerdì 30 giugno Barbara Casini a Mori
Blue Naif e Rosa Brunello al TrentinoInJazz 2017!

25 giugno ore 19.30, Rovereto, Circolo Operaio Santa Maria
Blue Naif
Fabio Rossato fisarmonica/Mattia Martorano violino/Andrea Boschetti chitarra/Alessandro Turchet contrabbasso
Evento nella rassegna TrentinoIn Jazzclub

25 giugno ore 21.30,  Villa Lagarina, Giardino di Palazzo Libera
Rosa Brunello y Los Fermentos
Rosa Brunello contrabbasso, Filippo Vignato trombone, effetti, Frank Martino chitarra, elettronica, Luca Colussi batteria
Evento nella rassegna Lagarina Jazz

Ancora un duplice concerto per l'edizione 2017 del TrentinoInJazz, anche questa volta con due proposte molto caratterizzanti per l'intera rassegna: da una parte il jazz dal sapore più retrò insaporito dall'incontro con le culture europee ed extra della prima metà del 900, dall'altra i risvolti contemporanei del jazz nostrano, dal respiro internazionale. Domenica 25 doppio appuntamento con il TrentinoInJazz, dunque, con due spettacoli di notevole interesse. TrentinoIn Jazzclub presenta a Rovereto (TN) i Blue Naif, il quartetto di Fabio Rossato (fisarmonica), Mattia Martorano (violino), Andrea Boschetti (chitarra) e Alessandro Turchet (contrabbasso) ispirato al jazz parigino anni '30 e alle più moderne esperienze artistiche del percorso tracciato da Django Reinhardt. La band propone una combinazione di Hot Jazz, Swing, tempi latini, Musette e Funk, in un repertorio di composizioni originali e arrangiamenti di brani tradizionali che fanno da ideale ponte tra Francia e Italia. Nuovo evento di Lagarina Jazz a Villa Lagarina (TN) in serata, con il ritorno al TrentinoInJazz di Rosa Brunello y Los Fermentos. La contrabbassista veneta e la sua band, giovane realtà della scena jazz nazionale, si inseriscono con modestia, grande tenacia e ricchezza di idee nel prezioso filone dei contrabbassisti-leader, che sanno mettersi al servizio della musica, sostenendola e stimolandola, dando un supporto ritmico e nel contempo offrendo una cornice contrappuntistica. Le idee non le mancano certo e il quartetto Los Fermentos permette alla musica di dipanarsi con agilità e libertà, mettendo in luce una salda interazione tra i componenti, stimolata e favorita dal lavoro della stessa leader, che lavora su una concezione di filigrana dialogica in continuo movimento. Spiccano nella formazione le presenze di alcuni tra i più interessanti musicisti della scena odierna: il trombonista Filippo Vignato, migliore nuovo talento nel referendum Top Jazz 2016; il chitarrista Frank Martino, autore lo scorso anno dell’ottimo album “Revert” per l’etichetta Auand; il batterista Luca Colussi, già componente dei gruppi di Pietro Tonolo, Nicola Fazzini, Flavio Boltro. 

30 giugno ore 19.00, Mori, Cantina Mori Colli Zugna
Sezione Jazz Conservatorio Bonporti: Aperitivo Jazz
Rosa Brunello contrabbasso, Filippo Vignato trombone, effetti, Frank Martino chitarra, elettronica, Luca Colussi batteria
Evento nella rassegna Lagarina Jazz

30 giugno ore 21.30,  Mori, Cantina Mori Colli Zugna
Barbara Casini e Roberto Taufic – Terras. Special guest: Roberto Red Rossi
Barbara Casini voce, Roberto Taufic chitarre, Roberto Red Rossi percussioni
Evento nella rassegna Lagarina Jazz

2 luglio ore 19.30, Rovereto, Circolo Operaio Santa Maria
D.O.V.E.
GIOVANNI PERIN Vibrafono/ GIULIO CAMPAGNOLO Organo Hammond/ ANDREA DAVI’ Batteria
Evento nella rassegna TrentinoIn Jazzclub

2 luglio ore 13.00, Ciampediè - Vigo di Fassa
MUSIKKAPELLE BURGSTALL
Banda musicale di Postal solista Paolo Trettel (tromba)
Evento nella rassegna Panorama Music

6 luglio ore 13.00, Buffaure - Pozza di Fassa
SILVANIA DOS SANTOS - GIANCARLO BIANCHETTI PROJECT
Silvania Dos Santos (voce), Giancarlo Bianchetti (chitarra), Maria Vicentini (violino), Salvatore Maiore (contrabbasso)
Evento nella rassegna Panorama Music

13 luglio ore 13.00, Valbona Lusia - Moena
EMILIA MARTENSSON
Emilia Martensson (voce), Luca Boscagin (chitarra), Fulvio sicurtà (tromba)
Evento nella rassegna Panorama Music

15 luglio ore 21.00, Cles
Bonporti Jazz
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

16 luglio ore 21.00, Malè
Barbara Casini, Sandro Gibellini
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

18 luglio ore 21.00, Malè
Nick Lee & the Jingle Fellas
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

19 luglio ore 21.00, Segno
Accordi & disaccordi
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

20 luglio ore 21.00, Mezzolombardo
Eccher's Hacker
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

21 luglio ore 21.00, Denno
Kilometro zero in jazz
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

22 luglio ore 20.30, San Romedio
Prehmbai 
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

23 luglio ore 13.00, Buffaure - Pozza di Fassa
BIG BAND GIOVANILE DELL’ALTO ADIGE
diretta da Helga Plankensteiner (in collaborazione con SIAE Società Italiana Autori e Editori)
Evento nella rassegna Panorama Music

23 luglio ore 9.00- 13.00 Trento-Cles
Trenino storico
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

23 luglio ore 15.00, Tovel
Prehmbai - Diapason sax connection
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

24 luglio 2017 ore 21.00, Comano, Grand Hotel Terme
Marco Bovi Trio
Evento nella rassegna Ars Modi

25 luglio ore 21.00, Cles
Sò Forrò
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

26 luglio ore 21.00, Croviana
Robert Bonisolo Trio
Evento nella rassegna Valli del Noce Jazz

27 luglio ore 13.00, Col Margherita Passo San Pellegrino
SONATA ISLANDS QUARTET
Emilio Galante (flauti), Eloisa Manera (violino), Bianca Fervidi (violoncello), Davide Tedesco (contrabbasso)
Evento nella rassegna Panorama Music

28 luglio 2017 ore 21.00, Pinzolo, Paladolomiti
Sonata Islands meet Classic 
Emilio Galante flute / Alessandro Bianchini vibes/ Stefano Bianchini double bass/ Thomas Samonati drums
Evento nella rassegna Ars Modi

30 luglio ore 13.00, Belvedere – Canazei
OYSTER
Matteo Cuzzolin (sassofono), Demetrio Bonvecchio (trombone), Matthias Legner (vibrafono), Marco Stagni (contrabbasso), Filip Milenkovic (batteria)
Evento nella rassegna Panorama Music

3 agosto ore 13.00, Valbona Lusia - Moena
DORO GJAT
Doro (voce), Bad (chitarra, tastiere), Sanchez (basso, percussioni), Elvis (batteria)
Evento nella rassegna Panorama Music

6 agosto ore 13.00, Ciampediè - Vigo di Fassa
BARIONDA
Xavier Girotto, Florian Bramböck, Helga Plankensteiner, Giorgio Beberi (sax baritono), Enrico Tommasini (batteria)
Evento nella rassegna Panorama Music

11 agosto 2017 ore 21.00, Pinzolo, Paladolomiti
Maurizio Di Fulvio Quartet
Emilio Galante flute / Alessandro Bianchini vibes/ Stefano Bianchini double bass/ Thomas Samonati drums
Evento nella rassegna Ars Modi

12 agosto 2017  ore 21.00, Comano, Grand Hotel Terme
Maurizio Di Fulvio Quartet
Evento nella rassegna Ars Modi

13 agosto ore 13.00, Col Margherita Passo San Pellegrino
JEMM MUSIC PROJECT
Max Castlunger (percussioni, flauti), Alex Trebo (tastiere), Jack Alemanno (percussioni), Mark Pooles (basso), Matteo Cuzzolin (sassofono tenore)
Evento nella rassegna Panorama Music

17 agosto ore 13.00, Buffaure - Pozza di Fassa
MARTINA IORI, MARCO MATTIA e STEFANO MERIGHI
Martina Iori (voce, chitarra, ukulele), Marco Stagni (contrabbasso), Enrico Tommasini (batteria),
Marco Mattia (voce e tastiere), Roberto Dassala (chitarra e voce), Biju Vadagnini (voce e percussioni),
Stefano Merighi (voce e chitarra)
Evento nella rassegna Panorama Music

20 agosto ore 13.00, Passo Selle - San Pellegrino
EX AEQUO
Gaia Mattiuzzi (voce), Pasquale Mirra (vibrafono)
Evento nella rassegna Panorama Music

24 agosto ore 13.00, Col Rodella – Campitello di Fassa
ROBERTO ARNOLDI VIOLINO SOLO
Evento nella rassegna Panorama Music

27 agosto ore 13.00, Valbona Lusia - Moena
FRANCESCO MACCIANTI TRIO
Francesco Maccianti (pianoforte), Ares Tavolazzi (contrabbasso), Roberto Gatto (batteria)
Evento nella rassegna Panorama Music

3 settembre ore 15.00, Lagolo, Parco delle Feste
Artchipel Orchestra
direttore Ferdinando Farao
Evento nella rassegna Suoni d'acqua suoni di vini

10 settembre ore 16.00, Lagolo,, Parco delle Feste
Mack
Federico Squassabia tastiere, elettronica/ Marco Frattini - batteria, elettronica/ Federico Pierantoni, trombone
Evento nella rassegna Suoni d'acqua suoni di vini

16 settembre ore 15.00, Castel Thun, Val di Non
17 settembre ore 16.00, Pergolese, Teatro parrocchiale
Like Sonny
Piemonte e Trentino jazz ensemble
Evento nella rassegna Suoni d'acqua suoni di vini

23 settembre ore 17.00, Sala Sosat, Trento
Flute and upper voices
Emilio Galante/ Ensemble vocale Celestino Eccher diretto da Chiara Biondani
Evento nella rassegna Ai confini ed oltre

29 settembre ore 20.30, Bibiloteca Comunale, Borgo Valsugana
30 settembre ore 17.00, Sala Sosat, Trento
Wagner vs Wagner
Giuseppe Calliari - Duo pianistico di Edoardo Bruni
Evento nella rassegna Ai confini ed oltre

6 ottobre ore 21.30, Locos, Rovereto
7 ottobre ore 20.30, Bibiloteca Comunale, Borgo Valsugana
8 ottobre ore 17.00, Sala Sosat, Trento
A spasso con Frank
Giordano Montecchi - Marco Dalpane, Emilio Galante
Evento nella rassegna Ai confini ed oltre

14 ottobre ore 20.30, Bibiloteca Comunale, Borgo Valsugana
15 ottobre ore 17.00, Sala Sosat, Trento
Hobo plays Robert Wyatt
Alessandro Achilli- Massimo Giuntoli, Eloisa Manera
Evento nella rassegna Ai confini ed oltre

21 ottobre ore 20.30, Bibiloteca Comunale, Borgo Valsugana
22 ottobre ore 17.00, Sala Sosat, Trento
Un'anima divisa in trio
Giovanni Venosta, Giulio Visibelli, Alberto Turra
Evento nella rassegna Ai confini ed oltre

11 novembre ore 21.00, Trento, Sala Sosat
Edoardo Bruni, pianista e compositore
Evento nella rassegna Ars Modi

25 novembre ore 21.00, Trento, Sala Sosat
Duo Zamuner
Evento nella rassegna Ars Modi
_____________________________________________________________________________

UNA RASSEGNA MUSICALE DI ALTISSIMA QUALITÀ MOVIMENTA L’ESTATE BRESCIANA. IL COMUNE DI LUMEZZANE, CON IL SUPPORTO TECNICO DI TADAAM, PROMUOVE LA RASSEGNA MUSICALE 
“TRE MOTIVI PER...” 
IN PROGRAMMA IL 26-27-28 LUGLIO 2017 A LUMEZZANE, IN PROVINCIA DI BRESCIA


Tre come numero ideale ed evocativo per un trittico di artisti di fama nazionale e internazionale: Patrizia Laquidara, Rita Marcotulli assieme a Mino Cinelu e la band Nuove Tribù Zulu porteranno in una cittadina simbolo del lavoro in fabbrica una tre giorni di concerti sperimentali. Un connubio simbolico tra lavoro e cultura partecipata che rompe gli schemi. Lumezzane (Brescia), giugno 2017. Il Comune di Lumezzane è promotore di un’insolita iniziativa culturale/musicale, curata da TADAAM, che si svolgerà in luglio. La rassegna musicale dal titolo “TRE MOTIVI PER...” avrà luogo nell’Anfiteatro Dante Alighieri della cittadina di Lumezzane, in Valtrompia, centro manifatturiero noto in tutto il mondo come simbolo di operosità e lavoro di fabbrica. La rassegna vuole quindi sottolineare un connubio simbolico tra lavoro e cultura partecipata: un’iniziativa che rompe gli schemi in tutti i sensi, anche grazie all’esibizione di artisti di calibro in una località fuori dai circuiti tradizionali. Il trittico di serate vede protagonisti alcuni dei più conosciuti artisti della musica alternativa e sperimentale:
• 26 luglio. Patrizia Laquidara (Catania, 1972), eclettica performer già vincitrice del premio assoluto "Mia Martini” e del Premio Città di Recanati per la “miglior interpretazione”, per la “miglior musica” e il “Premio della critica”, presenterà STORIES, concerto-reading con piccole storie autobiografiche, frammenti di esperienze e racconti di vita visti con gli occhi dell’infanzia. Alcuni dei brani più significativi tratti dai suoi 4 album, ma anche canzoni scritte da autori amici quali Joe Barbieri e Tony Canto, per finire con alcune cover rivisitate di brani di Kylie Minogue, Battisti e Madonna. Si esibirà in trio con Daniele Santimone e Enrico Terragnoli.
• 27 luglio. Rita Marcotulli (Roma, 1959), pianista jazz tra le più apprezzate, ha collaborato con artisti del calibro di Chet Backer, Steve Grossman e Pino Daniele. Si esibirà in PISCES, concerto di sperimentazione assieme a Mino Cinelu (Francia, 1957), polistrumentista e percussionista che ha collaborato con Miles Davis, Lou Reed e Stevie Wonder. Cinelu sarà impegnato poi a Marsiglia al Festival Jazz des Cinq Continents (con la formazione di Vincent Peirani Fisarmonica | Émile Parisien Saxophone | Paco Séry batteria | Linley Marthe Basse | Aziz Samahoui canto, percussioni | Manu Codjia chitarra | Tony Paeleman Fender Rhodes) per un progetto dedicato a Joe Zawinul. Successivamente si esibirà al noto Festival Outreach Jazz Fest, in Tirolo.
• 28 luglio. NuoveTribuZulu (band formata a Roma nel 1991), un quartetto che si è esibito con successo in varie parti del mondo, ama spaziare dal folk al rock. Il gruppo è inoltre impegnato in progetti sociali con i ragazzi e in esperienze originali che imprimono la cifra di uno stile inconfondibile, come la convivenza con i musicisti nomadi del deserto del Rajasthan, in India, ispirazione per l’ultimo lavoro discografico. Canzoni meticce e contaminazioni contagiose “per una musica che ama il rischio, il viaggio, l’ignoto”.
INIZIO CONCERTI ORE 21.30
(in caso di pioggia i concerti verranno proposti nel Teatro Odeon, via Marconi 5 - Lumezzane) PER INFO E BIGLIETTI
info@tadaam.it
tel. 331 6872532
Per approfondire si veda la scheda allegata.

A contorno della Rassegna, il Comune di Lumezzane presenta anche le iniziative:
• 18 giugno ore 19.30 (presentazione). Antonio De Luca, LUMEN SONUM, Installazione sonora per acqua e ferro, Battistero di San Giovanni, Lumezzane. L’installazione sarà visibile fino al 31 luglio.
• 29 luglio orario 16.30 - 19.30. Albatro Surfin’ & Dance Butchers’ Vinyl Selection, selezione vinilica a 4 mani tra Reggae, Dub, Rock-steady, Latin, Afrobeat, Boogaloo e altri, presso la piscina Albatros di Lumezzane.
Chi è TADAAM?
TADAAM cultura partecipata
TADAAM ha sede a Brescia e opera nel campo della produzione artistica, cura progetti di diffusione culturale e crea eventi di musica, arti visive e spettacolo. Formata da un insieme eterogeneo di professionalità, la società di eventi culturali realizza principalmente progetti in Italia, alcuni dei quali sono stati riproposti all’estero, come il Tribute to Pink Floyd, andato in scena in India. TADAAM ricerca l’autenticità artistica attraverso il viaggio culturale e la connessione fra persone. In particolare si rivolge a un pubblico interessato al mondo del jazz, della musica contemporanea/ sperimentale, dell’arte contemporanea e del teatro. Qualità, ricerca, sperimentazione e condivisione: gli spettacoli a cura di TADAAM permettono a un pubblico curioso e affascinato di compartecipare a uno scambio culturale. 
_______________________________________________________________________________



Svelata l’intera line up della XIII edizione del Locus festival che si svolgerà a Locorotondo dal 9 al 12 agosto.



Ai nomi internazionali già annunciati  BONOBO, BENJAMIN CLEMENTINE, YUSSEF KAMAAL, si aggiungono:NICCOLO’ FABI, THE HELIOCENTRICS,BOKANTE’, DAYME AROCENA, ROBERT GLASPER EXPERIMENT, DEPRODUCERS.

Special preview del Festival: 
1 giugno JUNUN al Teatro Petruzzelli di Bari.

Il programma della XIII edizione del Locus Festival rappresenta la conferma del carattere progressivo e internazionale del festival di Locorotondo. Uno dei “Borghi più belli d’Italia”, in un territorio che sintetizza quanto di più magico e suggestivo possa offrire la Puglia, si prepara ancora una volta ad ospitare personalità geniali ed esperienze significative della musica contemporanea mondiale annunciando la line up completa dell’edizione che si terrà a Locorotondo dal 9 luglio al 12 agosto: BONOBO, NICCOLÒ FABI, BENJAMIN CLEMENTINE, YUSSEF KAMAAL, THE HELIOCENTRICS, BOKANTÉ, ROBERT GLASPER EXPERIMENT, DAYMÉ AROCENA, DEPRODUCERS. Il 1 giugno, invece, si terrà un’anteprima speciale della manifestazione pugliese con il live al Teatro Petruzzelli di Bari di JUNUN, il progetto musicale che coinvolge Jonny Greenwood dei Radiohead accanto a Shye Ben Tzur e The Rajasthan Express. Un percorso artistico sofisticato che riflette l’attualità della migliore musica prodotta sopratutto in Inghilterra e negli Stati Uniti e valorizza importanti esperienze italiane, offrendo un approccio stilisticamente ampio ma con un sottile filo conduttore soul e organico.  Dalla dance elettronica “intelligente” di Bonobo al funk cosmico degli Heliocentrics, alla forte anima jazz africana di Bokanté (nuovo progetto del leader di Snarky Puppy, Michael League) e di Daymé Arocena (straordinaria cantante cubana prodotta da Gilles Peterson), dal giovane jazz urbano londinese di Yussef Kamaal al gruppo leader della nuova black music americana Robert Glasper Experiment (praticamente un simbolo del Locus), fino ai progetti italiani Deproducers (con il live “Botanica”) ed il grande Niccolò Fabi che celebra il suo ventennale. Oltre ai grandi live, l’esperienza del Locus sarà completata da incontri e approfondimenti culturali, escursioni in bici, cinema e tutti gli ingredienti tipici del territorio pugliese d’estate: cibo di alta qualità e vini pregiati, passeggiate nell’affascinante centro storico, la tranquillità delle contrade e la vivacità delle spiagge vicine. Locus vuol dire luogo, e il nome del paese Locorotondo esprime la circolarità del suo centro storico così come l’ispirazione globale del Festival. La suggestione che caratterizza la XIII edizione è quella del “Genius Loci” ovvero lo spirito di un luogo, che da sempre il Locus Festival valorizza attraverso la musica internazionale, in armonia con il territorio, il suo ambiente ed il suo vissuto. Al tradizionale supporto istituzionale del Comune di Locorotondo e della Regione Puglia, si affianca la collaborazione ormai consolidata con Tormaresca, official partner del 2017, che anche quest’anno etichetterà una selezione dei suoi vini pregiati con il marchio Locus.  I nuovi main sponsor del 2017 sono anch’essi eccellenze pugliesi di alto profilo, che contribuiranno a rendere unica l’esperienza Locus: i mezzi Mercedes-Benz forniti da Motoria - Maldarizzi Automotive Group, e le prelibatezze tipiche pugliesi offerte da Pescaria e da Murgella. Altri brand e partner stanno per aggiungersi, insieme al resto della rete territoriale che supporta il Locus Festival, ideato, prodotto e sviluppato dall’agenzia Bass Culture srl sin dalla prima edizione nel 2005. Locus è parte di Italian Quality Music Festivals, l’associazione che mette in rete, rappresenta e promuove i festival italiani di musica contemporanea. Una rete il cui obiettivo è rendere l’Italia un luogo dove l’eccellenza musicale si sposa a valori come la sostenibilità ambientale ed economica e il legame con il territorio.

CALENDARIO DEGLI EVENTI PRINCIPALI AL LOCUS FESTIVAL 2017
Ingresso libero per gli eventi in Piazza.
Prevendita su Bookingshow.it per gli eventi al Mavù.

Dom. 9/7 Mavù
BONOBO
Sarà l’artista inglese BONOBO ad aprire il Locus festival 2017, sul palco del Mavù Masseria il 9 luglio. L’acclamato producer presenterà live al Locus il suo sesto album in studio, "Migration", appena uscito per l’etichetta londinese Ninja Tune. L’unico suo show italiano nei club, il 13 marzo al Fabrique di Milano, anteprima del Locus Festival (già sold-out da tempo), avrà quindi il suo seguito estivo in Puglia. Per poter accontentare i numerosi fan italiani di Bonobo, il Locus Festival ha anticipato l’inizio del festival al 9 luglio, punto di partenza di una serie di eventi nei weekend fino a metà agosto (prevendite Bonobo disponibili sul circuito Bookingshow). Non mancheranno al Locus 2017 anche i tradizionali grandi eventi musicali ad INGRESSO LIBERO in piazza, nell’affascinante centro storico di Locorotondo (BA), certificato come uno dei “Borghi più belli d’Italia”. 

Sab. 15/7 - Piazza Moro
THE HELIOCENTRICS 

Sab. 22/7 - Piazza Moro
MICHAEL LEAGUE in BOKANTÉ

Dom. 23/7 - Mavù
BENJAMIN CLEMENTINE
Dopo il successo della scorsa edizione, che ha visto la partecipazione di oltre 90.000 persone, torna il LOCUS FESTIVAL, l’acclamata kermesse culturale che ogni anno anima Locorotondo (Bari), splendido borgo nel cuore della Valle d’Itria. Organizzata da Bass Culture Srl in collaborazione con il Comune di Locorotondo, la XIII edizione si svolgerà dal 15 luglio al 15 agosto e annuncia oggi il primo ospite internazionale: BENJAMIN CLEMENTINE che si esibirà il 23 luglio presso Mavù Masseria. L'eclettico musicista e poeta britannico osannato da stampa e pubblico grazie al suo album d'esordio "At Least, for Now" (2015, Behind Records). Nato come artista di strada, il polistrumentista londinese naturalizzato francese è diventato in breve tempo una figura di culto nella scena musicale e artistica internazionale, il talento di Benjamin è difficilmente circoscrivibile: cantante, pianista, poeta, dotato di una voce capace di coprire una vasta gamma tonale con un timbro caldo e potente, perfettamente in grado di coniugare il pop, la  musica nera e l'impostazione classica. Il suo album di debutto “At Least For Now” (Universal Music Italia 2015) è stato definito dai critici un disco audace, brillante, stupefacente e gli è valso l’assegnazione del Mercury Prize 2015 -  il prestigioso premio che ogni anno viene conferito da una giuria di addetti ai lavori e giornalisti musicali al miglior disco di un artista britannico o irlandese. BENJAMIN CLEMENTINE si esibirà sul palco del LOCUS FESTIVAL presso Mavù Masseria il 23 luglio 2017. Biglietto (posto unico): 25 euro + d.p.
Prevendite disponibili dal 19 dicembre sul circuito Bookingshow

Ven. 28/7 - Piazza Moro
Locus Movies 
“What happened Miss Simone”; “Miles Ahead”. Introduzioni a cura di Ashley Kahn e Nicola Gaeta.

Sab. 29/7 - Piazza Moro
DAYME AROCENA

Dom. 30/7 - Piazza Moro
ROBERT GLASPER EXPERIMENT

Sab. 5/8 - Piazza Moro
YUSSEF KAMAAL

Primo annuncio per il main stage in Piazza Moro è il concerto gratuito di sabato 5 agosto, della band londinese YUSSEF KAMAL, guidata dai due giovani musicisti Youssef Dayes e Kamaal Williams, con il loro approccio energico e sperimentale al jazz evidenziato nell’album d’esordio “Black Focus” (Brownswood Records, novembre 2016). L’intero programma del Locus Festival 2017 sarà svelato entro marzo, intanto c’è una prima importante conferma fra i partner che affiancheranno il Comune di Locorotondo nel supportare gli eventi: l’Azienda Vinicola Tormaresca, tenute pugliesi di Marchesi Antinori, diventa Official Partner del Locus Festival dopo due anni come Sponsor di rilievo. Saranno quindi i vini Tormaresca, selezionati per l’occasione in un’esclusiva etichettatura “Locus Festival”, i capofila di una prestigiosa rete di partnership in linea con la qualità musicale ed il concept del Locus 2017: il “Genius Loci”, lo spirito di un luogo valorizzato attraverso la musica mondiale, in armonia con il territorio, le sue eccellenze ed il suo vissuto. Gli artisti più geniali della scena internazionale, in un incantevole e suggestivo angolo di Puglia immerso tra i caratteristici trulli, le colline di vigneti e uliveti, non lontano da splendide spiagge. Sono gli elementi principali di un festival in cui la musica rappresenta il centro di un’esperienza, in cui la qualità viene prima della quantità, e l’autenticità prima dell’apparenza.  BONOBO si esibirà live al Mavù,  in Contrada Mavigliola (S.P. Locorotondo - Cisternino) il 9 luglio 2017. Biglietto (posto unico): 30 euro + d.p.

Dom. 6/9 - Piazza Moro
DEPRODUCERS 

Sab. 12/8 - Mavù
NICCOLÒ FABI

Grandi e piccole sorprese andranno a comporre il programma completo del Locus festival nei prossimi mesi!

Per informazioni: www.locusfestival.it info@locusfestival.it Tel. 393 9639865
_________________________________________________________________________

Festival PianOstuni
II edizione. Con: STEFANO BOLLANI, TIGRAN HAMASYAN, PETER CINCOTTI, REMO ANZOVINO, DARGEN D'AMICO e AEHAM AHMAD.
Ostuni (BR), 14-15-16 luglio e 11 agosto


Grandi interpreti contemporanei del pianoforte invadono con le loro note i vicoli, le piazze e i chiostri di Ostuni. Torna per il secondo anno di seguito PianOstuni, il festival dedicato al piano e alle sue incredibili sfumature espressive. Tre giornate consecutive dal 14 al 16 luglio con un gran finale l’11 agosto, con artisti di profilo nazionale e internazionale come STEFANO BOLLANI, TIGRAN HAMASYAN, PETER CINCOTTI, REMO ANZOVINO, DARGEN D'AMICO feat. ISABELLA TURSO e AEHAM AHMAD. Dopo il successo della prima edizione che ha visto la partecipazione di musicisti come Ezio Bosso e Michael Nyman, PianOstuni si conferma uno degli appuntamenti più originali dell’estate pugliese. La sensibilità dei grandi pianisti coinvolti renderà ancora più suggestive le serate estive nel centro storico di Ostuni tra il chiostro San Francesco in piazza della Libertà, la scalinata Antelmi e il Torrione Trinchera. Il festival è gratuito con due eventi speciali a pagamento. Si comincia il venerdì 14 luglio con Tigran Hamasyan, un'energia capace di travolgere tutto e tutti: nel suo “canto libero” al pianoforte convergono il folk armeno, loops elettronici, voci celesti ed energia indie-rock. Attualmente ventinovenne ma sulla cresta dell'onda almeno dal 2015, Hamasyan con la sua convergenza alchemica tra romanticismo classico, jazz-rock e tradizione popolare, ha stregato non soltanto un pubblico fittissimo ma persino i grandi maestri dal compatriota Serj Tankian al percussionista indiano Trilok Gurtu, da Chick Corea a Brad Mehldau (Chiostro San Francesco, ore 21, ingresso 20 euro + diritti di prevendita). Sabato 15 luglio risuona il canto arabo di Aeham Ahmad, il pianista siriano diventato famoso per aver reagito alla violenza della guerra portando il suo pianoforte per le strade del campo di Yarmouk, tra le macerie, e suonando le sue composizioni. La sua musica è diventata un’arma contro il terrore (ore 21, Chiostro di San Francesco, ingresso libero). Dopo PianOstuni vira verso il pop, pieno però di rhythm'n'blues e di soul, con il pianoforte di Peter Cincotti (ore 23, scalinata Antelmi, ingresso libero). Il trentatreenne talento italo-americano arriva in Puglia con il suo nuovo progetto Long way from home, presentato in anteprima a New York con un concerto che ha fatto parlare tutta la stampa internazionale. Domenica 16 luglio la serata si apre con il piano solo di Remo Anzovino, eletto da critica e pubblico tra i massimi compositori di musica strumentale italiana e fra i più innovativi pianisti, un avvocato penalista che sa razionalizzare con la toga e far sognare con il pianoforte. Le sue musiche accompagnano i viaggiatori di Alitalia in tutto il mondo (ore 21, chiostro San Francesco. A seguire, PianOstuni incontra il mondo del rap, con il progetto “Variazioni” del più autoriale fra i rapper italiani: Dargen D'Amico accompagnato dalla pianista Isabella Turso; insieme hanno dato vita ad un album originale, intenso ed emozionale interamente prodotto da Tommaso Colliva.  (ore 22.30, piazza Cattedrale, ingresso libero), Chiude la sua seconda edizione con Stefano Bollani venerdì 11 agosto con il suo progetto Napoli Trip, nato dal grande amore del pianista per la città partenopea. Una festa della musica che, lasciando libero spazio  all’improvvisazione, passa  da Raffaele Viviani a Nino Taranto, da brani originali di Bollani fino ai classici di Pino Daniele.

PianOstuni è ideato e organizzato da Bass Culture srl, in collaborazione con il Comune di Ostuni – assessorato Cultura e turismo.

Venerdì 14 luglio
h 21 - Chiostro San Francesco
TIGRAN HAMASYAN in “An Ancient Observer” - piano solo. 
(biglietto: € 20 + d. p.).
Link prevendita online http://bit.ly/2orGK2v


Sabato 15 luglio (eventi a ingresso libero)
h 21 - Chiostro San Francesco
AEHAM AHMAD in ”Music for hope” - Piano / World music
h 23 - scalinata Antelmi
PETER CINCOTTI in “Long Way from Home”.

Domenica 16 luglio (eventi a ingresso libero)
h 21 - Chiostro San Francesco
REMO ANZOVINO - piano solo
h 22.30 Piazza Cattedrale 
DARGEN D'AMICO in “Vibrazioni di Primavera” - Rap pianistico
Venerdì 11 agosto
h 21 - Torrione Trinchera
STEFANO BOLLANI in “Napoli Trip”
(biglietto: € 25 + d. p.)
link prevendita online http://bit.ly/2mZPREy
INGRESSO LIBERO per gli eventi di sabato 15 e domenica 16 luglio.
Ingresso con biglietto per i concerti di Tigran Hamasyan e Stefano Bollani.
Prevendite sul circuito bookingshow.it


Infoline: 393 9639865 info@bassculture.it
Prevendita sul circuito Bookingshow.com
______________________________________________________________________________

JAZZMI 2017
a Milano la seconda edizione del festival jazz  con oltre 150 eventi tra il 2 e il 12 novembre

Milano aveva bisogno di un festival come JAZZMI da tanto tempo.  È fantastico! Complimenti! Evviva JAZZMI!  Dee Dee Bridgewater 

In un momento difficile come quello attuale, quando molti festival sono costretti a chiudere, JAZZMI rappresenta un bellissimo esempio. Riunisce tendenze musicali diverse di uno stesso genere, in un unico cartellone che porta in luoghi molto diversi della città di Milano con risultati di pubblico eccezionali. Lunga vita a JAZZMI! Paolo Fresu


Dopo lo straordinario successo della prima edizione torna JAZZMI, il festival che porta il grande jazz a Milano, con oltre 150 eventi distribuiti tra il centro e i quartieri più periferici, ospitando nomi leggendari e giovani artisti e coinvolgendo tutte le realtà cittadine che producono jazz. Musica e tanto altro, libri, film, mostre, incontri con gli artisti, master class, narrazioni teatrali. JAZZMI è uno sguardo caleidoscopico sull'universo del jazz attuale e sui diversi mondi che lo compongono. Altre novità in programma verranno raccontate nei prossimi mesi. Ecco intanto le prime anticipazioni e i primi concerti in vendita. Il duo che affianca uno dei massimi pianisti della scena jazz contemporanea BRAD MEHLDAU al virtuoso di mandolino CHRIS THILE in un programma che spazia tra i generi, dal Country alla Classica (Bach), suonerà al Teatro Dal Verme l'8 novembre. STEFANO BOLLANI eseguirà in esclusiva per JAZZMI un piano solo dedicato a Milano, sua città natale, all'Auditorium il 4 novembre. Sempre il 4 novembre, alla Santeria Social Club si esibirà l'orchestra stellare di SUN RA ARKESTRA diretta da MARSHALL ALLEN. Un'altra leggenda della chitarra jazz come BILL FRISELL sarà alla Triennale Teatro Dell'Arte il 9 novembre. Stimata da pubblico e dalla critica, con una nomina ai Grammy, STACEY KENT è al Blue Note il 2 novembre. E sulle ali dell'entusiasmante concerto inaugurale di Piano City Milano 2017, tornerà il jazz eterodosso di CHILLY GONZALES in un programma come sempre imprevedibile, ricco di humor e intelligenza musicale. Da quest’anno, oltre alla collaborazione con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, JAZZMI darà la possibilità alle giovani jazz band che si iscriveranno sul sito jazzmi.it entro il 30 giugno 2017 di esibirsi sui palchi non convenzionali del festival. JAZZMI, grazie al sostegno di SIAE, sarà anche JAZZ DO IT, una sezione professionale dedicata agli operatori del jazz di tutto il mondo che si confronteranno in una serie di eventi, panel, incontri e showcase sull'evoluzione del jazz di oggi. JAZZMI ideato e prodotto da Triennale Teatro dell'Arte e Ponderosa Music & Art, in collaborazione con Blue Note Milano, realizzato grazie al Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali, partner KLM, sotto la direzione artistica di Luciano Linzi e Titti Santini.

In vendita da venerdì 23 giugno 2017 sul sito jazzmi.it:
Stacey Kent – Blue Note Milano, 2 novembre
Stefano Bollani - Auditorium di Milano, 4 novembre
Sun Ra Arkestra - Santeria Social Club, 4 novembre
Brad Mehldau & Chris Thile - Teatro dal Verme, 8 novembre
Bill Frisell - Triennale Teatro dell'Arte, 9 novembre
Chilly Gonzales - Conservatorio di Milano, 10 novembre